Cerca nel blog

2009/09/10

Strana richiesta di “beneficenza Tiscali”


L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

English Abstract
An e-mail appeal for money to help a cancer-stricken Italian child named Sabrina is almost certainly a scam. The picture of "Sabrina" actually belongs to an English cancer patient and there are other signs of something fishy going on.


Mi sono arrivate numerosissime segnalazioni di lettori che hanno ricevuto, nell'arco della giornata di ieri (9 settembre), una mail che ha più o meno l'aspetto mostrato qui sotto e che dice di essere una beneficenza in favore di una bambina, Sabrina, malata di cancro.

Allo stato attuale delle indagini, questo messaggio sembra essere una truffa. Suggerisco quindi di evitare, per ora, qualsiasi risposta o donazione in risposta all'appello.


Il messaggio, intitolato "Potresti salvare una vita.. Leggi!", ha sempre come mittente "Beneficenza Tiscali " (tommy@federlab.net in una versione successiva) e contiene questo testo:

UN SOLO MINUTO DELLA VOSTRA ATTENZIONE POTRA' SALVARE LA VITA ALLA NOSTRA BAMBINA

Sabrina, di 8 anni è malata di cancro alle ovaie.Malattia rara a questa età ma che potrebbe costarle la vita.Eviteremo di sprecare parole, le immagini parlano da sole.Chiediamo, a chi ha cuore e, naturalmente, possibilità un piccolo contributo per poter far fronte alle spese di un intervento in Francia dal costo complessivo esorbitante.

Pensate per attimo se fosse vostra figlia e la conseguente disperazione di Voi genitori.Noi siamo altrettanto disperati.Vi preghiamo per una buona azione al fine di permetterci di salvare nostra figlia da una morte certa.Il destino saprà ricambiare il vostro buon cuore.

Nel caso vogliate e possiate aiutarci, troverete in fondo a questa pagina le coordinate bancarie per poter eseguire un accredito.Non è importante la cifra, l'unione di tanti di voi potrebbe regalare a nostra figlia una nuova vita.

Coordinate Bancarie
Codice IBAN: IT 65 K 03002 32974 023266003755

Intestatari: Andrea Citro e Angela Sicignano

Banca: Banca di Roma

Grazie per la vostra attenzione

Gli indizi a favore della tesi che si tratti di uno spam, forse mirato a raggranellare soldi da chi si fida, sono molteplici:

  • il destinatario apparente del messaggio è identico al mittente, cosa decisamente anomala;
  • il mittente non c'entra nulla con Tiscali o con un ente di beneficenza;
  • la foto di "Sabrina" è identica a quella di Sophie Fry, bambina inglese realmente malata di cancro alle ovaie, secondo quanto riportato da Pianeta Mamma e dal Mirror inglese (grazie a dimar77 per la segnalazione);
  • il messaggio è stato diffuso in poco tempo a un numero molto elevato di destinatari, tanto da essere segnalato come spam da alcuni provider;
  • non sembra esserci un sito Web di riferimento che possa dare aggiornamenti e informazioni sul caso, come si fa invece negli appelli reali;
  • il messaggio linka un logo "Tiscali beneficenza online" e un'immagine della bambina che non risiedono su Tiscali ma su Tinypic, secondo quanto segnalato da Radiofaro Labs: l'immagine della bambina è presso http://i28.tinypic.com/2814oyt.jpg e il logo è presso http://i27.tinypic.com/2sal7hh.jpg.

La dicitura delle coordinate bancarie, mi dice chi lavora in banca, è scritta male ma se ricomposta è valida. Il codice ABI 03002 è effettivamente della Banca di Roma (Unicredit Banca di Roma), il CAB dovrebbe essere di Cologno Monzese e il check-digit del conto è giusto.

Esiste davvero un Vinicio Ballini che ha un account di posta su Fastwebnet. Presumo non sarà contento di essere coinvolto. Finora non sono riuscito a contattarlo.

75 commenti:

L'economa domestica ha detto...

Mamma mia... se è una truffa sono persone disdicevoli.
Aspetto gli sviluppi.

Yari Davoglio | Cronache dal '900 ha detto...

Credo proprio sia una truffa perché Tiscali nulla sa.

Unknown ha detto...

L'abi corrisponde ad una prepagata genius pay ... sembrerebbe una prova a favore della bufala

32974 UCBP - CARTE PREPAGATE GENIUS PAY , VIA ALESSANDRO VOLTA 1 COLOGNO MONZESE 20093 MI

Enrico

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

Paolo Attivissimo sei un grande. Ora scrivo subito alla Polizia Postale.

Stavolta secondo me si fanno molto male :-)

Lanf ha detto...

Sono mesi che la Banca di Roma in quanto tale non esiste più, è diventata Unicredit, anche nelle insegne esposte.
Va bene che ho visto gente entrare in una banca pensando che fosse un'altra (e non erano ciechi).

Ciao, Lanf

Exodus68 ha detto...

Non auguro un cancro alle ovaie (o ai testicoli) di chi crea queste truffe, ma poco ci manca.
Spero che siano presi e che, oltre a pagare civilmente (non so se anche penalmente), siano mandati a svolgere un lavoro socialmente utile per almeno un mese in una qualche struttura di persone ammalate veramente.
Magari capiranno che lucrare sul dolore degli altri non e' un gran che bello.

Ivo - Modena

souffle ha detto...

Definirle "persone disdicevoli" è decisamente un understatement. Ormai non c'è più limite al cinismo ed alla callosità dell'anima di certa gente.

L'economa domestica ha detto...

Souffle wrote

Definirle "persone disdicevoli" è decisamente un understatement. Ormai non c'è più limite al cinismo ed alla callosità dell'anima di certa gente.

Siamo in un blog per famiglie, e c'è ancora un minimo di beneficio del dubbio sulla vicenda. Quando almeno la seconda delle cause del mio understatement sarà chiarita, esprimerò il mio reale livello di disgusto, limitandone l'espressione quel tanto che basta per mantenere il post nel blog per famiglie.

Giako ha detto...

Banca di Roma compare ancora... Ne stavamo giusto parlando 2 minuti prima di leggere questo post con un collega, relativamente a un versamento da fare su un conto Banca di Roma.
Con ciò: questi sono dei pezzenti!

Unknown ha detto...

Solo una domanda Paolo. Alla fine del post scrivi "Esiste davvero un Vinicio Ballini che ha un account di posta su Fastwebnet". Però in nessuna parte dell'appello ci sono riferimenti ad una persona chiamata Vinicio Ballini o ad un account di posta fastwebnet... Hai dimenticato un pezzo del post oppure sono io che stamattina sono rimbambito? :-)

Unknown ha detto...

Ah! Non avevo guardato lo screenshot. Ok. Sono rimbambito io. :-D

Daniele A. Gewurz ha detto...

@Danilo: Vinicio Ballini è il nome dell'apparente mittente: vinicio.ballini@...

SAL ha detto...

Ho ricevuto almeno sei-sette mail di questo tipo ieri. Se si tratta di uan truffa, la cosa assai vergognosa è l'abuso di quella foto, messa in primo piano nella mail.

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

@economa

mi sei simpatica e devo dire che condivido il 99% di quello che scrivi

perciò mi duole parlare dell'1% cioè il messaggio che hai scritto
la tua precauzione, che potremmo definire garantismo, non ha razionalmente senso:

il titolo Beneficenza Tiscali è usato per lo scopo di ingannare
i beneficiari del conto non corrispondono all'apparente titolare della mail

chiunque scrive un messaggio del genere genuino non usa l'email di altre persone o se l'usa ne scrive i motivi né usa nomi commerciali di aziende

trovami un caso di reale di aiuto che abbia violato queste due regole e io ti ammetterò il mio errore in ginocchio sui ceci e ti darò ragione :-)

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

dimenticavo una cosa cara economa

il volume di "fuoco", cioè di invio di e-mail, è evidentemente industriale (no catena di Sant'Antonio o passaparola) e questa è un'altra caratteristica mai riscontrata nelle e-mail genuine

Daniele A. Gewurz ha detto...

Frugando nelle mail classificate come spam, ho visto che è arrivata anche a me, addirittura in due copie (una delle 16.26 e una delle 18.12).

Una cosa blandamente curiosa è che la seconda volta l'unica differenza sembra che sia che, pur avendo lo stesso subject "Beneficenza Tiscali", non c'è all'inizio il logo della Tiscali e al suo posto compare la frase "Mi scuso per il titolo dell'inserzione ma avevo necessità di attirare la Vostra attenzione" ("inserzione"?), come se il mittente ammettesse di aver abusato della menzione della Tiscali.

Domenico_T ha detto...

Prevedo bufala e, in tal caso, credo sia il caso di denunciare il fatto alla Polizia Postale.

Immagino che non siano poche le persone ci cascano e deviano la propria beneficenza verso truffatori piuttosto che persone realmente bisognose.

L'economa domestica ha detto...

@ theDRaKKAr

Eh, lo so, ma il blog non è il mio, è di Paolo, ed anche lui, anche se ci sono Gigabyte di prove, lascia aperto il beneficio del dubbio. Come "ospite" mi attengo a quanto la netiquette prescrive ;)!

souffle ha detto...

@L'economa domestica:
il fatto che abbiano usato la foto di una bambina realmente malata, ma che notoriamente non è quella indicata nell'appello, direi che lascia pochissime speranze d'innocenza. Peraltro non mi sono permesso di dire cosa penso davvero di certa gente né potrei farlo qui proprio per la ragione da te sottolineata. Dico solo che vedo in giro sempre più persone con l'ipertricosi allo stomaco, come quelle che domenica scorsa, alla Manifestazione aerea di Montichiari e con un morto ancora caldo, si sono precipitate a chiedere il rimborso dei 5 Euro (sic!) del biglietto. Mi verrebbe da dire che provo schifo, ma in realtà a prevalere è la paura.

L'economa domestica ha detto...

@ Souffle

No, quella di Montichiari non dovevi dirmela. Alla faccia del rispetto per chi è morto.

Grezzo ha detto...

Bè, se la foto è falsa in quanto corrisponde ad una bambina diversa da quella che la mail millanta di voler aiutare, se le coordinate del conto fanno capo ad una carta prepagata, se Tiscali non ne sa nulla, e se la diffusione del messaggio ha i chiari sintomi dello spamming sfrenato, e se 2+2 fa sempre 4, qui dietro c'è qualcosa che chiamare criminale mi sembra riduttivo. Tra l'altro molte persone diffidano delle associazioni di beneficenza proprio a causa di truffe come questa, con un evidente danno per il sociale.

L'economa domestica ha detto...

Grezzo wrote
Tra l'altro molte persone diffidano delle associazioni di beneficenza proprio a causa di truffe come questa, con un evidente danno per il sociale.

Sì, ma magari mettono la monetina nel salvadanaio dell'associazione di dubbio scopo al bar, invece di impegnarsi in una causa "sicura" mettendoci tempo, impegno e, a volte, parecchio denaro (ho visto cose in questo campo...).

souffle ha detto...

@L'economa domestica: e invece te l'ho detto. Alla biglietteria c'era la calca e parecchi erano pure incavolati perché quel poveretto, avendo avuto il cattivo gusto di andare a morire proprio lì (per non parlare del ferito grave), aveva fatto saltare il resto della manifestazione.

xoinas ha detto...

il destinatario apparente del messaggio è identico al mittente, cosa decisamente anomala

Una domanda: perchè questo è indice di spam? E' forse la cosa più innocente che c'è in tutta la mail: quando mando una "catena" (es: per avvisare del cambio di cell, invitare al battesimo di mia figlia, etc) metto tutti in Ccn e la mia mail in A, giusto per non lasciare il campo vuoto...

Per il resto nonostante approvi la prudenza di Economia Domestica, sono più vicino a DRaKKaR...

Grezzo ha detto...

OMG, alla faccia del servizio sui TG, dove si evidenziava la solidarietà del pubblico che avrebbe tributato un lungo applauso per il pilota deceduto e che hanno di buon grado accettato la cancellazione della manifestazione. A parte l'ennesima mistificazione televisiva, questa insensibilità di fronte alla morte che vige oggi mi fa paura. Per 5 euro, poi.............................

Alberto Villa ha detto...

se non fossero sufficienti i dubbi scatenati dalla foto e dagli altri particolari, la conferma assoluta mi sembra venire, come dice thedrakkar, dalle modalita' di invio: nessuna catena o passaparola, ma il mittente conosce l'indirizzo di ciascun destinatario
capite da soli che questo non puo' accadere senza uno spider (programma) che scandagli la rete a caccia di indirizzi e-mail

@paolo attivissimo

l'uso di destinatario e mittente uguali nelle e-mail ad ampia diffusione non e' un fatto strano. se mai, e' una cosa a cui molti non sono ancora arrivati: serve per evitare di scrivere in chiaro gli indirizzi (che andranno in bcc) di persone che probabilmente nemmeno si conoscono tra loro... una cortesia che troppi ancora ci fanno mancare, e il motivo per cui spesso riceviamo catene da tredicenni amici di amici di amici ;)

Matz ha detto...

@xzhaion

non è necessario autospedirsi la mail per proteggere la privacy dei propri contatti.

Basta mettere i destinatari in BCC. Aggiungere un destinatario al campo "TO:" è un di più (senza tra l'altro nessuna utilità)

Yari Davoglio | Cronache dal '900 ha detto...

Il CAB è senza dubbio di Cologno Monzese e corrisponde alla filiale di via Volta 1.
Forse non è un caso perché in zona Sesto San Giovanni/Cologno Monzese agiscono da mesi organizzazioni di truffatori, specialmente clonatori di bancomat. (Una banda è stata arrestata un mesetto fa se non erro.)

Lardelly ha detto...

Una domanda da ignorante.

Presumo che ad ogni numero di conto corrente sia associato un nome di persona convalidato da numerosi documenti. Quindi come può uno continuare a farsi versare soldi in modo fraudolento senza essere scoperto?

Paolo Attivissimo ha detto...

Quindi come può uno continuare a farsi versare soldi in modo fraudolento senza essere scoperto?

Il conto è intestato per esempio a un "mulo": una persona sacrificabile che preleva i soldi e li manda ai suoi boss tramite Western Union e simili, tenendosi una percentuale. Le autorità beccano quella persona, che nel peggiore dei casi di fa qualche tempo in galera ma di solito non arriva neanche al processo perché se ne va all'estero.

Oppure l'intestatario del conto è uno degli ingenui che abbocca alle offerte di lavoro facile e redditizio come "manager finanziario", che si può svolgere da casa se si ha Internet e un conto corrente. L'ingenuo riceve sul proprio conto dei soldi veri e crede che tutto sia a posto, si trattiene la commissione e li inoltra sempre via WU ai suoi capi all'estero. Poi salta fuori che i soldi sono rubati (con trucchi di questo tipo) e lui viene accusato di ricettazione, intanto che i suoi capi vivono impunemente.

Nobile ha detto...

@Matz

Mettere un nome nel campo TO: serve a non finire nei filtri antispam, visto che un messaggio senza destinatari è spesso considerato "sospetto". La scelta più logica è mettere lo stesso del mittente, che tutti conoscono, però spesso anche questo può attivare i filtri. Io metto un secondo indirizzo personale o, quando possibile, quello di mia moglie.

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

Quindi come può uno continuare a farsi versare soldi in modo fraudolento senza essere scoperto?

infine, la terza ipotesi, che Paolo ha omesso, è che i dati con cui è stato aperto il conto sono falsi

voglio dire, rendetevi conto che i cinesi che vanno via dall'Italia cedono i proprio documenti italiani ad altri cinesi...

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

@Nobile

beh un antispam che mi cassa un messaggio solo perché il campo To: è omesso non mi sembra un granché né mi sembra giusto preoccuparsi che blocchi le proprie mail

ricordo una vola che una azienda cassava come spam le mail di un'altra azienda dove lavoravo: io più di avvertire che il loro filtro dava i numeri non potevo fare.. Cosa che i dirigenti hanno capito benissimo e hanno riferito la cosa ai dirigenti dell'altra sponda, i quali sono andati a chiedere spiegazioni ai loro tecnici..

La responsabilità della corretta funzionalità di chi si dota di un filtro antispam cade solo su di lui. Altrimenti equivarrebbe ad arrestare centinaia di persone solo perché sono vestite come un rapinatore: un metodo forse di una certa efficacia, ma un tantinello elementare..

Ovviamente è la mia opinione di semplice perito informatico.

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

e scusate l'italiano da materna :-P

Matz ha detto...

Concordo con TheDrakkar: filtrare lo spam sulla base del recipient è una cavolata ed è un tipo di filtro che gli spammers (quelli veri) riescono ad aggirare facilmente.

Nobile ha detto...

@Matz e @Drakkar

Vi quoto, ma ho imaparato a non sottovalutare il genio di certi sysadmin e soprattutto le scelte commerciali oculate di certe aziende per l'IT. Non vi dico che prodezze riesce a compiere il filtro della mia: una era quella di "junkarmi" gli e-mail senza destinatario (e far passare ben altro). Nel dubbio... E poi non è che mandi messaggi broadcast ogni minuto, in genere sono inviti, ringraziamenti etc.
Mo' basta, però, che l'OT è già tra noi. :-)

Unknown ha detto...

davvero vergognoso

alucard.roberta ha detto...

scusate ma tra le altre cose, questo tipo di spese mediche nn dovrebbe coprirle lo stato italiano? anche se io decido di farmi operare in Francia lo stato italiano dovrebbe garantire la copertura medica... è compreso nel pacchetto comunità europea... se nn ricordo male Provenzano, o qualche altro boss mafioso, riuscì a farsi pagare dallo stato italiano l'intervento di chirurgia estetica fatto in Francia...

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

@roberta

dipende dal trattamento

alucard.roberta ha detto...

@ theDRaKKaR
lo so, ma credo che questo tipo di operazione dovrebbe rientrare in quelle coperte dallo stato... nn lavoro nell'ambito nella sanità per cui nn ho info più precise ma dubito che un intervento salvavita nn venga pagato dallo stato, perlomeno finchè riamaniamo in ambito europeo...

psionic ha detto...

Davvero interessante... ho appena ricevuto l'email sul mio account di libero, identica a quella qui segnalata, tranne per il fatto che l'iban e i nomi degli intestatari sono cancellati.

Mi domando se e' una nuova versione (ma che senso avrebbe? senza riferimenti l'email diventa assolutamente inutile) o se e' una modifica operata dal provider (ma avrebbe ancora meno senso... perche' non bloccare direttamente il messaggio? Cos'e', mi modifica i messaggi a suo piacimento?!?)

Qualche idea?

Rodri ha detto...

@Psionic

Wow, interessante sta cosa. E per le donazioni cos'è previsto? Quale canale han scelto per farsi mandare i soldi?

Christian ha detto...

Qualcuno avrà fatto copia e incolla, dimenticandosi di selezionare le ultime righe...

Unknown ha detto...

Mi sono sempre chiesto chi ci guadagna da queste bufale.

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

@roberta

tieni presente che alcune malattie putroppo sono incurabili o parzialmente curabili e molta gente, comprensibilmente disperata, abbocca all'amo di sedicenti sperimentatori che propinano terapie dubbie come cure salvavita (ci sono stati casi in passato reali di famiglie che hanno chiesto in giro fondi per andare a fare terapie di questo tipo)

e ovviamente e giustamente queste cure non sono rimborsate dal SSN

psionic ha detto...

No no, nessun copia incolla, l'email e' identica in tutto e per tutto a quella segnalata da Paolo: stesso "destinatario" stesso mittente come "Beneficenza Tiscali".

Pero' dopo le due righe mancanti c'e' un "grazie per la vostra attenzione" che non figura nella foto del post. In ogni caso, non sembra un copia-incolla fatto da un amico, ecco.

Comunque noto ora che il mittente apparente e' diverso:

"Beneficenza Tiscali" - info@studiolandella.it

psionic ha detto...

Allora (scusate il flooding):

Il client online di libero mi nascondeva il riquadro con l'IBAN, gli intestatari e il nome della banca. Invece scaricando l'email col mio client di posta si vede tutto, ed e' tutto identico a parte il mittente che e' il gia' citato "info@studiolandella.it". E, guardando il codice sorgente dell'email, questo e' anche il destinatario dietro il "nome" "vinicio.ballini@fastwebnet.it" (e anche questo e' differente dall'email citata da Paolo).

www.studiolandella.it Sembra un sito in allestimento, o in ogni caso un sito di test.

Nobile ha detto...

Mi sa che il bot che spamma 'sta roba (perché di spam si tratta, suvvia) ha "catturato" l'indirizzo dello studio che campeggia su di una webpage del sito.

Se poi si fa una ricerca sull'altra e-mail si scopre che il signor Ballini ha lasciato il proprio indirizzo su di un newsgroup, quindi è possibile che gli sia toccata pari sorte.

blackzun ha detto...

mi limito a commentare il fatto scritto nell'intervento: che schifo.

Rodri ha detto...

Potrebbe sentire a qualcosa avvisare la banca? O qualche organo bancario preposto a curare cose del genere?

Chiedo, perché non so come girano le cose in Italia, il sistema bancario è profondamente diverso da quello che conosco io.

Emanuele Ciriachi ha detto...

Ci manca solo che chiedano di inviargli i soldi in Nigeria tramite Western Union.

E il bello è che non possono denunciare l'intestatario di quella carta, che può sempre dire di essere "vittima" casuale della truffa.
Però chiudere il conto o cambiare il numero magari si potrebbe.

Lanf ha detto...

Potrebbe sentire a qualcosa avvisare la banca? O qualche organo bancario preposto a curare cose del genere?

Già fatto, la persona che ho avvertito mi ha detto che aveva già avuto notizia di questa cosa, ma non da questo blog.

Lanf

Andrzej Wilk ha detto...

ri-ricevuta oggi (dopo le due di ieri), questa volta da un indirizzo diverso (tommy at federlab.net)
Evidentemente i vari spam killer avevano messo in blacklist il precedente indirizzo.

Caty ha detto...

Io ho ricevuto la stessa identica e-mail ma da questo indirizzo:

tommy@federlab.net

ercolinux ha detto...

Mi sa che è truffa al 100%: anche a me è arrivata con mittente diverso (tommy at federlab punto net)

Nicholas ha detto...

Ricevuta con mittente Tiscali Beneficenza tommy@federlab.net

Marcello ha detto...

Oggi è tornata, ha scansato lo spam manager di google e ha come mittente tommy at federlab.net

Guadagna ha detto...

confermo anchio, me ne sono arrivate un bel po da i vari indirizzi email da voi citati

Unknown ha detto...

a me la stessa email è già arrivata 5 o 6 volte nel giro di 2 giorni!!

Sypher ha detto...

Truffa abbastanza certa.
L'header di "Tiscali beneficenza online" è scritto con un FONT (carattere) differente, tra "Tiscali" e "Beneficenza online".

Tra l'altro l'header riporta anche una cuoriosa "macchia verde" in alto, che se andate a confrontare, si nota che era la scritta "MOBILE" che è stata coperta con uno sfondo bianco, per metterci dentro "Beneficenza online".

Qui i link all'immagine originale:
http://mobile.tiscali.it/img/logo/mobile.gif

Qui invece il link all'immagine falsa
http://i27.tinypic.com/2sal7hh.jpg

confrontatele!

Domenico_T ha detto...

Ottima osservazione Sypher ;)

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

madonna Sypher, è un tarocco fatto malissimo e qua tutti a cianciare senza accorgersene :-)

bravo (e bestie noi)

psionic ha detto...

Ricevuto ancora con il nuovo indirizzo... direi che ormai non c'è più alcun dubbio sulla natura truffaldina dell'appello.

Mi domando in ogni caso come si possa pensare di passarla liscia in questi casi... insomma, ci sono delle coordinate bancare... passino i nomi e i mittenti apparenti che possono essere persone del tutto ignare... ma il conto in banca dev'essere in qualche modo collegato a chi dirama l'appello, altrimenti il tutto non ha senso.

A meno che (ed è tristemente possibile) non ci sia qualcuno che cerchi di incastrare la persona intestataria di quel conto

Willy ha detto...

A me non è arrivata, nonostante gli svariati account di posta che ho (però non ho controllato tutte le cartelle di spam) :P

aleks.falcone ha detto...

Ho dubitato della prima mail, ancora di più dopo aver dato un'occhiata agli header. Quando è arrivata la seconda, uguale all'altra, sono caduti quasi tutti i dubbi.

Qui trovo alcuni dettagli in più di quelli che avevo già raccolto. Questo caso è ben oltre i limiti sia del codice penale che di quello morale.

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

non so perché, ma sento che agili ditini si agitano su tastiere in locali con luci al neon, calendari coi cordoni e foto di Napolitano.. sì sì è come se li avessi davanti in questo momento ;-)

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

da quando è uscita questa mail, intendo :-D

Daniel ha detto...

Confermo tutto quello che è riportato nell'articolo.
L'ho ricevuta anch'io. Analizzando l'elemento o aprendo la foto in un'altra scheda si vede che è una foto giacente su TinyPIC. Il mittente Tiscali è falso, perché il server di dominio è federlab.net.
Il giro di rimbalzi email sembra complesso, e la mail non sembra essere passata per server Tiscali ma per server Wind Infostrada.
C'è di più. Il codice IBAN sembra corretto formalmente ma non appartenente a un regolare istituto bancario o di credito in Italia.

Unknown ha detto...

Webnews conferma la smentita di Tiscali:
http://www.webnews.it/news/leggi/11423/tiscali-non-e-beneficenza-ma-spam/

RG

Marco Castellani ha detto...

l'avevo ricevuta anch'io due giorni fa. Grazie Paolo, meno male che ho trovato il tuo blog ;)

Giampi ha detto...

sono andato alla polizia postale con chiavetta usb con mail, link al sito inglese, link al profilo su feceboock che ha vinicio ballini dal quale gli ho scritto chiedendogli se fosse proprio lui lo spammatore e mi ha risposta con la stessa mail di spam con l'aggiunta dove scrive che si scusa ma che ha la necessità di raggiungere quante più persone possibili (per ragrannellare soldi "e salvare la bimba").
Beh alla polizia postale mi hanno detto che non ci possono fare nulla (nonostante il logo tiscali, il link inglese e lo spam).
Secondo me se vogliono possono farci qualcosa eccome, e poi non dicono sempre di fare i bravi cittadini? sapete cosa vi dico? se non fanno neinte mi metto anche io a fare queste mail vergognose, si guadagna solamente!!!! (scherzo)

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

@giampi

non credere che un tizio con un nome su un profilo Facebook sia la persona che dice di essere...

come abbiamo già detto, la modalità di invio della mail è professionale, non può essere un privato

stai tranquillo

Giampi ha detto...

Io credevo che fare un profilo falso su tale social network non fosse possible, comunque sia il tizio in questione è rintracciabilissimo, ha lasciato una marea di tracce in giro per la rete ed è proprio chi risponde al profilo creato su facebook. E' un amante di fotocamere nikon, etc. Mi ha risposto subito, questo ed altri grossolani errori nello spam che avete anche voi evidenziato mi fa anche credere che non sia così professionale, che abbia invece solo avuto accesso a liste di indirizzi.
In ogni caso varrebbe la pena indagare in questo facile caso, gente davanti al pc (e davanti alla macchinetta del caffè) alla polizia postale ne ho vista molta.

theDRaKKaR the bloody homeopath ha detto...

@giampi

punto 1: in internet chiunque può prendere l'identità di chiunque

punto 2: uno spamming come quello in oggetto non è accessibile ad un utente qualsiasi: il "volume di fuoco" è troppo grande, è notevole, oserei dire (parlo della quantità di e-mail inviate)

per arrivare ad un tale volume servono soprattutto due cose a livelli fuori dal comune: larghezza di banda e tempi di elaborazione

mi spiego meglio: se devo attuare una "campagna promozionale" su volumi simili devo dedicare una connessione a larga banda e almeno un buon server a fare solo questo: in pratica il server deve interrogare in continuazione i server di posta in giro per il mondo per provare in continuazione a mandare e-mail ad indirizzi creati artificialmente (da 00000000000 a zzzzzzzzzzz per esempio)

sono tecniche di spamming a forza bruta che non possono essere accessibili a dotazioni standard: sai che per fare tali spedizioni di e-mail automaticamente si necessita, oltre che della banda, di potenza di calcolo?

certo niente di superstratosferico-NASA, ma sicuramente non si può fare agevolmente da un PC e una ADSL.. o lo si può fare, ma in tempi molto lunghi

per questo tendo a escludere una persona genuina

chi è in grado di mettere su uno spam del genere è in grado di mettere su una truffa ben congegnata, comprensiva, oltre che di carta bancara con codice IBAN, di fasulli profili social-network

niente di mai visto, tra l'altro...

Unknown ha detto...

Sono stato curato per un linfoma di Hodgkinn a Parigi nel periodo 1978-1980 con intervento alla milza, chemioterapia e radioterapia: assolutamente GRATIS da parte della mutua italiana in accordo con quella francese. Le uniche spese sono state l'albergo per mia madre che mi accompagnava e dei farmaci da prendere a casa e successivamente rimborsati.
Secondo me e' una delle peggiori truffe online esistenti