Cerca nel blog

2009/09/22

Sono il bersaglio di una truffa originale

Se qualcuno vuol comprare un nome di dominio da te, sotto sotto c'è una truffa


L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Ieri ho ricevuto questa mail in cui una sedicente ditta mi proponeva di acquistare uno dei nomi di dominio di cui sono titolare [correzione: ero titolare, fino a settembre 2008]:

From: "Domain Trade LLC"
Date: 22 September 2009 15:40:40 CEST
To: "paolo.attivissimo"
Subject: PAOLOATTIVISSIMO.INFO

Dear sir,
dear madam,

we have an interest to purchase your domain PAOLOATTIVISSIMO.INFO and offer between 50% and 65% of the appraised value.
We accept appraisals from companies such as

http://www.sedo.com/
http://top-name.net/
http://max-apprais.com/


If you already have an appraisal please forward it to us.

Please let us know whether you are interested. Upon review of your valuation and in case of an agreement we send payments via PayPal for amounts less than $2,000 and via Escrow.com for amounts above $2,000, as well as further instructions on how to complete the transfer of the domain name.

We appreciate your business,

Domain Trade LLC


A parte il fatto che difficilmente venderei a sconosciuti un nome di dominio che contiene il mio nome e cognome (anche se mi sono reso conto di aver lasciato scadere stupidamente nel 2008 quel nome di dominio), la cosa puzzava di truffa, anche per via dell'indirizzo del mittente: una ditta seria non manderebbe mail di lavoro da un indirizzo Gmail, e indicherebbe il proprio indirizzo postale e un numero telefonico per contattarla. Invece qui non è indicato neanche il paese in cui si troverebbe la fantomatica ditta. Truffa, quindi, ma come funziona?

Grazie alla dritta mandatami dall'amico Luigi, salta fuori che funziona così: il truffatore cita nella mail-esca alcuni siti di "domain appraisal" (valutazione del valore monetario di un nome di dominio) di cui dice di fidarsi. Alcuni sono veri e indipendenti (Sedo.com), altri sono gestiti da complici del truffatore.

Se il titolare del nome di dominio (nonché potenziale vittima) abbocca, si fa valutare il proprio nome di dominio da uno di questi siti di "domain appraisal": un'operazione che ha un costo. Se si rivolge al sito dei complici del truffatore, manda loro i soldi per la "valutazione", ma poi il truffatore non gli compra il dominio e intasca i soldi della vittima insieme ai propri complici. Presumibilmente, se la vittima si rivolge a un sito di valutazione che non appartiene ai complici, i truffatori restano a bocca asciutta (pazienza, ci sono tanti pesci nel mare) oppure indirizzano la vittima al sito di valutazione dei complici.

Dettagli su questa truffa sono disponibili presso DomainNameWire.com.

53 commenti:

Giovanni ha detto...

Fammi capire:
ti offrono circa la metà del "valore di mercato" del tuo dominio e, per farlo, dovresti pagare pure la valutazione ?
Ma perché uno dovrebbe caderci ?
Capisco non essere esosi, ma svendersi ...
boh

Giovanni

Anonimo ha detto...

Anche se lo comprassero, pagandolo metà del valore di mercato, è ugualmente una truffa...

Rodri ha detto...

La versione informatica della tradizionale truffa sulla concessione dei crediti... Cavolo, sinceramente non pensavo esistesse.

L'economa domestica ha detto...

Rodri

La versione informatica della tradizionale truffa sulla concessione dei crediti... Cavolo, sinceramente non pensavo esistesse.

Concediamo prestiti anche a protestati, senza busta paga ecc. Chiamateci per consulenza?

NetRACE ha detto...

@Paolo
ma il dominio in oggetto alla mail.. http://www.paoloattivissimo.info/
è davvero tuo?

Unknown ha detto...

che truffa complicata. uno per cascarci deve dimostrarsi molto collaborativo..

Paolo Attivissimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Paolo Attivissimo ha detto...

Mi correggo, avevo scritto qui sopra che Paoloattivissimo.info era mio, ma non è vero, l'ho lasciato scadere qualche tempo fa.

Paolo Attivissimo ha detto...

E' scaduto a settembre 2008, ho riguardato adesso in archivio. Accidenti come passa il tempo.

Rodri ha detto...

@ L'economa domestica

In Italia terminologia e procedure sono forse diversi, ma la versione locale è un percorso classico: 1) ti diamo tutti i soldi che vuoi; 2) abbiamo bisogno di questi documenti e il foglio di richiesta firmato; 3) facciamo le [finte] ricerche per verificare la tua stabilità finanziaria; 4) non hai superato i requisiti necessari; 5) ci devi comunque dare 250 franchi per le spese amministrative di apertura del dossier e ricerche, come da clausola inserita nel contratto firmato.

Sapessi il numero di polli che ci cascano...

catepol ha detto...

volevano comprare anche il mio blog qualche giorno fa. 5000 euro mi davano :-) (ah si e hanno provato a rivendermi il .it e il .com che ho dismesso l'anno scorso non rinnovandoli più :-)

Domenico_T ha detto...

*segnaposto*

L'economa domestica ha detto...

@ Rodri

Sostituisci CHF con EUR e ci siamo.

CMT ha detto...

A me invece continuano ad arrivare mail di fantomatici "fornitori ufficiali di nomi internet" della Cina (ogni volta è l'unico ufficiale ma chissà perché è sempre uno diverso) che mi avvisano che qualcuno ha fatto domanda per registrare un dominio identico al mio ma con estensione diversa (o meglio con OGNI ALTRA estensione possibile) e mi chiedono di contattarli se ho qualcosa in contrario.
Mi sfugge la modalità della truffa ma non mi metto a indagare.

Rado il Figo ha detto...

CMT: ho come il sospetto che alla fine ti "offriranno" di comprarlo tu per evitare fastidiosi contrattempi.

VasoDiCoccio ha detto...

@CMT

si, una mail del genere è arrivata anche a noi in ditta. Poi ha pure telefonato una segretaria, dicendo che era stata fatta richiesta di comprare questi indirizzi, ma siccome noi avevamo per legge (poiché avevamo già registrato il .com) una priorità, voleva che dichiarassimo di non voler usufruire degli altri, oppure che li comprassimo (da loro).

Ci abbiamo messo un po' per dedurre che era una sola.

A me sembrano entrambe i casi (insieme a quello descritto da Paolo) più che truffe, uno sfrontato marketing. Certo dipende pure dal prezzo che ti fanno pagare per il servizio e se, dopo il pagamento, il servizio te lo fanno realmente accurato.

ps dopo MESI, gli indirizzi di cui sopra in .org, .info, .muu, .boh, .etcetc sono ancora a diposizione. Ollallà!

cip650 ha detto...

registrato, per 3500 euro, paolo, tornerà tuo.....
;)

markogts ha detto...

più che truffe, uno sfrontato marketing-

Differenza sottilissima, quasi inesistente...

Claudio ha detto...

fa un po' ridere che io ho venduto per davvero un dominio con modalità simili

mi spiego

mi ha contattato una persona senza dare nessun tipo di riferimento per la società per la quale eventualmente lavorava, abbiamo contrattato un po' per mail un po' al telefono e un po' in skype e abbiamo raggiunto un accordo

e tra l'altro ho fatto valutare il dominio a... Sedo :D anche se ovviamente non me l'aveva suggerito il compratore ma è stata mia iniziativa per esser sicuro di non vendere a un prezzo inferiore di quello di mercato.

Paolo: tieni conto solo di una nota. penso che solo il più fesso dei broker metterebbe i recapiti della società per la quale lavora nel momento in cui ti manda una mail per l'acquisto di un dominio. se il venditore dovesse sapere che il compratore agisce per conto di una grossa società la contrattazione per quest'ultimo diventa un tantinello più complicata. immagina di possedere il dominio uhizhaisue.com, che hai erroneamente registrato digitando caratteri a caso sulla tastiera. se ti viene fatta un'offerta da un anonimo, penso che con 50 euro sei felice; se l'anonimo si firma come rappresentante di Microsoft... beh, io penso che qualche fantasia te la fai.


tra l'altro stavo pensando che questa truffa è parecchio sfumata, se i due siti complici effettivamente offrono il servizio di domain appraisal... quello che intendo dire è che ti viene prospettata una possibilità di vendita ma senza ovviamente nessun impegno formalizzato, per cui se uno viene spinto all'acquisto di una valutazione (che per fortuna degli ingenui malcapitati costa cifre del tutto contenute) e poi l'affare non va a buon fine lo vedo più parte del "rischio d'impresa" che altro

mi spiego... non che voglia assolutamente tener la parte a questi, ma uno che vuole esser sicuro di quello che fa PRIMA di spendere dei soldi per richiedere la valutazione si fa firmare un pezzo di carta (ovviamente non vincolante per il venditore stesso ma solo per l'acquirente) per testare l'effettiva serietà del compratore e godere di una garanzia o per lo meno di una tutela legale.

voglio dire... se dovessimo considerare truffa tutte quelle situazioni in cui c'è qualcuno che ti prospetta una possibilità di guadagno e ti fa perdere tempo / denaro (e altro che 20 dollari) penso che 2/3 della popolazione mondiale sarebbe in galera (a parte vecchi e bambini insomma).

poi che qui ci possa essere una malafede / un'azione sistematica sono d'accordo, ma anche qui di gente che prospetta possibilità a destra e a manca, in modo seriale ce n'è parecchia... però nel mondo reale è più facile che si creda alle chiacchere, e si pretende qualche cosa di più

e allora io mi chiedo: perchè diffidiamo delle parole di un conoscente / un amico e pretendiamo dei fatti o per lo meno il nero su bianco, e quando ti arriva un'email in mezzo al milione di spam ci crediamo? questo credo sia il vero dato da analizzare. e per questo credo che i contorni della truffa siano molto poco delineati, ma molto ben delineati i contorni dell'ingenuità dell'utonto in internet.

mattia ha detto...

Oh, ma io non ricevo nessuna di queste email. Nessuna di queste proposte (e non c'ho manco il filtro antispam).
Quando vado in banca non mi scassano nemmeno le scatole per farmi comprare i fondi ...

puffolottiaccident ha detto...

Ma se ad uno serve avere un dominio lo lascia scadere?

Quando ho lasciato scadere un dominio, ovviamente il provider lo ha reso disponibile.
Una ditta di Hong kong mi ha scritto dicendo che lo avevano acquistato per evitare graziosamente che qualche malintenzionato potesse trasformarlo in un sito malevolo, e che me lo avrebbero rivenduto facendomi un prezzo di favore. (pochi dollari piú del rinnovo)
Ora, il dominio non mi interessa piú, e mi sembra che ce lo hanno ancora loro.

Che carini, mi hanno reso un servizio a gratis, ma la domanda rimane: se uno lascia cadere un dominio, forse é perché non gli interessa.

huygens ha detto...

@Mattia
ti prego, dimmi che banca hai

mattia ha detto...

huygens ha detto...

@Mattia
ti prego, dimmi che banca hai


una banca ceca, visto che abito in Rep. Ceca. :D
Ma qui non ti fanno neanche storie se vuoi chiudere un conto. Tu gli dici: voglio chiudere il mio conto, e loro ti fanno firmare i fogli e ti dànno i soldi senza iniziare a menartela (tipo "ma perché, ci ripensi, le faccio un buon interesse"). Semba che non sia educato fare queste cose, in questa terra. :D

VasoDiCoccio ha detto...

Metafore

@ Mattia
una banca ceca, visto che abito in Rep. Ceca. :D
Ma qui non ti fanno neanche storie se vuoi chiudere un conto.


Oh chiuso gli occhi e visto...

Stavo seduto nella mia Fiat Uno rosso Ferrari. Come al solito, fermo, senza un goccio di benzina al lato della strada e urlavo dal finestrino "Prrr... brum brum! Campionidelnondooo! All'esterocirispettano!! G8! Bruuum!".
Improvvisamente mi ha sorpassato a tutta birra un gigantesto TIR targato Repubblica Ceca con su scritto "Saluti da Mattia".

L'economa domestica ha detto...

VasoDiCoccio wrote

Oh chiuso gli occhi e visto...

Stavo seduto nella mia Fiat Uno rosso Ferrari. Come al solito, fermo, senza un goccio di benzina al lato della strada e urlavo dal finestrino "Prrr... brum brum! Campionidelnondooo! All'esterocirispettano!! G8! Bruuum!".
Improvvisamente mi ha sorpassato a tutta birra un gigantesto TIR targato Repubblica Ceca con su scritto "Saluti da Mattia".


Capita sempre più spesso anche a me.

Anderson ha detto...

Forse, soprattutto in questo paese, siamo talmente abituati a subire tentativi di truffa che neanche ci rendiamo più conto di quali devono essere i meschini processi mentali che spingono una persona a fregare un'altra.
Non sono scaramantico quindi posso tranquillamente esprimere ciò che auguro loro senza provare pudore per avere un pensiero infame che tanto non si avvererà:
spero che queste persone crepino presto e molto male.

huygens ha detto...

@Mattia
adesso cerco un lavoro in Rep Ceca a mi trasferisco...

Unknown ha detto...

@Anderson:
la morte non si augura a nessuno... :(
Io spero, piuttosto, che incontrino qualcuno più furbastro di loro, che gli freghi tutti i soldi, mandandoli sul lastrico.

VasoDiCoccio ha detto...

ieri sera su c'era la nuova puntata delle Iene (devo dire abbastanza pallosa rispetto a come me la ricordavo) e li hanno dato una punizione a uno di questi truffatori su internet.

La cosa che mi spaventa di più, è il fatto che hanno fatto passare il messaggio che la polizia dice di non poter fare nulla se ti truffano 1000 euro! Ma stiamo scherzando?
Probabilmente è vero, ma se lo stato rinuncia a difendermi devo iniziare a difendermi da solo? E la pena la posso decidere anche da solo? No, cioé, lo dicessero...

david ha detto...

Scusa, ma se non è più "tuo" (infatti se lo carichi viene una pagina bianca con un indirizzo e-mail), che te lo chiedono a fare?..
Qui più che truffa, c'è "poca furbizia" da parte dell'ex-intestatario, a mio parere.
Potrebbe comprarlo anche Mazzucco..e...oddio!

Il Lupo della Luna ha detto...

@Vaso:

Il problema non è QUANTO ti truffano ma chi e da dove. Purtroppo (per fortuna?) non tutti i Paesi hanno le stesse leggi e soprattutto non tutti aderiscono agli stessi accordi internazionali riguardo i reati.

Certo, è ridicolo sentirsi dire "eh si ma questi qui che hanno registrato il sito tale non si sa da che Paese l'abbiano fatto" perchè si sa che non è vero.

Peraltro la maggior parte delle truffe online (tutte?) funzionano non tanto per l'abilità del truffatore quanto per la dabbenaggine del truffato (stile Totò che vende il Colosseo).

Il Lupo della Luna ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

@paola & co.
guardatevi il Genio della Truffa con Nicholas Cage... molto bello...

Solo un disonesto può essere truffato

Unknown ha detto...

@Guido:
guarda che io non sono dalla parte dei truffatori, anzi! Specialmente le truffe nei confronti di anziani o persone deboli sono crimini particolarmente odiosi che andrebbero perseguiti con la massima severità (cosa che, purtroppo, succede di rado).
Soltanto, augurare la morte a chicchessia non mi sembra giusto.
Mi farebbe molto molto più piacere vederlo rovinato e costretto a chiedere l'elemosina!

Rado il Figo ha detto...

Mousse: veramente Totò vendeva la Fontana di Trevi...

comunque è anche una questione di cifre: mia mamma fu rapinata in negozio tant'anni fa. Andò a fare la denuncia e le fu palesemente comunicato che se il bottino non superava quota 300.000 lire e/o non vi erano compresi documenti personali, nemmeno avrebbero iniziato le indagini.

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

Mousse: veramente Totò vendeva la Fontana di Trevi...

psss!! lo vuole lei il Colosseo? prezzo modico e chiavi in mano..

Claudio ha detto...

ah, giusto per chiarire ulteriormente il mio pensiero mi è venuto in mente un esempio lampante: le pubblicità che si vedono quotidianamente in televisione, in particolar modo per ADSL / telefonini

tu metti l'ADSL a 5 euro per 3 mesi e poi a 50 euro; vincolo di contratto di un anno e... PUOI DIRE IN TV CHE LA TUA ADSL COSTA 5 EURO AL MESE. certo, devi specificare - da qualche parte dove nessuno ci fa caso - che c'è la fregatura.

piuttosto che le fantastiche tariffe a 0 euro al minuto

Anderson: io mi auguro che muoiano presto e male queste società che vanno avanti in**lando la gente molto prima di questi che fanno più i furbi che altro

Caigo ha detto...

Sarà il caso che qualche anima gentile pubblichi la procedura corretta per la compravendita di un dominio :-)

Rado il Figo ha detto...

"psss!! lo vuole lei il Colosseo? prezzo modico e chiavi in mano.."

altrimenti chiavi in macchina, che è meglio :-)

Rado il Figo ha detto...

Claudio: mi ricordo tant'anni fa, quando internet era roba quasi da iniziato parlarne, che Topolino uscì col coupon: "navighi gratis per 2 giorni su internet: basta compilare il bollettino postale da euro 20.000 qui sotto allegato e la Disney ti offre due giorni gratuiti di internet".

Turz ha detto...

@Rado il Figo:
Erano anche i tempi in cui un disco fisso da 3GB costava enormemente di più di quanto costa oggi una chiavetta USB da 16GB da taschino.

Rado il Figo ha detto...

Ricordo ancora con nostalgia quando all'università ci mettemmo in 10 per comprare a sole 3.000 lire la confezione da 10 floppy disk per risparmiare sull'acquisto singolo...

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

@turz

madonna non farmici pensare.... che prezzi... del costo dello hardware, solo di questo, non ci possiamo lamentare

Mario ha detto...

certo che son furbi eh...cercare di truffa lo scovatruffe! è come andare a rubare in casa del...poliziotto! ahah

MOnSTEr ha detto...

"Qui più che truffa, c'è "poca furbizia" da parte dell'ex-intestatario, a mio parere.
Potrebbe comprarlo anche Mazzucco..e...oddio!"

Beh, tanto poi per la legge italiana Paolo potrebbe rivendicare il proprio diritto al nome, farselo ridare indietro e farsi pagare pure i danni... ricordate il caso Armani?

(Paolo, scusami ma era troppo ghiotta... ormai l'hai capito come la penso su quella storia... l'avevo detto che non ti avrei mai perdonato! :D )

martinobri ha detto...

Nessuno oltre a me ha notato nel titolo dell'articolo la citazione di quella vecchia pubblicità ? Oddio, sono così vecchio? .-(

"Se qualcuno ruba un fiore per te, sotto sotto c'è" e poi il nome di un profumo. Era Impulse Parfum Deodorant? Non ricordo. Oddio, sono vecchio! :-((

Unknown ha detto...

Complimenti è un ottimo blog l'ho già inserito nei miei preferiti.

All - http://www.allmobileworld.it

Unknown ha detto...

@Martinobri:
sono vecchia anch'io ;) e ricordo benissimo che si trattava di Impulse.

martinobri ha detto...

sono vecchia anch'io ;) e ricordo benissimo che si trattava di Impulse.

fffiiiuuuu (respiro di sollievo, nda)

puffolottiaccident ha detto...

ho 32 anni e quando ho visto lo spot mi sono chiesto perché il tipo non pagava il fiore.

L'economa domestica ha detto...

Impulse: uno spot, un'istigazione a delinquere nei favolosi anni ottanta!

martinobri ha detto...

fai la fiorista? :-)

MOnSTEr ha detto...

... che divenne la celebre battuta di Beppe Grillo che, se non ricordo male, fu quella che gli costò la carriera TV: "Se qualcuno ruba un fiore per te, sotto sotto è un socialista."