Cerca nel blog

2009/11/27

Google, nuova interfaccia (semi)nascosta

Vi sentite fortunati? Provate la nuova interfaccia "segreta" di Google


Da alcuni giorni Google sta sperimentando un restyling della propria schermata principale presso un numero ristretto di utenti. Il nuovo aspetto dovrebbe entrare in funzione per tutti gli utenti all'inizio dell'anno prossimo: è più vivace, pulito e organizzato.

Le opzioni di ricerca sono in una colonna a sinistra e l'area "Tutti i risultati" che serviva per commutare fra i vari tipi di ricerca (per immagini, per notizie, per mappe eccetera) viene accorpata in una serie di schede. Le opzioni di ricerca disponibili cambiano inoltre in base al tipo di ricerca (nei video si possono selezionare i risultati in base alla durata o alla qualità, per esempio). C'è una sezione See also (vedi anche) che suggerisce altri termini di ricerca correlati, e molte altre novità, tutte mirate a sfruttare meglio lo schermo e a fornire risultati sempre più mirati e utili.

Se volete provare anche voi in anteprima l'interfaccia sperimentale di Google, ecco come fare.

  • Assicuratevi di sapere come raggiungere la gestione dei cookie nel vostro browser, altrimenti non potrete tornare indietro all'interfaccia standard.
  • Nel vostro browser (uno qualsiasi dovrebbe andar bene; io ho provato con Safari, Camino e con Firefox su Mac), andate a http://www.google.com/ncr: questo vi porta a Google americano.
  • La porzione "/ncr" dell'indirizzo sparisce: va bene così.
  • Copiate e incollate (su una singola riga) quanto segue nella casella dell'indirizzo del browser, senza anteporre http:// o altro:
    javascript:void(document.cookie="PREF=ID=20b6e4c2f44943bb:
    U=4bf292d46faad806:TM=1249677602:LM=1257919388:
    S=odm0Ys-53ZueXfZG;path=/;domain=.google.com");
  • Premete Invio e ricaricate la pagina (il comando varia a seconda del browser).
  • Andate di nuovo a http://www.google.com/ncr. Ta-da!

Questa è l'interfaccia standard di Google in inglese USA:


E questo è quello che dovreste avere sullo schermo dopo aver eseguito le istruzioni:


Le differenze diventano vistose e soprattutto utili se cercate qualcosa: la nuova interfaccia ha una barra laterale che mostra subito le opzioni di affinamento della ricerca (disponibili invece in quella corrente soltanto cliccando sul pulsante apposito, e meno interattive) e la testata è stata ridotta in altezza per dare più spazio ai risultati. La serie di cambiamenti è più facile da provare che da descrivere.



Prima che mi chiediate quali cose strane vado a cercare, scoprite anche voi la storia straordinaria di Aimee Mullins e di come ha saputo gestire quello che per altri sarebbe un handicap micidiale e l'ha trasformato in un vantaggio. Non credo che ve ne pentirete.

Giocate un po' con le nuove modalità offerte dall'interfaccia sperimentale di Google: se volete tornare all'aspetto standard, non dovete fare altro che andare nella sezione di gestione dei cookie del vostro browser e cancellare il cookie di Google che contiene PREF ID=20b6e4c2f44943bb. Non occorre riavviare il browser: basta ricaricare la pagina di Google.

24 commenti:

AlbySpace ha detto...

Fantastico! Era una funzione che aspettavo da tempo.
E se l'ha immaginata un villico come me vuol dire che probabilmente era naturale che si evolvesse su questa strada :)

Luciano ha detto...

Non so perché, ma io ce l'ho già in versione italiana :)

Confermo che è comoda.

L'economa domestica ha detto...

Io mi dovrò abituare, putroppo per la mia visione la barra laterale è un problema.
E W il centro protesi INAIL di Budrio!

AD Blues ha detto...

Su Safari per Mac nessun problema ma apparentemente non mi funziona su Firefox sempre per Mac

---Alex

george_glootey ha detto...

quoto Luciano

Ho Firefox 3.5.5 e vedo le stesse funzioni.

ciao

Grezzo ha detto...

Comodissima... ma la Mullins on vi sembra Simona Ventura con qualche anno in meno?

pmaxim ha detto...

In effetti esiste anche per la versione italiana senza bisogno di copia/incolla: basta effettuare una ricerca avanzata...
bye
pmaxim

Giovanni ha detto...

Bel giochetto geek, però preferisco ancora l'interfaccia classica, dopotutto le funzioni sono a un click di distanza e in più c'è quell'effetto fade nella home che è da il primo impatto ultraminimalista che mi piace tanto :)

Giako ha detto...

non è uguale a questa?
http://tinyurl.com/yjcwk7y

nicola ha detto...

Con opera 10.10 non si vede bene la stringa da mettere per ricevere il cookie (si ferma a S=od) e anche usando la stringa corretta presa da firefox il nuovo google continua a non vedersi, nonostante prenda correttamente il cookie.

Vedo il nuovo google, con opera, con il link di Geko, commento @#9.

Con firefox tutto ok.
Consiglio: impostate il vostro browser in modo tale che cancelli i cookies quando lo chiudete. E' cosa sana e giusta. :-)

Dan ha detto...

Me la ricordo, avevano fatto un bell'articolo nel secondo numero di Wired italiano. E' la prima donna che ha altrettante gambe quante scarpe! Comunque ammirevole come ha saputo reagire e diventare addirittura modella, la professione che uno meno si aspetterebbe da una ragazza cui hanno amputato le gambe.

Gianluigi Filippelli ha detto...

Non è successo niente...
Almeno con Firefox su Ubuntu.

Forse dovrei aggiornare Forefox...

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

mmm...sì, non male, ma non mi piace la sgargianza dei colori del logo e dei bottoni, preferisco quelli attuali :)

Replicante Cattivo ha detto...

Ho provato, però non mi piaceva perchè mi dava risultati esclusivamente in inglese.
Allora ho rimesso la lingua di google su "italiano" e automaticamente è tornata alla versione vecchia.
Però ho notato che ora, sotto l'intestazione di google, compare la scritta "mostra opzioni" che fa apparire la colonna da te citata, anche se con una grafica un po' diversa.

Ora mi chiedo: c'è sempre stata questa opzione oppure è stato il tuo procedimento ad averla attivata? In ogni caso ora almeno è tutto in italiano :)

Turz ha detto...

@Paolo Attivissimo:
Copiate e incollate (su una singola riga) quanto segue nella casella dell'indirizzo del browser, senza anteporre http:// o altro:

Visto che hai specificato "su singola riga", potresti mettere il link su più righe? Non solo per il mio schermo, che non ha abbastanza pollici per leggerla fino in fondo, ma anche per altri che dovessero avere lo stesso problema e non fossero in grado di escogitare trucchi turziani (che al momento non ho il tempo di sciorinare) per far funzionare tutto ugualmente.

E questo è quello che dovreste avere sullo schermo dopo aver eseguito le istruzioni:

A me non appare l'indirizzo di Paolo Attivissimo in alto a destra. È grave? :-P

Paolo Attivissimo ha detto...

Turz,

va meglio adesso spezzato su più righe?

Verzasoft ha detto...

@economa: intendi dire che ti manca il sinistro? protesta! fattela mettere a destra! :)

@grezzo: ma neanche lontanamente.....

jekron ha detto...

Provato! Non mi pare che abbiamo fatto sto grande sforzo... D'altronde, e scusate il paragone irriverente, anche la tazza del gabinetto è nata così e così è rimasta...

Thomas Morton ha detto...

La storia dell Mullins è bella, ma purtroppo non generalizzabile. Prima di tutte quel genere di protesi costa un'enormità, quindi non è semplicemente questione di "farcela" a superare gli ostacoli, ma anche di averne i mezzi. Poi mi sembra che la sua amputazione sia sotto il ginocchio, anche se di poco, il che rende tutto molto più facile (nemmeno Pistorius potrebbe correre, con un ginocchio artificiale).

L'economa domestica ha detto...

@ Verzasoft: no, no, ringraziando il cielo li ho tutti e due, è che litigano continuamente :(

@ Thomas Morton: effettivamente il punto di innesto di una protesi è fondamentale. Ho amici che hanno avuto lesioni con l'impugnatura delle stampelle, figuriamoci cosa possa succedere con una protesi.

Andrea ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Andrea ha detto...

Ho avuto l'occasione di vedere Cremaster 3, e tra l'altro anche lo spezzone con la Mullins in mise da gheparda con i suoi arti prostetici...è decisamente d'impatto, e si rimane un pò shockati...non che il resto del lungometraggio sia da meno. Sarà, ma questi lungometraggi "estetici" fatico a comprenderli, e quindi ad apprezzarli :-)

Turz ha detto...

Turz,

va meglio adesso spezzato su più righe?


Perfetto! Grazie Paolo!

Luigi Napoli ha detto...

a me con Opera su windows xp non succede nulla