Cerca nel blog

2008/11/28

Beppe Grillo e Biowashball, la palla (in tutti i sensi) magica

L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale. Ultimo aggiornamento: 2009/01/16.


Vignetta di Moise, pubblicata inizialmente su AFNews e ripubblicata qui per gentile concessione dell'autore.
Impazzano su Internet le segnalazioni della Biowashball, una pallina che promette lavaggi senza detersivo o quasi. Ne parla anche Beppe Grillo nei suoi spettacoli, come potete vedere in video Youtube come questo.

E' possibile che una palla di plastica contenente dei granelli ceramici possa "pulire la biancheria senza l’utilizzo di detersivi", come dice Biowashball.ch, uno dei vari siti ufficiali che promuovono il prodotto? Sarebbe una rivoluzione. Rivoluzione che sarebbe un danno enorme per le cattivissime multinazionali del detersivo. E così nasce, inevitabile, la teoria di complotto.

Provo a fare un po' di chiarezza presentando i dati che ho raccolto fin qui.

Per capire cosa c'è nell'oggetto potete dare un'occhiata a questo video che mostra una Biowashball che viene aperta.

Innanzi tutto, il principio di funzionamento: le spiegazioni fornite dai siti promotori suonano molto, molto sospette. Per esempio, come fa una pallina di plastica con dentro delle perline ceramiche a emettere "potenti raggi infrarossi"? Da qualche parte l'energia per emetterli deve arrivare. Da dove, visto che la pallina non ha batterie o altre fonti di energia? E come fanno i raggi infrarossi a disgregare "le molecole d'idrogeno dell'acqua per aumentare il movimento molecolare"?

Per prima cosa ho provato a girare informalmente queste e altre domande a Simone Angioni, dottore in chimica, citato con il suo permesso. Ecco le sue risposte altrettanto informali.

Può un oggetto di plastica e ceramica emettere raggi infrarossi, e per di più potenti? No, non può, se non per l'ovvia emissione che hanno tutti i corpi che emettono calore. Emettere infrarossi ad alta intensità richiederebbe una sorgente di energia continua.

Possono i raggi infrarossi scindere una molecola d'idrogeno? Possono farla bollire, se sono alla giusta intensità. In realtà non è ben chiaro cosa faccia la molecola dell'acqua sottoposta ad intensi campi elettromagnetici. Per ora non ci sono studi accertati che parlano di infrarosso in grado di scindere l'acqua. In ogni caso si tratterebbe di intensità enormi, non generabili senza le strumentazioni adatte.

Il sito Biowashball.ch dice che "la Biowashball elimina i composti cloridrici nell'acqua e diminuisce la sua pressione superficiale, aumentando così il suo potere pulente". Come fa una palla di plastica e ceramica ad eliminare i composti di cloro nell'acqua? Dove li nasconde? E cos'è la "pressione superficiale"? Esistono dei mezzi per eliminare il cloro dall'acqua, ma solo tramite l'uso di metalli o di particolari molecole organiche; non se ne vede, poi, lo scopo: i cloruri sono presenti dovunque, anche nell'acqua per la pasta. Al chimico non viene in mente nessun modo per poter tirare via il cloro con delle sfere di plastica e ceramica, ma finché non viene analizzata la Biowashball non si possono esprimere giudizi definitivi. La "pressione superficiale" non esiste. Sembra una brutta traduzione per indicare la tensione superficiale, che può essere effettivamente variata tramite i tensioattivi (presenti nei detersivi) per migliorare la miscibilità dell'acqua (o di altri liquidi) con altri solventi. Se la tensione superficiale diminuisce, aumenta il grado di "lavaggio" ovvero nel caso specifico l'acqua bagna e scioglie meglio le sostanze che normalmente non verrebbero sciolte. I tensioattivi sono il vero motivo per il quale i detersivi puliscono, il resto ha funzioni accessorie come antibatteriche, sbiancanti, eccetera.

Il sito Biowashball dice che "per preservarne l'efficacia, basta posizionare la Biowashball al sole per un'ora al mese, per rigenerarne le microsfere di ceramica." Ha senso esporre al sole delle microsfere ceramiche per "rigenerarle"? Che cosa vuol dire? Non vuol dire nulla. Il sole non può rigenerare nulla in questo contesto. Le sfere dovrebbero essere fotosensibili, quindi assorbire la luce e reagire in base ad essa ripristinando il sistema inizialmente presente e liberando tutte le "schifezze" assorbite. Insomma nulla si distrugge: anche ammettendo che il sole potesse rigenerare queste sfere (cosa che non fa) comunque butterebbe fuori in un colpo tutto quello assorbito durante il mese.

Le spiegazioni tecniche fornite dai siti ufficiali che promuovono la pallina, insomma, non reggono. I princìpi scientifici invocati e descritti da Biowashball non hanno assolutamente senso.

Un altro dubbio sulla serietà di questo prodotto è l'assenza, a quanto risulta fin qui, di un brevetto che ne tuteli il principio di funzionamento. Sui vari siti ufficiali non c'è alcuna indicazione di tutela brevettuale: ci sono soltanto alcuni "certificati" decisamente surreali. Eppure lo spot sul sito Biowashball.eu dice chiaramente che si tratta di un prodotto e di un principio brevettato. Così Il 17 novembre ho inviato una mail alla società che commercializza il prodotto in Svizzera (info@lfb.ch) e a quella che sembra essere la casa madre a Hong Kong (biz@biowashball.ch) chiedendo di fornirmi i numeri di riferimento dei brevetti che tutelerebbero l'invenzione. Finora non ho ottenuto risposta. Dov'è il brevetto?

C'è poi da chiedersi come mai il prodotto viene venduto dallo stesso genere di negozio che vende le "coccinelle" che dovrebbero bloccare le emissioni dei telefonini (ma se le bloccano, come fa il telefonino a funzionare?).

Il fatto che ne parli Beppe Grillo potrebbe essere considerato una garanzia di affidabilità: ma non sarebbe la prima volta che Grillo inciampa in bufale di questo genere. Qualcuno ricorderà la sua storia dei telefonini che cuocevano le uova, o la sua promozione delle teorie di complotto intorno all'11 settembre.

Queste sono le prime considerazioni di buon senso e di scienza. Ma c'è chi si è spinto molto più a fondo in questa faccenda.


Il test rigoroso del Salvagente


Il settimanale di difesa dei consumatori Il Salvagente ha effettuato recentemente un test comparativo: senza dare tutti i dettagli, che sono presenti nella rivista (immagine qui accanto), la Biowashball avrebbe la stessa efficacia dell'acqua pura o poco più.

Ne abbiamo parlato in diretta venerdì 28 novembre, nel mio programma Il Disinformatico sulla Rete Tre della radio svizzera di lingua italiana (RSI), con Giulio Meneghello, della redazione del Salvagente: ha detto che non c'è niente da fare, la pallina non funziona, neanche per azione meccanica e neanche se la si usa in combinazione con il detersivo per ridurre i dosaggi di prodotto.

A suo parere, gli aneddoti di successo nel lavaggio segnalati da vari utenti della Rete sarebbero dovuti al fatto poco conosciuto che l'acqua, anche da sola, ha comunque un buon effetto lavante. Anche gli esperti del Salvagente confermano che le spiegazioni fornite dai produttori sono senza senso dal punto di vista scientifico. Il suo consiglio, lapidario, è di usarla come giocattolo per gatti. Trovate l'intervista a Meneghello nell'archivio dei podcast del Disinformatico.

Allo stato dei fatti, insomma, per il momento i quasi quaranta euro del prezzo d'acquisto della Biowashball non sembrano giustificabili, e c'è il rischio serio che invece di ridurre l'inquinamento facendo a meno dei detersivi, fra qualche mese ci siano discariche piene di indistruttibili palline di plastica e ceramica, gettate dai consumatori che si sono arresi all'evidenza.

Di questi tempi, con i soldi che sono sempre meno, forse non è il caso di inseguire le promesse di chi fa offerte troppo belle per essere vere.


2008/11/28, sera: ne parla Mi Manda Raitre


Stroncatura cosmica. I test di laboratorio standard della rivista Il Salvagente e quelli artigianali fatti da Raitre hanno rivelato che lavare con acqua e Biowashball è come lavare con acqua e basta.

Il rappresentante svizzero della Biowashball si è difeso eludendo sistematicamente le domande precise del conduttore e accusando addirittura la scienza europea di non riconoscere quella orientale per via di un presunto complesso di superiorità occidentale. Come se gli ioni coreani fossero diversi da quelli italiani.

Poi ha detto che la Biowashball funziona perché dentro ci sono i batteri. E su come possa una palla di plastica con granelli di ceramica emettere raggi infrarossi, è stato più sfuggente di un'anguilla: il conduttore avrebbe dovuto insistere fino a farsi dare una risposta, perché l'elusione delle domande per cambiare discorso è un espediente classico usato dai ciarlatani per non fare ammissioni imbarazzanti.

Complimenti, comunque, a Raitre per un servizio ben strutturato, con il supporto amplissimo di tecnici specialisti di prim'ordine: è così che si fanno le indagini (interessante, fra l'altro il discorso sull'abrasione, per cui le microsfere dentro la palla si consumano; altro che rigenerarsi). Figuraccia totale, invece, per quello che adesso posso definire con serenità un venditore di palle.

Sarà interessante vedere cosa farà ora Beppe Grillo. Invocherà il complotto delle multinazionali e dei media asserviti al potere, oppure farà la persona seria e dirà "scusate, ho detto una ca**ata monumentale, vi rimborso di tasca mia per tutte le Biowashball che vi ho fatto comperare"?


2008/12/01: altri venditori di palle


I lettori segnalano rivenditori italiani (Ecowashball.it/Magicwashball.it) che promuovono la Biowashball citando Beppe Grillo come testimonial e vantando le origini svizzere del prodotto.

Emergono anche cloni della Biowashball, come la Magic Washing Ball, che vanta addirittura una certificazione TUV. Ma la "certificazione" non documenta l'efficacia lavante del prodotto: dice semplicemente che non contiene piombo, cadmio e mercurio. E' come pretendere di "certificare" che la bistecca è buona perché non contiene cartone. Siamo seri.


2008/12/02: Grillo teorizza il complotto


Nel suo blog del 2 dicembre 2008, Grillo scrive:

Hanno mobilitato la Rai, la rivista il Salvagente targata Coop (la Coop che ama i detersivi)... La società che la distribuisce in tutto il mondo in milioni di esemplari non ha processi in corso e in nessuno Stato dove è venduta la Biowashball (*) è stato chiesto il ritiro del prodotto... Io l'ho provata. La mia famiglia usa Biowashball da due mesi e anche le famiglie di alcuni miei amici. Per noi funziona... In Rete ci sono centinaia di testimonianze di utenti italiani soddisfatti. Dopo questa reazione dei media credo che sia ora di iniziare una battaglia contro i detersivi, uno degli strumenti di distruzione del pianeta, usati spesso senza necessità e quasi sempre in eccesso. Una battaglia difficile perché hanno i media (finanziati dalla loro pubblicità) come alleati.

Le evidenziazioni sono aggiunte da me.


2009/01/16: Se ne occupa la TV svizzera


La trasmissione Pattichiari ha svolto dei test sulla Biowashball, con risultati sconfortanti. La recensione dell'indagine è qui sul Disinformatico.

461 commenti:

«Meno recenti   ‹Vecchi   401 – 461 di 461
Cristian ha detto...

Come, mi liquidi così?Fai gran ricerche, muovi mari e monti per confutare e impedire una bufala circoscritta, e non hai mai mosso un dito per confutare migliaia di MIGLIAIA di fustoni di detersivo?
A pensare male si fa peccato...ma...

Paolo Attivissimo ha detto...

A pensare male si fa peccato...ma...

...ma spesso non si fa altro che tirar letame addosso a chi non si conosce affatto, e si fa la figura dell'arrogante.

Stai trasformando la discussione in un attacco personale alla mia professionalità e alla mia etica.

I fatti e i test parlano chiaro. E' inutile che te la prendi con me.

Per questo non spenderò altro tempo in questa tua polemica. Usa pure la tua pallina, se ti fa sentire bene. Io preferisco non puzzare.

Cristian ha detto...

Io non ho detto a nessuno di essere ignorante in chimica(come hai ironizzato su di me).
Invece ho lodato la tua voglia di verità, ma visto che sta palla ha sollevato una questione (l'acqua da sola ha notevoli poteri pulenti)convergerei gli sforzi su questo fatto dimostrato.Screditare la palla ma screditare anche i detersivi.Questo sarebbe oggettivo e più proficuo per tutti.

Paolo Attivissimo ha detto...

Io non ho detto a nessuno di essere ignorante in chimica(come hai ironizzato su di me).

Non mi sorprende. Non sei in una posizione che ti permette di valutare se qualcuno è ignorante in chimica di base.

Ti ricordo che qui stiamo parlando di una banalità assoluta come il potere solvente dell'acqua, non di chimica dei polimeri.



Invece ho lodato la tua voglia di verità, ma visto che sta palla ha sollevato una questione (l'acqua da sola ha notevoli poteri pulenti)convergerei gli sforzi su questo fatto dimostrato

E' già stato fatto. Era già stato fatto prima che arrivasse la pallina e ci si precipitasse a comperarla pensando che fosse un rimedio magico, senza fermarsi a chiedere "Aspetta, ma come funziona questa pallina? Mica mi vorranno fregare?".


Screditare la palla ma screditare anche i detersivi.Questo sarebbe oggettivo e più proficuo per tutti.

Cristian, qui non si tratta di "screditare". Le persone possono essere screditate; gli oggetti no. O funzionano, o non funzionano.

La pallina funziona? Sembra proprio di no. Le spiegazioni di funzionamento date dai rivenditori sono scientificamente sensate? Assolutamente no.

Ora spiegami perché dovrei abboccare alle promesse di un venditore che non sa neanche spiegare plausibilmente come funziona il proprio prodotto.

Non ti pare corretto chiedere di vederci chiaro prima di precipitarsi a comperare il prodotto?

dtm ha detto...

Caro Attivissimo,
a questo link citano "un test del burro" che mostrerebbe come la bwb porti ad una diminuzione della tensione superficiale utile al lavaggio, anche se le motivazini addotte fanno riferimento a studi sulla fir non paragonabili alla situazione del lavaggio.
Questo sarebbe l'unico test che, se confermato, darebbe prova di una effettiva azione della palla.
Badi, le parla uno scetticone :D

Paolo Attivissimo ha detto...

dtm,

grazie della segnalazione. Francamente mi sembra un esperimento poco pertinente e suscettibile di mille interpretazioni sui veri motivi per cui il burro fa così e fa cosà.

Ma soprattutto, perché perdere tempo con gli effetti della Biowashball sul burro? La questione è molto semplice: lava meglio dell'acqua pura? Permette davvero di fare totalmente a meno del detersivo come dichiarano i suoi venditori?

Concentriamoci su queste domande. Il resto è fumo che genera confusione.

Io sto facendo i miei piccoli test casalinghi in doppio cieco. Venerdì 16 verrò a sapere i risultati delle indagini della TV svizzera e vedremo cosa salta fuori.

Quello che mi rattrista è che qualcuno osa criticare la pallina, subito lo si accusa di essere al soldo delle multinazionali.

L'idea che magari qualcuno, prima di affidarsi a rimedi miracolosi venduti a caro prezzo, possa volerci vedere chiaro per non farsi fregare, proprio non li sfiora.

noworldorder ha detto...

Le stronzate di paolo attivissimo ormai hanno tanto peso quanto quelle di berlusconi.

Paolo Attivissimo ha detto...

Grazie, Noworldorder, hai dimostrato la solidità delle tue argomentazioni e l'integrità della tua correttezza.

Tentare di trasferire la discussione sul piano dell'attacco personale è un vecchio trucco piuttosto patetico. Chi lo usa squalifica l'idea che in realtà vorrebbe sostenere.

qetuoad ha detto...

La BiowashBall funziona... nello spettacolo sia grillo che la casa produttrice informano di lavare con un carico di massimo 4 kg, altrimenti di utilizzare un pò di detersivo, o due o quattro Bio Wash Ball. Nella trasmissione di MI MANDA RAI TRE usano le lavatrici da 25 Kg e per un fatto meccanico non può funzionare.
L' HANNO FATTO APPOSTA SOLO PER PROTEGGERE LE INDUSTRIE DEI DETERSIVI.
Qua nel mio link, una prova che appunto fa vedere con una cartina tornasole, come la Bio Wash Ball, realmente modifica l'alcalinità dell'acqua, se non ci credete comprate delle cartine tornasole, la Bio Wash Ball e fate la prova, interrompete a metà lavaggio e estraete un campione d'acqua, sia col detersivo che con acqua normale che con la Bio Wash Ball, vedrete che la differenza c'è, eccome, nell'acqua e detersivo è blu, nell'acqua centrifugata con la biowash è blu, nell'acqua e basta è verde.

E' una prova trasparente fatta su youtube, senza fotomontaggi o persone con lobby dietro le spalle.

http://it.youtube.com/watch?v=vLK__lxtht4

Si lascia la sperimentazione in mano al CNR e a mimandaraitre, che già di per sè sono contrari a questo tipo di sperimentazioni. Ebbene si, una volta l'oscurantesimo era della chiesa, al giorno d'oggi viene dagli illuminati e dalla borsa.
Se è antieconomico non è scienza.

Appello a tutti quelli che hanno una BioWashBall, filmate un'esperimento di persona, usando una lavatrice da 4 kg e vediamo se veramente c'è differenza.

qetuoad ha detto...

La BiowashBall funziona... nello spettacolo sia grillo che la casa produttrice informano di lavare con un carico di massimo 4 kg, altrimenti di utilizzare un pò di detersivo, o due o quattro Bio Wash Ball. Nella trasmissione di MI MANDA RAI TRE usano le lavatrici da 25 Kg e per un fatto meccanico non può funzionare.
L' HANNO FATTO APPOSTA SOLO PER PROTEGGERE LE INDUSTRIE DEI DETERSIVI.
Qua nel mio link, una prova che appunto fa vedere con una cartina tornasole, come la Bio Wash Ball, realmente modifica l'alcalinità dell'acqua, se non ci credete comprate delle cartine tornasole, la Bio Wash Ball e fate la prova, interrompete a metà lavaggio e estraete un campione d'acqua, sia col detersivo che con acqua normale che con la Bio Wash Ball, vedrete che la differenza c'è, eccome, nell'acqua e detersivo è blu, nell'acqua centrifugata con la biowash è blu, nell'acqua e basta è verde.

E' una prova trasparente fatta su youtube, senza fotomontaggi o persone con lobby dietro le spalle.

http://it.youtube.com/watch?v=vLK__lxtht4

Si lascia la sperimentazione in mano al CNR e a mimandaraitre, che già di per sè sono contrari a questo tipo di sperimentazioni. Ebbene si, una volta l'oscurantesimo era della chiesa, al giorno d'oggi viene dagli illuminati e dalla borsa.
Se è antieconomico non è scienza.

Appello a tutti quelli che hanno una BioWashBall, filmate un'esperimento di persona, usando una lavatrice da 4 kg e vediamo se veramente c'è differenza.

Paolo Attivissimo ha detto...

Si lascia la sperimentazione in mano al CNR e a mimandaraitre, che già di per sè sono contrari a questo tipo di sperimentazioni. Ebbene si, una volta l'oscurantesimo era della chiesa, al giorno d'oggi viene dagli illuminati e dalla borsa.
Se è antieconomico non è scienza.


Certo, è tutto un grande complotto. Ci pagano tutti per tacere il grande segreto.

Secondo te, se la pallina funziona davvero, come mai le grandi lavanderie non la usano? Risparmierebbero un sacco di soldi.

Se funziona davvero, come mai i suoi venditori ne spiegano il funzionamento parlando di "microorganismi" (è infetta?) e di "raggi infrarossi", che sono scemenze scientifiche?

Se funziona davvero, come mai i suoi venditori non riescono a fare un test di laboratorio sotto gli occhi dei tecnici e dimostrare scientificamente che funziona?

Ma soprattutto: perché ti fidi ciecamente di un venditore che ha tutto l'interesse a vendere il suo prodotto, e non ti fidi di Mimandaraitre, del Salvagente e della TV svizzera, che non hanno alcunché da vendere?

Il dubbio che un venditore che è stato colto a contar frottole voglia fregarti non ti viene?

qetuoad ha detto...

La BiowashBall funziona… nello spettacolo sia grillo che la casa produttrice informano di lavare con un carico di massimo 4 kg, altrimenti di utilizzare un pò di detersivo, o due Bio Wash Ball. Nella trasmissione di mi manda rai tre usano le lavatrici da 25 Kg e per un fatto meccanico non può funzionare.
L’ HANNO FATTO APPOSTA SOLO PER PROTEGGERE LE INDUSTRIE DEI DETERSIVI.

Questo è un vero esperimento fatto sull’alcalinità dell’acqua a contatto col la Biowashball
http://www.youtube.com/watch?v=vLK__lxtht4

E’ risaputo che gli acquariofili utilizzano la ceramica per pulire l’acqua, perchè al suo interno si creano microrganismi e batteri atti allo scopo (si mangiano la cacca dei pesci)
La stessa cosa succede nella Biowashball, per questo indicano di non lavare ad una temperatura superiore ai 50 gradi.

In più per quanto riguarda gli infrarossi, essi non rompono le molecole dell’idrogeno, probabilmente lì ci sono stati errori di traduzione, perchè la ditta svizzera è distributrice e non produttrice. Il prodotto invece è cinese.

Hanno tradotto rompono le molecole dell’idrogeno, invece la frase esatta è rompono il legame a idrogeno, cioè l’acqua quando ghiaccia ha le molecole più ravvicinate di quando evapora, a causa dei legami a idrogeno, ma con gli infrarossi è possibile “rompere” questi legami, rendendo le molecole ravvicinate. Ho messo rompere tra virgolette perchè in realtà si tratta di una vibrazione, comunque se cercate su Wikipedia “Legame a idrogeno” capirete che le indicazioni della biowashball sono state mal tradotte dal cinese all’italiano.

Parliamo ora degli effetti dei fir: nelle istruzioni della BioWashBall si legge :” …potenti raggi infrarossi lontani che rompono le combinazioni di idrogeno della molecola d’acqua al fine di aumentare il movimento molecolare“.
È chiaro che gli infrarossi lontani non spezzano le molecole d’acqua o di idrogeno come sostenuto da alcuni mal interpretando la frase… ma bensì rompono i legami a ponte di idrogeno che hanno le molecole d’acqua. Rompono nel senso che essendo i fir delle radiazioni infrarosso tra i 2 e i 15 um, riescono a far assorbire all’acqua (le molecole d’acqua hanno il massimo assorbimento nella regione dei fir) la vibrazione necessaria a spezzare i cluster facendoli diventare di dimensione minori. Guardate questo link che spiega in modo semplice gli effetti dei fir su una fibra messa in commercio.
Quindi le ceramiche non emettono propria energia ma bensì sono riscaldate dalla stessa acqua ed emettono infrarossi in quantità maggiore, in un specifico range di frequenze (fir), rispetto ad altri tipi di materiali che sono presenti all’interno del cestello (ad esempio il cestello stesso che è inox e che ha una emissività molto minore di 0,6 rispetto a quella della tormalina che ha più di 0,9 nel campo dei fir).
Da varie ricerche più o meno scientifiche, sembrerebbe che questi tipi di materiali possano “rompere” i cluster di grandi dimensioni riducendoli tramite un processo di “risonanza-assorbimento” tra l’acqua e le ceramiche. Questa “riduzione” potrebbe aumentare la capacita pulente dell’acqua ma questo non porta sicuramente ad un aumento di temperatura come qualcuno avrebbe presupposto.
Sono state anche eseguite delle ricerche sempre su un tipo di fibra che vanta proprietà fir, dalla Università di Ferrara (accedete al sito, poi cliccate su “ricerche” e poi su “azione sull’acqua”)

taba75 ha detto...

Ecco perchè le associazioni dei consumatori ritengono la Biowashballuna truffa(dovevano scomodare il CNR per una settimana , 3 scenziati e una divisione intera del centro studi???
bastava fare 2 lavaggi...no??..)
perchè prendono i soldi anche da:

PROCTER & GAMBLE(tratto da Iper Guida al consumo critico)

Comportamenti

POT: Fa parte dell'associazione americana Business Round Table.

- Tra il '95 e il '96 ha donato ai partiti americani 68.325 dollari (EC 63/00).

- Procter & Gamble è citata tra le prime quindici società che finanziano sedicenti associazioni ambientaliste, pronte a difendere tesi favorevoli alle imprese (Consumer Currents n. 167/95).

AMB: L'ambiente è un settore particolarmente delicato per la società. Nonostante l'adozione di notevoli politiche di riduzione dei componenti inquinanti e degli imballaggi, Procter & Gamble resta responsabile di una delle maggiori fonti di rifiuti al mondo: i pannolini. Negli Stati Uniti ne vengono utilizzati miliardi all'anno, pari al 2% della spazzatura prodotta nel paese.

- Nel 1997 ha sostenuto l'associazione americana Keep American Beautiful: associazione americana creata dalle industrie di imbottigliamento con lo scopo di non far passare alcuna legge contro i contenitori usa e getta

- Fa parte di WBCSD: associazione creata dalle multinazionali per promuovere una falsa idea di sviluppo sostenibile affinché nell'opinione pubblica si radichi l'idea che l'ambiente si difende facendo crescere la produzione

VEN: Nel 1997, Procter & Gamble ha messo a punto un prodotto di sintesi, dernominato "Olestra", da utilizzarsi come sostituto dell'olio, che, pur avendo il sapore dei grassi, ha zero calorie. L'Ente americano Food and Drug Administration ha autorizzato l'uso di Olestra per la produzione di patatine e snacks vari. È stato accertato, tuttavia, che il prodotto può indurre il mancato assorbimento di vitamine liposubili e può provocare diarrea (CCR 3/3/97; EC 47/97; EC 63//00).

OGM: Secondo la rivista "Earth Island journal" le patatine a marchio Pringles, contengono OGM (Earth Island Journal, winter 99/00, pag. 31). Anche GM Free (una guida per consumatori pubblicata nel '99 in Inghilterra) cita le patatine Pringles come un alimento che quasi certamente contiene OGM (Ec 63/00).

LAV: Nel '97, otto persone si sono rivolte alla Corte Federale, accusando la società Max Factor, filiale di Procter and Gamble, di averli discriminati nell'assunzione per ragioni legate all'età (CRC, 1998).

ANI: Nel giugno 1999 le imprese cosmetiche Cover Girl, Max Factor, Noxell, Olay, Pantene, Richardson Vicks and Vidal Sassoon sono state indicate da PETA come imprese che utilizzano semilavorati sperimentati abitualmente su animali (EC 63/00). A causa delle sperimentazioni sugli animali è anche oggetto di un boicottaggio .

PUB: Nel 1997 ha speso oltre 400 miliardi di pubblicità in Italia, posizionandosi al primo posto tra le imprese non alimentari (LC, analisi comparto grocery non alimentare, 1998). A livello internazionale spende ogni anno circa 11.000 miliardi (Il Sole 24 Ore, 18/3/99).

Paolo Attivissimo ha detto...

Ecco perchè le associazioni dei consumatori ritengono la Biowashballuna truffa(dovevano scomodare il CNR per una settimana , 3 scenziati e una divisione intera del centro studi???
bastava fare 2 lavaggi...no??..)
perchè prendono i soldi anche da: PROCTER & GAMBLE


Complimenti. Hai elencato tutta una serie di associazioni, ma non vedo né Raitre, né il Salvagente, né Pattichiari. Non ci sono neanche io, dannazione.

Ora, se vuoi credere che noi tutti prendiamo soldi dalle multinazionali del detersivo pur non avendone la minima prova, sei libero di farlo.

Io, da parte mia, sono altrettanto libero di credere che queste siano accuse da imbecille.

Comprati pure la tua brava pallina, fai ricchi i produttori di palline, ma poi non ti lamentare se la morosa non ti fila più perché puzzi come una capra.

Buona giornata.

taba75 ha detto...

Forse non sono stato chiaro...noi in famiglia siamo 2 che usiamo la biowashball...e funziona...quindi se non c'è elencato Rai 3 è solo xè l'articolo che ho girato riguarda ovviamente grossi grossissimi nomi...sinceramente Rai 3, mi manda rai tre e le associazioni nostre nell'articolo non possono figurare...
si parla di strutture con veste sociale di livello internazionale...cosa vuoi che sia rai 3 e company??? è logico che anche loro prendono soldi...mica la televisione vive di aria.....hai presente la nostra chiesa??? predicano bene ma poi fanno cose immonde...e pure il 8xmille si prendono...vuoi ancora discutere di questo??? fallo..ma io mia moglie e la famiglia di mio cugino usiamo la Biowashball e funziona...

taba75 ha detto...

Executive Master in
CLASS ACTION E DIRITTO
DEI CONSUMATORI
Codice del consumo - D. Lgs. 6 settembre 2005 n. 206
Pratiche commerciali scorrette - D.lgs 2 agosto 2007 n. 146
Class action – Legge 24 dicembre 2007 n. 244





ALCUNE AZIENDE CHE HANNO INVIATO I PROPRI DIPENDENTI AI
MASTER/CORSI ORGANIZZATI DALLA SCUOLA
A.E.M., Abaxbank, Abbey National Plc, Accenture, Acea, Acquirente Unico, Aereonautica Militare, Alitalia, Almagas, AMA, ANAS, api - anonima petroli italiana, Archon Group Italia, Assicurazioni Generali, Astaldi, Banca Sella, Bayer, Bioallergy International, Birra Dreher, Birra Peroni Industriale, Bitmedia, Bmw Italia, Bristol-Myers Squibb, Business Consultant, Cap Gemini Ernst & Young Italia, Cassa di Risp. di Chieti, CEMI, Centrovita Assicurazioni, CNR, Compagnie des Wagons-lits, Coopfond, Credito Emiliano, Electrabel Italia, Energy Factor, Eni, Engineering - Ingegneria Informatica, ERG, Ernst & Young Financial Business Advisor, Essen Italia, Ferrovie dello Stato, Finmeccanica, Finross, Formez, Gestore della Rete di Trasmissione Nazionale, Grandi Lavori Fincosit, Gruppo ENEL, Hewlett Packard, I.B.M. Italia, IMI San Paolo, Infocamere, Innova, IperClub Vacanze, Istituto Superiore Sanità, Italian Space Agency, Kyneste, Leasys, Levi Biomedical 2000, Lottomatica, Mercedes-Benz, Michelin Italia, Micron Technology, Ministero dell’Economia e delle Finanze, Molinari Italia, Motorola, Nokia Italia, Olivetti, Paribas, PM Europe, PricewaterhouseCoopers Advisory, Procter & Gamble, RAI - Radiotelevisione Italiana, Recordati, Roma Entrate, Saatchi & Saatchi Advertising, Salini Costruttori, Salvatore Ferragamo, SDA Express Courier, SOGEI - Società Generale d’Informatica, Takeda Italia Farmaceutici, Telecom Italia, The British Council, Todini Costruzioni, Trambus, Trenitalia, Università degli Studi di Palermo - Dip. ESAF, Utilitas, Vetroplast Industrie, Vitrociset, Warner Village Cinemas, Wind.

lucia ha detto...

ciao, ti volevo dire che ti ho "citato" in una piccola cosa che ho scritto sull´argomento, per cui ti volevo avvertire.
fammi sapere se la cosa ti disturba.
Lucia

Paolo Attivissimo ha detto...

Lucia, fai pure, nessun problema.

bff ha detto...

Salve
non so perchè tutto questo accanimento contro la biowashball.
IO l'ho comprata e utilizzo davvero molto meno detersivo.
Può darsi che sia solo l'effetto placebo, ma ben venga. i 36 euro me li risparmio.
Poi per quanto riguarda la composizione interna, mi hanno detto che si tratta di zeloiti, sostanze che vengono realmente messe nei detersivi, solo che nei detersivi tradizionali vengono ogni volta "sprecate", perché vanno via nella fase di risciacquo. (ci va il "cq"?)
Se ho capito bene mettere la palla al sole serve per liberare le cavità delle zeloiti.

Il fatto che mi manda rai tre ne abbia fatto una campagna così forte contro (senza aver tra l'altro raccolto la lamentela di nessuno che le usa, mi risulta) non ha un grande valore, dato lo stato in cui versa l'informazione pubblica in Italia. O crediamo ancora alle cose perché "l'ha detto il telegiornale"?

Con affetto
BFF

Camicius ha detto...

O crediamo ancora alle cose perché "l'ha detto il telegiornale"?
Perché l'ha detto il telegiornale no, ma perché l'ha detto il CNR sì.

Paolo Attivissimo ha detto...

non so perchè tutto questo accanimento contro la biowashball.

Perché i suoi venditori non sanno spiegare come funziona e i test dicono che non fa quello che promette.


IO l'ho comprata e utilizzo davvero molto meno detersivo.

Ma questo non è quello che promette: la pubblicità dice che permette di eliminare il detersivo.


Può darsi che sia solo l'effetto placebo, ma ben venga. i 36 euro me li risparmio.

Potevi risparmiarti anche i soldi della pallina riducendo da solo le dosi di detersivo e mettendo in lavatrice una pallina giocattolo del cane. Stesso risultato.


Poi per quanto riguarda la composizione interna, mi hanno detto che si tratta di zeloiti, sostanze che vengono realmente messe nei detersivi

"Mi hanno detto"? Chi te l'ha detto, di preciso?

Forse intendevi scrivere "zeoliti". Se ci sono questi zeoliti, perché i venditori non lo dicono?



Il fatto che mi manda rai tre ne abbia fatto una campagna così forte contro (senza aver tra l'altro raccolto la lamentela di nessuno che le usa, mi risulta) non ha un grande valore, dato lo stato in cui versa l'informazione pubblica in Italia. O crediamo ancora alle cose perché "l'ha detto il telegiornale"?

Però anche la TV svizzera ha ottenuto gli stessi risultati. Anche il Salvagente. Come lo spieghi?

Soprattutto, mi spieghi perché dubiti così tanto delle indagini delle associazioni di difesa dei consumatori, ma non dubiti delle spiegazioni incerte e contraddittorie dei venditori?

taba75 ha detto...

Caro Paolo non so se pubblicherai questo mio commento...ma mi sembra che tu stai facendo di tutto per screditare un oggetto che tutti quelli che usano considerano efficace.
Non mi girare ancora la frase "i test dimostrano che non funziona".
Basta con questa storia del CNR...li hai fatti tu?? tu lavori li?? hai qualche parente o amico che la vora li?? conosci veramente qualcuno che ha fatto i test?
Bene allora ti dico e ti confermo che i test del CNR sono evidentemente non veritieri.
Il motivo, credo che molti l'abbiano già detto è palese, punto e basta. Quindi visto che questo è un blog dove chi ha delle esperienze le condivide, credo che sia ora di chiudere l'argomento e dire che chi usa la Biowashball e contento e chi non l'ha mai usata non ci crede( per quale motivo già lo sappiamo).
Quando comprerai la Biowashball, dopo averla usata, potrai affermare quello che pensi(sono solo idee no certezze tue personali).
Si perchè tutti quelli che inveiscono contro la "palla" sono persone che non l'hanno usata.
Questo purtroppo è l'effetto che i potenti vogliono sul popolino.......quindi viva l'ignoranza e l'arroganza di chi non vuole accettare l'evidenza...
Un esempio per tutti sai qual'è??
Due amici che hanno macchine a Gasolio usano olio di soia come combustibile, ogni 7 pieni mettono un additivo e risparmiano...
Per correre con le moto si usa alcool puro(quello bianco a 100°) vuoi che continuo???
L'informazione non esiste...

taba75 ha detto...

Dimenticavo che se vai a leggere le istruzioni scritte ovunque....spero tu l'abbia fatto...nessuno promette l'eliminazione del detersivo...con lo sporco tipico non c'è bisogno, se hai cose molto sporche o macchie intense devi utilizzare 1/5 del detersivo o pretrattare le singole macchie(lo fai normalmente anche quando usi il detersivo)....è scritto in tutti i posti..quindi stai distrocendo l'informazione...non si affermano cose che non sono vere....prima si legge e poi si afferma...mi dispiace ma questa discussione mi sembra più un confronto politico che una discussione serena su chi usa e chi non crede alla "palla".

taba75 ha detto...

Anche sul discorso consumatori vuoi discutere???
Le maggiori associazioni in difesa dei consumatori prendono sotto banco i soldi dalle grosse aziende...come ho gia scritto addirittura in america la Procter and Gamble ha fondato associazioni di tutela..quindi basta anche con questa storia...
Viviamo nel mondo no in Paradiso..questo è l'inferno...chi crede alle favole fa parte del sistema..il realista è colui che sa come funziona un sistema e trova il modo di difendersi...

Paolo Attivissimo ha detto...

Le maggiori associazioni in difesa dei consumatori prendono sotto banco i soldi dalle grosse aziende

Davvero? Dimostralo.

Non fare accuse generiche: dimostra specificamente che Raitre, il Salvagente e la TV svizzera e io abbiamo preso soldi sotto banco dalle grosse aziende.

Se sei capace, fallo. Se non sei capace, stai diffamando e te ne assumi la responsabilità.


Basta con questa storia del CNR...li hai fatti tu?? tu lavori li?? hai qualche parente o amico che la vora li?? conosci veramente qualcuno che ha fatto i test?

Che c'entra? I test sono test, non cambiano in base alla parentela.

Piuttosto spiegami perché non ti fidi del CNR ma ti fidi di venditori che non sanno spiegarti neppure come funziona il loro prodotto e che sicuramente guadagnano se ti convincono che funziona.


Bene allora ti dico e ti confermo che i test del CNR sono evidentemente non veritieri.

Dimostralo. Altrimenti stai diffamando anche il CNR.



Quando comprerai la Biowashball, dopo averla usata, potrai affermare quello che pensi(sono solo idee no certezze tue personali).

Ce l'ho già, Taba75. E i risultati confermano i test.

Vuoi credere che funzioni? Fai pure. Farai ricchi i venditori di palline. Ma se vuoi sapere, invece di credere, fai un test molto semplice: lava senza detersivo, o con un quinto di detersivo come da istruzioni aggiornate della pallina, e al posto della pallina metti una palla giocattolo per cani.

Poi vieni a raccontarmi cosa è successo.

taba75 ha detto...

Sono un garantista per natura...ma a questo punto credo che qui il problema è un altro...tu sei convinto che le telvisioni e il CNR siano onesti e noi tutti siamo pazzi... tu non hai la pallina xè se l'avessi vedresti i risultati...
l'hai messa 2 ore al sole la prima volta che l'hai usata??
l'hai messa 2 ore al sole dopo 1 mese di utilizzo??
no non credo che tu abbia la biowashball perchè sei l'unico che si lamenta....quindi dato che per te è diventata una questione di vita o di morte non ne parlo più
tu credi credi:
che la chiesa è pura e casta, che i politici non sono corrotti, che i medici pagano tutte le tasse, che i giornalisti dicono sempre la verità, che la cura DiBella non serve contro il cancro, che l'aids è nata spontaneamente, che le guerre in medio oriente sono solo di religione, che il petrolio oggi è ancora l'unica risorsa energetica, che babbo natale esiste...
Per favore se devi rispondere fallo con affermazioni logiche senza dire sempre " i test del CNR, la TV svizzera" ecc.. perché non sono risposte sono solo paliativi....basta co sta storia dei test tutti sanno che sono errati....quindi basta e ti prego argomenta con tue idee ricercando le tue ipotesi scentificamente...
saranno le mie ultime parole sull'argomento...così sarai felice e penserai di avere ragione.....
a tutti quelli che non aprono gli occhi e si rendono conto della realtà dico: vi lascio nella vostra ignoranza...mi dispiace per voi....

Paolo Attivissimo ha detto...

Taba75,

Sono un garantista per natura

No, perché accusi il CNR, Raitre, me, il Salvagente e Pattichiari di mentire o essere finanziati.


tu sei convinto che le telvisioni e il CNR siano onesti e noi tutti siamo pazzi...

No. Ho visto i test, conosco le metodologie, so che le ditte produttrici di lavatrici (che avevano molto interesse a vendere le palline in esclusiva per la loro marca) hanno scartato le palline perché inefficaci. E so quali sono le trappole logiche che portano una persona ad essere ingannata in buona fede.


tu non hai la pallina xè se l'avessi vedresti i risultati...

Giudichi senza conoscere, e questo ti porta a dire cose false. Ho la pallina e ci sono le foto in questo blog.


l'hai messa 2 ore al sole la prima volta che l'hai usata??
l'hai messa 2 ore al sole dopo 1 mese di utilizzo??


No, perché queste cose non erano scritte nelle istruzioni originali e gli utenti dicono che funziona lo stesso. Come mai sono state cambiate le istruzioni? Questo non ti insospettisce?



la chiesa è pura e casta, che i politici non sono corrotti, che i medici pagano tutte le tasse, che i giornalisti dicono sempre la verità, che la cura DiBella non serve contro il cancro, che l'aids è nata spontaneamente, che le guerre in medio oriente sono solo di religione, che il petrolio oggi è ancora l'unica risorsa energetica, che babbo natale esiste...

Stai cercando di ampliare il discorso a vanvera e di portare la discussione sul piano dell'attacco personale. Smetti pure subito, tanto non attacca. Questi giochetti li ho già visti tante volte.

taba75 ha detto...

Le istruzioni sono sempre state quelle che ho ricevuto io.....da sempre...
quali sono le metodologie che tu mostri di conoscere sui test??
sei un fisico o un chimico??
lavori in laboratori specifici..
siamo qui tutti pronti ad ascolatare il tuo ragionamento logico...
mostra a tutti noi a livello fisico e chimico xè il sistema biowashball non funziona...
dopo di che potrai affermare che conosci le metodologie e i principi della chimica/fisica.
non attacco nessuno dico solo che se una persona crea un topic dove vuole distruggere un prodotto dovrebbe essere personalemnte a conoscenza del funzionamento della chimica/fisica...e no riportare le cose che dicono gli altri...
nessuno qui attacca nessuno ma sentirmi dire che sbaglio xè tu mi dici che qualcuno dice....mi irrito...se non hai messo 2 ore la pallina mi dispiace questa è una cattiva informazione che hai ricevuto...se credevi che risolveva i problemi di inquinamento nel mondo mi dispiace...questa è cattiva informazione che hai ricevuto...
tutti quelli che la usano stranamente sanno come usare la biowashball...ma stranamente solo tu non eri al corrente del suo corretto utilizzo o della sua capacità lavante??
questo è ridicolo...ti aggrappi sugli specchi...
fai 1000 commenti e rispondi a tono a tutti e poi non sai nemmeno usare la biowashball e non sai nemmeno come utilizzarla nei lavaggi....questo ripeto è ridicolo....
i giochetti li fai tu xè non rispondi a nessuno ma attacchi senza dare risposte logiche...
Non puoi solamente dire non sono daccordo??
Punto e basta..se attacchi sarai attaccato....
o magari sei uno di quelli pagati per continuare sta storia....
giusto giusto svizzero....
la cosa mi puzza....
già so che mi risponderai che " Stai cercando di ampliare il discorso a vanvera e di portare la discussione sul piano dell'attacco personale"
ti chiedo fatti no pugnette...
tutti hanno riferito di test privati di soddisfazione personale, di riferimenti scientifici e tu nulla solo..."dicono, hanno detto , i test" e prendi tutto per oro colato
non è un blog questo......provami tu che non funziona...metti un video del tuo bucato e allora riterrò le tue parole sensate...

Paolo Attivissimo ha detto...

Uau, abbiamo un fine conoscitore di psicologia, non sapevo che ti occupassi anche di questo.

Lorenzo, evita le prese per i fondelli, ti squalificano. Ho chiesto agli psicologi e mi hanno spiegato questi fenomeni. Niente di trascendentale.


I tecnici del settore poi si comprano, i gruppi indipendenti di ricerca no.
Fattene una ragione.


Si comprano tutti? Wow. Deve costare una bella cifra. Ma allora come mai non vengono comprati/minacciati anche i sostenitori delle scie chimiche?


"Davvero? Dimmene uno che non è dalla mia parte. Uno solo."

Scott Stevens, meteorologo


Qui ti volevo. Stevens è un ex annunciatore delle previsioni del tempo, Lorenzo: non attribuirgli qualifiche che non ha. Lo hanno licenziato perché ha cominciato a delirare di controllo mentale e altre delizie. Lo conosco bene.


http://www.sciesardegna.it/docs/16_giuliacci.doc
testo pubblicato su un sito di meteorologia, e benche' reso disponibile in .doc da detrattori di Attivissimo rimane vero.


Hai fatto un'affermazione falsa. Il documento di Giuliacci che hai linkato non dice affatto che le scie chimiche sono prodotte dai deltaplani.



Inutile dirti che non mi trascinerai nel fango delle tue misere provocazioni

Traduzione: non sai come rispondere.



A tal proposito, vorrei ricordare il fatto che mi hai dato dell' ignorante in tutti i campi, dalla meteorologia ai semplici principi di aviazione

Certo. Non è un insulto: è una constatazione. Ignori i concetti di base di queste materie. Ne prendo atto, tutto qui. Sarebbe utile che tu facessi altrettanto.

Paolo Attivissimo ha detto...

Le istruzioni sono sempre state quelle che ho ricevuto io.....da sempre...

No, tant'è vero che il venditore della Biowashball a Pattichiari ha detto che c'era un errore nelle istruzioni e che lo stanno rettificando.

Ancora una volta, fai affermazioni false.


mostra a tutti noi a livello fisico e chimico xè il sistema biowashball non funziona...

Già fatto dai tecnici. Ma soprattutto, sta al venditore dimostrare che il prodotto funziona. Non è stato capace di spiegare neanche come funziona. Questo non ti pare sospetto?



se non hai messo 2 ore la pallina mi dispiace questa è una cattiva informazione che hai ricevuto

L'hanno data i venditori.



tutti quelli che la usano stranamente sanno come usare la biowashball

Falso. Vedi sopra.


o magari sei uno di quelli pagati per continuare sta storia....
giusto giusto svizzero....
la cosa mi puzza....


Questa è diffamazione.

Taba75, hai dimostrato che i sostenitori di questa pallina non hanno argomenti concreti e di fronte alle domande pratiche svicolano insultando e diffamando chi osa semplicemente chiedere prove concrete.

L'utilità di questa conversazione è dunque finita. Buon proseguimento: ma non in questo blog.

Il Pellegrino ha detto...

Questo thread e' meraviglioso.
E' meraviglioso dal punto di vista antropologico beninteso.
Piu' che di chimica, fisica o meccanica sembra di essere entrati nel campo della religione.

La discussione sta seguendo un assunto che trovo spesso nei fourm italiani, cioe' che tutto, ma proprio tutto, sia opinabile.
In questo caso in particolare alla domanda "La biowashball funziona, cioe' fa esattamente quello che il rivenditore dice, nel modo in cui viene descritto?" si deve rispondere con una opinione: "secondo me si'" o "secondo me no".
Tutto cio' che esce dal campo dell'opinione, cioe' tutto cio' che scaturisce dal metodo scientifico viene rigettato: laboratori al soldo delle company, ricercatori parenti o amici di taldeitali, gestori di informazioni mossi da chissa' quali antipatie, complotti, ecc...

Uno dei partecipanti alla fine l'ha detto chiaro: "l'informazione non esiste" che in pratica vuol dire "non esiste nulla di oggettivo, tutto e' soggettivo, tutto e' discutibile".
Da un punto di vista filosofico si potrebbe anche essere d'accordo, ma allora dobbiamo rinunciare a 200 anni di empirismo.
La cosa ha dei risvolti divertenti. Per esempio potrei sostenere con veemenza che il sole sorga ad ovest e a chiunque mi contraddica potrei ribattere: "arrogante, pretendi di avere la verita' in tasca!". Inoltre potrei vaneggiare di osservatori astronomici prezzolati dal giappone (che sta ad oriente) o magari di complotti per affondare la cultura occidentale. Accuserei poi l'interlocutore di aver assistito a pochissime albe, di non avere una base statistica sufficiente.
In ogni caso farei in modo di evitare come la peste di entrare nel merito della meccanica celeste e la butterei sul personale: "a casa mia il sole sorge a ovest, poi voi pensatela come volete". Se messo alle strette attaccherei l'interlocutore sul piano personale, perche' alla fine lo scopo non e' determinare da che parte sorge il sole, ma salvaguardare la propria preziosissima opinione.
Divertente e tragico allo stesso tempo.

Grazie comunque al gestore per lo sforzo di portare un po' di buonsenso in questo marasma emozionale.

Mattia Santilli ha detto...

Sono uno studente di ingegneria aerospaziale e sto studiando un corso di chimica per laurearmi. Parlo di chimica perché è proprio basato sulla chimica il funzionamento della biowashball. Innanzitutto non emette raggi infrarossi ma "ioni negativi (atomi con molti elettroni quindi di carica negativa) che indeboliscono l'aderenza dello sporco dei tessuti" con un pH molto basico (circa 10) che è equivalente a quello di un normale detersivo. I raggi infrarossi emettono fotoni e hanno delle onde microscopiche mentre ciò che si sviluppa all'interno della palla è una semplice dissociazione chimica in ambiente basico: se lo faccia spiegare meglio da un chimico e non da un medico.
Prima di parlare e di sputtanare gente come Beppe Grillo bisogna informarsi e anche provare di persona ciò che dice.

ps: è interessante poi come abbia aperto un blog nel quale si può gestire i commenti e cancellare quelli che non gli piacciono

Paolo Attivissimo ha detto...

Mattia,

Sono uno studente di ingegneria aerospaziale e sto studiando un corso di chimica per laurearmi. Parlo di chimica perché è proprio basato sulla chimica il funzionamento della biowashball.

Davvero? Alla trasmissione Pattichiari della TV svizzera i venditori hanno detto che usa dei microorganismi.



Innanzitutto non emette raggi infrarossi ma "ioni negativi (atomi con molti elettroni quindi di carica negativa) che indeboliscono l'aderenza dello sporco dei tessuti"

No. Il sito dei venditori parla chiaramente di "potenti raggi infrarossi remoti emessi dalle ceramiche contenute nella Biowashball"

ciò che si sviluppa all'interno della palla è una semplice dissociazione chimica in ambiente basico

Non è quello che dicono i venditori.


Prima di parlare e di sputtanare gente come Beppe Grillo bisogna informarsi e anche provare di persona ciò che dice.

Ben detto. Con quello che hai scritto, hai dimostrato che tu non sei informato.

Le prove sono state fatte e hanno fallito. I venditori non sono in grado di dare una spiegazione coerente di come funziona il loro prodotto. Spiegami perché, visto che sei un esperto.


ps: è interessante poi come abbia aperto un blog nel quale si può gestire i commenti e cancellare quelli che non gli piacciono

Figurati se non poteva mancare l'accusa di censura. Mattia, forse la cosa può sembrarti difficile concettualmente, ma esiste gente che insulta e litiga e dice scemenze nei commenti, e la moderazione qui serve a questo.

SOLO a questo.

La tua è un'insinuazione patetica.

Edicola dobedo ha detto...

Mi fa ridere leggere gente che non sa neanche quello che scrive, basandosi esclusivamente su test effettuati da altre persone con conflitti d'interesse grandi come i miliardi di euro che i detersivi guadagnano in italia.
Io ne ho comprate due una per la mamma e una per la suocera. entrambe hanno ottenuto risultati strabilianti con un risparmio sul detersivo di quasi il 70%.
Perché un blog così autorevole non compra una Biowashball e si fa i test in casa? Allora si che avrebbe un senso.

Paolo Attivissimo ha detto...

Edicola,

Mi fa ridere leggere gente che non sa neanche quello che scrive

Allora ridi di te stesso, perché la Biowashball ce l'ho e ho fatto i test in casa.

Ora falli anche tu: prova a lavare con la dose ridotta di detersivo, ma senza la Biowashball. Al suo posto, metti una pallina giocattolo per cani, una di quelle belle ruvide e puntute, di plastica o di gomma.

Poi vieni a raccontarci com'è andata.

Nel frattempo, se vuoi spiegarci come mai i rappresentanti del prodotto non sanno dare una descrizione tecnica coerente di come funziona il loro prodotto, e come mai ti fidi di loro, visto che hanno un "conflitto d'interessi" evidente in quanto venditori della pallina, te ne saremo grati.

giuseppe ha detto...

Ciao, sono Giuseppe da Savona e credo come molti altri di essere stato imbibinato come diciamo noi dalla palla. Purtroppo è una palla veramente . L'ho provata con le lenzuola, con l'intimo ecc...non lava ovvero lascia la biancheria in condizioni che nn possiamo definire "pulite". Io sostengo grillo ma questo mi sembra il classico carico di legna verde. Sono veramente dispiaciuto ma è cosi

Edicola dobedo ha detto...

Ciao Giseppe da Savona,
e allora come spieghi il fatto che mia madre e mia suocera siano soddisfatte. Guarda, io non ho niete da guadagnare in quello che sto dicendo se non del detersivo che uso meno. E poi va sempre ricordato a tutti che la stessa azienda che produce la Biowashball nel video di presentazione del prodotto parla di un risparmio di detersivo e non dell'eliminazione totale.
Ma perché il nostro disinformatico non si occupa invece di fare dei controlli sul prodotto Cellfood, pubblicizzato anche sul Corriere della sera?

del resto ha detto...

La segnalazione di Grillo va ascoltata semplicemente come una provocazione.
Ridurre l'uso dei detergenti chimici è quantomeno necessario;
percui se esistono delle soluzioni dobbiamo utilizzarle e segnalarle.
Da numerose segnalazioni (cito http://www.progettomeg.it/BWB_speciale.htm) la BWB lava meglio dell'acqua,ma peggio del sapone.
Da qui in poi ognuno faccia quel che pensa sia meglio per il nostro futuro.
Grazie comunque a Paolo.

kykz ha detto...

Sul sito di Legambiente nel bazar vendono una pallina che si chiama Eco Blue Ball, ne sapete qualcosa?
Sembrerebbe un po' diversa, all'interno ha un liquido che "ionizza" l'acqua..
ecco un paio di link (tra l'altro con prezzi mooolto diversi)
http://www.legambiente.eu/bazar/scheda.php?id=350&startRec=0&totrec=19&idCat=65
http://www.lafutura.it/blueball.htm

bufala anche questa?

pmaxim ha detto...

Sarai gia' venuto a conoscenza di questa notizia:
Biowashball: menzione speciale al WT AWARD 2009 per innovazione
tecnologica
Pubblicato da Roberto Scano alle ore 8:23 del 7/5/09 in Ecologia, Random bits

Mah
C'e' da restare allibiti!
ciao
Piero

io ha detto...

Sorry I'm late... ma di queste "palle cinesi" ne parlava (ridicolizzandole) già nel 1997 Cecil Adams nello Straight Dope
http://tinyurl.com/cenjlt
In Italia tutto arriva in ritardo :-(

GIANLUCA ha detto...

UNA DOMANDA, ALCUNI QUOCHI UTILIZZANO COLTELLI CON LA LAMA DI PORCELLANA PERCHE A DIR LORO NEL TAGLIARE ESEMPIO I FUNGHI QUESTI NON DIVENTANO SCURI,COME LE MELE DOPO IL PRIMO MOZZICONE SE SI ASPETTA UN PO DIVENTANO NERE....CON QUEL TIPO DI CLTELLO NO.....CHIEDO DELUCIDAZIONI.

temazhepan ha detto...

due video simpatici per un 'altro punto di vista...sono brevi,non vi ruberanno molto tempo.
http://www.youtube.com/watch?v=bBf5jJ-kvTE&feature=related
http://www.youtube.com/watch?v=WEaytJH5wIU&feature=related

carra ha detto...

Ho trovato un lato positivo alla Biowashball(a)! Convince gli incerti a fare il bucato senza detersivo, con gran risparmio di fosforo per le nostre falde acquifere!

MIKELE ha detto...

ho amici e parenti in Francia che la usano da tempo e con buoni risultati..saranno mica tutti imbecilli?? si è vero unica cosa non riascia profumazioni

Anonimo ha detto...

Per MIKELE

ho amici e parenti in Francia che la usano da tempo e con buoni risultati..saranno mica tutti imbecilli??

Sì, se la usano pensando che sia la biowashball e non l'acqua calda ad avere effetto detergente.

No, se la usano come talismano, come quello che prima del lavaggio fa l'invocazione: "Dio dell'ecologia, fa' che il bucato venga pulito subito e senza detersivo, non mi far sporcare la falda con detersivo con un secondo lavaggio". In questo caso sono solo ambientalisti un po' grezzi.

si è vero unica cosa non riascia profumazioni

Esistono da anni detersivi privi di profumo:

http://tinyurl.com/5v9g59u .

Quelli, però, lavano veramente.

Giuseppe ha detto...

@Il pellegrino
(non sono giuseppe da Savona ma un omonimo)

Il tutto avviene perché si è dimenticato il metodo scientifico. Quando qualcuno (quasi sempre in malafede) afferma qualcosa non ne dimostra più la veridicità ma chiede agli altri di dimostrare che quello che lui dice è falso. Inverte l'onere della prova insomma. La conseguenza, come tu stesso hai osservato, è che qualsiasi affermazione è vera. Questo metodo era "molto in voga" nell'antichità (il famoso "ipse dixit") non ha portato poco o nulla al progresso scientifico perché tutto dipendeva dall'onestà intellettuale dell'"ipse". Oggi si sta rispolverando questo metodo perché si è scoperto che è redditizio. Infatti, come nell'antichità una volta diventati "maestri" (perdonami la sintesi ma credo di essere chiaro lo stesso) ci pensavano i "discepoli" a portare avanti le battaglie, allo stesso modo oggi basta trovare un'idea basata su argomenti di sicuro impatto come l'ecologia, usare un po' di dialettica e un po' d'astuzia e il gioco è fatto: una volta avviato, il meccanismo va avanti da sé.

supermario ha detto...

...ma se grillo non prende nulla per promuovere, come fa lui, il prodotto nei suoi spettacoli, cosa ci guadagna a dire delle balle?...me lo sapete spiegare?...la rai prende soldi dalla pubblicità dei detersivi e anche ilsalvagente, e quindi perchè dovrei credere a loro?...vorrei capire da voi questi enigmi...

Camicius ha detto...

@supermario
la rai prende soldi dalla pubblicità dei detersivi e anche ilsalvagente, e quindi perchè dovrei credere a loro?

Grillo ti dice che funziona, Il salvagente e la Rai fanno degli esperimenti e ti dicono che non funziona.

Replica gli esperimenti, in doppio cieco, come quelli della Rai e decidi, se non ti fidi di loro.

Mentre di Grillo ti devi fidare, perché lui esperimenti non ne ha fatti...

Duralex ha detto...

Di queste palline ne parlava già C. Adams nel 1997. L'articolo è esilarante:
http://www.straightdope.com/columns/read/944/do-laundry-balls-really-work

Grillo arriva dopo che negli USA la baggianata era stata già archiviata da parecchi lustri.
Alla domanda: ma chi glielo fa fare a Grillo, se non piglia i soldi dai cinesi della pallina magica, la risposta è semplice. E' pura stupidità.

Punteruolo ha detto...

Numerosi organizzazioni ed individui più o meno indipendenti eseguono analisi scientifiche e arrivano a conclusioni analoghe ed abbastanza ovvie -> devono essere per forza tutti quanti omertosi, prezzolati e collusi fino al midollo.
Una piccola azienda sconosciuta afferma di poter ottenere risultati pressochè magici senza alcuna spiegazione scientificamente valida riguardo ad un prodotto da loro venduto a caro prezzo -> Sono chiaramente nel giusto e vengono boicottati

Seriamente, come si fa a ragionare in questo modo?

Anonimo ha detto...

E' uscita una nuova "biowashball" a ghiaccio secco:
http://www.e-cology.it/2012/05/03/una-lavatrice-che-non-usa-acqua/8796#more-8796

Paola ha detto...

Per fortuna che ci sei tu.

P!

MOSAIC ha detto...

Non so cosa c'è dentro, ma se si tratta di una palla di plastica con dentro ceramica (che fa crescere batteri), mi fa venire in mente il filtro del mio acquario. Ha una bella retina di plastica (che ho sostituito con un pezzo di collant quando si è rotta la plastica) con dentro tanti bei cannolicchi di ceramica. Servono a formare batteri che tengano pulita l'acqua... forse se al posto dei vestiti, metto 2 pesci rossi in lavatrice ottengo un nuovo acquario un po' più ingombrante.

Jero Potute ha detto...

Credo che la posizione di Grillo sia forse da ingenuo entusiasta, ma non mistificatrice.Come presentata la biowashball in fin dei conti ha il pregio di dimostrare, visto che non è una "bufala", che anche la necessità di uso del detersivo, e tutte le menate che ci girano intorno sul lava di più sbianca di più, più igienico ecc. sono in fin dei conti una "bufala", nel senso che potremmo usare niente detersivo, o molto ma molto meno detersivo, di quanto l'industria che li produce vogliono farci credere. Questo non è "complotto", è business, fondato sulla bufala dell'"eccesso di igiene" che è meglio. Però deve arrivare l'ingenuità di Grillo che casca sulla bufala della biowashball per far riflettere su questa cosa. Cercherò, tra le pagine di attivissimo, una che parli della bufala dei detersivi dei piatti la cui pubblicità fa sentire il rumore del dito che scorre sul piatto = il piatto è "pulito" e sgrassato... Ma no, questa è una bufala culturale gigantesca, per cui a te sembra un complotto inventato da un complottista, e visto che sei anticomplottista, ti sembrerà normale.

Paolo Attivissimo ha detto...

Jero,

potremmo usare niente detersivo, o molto ma molto meno detersivo, di quanto l'industria che li produce vogliono farci credere. Questo non è "complotto", è business

No; perdona la schiettezza, ma questo non è un business, è una cretinata.

Se non usi detersivo, stai semplicemente sbattendo (male) i panni in acqua stagnante. La flora batterica e lo sporco ristagnano nel sifone della lavatrice, e al lavaggio successivo lavi i panni nell'acqua contaminata del lavaggio precedente.

Se sei contento di lavarti così, accomodati. Ma tieni presente che Grillo non ha proposto la Biowashball come modo per ridurre l'uso di detersivi o come metafora antispreco: l'ha proposta come sostituto integrale.

Ed è inutile cercare di giustificarlo adesso che -- guarda che strano -- la Biowashball non se la fila più nessuno. Dove sono finiti tutti gli entusiasti acquirenti? Morti d'infezione batterica da mutande zozze?

Stupidocane ha detto...

una che parli della bufala dei detersivi dei piatti la cui pubblicità fa sentire il rumore del dito che scorre sul piatto = il piatto è "pulito" e sgrassato... Ma no, questa è una bufala culturale gigantesca,

Basta bagnarsi il dito e provare. Se il piatto è veramente pulito fa quel caratteristico rumore.

Alessandro Lorenzi ha detto...

Ciao,
arrivo in ritardo di anni, ma scopro solo oggi questa cosa sulla scia dei delatori di Grillo.

Un modo per salvare l'ambiente riguardo ai detersivi c'e... usare saponi ecologici. Il resto e' fuffa.

Povero Paolo, sei sempre sotto mira, fatti forza! ;)

Gianmichele Murano ha detto...

Divertente l'articolo, o meglio divertente il fatto che alla resa dei conti si fanno poi figuracce :-):-)
Solo un piccolissimo appunto, l'acqua non "ha comunque un buon effetto lavante", è l'agente lavante.
I tensioattivi aiutano "soltanto" l'acqua, ma comunque rimane lei a lavare ;-). Nessuna meraviglia se la "palla" sembra funzionare. Proprio come dice Grillo i detersivi sono usati in eccesso e l'effetto "placebo" di diminuire il detersivo fa funzionare la sfera :-) :-) :-).
Il sapone è costituito da fosfati (solubili in acqua) e grassi (solubili in appunto grasso che costituisce lo sporco "lavabile"), in pratica il sapone si lega allo sporco e contemporaneamente all'acqua e lo solleva dal tessuto rendendo più facile, molto più facile, il lavoro all'acqua :-)
Mia nonna faceva il sapone con l'olio usato della fritture ecc aggiungendo "la medicina" che comprava in farmacia che bei tempi :-)

White ha detto...

Io penso che facendo le domande sbagliate, si ottengono risposte sbagliate.

Anonimo ha detto...

Mi è stata regalata e l'ho provata subito; la cosa che ho pensato immediatamente è che la biancheria sembrava essere stata lavata solo con acqua. Io non uso già normalmente ammorbidente, quindi la morbidezza della biancheria era la stessa di sempre. Invece ho notato che macchie difficili non erano state rimosse. Quando ho letto degli infrarossi sono rimasta basita...(sono un tecnico di laboratorio e qualche nozione di chimica, fisica ecc...ancora mi è rimasta!). Il modo più ecologico ed efficace per lavare la biancheria è utilizzare le noci lavatutto, o.e. poche gocce per profumarla, aceto e bicarbonato per la morbidezza e una migliore resa...super ecologica ed efficace.

«Meno recenti ‹Vecchi   401 – 461 di 461   Nuovi› Più recenti»