Cerca nel blog

2009/11/17

Antibufala sull’influenza suina, mi date una mano?

Powerpoint sulla suina, serve un'indagine di gruppo


L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Sta circolando una presentazione PowerPoint, denominata solitamente L'affare dell'influenza A.pps, che propone una serie interminabile di affermazioni riguardanti l'influenza suina e gli oscuri complotti delle case farmaceutiche per guadagnarci.

Visto appunto il numero di affermazioni, tutte rigorosamente prive di fonti, non posso fare l'intero lavoro di verifica da solo. Mi date una mano? Io comincio a riportarne qui il testo, suddiviso in singole asserzioni, con le prime verifiche che ho fatto.

Il file è una traduzione italiana di un originale spagnolo: lo si nota dalle diciture in alcuni elementi grafici (come quello mostrato qui sopra) e dalla presenza del titolo El negocio de la gripe A nelle proprietà del file. Come indicato nei commenti (grazie Michele), il testo originale circola da tempo con l'attribuzione al "Dr. Carlos Alberto Morales Paità" (o Paitan) del "Children's Hospital" o "Hospital del Niño" di Lima, ma non è chiaro se sia davvero stato scritto da lui. Con quello stesso nome ci sono un account su Slideshare, un blog e un canale Youtube; altri siti hanno pubblicato il suo numero di telefono e altri dati. Altre informazioni su Paitàn sono nel sito del collegio medico peruviano, ma non c'è conferma che sia l'autore del testo citato nella presentazione.

Per risolvere la malaria basta una zanzariera


L’affare dell’influenza A

PANDEMIA DEL GUADAGNO

Quali interessi economici si muovono dietro l’influenza suina (influenza A)?

MALARIA

Nel mondo ogni anno muoiono due milioni di persone vittime della malaria che si potrebbe prevenire con una zanzariera.

E i notiziari non dicono nulla di questo.

I dati dell'Organizzazione Mondiale per la Sanità (OMS) parlano di "quasi un milione di morti", non due ("Every year, this leads to about 250 million malaria cases and nearly one million deaths."), ma non cavilliamo: sono comunque troppi.

L'appello sbaglia quando fa credere che basti una zanzariera comune per prevenire la malaria: l'OMS sostiene che ci vogliono quelle trattate con insetticidi a lunga durata e che occorre anche l'irrorazione interna delle abitazioni con insetticidi che persistono nel tempo. Quello che dura di più è il DDT. Una scelta di Sophie: morire di malaria o morire di DDT? Questioni che la presentazione, semplicisticamente, non considera.

Diarrea curabile con un siero


DIARREA

Nel mondo ogni anno muoiono due milioni di bambini e bambine di diarrea, che si potrebbe curare con un siero orale da 25 centesimi.

E i notiziari non dicono nulla di questo.

Il numero di morti sembra grosso modo confermato dai dati OMS, che però indicano che la diarrea non si cura semplicemente con un siero orale (la cui natura non viene precisata dalla presentazione), ma anche con interventi ben più complessi: soprattutto la disponibilità di acqua pulita, l'igiene personale e la corretta conservazione degli alimenti.

Dieci milioni di morti l'anno per morbillo e polmonite


Morbillo, polmonite, malattie curabili con vaccini a basso costo, provocano la morte di dieci milioni di persone nel mondo ogni anno.

E i notiziari non ne danno notizia …

Questi dati OMS riferiti al 2007 parlano di 197.000 morti per morbillo in tutto il mondo. Questi altri dati OMS indicano 1,8 milioni di bambini morti per polmonite ogni anno. Non ho trovato per ora dati che includano gli adulti.

L'aviaria ha fatto solo 250 morti in 10 anni


Però anni fa, quando è apparsa la famosa influenza aviaria…

… i notiziari mondiali sono stati inondati di notizie… fiumi di inchiostro, segnali di allarme…

Una epidemia, la più pericolosa di tutte!... Una pandemia!

Si parlava solo della terrificante malattia dei polli.

E comunque, l’influenza aviaria ha provocato solo la morte di 250 persone in tutto il mondo. 250 morti in 10 anni, che fa una media di 25 vittime all’anno. La comune influenza uccide mezzo milione di persone ogni anno nel mondo.

Mezzo milione contro 25.

Secondo i dati OMS, i casi confermati da esami di laboratorio di decesso per influenza A/H5N1 segnalati all'OMS dal 2003 al 24 settembre 2009 sono 262.

Inoltre l'agitazione intorno all'aviaria non era dovuta al numero di morti, ma alla sua letalità (262 morti su 442 malati, quasi 6 su 10, secondo gli stessi dati OMS) e al rischio che diventasse trasmissibile da persona a persona, senza l'intermediario animale.

Aviaria, scalpore per far arricchire la Roche


Un momento, un momento !!!
Allora, perché suscitò tanto scalpore l’influenza dei polli?

Perché dietro quei polli c’è un “gallo”, un gallo con un grande sperone.

La ditta farmaceutica internazionale Roche col suo famoso Tamiflú ha venduto milioni di dosi ai paesi asiatici.

Benché il Tamiflú fosse di dubbia efficacia, il governo britannico compró 14 milioni di dosi per la prevenzione della sua popolazione.

Con l’influenza dei polli, Roche e Relenza, le due grandi case farmaceutiche che vendono gli antivirali, ottennero migliaia di milioni di dollari di guadagno.

Tutti questi dati sono da verificare, ma già emerge un errore molto grossolano: Relenza non è una casa farmaceutica, né grande né piccola. È il nome commerciale di un farmaco, lo zanamavir, venduto dalla GlaxoSmithKline.


Dichiarazioni di un "esecutivo" della Roche


Prima con i polli e adesso con i maiali.

Sí!!!!, ora è cominciata la psicosi de
L’influenza suina (influenza A).

E tutte le notizie del mondo
parlano solo di questo…
Però non si dice niente della crisi economica né dei disoccupati nel mondo, né dei conflitti armati…

… solo l’influenza suina, l’influenza dei maiali…

E mi domando: se dietro i polli c’era un “gallo”… dietro i maiali… non ci sarà un “gran maiale”?


Guardiamo quello che dice un esecutivo
dei laboratori Roche…

ROCHE –R-: A noi preoccupa molto questa epidemia, tanto dolore… perciò, mettiamo in vendita il miracoloso Tamiflú.

GIORNALISTA –P-: E a quanto venderete il “miracoloso ” Tamiflú?

–R-: Bene, vediamo… 50 dollari la scatola.

–P-: 50 dollari una scatola di pasticche?

–R-: Capisce, signora, che… i miracoli si
pagano cari.

–P-: Quello che capisco è che queste
imprese avranno una buon incasso dal
dolore altrui…

Non vengono indicati nomi o fonti. Chi è questo "esecutivo"? Chi è il giornalista? Niente.


Roche rifiuta di concedere la produzione ad altri, subisce supermulte


Benché Roche riconosce di non avere la capacità per soddisfare la domanda mondiale di questa medicina, rifiuta di permettere che le ditte specializzate nel generico producano il farmaco. I guadagni per Roche promettono di essere astronomici.

Ancora una volta, affermazioni prive di qualunque fonte, che andrebbero verificate.

Questa ditta ha una storia nera in materia di responsabilità sociale. Fin dagli anni sessanta è stata coinvolta in scandali di superfatturazione, manipolazione dei prezzi e concorrenza sleale. Sette anni fa gli Stati Uniti e l’Unione Europea le imposero una multa di 500 milioni di dollari. Più recentemente Roche ha bloccato gli sforzi del Sudafrica per produrre una versione a basso costo dei suoi farmaci anti-HIV, minacciando di far causa a quel governo se avesse invaso la sua licenza.

La multa da 500 milioni di dollari, a cui si aggiunge quella della Commissione Europea di 462 milioni di euro, è documentata (Quackwatch.org cita la dichiarazione dell'Attorney General Joel Kline, del Dipartimento di Giustizia statunitense). La presentazione non dice che la multa si riferisce alla formazione di un cartello insieme ad altre ditte (BASF, per esempio) per alzare i prezzi delle vitamine vendute in pillole o aggiunte agli alimenti. La multa UE, che parla di collusione di ben 13 società farmaceutiche, è documentata da The Observer (Blowing the Final Whistle, 25 novembre 2001).

Lo stesso articolo dell'Observer cita qualche dato sugli scandali degli anni Sessanta: Stanley Adams passò documenti alla CEE (l'UE di allora) che mostravano lo stesso cartello dei prezzi e per questo fu arrestato come spia industriale dalle autorità svizzere. Fu detenuto per sei mesi e l'episodio spinse al suicidio la moglie.

Rumsfeld principale azionista della Gilead, che ha brevettato il Tamiflu


La ditta nordamericana Gilead Sciences ha il brevetto del Tamiflú. Il principale azionista di questa ditta è niente di meno che un personaggio sinistro, Donald Rumsfeld, segretario della difesa del tanto male considerato George Bush, artefice della guerra contro l’Irak…

La Gilead Sciences è effettivamente titolare del brevetto sul Tamiflu (oseltamivir), il numero 5763483, che scade nel 2016 (fonte: WIPO, World Intellectual Property Organization). Nel 1996 la Gilead ha concesso alla Roche i diritti esclusivi sul brevetto.

Donald Rumsfeld non è il principale azionista della Gilead: non risulta neppure fra i primi venti, secondo dati di MorningStar.com. È stato membro del suo consiglio d'amministrazione dal 1988 fino al 1997, quando è stato nominato presidente (fonte: comunicato stampa Gilead), e si è dimesso da questa carica nel 2001 quando è stato nominato Segretario della Difesa nel primo governo Bush. Detiene quote azionarie della Gilead stimate fra i 5 e i 25 milioni di dollari (CNN, 2005).

Il Tamiflu non è approvato e ha ucciso 14 bambini, è vietato in Giappone


Gli azionisti delle case farmaceutiche Roche e Relenza stanno fregandosi le mani, sono felici per le loro vendite nuovamente milionarie con il dubbio Tamiflú. La vera pandemia è il lucro, gli enormi guadagni di questi mercenari della salute.
Perché dubbio?

Serie indagini fanno notare che il TAMIFLU (farmaco che dicono curi l’influenza) comunque non ha ricevuto l’approvazione del miglior laboratorio di indagini dell’EEUU perché ha effetti collaterali e seri disturbi, specialmente nei bambini (provoca: convulsioni, delirio o allucinazioni, problemi neuropsichiatrici e infezioni cerebrali). In Giappone provocò la morte di 14 bambini e fu proibito.

Non viene indicata alcuna fonte di queste "serie indagini" e non viene indicato quale sia il "miglior laboratorio dell'EEUU" (sigla che forse sta per "Estados Unidos", ossia "Stati Uniti", visto che l'originale era in spagnolo e la traduzione italiana è dilettantesca).

Non ho trovato indicazioni di un divieto totale in Giappone, ma solo di un divieto all'uso nei pazienti fra 10 e 17 anni perché uno studio indica che è possibile che induca comportamenti deliranti nei giovani (fonte: UPI).

Non ho trovato conferme dei 14 bambini morti per aver preso il Tamiflu. L'unica notizia vagamente simile reperita finora è questa della Reuters del 2007, secondo la quale 15 giovani sono stati feriti o sono morti in incidenti correlati all'assunzione di Tamiflu, che potrebbe aver causato sintomi psichiatrici, per cui il Ministero della Salute giapponese ha ordinato all'importatore di sconsigliare ai medici la somministrazione agli adolescenti (non ai bambini). Ma l'accumulo di dosi per 25 milioni di pazienti non è stato fermato.

Un lettore, Marco, mi segnala che la vicenda "è sufficientemente nota in Giappone (anche se i casi sembrano essere 12 e non 14) ed è saltata fuori intorno al 2005 amplificata dal clamore provocato da una serie di suicidi che avevano coinvolto adolescenti sotto l'effetto del Tamiflù, che sui ragazzi giapponesi sembra sortire lo effetti simili all'LSD" (articolo in giapponese; comunicato della Chugai, società produttrice e distributrice del Tamiflu in Giappone; comunicato del ministero della salute giapponese.


Sperimentazione troppo corta del vaccino, distribuire gratis il Tamiflu


In estate sono stati elencati i primi vaccini contro l’influenza A per essere testati... Hey! Non era che lo sviluppo di un vaccino adeguato richiedeva anni di sperimentazione e prove cliniche?
Non sará che l’influenza suina non è più di un’influenza e che non è pericolosa? Non sará che ...? Continuate voi.

Esisteranno sempre minacce di pandemie di influenza, reali o create, e ci saranno sempre vaccini potenzialmente tossici che sono venduti come soluzione.
Comunque, il fatto è che la normale influenza in questo momento è molto più pericolosa dell’influenza suina e, vi siete occupati da vicino della comune influenza prima che i media cominciassero a parlare dell’influenza A?

Ma è quello che il marketing dell’influenza suina fa distrugge tutto.

-------

L’influenza si cura entro due settimane, idratazione, paracetamolo e riposo (una zuppa calda o un té al limone anche aiutano).

Le persone morte per l’influenza A, come quelle per l’influenza comune, hanno altri fattori di rischio e debilitazione che aggravano il loro stato e ne causano la morte.

-------

Non neghiamo le necessarie misure di precauzione che stanno prendendo gli Stati.

Ma se l’influenza suina è una pandemia così terribile come annunciano i mezzi di comunicazione, se alla OMS preoccupa tanto questa malattia, perché non dichiara che è un problema di salute pubblica mondiale e autorizza la produzione del farmaco generico per combatterla?

-------

L’effetto PANICO. Le foto nelle prime pagine dei giprnali, i marchi di organismi di salute e la pubblicità occulta nelle strade = Paura = Strumenti del marketing per vendere vaccini / antivirali = AFFARE.

-------

Ignorare il brevetto di Roche e Relenza e distribuire il farmaco generico gratuitamente a tutti i paesi, specialmente quelli poveri.

Questa sarebbe la migliore soluzione.

Ma questo non è un AFFARE.

Viene ripetuto l'errore di citare Relenza come se fosse una casa farmaceutica (è invece il nome di un farmaco). Non ha molto senso l'obiezione che "lo sviluppo di un vaccino adeguato richiedeva anni di sperimentazione e prove cliniche", perché i ceppi influenzali mutano stagionalmente e quindi qualunque vaccino antinfluenzale che attendesse anni sarebbe inutile e arriverebbe troppo tardi.

C'è una certa contraddizione nell'affermare che il Tamiflu ha gravi effetti collaterali, tanto da causare la morte di alcuni ragazzi, ma poi proporre di "distribuire il farmaco generico gratuitamente a tutti i paesi, specialmente quelli poveri". Anzi, questa addirittura "sarebbe la migliore soluzione".


Paranoia


Dopo aver detto tutto più chiaramente, ho una riflessione alla quale mi piacerebbe che si aggiungessero più persone:

Alle autorità chiedo per favore che…

--------

Non mi contagiate con la vostra paranoia, furbastri.

L'influenza comune uccide mezzo milione di persone ogni anno nel mondo e nessuno si preoccupa.

-------

MANDA QUESTO MESSAGGIO A TUTTI, COME SE SI TRATTASSE DI UN VACCINO AFFINCHÈ TUTTI CONOSCANO LA REALTA’ DI QUESTA “PANDEMIA”.

A dire il vero, la paranoia sembra provenire più da questo messaggio e dai media sensazionalisti che dalle autorità.

Come antidoto a questa pioggia di affermazioni sbagliate o prive di conferme, provenienti da un autore ignoto, suggerisco un giro sul sito di Medbunker e su Dillinger.it, dove i medici italiani hanno accumulato un congruo dossier su tutte le storie e le dicerie che girano intorno all'influenza suina.

236 commenti:

1 – 200 di 236   Nuovi›   Più recenti»
Rodri ha detto...

Sempre facile sparare in aria.

L'alternativa è non tenere sotto controllo nulla e poi lasciare che i powerpoints denuncino il lassismo delle autorità sanitarie per interessi economici legati al far ammalare il più gran numero di persone...
Per ogni variante possibile c'è uno stupido pronto a scrivere un powerpoint.

C'è davvero troppa gente con troppo tempo libero.

Domenico_T ha detto...

Non entro nel merito delle cifre, che non conosco e nel solito presunto complotto di Big Pharma.

La presentazione però sottolinea un aspetto ampiamente condivisibile: tanto clamore per nulla.

L'influenza A causa meno vittime della "banale" influenza stagionale e lo stesso ministro l'ha definita un'influenza mediatica.
Credo che una buona fetta della responsabilità sia dei media che fanno giornalmente il bollettino di guerra gonfiando il fenomeno dando l'impressione che la popolazione cada come mosche.

Purtroppo credo sia il risultato di quella che io chiamo "moda giornalistica". Quando un argomento viene alla ribalta, se ne parla fino alla nausea e poi cade nel dimenticatoio.

Ricordate il periodo in cui c'erano notizie di stupri a manetta? Ed adesso? Niente, come se non avvenissero più, come se non ci fossero donne vittime e gli stupratori avessero fatto il nodo al batacchio.

Giorni dopo la morte di Cucchi in carcere fu data la notizia di un altro detenuto morto (vado a memoria) per infarto. Esatto, infarto, niente di misterioso e meritevole di indagine come il caso Cucchi. Quanti detenuti muoiono ogni anno in Italia? A pacchi, come anche di non-detenuti. Avete mai sentito la notizia in tv "detenuto x morto di tumore al pancreas"? Io no, ma ora va di moda la morte in carcere.

Per non parlare di tutti i trans in tv come se prima non fossero esistiti.

Bera ha detto...

A proposito di gente con tempo libero, io ne ho pochino ultimamente e non posso aiutare nel "debunking" di questo pps, però volevo cogliere l'occasione per ringraziare chi come Paolo dedica a questo parte del suo tempo e le sue conoscenze. Grazie!

Astarotte ha detto...

Per ogni variante possibile c'è uno stupido pronto a scrivere un powerpoint

Ovviamente è un complotto della Microsoft per convincere tutti ad usare Powerpoint. Una volta le catene di S.Antonio erano testuali, certo rompevano comunque i coglioni, ma almeno non ti intasavano la casella di posta...

Diego ha detto...

Un buon punto di partenza, anche se piuttosto generico, è l'ottimo articolo di Bressanini: http://bressanini-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/2009/11/16/un-vaccino-testato/

AdBatol ha detto...

l' autore del powerpoint fa confusione tra Tamiflu e vaccino. Il Tamiflu non é un vaccino e si prende quando giá si ha contratto l' influenza per alleviare i sintomi. Il vaccino non lo produce la Roche, come spiega questo documento del European Centre for Disease Prevention and Control (domanda n. 8)
http://ecdc.europa.eu/en/healthtopics/Documents/0906_Influenza_AH1N1_FAQ.pdf

Hanmar ha detto...

@Diego:

Grazie del link, me lo sono salvato tutto.

Saluti
Michele

Alessandro ha detto...

quoto in pieno Domenico_T!

Giuliano ha detto...

PER FORTUNA CRIBBIO!

"L'aviaria ha fatto solo 250 morti in 10 anni"

A parte il fatto che non sono 10 anni ma sono 6 (dal 2003 al 2009 - fonte) è vero l'influenza aviaria ha fatto 262 vittime ma ne ha contagiate 442! 262/442*100 = 59% di mortalità! Se non è una malattia pericolosa questa non so cosa lo sia

Per la diarrea

But there's a troubling catch to this truly remarkable scientific advance: a cost of almost $190 for a series of 3 oral doses - which makes it one of the most expensive vaccines sold.

fonte

Non esiste un solo tipo di polmonite, non sono un medico ma per quanto ne so l'unico vaccino contro una polmonite (guarda un po') è quello contro l'influenza.

Il pericolo dell'influenza è la capacità di ricombinazione tra virus diversi. L'aviaria col suo 59% di mortalità con la suina con la sua velocità di diffusione ricombinati insieme... non voglio nemmeno pensarci. Il vaccino (oltre che indubbiamente rimpinguare le casse delle case farmaceutiche) impedisce la diffusione, quindi la possibilità di ricombinazione tra i vari ceppi

Dario Bressanini ha detto...

Puoi trovare molte informazioni su malattie e vaccini sul sito del CDC di Atlanta
http://www.cdc.gov/vaccines/pubs/pinkbook/pink-chapters.htm

Ad esempio sul morbillo (measles)
"The World Health Organization estimates there were more than 20 million cases and 242,000 deaths from measles in 2006."

ciao Dario

Michele ha detto...

Un po' di ricerche mi hanno fatto scoprire che il ppt incriminato è nato, in origine, come una mail. Il testo in italiano è qui: http://tinyurl.com/yddw4yc mentre a questo link c'è anche la versione in spagnolo: http://www.spillo.es/commenti/feb_suina.htm. Le prima pubblicazione in rete che ho trovato risale al 25 maggio di quest'anno, antecedente a tutti i ppt: http://tinyurl.com/yklgct9 (tradotto con google translator)
C'è però una novità importante: c'è un (presunto) autore, ed è una persona vera, Carlos Alberto Morales Paitan, pediatra dell'Hospital del Niño di Lima, Perù. Ha anche un blog: http://karlmoralesp2010.blogspot.com/ e non è difficile reperire ulteriori suoi contatti in rete. Ovviamente, questo non conferma o smentisce la veridicità del tutto, ma è una buona base di partenza...

Barone Rosso ha detto...

Diverse volte viene ripetuta la frase "i notiziari non ne parlano..".

Ora, sull'informazione si potrebbe disquisire all' infinito ma restando nel contesto, cinicamente potremmo dire che:
1) "milioni di vittime per la malaria" NON è una notizia. Proprio perché come recita lo stesso appello, succede "ogni anno".
2) la malaria, come anche la dissenteria e la polmonite, sono malattie curabili in Italia come nel resto d'Europa. Il numero (alto) di decessi è , in sostanza, circoscritto in zone endemiche e ben conosciute.
Quindi, l'informazione nazionale, quella specifica.... tesa ad allertare i cittadini, può benissimo dare un peso diverso alla notizia.
3) Quella che invece l'appello chiama volgarmente "l'influenza dei polli" è stata una novità. C'era, se ben ricordo, nell' H5N1, un passaggio del virus dall'animale all'uomo. La modalità (insolita) e la presunta capacità d'adattamento del virus, ha provocato clamore.
Questa era ed É stata una notizia.
Possiamo - a posteriori - addebitare un allarmismo inutile di certa stampa ma un ipotetico silenzio sarebbe stato ben più grave.

Non ho fonti certe ma riesco a cogliere nell'appello una faziosità plateale.
Con la citazione della guerra in Irak si è toccato il fondo.

Avion ha detto...

Questo articolo necessita di questa immagine.

Sergio ha detto...

Questo power pont è sicuramente poco "scientifico" e credibile. In ogni caso è un fatto che sulla fantomatica pandemia dell'influenza aviaria di qualche anno fa si sia fatto un business milionario. In proposito sul libro "La scomparsa dei fatti" di Travaglio c'è un intero capitolo molto illuminante, dettagliato e rigoroso.
Per quanto riguarda la suina e il vaccino ho il timore che la storia si stia ripetendo, ma non avendo avuto tempo di fare ricerche approfondite a riguardo non mi sento di affermarlo.

Spazio1999 ha detto...

@ Avion: nuuuuuu povera bestiola! Che carino però, è tuo?

Vittorio ha detto...

@ Giuliano
Non esiste un solo tipo di polmonite, non sono un medico ma per quanto ne so l'unico vaccino contro una polmonite (guarda un po') è quello contro l'influenza.

Non può essere, non esiste. La polmonite è una malattia batterica e come tutte le malattie batteriche o esiste un vaccino specifico, o si cura con antibiotici. Il virus antinfluenzale combatte un elemento estraneo del corpo umano (il virus) che al contrario del batterio necessita di infettare un ricevente per sopravvivere e duplicarsi. Infatti mentre i batteri contengono un nucleo e alcune catene di DNA (e come tale li possiamo chiamare esseri viventi) i virus no, contengono solo al loro interno catene di RNA e si duplicano solo perchè riescono ad inserire tali catene nel processo duplicativo cellulare. Ecco perchè mentre per i batteri può essere effettuata una duplicazione attraverso coltura in vitro dando a loro opportuni "alimenti", per ottenere una duplicazione virale è necessario che i virus stessi infettino altre organismi viventi, quali ad esempio i batteri stessi!
Allo stato attuale delle conoscenze non esiste un "vaccino" contro la polmonite perchè il batterio della polmonite muta, con relativamente bassa frequenza ma muta, ed è quindi meglio curarlo con gli antibiotici. I vaccino antinfluenzale serve solo ed esclusivamente contro l'influenza.

Vittorio ha detto...

Il virus antinfluenzale combatte un elemento estraneo del corpo umano (il virus)

Scusate: volevo scrivere

...Il vaccino antinfluenzale combatte un elemento estraneo del corpo umano (il virus)...

Michele ha detto...

Ulteriore aggiornamento: le prime versioni della mail incriminata circolavano in Messico già ad aprile, il che scagionerebbe il dott.Paitan. Non ho trovato però una smentita in tal senso...
Saluti

Nodens ha detto...

Un piccolo contributo sulla malaria.
Che basti una zanzariera è semplicemente una bestialità.
Ogni tanto si deve pur uscire di casa.
Immagino l'autore non abbia mai vissuto in Italia d'agosto se pensa che con una zanzariera si risolve il problema.

genesis61 ha detto...

Secondo me tutto questo accade perché l'H1N1 è soprattutto un'influenza ne' suina ne' "mediatica" ma soprattutto POLITICA: nel senso che di fronte ad un allarme lanciato dall'OMS, legato ad una altissima diffusibilità del virus con vittime, probabilmente sovrastimate, all'esordio, era necessario, "politicamente" da parte dei governanti presentare un piano sanitario vigoroso con dispiego di mezzi che si preparasse al peggio.
Ora, provate a pensare se il Prof. Fazio avesse continuato SOLO a dire "...tranquilli, non è peggio della solita influenza..." senza aver predisposto quello che poi è stato fatto e si sta facendo ... questi (finora ...) 57 morti in Italia avrebbero creato un caso senza precedenti.
Tutto ciò ha offerto il fianco alle critiche di parere opposto, ma io direi che è sicuramente prematura qualsiasi critica manichea: mi sembra infatti che nessuno dell'opposizione abbia avuto alcunché da obiettare finora (ovvio...sono collusi...).
Buona giornata.
PS: Io sono vaccinato!

Orsovolante ha detto...

Almeno questi salvano altri vaccini.
Corrado ed altri sparano ad alzo zero contro i vaccini tout court.
Si dimenticano peò, che se ad esempio un bambino ha già la malaria o il morbillo, certo non gli fa del bene prendersi anche l'influenza.

La storia delle zanzariere non è del tutto campata in aria. Anche se queste da sole non risolvono molto.
La lotta alle zanzare da noi in Italia si fa con gli elicotteri e prodotti più o meno biologici. Dal parassita che mangia le larve all'ormone o simile che gli impedisce la riproduzione.
Credo sia inapplicabile su vasta scala in Africa.
Sull'influenza A credo si faccia molta confusione.
Non è tanto il suo tasso di mortalità a renderla pericolosa, quanto l'alto tasso di contagio che alla fine porta in numeri assoluti ad un alto numero di morti.
Il fatto che costoro sofriserro già di altre patologie e che l'influenza abbia aperto a queste le porte per l'attacco finale mi pare poco consolante per chi muore.

Per la diarrea credo il problema chiave sia l'acqua. L'acqua e sopratutto quella potabile, è un bene sempre più scarso e di conseguenza sempre più caro. Quello che noi sprechiamo in un giorno in certi paesi devono farselo durare un mese.

Non credo certo che le case farmaceutiche siano dei benefattori. Resto però dell'idea che per loro sia più facile guadagnare con i collutori e le creme di bellezza, o al limite con il viagra, piuttosto che con un vaccino valido solo una stagione.

Replicante Cattivo ha detto...

Io vorrei solo provare ad usare il buon senso.
Ogni volta che salta fuori una malattia e relativo vaccino, c'è sempre chi sostiene che sia un complotto per far arricchire le case farmaceutiche.

Però per far questo bisognerebbe

- prendere degli esperti per creare una malattia, crarla e diffonderla

- creare il vaccino

- attendere alcuni pesi affinchè la malattia si diffonda e far credere che in quel periodo si stia creando un vaccino

- mettere in vendita il vaccino.

Ora: ammettendo che questo meccanismo porti realmente dei guadagni verso le case farmaceutiche, anzichè spendere tutti quei soldi per la ricerca e dover lucrare su un vaccino che avrà delle vendite limitate nel tempo, non sarebbe semplicemente più pratico e redditizio aumentare di 1 o 2 euro il prezzo delle aspirine? In fondo quelle le compriamo tutti e in ogni periodo dell'anno.
Bah...

Dario Bressanini ha detto...

Altra cosa "
perché non dichiara che è un problema di salute pubblica mondiale e autorizza la produzione del farmaco generico per combatterla?"

E quale sarebbe il "farmaco generico" per combatterla? Qui si sta parlando di vaccini, e NON CI SONO altre aziende che potrebbero produrre vaccini ma non lo fanno. La capacita' mondiale di produzione di vaccini e' sottodimensionata nel caso di una pandemia. Come riferimento metterei il libro appena uscito di Rappuoli e Vozza (Zanichelli, ce n'e' una parte online sul sito di zanichelli) "i vaccini dell'era globale", che parla anche della capacita' produttiva.

Giuliano ha detto...

@Vittorio: l'influenza è un'infezione virale, il più delle volte da raffreddore e laringite, a volte può interessare i polmoni e questo fa di essa un polmonite. Non esistono solo le polmoniti batteriche (e di quelle, non esiste solo un batterio che le causa): SARS ad esempio è una polmonite, influenza e parainfluenza possono esserlo, e questi sono virus. Staphylococcus pneumoniae dà polmonite, come dice il nome, ma anche Staphylococcus aureus, la tubercolosi attacca i polmoni, questo fa di essa una polmonite, l'antrace può infettare i polmoni. Devo continuare?

PS: non tutti i virus sono ad RNA, ce ne sono anche a DNA (Herpes, Adenovirus...) e comunque anche tra i batteri ci sono i parassiti obbligati, ovvero quegli agenti patogeni che senza infettare non possono replicarsi

Max ha detto...

non so se può aiutare..
riguarda il dare la produzione di Tamiflu a terzi.

Un mio ex cliente, del quale eventualmente chiederò l'autorizzazione a fare nomi, è un grosso produttore "conto terzi" di farmaci.
Anni fa, mentre discutevamo di tutt'altro con alcuni membri della dirigenza, è venuto fuori che roche gli aveva chiesto disponibilità alla produzione del Tamiflu.

Max

Peter ha detto...

Pur con qualche esagerazione nei numeri e qualche "sentito dire" di troppo, la gente sa che le affermazioni di fondo di questa presentazione sono vere.

Paolo Attivissimo ha detto...

Peter,

la gente sa che le affermazioni di fondo di questa presentazione sono vere

Ma quali sono, di preciso, le affermazioni di questa presentazione?

Che le società farmaceutiche lucrano sui medicinali? Bella scoperta. Anche la casa produttrice della Biowashball o dei talismani biofotonici lucra, però in questo caso non la contesta nessuno. Curioso, eh? :-)

Che i media hanno gonfiato ad arte la notizia? Bella scoperta anche questa. Ma sono i media ad esserne colpevoli, non i governi o altri.

E facciamo attenzione all'argumentum ad populum. Un tempo la gente "sapeva" che la Terra era piatta, "sapeva" che i topi nascevano dal sudore delle camicie e "sapeva" che le malattie erano causate dai miasmi e dagli spiriti maligni.

Vittorio ha detto...

Giuliano, lo so che non è solo lo Staphylococcus pneumoniae a dare polmonite, ma anche gli altri batteri che hai nominato (è il mio lavoro!!! Sono paramedico!!!). Ciò che intendevo è che la polmonite a seguito di influenza non è una infezione localizzata del virus, quanto piuttosto una sovrainfezione (inteso nel senso di infezione che si instaura al di sopra) batterica di qualche batterio che prima era "tenuto d'occhio" dalle difese immunitarie del corpo umano, ma a causa dell'influenza stessa riesce a "scappare" alle grinfie dei linfociti e a replicarsi. Ti ricordo che "una volta tubercolotico, sempre tubercolotico". Il batterio di Koch una volta entrato nel sistema polmonare non se ne esce più, e viene mantenuto in stato soporoso dagli anticorpi, salvo poi puntualmente riemergere quando le difese immunitarie si abbassano.
Anche i virus che hai citato (Herpes, Adenovirus) sono in realtà delle mutazioni di batteri (l'Herpes ad esempio è la mutazione del batterio della varicella). Se non è così allora ciò che mi hanno insegnato non è valido...

Filippo ha detto...

"Watching the H1N1 flu pandemic" (The Boston Globe)
http://tinyurl.com/yzpwsaq

Grazie Paolo

Anonimo ha detto...

non so se può esserti utile ma mentre navigavo mi sono imbattuto anche in questo

http://www.soldiblog.it/post/2841/influenza-a-un-business-dalle-uova-doro

L'economa domestica ha detto...

Va detto anche che il Ministero del Welfare/Salute ha fatto una campagna tutto sommato equilibrata ed in linea con quanto stabilito a livello internazionale sull'argomento influenza suina.

Thomas Morton ha detto...

Il powerpoint è spazzatura e forse non vale nemmeno la pena di confutarlo punto per punto, data la cialtronaggine d'insieme.

Comunque, riguardo l'allarmismo sono certamente d'accordo nel criticare l'atteggiamento dei media che non mancano di aggiornarci sul numero dei morti. Meno sul fatto che la pandemia non debba essere presa sul serio. L'allarme non è dato dalla pericolosità in sé della malattia, ma dal suo alto livello di contagiosità. In particolare, sono da ritenersi irresponsabili quegli operatori sanitari che ritengono di non doversi vaccinare, esponendo così le persone più vulnerabili ad un possibile contagio (al proposito, non mi stancherò mai di consigliare gli articoli che si possono leggere sul blog di Anna Meldolesi).

Sul DDT: non è proprio una scelta così drammatica, visto che il DDT come rimedio contro la malaria recentemente è stato consigliato anche dal'OMS. In realtà fu la sua messa al bando ad essere una scelta tragicamente sbagliata.

Replicante Cattivo ha detto...

Qui siamo alle regole base delle teorie complottiste:

Se l'elemento X trae vantaggio dall'evento Y, allora è sicuro che è stato X a causare Y

che talvolta porta a teorie quantomeno "verosimili": l'idea che uno stato si crei un auto-attentato, in modo avere un pretesto per attaccarne un altro, può anche essere sensata...ma va comunque dimostrata.
Però quando si arriva sostenere che i terremoti o gli uragani siano provocati dai governi per poter aumentare la propria popolarità è quantomeno ridicolo! E' ovvio che un Bush o un Berlusconi, quando intervengono sul luogo di un disastro, ne approfittino anche per farsi belli e magari far passare in secondo piano altre magagne; ma di certo non si può dire che Kathrina o il terremoto in Abruzzo li abbiano causati loro.

Giuliano ha detto...

@Vittorio:
la polmonite a seguito di influenza non è una infezione localizzata del virus, quanto piuttosto una sovrainfezione (inteso nel senso di infezione che si instaura al di sopra) batterica di qualche batterio che prima era "tenuto d'occhio" dalle difese immunitarie del corpo umano, ma a causa dell'influenza stessa riesce a "scappare" alle grinfie dei linfociti e a replicarsi

Quasi sempre, per fortuna. La polmonite da influenza non è una bella cosa, come testimoniano i milioni di morti del 1918 e le centinaia dell'aviaria

Anche i virus che hai citato (Herpes, Adenovirus) sono in realtà delle mutazioni di batteri (l'Herpes ad esempio è la mutazione del batterio della varicella). Se non è così allora ciò che mi hanno insegnato non è valido...

Allora non è valido. Prima di tutto i virus in generale si pensa potrebbero essere derivati da qualche parte di batterio (o cellula eucariotica, senza che entro troppo nel tecnico - servirebbe un intero post ed è completamente OT), ma questa è una questione più evoluzionistica che altro, secondo il "batterio della varicella" non esiste, esiste il virus della varicella, che è un herpesvirus. Adeno poi non ha niente a che fare con gli altri. Altri virus a DNA sono il papillomavirus, il citomegalovirus e il poxvirus (quello del vaiolo).

Io non sono medico o paramedico, non so nulla di terapie o interventi sul paziente, ma biologo con tesi in virologia, e tra le cose che ricordo più facilmente del mio corso di studi ci sono i virus e i batteri.

In ogni caso non mi pare che siamo in disaccordo sul fatto che per le polmoniti batteriche non c'è vaccino, no?

anderson ha detto...

Posto qui quello che ho provato a inviarti per email:

La psicosi generata dalla diffusione del virus H1N1 ha scatenato le polemiche riguradanti il vaccino allestito da Novartis.
Quello di cui viene accusata la casa farmaceutica è l'aver utilizzato un adiuvante MF59 (squalene) già finito sotto accusa in passato.
Terreno fertile per i complottisti, ci sono tutti gli elementi classici (stile scie chimiche): sostanze nocive, interessi delle multinazionali, la popolazione ignara usata come cavia di laboratorio.
La cosa che mi lasciava perplesso è il fatto che da anni è in commercio un vaccino contro l'influenza stagionale, il Fluad, contenente questo additivo (9,75mg) e largamente utilizzato (circa 40 milioni di dosi somministrate).
Allora perchè lo squalene è considerato nocivo oggi?
A quanto pare l'origine delle accuse a questa sostanza, già presente in natura nel corpo umano e utilizzata nei vaccini per migliorare la risposta immunitaria, è da attribuirsi alla GSW (Sindrome della Guerra del Golfo). All'epoca ai militari impegnati venne inoculato un vaccino sperimentale e si ritenne che detta sindrome fosse dovuta all'adiuvante presente nel vaccino. Infatti venne fatto uno studio al riguardo ed emerse che la maggioranza dei soldati colpiti dalla sindrome presentava nel siero gli anticorpi contro lo squalene, ma non si dimostrò comunque una correlazione fra vaccino e sindrome. Questo è bastato però per etichettare lo squalene come sostanza nociva. Solo successivamente l'FDA annunciò che il vaccino era privo dell'adiuvante sotto accusa, ma conteneva idrossido di alluminio.
Anni dopo è stato realizzato un altro studio con cavie da laboratorio ed è emerso che il vaccino adiuvato ha mostrato un buon profilo di sicurezza. La dimostrazione ulteriore è il fatto che, come ho detto prima, un altro vaccino contenente squalene è stato utilizzato per anni e su milioni di persone (giovani e anziani) senza che siano emersi particolari effetti collaterali, tantomento effetti paragonabili a quelli della GSW.


Alcuni link.

Scheda tecnica del vaccino Fluad: http://www.torrinomedica.it/studio/generaframe.asp?variabile=http://www.torrinomedica.it/farmaci/schedetecniche/FLUAD.asp
Articolo sulla somministrazione di Fluad sui bambini: http://www.ilcittadinoonline.it/index.php?id=948
Lo studio sugli anticorpi contro lo squalene nella GSW: http://www.veteransfamiliesunited.org/squalene.pdf
Alcuni chiarimenti del FDA: http://www.fda.gov/ohrms/DOCKETS/dockets/80n0208/80n-0208-c000037-15-01-vol151.pdf
Alcuni chiarimenti dell'OMS: http://www.who.int/vaccine_safety/topics/adjuvants/squalene/questions_and_answers/en/
Lo studio effettuato su cavie da laboratorio: http://www.expert-reviews.com/doi/abs/10.1586/14760584.2.2.167?url_ver=Z39.88-2003&rfr_id=ori:rid:crossref.org&rfr_dat=cr_pub=ncbi.nlm.nih.gov (è necessario effettuare la registrazione).

Blog complottista: http://scienzamarcia.blogspot.com/2009/11/h1n1-il-sindacato-autonomo-di-polizia.html
Blog complottista: http://www.francescoamato.com/blog/2009/08/31/influenza-suina-lo-squalene-come-adiuvante-nel-vaccino-lo-hanno-usato-nella-guerra-del-golfo-ha-prodotto-artrite-reumatoide-e-altro/
Vaccinazioni - Perchè sono un pericolo: http://www.nexusedizioni.it/apri/Argomenti/Medicina-e-salute/Vaccinazioni-perche-sono-un-pericolo---di-dr-Mercola/


Precisazione:
molti contestano il fatto che Fluad sia solitamente somministrato a persone sopra i 65 anni di età, cioè soggetti meno sottoposti al rischio di sviluppare una sindrome autoimmune, mentre il vaccino conto H1N1 avrebbe un target più ampio, in realtà Fluad è stato ampiamente usato anche nella vaccinazione di soggetti più giovani.

Alfred Borden ha detto...

In realtà fu la sua messa al bando ad essere una scelta tragicamente sbagliata.

Mica tanto. Se provi a fare una rapida ricerca su ISI Web of Knowledge, c'è una lista che non finisce più di pubblicazioni che trattano degli effetti nocivi sull'uomo e sull'ambiente del DDT.

Dan ha detto...

Ma possibile che questi accusatori hanno tutti lo stesso stile? Che siano siti, catene o presentazioni PowerPoint, lo stile con cui sono scritti è più o meno lo stesso. Non è che è un tratto comune nella mentalità paranoica? O, più probabilmente, perchè si abbeverano tutti ai soliti quattro sitarelli di follie cospirazioniste globali... Andrebbe fatto uno studio psicologico a riguardo.

Comunque concordo in pieno con Domenico: dato che i giornalisti hanno professionalità da vendere, non si occupano di quello che succede di davvero importante, no, sproloquiano su qualsiasi cosa sia anche minimamente collegabile alla moda sensazionalista del momento. Razzismo contro i trans, stupri, rapine in villa... adesso hanno imparato una parola nuova, "pandemia", che fa tanto fico pronunciare, e ad ogni povero cristo che esala l'ultimo respiro con due linee di febbre in più salta fuori il servizio, con l'intervista al medico curante e la conta dei morti fino ad ora.
E chi è morto di H1N1 finora? Guarda caso tutte persone già malate di qualcos'altro. Saranno una trentina di vittime su trecentomila influenzati, ma son sempre a ricamare sulla "pandemia". Devo dedurne che in Italia c'è anche la pandemia di cancro, visto quante vittime fa ogni anno? Ma fateci il piacere.

Dan ha detto...

"Ulteriore aggiornamento: le prime versioni della mail incriminata circolavano in Messico già ad aprile, il che scagionerebbe il dott.Paitan. Non ho trovato però una smentita in tal senso..."
Mh, sarà il solito che riceve il .pps dall'amico e lo inoltra a tutta la rubrica senza sapere/pensare che il programma di mail aggiunge il suoi nome e qualifica in calce... è già successo con altre catene.

"Sul DDT: non è proprio una scelta così drammatica, visto che il DDT come rimedio contro la malaria recentemente è stato consigliato anche dal'OMS. In realtà fu la sua messa al bando ad essere una scelta tragicamente sbagliata."
Non ne sarei così sicuro, visto che a quel che ricordo fu messo al bando per la sua prolungata permanenza negli ecosistemi e organismi viventi.

Anonimous ha detto...

@Paolo

un po di queste cose le avevo gia sentite in una clip audio dello ZOO di 105, la trovi su youtube:

http://www.youtube.com/results?search_query=zoo105+suina&page=&utm_source=opensearch

Replicante Cattivo ha detto...

E pochi minuti fa allo Zoo di 105 hanno rincarato la dose.

Skeptic ha detto...

*******************

Nicola ha detto...

Lo stavo proprio leggendo or ora.
Le prime pagine le ho già sentite in un contributo audio a Radio 105 nel programma "lo zoo di 105".

Un giudizio a freddo, senza aver ancora letto completamente i vostri commenti e il post di Paolo, dico le mie conclusioni:
1)Io credo che sia vero che le industri farmaceutiche ne stanno approfittando di questa influenza A. Io col cavolo che mi faccio il vaccino.
2)In conflitto con la conclusione 1), NON inoltro ugualmente il file ppt.

Avion ha detto...

Lo zoo di 105. Lo ascolto perché mi fa piegare dalle risate, ma quando vogliono fare i paladini dell'informazione sono patetici.

Domenico_T ha detto...

Thomas Morton,
sono da ritenersi irresponsabili quegli operatori sanitari che ritengono di non doversi vaccinare, esponendo così le persone più vulnerabili ad un possibile contagio

Eccone uno che invita a NON vaccinarsi affermando che il vaccino è pericoloso ==> video

Luca da Osaka ha detto...

il tamiflu non e' vietato in giappone lo danno eccome. ti basta la mia parola se vuoi me procuro uno e faccio la foto del farmaco per i complottari schizzinosi

Vittorio ha detto...

Giuliano scusa ma lavoravo. D'accordo sul fatto che polmonite=no vaccino. Sul discordo virus varicella-vaiolo etc. io la sapevo diversa, nel senso che durante il corso Tecnici di radiologia (sono tecnico di Radiologia, per l'appunto) durante le lezioni ci avevano spiegato che tali virus (se lo dici tu che sei biologo devo crederti) erano batteri e tali li avevano chiamati, proprio per la presenza del DNA. Ora suppongo che forse il medico che ci aveva fatto da insegnante non essendo la mia professione indirizzata alla cura ma alla diagnosi strumentale abbia "semplificato" l'argomento.

Replicante Cattivo ha detto...

@ Nicola

Le prime pagine le ho già sentite in un contributo audio a Radio 105 nel programma "lo zoo di 105".


Inoltre loro fanno leggere queste cose ad un attore impostato e ci mettono sotto la musica ad effetto per rendere il tutto più drammatico. Inoltre spacciano il tizio che le legge per uno sconosciuto che manda in radio questi contributi in forma anonima.

E alla fine giustificano il tutto dicendo "prendete queste cose con le pinze...però intanto è sempre un'altra fonte di informazione...fatevi voi un'idea"

Come se io salissi su un aereo e dicessi che c'è una bomba, ma poi specificassi "no vabè, non ci dovete credere per forza, però è una possibilità".
Patetici loro e patetici quelli che gli danno retta.


@ Avion
Quoto al 100% Mi ammazzo dal ridere sulle scenette, ma quando fanno i seri cambio stazione, perchè mi sale su tantissima rabbia.

John Wayne jr. ha detto...

1. L'influenza è più nè meno uno dei rischi che corriamo per il solo fatto di essere vivi. Se si è a rischio, si fa il vaccino, sennò, si rischia.

2. I media sono media e "mediano": più audience ha una trasmissione, più la pubblicità paga, più il network guadagna, più farà trasmissioni di quel genere o su quell'argomento. Se il problema del PC sta tra la tastiera e la sedia, quello della TV sta tra il divano e lo schermo (e no, non è il tavolino del soggiorno).

3. Dire che una casa farmaceutica lucra sui vaccini è come dire che la Mercedes lucra sulle automobili. Cosa dovrebbe fare una casa farmaceutica, diventare una associazione di volontariato? Si potrebbe fare: ma servono farmacisti volontari e gente che compra milioni di euro in attrezzature per creare, testare e distrbuire medicine e vaccini.
O forse chi costruisce i microscopi e le provette sta lucrando sui quei prodotti? E le imprese edili staranno mica lucrando sulla costruzione dei laboratori?

4. Gli operatori sanitari che non si vaccinano non rischiano di contagiare i "più deboli", perché questi a loro volta si saranno vaccinati. O si aspettano che il resto del mondo si vaccini per loro?

[ironic mode on]
5. Questo piano dei potenti della Terra per decimare la popolazione è decisamente un fallimento, ci si sta mettendo troppo.
Comincerò a crederci quando conoscerò qualcuno che nei giorni feriali in tangenziale sia riuscito a usare la quarta marcia.
[ironic mode off]

Nicola ha detto...

@ Replicante Cattivo

Come ho detto, avevo da poco ricevuto il file via mail attraverso una delle solite catene e lo stavo leggendo. Poi, durante la lettura, mi è venuta la curiosità se il blog di Paolo avesse scritto un post a riguardo e per puro caso c'era un post (questo a cui stiamo commentando).

Adesso che l'ho letto tutto il file pps penso che l'idea di fondo (lucro su una malattia sopravvalutata) sia vera, ma come al solito, è stata scritta con basi e spiegazioni blande e "complottistiche". Soprattutto assurdo quando si cita la guerra in Iraq (ma che c'entra un politico americano e la guerra in Iraq con una malattia?)

Nicola ha detto...

P.S. io non ascolto lo zoo di 105 e la cosa che ho sentito dal loro programma l'ho sentita su un video su youtube, linkata da altra gente.

Anonimous ha detto...

P.S. io non ascolto lo zoo di 105 e la cosa che ho sentito dal loro programma l'ho sentita su un video su youtube, linkata da altra gente.

*
per sicurezza asterisco pure io, mi stanno alquanto sulle scatole :)

crespo ha detto...

Allora, adesso non ho tempo di guardarmi tutta sta roba, ma posso darvi delle indicazioni sull'aviaria:
se da una parte è verissimo che i giornali si sono fatti in quattro per scatenare il panico (e così vendere mooolto di più) è anche vero che l'aviaria era estremamente pericolosa.
Tutti siamo abituati a pensa che l'influenza si a una malattia banale, il che è vero per quanto riguarda quella stagionale, ma un nuovo virus influenzale che passa da una specie all'altra può essere devastante: la spagnola sembra essere stata causata da un virus aviario che è diventato in grado di infettare anche l'uomo e di trasmettersi da uomo a uomo. Questa è stata l'epidemia più grave della storia.
Il problema è che il rischio è costante, l'aviaria è stata solo un campanello d'allarme.

Avere a disposizione un farmaco antiinfluenzale che sia in grado di funzionare con qualsiasi tipo di virus è quindi d'obbligo.

Ogni vaccino infatti immunizza solo contro un determinato tipo di virus e per fabbricarne una nuova versione sono necessari mesi (come il caso della suina dimostra).

nipac ha detto...

Solitamente non sono un complottista, ma dopo 2 chiacchere con il medico di famiglia devo dire che questa dell'H1N1 come minaccia mondiale mi sembra quanto meno una forzatura.

Nicola ha detto...

Se non è ancora chiaro, io non sono uno di quelli che si fanno abbindolare da certe persone che asseriscono di dire sempre e solo la verità con articoli sensazionalistici e complottistici.

Buona giornata a tutti.

crespo ha detto...

per chiarirsi un po' le idee consiglio a chi non lo conoscesse questo blog:

http://medbunker.blogspot.com/

John Stalky ha detto...

Parzialmente OT, sul DDT sono d'accordo con Thomas Morton, attenzione a non cadere nei luoghi comuni.

"... La messa al bando fu fatta sull'onda emotiva provocata da Rachel Carson, nel suo famoso libro "Primavera silenziosa" pubblicato nel 1962.
Ma nel 1972, quando l'Agenzia Americana per la Protezione dell'Ambiente (EPA) lo mise al bando, queste preoccupazioni erano già in parte venute meno. Uno studio aveva appena dimostrato che il DDT non era cancerogeno.
Inoltre si calcola avesse salvato 50 milioni di vite."

More info su " Le Bugie degli ambientalisti" di R.Cascioli e A. Gaspari.

Più facilmente on line
http://www.ecofantascienza.it/articolo.php?id=39
http://www.ecofantascienza.it/articolo.php?id=147

Rubio ha detto...

"...con insetticidi che persistono nel tempo. Quello che dura di più è il DDT."
Ce ne saranno anche altri, meno efficaci, che comunque assolvono lo scopo di uccidere gli insetti, no?

"Il numero di morti sembra grosso modo confermato dai dati OMS, che però indicano che la diarrea non si cura semplicemente con un siero orale"
... ma anche con altre cure, più costose. Tuttavia dal stico che Paolo ha linkato di deduce che quel siero può comunque salvare molte vite.

"Questi dati OMS riferiti al 2007 parlano di 197.000 morti per morbillo in tutto il mondo. Questi altri dati OMS indicano 1,8 milioni di bambini morti per morbillo ogni anno. Non ho trovato per ora dati che includano gli adulti.
se muoiono circa 2 milioni di bambini solo per morbillo, c'è da aspettarsi che la somma di persone di gni età morta per le malattie infettive elencate sia comunque molto grande

per quanto riguarda la parte centrale dell'avviso sono d'accordo, non è affatto chiaro e alcuni dati sono sbagliati o mancano di fonti, per quanto riguarda la fine, invece, non mi sembra che questo messaggio provochi più paranoia di quello che dicono i media riguardo alla suina, a giudicare da quello che sento dire da gente che mi sta intorno (cose del tipo: se non diagnostichi l'influenza A in tempo è quasi sicuro che muori perché è mosto più aggressiva di quella comune).

Carson ha detto...

"Questi altri dati OMS indicano 1,8 milioni di bambini morti per morbillo ogni anno."

Da correggere in polmonite.

"Morbillo, polmonite, malattie curabili con vaccini a basso costo, provocano la morte di dieci milioni di persone nel mondo ogni anno."

La frase può essere duplicemente interpretata: la si può intendere come se morbillo e polmonite causino da sole 10 milioni di morti l' anno e siano malattie curabili con vaccini a basso costo, ma anche come se morbillo, polmonite E malattie curabili con vaccini a basso costo provochino la morte di dieci milioni di persone nel mondo ogni anno.

Nella seconda interpretazione ovviamente inutile cercare dati essendo il concetto di "basso costo" alquanto soggettivo.

Ciao

Carson

Paolo Attivissimo ha detto...

Carson,

grazie della correzione, ho sistemato subito.

In effetti la frase si presta a due interpretazioni.

Turz ha detto...

Sul DDT: non è proprio una scelta così drammatica, visto che il DDT come rimedio contro la malaria recentemente è stato consigliato anche dal'OMS. In realtà fu la sua messa al bando ad essere una scelta tragicamente sbagliata.

Infatti.
Non dimentichiamo che il DDT liberò la Sardegna dalla malaria.
Ci hanno scritto anche un libro.

È abbastanza scandaloso (ma capitalisticamente ineccepibile, perché costoso a breve-medio termine) che dopo oltre 60 anni non si sia provveduto a irrorare l'Africa di DDT, anche se l'OMS lo ha recentemente riproposto.

Giuliano ha detto...

@Vittorio:
Ora suppongo che forse il medico che ci aveva fatto da insegnante non essendo la mia professione indirizzata alla cura ma alla diagnosi strumentale abbia "semplificato" l'argomento.

All'anima della semplificazione... :P
Scusami, è che certe volte leggo corbellerie senza fine, questa detta da un medico ad un corso universitario è la ciliegina sulla torta

FreeMachines ha detto...

Sui ragazzi morti in giappone per il tamiflu:
http://www.smh.com.au/news/World/Japan-to-keep-stockpiling-Tamiflu/2007/03/28/1174761539222.html

Comunque non è vietato, di questi tempi ci fanno colazione, così, per sicurezza.

Alfred Borden ha detto...

John Stalky ha detto...

Parzialmente OT, sul DDT sono d'accordo con Thomas Morton, attenzione a non cadere nei luoghi comuni.

Ripeto, basta fare una rapida ricerca su ISI Web per trovare una sfilza interminabile di pubblicazioni che trattano dei danni derivanti dall'uso del DDT (l'ultimo del novembre 2009). Di quali luoghi comuni si parla?

More info su " Le Bugie degli ambientalisti" di R.Cascioli e A. Gaspari.

Più facilmente on line
http://www.ecofantascienza.it/articolo.php?id=39
http://www.ecofantascienza.it/articolo.php?id=147


Peccato che le affermazioni contenute negli articoli indicati siano smentite dai dati presenti in letteratura.
Per esempio:

Since DDT is volatile under normal atmospheric conditions, it was transported by wind from hot to cold parts of the globe, a phenomenon known as the grasshopper-effect, and consequently became a global pollutant. Because of resistance to most chemical and biological degradation, it persists in the environment with a very long half life, e.g. over 1400 days in acidic soil. It is classified by united nations environment programme (UNEP) under the persistent organic pollutants (POPs) category. DDT is carcinogenic but can also affect the nervous system and is transmitted to the next generation via breast milk because of its solubility in adipose tissue.
[…] The contaminated sites not only reduce the availability of fertile land for agricultural use but they also pose risk to our fragile water sources.


Oltre al danno anche la beffa, visto che si è scoperto che i vettori della malaria sviluppano resistenza al DDT e ad insetticidi simili.

Vittorio ha detto...

Guarda Giuliano, di corbellerie sentite durante i corsi d'aggiornamento in questi anni (ormai 20 che mi sono diplomato) ne ho sentite a bizzeffe, per cui nulla mi meraviglia più...

donninadelcervello ha detto...

Buonasera a tutti. Non so se qualcuno lo abbia già segnalato ma sul blog della Daria Bignardi c'è un post molto commentato a riguardo, che prende le mosse da alcune osservazioni fatte da Franco Ongaro. Il link è questo:
http://bignardi.style.it/331/influenza-a-il-vero-contagio-e-quello-della-cattiva-informazione

Buona serata a tutti,

Donnina

donninadelcervello ha detto...

Mi correggo: non "Franco" ma FILIPPO Ongaro. Chiedo scusa.

WeWee ha detto...

Ottimo articolo.

Se devo essere sincero io di questa storia dell'influenza e dei vaccini mi sono già stufato. Passi giorni a documentarti e scovare ricerche, contratti, leggi e studi per rispondere a chi entra in paranoia e quando li trovi e li pubblichi c'è sempre chi, il giorno dopo, ti ripete le stesse identiche cose sullo squalene e sul mercurio fino allo sfinimento (mio) ed alla noia (di chi legge).

E dire che stare a letto con la suina è il sogno di quasi tutti i maschi italiani....
:P

Vittorio ha detto...

E dire che stare a letto con la suina è il sogno di quasi tutti i maschi italiani....

ROTLF!!!!

Andrea Sacchini ha detto...

Mi pare che l'ipotesi di presunti complotti delle case farmaceutiche sia una fesseria. L'unica cosa poco chiara, semmai, almeno qui da noi, era la "riservatezza" del contratto con cui lo stato italiano ha acquistato dalla multinazionale Novartis le dosi di vaccino per l'Italia.

Riservatezza davanti alla quale pure i giudici della Corte dei Conti si erano dovuti fermare. Almeno fino a questa sera, visto che il blogger Claudio Messora è riuscito a venire in possesso di tale contratto.

Thomas Morton ha detto...

@Alfred Borden

Non ho guardato quella lista, ma sono sicuro che esistono un sacco di controindicazioni per il DDT. Come per qualsiasi altro insetticida, del resto. Comunque questa è una pubblicazione ufficiale dell'OMS:

http://malaria.who.int/docs/FAQonDDT.pdf

crespo ha detto...

@andrea sacchini

Ma dove lo hai pescato quel blog? Fa rabbrividire. Se è un tentativo di comicità demenziale è riuscito fin troppo bene.

Sono arrivato a: "Gennaio 2009. I laboratori della Baxter situati a Orth-Danau sintetizzano materiale virale, presumibilmente destinato alla produzione di vaccini contro l'influenza A, inoculandovi una miscela tra il virus influenzale stagionale H3N2 e il virus H5N1, altrimenti detto: aviaria. Una vera e propria bomba ecologica..."

Ma come si fa a sostenere assurdità simili?

Giovanni ha detto...

Salve,
c'è un video che gira su facebook a proposito dell'influenza suina

http://www.facebook.com/home.php?#/video/video.php?v=1067039616841&ref=share

Voi cosa ne pensate? Vi anticipo che la persona intervistata sconsiglia di vaccinarsi e sopprattutto vaccinare bambini piccoli per evitare di squilibrare il sistema immunitario...

DiG ha detto...

Vi anticipo che la persona intervistata sconsiglia di vaccinarsi e sopprattutto vaccinare bambini piccoli per evitare di squilibrare il sistema immunitario...

Sarà un medico per dire una cosa del genere...un immunologo, un virologo, insomma, da chi stiamo ascoltando un consiglio per la nostra salute?

Beh, basta fare una ricerca facilissima (tu l'hai fatta?). Quella persona è David Icke, non è nè un medico nè uno scienziato.

E' uno che va in giro a dire che la razza umana è un ibrido tra uomini e rettili e che i rettiliani puntano al dominio del mondo.

Vedi tu.

Andrea Russo ha detto...

Vi invito tutti a consultare, sul sito della Corte dei conti, le obiezioni di questo importante organo riguardo all'assurdo contratto che il Ministero della salute ha stipulato con l'azienda farmaceutica Novartis, fornitrice dei vaccini H1N1

http://www.corteconti.it/Ricerca-e-1/Gli-Atti-d/Controllo-/Documenti/Sezione-ce/Anno-2009/Delibera-n.-16-adunanza-del-10-settembre-2009---Giuseppone.doc_cvt.htm

yari.davoglio ha detto...

Ciao Paolo,

oltre a ringraziarti per aver linkato il mio articolo su Dillinger.it, sottolineo che mi associo a quanto scritto da WeWee: "Ottimo articolo.
Se devo essere sincero io di questa storia dell'influenza e dei vaccini mi sono già stufato. Passi giorni a documentarti e scovare ricerche, contratti, leggi e studi per rispondere a chi entra in paranoia e quando li trovi e li pubblichi c'è sempre chi, il giorno dopo, ti ripete le stesse identiche cose sullo squalene e sul mercurio fino allo sfinimento (mio) ed alla noia (di chi legge).
"

Quello che i complottisti non approfondiscono, è l'intricata e puzzolente questione contrattualistica (verso gli Stati) ed economica delle aziende farmaceutiche (cosa che ha provato a fare la trasmissione Exit). Sull'efficacia dei vaccini (e di questo), invece, dovrebbero solo tacere poiché ignoranti.

Un saluto anche all'altro supervisore del mio articolo, Giuliano Parpaglioni.

Andrea Sacchini ha detto...

crespo:

Se è un tentativo di comicità demenziale è riuscito fin troppo bene.

Guarda che io non ho dato giudizi sulla bontà o meno di quello che è scritto in quel blog. Mi sono solo limitato a dire che il titolare è venuto in possesso del contratto originale. Punto.

yos ha detto...

Che figata: mi compare bX-p01jus, che dovrebbe essere il fratello di bX-inorhr, nel 3D epico :)

Gianni Comoretto ha detto...

Scorrendo il PPT trovo ovviamente un sacco di affermazioni paranoiche, gia' sottolineate. Dette così, quella è solo disinformazione.

Ma il tutto ha presa perché di fondo ha ragione. Abbiamo speso un sacco di soldi, attenzione, parole per un problema tutto sommato minore, mentre problemi molto più grossi, e che si possono combattere con una quantità comparabile di risorse, non hanno altrettanta attenzione. Perché gli interessati le risorse non le hanno.

Sulla diarrea. Per combattere UN EPISODIO di diarrea (oltre al discorso di potabilizzazione dell'acqua per prevenire) bastano alcune bustine di soluzione reidratante. Costo una frazione di euro. Sotto Natale arrivano regolarmente pubblicità di associazioni umanitarie che la distribuiscono in giro per il mondo. Idem per MSF che vaccina bimbi in giro per il mondo.

Gianni (a letto con la suina)

Anonimo ha detto...

Buongiorno a tutti!
Se ne leggono di ogni su questa influenza.
Mi accorgo che la gente comune ha una sola consapevolezza: Quella di saperne poco e in modo molto confuso.
Internet purtroppo è un'arma adoppio taglio: Non tutti hanno le competenze per capire chi ha ragione o meno. Ci sono troppi siti che dichiarano di avere in mano la "vera verità" citando fonti e documenti. Ma come mai questi hanno in mano certe informazioni sfuggite a giornalisti, scienziati o medici? Questi non capiscono che creano solo panico?
Ti dicono per esempio che il vaccino contiene mercurio che ti ucciderà! In tv un grande farmacologo ti dice che male non fa vaccinarsi! Allora chi ha ragione?
Vitamina B17 contro il cancro, non mangiare carne rossa che ti uccide, i vaccini creano malati del futuro cavolo è così difficile capire che la massa non ha capacità di capire tutto, è confusa, ed è influenzabile?! La "sciura Maria" a chi cavolo deve credere se il medico le dice di vaccinarsi ma il vicino le dice di non farlo perché su Internet girano voci che il vaccino famale??? Ma dove cavolo si trova tutto sto tempo per creare tutta questa disinformazione?
E se non avete capito a quale sito in particolare mi sto riferendo... Be dopo ve lo posto;-)

Replicante Cattivo ha detto...

insomma, da chi stiamo ascoltando un consiglio per la nostra salute?

Le persone che danno retta ai vari "signor nessuno", dovrebbero anche avere il coraggio di andare da loro per curare un dente o per farsi togliere l'appendicite. Chissà se a quel punto le referenze diventano importanti?

Ma si sa: siam tutti f.... col sedere degli altri e quindi se io devo fare dispensatore di consigli non è un mio problema verificare le fonti, se in quel momento faccio la parte del profeta della verità.

Alfred Borden ha detto...

@Thomas Morton

Non ho guardato quella lista, ma sono sicuro che esistono un sacco di controindicazioni per il DDT. Come per qualsiasi altro insetticida, del resto.

Qualsiasi altro insetticida come il DDT. Infatti, tra gli insetticidi organoclorurati il DDT non è l'unico ad essere stato bandito, ma solo il più conosciuto.

Comunque questa è una pubblicazione ufficiale dell'OMS:

http://malaria.who.int/docs/FAQonDDT.pdf


Non stavo contestando l'efficacia del DDT nel debellare la malaria (tralasciando il discorso della resistenza all'insetticida), ma il fatto che sia stato un errore vietarne la vendita e l'uso, perché poi, in fondo, tanto cattivo non era.

Paolo ha detto...

Paolo,

ho un appunto da fare sul tuo commento alla sezione "sperimentazione troppo corta, distribuire il farmaco gratis".

Fermo restando la poca precisione del testo che genera confusione e, per sgombrare il campo, la mia critica complessiva al messaggio dell'appello, mi sembra doveroso da parte di chi come me, te o tanti altri che ne leggono con attenzione il testo, esprimere critiche e commenti ben precisi.
Mi spiego meglio, dal testo seppur confusionario e dal contesto generale della presentazione si capisce bene (a mio avviso) che la tesi proposta e' che siccome il vaccino non e' stato molto testato e risulterebbe pericoloso per la salute si dovrebbe distribuire il "farmaco" gratis, dove per farmaco io deduco si intenda il tamiflu visto il riferimento a Roche e Relenza che rimanda all'affermazione precedente sul tamiflu e brevetto ad esso correlato.

Quindi trovare una contraddizione in questo non mi sembra corretto.
Poi possiamo discutere sulla forma che induce in confusione, ma noi leggendo con attenzione il testo non possiamo confondere la parola "farmaco" ed attribuirla a "vaccino" perche' non e' quella l'intenzione.

Saluti

Paolo.

John Wayne jr. ha detto...

"la tesi proposta e' che siccome il vaccino non e' stato molto testato e risulterebbe pericoloso per la salute si dovrebbe distribuire il "farmaco" gratis"

Questo sì che ha senso.
Basta aggiungerlo nella lista dei regali nella letterina per Babbo Natale.

Paolo Attivissimo ha detto...

Grazie dell'appunto, Paolo: avevo interpretato male. Ho corretto e riformulato, perché una contraddizione c'è lo stesso, ma su un altro punto.

Alfred Borden ha detto...

Ci si mettono anche le suore a fare disinformazione sul vaccino: Mi posso fidare di Suor Teresa?

Paolo ha detto...

Paolo,

era la stessa cosa che avevo pensato io ma mi sono limitato a suggerirti di correggere il tiro su un tuo commento che ritenevo poco azzeccato...

;-)

Lapo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Lapo ha detto...

Facciamo chiarezza sul punto riguardante la polmonite.

La polmonite non è una malattia causata da un unico agente patogeno. Per polmonite si intende semplicemente uno stato infiammatorio delle strutture polmonari profonde, gli alveoli, che crea condizioni interferenti con i normali scambi gassosi che ci permettono di respirare (e quindi di sopravvivere).

La polmonite è una condizione , il solo parlare di essa non illumina sulla causa. Ed è chiaro che i vaccini possano solo prevenire le forme dovute ad alcuni agenti infettivi (batteri e virus, ma ci sono anche polmoniti da funghi e parassiti, per i quali è ad oggi impossibile l'immunizzazione).

E da queste altre polmoniti come ci si difende?
Polmoniti da polveri organiche (polmonite dell'agricoltore, del coltivatore di funghi, del coltivatore di caffè, malattia dell'allevatore di piccioni o di polli, di roditori)
- Polmonite da polveri inorganiche: c' è quella da metalli (bario, alluminio, ferro, stagno), solfato di rame, carbone (come polvere o sotto forma di grafite), da silicati (talco e asbesto).
- Polmoniti da polveri chimiche: fibre sintetiche (nylon e poliestere), cloruro di vinile
gas (ossigeno, cloro, biossido di azoto e di zolfo, metilsocianato)
fumi (per esempio da ferro, manganese, ossido di zinco, stagno, nichel, rame, ottone)
Polmoniti da vapori (da mercurio, da idrocarburi, da resine termoindurenti)

e ce ne sono ancora altre che al momento mi sfuggono

Parlare dunque di vaccino contro la polmonite non ha assolutamente senso.
Esistono vaccini in grado di proteggerci da ALCUNE delle polmoniti infettive, abbastanza diffuse, ma non da poter essere considerate la totalità.
Ci sono quindi vaccini che possono prevenire le polmoniti da Haemophilus Influenzae, da Streptococcus pneumoniae, da pertosse da morbillo e chiaramente da quelle influenzali.


Proprio per la vastità della definizione di polmonite anche andare a cercare dati precisi sulle morti da polmonite per la totalità della popolazione mondiale è un'attività un po' inutile. Per estensione, ha lo stesso senso che parlare di morte per arresto cardio-circolatorio (cioè tutte le morti, nessuna esclusa).
E' per questo che ci si concentra sulle polmoniti infantili, sulle quali si possono facilmente reperire dati precisi: si tratta di patologie ascrivibili per lo più a cause infettive. L'obiettivo per il WHO è di ridurre la mortalità del 65% entro il 2015 intervenendo su 68 paesi, al modico prezzo di 39 miliardi di dollari, di cui 10 per il costo vivo dei vaccini e i restanti per la distribuzione e la realizzazione di infrastrutture.
Fonte: http://www.unicef.org/media/files/GAPP3_web.pdf

Quindi la frase " Morbillo, polmonite, malattie curabili con vaccini a basso costo, provocano la morte di dieci milioni di persone nel mondo ogni anno." è priva di senso, sia da un punto di vista scientifico che concettuale.

Andrea Sacchini ha detto...

Non conosco il grado di serietà e attendibilità del ministro della salute polacco, comunque ha appena fatto pubblicamente affermazioni piuttosto pesantine.

linopinolino ha detto...

Le indicazioni del Dott steganio sono da prendere con le pinze, per usare un eufemismo ma quello che soprattutto mi chocca é la sua totale assenza d’informazione.
I vaccini prodotti per la pandemia, come tutti i vaccini o a medicine, sono stati testati per verificarne l’efficacia e la tollerabilitá prima su persone sane e successivamente in pediatria o persone anziane ad alto rischio.

I vaccini sono tossici a causa degli adiuvanti?
Primo: esistono vaccini senza adiuvanti come quelli della Baxter.
Secondo: il fatto che lo squalene sia tossico é una bufala dura a morire, non mi dilungo ma leggete qui:
http://tinyurl.com/ybejukd

Sul finire (non so cosa dica precisamente perche il video si interrompe) ma forse sta consigliando di vaccinare i alcuni pazienti cronici. Cioé un vaccino che non “serve a nulla, molto molto dannoso, non testato” e che non si puó dare ai bambini, lo si puó dare invece ai pazienti con malattie croniche? (forse eutanasia? :->>>).

Su una cosa sono d’accordo:
“È sulla paura che si detiene il potere” aggiungerei solo: È con la paura e l’ignoranza che si detiene il potere.

crespo ha detto...

Neanche io conoscevo l'attendibilità e la serieta del ministro della salute polacco.
Se è vero quel che dice Repubblica, beh, sono scarse.

I avccini sono stati testati, si conosce esattamente la loro composizione, si conoscono benissimo gli effetti collaterali, funzionano.

Il vaccino influenzale è una cosa standard, ma così standrd che più standard non si può.
Farne uno per un tipo di influenza o per un altro, non cambia niente.
La procedura è la stessa, gli ingredienti gli stessi, cambia solo il tipo di virus (e questo non influisce minimamente su effetti collaterali)

Matz ha detto...

Faccio notare però che molti medici sconsigliano il vaccino. Parlo di dottori non di stregoni o cartomanti.

Conosco svariati casi in cui il medico ha sconsigliato il vaccino per la "suina" e non quello per la "stagionale".

Ovviamente io non sono in grado di giudicare quanto questi consigli siano affidabili, ma se no possiamo fidarci dei nostri dottori (e non sto parlando di sostenitori di medicine alternative) allora è un problemone.

Ad ogni modo il powerpoint è da non inoltrare, su questo sono d'accordo

Andrea Sacchini ha detto...

Confermo quanto ha scritto Matz qui sopra riguardo ai medici che lo sconsigliano. E lo dico per esperienza personale.

Skeptic ha detto...

Anche la mia dottoressa, che da anni consiglia tutti i vaccini, ha sconsigliato quello per la suina con la motivazione "non è testato".

Stupidocane ha detto...

Per quanto ne so i vaccini sono sconsigliati per chi non è a rischio. Il motivo credo sia quello di fortificare il sistema immunitario prendendo il virus, piuttosto che vaccinarsi.

Essendo una mutazione della spagnola tutti coloro che non l'hanno passata sarebbero più esposti al rischio di contagio della suina rispetto a chi ha ancora gli anticorpi della spagnola. Naturalmente il lasso temporale è troppo ampio per poter aver contratto la spagnola e le generazioni odierne sono tutte a rischio contagio. Il rischio di complicazioni è però alto, semprechè insistano patologie pregresse dell'apparato respiratorio. Chi è in buona salute, può "tranquillamente" ammalarsi.

Isidoro ha detto...

Caro Paolo, ti segnalo il sito http://www.nuovainfluenzah1n1.info/ dove potrai trovare un po' di informazioni scientificamente accurate.

Isidoro ha detto...

Caro Paolo,
sul sito http://www.nuovainfluenzah1n1.info/
trovi molte informazioni scientificamente accurate.

Juleps ha detto...

Ciao.

avevo già letto diverse settimane fa l'appello ed avevo già fatto alcune ricerche sul dottore in questione.

Tra una ricerca e l'altra mi ero imbattuto su un blog che sembra essere suo.

http://karlmoralesp2010.blogspot.com/

Datos personales
Carlos Alberto Morales Paitan
Lima, Lima, Peru
Pediatra - Hospital del Niño Lima - Perú

Sia allora che adesso, sul blog non si trova nessuna informazione di questo presunto suo scritto.

Ho anche provato ha scrivere all'indirizzo email che risulta dal profilo di blogger chiedendo informazioni sulla paternità dello scritto, ma al momento non ho ricevuto nessuna risposta

Appena ho delle novità vi aggiorno

Scoth6 ha detto...

Lo squalene è il precursore biochimico degli steroidi[1] e viene generalmente utilizzato come adiuvante nei vaccini.
Uno studio del 2000 mise in correlazione la presenza di anticorpi anti squalene nel sangue con l'insorgenza della sindrome del Golfo nei veterani: il 95% dei militari che mostravano i sintomi della sindrome presentava gli anticorpi, non rilevabili negli individui del campione che non presentavano i sintomi.[2] Due autori dello studio e un terzo ricercatore pubblicarono un'altra analisi nel 2002 in cui misero in correlazione la presenza degli anticorpi antisqualene nei soggetti affetti dalla sindrome del Golfo con la somministrazione squalene contenuto in alcuni lotti di vaccino anti antrace.[3]
Studi successivi evidenziarono diverse fallacie tecniche nel metodo di analisi dei dati adottato nello studio. Fu inoltre appurato che i vaccini contro l'antrace somministrati ai militari in questione non contenevano squalene. Sulla base dei dati disponibili inerenti la somministrazione di 22 milioni di dosi di vaccino antinfluenzale contenente squalene e dagli studi relativi alla somministrazione in neonati e bambini, l'utilizzo dello squalene come adiuvante è ritenuto sicuro per la salute.[4]
Uno studio pubblicato nel giugno 2009 non ha rilevato correlazione tra gli anticorpi anti-squalene e l'insorgenza della sindrome del Golfo.
WIKIPEDIA CI DICE QUESTO. IL VACCINO IN PRIMO LUOGO DEVE AVERE UNA CERTA PERCENTUALE DI SICUREZZA/INSICUREZZA E NON COME VOGIONO FARCI CREDERE I MEDIA, LA REALTà è MOLTO DIVERSA, CI SONO STATI MOLTI CASI IN CUI I VACCINI SONO STATI LETALI E QUESTO TIPO DI ALLARMISMO STRANAMENTE DAI MEDIA NON VIENE PRESO IN CONSIDERAZIONE.
SE UN CITTADINO CON UN MINIMO DI CERVELLO SI SENTE TRAVOLTO DA UNA CAMPAGNA MEDIATICA ALLARMISTA(DOVE ALLARME REALE NON Cè) E VIENE DETTO CHE IL VACCINO è SICURO AL 100% COSA DOVREBBE PENSARE???

pico ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Paolo Attivissimo ha detto...

Pico,

la lista degli ingredienti da dove l'hai presa? Dal Club degli Incoscienti Storditi?

Se tu facessi un po' di controlli, prima di postare la prima cosa che ti vola sotto il naso, capiresti cosa c'è che non va nella lista.

Matz ha detto...

@stupidocane

In realtà io parlavo di medici che sconsigliavano il vaccino per paura questo possa avere ripercussioni negative sul sistema immunitario.

Tant'è che ad un mio parente (malato di una malattia autoimmune) hanno fatto fare il vaccino stagionale ma non quello per la A/H1N1

pico ha detto...

il segretario americano del dipartimento della salute
Kathleen Sebelius
il 20 luglio 2009
firma un decreto che assicura la totale immunita' giuridica alle case farmaceutiche che producono il vaccino per la h1n1

Paolo Attivissimo ha detto...

Pico,

non rispondere alle domande che ti vengono fatte è maleducazione.

Continuare a postare commenti con segnalazioni a vanvera è sciocco e irresponsabile.

O rispondi e fornisci documentazione a quello che dici, oppure non c'è posto qui per altri tuoi commenti. Grazie.

Dan ha detto...

Refuso sul nome del farmaco per il titolo di paragrafo "Sperimentazione troppo corta del vaccino, distribuire gratis il Tamflu".

"Se il problema del PC sta tra la tastiera e la sedia, quello della TV sta tra il divano e lo schermo"
Sono daccordo solo in parte, john Wayne, perchè se è vero che parte della 'responsabilità' ce l'hanno gli spettatori (se pochi lo guardano alla fine un programma lo chiudono), la maggior parte della colpa è di chi fa trasmissioni e telegiornali vergognosi con la professionalità ed affidabilità di un cartomante da fiera. E' imbarazzante credere subito alla notizia che sono sbarcati gli alieni, ma è disgustoso il TG/trasmissione MISTERiosa che sbottano "Sono sbarcati gli alieni! Moriremo tutti! aaargh!", che in più il giorno dopo continua come se niente fosse stato detto.

>> "...con insetticidi che persistono nel tempo. Quello che dura di più è il DDT."
"Ce ne saranno anche altri, meno efficaci, che comunque assolvono lo scopo di uccidere gli insetti, no?"
Vorrei ben sperare, altrimenti vorrebbe dire che l'industria chimica è ferma da cinquant'anni.

"..e quando li trovi e li pubblichi c'è sempre chi, il giorno dopo, ti ripete le stesse identiche cose sullo squalene e sul mercurio fino allo sfinimento.."
Ah sì, i vaccini che contengono mercurio... ho sentito dire anche questa. A naso mi è sembrata una bufala, chissà perchè.

pico ha detto...

@TTIVISSIMO:)
www.novaccine.com/specific-vaccines/vaccine.asp?v_id=16

pico ha detto...

QUI TROVI TUTTO
casa pproduttrice
NUMERO brevetto
componenti
formato della confezione

Paolo Attivissimo ha detto...

Refuso sistemato, grazie!

pico ha detto...

qui ci sono tutti in dettaglio in .pdf
http://www.docstoc.com/docs/13516797/H1N1-Vaccine-Ingredients

Willy ha detto...

pico (aka "stitik arturo"),
stai studiando da fuffaro?

Non ti dare troppo da fare: basta una lobotomia per entrare nel loro clan!

pico ha detto...

wily ma te ti vaccini?

Willy ha detto...

pico ma te asdrimani?

pico ha detto...

willy certo come seranti pantone

Willy ha detto...

Vedo che qualche neurone attivo ancora c'è.
Dovresti evitare di bruciarteli tutti evitando di frequentare siti fuffaristi.

airone76 ha detto...

@ Andrea Sacchini
le affermazioni del politico polacco sono intanto mutuate dal web (e sappiamo cosa gira) ed inoltre sono in buona compagnia (ricordate il sudafrica e l´HIV?)... non ci presterei molta fede se non per ribadire che ci sono politici idioti anche in altri paesi e non solo in italia

@ Stupidocane
fortificare il sistema immunitario prendendo il virus, piuttosto che vaccinarsi
vaccinarsi = fortificare il sistema immunitario contro un virus senza risentire dei sintomi, quindi non è quello il motivo. Credo sia un insieme di fattori: nei medici seri il numero totale di dosi (prima le categorie a rischio!) ed evitare panico (se ti dico che serve vaccinarti a te che sei sano ti faccio capire che è una cosa pericoloa), nei medici paranoici false conoscenze (il vaccino è meno testato dell´altro, non volgio fare il gioco delle multinazionali, il sistema immunitario si fortifica di più se prende il virus in modo naturale [falso!], ecc...)

airone76 ha detto...

precisazione: le affermazioni del politico polacco sono intanto mutuate dal web

Intendo dire che: lui stesso dice di andare a cercare tutte le informazioni sul web e su certi siti, quindi le informazioni che ha lui le ha recuperate in questo modo... ergo...

Scoth6 ha detto...

Willy ha detto...
pico ma te asdrimani?


COMPLIMENTI PER LA SERIETà DEL NOSTRO AMICO WILY!!!

Willy ha detto...

Scoth6,
qui mica siamo menagramo cupi che annunciano morte e distruzione ogni tre giorni a coppie di due!

Siamo Scettici Allegri :D

Scoth6 ha detto...

Willy ha detto...
Scoth6,
qui mica siamo menagramo cupi che annunciano morte e distruzione ogni tre giorni a coppie di due!

Siamo Scettici Allegri :D

OK, è SOLO CHE PRENDERE IN GIRO LE PERSONE CHE CERCANO DI CAPIRCI QUALCOSA ANCHE SE SBAGLIANO NEL LORO PERCORSO DI VERITà COME TUTTI...è SUBDOLO!!CIAO.

pico ha detto...

willy(aka scettico allegro:)
qui si tratta solo di capire se questo vaccino va fatto oppure no

pico ha detto...

morte e distruzione la annunciano
i media e anche mr.obama che dichiara che l' h1n1 è una emergenza nazionale,
ogni inverno in italia muore circa 7000/8000 persone per l'influenza "normale"
250.000 circa nel mondo

Willy ha detto...

Se sei in una categoria a rischio si, altrimenti puoi anche non farlo.
Io non lo farò.

Per quanto riguarda la pericolosità: ci sono controindicazioni e possibili effetti collaterali come per qualsiasi altro farmaco.

L'H1N1 ha un tasso di diffusione molto alto ed è pericolosa per le categorie a rischio.

Obama: Ovviamente chi è a capo di una nazione DEVE prendere la cosa seriamente e fare il tutto per contenere lo scenario peggiore.

John Wayne jr. ha detto...

"E' imbarazzante credere subito alla notizia che sono sbarcati gli alieni, ma è disgustoso il TG/trasmissione MISTERiosa che sbottano "Sono sbarcati gli alieni! Moriremo tutti! aaargh!", che in più il giorno dopo continua come se niente fosse stato detto."

Soluzione semplice: non credere. Ges� diceva "Beati quelli che pur non vedendo, crederanno". Per questo non sono religioso. Ho bisogno di vedere (non ovviamente nel senso stretto del termine, altrimenti un qualunque prestigiatore mi prenderebbe facilmente in castagna!). Se uno crede che una donna sia stata violentata dagli alieni e abbia partorito una lepre scuoiata, questo la dice lunga sulla sua sanit� mentale.
Certo, questa gente vota e viene considerata sana.
Si pu� anche smettere di guardare la TV, ma non serve a niente se a farlo siamo io e te che non guardiamo Srudio Aperto e se lo facciamo lo prendiamo come inutile intrattenimento.
Finch� esisteranno al mondo persone ipnotizzabili dalle pi� assurde fesserie, non ci sar� niente che io e te potremo dire, fare o scrivere per fargli cambiare idea.


Sull'influenza: fin'ora avete nominato un sacco di influenze (spagnola su tutte) che sarebbero state incredibilmente dannose.
Beh, siete qui ancora a raccontarlo no? L'umanit� � sopravvissuta.
Fatemi il nome di un'influenza (o qualunque altra terribile malattia: cancro, peste, colera, etc.) a cui l'umanit� non sia sopravvissuta, e io mi vacciner�.

John Wayne jr. ha detto...

Perche' i miei messaggi sono pieni di quadratini laddove ci dovrebbero essere lettere maiuscole?

Mistero....

John Wayne jr. ha detto...

maiuscole=accentate.

Anche la mia sanita' mentale è a rischio. Tranquilli, ora prendo le mie medicine e tutto va a posto.

Lapo ha detto...

Domani, ore 17:30 ad Arezzo, mi vaccino. Siete invitati tutti al mio funerale.

Scoth6 ha detto...

CON TUTTA LA BONTà DI QUESTO MONDO TI CONSIGLIO DI NON VACCINARTI LAPO!! NON SI TRATTA DI FUNERALE MA DI GIUSTA PRUDENZA, IN PERCENTUALE PENSO SIA PIù AVVENTATO ANDARSI A VACCINARE ALLA PRIMA CAMPAGNA MEDIATICA ALLARMISTA POI SEI LIBERO DI FARE CIO CHE VUOI!!

pico ha detto...

willy
siamo in 2
il papa si vaccinera'?

Lapo ha detto...

Soffro di asma.
Lavoro al dipartimento di Sanità Pubblica.
Sono uno studente di Medicina, quindi il vaccino non me lo passano come agli altri medici ospedalieri.
Mi passano sotto il naso tutti i tamponi dei positivi di tutta l'area vasta Grosseto Siena Arezzo.
E' un vaccino come tutti gli altri.
Ritengo molto più concreto il rischio di beccarmi una polmonite primaria da Influenza, che con una funzionalità respiratoria non del tutto efficiente non è esattamente un boccon da ghiotti.
Con tutta la competenza di questo mondo, mi consiglio di vaccinarmi.

Willy ha detto...

Lapo,
visto che sei del settore:
ma cosa è questa storia dei vaccini in confezione da 10?

Mio padre ieri sera è andato a vaccinarsi, ma non erano in 10 quindi non hanno vaccinato nessuno :-\

Scoth6 ha detto...

Lapo confido nella tua competenza tecnica anche se ovviamente non ero a conoscenza dei tuoi problemi, però quello che non capisco è se è un vaccino come gli altri allora ti sei sempre vaccinato anche per l'influenza stagionale..oppure è solo perchè questo tipo di influenza è pericolosa per la tua situzione di salute..?!?!?!?

quintilio76 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Lapo ha detto...

Non è che sia proprio un espertone in materia (sono uno studente, ancora) e le linee guida diramate ai medici di famiglia sono un campo piuttosto specifico. Comunque il vaccino lo avrei dovuto fare questo pomeriggio, ma me lo hanno rimandato a domani proprio perchè non c'era un numero sufficiente di persone; inoltre l'infermiera si è raccomandata più volte di garantire la mia presenza, quindi immagino che la storia delle confezioni da dieci sia vera. Il perchè però mi sfugge, è possibile che sia dovuto a qualche procedura di conservazione e di mantenimento della catena del freddo (guardatevi il servizio delle Iene di martedì, quello sì molto più preoccupante).
Domani chiederò delucidazioni.

@scoth6
Il vaccino negli anni passati non l'ho fatto mai, vuoi perchè ho un medico di famiglia piuttosto ottimista, vuoi per mia trascuratezza. Il problema di questa influenza è che la contagiosità è molto più alta e se negli anni passati sono riuscito spesso a sfuggire all'influenza stagionale, per l'H1N1 ci sono margini più stretti. Poi gradirei evitare di dare aiutini alla coinfezione (rischiosa per la ricombinazione fra i virus che potrebbe presentarsi). Visto che in ospedale si ha la tendenza a venire a contatto con i malati (chissà perchè ? ;-D), sarebbe più facile beccarsele entrambe. Last but not least, il numero di complicazioni per l'H1N1 ha la simpatica tendenza a essere più elevato in fasce di età più basse rispetto alla normale influenza stagionale, oltre a colpire i soliti soggetti con patologie preesistenti. Facendo parte di entrambe le categorie, preferisco tirarmi fuori.
Ultima cosa. In questo periodo il mio lavoro mi dà notevoli soddisfazioni e non ho voglia di stare febbricitante una settimana a casa (nel migliore dei casi).

Quindi. Se state bene, non vaccinatevi (nessuno, fra l'altro, ha mai detto che si dovesse vaccinare tutta la popolazione). Se rientrate nelle categorie a rischio fateci un pensierino e scegliete in tranquillità (e facendovi carico delle conseguenze, però). Mi sembra che su questo blog ci sia consapevolezza e capacità di non farsi traviare, nè dai complottisti fanatici, nè dagli allarmismi mediatici.

pico ha detto...

Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute
http://www.epicentro.iss.it/focus/h1n1/aggiornamenti.asp
su informazioni generali c'è una circolare del ministero della salute
del 5 ottobre 2009
rivolta ai medici
la passo
giusto a titolo informativo

Juleps ha detto...

Torno sull'argomento dell'articolo.

Non ho ancora ricevuto nessuna risposta alla mail inviata all'indirizzo trovato sul "presunto" blog del dott. Morales.

AB-ForeX ha detto...

Scusate e del sito
http://www.theflucase.com che ne pensate?
le notizie che danno da dove le prendono?
e della giornalista jane Burgermeister che dice di aver fatto denunce cosa sapete?

Paolo ha detto...

Scusate,

da profano che non si e' mai vaccinato contro l'influenza stagionale avrei alcune domande.

E' vero, come mi e' stato detto da un amicop medico, che a differenza del normale vaccino stagionale per quello della "suina" viene richiesta una sorta di firma liberatoria?

Se e' vero, non e' una specie di ammissione implicita di rischio maggiore (che le case farmaceutiche non intendono assumere) rispetto ai classici vaccini per influenza stagionale?

Grazie.

Saluti

pico ha detto...

il segretario americano del dipartimento della salute
Kathleen Sebelius
il 20 luglio 2009
firma un decreto che assicura la totale immunita' giuridica alle case farmaceutiche che producono il vaccino per la A-H1N1

Juleps ha detto...

@Paolo, mi sa che la liberatoria te la chiedono per qualunque vaccinazione.

Poco tempo fa, la mia bimba doveva fare la vaccinazione trivalente, visto che sia io che la moglie lavoriamo ci è andata la nonna.

Era già stata presentata presso la asl da mia moglie la richiesta del medico e fatta la prenotazione.

Tutto bene? NO.

Mentre era li ci ha chiamato la nonna dicendo che doveva andare uno di noi poiché serviva il consesno di uno dei genitori

michela ha detto...

Siamo sicuri che si parli di liberatoria? o si tratta di un normale "consenso informato"?

Andrea ha detto...

@michela

sul sito del ministero si parla di

"modello nazionale di consenso informato (da far firmare al soggetto e acquisire prima della somministrazione di ogni dose;"

pico ha detto...

Il consenso informato, quale espressione del diritto personalissimo e di rilevanza costituzionale all'autodeterminazione terapeutica, è un obbligo contrattuale del medico, in quanto è funzionale al corretto adempimento della prestazione professionale, sebbene sia autonomo da esso.

Ciò implica che, nel caso in cui il medico abbia garantito l’esito positivo dell’intervento, sia perché di routine, sia a causa delle buone condizioni di salute del paziente, e poi siano insorte complicazioni, è necessaria la prova che le stesse siano state generate per un evento imprevisto ovvero imprevedibile.

www.altalex.com

Andrea ha detto...

Direi quindi che questo "consenso informato" da firmare faccia ampiamente parte del quadro burocratico della medicina italiana e non è stato "inventato" di sana pianta per questo vaccino

Paolo ha detto...

Ok,

scusate ancora ma il mio dubbio era specifico al caso dei vaccini anti-influenzali.
Mi spiego meglio...

Si dice da piu' parti (anche l'utente crespo lo ha detto qui) che la tecnica per fare i vaccini anti-influenzali e' sempre la stessa e che quindi come si fanno in poco tempo quelli dell'influenza stagionale inserendo nella formula il ceppo stagionale (scusate l'approssimazione, e' solo un modo dire per capirci), cosi' allo stesso modo si produce quello della "suina" e quindi non occorrono mesi e mesi di test (anche perche' se no sarebbe inutile il vaccino stagionale) e anche i rischi di effetti collaterali sarebbero gli stessi.

Pero' se cio' e' vero la richiesta di "liberatoria" o chiamiamolo pure consenso informato, non e' quello il punto, se te la chiedono per l'A-H1N1 immagino la chiedano anche per qullo stagionale.
Ora, io non ho mai fatto il vaccino, ma mi e' stato detto da chi ha fatto il vaccino stagionale che per quest'ultimo non devi firmare nulla, te lo fanno e basta, tanto e' un vaccino consolidato seppur variato di stagione in stagione.

C'e' qualcuno che ha fatto il vaccino e puo' confermare o smentire questa cosa?

Perche' se mi dicono che la tecnica e' la stessa e i rischi sono gli stessi io poi non mi spiegherei perche' in un caso e' richiesto il consenso informato e nell'altro no.

Spero di aver chiarito bene il punto.

pico ha detto...

@ paolo

http://www.normativasanitaria.it/normsan-pdf/0000/30534_1.pdf

questo pdf contiene il fac-simile della liberatoria. a pagina 26/30
si legge chiaramente che il vaccino contiene mercurio

http://www.emea.europa.eu/humandocs/PDFs/EPAR/focetria/spc/emea-spc-h385it.pdf
qui è nel dettaglio

pico ha detto...

i vaccini per l'italia sono della novartis

http://en.wikipedia.org/wiki/Novartis#Challenge_to_India.27s_patent_laws

Paolo Attivissimo ha detto...

Pico,

questo pdf contiene il fac-simile della liberatoria. a pagina 26/30
si legge chiaramente che il vaccino contiene mercurio


Dove, scusa? Ho letto dove hai indicato e la parola "mercurio" non l'ho vista. Cita la frase, per favore.

Willy ha detto...

Allegato II p.26 del pdf
La confezione multidose contiene una quantità di vaccino utile per 10 trattamenti. Per evitare contaminazioni
e garantire che la qualità del vaccino resti inalterata tra una vaccinazione e quella successiva, è stato aggiunto
un conservante contenente mercurio, da tempo utilizzato in molte preparazioni farmaceutiche.

Paolo Attivissimo ha detto...

un conservante contenente mercurio

Il tiomersale/timerosale?

Se ti sente WeWee... :-)

Willy ha detto...

Il tiomersale/timerosale?

Se ti sente WeWee... :-)


È già un po' che dice: "ne parleremo in un prossimo articolo" :(
Speriamo a breve!

Lapo ha detto...

Allora.
Ho fatto il vaccino ieri sera.
Sono sopravvissuto, a parte un po' di dolore al deltoide.
Confermo il confezionamento in "decadose", probabilmente dovuto a questioni di risparmio, più che di garanzie di conservazione.
Dovrò ripetere la somministrazione fra qualche giorno, non ho capito bene quando (su questo l'infermiera è stata un po' cialtrona).
Il consenso informato (non liberatoria, CAPITO?) è costituito da due pagine, assolutamente diverse da quelle elencate da Pico.

pico ha detto...

lapo :)
le info che ho messo sono di una circolare del ministero della salute
che a pag 30/30
dice
Le seguenti informazioni sono destinate esclusivamente ai medici o agli operatori sanitari:
di + non so dirti

pico ha detto...

@ttivissimo
forse questo articolo lo hai gia' letto
http://bazonline.ch/schweiz/standard/Erste-Impfspritzen-in-der-Schweiz-eingetroffen/story/22051646
ma in svizzera sara' obbligatoria?

Paolo Attivissimo ha detto...

ma in svizzera sara' obbligatoria?

Sì, come il canto dell'inno nazionale ogni mattina in ufficio, le esercitazioni di conteggio veloce delle banconote e l'obbligo per tutti i disoccupati di fare a mano i buchi nel formaggio.

pico ha detto...

http://www.emea.europa.eu/humandocs/PDFs/EPAR/pandemrix/H-832-it1.pdf
pag 2/3

Perché è stato approvato Pandemrix?

yari.davoglio ha detto...

Refuso nell'ultimo periodo: "dove i medici italiani hano accumulato".

yari.davoglio ha detto...

Raga, niente fretta, WeWee e Parpaglioni lavorano, non stanno sul pc dalla mattina alla sera come me (anche se lavoro sul web)... :P E un articolo serio ha bisogno di moltissime ore di preparazione ;)

Paolo Attivissimo ha detto...

Refuso sistemato, grazie Yari.

Paolo ha detto...

Dato che riguardo al mio commento ci si e' soffermati soltanto all'aspetto (marginale) della distinzione tra liberatoria e consenso informato,
provo a riproporre ancora la mia semplice domanda...

C'e' qualcuno di voi che e' solito fare o anche ha fatto solo quest'anno la vaccinazione contro l'influenza stagionale?

Se si, puo' confermare o smentire il fatto che, per questa tipologia di vaccino, non viene richiesto di firmare il consenso informato?

Grazie.

pico ha detto...

paolo ,
ho chiesto a chi fa il vaccino stagionale , mai firmato consensi informati

pico ha detto...

la polizia chiede un vaccino "diverso"

per le forze dell'ordine

http://www.sap-palermo.org/pages_SAPFlash/2009/SAPFlash_2009_45.html

Paolo ha detto...

Beh, se questo circostanza e' confermata, mi sembra qualche aspetto un po' oscuro in questa controversa vicenda ci sia davvero...

Willy ha detto...

Qui il consenso informato che ha firmato mio padre per il vaccino per l'H1N1.

John Wayne jr. ha detto...

Scusate, ma se bisogna firmare un "consenso informato", basta leggere le "informazioni" che dovrebbero far parte del documento (per questo si chiamerebbe informato, no?).
Se nonostante le informazioni uno vuole fare lo stesso il vaccino (o sottoporsi al trattamento per il quale si viene "informati"), si ha, per definizione, un consenso.

Quindi, riassumendo, chi distribuisce il vaccino mette al corrente chi si vuole vaccinare di quello che potrebbe andare storto.
Certo, bisognerebbe anche leggere prima di firmare, ma non vorrei passare per il barboso burocrate di turno.

Molto pi� comodo nascondersi dietro all'ignoranza ("Io non sono mica un medico, sono un povero fiammiferaio con la prima elementare frequentata alle serali nella neve sotto i bombardamenti e non ci vedo neanche da vicino") e lamentarsi DOPO, tanto la legge sta sempre dalla parte degli idioti (dimostrazione: hanno condannato la Philip Morris perch� sul pacchetto delle Marlboro c'era scritto Lights sulle sigarette leggere, e una che si � ammalata di tumore pensava che il fatto che le sigarette fossero pi� leggere significasse che il cancro non le sarebbe venuto).

Willy ha detto...

la polizia chiede un vaccino "diverso"

Evidentemente chi ha fatto quella richiesta si è fatto abbindolare da uno dei tanti siti complottisti presenti su internet.

I gonzi esistono a tutti i livelli.

Paolo ha detto...

Io non capisco per quale motivo il vaccino per l'influenza stagionale non richiede la firma sul consenso informato da parte dell'utilizzatore, mentre quello per la "suina" lo prevede.
Non e' un'implicita ammissione di esistenza di un rischio piu' elevato di quello che si vuol far credere?

Anonimo ha detto...

Ho fatto il vaccino anti-influenzale "stagionale". Si, ho firmato il consenso informato come ogni anno che l'ho fatta.

pico ha detto...

willy
probabilmente da un articolo del der spiegel

pico ha detto...

willy forse hanno letto anche questo

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/10640454

dipartimento di microbiologia

Willy ha detto...

Lo Squalene II - La vendetta (prossimamente su tutti gli schermi)

O_o

Paolo ha detto...

Grazie xabaras.

Questa cosa mi tranquillizza un po' di piu'...

pico ha detto...

MF59
SEMBRA L'ABBREVIAZIONE DI:
MOTHER FUCKER 59 TIMES?

Il primo vero sasso l’ha lanciato pochi giorni fa il quotidiano tedesco "Berliner Zeitung" SEGUITO POI DA TUTTA LA STAMPA TEDESCA:
il Governo ha comprato 50 milioni di dosi di vaccino “PANDEMRIX” della GlaxoSmithKleine (GSK) per vaccinare la popolazione. Ma al tempo stesso ha ordinato per i membri del Governo, i ministeri e l’esercito 200 mila dosi di un altro tipo di vaccino, il “CELVAPAN” della Baxter.
Guarda caso, il vaccino GSK contiene, oltre a un conservante al mercurio (tiomersale), anche un adiuvante sperimentale, lo SQUALENE.
Quello destinato ai funzionari di Governo invece non contiene né l’uno né l’altro.
Il vicepresidente dell’ordine federale dei medici, intervistato dal quotidiano, è stato esplicito: i membri del Governo devono lasciare che il vaccino “sicuro” che si sono comprati per loro venga invece distribuito ai bambini e alle donne in gravidanza

Paolo Attivissimo ha detto...

Pico,

per favore includi le fonti precise e autorevoli di quello che scrivi. Non è accettabile postare dicerie che possono oltretutto causare paure inutili.

Abbi pazienza, ma non potrò accettare tuoi ulteriori commenti allarmisti senza fonti. Grazie.

pico ha detto...

ATTIVISSIMO MI DICI FONTI AUTOREVOLI

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/10640454

dipartimento di microbiologia
sito governativo u.s
_______________________________

http://www.sap-palermo.org/pages_SAPFlash/2009/SAPFlash_2009_45.html

sindacato autonomo di polizia di stato

Influenza H1N1 e vaccino per il personale



L'UNICA FONTE CHE NON HO MESSO è QUELLA DEI GIORNALI TEDESCHI , CHE IN GERMANIA HA FATTO GRANDE ECO, mi stupisco ti sia sfuggita
questo il SPIEGEL
io non parlo tedesco senno' te li troverei tutti gli articoli,

http://oknotizie.virgilio.it/go.php?us=9f452f8571e0ec6

TUTTI GLI ALTRI INTERVENTI HANNO IL RIFERIMENTO WEB

Paolo Attivissimo ha detto...

Pico,

grazie dei link. Quello a Pubmed va bene, peccato che da allora la ricerca sia stata smentita.

Quello a Scienza marcia, invece, è spazzatura di Corrado Penna, noto per le sue idee a dir poco sconnesse, per cui trovati una fonte migliore.

Sto aspettando che tu mi dia le fonti per la notizia che attribuisci allo Spiegel. Grazie.

pico ha detto...

qui hai i link per tutti gli articoli della stampa tedesca

http://oknotizie.virgilio.it/go.php?us=9f452f8571e0ec6

Turz ha detto...

@Paolo Attivissimo:
Scusa se rompo, ma il commento del bannato secondo me andrebbe cancellato definitivamente (hai già provveduto su un altro thread, ma vedo che ha sporcato pure qui).

Paolo Attivissimo ha detto...

qui hai i link per tutti gli articoli della stampa tedesca

Pico, smettila di mandare link farlocchi.

Posta i link diretti agli articoli della stampa tedesca, invece delle sciocchezze di Corrado Penna.

Ho poco tempo e ancora meno pazienza. Non farmi perdere altro tempo. Grazie.

pico ha detto...

qui hai l'articolo del SAP
SUL LORO SITO PENSO CHE QUESTA IA LA FONTE MIGLIORE

http://www.sap-nazionale.org/ultimaora.php?id=2250

Paolo Attivissimo ha detto...

pico,

qui hai l'articolo del SAP
SUL LORO SITO PENSO CHE QUESTA IA LA FONTE MIGLIORE


Certo, perché se ho un dubbio medico la fonte più giusta da consultare è il sindacato di Polizia.

Quando ti si guasta l'auto cosa fai, vai dal giardiniere?

Non hai dato le coordinate di Spiegel.

Sto esaurendo la pazienza con il tuo comportamento. Non esaurirla del tutto. Grazie.

pico ha detto...

SPIEGEL ON LINE

http://www.spiegel.de/wissenschaft/medizin/0,1518,655860,00.html

STERN
http://www.stern.de/politik/deutschland/schweinegrippe-zorn-ueber-sonderimpfstoff-fuer-merkel-und-co-1515401.html

BILD

http://www.bild.de/BILD/politik/2009/10/19/schweinegrippe-spezialimpfstoff-fuer-politiker/experten-werfen-regierung-zwei-klassen-medizin-vor.html

pico ha detto...

attivissimo
se un sindacato di polizia di stato chiede chiarimenti al ministero su un vaccino, è probabile dico probabile che si sia informata precedentemente da persone "adeguate" e competenti in materia,
oppure anche loro hanno letto qualche sito complottista?

pico ha detto...

grazie dei link. Quello a Pubmed va bene, peccato che da allora la ricerca sia stata smentita.

mi puoi mandare il link
grazie

Andrea ha detto...

@pico

vorrei ricordarti che ci sono PARLAMENTARI che fanno INTERROGAZIONI PARLAMENTARI sulle scie chimiche! ^__^ quindi occhio a dar per scontato che un politico (o sindacalista in questo caso) si sia informato seriamente prima di iniziare una battaglia contro qualcosa

Paolo Attivissimo ha detto...

pico,

link a Wikipedia in inglese, che elenca le pubblicazioni mediche e le ragioni che invalidano il documento che hai citato.

Paolo Attivissimo ha detto...

pico

se un sindacato di polizia di stato chiede chiarimenti al ministero su un vaccino, è probabile dico probabile che si sia informata precedentemente da persone "adeguate" e competenti in materia,

O magari no. Altri lettori ti hanno già ricordato che ci sono interrogazioni di parlamentari sulle "scie chimiche". Il questore della Camera italiana Ballaman fece interrogazioni sull'appello-bufala per il numero succhiaricarica (link.

Paolo Attivissimo ha detto...

pico,

SPIEGEL ON LINE

Finalmente. Ci voleva tanto a fornirli subito invece di farteli richiedere tre volte? Grazie.

Sì, i link che hai indicato riportano che ad alcuni cittadini (politici, burocrati ecc) verrà distribuito un vaccino differente. E quindi?

Dobbiamo pensare subito alla Grande Cospirazione per Uccidere il 90% dei Tedeschi, oppure magari pensare che a) diversificare non è una brutta idea b) il vaccino per la "elite" costa magari di più e quindi lo si tiene per le figure chiave del paese c) in caso di vera pandemia, con caos sociale, è più importante la vita di un pompiere o di un sindaco o di un presidente che quella di un semplice cittadino. Cinico, ma è così.

pico ha detto...

b) il vaccino per la "elite"
che è quello prodotto dalla baxter

dunque esiste vaccini migliori di altri?

oppure vaccini meno pericolosi di altri?


Sono 3 i vaccini approvati dalla UE:

FOCETRIA (Novartis): contiene adiuvante MF59 con squalene (9,75 milligrammi); il Governo italiano ne ha comprato 24 milioni di dosi;

PANDEMRIX (GSK): contiene adiuvante AS03 con squalene (10,69 milligrammi);

CELVAPAN (Baxter) NON contiene adiuvanti.

Baxter fornisce il vaccino agli stati uniti
lo squalene non è pericoloso ma in america non c'è nel vaccino

seguendo la tua logica "di prezzo"

mi chiedo perchè gli stati uniti
non abbiano utilizzato quelli con squalene (sicuro) e meno caro

Paolo Attivissimo ha detto...

mi chiedo perchè gli stati uniti
non abbiano utilizzato quelli con squalene (sicuro) e meno caro


Per garantirsi il dominio del mondo, no?

Infatti nei paesi che si sono fatti di squalene la gente sta morendo a frotte, mentre in USA vanno in giro allegri in cabriolet ascoltando i Beach Boys in attesa che crepino tutti gli altri e lo squalone (o squacquerone) consegni loro l'Europa.

Ma altro da fare nella vita, oltre a farsi menate sullo squalene, proprio no?

Turz ha detto...

Dobbiamo pensare subito alla Grande Cospirazione per Uccidere il 90% dei Tedeschi, oppure magari pensare che a) diversificare non è una brutta idea b) il vaccino per la "elite" costa magari di più e quindi lo si tiene per le figure chiave del paese c) in caso di vera pandemia, con caos sociale, è più importante la vita di un pompiere o di un sindaco o di un presidente che quella di un semplice cittadino. Cinico, ma è così.

Quello che dico sempre è che se si dovesse essere paranoici su tutto la vita diventerebbe un inferno.
Perciò il più delle volte accetto rischi con probabilità bassa, "scommettendo" che non accadrà nulla di male.

Allora: scommettiamo che il vaccino non ammazzerà il 90%, ma nemmeno l'1% dei tedeschi, e continuiamo a vivere tranquilli.

Tanto fra pochi mesi si scoprirà chi aveva ragione, e visti i precedenti ho ragione io.

A maggio sono andato in California scommettendo che quest'influenza era la solita bolla mediatica, e anche lì senza farmi tante paranoie ho visto cose che se avessi creduto ai paranoici della suina non avrei visto. Tiè!

[Lo so che la foto non è in California, ma il camionista che è in me non si è fatto spaventare da una piccola deviazione di 1000 miglia.]

Paolo ha detto...

Io non credo sia in atto nessuna cospirazione mondiale, ne' tantomeno che qualcuno voglia avvelenare scientemente i cittadini con la vaccinazione.

Il nodo della questione, come in tante altre, e' che tutto ruota intorno ad enormi interessi economici in gioco che notoriamente si fanno pochi scrupoli (anche riguardo alla salute) anche se magari non intendono nuocere, e di qui tutta la gran confusione intorno a questo problema potrebbe anche essere alimentata appositamente.
Quello che manca e' una corretta informazione, ed in un mondo dove purtroppo tutto ormai ruota intorno al denaro, spesso non ci si puo' fidare di cio' che la stampa/televisione e anche internet dice...
Concludo dicendo che non faro' il vaccino, perche' non faccio parte di categoria a rischio, altrimenti probabilmente lo farei.

Il fatto e' che con questo genere d'informazione e con tutta la confusione creatasi attorno (volutamente o no?) molte persone non hanno ben chiaro questo concetto e si chiedono se devono fare il vaccino o meno, quando magari non sarebbe neache necessario.

picoripico ha detto...

qui nessuno parla di cospirazione almeno non io ,
è evidende che sui test di questo vaccino ci sono delle grosse lacune ,non è stato testato sulla compatibilita' se effettuato durante l'assunzione di altri medicinali ,
è stato messo in circolazione in 4/5 mesi quando occorrono tempi ben + lunghi, tant'è che ha gia' subito cambiamenti.
la ministro della salute americano firma una dichiarazione nella quale solleva da ogni responsabilita' giuridica le case farmaceutiche che fornisco il vaccino .
a me questo sembra un fatto un po' insolito.
anche questa storia tedesca non è che aiuti a fare luce
il tasso di mortalita' di questa influenza è dello 0,003% fino ad oggi , perchè c'è tanta pressione mediatica riguardo al vaccino?
dato che
in italia per l'influenza stagionale muore 7.000/8.000 persone all'anno , i decessi della ah1n1 sono lontanissimi da queste cifre, e solo una piccola parte della popolazione si è vaccinata

bisognerebbe vedere quanto hanno perso in borsa durante la crisi le bigpharma e quanto gli rientra con questo giochino

pico ha detto...

qui nessuno parla di cospirazione almeno non io ,
è evidende che sui test di questo vaccino ci sono delle grosse lacune ,non è stato testato sulla compatibilita' se effettuato durante l'assunzione di altri medicinali ,
è stato messo in circolazione in 4/5 mesi quando occorrono tempi ben + lunghi, tant'è che ha gia' subito cambiamenti.
la ministro della salute americano firma una dichiarazione nella quale solleva da ogni responsabilita' giuridica le case farmaceutiche che fornisco il vaccino .
a me questo sembra un fatto un po' insolito.
anche questa storia tedesca non è che aiuti a fare luce
il tasso di mortalita' di questa influenza è dello 0,003% fino ad oggi , perchè c'è tanta pressione mediatica riguardo al vaccino?
dato che
in italia per l'influenza stagionale muore 7.000/8.000 persone all'anno , i decessi della ah1n1 sono lontanissimi da queste cifre, e solo una piccola parte della popolazione si è vaccinata

bisognerebbe vedere quanto hanno perso in borsa durante la crisi le bigpharma e quanto gli rientra con questo giochino

pico ha detto...

qui nessuno parla di cospirazione almeno non io ,
è evidende che sui test di questo vaccino ci sono delle grosse lacune ,non è stato testato sulla compatibilita' se effettuato durante l'assunzione di altri medicinali ,
è stato messo in circolazione in 4/5 mesi quando occorrono tempi ben + lunghi, tant'è che ha gia' subito cambiamenti.
la ministro della salute americano firma una dichiarazione nella quale solleva da ogni responsabilita' giuridica le case farmaceutiche che fornisco il vaccino .
a me questo sembra un fatto un po' insolito.
anche questa storia tedesca non è che aiuti a fare luce
il tasso di mortalita' di questa influenza è dello 0,003% fino ad oggi , perchè c'è tanta pressione mediatica riguardo al vaccino?
dato che
in italia per l'influenza stagionale muore 7.000/8.000 persone all'anno , i decessi della ah1n1 sono lontanissimi da queste cifre, e solo una piccola parte della popolazione si è vaccinata

bisognerebbe vedere quanto hanno perso in borsa durante la crisi le bigpharma e quanto gli rientra con questo giochino

Anonimo ha detto...

"Sperimentazione troppo corta del vaccino".
Posso rispondere a questo:
Non è vero che il vaccino non è stato sperimentato perché quel tipo è sperimentato da diversi anni. E' il ceppo che varia (e varia ogni anno per tutti i tipi).
Viene prodotto sempre lo stesso vaccino per ceppi mutati.
In una parola quello della suina non è un vaccino nuovo.

Roby ha detto...

Spezzo una lancia in favore della presentazione.
Là dove dici "C'è una certa contraddizione nell'affermare che il Tamiflu ha gravi effetti collaterali, tanto da causare la morte di alcuni ragazzi, ma poi proporre di "distribuire il farmaco generico gratuitamente a tutti i paesi, specialmente quelli poveri". Anzi, questa addirittura "sarebbe la migliore soluzione"." io la contraddizione non la vedo.
Il modo utilizzato infatti è il condizionale, non l'indicativo, come a voler dire: "Se fosse una situazione così drastica sarebbe la migliore soluzione" e dunque probabilmente non è così pericolosa...

Fabrizio ha detto...

Salve a tutti.
Non so se sia già stato fatto in precedenza, ma segnalo questo link.

http://vimeo.com/7298827

E' il filmato di una suora spagnola, dottoressa e plurilaureata, che parla dell'argomento, citando Baxter, etc.

E' autentico secondo voi?

Fabrizio ha detto...

http://tiny.cc/IPDsX

Questa è la traduzione italiana del testo del filmato precedente con i riferimenti.

Paolo ha detto...

Fabrizio,

il documento da te citato sembra interessante e al tempo stesso un po' inquietante....
In ogni caso non siamo al livello della presentazione bufala oggetto di questo articolo, ci sono parecchi riferimenti usati come fonte che, se confermati, sicuramente forniscono un quadro diverso e fanno informazione su un argomento fin qui trattato in modo approssimativo e confusionario sia dai media che dalle autorita'...

pico ha detto...

ma la bufala da che parte sta?

Così la svizzera Novartis ha annunciato ieri che nel solo quarto trimestre le vendite del Focetria, uno dei tre farmaci anti-H1N1 approvati in Europa, aggiungeranno tra i 400 e i 700 milioni di dollari ai suoi ricavi. L'inglese Glaxo ha venduto a 22 nazioni 440 milioni di confezioni del suo Pandemrix, con un incasso già arrivato a 3,5 miliardi di dollari, annunciando che sono in arrivo altri accordi da centinaia di milioni. Vendite da capogiro sono previste anche per il Celvapan della Baxter, per cui è arrivato il disco verde delle autorità nelle ultime settimane. La francese Sanofi ha in portafoglio ordini per 250 milioni dagli Stati Uniti ancora prima dell'ok al suo vaccino, cifra simile a quella che si è già messa in cassa l'australiana Csl.

«Meno recenti ‹Vecchi   1 – 200 di 236   Nuovi› Più recenti»