skip to main | skip to sidebar
13 commenti

Google dalla riga di comando

Google, servizi gestibili dalla riga di comando


Per tutti gli appassionati dell'informatica senza fronzoli, quelli che vogliono andare subito al sodo e sanno che la tastiera è ancor oggi mille volte più veloce del mouse per tante cose, Google ha presentato GoogleCL: in altre parole, Google a riga di comando.

Traduco per i non iniziati: normalmente, se volete scrivere un articolo su Blogger, aggiungere un appuntamento a Google Calendar o pubblicare una serie di foto su Picasa o un video su Youtube, dovete avviare il vostro browser, raggiungere il sito del servizio Google desiderato, aspettare che si carichi e poi cliccare sulle varie opzioni e nelle varie caselle per immettere i dati e caricare l'eventuale foto o video. Su un dispositivo che ha uno schermo piccolo, come un netbook o un telefonino, la cosa può essere piuttosto impegnativa.

Immaginate invece di poter aprire una finestra di terminale (un prompt dei comandi, per il mondo Windows) e digitare semplicemente

google blogger post --tags "[testo dei tag]" --title "[testo del titolo]" "[testo del post]"

ottenendo immediatamente la pubblicazione del post su Blogger, con i tag e il titolo ai loro rispettivi posti. Che è quello che ho fatto qui.  Notate che GoogleCL è abbastanza furbo da chiedermi in quale dei miei blog voglio che compaia il post.


In alternativa potreste comporre il post in un editor di testo, salvarlo come articolo.txt e poi caricarlo con

google blogger post articolo.txt

Potreste anche digitare

google picasa create --title "Foto di gatti" ~/foto/gatti/*.jpg

per caricare su Picasa in un sol colpo tutte le foto che avete nella cartella Gatti. Oppure aggiungere al volo un appuntamento alla vostra agenda digitando

google calendar add "Puntata del Disinformatico 11:00 12/7/2010"

per ricordarvi che il 7 dicembre alle 11 c'è il Disinformatico radiofonico (la data è nel formato statunitense mese-giorno-anno).

Altri esempi di comandi sono qui su Code.google.com. Roba da maniaci nostalgici? Può darsi, ma le potenzialità, per esempio per lo scripting e l'automazione dei servizi, sono notevoli. Se la cosa v'intriga, GoogleCL è gratuito e open source e funziona su Windows, Mac e Linux (funzionerà su Android e/o IOS?). Vi servono Python 2.5 o superiore e la libreria gdata 1.2.4 o superiore, se non li avete già installati; poi installate GoogleCL eseguendo i suoi script, come descritto per esempio nei requisiti di sistema, su Public Int (Windows XP) e Lifehacker. Se non sapete di cosa sto parlando, fatevi installare il tutto da qualcuno che ha familiarità con queste cose, e attenzione: la riga di comando è potente e non perdona.

La prima volta che usate ciascuno dei servizi gestibili dalla riga di comando, GoogleCL lancerà il vostro browser predefinito e gli farà aprire la pagina di autorizzazione (mostrata qui accanto). Da quel momento in poi, GoogleCL sarà autorizzato a gestire i vostri dati senza ulteriori cerimoniali.

Non dimenticate di leggere il manuale predisposto da Google, che contiene le altre opzioni di utilizzo della riga di comando. Come è prassi nei progetti open source, anche GoogleCL cerca volontari che contribuiscano alla sua crescita. Buon divertimento. 
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (13)
Ok, parto con un OT: Come è prassi nei progetti open source, anche GoogleCL cerca volontari

Ma i prodotti Google sono open source?

Cmq io odio la riga di comando, vivo di WYSIWYG...
sudo ./nerdgasm.sh

;)
Le potenzialità sono fantastiche.
Appena l'ho visto speravo ci fosse qualcosa per gestire i feed di Google Reader da linea di comando, ma non è così.
Non sono ancora riuscito a trovare un browser testuale o un software da linea di comando per spulciarli in tempo zero.
@markogts

eh ho capito ma come fai ad automatizzare le operazioni in una GUI, che fai le macro visuali tipo OpenOffice? :)
Nell'automazione il problema riguarda l'autenticazione: in maniera non deterministica viene richiesto un captcha, che per sua natura non è "machine-readable".

Qualcun'altro che legge ha trovato un modo per risolvere questo problema?
@Sblendorio: "Da quel momento in poi, GoogleCL sarà autorizzato a gestire i vostri dati senza ulteriori cerimoniali."
@Polenta e computer: puoi usare powershell e fartelo tu.
@Markogts: alcuni si, alcuni no.
@Attivissimo: "Notate che GoogleCL è abbastanza furbo da chiedermi in quale dei miei blog voglio che compaia il post." ... non abbastanza furbo da prevedere uno switch per non bloccare uno script che, per sua natura, dovrebbe andare via liscio senza richiedere interattività ;-)

COMUNQUE CHE GRAN FIGATA!!!!
@Me anonimo:
ma sei in anticipo rispetto all'orgasmo cosmico!

@Polenta e Computer:
non so se funzioni, ma per i feed rss/atom in generale (non google) io uso newsbeuter che e` in ncurses con uno stile vagamente muttoso
@ Elena ``of Valhalla''

Sì, ehm, è una disfunzione.
(vedi Nerdgasmo precoce) :)
qualcuno conosce una cosa analoga per WP?
@Elena ``of Valhalla'': infatti cercavo una cosa del genere, ma che si sincronizzasse con Greader
@passoavista: intendi con uno script? ma powershell non è solo per win? (io sono su linux)
In una sola parola:

Spettacolo!
Chi sa programmare può gestire tutti i servizi di Google via codice, e questo da sempre.

Con questo tool anche i sistemisti (che notorialmente non sono in grado di programmare ahah) potranno gestire alcuni servizi dalla linea di comando.

Spesso in azienda ci sono dei task schedulati, e l'output di questi task viene spedito agli interessati via mail... secondo me con questi sitemi si potrebbe mandare l'output via blog (naturalmente privato), oppure via Wave... sarebbe un modo più moderno e più interessante di lavorare!

@mattia
per quanto riguarda Wordpress non ho mai provato, ma se conosci un po' di perl potresti iniziare da qui:

http://search.cpan.org/~senger/WordPress-V0.1.1/lib/WordPress.pm
Ganzo!

Ma il token per "gestire i propri dati senza ulteriori cerimoniali" ha una scadenza o dura per sempre?

E poi come si fa a eliminare il token?