skip to main | skip to sidebar
93 commenti

Armstrong, Aldrin e Collins di nuovo insieme

L'equipaggio dell'Apollo 11 insieme per discutere del futuro dello spazio


Questo articolo vi arriva grazie alle gentili donazioni di "Rintinclean" e "tecno". L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Neil Armstrong, Buzz Aldrin e Michael Collins, i tre membri dell'equipaggio della missione Apollo 11, e il creatore del Controllo Missione e direttore del Johnson Space Center dell'epoca, Chris Kraft, hanno partecipato oggi alle 20 (ora di Washington) alla John H. Glenn Lecture, una conferenza annuale che si tiene al National Air and Space Museum dello Smithsonian Institution a Washington, DC.

Quest'anno la conferenza è stata dedicata naturalmente al quarantesimo anniversario del primo sbarco sulla Luna. L'evento, una delle rarissime apparizioni pubbliche di Neil Armstrong, è stato trasmesso in diretta da NASA TV anche via Internet e grazie al fuso orario io ho avuto il piacere di tirare le tre e mezza del mattino per potervela raccontare.



La presentazione è stata fatta nientemeno che da John Glenn, il primo americano a orbitare intorno alla Terra, seguito da Chris Kraft, che ha rievocato l'atmosfera di quegli anni delle origini della corsa allo spazio e le mille incognite tecnologiche che c'erano quando Kennedy lanciò alla NASA la sfida di atterrare sulla Luna e gli Stati Uniti non avevano ancora lanciato un uomo in orbita intorno alla Terra. Ha concluso con un appello al presidente Obama: la NASA deve investire in ricerca, non solo in mantenimento dello status quo tecnologico.

Buzz Aldrin ha invece lanciato la sfida più spavalda: fare più che rimettere qualche impronta sulla Luna e osare tornare a nuove esplorazioni esaltanti nei prossimi quarant'anni.

Ha proposto che gli Stati Uniti vadano su Marte con missioni umane e che la Luna sia invece il terreno d'esercizio degli altri paesi.

Anche Apophis, l'asteroide che potrebbe colpire la Terra nel 2036, il satellite Phobos che orbita intorno a Marte, e le comete, sono destinazioni alle quali ambire per missioni umane, commerciali e governative. Missioni che secondo Buzz sono tecnicamente fattibili entro vent'anni da oggi e servono per ispirare le nuove generazioni. Tecnicamente lo possiamo fare, ha detto, con un richiamo marcato allo slogan "Yes we can" di Obama: l'importante è volerlo fare. Abbiamo ancora il coraggio di osare?

Michael Collins, che fra l'altro è stato direttore dello Smithsonian dove si è tenuta la conferenza, ha fatto un discorso dolce, emotivo e molto allegro, condito da battute che hanno fatto da contrasto alla determinazione di Aldrin. Ha raccontato, per esempio, di aver chiesto alla figlia che cosa avrebbe detto se le fosse toccato di scegliere cosa dire nello scendere da quella storica scaletta sulla Luna in mondovisione: lei, racconta Collins, avrebbe scelto "Questa tuta mi ingrassa?"

Collins ha commentato l'emozione che evoca in lui la fotografia del modulo lunare che si staglia contro la superficie della Luna, con la Terra sullo sfondo, che è una fotografia di tutta l'umanità: "tre miliardi di persone in quella cosina lassù, due in quella cosa grossa qui e una, il fotografo, che si tiene modestamente fuori dall'inquadratura".

Ha anche sottolineato le devastazioni ambientali prodotte dal modello economico attuale ("Crescere o perire? Mi sa che faremo tutt'e due"), messe in luce dall'esplorazione spaziale che ha permesso di trascendere i discorsi e di far capire il problema mostrando la Terra come un gioiello molto fragile, sospeso in uno spazio vuoto e inospitale. Anche lui vuole andare su Marte e lo ha descritto come una destinazione molto meno difficile e inospitale della Luna.

Per Collins l'eredità fondamentale delle missioni Apollo è l'aver lasciato la culla: è questo lo spartiacque della storia creato da quella serie di imprese. E si è dichiarato soprattutto fortunato nella sua carriera e nella sua vita: "Mettete 'fortunato' sulla mia tomba – ma non troppo presto!"

Neil Armstrong si è preso subito una standing ovation e si è rivelato un relatore divertito e divertente, smentendo le dicerie giornalistiche che lo dipingono come un alienato scontroso. Forse se i giornalisti gli facessero domande meno alienanti permetterebbero alla sua verve di emergere.

Nella sua relazione ha spaziato dalle ricerche missilistiche di Robert Goddard alla governance alla geofisica, ricordando la sorpresa e le umiliazioni degli Stati Uniti da parte dell'Unione Sovietica nelle prime fasi della corsa allo spazio, che furono però lo stimolo per una rivalsa e uno sforzo coordinato che mise da parte le beghe quotidiane di fronte alla sfida di andare sulla Luna.

Per lui la corsa alla Luna fu un investimento eccezionale, perché permise agli Stati Uniti e all'allora Unione Sovietica di trasferire in parte la propria rivalità dal puntarsi addosso missili nucleari a una competizione positiva, basata sul dimostrare che la loro scienza, e non le loro bombe, erano superiori, creando così sviluppo culturale e tecnologico per tutti.

Al termine il pubblico, fra i quali vi sono molti astronauti passati e presenti e Gene Kranz, ha tributato un applauso in piedi ad Armstrong, Aldrin e Collins.

A noi non resta che sperare che le loro parole di visione, crescita e coraggio e la loro testimonianza personale vengano ascoltate da chi decide se scialacquare in bombe e guerre o se investire in ricerca e sviluppo, in pace per tutta l'umanità, come recita la targa che due di questi tre vispi nonnetti posero quarant'anni fa sulla Luna.



L'assordante silenzio dei lunacomplottisti


Di fronte alla pubblicazione delle primissime foto dei veicoli Apollo sulla Luna (che verranno seguite da immagini più dettagliate), di fronte alla massa immensa di documenti, filmati e reperti, di fronte alle conferme degli astronauti italiani, i lunacomplottisti sono stati sostanzialmente zitti in questi giorni di commemorazione e festeggiamento. Speravate che avessero visto la luce, o almeno avuto la dignità di accettare mestamente lo sgonfiarsi flaccido della loro bolla di irrealtà? Macché.

Massimo Mazzucco alla fine ha partorito un articoletto nel quale prende addirittura la difese delle tesi di Bart Sibrel. Potete leggerlo qui tramite Proxify, così non gli fate salire il pagerank e gli introiti pubblicitari. Non facciamo regali agli ottusangoli.

Inutile perdere tempo a sbufalare in dettaglio quelle tesi: è già stato fatto egregiamente da altri. In sintesi, quello che Sibrel spaccia per un video inedito in cui gli astronauti dell'Apollo fingono di essere lontani dalla Terra quando secondo lui sarebbero ancora in orbita intorno al nostro pianeta è semplicemente una delle prove di trasmissione TV fatte durante la missione, e non è affatto inedito: è raccolto nel DVD della Spacecraft Films dedicato all'Apollo 11 e ne ho qui una copia sulla mia scrivania. Ma nella versione integrale, non quella tagliata ad arte da Sibrel e accettata supinamente da Mazzucco.

Mazzucco conclude accusando gli astronauti Apollo di essere bugiardi: "E complimenti al grande eroe Buzz Aldrin, che mostra di essere davvero "uno che ha fatto la storia": la storia della menzogna, con la quale ha dimostrato di saper convivere ormai comodamente da moltissimi anni. Almeno Armstrong ha sempre avuto la dignità di stare zitto" (evidentemente non ha visto la conferenza di oggi, nella quale Armstrong è stato decisamente garrulo in proposito; è uno dei tanti esempi di balla spaziale detta da Mazzucco per puntellare le proprie tesi).

Che strano. Mazzucco, che vive negli Stati Uniti, non è andato alla conferenza di Washington o a nessun'altra delle tante apparizioni di Aldrin, in giro per gli USA e per il mondo, a dargli in faccia del bugiardo. Ha trovato molto più comodo lanciare letame standosene nell'utero protetto e accogliente del proprio sito che affrontare di persona tre nonnetti quasi ottantenni. Temeva che lo pestassero?

E questo, al di là ogni disquisizione sulle presunte prove dei lunacomplottisti, è la misura della loro pochezza.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi.
Siate civili e verrete pubblicati, qualunque sia la vostra opinione: gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo sito. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti.
Commenti
Commenti (93)
Da oggi ho cominciato una 'maratona' di video sulle missioni Apollo.

Pur non essendo ancora nato in quel periodo, provo una certa emozione a rivivere quei momenti e ad ascoltare le vicende ed i pensieri dei protagonisti.

Questi eventi ci fanno capire quanto piccolo e fragile è il nostro pianeta, anche se spesso ce ne dimentichiamo, presi dalle faccende quotidiane.
quasi ot


http://punto-informatico.it/2670305/PI/News/40-anni-fa-luna.aspx



dai che ci si diverte!!
ma se Armstrong e Collins sono morti!
Mamma mia, quei tre sono la Storia (come, del resto, mister "Sullo Shuttle a 77 anni" Glenn) , penso che le persone presenti all'evento siano state veramente fortunate.
@ theDrakkar:

E' vero, in realta' quelli sono dei replicanti con innesti bioplasmatici! :D

Seriamente, deve essere stata una gran lecture :D

Ah, c'e' un typo:Terra come un gioello molto fragile

Dovrebbe essere gioiello.

Saluti
Michele
Refuso sistemato, grazie!
a proposito di soldi spesi in guerre, cercando il dato aggiornato del costo della guerra in iraq ho trovato questo:

http://costofwar.com/

iraq + afghanistan: circa 110 miliardi di dollari l'anno

il budget della NASA si aggira sui 17 miliardi di dollari l'anno

penso che se proprio gli USA di bush ci tenevano a far vedere quello che significa civiltà e democrazia ammazzando saddam (*) e i suoi figli, con un budget di circa 127 miliardi di dollari l'anno la NASA una cannonata laser (o anche solo un mattone radiocomandato lanciato dall'orbita terrestre) in testa agli obiettivi indicati dall'amministrazione la faceva tranquillamente


*: criminale come è criminale qualsiasi perdente, se facciamo i conti degli innocenti morti non so chi ne esce peggio tra una parte e l'altra... la guerra in iraq è partita con delle scuse che la storia ha riconosciuto come tali, ed è costata la vita a quel centomila persone civili
Avete visto la prima pagina del TgCom? Invece delle solite bonazze svestite c'è un omino accanto ad una bandiera...
Paolo, c'è un link dove rivedere i tre ragazzotti?
Scusate ma avrei una domanda, su wikipedia è riportato:

"Armstrong prese il controllo manuale del modulo lunare, che fece allunare alle 20:17:40 UTC."

Ma non fu Aldrin a pilotare il modulo, visto che sulla stessa voce è riportato chiaramente che il pilota del LM era lui?
Cesco,

la questione è complicata, ma in sintesi: il LM è un veicolo automatico capace di allunare da solo. Il pilota (Aldrin) lo predispone per il volo ed è responsabile della gestione dei suoi sistemi e per le comunicazioni verso Terra, ma a parte questo i due astronauti sono quasi dei passeggeri.

In caso di necessità, come avvenne per l'Apollo 11, sia il pilota Aldrin sia il comandante di missione Armstrong sono in grado di prendere i comandi e addestrati per farlo.

Questo è quello che è successo nell'Apollo 11: è prassi che sia il comandante a prendersi la responsabilità di scavalcare il computer e manovrare manualmente, mentre il pilota lo assiste gestendo il computer e fornendo al comandante i dati necessari per atterrare.
Paulus, c'è un refuso:

Inutile perdere tempo a sbufalare i dettaglio quelle tesi
Credo, andando a memoria, che tutti i membri dell'equipaggio fossero "intercambiabili" per quanto riguardava il pilotaggio dei moduli, sia il LM che il CSM.

Poi, come ha detto Paolo, e' il comandante della missione che si prende la responsabilita' di pilotare in caso di emergenza o di fuoriuscita dai parametri missione predeterminati.

Saluti
Michele
Refuso sistemato, grazie!
Altra piccola curiosità, visto che su wikipedia (al solito) sono quasi sempre carenti dal punto di vista delle fonti. E' vero che negli archivi di Washington DC è conservato un comunicato stampa di contingenza che sarebbe dovuto essere letto nel caso in cui i due astronauti non fossero riusciti a tornare sulla Terra?
ciao, premetto che è anni che seguo il blog di attivissimo e che non credo alle teorie di complotto dei complottisti.
Però, scusa la franchezza, ma trovo questa seconda parte dell'articolo piuttosto pessima!

1) "Potete leggerlo qui tramite Proxify, così non gli fate salire il pagerank e gli introiti pubblicitari. Non facciamo regali agli ottusangoli."
non credo sia proprio una cosa molto 'fair', visto che tu probabilmente ricavi parte dei tuoi introiti criticando loro, non mi sembra un gioco molto pulito cercare di tagliar loro i fondi.

2) sui contenuti... ho visto il video 'incriminato' e poteva benissimo essere un video di prova di trasmissione, ma credo che ci voglia molta fantasia nel dire che la reazione di Aldrin sia stata calma. mi sembrava piuttosto nervoso e ha cercato anche di minacciare di denuncia una possibile pubblicazione del nastro che aveva visto.

perchè non hai fatto nessun riferimento alla sua reazione?

Ora onestamente, benchè continui a non credere che sia tutta una messinscena, credo che se fossi stato al posto di Aldrin, e non avessi assolutamente nulla da nascondere, non mi sarei cerco comportato in quel modo, e non so quante persone si sarebbero comportate così!

ciao ciao
che poveretto il Mazzuk...

ricordo anni fa una discussione sul tema degli sbarchi lunari, dove si vantava di aver scoperto "foto falsificate" ...dopo le (mie) prove di autenticità delle foto, il Mazzuk rispose postando una foto da lui ritoccata (male) con una modella al fianco degli astronauti, e scrisse "se posso ritoccarla io, possono averle ritoccate alla NASA"

Dimenticandosi che Photoshop nacque attorno al 1995......

povertà mantale....
Roby, sinceramente se io fossi Aldrin (see, magari...) dopo il pugno avrei continuato con calci sulle gengive, una sorta di visita odontoiatrica fai da te. Dal mio punto di vista, dunque, è stato calmissimo. Come vedi, tutto è soggettivo.
beh, ma dai... se fosse stato infastidisto dall'argomento, perchè magari tanti ne parlano ecc. avrebbe potuto solo andarsene via...

ma i fatti che non fosse contrario al visionare il video, ma contrario a visionarlo mentre veniva ripreso
e l'ultima frase pronunciata in cui minaccia di denuncia... non sembrano venire dalla storia più cristallina e limpida mai raccontata
Aldrin non sarà rimasto calmo, ma una reazione istintiva contro chi da decenni cerca di demolire anni di duro e onesto lavoro e va a dirlo in faccia al diretto interessato è assolutamente comprensibile.
Quel cazzotto è catartico, un po' come il calcio negli stinchi al cattivo dei film da parte del protagonista eterna vittima che reagisce per esasperazione.
- l’occasione era quella del lanciamento del libro di Aldrin - ... lanciamento?
Carino il rimando di Mazzucco a Gianluca Freda, quello convinto che Auschwitz fosse una specie di resort a cinque stelle.
Sì, Cesco. C'era una lettera del 18 luglio 2969, scritta da William Safire, pronta per quest'emergenza. Il testo è pubblico. La pubblicherò presto su Complotti Lunari. Cerca "Fate has ordained" in Google e la troverai.
In medicina si chiamano "gasping", sono gli ultimi sussulti prima di esalare l'ultimo respiro.

Lasciate in pace Mazzucco, in questi momenti di rievocazione, il bello è godersi la grandezza umana, non la pochezza mentale.
:)
Salve! Ho scritto un post proprio sulla ricorrenza di oggi (e non solo) grazie anche al blog di Paolo! Venite a dare un' occhiata che abbiam aperto ora!

http://maidirefine.blogspot.com
Roby,

non credo sia proprio una cosa molto 'fair', visto che tu probabilmente ricavi parte dei tuoi introiti criticando loro

Scusa ma metterci allo stesso livello è francamente offensivo. Loro sparano letame sul lavoro degli altri inventando panzane sempre nuove, io e i miei colleghi spendiamo tempo e denaro in ricerca e verifica e produciamo articoli tecnici dettagliati e rigorosi. C'è una differenza enorme.


credo che ci voglia molta fantasia nel dire che la reazione di Aldrin sia stata calma

Ho detto che lo fu? Aldrin si era reso conto che Sibrel aveva ottenuto l'intervista con un pretesto, gli aveva mentito, e lo stava accusando di essere un bugiardo. Che cosa doveva fare, offrirgli una tazza di tè? Un ragazzotto che va da un laureato dell'MIT, da un militare di West Point, e gli dice che è un codardo contaballe che ha mentito al mondo, come lo vuoi trattare? A pedate nel sedere.


. mi sembrava piuttosto nervoso e ha cercato anche di minacciare di denuncia una possibile pubblicazione del nastro che aveva visto.

Ne avrebbe avuto tutto il diritto: è diffamazione. Mica pizza e fichi.


perchè non hai fatto nessun riferimento alla sua reazione?

Perché dovrei? Sto parlando di Mazzucco che sposa le scemenze di Sibrel.


credo che se fossi stato al posto di Aldrin, e non avessi assolutamente nulla da nascondere, non mi sarei cerco comportato in quel modo, e non so quante persone si sarebbero comportate così!

Non sei un astronauta che viene accusato di essere un bugiardo. Provaci e ne riparliamo :-)
2969 era 1969, ovviamente :-)
Sono stato (con proxify) sul sito di tale mazzucco. Il brutto di internet, purtroppo non c'è controllo sulle notizie e ognuno scrive quello che vuole. Arriva addirittura a dire che la nasa ha bruciato vivi gli astronauti che non si sono piegati a mettere in scena la storia dell'allunaggio. Che cosa squallida. E il commento alle foto dei moduli è solamente che è ridicolo che loro provino con delle foto il fatto, dal momento che sono accusati di averle da sempre falsificati. Mah. Penso che l'unico modo per convincerli è spedirli a calci sulla luna farli rimanere là per sempre.
Ha trovato molto più comodo lanciare letame standosene nell'utero protetto e accogliente del proprio sito che affrontare di persona tre nonnetti quasi ottantenni. Temeva che lo pestassero?
Beh, magari se affronta aldrin un cazzotto se lo prende...
Non si può fare una colletta per mandare sulla luna i lunacomplottisti? Tenendo pronta la lettera scritta 1da William Safire, non si sa mai potrebbe sempre servire.
@migio

"- l’occasione era quella del lanciamento del libro di Aldrin - ... lanciamento?"

ho provato a cercare il termine "lanciamento" ma non l'ho trovato....
anche a me ha suonato strano appena letto!!!

qualcuno sa dare una spiegazione?
massima stima per gli astronauti...ma perchè non fare anche un pensierino ai programmatori che con strumenti arcaici sono riusciti a far svolgere la missione? mezzo piedino sulla luna è pure loro...
.. ed agli ingegneri che hanno progettato e costruito il modulo lunare, le attrezzature. il risultato dell'allunaggio è anche merito loro e della loro fatica. =)

in ogni caso, per gli astronauti v'è una menzione d'onore, perché sono coloro che -rischiando la loro vita- hanno permesso questo risultato eccezionale. tra l'altro, con un'indennità di missione di 6/8 dollari americani al giorno. :p
Le foto dei siti sono dei falsi belli e buoni. Lo sanno tutti che il primo uomo sulla luna è stato il nanetto astronauta del Lunakhod sovietico che si è sacrificato restando la visto che non era previsto il ritorno
Riposto la domanda che evidentemente è andata persa nel fiume di commenti.
C'è modo di vedere gli interventi di Armstrong, Collins e Aldrin?
Bellissimo ieri :)

Paolo due domande:
- La foto che ha fatto vedere Collins chi l'ha scattata? e come? Chi scatta sembra essere su una collina, sembra parecchio in alto, non l'ho trovata in giro. E' disponibile da qualceh parte magari a qualita' piu' alta?

- Sai cosa portavano Aldrin Kraft e Armstrong come spilla? Non sono riuscito a capire se era un aereo o squadra e compasso...
Oggi è il quarantennale dallo sbarco, la sonda Lro è riuscita a fotografare i resti dell'allunaggio ochi giorni fa, e Mazzucco non trova niente di meglio da fare che scrivere un articolo contro Paolo Attivissimo.

Che uomo piccino.
Vogliamo dimenticare i geologi, che sulla Luna ci sono andati per davvero?

Harrison Schmitt, “L’Ultimo Uomo sulla Luna”.

Saluti
Michele
http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=3271

"L’occasione era quella del lanciamento del libro"

Ma questa frase va letta con l'accento di Diego Abatantuono nei primi film?
Maronn', scatt'u lanciameeent'
Ma nessuno ha chiesto a Mazzucco perchè lui non è andato ad intervistare Aldrin e chiedergli le cose che gli altri si sarebbero volutamente dimenticati?
Poi vabbè...se vogliamo sparare sulla croce rossa ecco l'articolo di Gianluca Freda
http://blogghete.blog.dada.net/post/1207102379

Essendo un complottista dichiarato, io so (non “penso”, “ritengo” o “opino”: so) che le missioni Apollo sono state la più colossale presa per i fondelli mediatica per teleutenti storditi che mai si sia vista sullo schermo, seconda soltanto alla grande produzione dell’11 settembre, ricca di effetti speciali di gran lunga migliori.

Per chi non sapesse chi è:

http://complottismo.blogspot.com/search?updated-max=2009-07-02T19%3A21%3A00%2B01%3A00&max-results=1

Tralaltri ci si chiede chi sia il complottista che ha donato la faccia per realizzare questa immagine
http://ima.dada.net/image/medium/17597240.jpg
Albix, Alessandro,

tutti i tecnici sono stati citati con enfasi.


Sami,

applicati di più. Ce la puoi fare.


Domenico,

ho qui lo stream, l'audio lo posterò nei prossimi giorni, il video forse no, dipende se riesco a salvarlo correttamente.


3n1gm4,

Credo che la foto sia di Collins stesso, con la Hasselblad che aveva nel modulo di comando. Non era su una collina, era in orbita. E' disponibile su Apolloarchive.

Ho notato le spille ma non le ho identificate.
Grazie della risposta Paolo :)
@Replicante Cattivo

Freda non pensa, non ritiene. Lui SA. Possiede una sapienza innata, è padrone della scienza infusa.

E con la faccia che si ritrova, c'è da credergli!
@3n1gm4

Da un articolo che ho letto su "Azione" stamattina:

"Una spilla d'oro che riproduce una nave spaziale sul bavero della giacca, un anello con un crescente di luna..."

Era un intervista fatta ad Aldrin a Roma, ma dalla foto sembra la stessa spilla.
bello, nè? unico articolo mazzucchiano sul tema è un articolo a discredito di una persona, roflmao!
Scusate, se a qualcuno interessa l'intervista completa (nell'attesa di quella del padrone di casa) la trovate qui:

Che magnifica desolazione

Ps per leggerla senza fatica cliccate a destra sul titolo "Che magnifica desolazione"
Freda ha cancellato di netto l'ultimo post dove spiegava la presenza della sfera bianca sullo sfondo delle foto dell'allunaggio, ribattendo a chi gli aveva fatto notare che fosse solo un riflesso.

Inoltre ha tolto la parte che parlava di quella foto dal suo posto LUNA BUGIARDA di qualche giorno fa.

Nemmeno un post di ammenda.

Peccato.
@ Provolik

Accidenti, speriamo qualcuno abbia salvato lo screenshot.
Per chi se lo fosse perso: in una foto a campo lungo del modulo, si vedeva nel cielo un riflesso rotondo.
Per Freda, quel riflesso era l'enorme palla bianca usata per simulare non mi ricordo cosa (la Terra? o la luna stessa vista da lontano?)che era stata dimenticata appesa al soffitto.

Ovviamente qui la legge del "complottista pasticcione" è esaltata all'ennesima potenza! Per non parlare del fatto che per rappresentare la luna(o la Terra) avrebbero usato un'enorme palla COMPLETAMENTE BIANCA, di cui Freda ovviamente possedeva una foto recuperata dal set.
Ciò dà luogo a discussioni surreali, del tipo:

“Come spieghi che in questa foto il modulo lunare sia fatto di mazze di scopa?”

“Devi considerare che il modulo utilizza combustibile ipergolico, che genera un’accensione spontanea attraverso il semplice contatto col comburente. Non è dunque necessario alcun meccanismo di accensione e ciò ha consentito di dismettere le pompe di alimentazione, che avrebbero rischiato di andare in avaria”.

“Va bene, ma come mai il modulo è fatto di mazze di scopa?”.

“Ciò dipende dalla diversa massa dei propellenti utilizzati, che erano stati distribuiti nei due serbatoi per consentire una ripartizione simmetrica del peso, il che consente di variare la direzione della spinta fino a un massimo di 6 gradi rispetto all' asse verticale, mentre la forza può essere regolata in un intervallo compreso tra i 4,7 e 43,9. Nella foto puoi vedere i quattro gruppi motore adibiti al controllo dell’assetto, i sistemi di regolazione termica e le antenne per le comunicazioni in banda S, in speciale lega d’alluminio.

“Ma io vedo solo delle mazze di scopa...!”

“Purtroppo la tua scarsa preparazione scientifica ti impedisce di capire che il modulo possedeva una spinta RCS di 16x440 N, era dotato di propellente N2O4/UDMH, con impulso specifico Isp pari a 290 s (2.84 kN•s/kg), una spinta in ascesa di 16 kN e due batterie elettriche da 28-32V e 296 A-h, 56.7 kg ognuna. Ti è più chiaro adesso?”.

“No! E’ fatto di cartacce e mazze di scopa!”

“Scusami, adesso devo andare a preparare la mia tesi sul decadimento dei bosoni di Higgs in leptoni tau. Alla prossima, e studia un po’, mi raccomando”.



Bello come Freda abbia rigirato a suo favore la tecnica utilizzata dai complottisti. Compresa la fuga finale con motivazione "scusa ma devo andare a fare altro..."

Peccato che il debunker, anzichè provare a dimostrare di cosa è fatto il modulo, chiederebbe subito: "dimostrami tu che quelle sono mazze e manici di scopa".
Sami, non sai quanto vorrei che anche i Russi ce l'avessero fatta!

Cosi' la competizione si e' spenta dopo pochi anni.
Se alla Luna fossero arrivati in due, forse ora parlando di progetto Orion la NASA non penserebbe a questo, ma a questo.

A proposito, il commento di Sami mi ha ricordato tutta la diatriba sui cosmonauti fantasma. Strano che non si sia fatto sentire ancora nessuno da quella corrente di pensiero (corrente di pensiero: spiffero causato dalla mancanza di opportuno mateirale isolante tra le orecchie)
grazie paolo e grazie motogio
@ Replicante Cattivo

Non ho lo screen del post, ma ho le due immagini: quella della "sfera spettrale" e quella della palla bianca vicino al presunto set. Comunque anche volendo, facendo dei semplici rilievi di dimensioni, la sfera in questione dovrebbe essere almeno il doppio di quella (non più) mostrata da Freda.

Comunque lui sosteneva che quella sfera sarebbe poi stata trasformata in un modello della luna da utilizzare per creare degli altri filmati, non ricordo quali.

Circa i manici di scopa, sarebbe interessante aggiungere la domanda alle FAQ di Attivissimo, spiegando com'è fatto il modulo lunare e perché.

Comunque con i post deliranti bisogna fare così: screenshot appena appaiono e via, sennò poi son capaci di dire che loro non hanno mai scritto quella cosa.
Alcune foto private dei nostri 3, dallo spettacolare archivio di Life
http://www.life.com/image/88999401/in-gallery/29522/exclusive-up-close-with-apollo-11
@Terenzio:

Oh cribbio... ho guardato il secondo link che hai postato e ho notato una cosa molto carina. Nell'ultimo numero della rivista "Area di Confine" (non guardatemi male per me quello è materiale di lavoro) parlano della NASA in un articolo dal titolo eloquente "La flotta antigravità della NASA" e vi è una raffigurazione identica a quella di wikipedia che hai linkato con la dicitura "Il veicolo del progetto Orion con cui la NASA probabilmente sostituirà lo Shuttle".
Fantastico questi non leggono neanche quello che copiaincollano.
Ragazzi c'è una cosa che non riesco a capire circa l'ora dell'allunaggio.
Andando su Wiki trovo 20:17 UTC che sono le nostre 21:17, giusto?
Perchè allora il conto alla rovescia di WeChooseMoon è puntato sulle 22:17?

(sono sicuro che la risposta sia di una banalità assurda)
la cache di Google:

Freda e l'enorme sfera
Fantastico!

Righe e righe a disquisire della sfera-modellino e quando poi è DAVANTI al paesaggio e TRASPARENTE? "è difficile sostenere che si tratti di un riflesso". Magnifico!
il mitico Ray Milano dai commenti sul blog di Freda:

"Quei "bravi ragazzi" di Perle Complottiste mi dedicarono un articolo quando andai sul sito di Paolo Scemissimo a confutare i video della sonda Kaguya, che tempo fa trasmise immagini di una fantomatica alba e di un improbabile tramonto, visti dalla luna. Era palese la falsità del video poiché si notava chiaramente che l'effetto prodotto era del tutto artificiale ed unicamente rivolto a sentimentalizzare i viaggi lunari, in quanto dai due video pubblicati si poteva analizzare che l'effetto del movimento della luna era data dalla rotazione della sonda e non del satellite, che come quasi tutti sanno non ruota sul suo asse. Il mio personale intento era quello di mettere iin evidenza l'artificiosità del messaggio trasmesso con il video, non il video stesso."
Ma 'sto Freda è il poveraccio che sostiene che l'uccisione della manifestante iraniana sia stata una messinscena, giusto?
Mah, evidentemente serviva qualche svalvolato che sostituissse Chiesa.
@Alfred Borden:
Ma anche no se lo svalvolato deve raggiungere 'sti livelli. Chissà perchè non se ne va a vivere sotto il libero e democratico regime iraniano...
Domenico T, la risposta dovrebbe essere banale, in Italia nel 1969 utilizzavamo già l'ora legale, che è spostata di due ore in avanti rispetto all'UTC (tempo coordinato universale, il vecchio tempo di Greenwich). In pratica, sarebbero state le 21,17 nell'ora solare.
Pinocchione 1 e Pinocchione 2

Due video facili facili con spezzoni dai DVD di Apollo 11 di Spacecraftfilms che dimostrano, fatti alla mano, che le teorie idiote e furbe di Sibrel supportate da Mazzucco sono pura spazzatura.

Tutto ciò è stato già fatto da altri americani, ma dato che Mazzucco "non la manda a dire" ma vuole le dimostrazioni fatte "da noi", eccole qui.
che ridere la storia della sfera :D

che, oltretutto, è un lens flare talmente banale da non richiedere neanche una seconda occhiata

è pieno di "esperti fotografi" che nascono con le compatte digitali a quanto pare :D
Ecco, Freda è uno degli esempi per cui saremmo tutti d'accordo che esista una legge per cui chi dice certe cretinate sul suo blog ne paghi le conseguenze. Ma ovviamente non puniranno mai uno come lui, mentre magari chiuderanno l'account a voi perchè avete postato video con Travaglio piuttosto i videoclip musicali protetti da copyright.

Questo Freda penso sia uno senza amici, che cerca approvazione da altrettanti sfigati attraverso i commenti ai suoi post. Ma spento il pc, si trova solo soletto ad aver paura di questo mondo in cui LUI SA e vive nella paura, mentre tutti gli altri ignorano e se la godono.
Certi personaggi possono smettere solo in due modi: o con una bella denuncia milionaria, in modo che non abbia nemmeno i soldi per una connessione volante da un internet point...oppure una sonora dose di mazzate che gli facciano passare la voglia.
A questo punto non c'è da sperare che Freda un giorno si trovi di fronte a qualcuno a cui i revisionisti non stanno molto simpatici.
Cesco, mi sa che mi son perso.
Tra Greenwich e noi c'è sempre un'ora di differenza, sia durante l'ora legale che solare, o no?
Tralaltro è interessante come Perle Complottiste, nonostante per i complottisti sia un blog inutile, sia diventato un traguardo molto ambito: su Luogocomune dicono che PC ha parlato di Freda perchè è diventato un personaggio "scomodo". E anche Freda ovviamente se la bulla (del resto mi sa che le sue soddisfazioni della vita si fermano lì).

Freda è come il tizio che in autostrada sente alla radio "attenzione, un pazzo sta guidando contromano" e poi dice "Uno? Ma qui i pazzi sono a migliaia!"
Domenico T, l'ora di Greenwich non varia con l'ora legale, per questo la discrepanza di due ore. Con l'ora solare in Italia è UTC +1, con l'ora solare è UTC +2.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
scusa l'errore, l'ora LEGALE è UTC +2
Grazie Cesco, pensavo che anche Greenwich venisse spostato ;)
Ma... FREDA Gianluca, ha per caso un qualche rapporto di parentela con FREDA Franco, che voi sappiate? No, lo chiedo solo perché questo spiegherebbe diverse cosette...
@ Provolik e Thomas Morton (o Paolo Attivisimo)

Suggestive le foto della enorme sfera e del modello della luna.
Ho provato a cercare gli originali con Tineye ma mi indica solo siti complottisti...

Qualcuno sa di cosa si tratta in realtà?
Era un modellino della luna con dei binari che lo circondavano.
Oltre a quello c'erano anche grossi pannelli con la topografia delle zone di allunaggio specifici per ogni missione.
Il tutto, assieme alla mega-struttura di Langley, faceva parte dei sistemi di allenamento per gli astronauti.
Tutto è stato provato a terra, come è ovvio, un simulatore del LEM volante in atmosfera, i movimenti all'interno della tuta spaziale, l'avvicinamento nel simulatore, la TLI nel Command Module, e un sacco di altre cose.

Quel modello di Luna che vedi è il primo e più "grezzo" passo che è stato fatto per il training dei futuri astronauti.
Non per fare il bastian contrario, ma solo io leggo nelle parole di Armstrong e Aldrin un po' di ingenuità e una visione del mondo priva di almeno gli ultimi 20 anni, oltre ad un modo di pensare tipicamente americano? L'America non è più la potenza degli anni 60 e, nonostante continui a ricoprire questo ruolo ancora oggi, sta iniziando una lenta ma inesorabile discesa. Le gurre, oltre a mantenere attiva e produttiva l'enorme industria bellica, sono lo strumento politico per cercare di preservare e salvare il proprio status di "prima potenza mondiale" (almeno, secondo chi davvero governa negli USA). Andare su marte oggi non sarebbe uno strumento altrettanto potente, come per lo più fu andare sulla luna. Quello che serve oggi all'America penso sia ben altro.
e cosa, di grazia?
@ Replicante Cattivo

Ora "la persona del genere", rispondendo a un commento che si lamentava della sparizione delle palle lunari, risponde che l'articolo è in fase di revisione.

Si vede che sta rivedendo pure i tagli chirurgici del primo articolo, mah...

Aspettiamo le nuove foto dalle sonde va...
Ray Milano ha scritto:
Era palese la falsità del video poiché si notava chiaramente che l'effetto prodotto era del tutto artificiale ed unicamente rivolto a sentimentalizzare i viaggi lunari, in quanto dai due video pubblicati si poteva analizzare che l'effetto del movimento della luna era data dalla rotazione della sonda e non del satellite, che come quasi tutti sanno non ruota sul suo asse.

Ovverosia come scrivere due immani, gigantesche, sesquipedali boiate in una sola frase.
Il video era falso, capite, perché è noto che la Nasa e gli altri enti spaziali mandano sonde sulla Luna per piazzarle in orbita geostazionaria così da poter esaminare sempre e solo una minuscola porzione della superficie lunare e per godersi le "vere" albe e i "veri" tramonti , non quelli "finti" che si ottengono con la sonda che gira attorno alla Luna.

Ma la più bella, da incorniciare, che meriterebbe un altro post tutto per l'ineffabile Ray su perle Complottiste è la seconda, cioè che Luna «che come quasi tutti sanno non ruota sul suo asse». A me sa che quasi tutti sanno il contrario, cioè tutti tranne due: Ray Milano e quell'altro geniaccio di dino, che sostiene che Newton ed Einstein avrebbero capito meno che niente di gravitazione mentre lui è il primo ed unico ad avere avuto l'unica, vera, giusta intuizione, quella della gravitazione pneumatica.
@Axlman: La gravitazione pneumatica... mi si è aperto un mondo!
Ma quello che trovo davvero straordinario non è tanto il lavorio di meningi di questo ed altri "ricercatori e scienziati indipendenti", quanto la capacità, tua e di altri, di andarli a scovare. COME FATE? DITEMELO SUBITO!!!
Ciao a tutti,
quindi, se ho capito bene quello che dice sto Freda, tutte le volte che mi è comparsa una palla sulle mie foto c'era un omino della Nasa che mi schiaffava nell'inquadratura la sua luna artificiale???
Ed io che pensavo ad un riflesso...
Adesso che faccio? Chiedo i danni alla Nasa per le foto rovinate?
@ Souffle:
sai, ci piace distrarci tra un volo e l'altro. E certi siti e personaggi sono una fonte inesauribile di ilarita'. :D

Saluti
Michele
@ souffle

Ma chi li cerca, ma chi li scova...

Sono loro che sono così orgoglioni da spammare le loro puttanate in ogni dove, e prima o poi ti ci imbatti per forza, senza cercare o scovare niente.

Logico che quando leggi certe cose, difficilmente te le scordi, vista l'inimmaginabile idiozia che esterna certa gente: quelli diventano un mito all'incontrario, dei genii inarrivabili di imbecillità.

Ad esempio, dino, non contento di aver "demolito" Newton, Einstein e praticamente tutta la fisica moderna, si è dedicato a "demolire" anche l'aritmetica (secondo lui il doppio di -1 è +1), la geometria cartesiana (secondo lui lo zero non è rappresentato da un punto su un asse cartesiano ma contemporaneamente sia dal segmento che va da -1 a 0 sia da quello che va da 0 a +1), nonché la termodinamica (usando la temperatura come un vettore e non uno scalare).
Riuscendo così a rispondere in modo veramente mirabile a una domanda senza senso e cioè «se oggi ci sono zero gradi e domani farà freddo il doppio quanti gradi ci saranno?» (risposta: 2 gradi sotto zero, secondo l'inarrivabile genio che ha demolito in un sol colpo tutte le discipline scientifiche conosciute).
E tutto in poche risposte di un solo thread, questo.

Un tizio del genere lo curi per quando ti vuoi tirare su di morale, c'è poco da fare.
Axlman, sul thread di LC c'è un tizio (hi-speed) secondo cui le immagini della Terra dall'oblò sono false in quanto la Terra non rimpicciolisce durante il tempo dell'inquadratura, e arriva a spiegare "Apollo 11 mica andava ai 50 km/h".
Ah ah ah!!!

Straordinario.
Per quanto sono convintissimo che certi elementi lo facciano apposta: si divertono a prendere in giro certi boccaloni inarrivabili e irriducibili.
Non penso esista essere umano che possa dire certe bioate, credendoci davvero, in nessun angolo del pianeta.
Non è che con "angolo del pianeta" mo viene fuori che la Terra è un triangolo vero? O_o
Magari pure cavo... O_O
@ Tubo
Grazie! Immaginavo qualcosa del genere.
---------------
Qualcuno ha letto quì?
Girano da tempo varie teorie cospirazionistiche secondo cui in qualche modo la Nasa avrebbe ingannato il mondo intero.

Eppure basterebbe poco per mettere a tacere una volta per tutte queste voci: tirare fuori dagli archivi nastri originali che dimostrano che non si tratta di una film realizzato ad hoc.

Sì, ma che fine hanno fatto queste bobine originali?

Le registrazioni originali sono sparite, come adesso hanno ammesso ufficialmente alla Nasa.
Io non credo alle teorie dei lunacomplottisti, ma il fatto che non esistano più le bobine originali non depone a favore della Nasa. Anzi, penso che sia un punto a favore di chi sostiene la teoria del complotto che ora avranno altre argomentazioni.

Del resto, come hanno fatto a perdere le registrazioni originali!? Non erano mica le vecchie riprese della vacanza al mare!!! ;-)

http://salpetti.wordpress.com/2009/07/20/la-nasa-ammette-non-abbiamo-i-video-dellallunaggio-rispuntano-le-teorie-del-complotto
@salpetti. E' stato spiegato più volte, anche in queste pagine. Le riprese, assolutamente fuoristandard sono state rigistrate su i costosi nastri della telemetria, successivamente riutilizzati.
@salpetti

Non è affatto un punto a favore delle teorie del complotto: infatti quella mancanza, presa da sola e slegata da tutto, non conferma e non smentisce.

Comunque, anche fosse un punto a favore, sarebbe come se una squadra di calcio esultasse perdendo 1000 a 1 e l'unico gol fatto sia per altro un autogol.

Poi ognuno la vede a modo suo, c'è anche chi, di fronte all'evidenza, toglie e/o taglia interi articoli dal proprio blog.

Vedi tu.
Eppure basterebbe poco per mettere a tacere una volta per tutte queste voci

veramente di pistole fumanti ce ne sono circa 33.532, ma non servono contro i complottisti (cfr. Credo del fuffaro)

ne scelgo "una a caso": gli astronauti dell'Apollo 11 lasciarono un riflettore per i raggi laser sulla superficie lunare che è usato tuttora per dagli scienziati per vari scopi


invito gli altri "mafiosi dello SMOM" a incollare qui sotto la loro "pistola fumante"

potrebbe essere un giochino divertente :)
@xabaras:
Oltretutto, senza dimenticare quanto costavano i nastri allora, nessuno alla NASA avrebbe mai pensato a persone ceh mettessero in dubbio l'allunaggio.

E poi, per i complottisti, i "nastri originali" potrebbero benissimo essere falsi. Se sono fissati col complotto non ci sono prove che tengano: resteranno per sempre convinti delle vaccate che sostengono.

E' giusto avere dubbi, ma senza esagerare.
si ma non c'è di meglio di "nastri originali" che sono poi scritture magnetiche della trasmissione?
voglio dire, ci sono i nastri originali su pellicola chimica, quindi impressi con la luce e sviluppati, non dati magnetici o informatici copiabili alterabili ecc ma proprio "solide pellicole" :)