Cerca nel blog

2009/07/04

Liveblogging: a Roma per intervistare un astronauta lunare

Confermato: vado a Roma ad intervistare Buzz Aldrin, twitterata in diretta


L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Mentre arrivano le prime immagini lunari di prova dalla sonda LRO che fotograferà in dettaglio i siti degli sbarchi sulla Luna avvenuti fra il 1969 e il 1972 (ne vedete una qui sotto), mi è stato confermato che lunedì 6 intervisterò per conto della RSI Buzz Aldrin, uno dei primi due astronauti a mettere piede sul nostro satellite (foto qui accanto). Non ci posso credere.

L'impresa è disperata: un mordi e fuggi on the road da Lugano verso Roma e ritorno l'indomani per avere otto minuti faccia a faccia, nei quali concentrare un'impossibile scelta di Sophie delle mille domande che, come fan dell'astronautica e del meraviglioso, mi porto dentro da una vita, e realizzare al tempo stesso un servizio che possa essere interessante per il grande pubblico. Ho le ginocchia molli già adesso.

Rinnovo l'invito a proporre nei commenti qui sotto le domande che vorreste fare ad Aldrin se foste al mio posto. Non che io sia a corto d'ispirazione, anzi, ma mi interessano anche le domande di chi non è malato di spazio come me, perché offrono una visione diversa di queste cose.

Se vi interessa seguire l'avventura spaziale romana, la bloggherò in diretta qui e/o su Twitter a partire da poco prima della mezzanotte di domenica (viaggio nella notte fra domenica e lunedì in auto con gli amici Andrea e Rodri). Le twitterate verranno pubblicate nella colonna di destra di questo blog.

Vado a studiare la biografia di Aldrin (un uomo che è tornato non solo dagli abissi dello spazio, ma anche da quelli dell'alcolismo) e a preparare l'attrezzatura: intanto vi propongo una bella intervista tecnica a Aldrin su Wired e, sul blog Complotti Lunari, un breve sunto di alcune delle tante cose che andarono male durante le varie missioni Apollo e che rivelano un quadro ben diverso dalla visione mitica d'infallibilità e di superuomini che molti ebbero all'epoca.


Una delle foto recentissime della Luna scattate dalla sonda automatica LRO mostra un'area di 1400 metri di lato del Mare delle Nubi. L'oggetto più piccolo distinguibile misura circa 3 metri. L'originale ad alta risoluzione è qui.



Dietro le quinte del video rap Rocket Experience di Buzz con Snoop Dogg.



Un'immagine poco conosciuta di Aldrin, scattata nello spazio durante la sua passeggiata spaziale nel corso della missione Gemini 12. E' una delle pochissime nelle quali si vede il volto dietro la visiera.


Missione riuscita: le prime foto


Sono le 2.15. Prima di schiantarmi volevo regalarvi almeno un paio di foto di Buzz scattate durante la conferenza stampa e l'intervista: dieci minuti di un fiume in piena che vi racconterò domani (fra qualche ora).


Foto di Rodri Van Click.



Foto di Rodri Van Click.



Foto di Rodri Van Click. Alcune calzature sono state rimosse dall'immagine per non offendere la sensibilità stilistica dei lettori.

90 commenti:

Stepan Mussorgsky ha detto...

Sono felice per te, Paolo: tu MERITI di intervistare Aldrin.

Buon viaggio :)

Lardelly ha detto...

Complimenti Paolo, che colpaccio! Altro che l'intervista di Mazzucco a Bin Laden!

Io rinnovo il mio triduo di dubbi:

- cosa si mangiava a bordo del modulo lunare, e se era buono!

- cosa facevano nei momenti liberi durante il viaggio di andata e quello di ritorno

- quando Aldrin guarda la Luna gli viene spontaneo pensare "lì ci sono arrivato"? Che senzazione è?

Peppe ha detto...

Magari si potesse riprendere l'intervista con una telecamera e poi montarla nel documentario fatto a partire dalle immagini HD della 16mm del modulo lunare...

Non Pervenuto ha detto...

un mito

L'economa domestica ha detto...

In bocca al lupo per l'intervista!

JohnWayneJr ha detto...

Da parte mia solo un grazie di ammirazione, una bocca spalancata e un pizzico di commozione ogni volta che vedo le immagini da lassù... e un grossissimo grazie x il nobile gesto liberatorio , perché lo sappiamo che non si fa, lo sappiamo che il dialogo, lo sappiamo che la tolleranza... ma quando ce vò, ce vò!!!

mattia ha detto...

- pensi di avere un merito particolare, oppure consideri che tutto sommato hai avuto fortuna ad essere stato selezionato per andare sulla luna?
E in questo senso, sentivi di portare con te l'umanità intera sulla Luna?

- Ok, una volta arrivato il modulo sulla Luna e fatto tutte le cose che dovevi fare, il modulo poteva anche non ripartire.
Hai mai pensato "tanto prima o poi devo morire. Se morissi quassù sarebbe terribilmente cool"?

mattia ha detto...

Ah, Paolo. Comunque grazie per coinvolgerci ;)

max.c70 ha detto...

Grande Paolo! Sono contento per te
Non vedo l'ora di leggere l'intervista nel tuo blog. La pubbliche vero?? :)

Divertiti!

Unknown ha detto...

Paolo, ti agevolo un link per domande che sono già state fatte e comunque da NON fare...

http://tinyurl.com/la2brn

ola.

Stepan Mussorgsky ha detto...

LOL

"Cosa rispondi a quei cospirazionisti che dicono che la Luna non esiste?" :D

Stefano ha detto...

Nelle interviste è sempre stato chiesto "Com'è la terra dallo spazio?" oppure "Com'è la luna dallo spazio?" oltre al solito "Come sono gli Stati Uniti dallo spazio?" ma io mi sono sempre chiesto... com'è lo spazio dallo spazio? Mi spiego... lontani dalla terra, ci si sente più vicini allo spazio profondo, alle stelle lontane, si arriva a pensare che alla fine 4.2 anni luce non siano impossibili da percorrere in tempi ragionevoli, nonstante l'uomo ne sia riuscito a percorrere solo una frazione infinitesima?

LazK ha detto...

Complimenti e in bocca al lupo per l'intervista!

LazK ha detto...

Complimenti e in bocca al lupo per l'intervista!

fred84 ha detto...

come detto via mail, spero di incontrarti :)

io ad Aldrin direi solo una cosa: "Grazie"

Senza di lui e tutti quelli che si sono impegnati anima e corpo in quelle missioni, io non sarei qui a fare quel che faccio.

Tubo ha detto...

Io gli chiederei quali sono state le prime cose che lui e Armstrong hanno detto a Collins una volta ritornati a bordo del CSM.
Intendo dire, dopo aver svolto la procedura di sganciamento dell'ascent stage e terminate le comunicazioni con CapCom, in che stato emotivano erano e quali sono state le prime frasi che si sono detti a microfoni spenti?

filippo ha detto...

sarebbe interessante questa domanda:

signor Aldrin, le capita mai di sognare la Luna e di rivivere la sua fantastica avventura ?

Ciao
Filippo

Sergio Bibbò ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Tubo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Paolo Attivissimo ha detto...

Non date da mangiare ai troll. Grazie.

2geez ha detto...

mi piacerebbe venire, adesso vedo sul sito come si può partecipare

alexandro ha detto...

Io chiederei quanto ha influenzato nella sua carriera e vita personale il fatto di essere stato il secondo uomo sulla luna invece che il primo, ma presumo che sia stato chiesto tante volte, d'altra parte dopo 40 anni nessuno può avere ormai domande originali.

Sergio Bibbò ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
MOnSTEr ha detto...

"Quando lei era lì e indicava la Luna, era possibile riuscire a guardare solo il dito?"

Non mi vengono domande serie... ^_^

Lanf ha detto...

Lui ha visto tutta la Terra non più grande di una palla da golf. Che cosa si prova a vederla così e poi tornare giù in mezzo a tutti i soliti eterni problemi di tutti i giorni?


Lanf

Frablog ha detto...

Paolo,
sono contento per te!

Mi viene in mente una frase di una canzone di Jovanotti:

"la terra vista dallo spazio è una palla azzurra e silenziosa,
ma se ci vivi ti rendi conto
che è tutta un'altra cosa"

chissa quante volte Aldrin avra' fatto questo pensiero...

Ciao e in bocca al lupo!

Unknown ha detto...

Paolo guarda che su "L'espresso" di questa settimana c'è una bella intervsta a Buzz Aldrin...magari potresti leggerla per evitare di porre domande che già sono presenti lì :-)!

Ciao,

Pasquale

Paolo Attivissimo ha detto...

Scraccino,

grazie della dritta, dubito di potermi procurare l'Espresso per tempo, riesci mica a mandarmene una scansione/foto? Grazie!

balloto ha detto...

Beh portagli i nostri saluti Paolo :)

Stai per intervistare un uomo che ha cambiato la storia..ha partecipato forse al primo evento che ci ha visto come "umanità" e non come singoli..

Buona fortuna (che non ti servirà ;))!

AmericaCube ha detto...

Paolo,

visto che Apollo era costituito da circa sei milioni di pezzi, e ammesso che la NASA sia potuta arrivare alla affidabilità del 99,99% ... potresti chiedere a Aldrin con quale spirito si è lanciato in una avventura consapevole del fatto che si sarebbero potuti guastare circa 6.000 parti del veicolo spaziale???

Thomas Morton ha detto...

Io chiederei: "cosa si prova a farsi la pipì nei pantaloni mentre si è in mondovisione?"

dyk74 ha detto...

Io farei due domande:
1)se oggi avesse la possibilita' di tornare sulla luna... lo farebbe?

2)secondo lei gli astronauti che andranno su Marte tra una ventina d'anni saranno avvantaggiati rispetto a 40 anni fa oppure no?

@Paolo: finalmente potrai realizzare qualcosa che penso sia il sogno di tutti gli appassionati di astronomia...ma come mai on the road e non by plane?? oppure sei anche tu appassionato del libro di Kerouac e dei viaggi on the road??

CIAO CIAO

Francy274 ha detto...

Per caso mi sono "imbattuta" in questo blog.Interessante. Ho colto subito al volo l'invito di porre una domanda al famoso Aldrin :
"Mister Aldrin, qualcuno sostiene che la missione lunare del 1969 fu una vera "bufala", che tutto fu magistralmente realizzato con effetti speciali, e che quel viaggio fu una grande montatura voluta dalla NASA, seguita in TV in mondo visione ma che in realtà non avvenne mai. Cosa risponde Lei davanti a simili dichiarazioni?"


Grazie per l'occasione e spero d'essere arrivata in tempo per potere suggerire la mia domanda :))

Paolo Attivissimo ha detto...

come mai on the road e non by plane??

Costi, libertà di spostamento e possibilità di trasportare alcuni oggetti piuttosto ingombranti che spiegherò dopo -:-)

Andrea ha detto...

Ciao Paolo
un brevissimo OT per richiamare la tua attenzione, se la cosa ti dovesse interessare, sulla trasmissione di Italia 1 "Mistero", condotta da Enrico Ruggeri.
Nell'ultima puntata è stato presentato il ridicolo caso di una "sedicente addotta", che avrebbe persino partorito un feto ibrido umano/alieno. Nella trasmissione è stato persino mostrato il suddetto feto.
Mi sarebbe piaciuta una tua opinione su quelle immagini.

Le trovi qui
http://ilblogdiadrianoforgione.myblog.it/archive/2009/07/02/il-caso-di-giovanna-a-mistero-italia1.html#comments

Paolo Attivissimo ha detto...

Andrea,

è molto semplice: per sapere se la signora dice la verità, basta fare un bell'esame del DNA al "feto" e vedere cosa viene fuori.

Le immagini non provano nulla: esiste da sempre la fabbricazione di "mostri" con frattaglie e animali mutilati e assemblati.

Se non acconsente al test, è evidente che c'è qualcosa che non va. Probabilmente la signora ha una percezione della realtà molto personale.

Ma sicuramente Enrico Ruggeri e chi produce questi programmi si dovrebbero vergognare di speculare sulla sofferenza psicologica della gente e di far paura agli spettatori sensibili.

E' anche con spettacoli squallidi come questo che si riporta l'Italia nell'ignoranza.

Andrea ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Andrea ha detto...

Paolo

concordo pienamente su tutta la linea!

Se tu non fossi già sposato e a me non piacessero le donne, chiederei la tua mano... ;-)

axlman ha detto...

Andrea, se vuoi anche tu avere un bel feto umano-alieno da mostrare agli amici, le istruzioni per fabbricartelo le trovi qui.

Che tristezza: siamo ne XXI secolo e invece di chiedere prove ed esami del DNA, si passano come fatti veri delle baggianate fuori dal mondo basandosi su delle foto o dei filmini amatoriali e sulla testimonianza di gente evidentemente bisognosa di urgenti cure psichiatriche.
Sinceramente non so se mi fa più pena, e paura per l'abisso di ignoranza e superstizione in cui bazzica, chi crede a questa fuffa o chi fa finta di crederci per fare audience.

Willy ha detto...

@Francy274,
quella domanda potrebbe prenderla non troppo bene!

mattia ha detto...

Ma poi, se vuoi fare qualcosa di originale... prova fare una domanda all'incontrario.
Alla fine dell'intervista gli chiedi: "ora fammi tu una domanda".
Secondo me bisogna rompere lo schema domanda/risposta dell'intervista... io lo vedo meglio come dialogo, anche se so che in 8 minuti non è facile.

Domenico_T ha detto...

Paolo,

son davvero contento per te, spero che l'avventura vada bene e ti dia soddisfazioni :)

Andrea ha detto...

@axlman

Guarda axl, ti dico la verità.
Io vengo sempre più spesso qui sul blog di Paolo per ritrovare un contatto con la razionalità, per sentirmi a casa.

"Abitando" la Rete e i media tutti per mestiere, incappo giornalmente in tali assurdità, devianze mentali, mostruosità illogiche, credenze sciamaniche e draghi volanti che devo venire qui a rigenerarmi. Come per verificare che esistono ancora esseri senzienti, che non sono solo, che non sono circondato.

Anche questa storia dell'"addotta" per me è emblematica. Non tanto perchè proviene da una trasmissione trash di una rete nazionale (che già ha dell'incredibile) quanto perchè, nonostante sia palesemente una baggianata, viene recepita da tantissima gente come... plausibile. Ci credono!

Se cerchi su Google "la donna rapita dagli alieni" trovi un'infinità di forum, Yahoo Answer, blog dove c'è sì chi ride a crepapelle, ma c'è anche tantissima (credimi, tantissima) gente che sostiene di credere che si tratti di una cosa reale. Che la donna dicesse la verità, che il feto fosse vero, che la poverette potesse veramente avere un chip nell'ipofisi... In tanti dicono addirittura di avere paure in merito!

Quando vedo queste cose ho come la sensazione che la lotta per la verità, quella che si pratica quotidianamente qui, sia come persa in partenza. Se uno crede al "coniglio rettiliano", come può non credere alle scie comiche, al 2012, ai cerchi nel grano?

Ho come la sensazione che stiamo finendo gli interlocutori possibili. E la cosa mi dà seriamente i brividi.

Salvo Di Grazia ha detto...

@ Andrea

Scrivi delle cose condivisibili, riflessioni che ho fatto spesso e faccio ogni giorno. Certe volte mi sento io il "diverso" che non crede alle baggianate, poi mi prende un sussulto e rientro nella realtà, era solo la stanchezza.

I creduloni ci sono sempre stati. Credo che la colpa principale sia l'IGNORANZA, la mancanza di conoscenze, cultura, logica, intuito.
Una volta le discussioni erano divise in "classi", il colto discuteva con il colto, il "buzzurro" parlava di mucche con l'altro "buzzurro". Oggi il web ha unificato tutto, ha appiattito le classi. Sul web non esistono nick da studiosi e nick da popolino e così tutti hanno la possibilità di affermare qualsiasi cosa su qualsiasi argomento.
E' il bello/brutto di internet, mondo che alla fine mi affascina tantissimo anche per questo.

Chi abbocca alle sciocchezze esisterà come è sempre esistito, resterà imprigionato nelle sue credenze, superstizioni, paure, incubi millenari, chi ha un cervello sviluppato per ragionare, sarà, come sempre, un uomo libero.

Al limite, chi tra gli uomini liberi ne avrà voglia/tempo, potrà impegnarsi per informare gli altri, esattamente come Paolo, che si merita l'onore dell'intervista ad Aldrin.
:)

Akard ha detto...

Io gli chiederei se lui che ha raggiunto la Luna si sente per certi versi, completo. Ogni tanto mi capita di guardarla, e di sognare di essere lì, lontano da tutto e da tutti. Sarebbe una bella soddisfazione posare la mia impronta sul suolo lunare. E ovviamente chiederei anche se ha nostalgia di quell'oretta scarsa che ha passato sul nostro satellite.

Lardelly ha detto...

Io gli chiederei anche se, una volta giunto il momento di ripartire, non abbia pensato "oh no, ancora cinque minuti!".

Infinity ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Infinity ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Infinity ha detto...

Per Francy274.
Questo tipo di domanda, e' stata gia' posta a Buzz Aldrin, proprio da un complottista che lo accusava e gli chiedeva di ammettere che lo sbarco sulla luna e' stato tutto una montatura.
Buzz ha risposto in maniera inequivocabile, come si vede in questo video. :D

http://www.youtube.com/watch?v=ZOo6aHSY8hU

Unknown ha detto...

Paolo l'intervista a Buzz Aldrin è presente, oltre che sulla versione cartacea de "L'espresso", anche sul sito del settimanale...eccoti il link:

http://espresso.repubblica.it/dettaglio//2103313

Inoltre, la scansione dell'articolo puoi trovarla all'indirizzo

http://rassegna.camera.it/chiosco_new/pagweb/immagineFrame.asp?comeFrom=search&currentArticle=MSBX5

Ciao,

Pasquale :-)

alessandro ha detto...

"Buzz, se dovessi andare sulla luna, cosa vorresti che faccia per te?"

Robotide ha detto...

Sig. Aldrin, ma....
ha trovato fila in autostrada?

Paolo Attivissimo ha detto...

Grazie Scraccino!

Salvo Di Grazia ha detto...

Una domanda intelligente?
Eccola: Mister Aldrin, do you like Gianni Togni?

Oppure buttala sulla rissa:

Mister Aldrin, cosa ha significato per lei aver toccato il suolo marziano?

:P

...


Ok, ok...:

Mister Aldrin, a step on the moon, has changed all of your steps on earth?

:)

Unknown ha detto...

Di niente!

Ciao!

Unknown ha detto...

- "Lei ha recentemente espresso l'intenzione di sfruttare la sua esperienza per aiutare a creare una Autorità internazionale per lo sviluppo economico della luna.
Quali nuove attività pensa si possano realizzare sul satellite?"
- "Parlando del viaggio dell'uomo verso marte, lei ha prospettato la creazione di stazioni di rifornimento sugli asteroidi, cosicchè le spedizioni 'possano volare come se cavalcassero le comete'.
In quanto tempo pensa che questo progetto sia realizzabile?"

Unknown ha detto...

Ciao Paolo, credo che oramai gli hanno chiesto TUTTO, chiedigli che cosa vuolee dire lui (magare in forma piu' elegante)
Ti invidiamo tutti

andrea9002 ha detto...

Certo le domande rivolte ad Aldrin in questi 40 anni saranno state veramente molte ed ovviamente essere originali credo sia piuttosto difficile.
Però, visto che è di strettissima attualità la missione della sonda che andrà a fotografare in HD il suolo lunare, compreso il punto di sbarco del primo modulo terrestre, questo tema potrebbe offrire molti spunti ed addirittura venire ripreso dai media...
...caro Paolo ricordati che oltre ad essere un "malato di spazio" come dici nel post, sei anche il creatore del servizio antibufala!
8 minuti volano, domande a raffica e grandi sorrisi, e se puoi non essere acritico sulle sue risposte, l'intervista potrebbe prendere anche una piega imprevista e molto affascinante...
io torno a vedermi per l'ennesima volta 2001 Odissea nello spazio...
complimenti a prescindere e in bocca al lupo!

Koba ha detto...

- Quali sono stati i suoi rapporti con tutte le persone che hanno lavorato a terra per far si che lei mettesse piede sulla luna (Management, Operations, Engineering)?

Edoloz ha detto...

A parte i complimenti direi un paio di domande, anche se forse un pò banali...
- che sensazione da sapere di essere uno dei pochissimi fortunati ad avere fatto davvero qualcosa di storico e così grande?
- da appasionato di orologi (e quindi domanda super banale!!:-) ha funzionato bene lo speedmaster sulla luna? Usare uno strumento così poco tecnologico (è un orologio a carica manuale) in mezzo a tanta tecnologia avveniristica (per l'epoca) che sensazione da?

Dan ha detto...

A Paolo, come tanti altri, faccio le congratulazioni per la fortunata occasione: non capita tutti i giorni di poter intervistare un esponente così importante di una materia che ci affascina tanto! L'unica domanda che mi viene è la più semplice, e anche la più banale: cosa si prova a stare sulla Luna? Certo gliel'avranno fatta migliaia di volte, però è quella che viene naturale...

Quanto alla signora della abduction, ho visto un frammento di trasmissione quando parlavano delle cicatrici disposte a triangolo: inseme al tutto il resto, il rapimento, il feto eccetera, dico solo: che tristezza. Tristezza che abbiano fatto un'ennesima trasmissione su questi argomenti ormai consunti, d'accordo che l'estate è periodo di palinsesto fiacco, però... Tristezza per lo sfruttamento mediatico di una persona che ha evidente bisogno di aiuto psichiatrico, perchè se finge è una truffatrice qualsiasi, ma se è veramente convinta di essere stata rapita dagli alieni ha bisogno di visite ed esami, e certo non di tipo istologico. E infine, tristezza nel vedere tutta la gente che discute di queste stupidaggini, del test del DNA che "costa tantissimo" (ma sarà poi vero?), dei grigi, degli eventi inspiegabili, dei rapimenti ripetuti, delle presenze dal piano astrale e chi più ne ha più ne metta, come se fossero cose vere e comprovate. A me piacciono e affascinano questi argomenti... ma finchè rimangono confinati in un fumetto, libro o film. Non pretendo certo di farli sconfinare liberamente nella realtà.

Per Andrea: è vero, sembra che stiamo perdendo contro l'ignoranza e la stolidità, l'apatia intellettuale. Ma lascia perdere 2012 e rettiliani, se vuoi dei veri brividi cerca "provini Grande Fratello" su Youtube, e piangi.

Ah, mi è venuta un'altra domanda: "Signor Aldrin, cosa ne pensa dei rettiliani? Secondo lei non hanno rotto con tutta questa mania del controllo mondiale?"

Dan ha detto...

Un'altra cosa: ho visto spezzoni seguenti della stessa trasmissione, però in quel caso parlavano dei vampiri, e discutendo sulla realtà o meno della leggenda (come se ce ne fosse bisogno) devo dire che hanno parlato più sensatamente, ovvero esaminando le varie parti del mito originario est-europeo dei non-morti che uscivano nottetempo dalla tomba per cibarsi dei vivi, e cercando di capire se potessero avere una spiegazione razionale. Ad esempio, i morti di recente che disseppelliti si presentavano tondi, floridi e con la bocca sporca di sangue sono stati confermati da un patologo, anche se il cattivo gusto delle foto illustrative se lo potevano risparmiare, e così via, con una curiosa svolta di rigore investigativo e scientifico che strideva con la parte sugli alieni.
Infine, per completare il dopocena in bellezza, hanno pensato bene di fare visita al cimitero delle mummie a Napoli...

giovanni ha detto...

Non ho un suggerimento per una domanda, ma IMPLORO di non fare alcuna domanda che cominci con "Che cosa ha provato". Questo tipo di domande è insopportabile.

Guido Baccarini ha detto...

Ad Aldrin chiederei:
"Hai vissuto un'esperienza che ti ha reso un grande tra gli uomini ma ti ha fatto vivere quanto l'uomo sia microscopico nell'universo: a distanza di 40 anni, quale sentimento prevale?"

A Paolo dico: probabilmente il tuo è un caso isolato, ma evidentemente ogni tanto la "giustizia" esiste... e così avremo un intervistatore appassionato ed entusiasta, che capisce quello che sta chiedendo ed eviterà domande idiote "da giornalista" e che soprattutto si sentirà come se Renzo fosse stato pagato per sposare Lucia dei "Promessi Sposi".... E che porterà per sempre con se il ricordo di quell'intervista ad un pezzo della storia dell'umanità. Diventi un pochino immortale anche tu...
Complimenti.

Guido Baccarini - Modena

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

buona permanenza a Roma

non far caso al caos che c'è... di solito è di meno (anche se non molto di meno), ma in questi giorni di G8 c'è tanto movimento (e meno male che è a l'Aquila..)

Franci ha detto...

Una mia curiosità è sapere se l'idea di colonizzare la Luna (nel senso di considerarla un pianeta in cui impiantare in qualche modo una forma di vita) era presa in considerazione solo dai film di fantascienza o se nell'ambito del progetto allunaggio ci fosse, anche lontanissimamente, lo studio di questa possibilità.

Giambo ha detto...

@alessandro
La tua domanda e' bellissima, io voto per questa :) !

stell ha detto...

Ciao Paolo,
proprio perchè sul fatto in se ormai gli avranno chiesto di tutto, io cercherei di passare al Buzz uomo, e non astronauta.
Se potessi fare una sola domanda, gli chiederei:
"La sua esperienza è chiaramente uno spartiacque nella sua vita. Se pensa al prima ed al dopo, lo rifarebbe ?"
Non so se la risposta sia così scontata.

Domenico_T ha detto...

Paolo,
scusami l'OT ma volevo informarti che Misteri di Enrico Ruggeri rincarerà la dosa circa la donna rapita dagli alieni.
Un passaggio pubblicitario annunciava la presenza di un giornalista esperto di misteri nella prossima puntata.
Purtroppo non ricordo il nome perchè ero nel dormiveglia.

Yuri'70 ha detto...

2 domande, credo pertinenti allo spirito originale della missione:
da rielaborare se ti va..
PREMESSA: originalità credo voglia anche dire uscire dalle righe, riflettendo su aspetti talvolta non sempre positivi ;-)

1)
-una volta tornato sulla terra, sarai stato pieno di sogni ed aspettative per il "grande passo" che la tua squadra ha fatto fare all'umanità:
Ma osservando oggi il mondo, cosa credi sia il motivo essenziale di tanti sogni e aspettative rimasti purtroppo senza un seguito?!

Oppure, se preferisci, in altre parole:
- osservando oggi il mondo alla luce dello sbarco sulla luna da parte dell'uomo, credi che quest'evento abbia fatto fare veramente un "grande passo per l'umanità"

Se si, cosa può aver influenzato in senso pratico?
(..non in senso filosofico o di pensiero, intendo).


2) quale ritiene che sarà il prossimo grande evento che permetterà all'umanità di fare un decisivo grande passo?!
(speriamo non risponda un apostrofato e mieloso "la pace nel mondo"....:-)

Tanto saluti invidiosi x Paolo!
Yuri'70

Balboa ha detto...

Potresti chiedergli se quando e sceso dalla scaletta a detto: C'è nessuno?? È permesso??

Andrea ha detto...

@Domenico_Tangredi

Si tratta di Alberto Forgione, il direttore della rivista Fenix. Pare sia proprio lui quello che ha messo in contatto la "donna addotta" con il programma di Ruggeri, e pare che la conosca molto bene personalmente.
Vedete qui http://ilblogdiadrianoforgione.myblog.it/archive/2009/07/02/il-caso-di-giovanna-a-mistero-italia1.html#comments

Il Forgione si dice certo della veridicità del racconto della poveretta...
Tsè.

Secondo me questa bufala è talmente plateale e "seguita" che secondo me Paolo dovrebbe davvero occuparsene.

Domenico_T ha detto...

Giusto Andrea, è Forgione. Ora che mi hai detto il nome, mi è venuto in mente.

Grazie ;)

mattia ha detto...

Bel completino Paolo.
Ma quelle scarpe avevano un significato preciso o le avevi scelte al buio? :PPP

Non vedo l'ora di sentire l'intervista

P.S.:Ma in questi casi non viene anche a te in panico che ti si smagnetizzi il supporto su cui hai registrato... o che lo perdi all'autogrill?

Yuri'70 ha detto...

@Mattia..(rif.scarpe di Paolo)
se tu mai fossi entrato in un negozio di scarpe in Svizzera, non ti stupiresti tanto della sua scelta!!
Io ho provato+volte ed i negozi(scarpe in particolare)sono come una piccola macchina del tempo(all'indietro s'intende)
Cordialmente (è chiaro, no?!)
P.S.
Comunque sia andata, Paolo con la tua intervista è come se ci avessi portato tutti lì davanti a lui!!
in attesa da report..saluti.
Yuri'70

Anonimo ha detto...

Ma va là Paolo, si vede benissimo che la foto è stata truccata dallo stesso tipo che ha manomesso le foto del finto allunaggio che se era finto perchè allora le hanno ritoccate e poi si sono sbagliati perchè hanno inquadrato oggetti di scena. ;-)

Così non va bene però vogliamo tutto e subito sull'intervista alla leggenda vivente. ;-)

motumboe ha detto...

beh che dire, complimenti in anticipo :-)

Stepan Mussorgsky ha detto...

Ieri gli hanno fatto una mini-intervista al Tg1 della sera.

E' sempre un piacere vederlo :)

davser ha detto...

Intervista del TG1: http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-38433f52-f08a-42ab-9b3c-48d5034e4971.html?p=0

Paolo Attivissimo ha detto...

Mattia,

è televisione: di quello che non s'inquadra non te ne curi, e lo scegli funzionale. Per il caldo romano e per una giornata in piedi a correre e lottare per non farsi scavalcare da colleghi arroganti e organizzatori caotici, mi serviva qualcosa che funzionasse. Avrei dovuto portare gli scarponi con la punta chiodata, in certi momenti :-)

Paolo Attivissimo ha detto...

Mattia,

sì, la tensione di perdere i nastri c'è. Ma abbiamo un backup.

L'intervista andrà in TV parzialmente in un telegiornale della RSI e integralmente alla radio della RSI, probabilmente nello speciale del 20 luglio.

Slowly ha detto...

Intanto congratulazioni.
Volevo sapere se ne parlerai al Disinformatico di venerdì prossimo, (sono un podcastaro affezionato).

Unknown ha detto...

E intanto sul sito di Repubblica viene messo questo:

http://trovacinema.repubblica.it/multimedia/curiosita/falso-tra-schermo-e-realt/6769351/1/1

Slowly ha detto...

@Tubo:
"Io gli chiederei quali sono state le prime cose che lui e Armstrong hanno detto a Collins una volta ritornati a bordo del CSM".

Io ho più paura di quello che Collins potrebbe aver detto loro!
Eh eh eh!
;)

Anonimo ha detto...

Mi vergogno di Repubblica che ha accostato le stronzate che hanno inventato per gettare fango sulle missioni lunari alle burle inventate per prendere in giro il pubblico credulone.

Unknown ha detto...

Cesco: ha fatto di peggio che "accostare". Mentre altri argomenti sono stati etichettati come "bufala colossale", l'argomento missioni lunari è pieno di "parrebbe", "sembrerebbe" e roba simile. L'impressione che se ne ricava è che le altre sono bufale, quella no.

"Ecco, penso, ma... chi scrive queste cose... non è che la sera, magari prima di addomentarsi, ha un momento di rimorso?"

a_lounge_lizard ha detto...

Meno male che alla fine hanno messo pure il criceto nel sedere di Richard Gere...stava cominciando a mancarmi....

Lardelly ha detto...

Calma, il filmato di Patterson non è da etichettare subito come bufala. Bisognerebbe quantomeno informarsi. Per conto mio, avevo consultato alcuni studi sulla locomozione da parte di un primatologo russo che ne confermerebbero l'autenticità. D'altro canto, se dopo 40 anni e un mare di ricerche in un territorio affollato di zoologi ma anche di "freakologi" l'unica prova affidabile dell'esistenza del presunto ominide asiatico è quella pellicola, probabilmente è una burla molto ben congegnata oppure quella specie si è estinta poco tempo dopo.

Paolo Attivissimo ha detto...

Slowly,

senz'altro: anche perché c'è una chicca che richiederà l'aiuto del talento degli ascoltatori e lettori del Disinformatico.

Paolo Attivissimo ha detto...

A seguito delle proteste dei lettori (non solo Mattia) ho rimosso le mie scarpe dall'inquadratura nell'ultima foto :-)