skip to main | skip to sidebar
83 commenti

La gaffe leggendaria di Mike Bongiorno

"Ahi ahi ahi signora Longari, mi è caduta sull'uccello!". È forse la gaffe di Mike Bongiorno più conosciuta in assoluto, e la morte del celeberrimo conduttore l’ha fatta inevitabilmente rispolverare. Ma nonostante moltissimi appassionati del piccolo schermo d'epoca siano pronti a giurare di aver assistito all'increscioso episodio, in realtà non c’è nessuna prova che sia realmente avvenuto.

È uno di quei casi come "Suonala ancora, Sam", frase per la quale Humphrey Bogart è passato alla storia, ma che in realtà, come documenta Imdb.com, non pronunciò mai nel film Casablanca (Bogart dice "You played it for her, you can play it for me. Play it!", e Ingrid Bergman risponde "Play it, Sam. Play 'As Time Goes By"'). Una vera e propria falsa memoria collettiva.

La storia dell’uccello e della signora Longari è classificata brevemente come "leggenda metropolitana" anche da Wikipedia, ma forse ci vuole qualche dettaglio in più per aiutare a convincere i perplessi che di leggenda davvero si tratta.

La signora Giuliana Longari, esperta in storia romana, fu concorrente del telequiz della Rai Rischiatutto da aprile a luglio del 1970 e perse il titolo di campionessa nella puntata del 16 luglio. La puntata è consultabile negli archivi Rai; una sintesi dell'altra puntata nella quale la Longari perse, la finale del 20 maggio 1972, è qui su Youtube. E in quelle puntate, dove sarebbe logico trovare la battuta sulla caduta della campionessa, non c'è nulla di ornitologicamente pertinente.

Ma secondo un'intervista a Paolo Limiti pubblicata da Sorrisi.com a gennaio del 2004, la battuta dell'uccello fu pronunciata davvero da Mike ma non fu rivolta la signora Longari. Limiti era uno degli autori di Rischiatutto, e nell'intervista ricordò quanto segue:

A distanza di anni però posso svelarti la verità su quella più celebre che, curiosamente, fu forse l'unica studiata a tavolino. Non c'entra la Longari, non c'entra “L'uccello di fuoco” di Stravinskij: era il "Rischiatutto", questo sì, e la protagonista fu una concorrente che non vinse nulla e che nessuno ricorda, mi sembra di Genova. Quella sera c'era la colonna con le domande sulla "ornitologia" e nel suo camerino Mike, prima della trasmissione, mi disse: "Se sbaglia una qualsiasi risposta, io dico "Che peccato, mi è caduta sull'uccello". E così fu, per la gioia trentennale dei suoi biografi».

Anche la signora Longari, intervistata dal Corriere nel 2000 e da Dazebao.org pochi giorni fa, nega di essere stata la destinataria della gaffe ornitologica di Mike e conferma la versione di Paolo Limiti:

"Per l’ennesima volta devo ribadire che Mike non disse mai quella battuta, "Signora Longari mi è caduta sull’uccello" (a proposito di una risposta sbagliata su "L’uccello di fuoco" di Stravinski, ndr): non si sarebbe mai permesso. Le cosiddette gaffe di Mike non esistono: lui pilota tutto e sa esattamente cosa dire, cosa sbagliare e dove fermarsi. Dunque una battuta cosi' sarebbe stata troppo volgare per quei tempi. Lui stesso ammette che l’avrebbero cacciato dalla Rai". Ma allora come può essere nato questo aneddoto che dura da 30 anni? "Pare che Mike l'abbia detta sul serio questa battuta ma non a me".

Bongiorno e la Longari, insieme, nella trasmissione I tre tenori (Canale 5, 29/11/1998), smentirono l'aneddoto. Il conduttore, Maurizio Costanzo, chiese esplicitamente se la battuta fosse stata rivolta ad un’altra concorrente: ma i due protagonisti della vicenda smentirono anche quest’ipotesi.

Nonostante tutto questo, però, Studio Aperto, l’8 settembre scorso, ha trasmesso uno spezzone contenente proprio la battuta leggendaria (è a 1:10; immagine qui accanto, tratta da Thepopuli.it).

È un falso: si tratta di uno spezzone degli anni 80, in cui Mike ripeteva quella frase, probabilmente perché stava raccontando l'episodio. Studio Aperto l’ha convertito in bianco e nero, spacciandolo per un filmato degli anni 70 e applicandogli sopra un finto televisore vintage. Lo si capisce perché Mike Bongiorno non ha la pettinatura degli anni Settanta e indossa grandi occhiali che non usava nel periodo di Rischiatutto. E soprattutto perché lo stesso, identico brano esiste a colori qui (a 2:50).

In estrema sintesi, tutti i diretti interessati smentiscono che c’entri la signora Longari; alcuni dicono che forse la battuta fu detta, ma non alla Longari, ma non sanno indicare in quale puntata sarebbe stata pronunciata. Soprattutto, nessuno finora ha saputo documentare con un filmato autentico l'esistenza di quest'episodio, tanto che Studio Aperto ha fatto ricorso a un falso. Per cui sembra saggio, fino a prova contraria, presumere che si tratti di una leggenda metropolitana.

Ringrazio tutti i lettori che hanno contribuito enormemente a quest'indagine antibufala con i loro commenti e le loro ricerche. E non posso che constatare con meraviglia che un’indagine del genere sarebbe stata praticamente impossibile prima di Internet.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (83)
Bella cosa il servizio falso.
Immagino la credibilità dei notiziari.

Giovanni
penso davvero che la maggior parte delle gaffe di Mike siano studiate! Non posso pensare che quella della Bernarda sia spontanea!
Comunque credo che il "m'è caduta sull'uccello" esista, come detto da Limiti, se le studiava a tavolino, si tratta solo di trovare la puntata (se c'è negli archivi!)
Paolo, come già scrissi in un mio commento all'altro articolo:
"La frase sull'uccello: minuto 02:52 (non si capisce se si riferiva alla sig.ra Longari.
Evidentemente il buon Mike si ricordò male...
Commento pubblicato da Blogger yari.davoglio 9/9/09 01:24
"
Preciso che il mio "Mike si ricordò male" è riferito a quanto dice a I tre tenori dal minuto 04:00 del video che anche tu hai linkato: ossia che a lui non risulta di aver mai detto una frase simile. Quindi, la Longari nulla c'entra, ma la frase è stata detta (Paolo Limiti conferma) :P
A me sembrava di ricordare che la battuta fosse "Mi è caduta sul pisello"...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Ai tempi della Signora Longari io non perdevo una puntata di Rischiatutto e la frase dell'uccello proprio non me la ricordo. Penso che Mike sarebbe stato cacciato dalla Rai per molto meno!
Pensiamo solo ai guai che passò Corrado per la "Valcacata delle Valkirie"...
@yari.dalvoglio:
Direi che in quel frammento di Youtube stava per l'ennesima volta raccontando l'episodio.
Altri fatti dalla mia memoria:
- La signora Longari affermo' che al marito, quando ancora era in carica, il fatto era stato raccontato sotto forma di barzelletta
- In eta' piu' tarda, su Mediaset, quando un concorrente davvero sbaglio' una domanda su un uccello, disse: "Per colpa di un uccello, lei cade"
Mamma mia "Studio Aperto"...il peggio del peggio...o forse di più...ormai siamo quasi alla mistificazione...che tristezza infinita.

Grazie della segnalazione e dell'articolo a tutti quelli che hanno contribuito!!
Mi stanno venendo in mente un po'di leggende metropolitane televisive...
Dunque una battuta cosi' sarebbe stata troppo volgare per quei tempi. Lui stesso ammette che l' avrebbero cacciato dalla Rai"
...
Pare che Mike l' abbia detta sul serio questa battuta ma non a me


Quindi secondo la Longari, non avrebbe potuto dire a lei una tale frase perché troppo volgare, e l'avrebbero cacciato.
Però se l'avesse detta a qualcun'altro tutto ok?
Un po' egocentrica questa Longari!
qui si avanza il sospetto che tale battuta fu detta in una parodia del Rischiatutto fatta da Arbore...
interessante in che modo studio aperto confeziona i servizi

immagino sia per forza di abitudine, se la notizia non c'è si costruisce (o si smentisce...)

interessante che anche gli altri tg ormai siano a quel livello
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Quand'ero giovane già la gaffe era stata "perfezionata" con un'ulteriore precisazione: "lei mi è caduta sulla punta dell'uccello!".
Il che già fa capire come le cose si distorcono passaggio dopo passaggio.

Nelle varie interviste che mi ricordo, Bongiorno aveva sempre precisato che tale gaffe non poteva avere avuto come soggetto la Longari, in quanto non si presentava per l'ornitologia. Ricordando inoltre che tutti i programmi dell'epoca erano registrati (per cui una simile gaffe sarebbe stata "tagliata").

Mi viene il sospetto, prendendo la testimonianza di Limiti, che la frase potesse essere stata pronunciata durante un provino...

Oppure tutto rientra nelle leggende/bufale tv, come quella su "Piccoli fan" col piccino che fa scoprire in diretta il tradimento della madre collo zio (o giù di lì).
Rado il figo wrote

Oppure tutto rientra nelle leggende/bufale tv, come quella su "Piccoli fan" col piccino che fa scoprire in diretta il tradimento della madre collo zio (o giù di lì).

AAARRRGGGGHHHH mi hai spoilerato il post che volevo fare stasera sul mio blooooooooggggg!!!
Altri casi di frasi famose mai pronunciate in quella forma sono "Scotty beam me up" e "Elementare, Watson".
Ovviamente entrambe sono state usate in seguito (se non sbaglio in un film di Star Trek, e in film e romanzi apocrifi di Sherlock Holmes), proprio a causa della loro popolarità.
S*
Ce n'è anche una di James Cagney, "Tu, lurido topo".
Nooooo! Mi volete dire che Studio Aperto non è affidabile come telegiornale? Come farò adesso?

:-)
È sempre triste constatare la miseria intellettuale dei nostri giornalisti, pronti a falsificare notizie pur di fare audience.
Purtroppo temo che il vizietto non sia solo di studio aperto, che pure in questi anni ci ha abituato a "perle" giornalistiche straordinarie (vedi il palloncino spacciato per ufo).

D'altronde ho avuto modo di sperimentare direttamente questa meravigliosa tecnica informativa.

Cambieranno mai le cose?
@ Paolo Attivissimo

Posso chiederti un favore grossogrossogrosso?
Oddio!! Contenuto v.m. 18 da qui a breve!!

(a proposito di gaffe sessuali :-) )

'azz! Avevo pensato anch'io all'"Elementare Watson" (fra l'altro usato nei telefilm apocrifi su Holmes).

Mi spiace economa: forse era più attinente al tema la (falsa) lubraniana "Una domanda sorge spontanea".
Posso chiederti un favore grossogrossogrosso?

Prova, farò il possibile!
@ Paolo Attivissimo

Oggi gli dei etruschi ci sono propizi. Sia per la morte di Mike che, casualmente, per la cronaca, stiamo ricordando un po'di leggende metropolitane legate al mondo dello spettacolo. Di solito il sito "Snopes" è molto attento sull'argomento, ma è solo in inglese. Non si potrebbe fare un post sulle leggende di questo tipo? Sono una cultrice del genere.
Non si potrebbe fare un post sulle leggende di questo tipo? Sono una cultrice del genere.

Cerco di non sconfinare troppo dal tema del Disinformatico, per cui lo faccio volentieri se c'è un aggancio con le notizie diffuse via Internet o se c'è qualche testata "blasonata" che pubblica fesserie sull'argomento.

Anch'io adoro questo genere di storie.
Mi sento orgoglioNE per essere stato il primo a segnalare la falsificazione di Studio Aperto :) anche se con qualcje imprecisione: sia perchè non ero sicuro di dove avevo visto questa patetico fotomontaggio, sia perchè in effetti in quel video non si vedono gli occhialoni di Mike (ma probabilmente lo confondevo col video originale, visto e stravisto a Paperissima).

Comunque l'altro giorno Studio Aperto ha preso un'altra cantonata su Mike: ha mostrato il video in cui lui e Baudo parlano di Nunzio Filogamo e mentre Mike lo saluta, Baudo gli dice "Guarda che Filogamo è morto!" e poi aggiunge "signori, un altra gaffe di Mike Bongiorno".
Peccato che la gaffe la fece Baudo, dato che ai tempi Filogamo era ancora vivo e vegeto!
Quanto alla testimonianza di Paolo Limiti: per quanto si possa credere alla sua buona fede, bisogna comunque ricordarsi che si parla di un momento di decine di anni fa...è normalissimo che la memoria personale possa essere influenzata da quella collettiva, o semplicemente fare cilecca.

Ad esempio anche il buon Fabrizio De Andrè, durante un intervista al suo biografo o ad un giornalista, sbagliò l'anno di pubblicazione del suo -mi pare- primo disco. Ovviamente l'intervistatore non aveva motivo di dubitare della cosa e pubblicò un dato sbagliato
Paolo Attivissimo wrote

Cerco di non sconfinare troppo dal tema del Disinformatico, per cui lo faccio volentieri se c'è un aggancio con le notizie diffuse via Internet o se c'è qualche testata "blasonata" che pubblica fesserie sull'argomento.

Anch'io adoro questo genere di storie.


Quelle americane arrivano qui "di rimbalzo" (di solito tramite "I Simpson"), e non sui media mainstream.
Vedo cosa posso fare chez moi sull'argomento.
Per la cronaca odierna mi riferivo comunque a quel genio del politico americano beccato mentre descriveva con dovizia la sua storia extraconiugale (grazie ad una registrazione. Quasi peggio dei due che giocavano coi solitari del PC.
Non c'e' molto da stupirsi...
forse qualcuno puo' pensare che studio aperto sia un tg?

Qualcuno pensa che si facciano scrupoli a manipolare la realta' per presentarla come notizia vera?

Ricordo ancora di aver sentito in un servizo di questo fantomatico tg che il nostro premier era stato assolto dal processo Mills piuttosto che dire che aveva schivato il giudizio in quanto non processabile grazie al lodo alfano...
Purtroppo la memoria fa cilecca anche in personaggi famosi.

Ad esempio pare che Marcello Giannini, nel libro su 90°, abbia raccontato un aneddoto riguardante il montaqgio del servizio di Fiorentina-Milan 3-7 del 1992/93. Essendo stati segnati troppi gol, Giannini chiese/si mise d'accordo con Paolo Valenti per "tagliarne" alcuni per rientrare nei limiti di tempo del servizio.

Ma Valenti era morto nel 1990...
Non sono mai stati un grande appassionato di telequiz, eppure la signora Longari caduta sull'uccello fa parte della mia "memoria". Leggo con incredulità queste righe...

probabilmente la colpa di tutto questo sono i vari Paperissima e simili, che hanno propinato pseudo-gag simili così tante volte da farle credere come vere.

Ahi ahi ahi, Studio Aperto... ma vabbè, Studio Aperto :D
"Luke, IO sono tuo padre" (or.: "Luke, I am your father").

Invece quella vera è "No, IO sono tuo padre".
@ Paolo
Non c'e' molto da stupirsi...
forse qualcuno puo' pensare che studio aperto sia un tg?


Le scemenze si Studio Aperto sono ormai ben note.
Consiglio a tutti il blog www.odiostudioaperto.blogspot.tk

Il problema è che un conto è prendere un intervista è tagliuzzarla...
Un conto è far dire ad un giornalista una fesseria come "Il processo Mills, da cui il premier è stato ASSOLTO"...

Sono comunque operazioni in cui basta dire A al posto di B, oppure prendere qualcosa che già esiste ed eliminarne un pezzo.

Ma l'idea che un giornalista prenda uno spezzone a colori, lo trasformi in b/n e ci applichi sopra una mascherina e lo piazzi volutamente in mezzo a due filmati d'epoca, davvero nasconde una grandissima malafede. Arrivo a dire che finchè si tratta di difendere il loro presidente, posso ancora comprendere i tagliuzzamenti, ma qui il fotomontaggio aveva un fine che definire "futile" è un eufemismo.
@Paolo A.
Grazie per aver fatto chiarezza come sempre. Anche io avevo sempre pensato che fosse una leggenda metropolitana. Le altre "gaf" di Mike avevano sempre un minimo di eleganza, per cui questa, in quegli anni, avrebbe sicuramente sortito effetti sanzionatori nei suoi confronti. Ritengo, inoltre, che se nessuno è riuscito a produrre un filmato (sai lo scoop?) dell'evento, è molto probabile che sia una leggenda metropolitana. Che dire però di quelli che asseriscono di ricordare Mike disse la famosa frase? Sintomi di "complottismo"? Saluti
Replicante, il tuo indirizzo "www.odiostudioaperto.blogspot.tk" mi rimanda a "pappaleoblog", che fra l'altro è in olandese...
"Io Tarzan, tu Jane".

(mai pronunciata in questa forma, almeno nei film più vecchi)
L'indirizzo corretto è "http://odiostudioaperto.blogspot.com/"

Pare fra l'altro che il video tarocco non sia opera di SA ma di altra trasmissione. Ora cerco di leggere i particolari...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
@ Rado
Ho fatto confusione tra i due URL.
Se vai su www.odiostudioaperto.tk dovresti comunque trovarlo.
@Paolo Attivissimo:

Mike la disse sul serio la battuta sull'uccello:

http://www.youtube.com/watch?v=LH0fhuRdZ70&feature=player_embedded

La trovate al minuto 2:50 circa.
Purtroppo però non so di quale puntata/serie si tratti.
se permetti che possa scrivere una cosa.

rettifico quando da me scritto riguardo a questa presunta gaffe di Bongiorno. Mi sono sbagliato, credevo fosse vera.

anche questa qui è un falso?

http://www.youtube.com/watch?v=9k-XrEUu5Vg

non è una domanda retorica. giusto per saperlo.

lo stesso vorrei sapere di questa

http://www.youtube.com/watch?v=lU2DCWmgt50

se fossero vere, ma solo se fossero vere, getterebbero una luce un po' particolare sul personaggio Mike.

sperando che non mi censuri a priori pure questo messaggio. Attendo di sapere una tua risposta in merito.
Ho letto i commenti in odiostudioaperto: il fatto che il tarocco non sia di SA è una notizia che da l'autore del blog, come fatto da lui assodato.
@Dario

Ma l'hai letto l'articolo? Quello è esattamente lo spezzone incriminato. E' tratto da una trasmissione anni 80 e si nota dalla pettinatura di Mike e dal fatto che è a colori.

Lui stava RACCONTANDO la scena (e ovviamente non lo stava facendo per dimostrarne la veridicità).
O signore, Dario! Dimmi che stavi scherzando...
Adal, cosa centrano i tuoi video?

Tu hai detto che Mike era ignorante e faceva continui "sfondoni" e tu pubblichi i video delle sue celeberrimne incazzature?
Oltretutto tutte motivatissime; forse poteva sorvolare sull' "ahi" della Elia, ma per lui le telepromozioni erano SACRE e non si doveva scherzare.
La scena della pelliccia poi è stata discussa più volte nell'altro threa, come pure la sfuriata contro staffelli.
Il fatto che una persona dedita al lavoro si arrabbi a morte con chi lo infastidisce o gli rovini le registrazioni cosa dimostra? Che è un ignorante come dicevi tu?
Smettila, per favore.
nel caso dell'Elia dimostra che gli ha messo le mani addosso e l'ha ricoperta di insulti e non è un atteggiamento molto professionale.
Nel caso di Staffelli dimostra la sua totale mancanza di senso dell'umorismo e di rispetto del prossimo.
In ogni caso non ne esce molto bene.
l'aggressione verbale e fisica non può essere mai giustificata.

la tua risposta dimostra invece la mancanza totale di rispetto per le mie opinioni e per chi esce fuori dal coro degli elogi sperticati al personaggio che Mike ha rappresentato.
Evidentemente avere opinioni proprie è considerata una gravissima colpa.
Comunque non voglio fare ulteriore polemica. Per me quei filmati sono significativi qualora fossero veri.

attendo una risposta da Paolo se crede di potermi rispondere.
e basta. non ho intenti polemici.
nel caso dell'Elia dimostra che gli ha messo le mani addosso e l'ha ricoperta di insulti e non è un atteggiamento molto professionale.

Messo le mani addosso? Quell'oca ha gridato "ahia" in una televendita in cui doveva stare seria, solo perchè lui le ha fatto il solletico.
Sugli insulti sono d'accordo, poteva evitarseli.
Ma questo cosa centra col fatto che tu l'hai definita una persona ignorante e che non sapeva esprimersi in italiano?


Nel caso di Staffelli dimostra la sua totale mancanza di senso dell'umorismo e di rispetto del prossimo.


Tu lavori? Hai mai lavorato? Voglio vedere cosa faresti se arriva un tizio che inizia a romperti le scatole mentre lo stai facendo, oltretutto rinfacciandoti una cosa che non è nemmeno colpa tua (la sfuriata della Goggi). E non centra l'essere personaggio pubblico o meno: nessuno è obbligato a fare il simpaticone con lo Staffelli di turno, tantomeno a mostrarsi divertito se viene disturbato sul posto di lavoro (dove oltretutto Staffelli non poteva neppure entrare).


In ogni caso non ne esce molto bene.
l'aggressione verbale e fisica non può essere mai giustificata.


Da quei video ne esce una persona con l'incazzatura facile quando si tratta di fare il suo lavoro. E allora? Anche il mio capo è così, nonostante sia la persona più buona del mondo.
Dove sta l'ignoranza che millanti tanto?
Messo le mani addosso? Quell'oca ha gridato "ahia" in una televendita in cui doveva stare seria, solo perchè lui le ha fatto il solletico.

ovviamente io non posso definire mike un ignorante e un manesco mentre Elia può essere definita un'oca perché ha osato reagire

"Sugli insulti sono d'accordo, poteva evitarseli.
Ma questo cosa centra col fatto che tu l'hai definita una persona ignorante e che non sapeva esprimersi in italiano?"

perché in tante altre occasioni ha sbagliato congiuntivi, verbi, sostantivi, pronuncia di nomi ecc ecc.

"Tu lavori? Hai mai lavorato? Voglio vedere cosa faresti se arriva un tizio che inizia a romperti le scatole mentre lo stai facendo"

mi è capitato mille volte quando lavoravo alle Asl ma non ho reagito insultando, venendo alle mani o chiedendo a qualcuno di "acchiappare" quella persona per picchiarla.

non ho capito! il tuo capo quando si incazza ti insulta e mette le mani addosso?
puoi denunciarlo lo sai.

va be. visto che siete prevenuti su tutto ciò che scrivo meglio lasciar perdere.
Vorrà dire che quando avrò occasione di far male ad una donna oltre ad insultarla, potrò lecitamente spintonarla e poi dire che è un'oca.
Ripetere lo spot era questione di pochi minuti, l'educazione invece richiede una vita!

ciao a tutti
Ma scusa Adal, non ho capito una cosa: cosa ti ha mai fatto Mike Bongiorno che lo odi così?
Neanche a me è mai piaciuto molto, ma suvvia...
perché in tante altre occasioni ha sbagliato congiuntivi, verbi, sostantivi, pronuncia di nomi ecc ecc.

Ed è quello che stiamo aspettando da diversi giorni. Hai solo saputo farci rivedere le sue gaffe e le sue arrabbiature.
Errori sui sostantivi? zero
Sui congiuntivi? Zero

Nomi sbagliati? A parte quelle di "Paolovì" o "Pio X" e qualche confusione sui nomi dei concorrenti, non mi pare abbia mai sbagliato regolarmente e sistematicamente i nomi propri.
E poi, semmai, sono Staffelli & co. a dimostrare una totale mancanza di rispetto del prossimo.
Non è che se Staffelli definisca il suo un gioco, la "controparte" debba per forza stare al gioco. Un gioco si propone: Staffelli lo impone. Se uno ti fa capire che non ci sta, basta. Se insisti sei tu che manchi di rispetto, non chi non vuole giocare.
Poi chiaro che se la "controparte" trascende passa dalla parte del torto... o meglio del maggior torto.

Parlo in generale, e non in particolare per il video di Bongiorno.

Comunque siamo al punto di partenza: Bongiorno che s'incazza con Staffelli per tale motivo è un ignorante? L'incazzarsi comporta automaticamente che non si sappia parlare italiano correttamente?

p.s.: il paragone col capo è sbagliato. il capo non è un estraneo al tuo lavoro.
Replicante e basta per favore! vi ho dato i link, non li avete neanche degnati di uno sguardo. erano più di 40 minuti di filmati e due minuti dopo che li ho postati avete già deciso che non andavano bene!
gli altri sono stati cancellati!
comunque chiudiamola qui ok?
voi avete ragione e io torto.

ho letto molti vostri commenti in altri tread, specie riguardo bufale e truffe e sono sempre stato d'accordo con voi e con Paolo; ma questo livore nei miei confronti non lo comprendo proprio. voi stimate mike! non c'è problema io non lo stimo affatto! e sono liberissimo di non stimarlo.
le prove ve lo ha date non le avete lette. va bene lo stesso.
continuerò a seguire questo ottimo blog ma non scriverò più neanche una sillaba.

se volete questa è la mia email scrivetemi pure qui se intendete insultarmi e fare quello che vi pare. non ci sono problemi

adal1274@yahoo.com

per rispetto a Paolo e per evitare ulteriori casini la chiudo qui.

ciao a tutti
Replicante e basta per favore! vi ho dato i link, non li avete neanche degnati di uno sguardo. erano più di 40 minuti di filmati e due minuti dopo che li ho postati avete già deciso che non andavano bene!

No, semplicemente sono video visti e stravisti nelle varie edizioni di Paperissima e Striscia la Notizia.
Magari tu hai 20 anni o anche meno, chi ne ha un po' di più, quando sente la frase "Mike Bongiorno che si arrabbia con la Elia" ricorda benissimo quella scena.
E così come tutte le gaffe, ormai le sappiamo quasi a memoria.

E poi visto che hai postato 40 minuti, perchè non specifichi un punto esatto in cui vi sono tutti questi strafalcioni? Sai, non tutti hanno 40 minuti da perdere, sopratutto se dopo i primi 10 minuti di video non si è sentito nemmeno uno strafalcione.
Senza contare che dopo le tue esplicite trollate dell'altro giorno, non puoi pretendere che ti si dia troppa retta.
scrivimi alla mia email replicante qui non rispondo.

nb: ho 35 anni.
ovviamente io non posso definire mike un ignorante e un manesco mentre Elia può essere definita un'oca perché ha osato reagire

Lei ha detto "ahia" per una stupidaggine, mandando a ramengo una registrazione. Magari un'altro presentatore avrebbe fatto finta di niente; lui no, era un perferzionista -specie nelle telepromozioni- chi lavorava con lui lo sapeva e non poteva prendersi queste libertà.


mi è capitato mille volte quando lavoravo alle Asl ma non ho reagito insultando, venendo alle mani o chiedendo a qualcuno di "acchiappare" quella persona per picchiarla.


Tu no, ma da molte parti il capo si incazza a morte se un suo dipendente sbaglia a fare un lavoro, anche perchè poi la responsabilità di tale lavoro cade su di lui.
E lo stesso capo, se vede un intruso (come Staffelli) che sta dove non deve stare o che interferisce col suo lavoro, o chiama la sicurezza o -se può interviene personalmente.

Anche io, una volta, ho dovuto chiamare un intervento della sicurezza perchè nel mio ufficio è entrata una persona che non doveva entrare e disturbava il lavoro di tutti. Dopo che gliel'ho chiesto per favore un po' di volte, non vedo perchè dovevo per forza fare il simpatico con lui.


non ho capito! il tuo capo quando si incazza ti insulta e mette le mani addosso?
puoi denunciarlo lo sai.


Non mi sembra che Mike abbia messo le mani addosso alla Elia. E poi anche lei poteva benissimo denunciarlo. Perchè non l'ha fatto? Forse perchè non le conveniva perdere quel lavoro? E allora se lavori con un professionista, accetti i suoi metodi senza lamentarti troppo.

Ripetere lo spot era questione di pochi minuti, l'educazione invece richiede una vita!

E' bello vedere come tu conosca i tempi televisivi. Chissà quanti altri spot registrava in una giornata. Chissà quanto ci mettevano a registrarne anche solo uno. Il tempo è un bene prezioso e anche solo se si trattasse di 10 minuti, fa molto arrabbiare se tu devi perderli per colpa di qualcun altro, che tu sia il capo o un dipendente.
No, non mi interessa farti cambiare idea. Se tu posti su un blog che per te Mike Bongiorno era un ignorante, che sbagliava nomi e congiuntivi, o lo dimostri oppure è giusto chiederne una dimostrazione...
dimostrazione che continua a non arrivare.
Soprattutto se poi i post diventano delle trollate vere e proprie.
Ok ragazzi scusate, mi sa che la gaffe l'ho fatta io O_O
Non avevo guardato il filmato linkato dal buon Paolo.. ok vado in penitenza!
@Dario:
mi raccomando, sui ceci.
Adal,

non hai ancora capito il concetto di "gaffe".

Quelle che hai linkato non sono gaffe. Non sono malintesi. Sono sfuriate. Non c'entrano nulla con le gaffe. Ti invito a sfogliare un dizionario per rileggere la definizione del termine.

Se tu lavorassi in televisione, sapresti che questo genere di sfuriate avviene in continuazione e ovunque. Io ogni tanto ci lavoro, e ti posso dire che se hai visto solo video su Youtube, non hai visto niente.
Dario,

leggi meglio l'articolo. Spiega proprio che quel video non viene da Rischiatutto, perché è a colori, e non è neanche una gaffe detta in altro momento.
Adal,

ovviamente io non posso definire mike un ignorante e un manesco mentre Elia può essere definita un'oca perché ha osato reagire

Vedo che critichi un mondo di cui non sai assolutamente niente.

La prima regola -- non una regola, ma la PRIMA regola -- è che "lo spettacolo deve continuare". Ti si slaccia il reggiseno sotto la giacca e hai un ferretto che ti trapana il costato? Fa niente, conduci il programma fino alla fine. E sorridi pure (successo veramente, non a me ma in mia presenza).

Se il conduttore ti spintona, fai finta di niente e vai avanti. Poi, a fine registrazione, gli fai il cazziatone: ma mentre stai registrando non fai perdere tempo a tutta la troupe.

Evita, per favore, di criticare cose che non conosci. Grazie.
Ah, dimenticavo: anche a me Mike Bongiorno non è mai stato particolarmente simpatico e non l'ho mai trovato un conduttore efficace. Un personaggio di successo, sicuramente.

Ma questo non vuol dire che i fatti che lo riguardano possano essere manipolati per metterlo in cattiva luce. Io non difendo l'uomo: difendo la correttezza dei fatti che lo riguardano.
vi ho dato i link, non li avete neanche degnati di uno sguardo. erano più di 40 minuti di filmati

E secondo te noi abbiamo 40 minuti di tempo da spendere per una cosa del genere?

Bastava che tu postassi direttamente i video con le gaffe, o almeno i minutaggi.
ti posso dire che se hai visto solo video su Youtube, non hai visto niente.-

Così però mi stuzzichi!

Concordo sul tuo giudizio a Mike Bongiorno, mai sofferto il suo modo di fare, troppo piacione e qualunquista. Innegabile però che abbia fatto la (storia della) televisione italiana. Che, guarda caso, non mi piace ;-)
Mi è venuto in mente un video curioso (e anche un po' inquietante!) che hanno fatto rivedere in questi giorni e che purtroppo non riesco a ritrovare.

Si vede Mike Bongiorno a fianco di Indro Montanelli in una trasmissione degli anni 80 o 90. Mike sta presentando Montanelli, e il giornalista con il labiale segue le parole di Mike Bongiorno perfettamente a tempo.
La cosa è inquietante perchè ad un certo punto la telecamera stringe su Montanelli e sembra che sia lui a parlare con la voce di Bongiorno :)

La spiegazione più probabile è che Mike stesse leggendo da un gobbo e Montanelli, d'istinto, seguisse le parole per capire quanto è il suo turno.
A me sembra di ricordare (a memoria) che la battuta fu: "Lei mi casca sul pisello!" ed era riferita alla domanda finale di una campionessa che si presentava per le favole. E la domanda verteva proprio sulla favola della "Principessa sul pisello" (nota favola che racconta di una principessa a cui era stato messo un pisello, inteso come ortaggio :-), sotto il materasso.

La campionessa non seppe dire di che ortaggio si trattava e da qui la battuta "ahi ahi, lei mi casca sul pisello"...
La sera in cui è morto Mike, su Rete 4 han replicato una puntata di Vite Straordinarie con lui protagonista e ospite, in cui affermava che la famosa gaffe dell'uccello fu una simpatica bufala creata da Renzo Arbore in una sua trasmissione.
Appello:

cercasi puntate di "Lascia o raddoppia" con esibizione di John Cage come concorrente. Purtroppo pare siano introvabili...
@ Thomas

E' vero che Mike disse "questo signore pare che sia un musicista famoso..."?

Tralaltro ho scoperto solo in questi giorni che a gennaio è morto il professor Marianini. Mi ricordo che una decina di anni fa mi capitò di incontrarlo in giro per Torino e furono i miei genitori a spiegarmi chi fosse (dato che io ai tempi del Rischiatutto ero ben lontano dal venire al mondo, quindi non lo conoscevo) e in effetti non era uno che poteva passare inossservato per via del suo look particolarmente eccentrico :D

Anche lui, a modo suo, è stata una delle prime star televisive.
Mike ha spinto la Elia perché non era nella posizione in cui doveva satre rispetto alla telecamera e l'oca, invece di rispettare il suo contratto di "ogggetto decor5ativo con richiamo sessuale" si è messa a starnazzare.
Mike, da grande professionista, odiava perdere tempo e ripetere le scene, anche se le dovevano mandare in ondoa in differita, perché questo aumentava i costie toglieva spontaneità al programma. Quando si è accorto che la Elia era nel punto sbagliato, l'ha spinta leggermente per farle capire di spostarsi. In un certo senso, l'errore è di MIke, che ha attribuito alla bambola un'intelligenza e una professionalità molto superiori al reale.
Negli ambienti in cui chi sbaglia fa fare una pessima e pubblica figura al suo capo, i tempi di produzione siono stretti e la tensione sempre alta, come gli studi televisivi ma anche le redazioni giornalistiche, i cazziatoni sono molto frequenti, pressoché normali. Per lavorarci, si richiede una personalità non particolarmente fragile.
@ Thomas Morton

Confermo, i filmati del nostro micologo sono introvabili.
Non è una novità e non c'è da stupirsi che studio aperto faccia dei falsi!
@ Thomas Morton
Ho trovato questa discussione, ma sembra che i filmati siano davvero introvabili.
A conferma di quanto detto da Elena, due episodi che hanno avuto protagoniste Antonella Elia e Miriana Trevisan (accento sulla "a") durante la loro esperienza come vallette alla Corrida di Corrado. E che fanno capire come mai, ad esempio, la prima sia stata oggetto di alcune sfuriate.

1) Muore Gianni Agus e Corrado inizia la trasmissione, presenta il maestro Pregadio, dopo di che chiede al pubblico di tributare l'ultimo applauso all'attore appena scomparso. Solo dopo di questa standing ovation fa entrare sul palco la Elia.

2) Saluti finali di una puntata. La Trevisan entra in scena e si piazza alla destra di Corrado, ponendosi davanti a Pregadio (in pratica coprendolo) che di spalle la guarda basito. La Trevisan, però, sposta gli occhi a destra e a sinistra, s'accorge di aver sbagliato posizione, si sposta un attimo a destra e fa un passo indietro, permettendo quindi a Pregadio di raggiungere la sua posizione. Operazione compiuta in silenzio (forse le era scappato un "ops" iniziale) e con Pregadio che le da un cenno silenzioso di assenso quando gli lascia libero il passaggio.
Caro Paolo,
riguardo a "Suonala ancora, Sam", l'equivoco credo nasca dal film con Woody Allen del 1972 che ha appunto questo titolo e nel quale in effetti appare lo spettro di Bogart a dargli consigli...
Pubblicato qualche "nanetto" chez moi...
Riguardo la falsa memoria collettiva, c'è una frase detta da un mio "collega" - molto meno cattivo :)- che tutti recitano così:

Ho visto cose che voi umani non potete neppure immaginare

Peccato che la frase esatta sia:

Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi

Che tralaltro non mi sembra nemmeno tanto corretta in italiano.
sarà... all'epoca avevo dodici anni e vedevo sempre Rischiatutto; ricordo benissimo la Longari e Massimo Inardi. E ho da sempre il ricordo distinto d'averla sentita in diretta quella battuta... bisognerebbe rivedere la puntata in cui la Longari perse
Io ho assistito di persona alla trasmissione e ho sentito con le mie orecchie Mike Bongiorno al Rischiatutto pronunciare la fatidica frase "Ahi Ahi Ahi, signora Longari! Lei mi cade sull'uccello!"
La Signora Longari, poverina, si mise a piangere e a Mike toccò l'ingrato compito di tentare di consolarla tra infinite scuse per l'accaduto, e ci mise anche un po'.
L'unica traccia non ancora rimossa dalla RAI si riferisce ad una trasmissione a colori e non indica il soggetto interessato, quindi convengo che non è significativa anche se disponibile qui: http://www.dailymotion.com/video/x22q8h_le-memorabili-gaffe-di-mike-bongior_fun al minuto 1:08 circa.
Altri filmati sono stati stranamente rimossi o censurati dalla RAI.
Anche se la Signora Longari, che della faccenda non aveva alcuna colpa, in tempi successivi ha smentito quanto sopra, con tutto il rispetto, io c'ero davanti al televisore e lo ricordo bene (come si fa a non ricordare un episodio come questo?)

Detto questo, Mike Bongiorno, gaffe o non gaffe, era un grandissimo presentatore ed una persona intrinsecamente corretta e signorile, al contrario dei troppi personaggi tollerati oggi ad affollare TV, che fanno a gara di volgarità così spinta che non si riesce neanche a decidere a chi assegnare il premio di peggior persona e con quale rete arrabbiarsi per i peggiori livelli educativi di sempre.
Archimede,

forse non hai letto bene l'articolo.
una volta chiamavano gli esperti di qualcosa e li torchiavano, ora...
Infatti la trasmissione nuova si chiama "Raschiatutto"...