Cerca nel blog

2010/06/21

Solstizio d’estate, la bufala di Stonehenge

Stonehenge, occhio a non correre con la fantasia: le pietre sono state riposizionate


Questo articolo vi arriva grazie alle gentili donazioni di "chiarab*" e "fabiano" ed è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale. Foto di Max Alexander, tratta da APOD.

Oggi è il solstizio d'estate, e come sempre in quest'occasione si parla di Stonehenge, il monumento megalitico situato nel sud dell'Inghilterra che è meta di pellegrinaggi di vario genere. C'è chi ci va per ammirare l'ingegno dell'uomo di cinquemila anni fa, capace di muovere macigni di decine di tonnellate per lasciare un segno della propria esistenza, e c'è chi ci va per seguire varie credenze mistiche, incentrate solitamente su presunti allineamenti incredibilmente precisi delle pietre che testimonierebbero interventi soprannaturali o extraterrestri o conoscenze straordinarie dimenticate.

I fatti, però, smentiscono la precisione magica degli allineamenti che vengono "scoperti" oggi guardando la disposizione delle pietre, per una ragione molto semplice: le pietre di Stonehenge non sono più al loro posto originale.

Per esempio, uno dei triliti crollò nel 1797 e fu restaurato soltanto nel 1958. Nel corso dei restauri effettuati nel 1901, la pietra numero 56, che minacciava di cadere, fu raddrizzata e collocata nel cemento, spostandola di mezzo metro. Altri lavori furono effettuati negli anni Venti del secolo scorso. I restauri del 1958 risollevarono e fissarono nel moderno cemento tre altre pietre, e altre quattro furono riposizionate nel 1964 per evitare che cadessero.

Queste sono alcune foto di Stonehenge dal 1877 in poi.


Foto di Philip Rupert Acott, luglio 1877. Fonte: Wikipedia.



Sistemazione delle pietre 6 e 7, novembre 1919.



Sistemazione delle pietre 6 e 7, febbraio 1920.



Coricamento di una delle pietre d'architrave, 1920.



Stonehenge vista nel 2008 da un'angolazione pressoché uguale alla foto del 1877. Fonte: Wikipedia.

Molti turisti visitano Stonehenge credendo che si tratti di un sito archeologico ancora intatto dopo millenni, ma non è così. Anche il sito ufficiale di Stonehenge dell'English Heritage è molto reticente: ho trovato solo un minuscolo accenno nelle FAQ. Prima di trarre conclusioni affrettate e attribuire poteri incredibili a questo monumento, insomma, è opportuno informarsi bene.

Anch'io, quando ho visitato Stonehenge, non sapevo nulla dei restauri, che non si notano se non si prenota la visita speciale che permette di entrare nel monumento. L'ho scoperto grazie a una segnalazione di Giuliana Terzetti su Scienza e Paranormale nel 2001. Saperlo rovina il fascino di Stonehenge? No, perché non cambia il fatto che quelle pietre furono spostate a mani nude da una cultura che non aveva ancora sviluppato la scrittura ma sapeva organizzarsi per creare un'opera stupefacente. Sapere che le pietre sono state poi riposizionate spazza via solo la patina falsa di pseudoscienze e di credenze new age che offusca il vero splendore di Stonehenge.

Colgo l'occasione per segnalare la chiusura di Scienza e Paranormale e il debutto di Query, il nuovo periodico trimestrale del CICAP che sostituisce la rivista precedente, e di Queryonline.it, il sito di supporto alla nuova rivista. Fra un'uscita e l'altra di Query, Queryonline pubblica le notizie di attualità "misteriosa", segnala le attività del CICAP (ricordo la Cena Magica a Rho il 3 luglio) e aggrega i blog dei vari membri e collaboratori del comitato creato oltre vent'anni fa da Piero Angela. Potete seguire gli aggiornamenti di Queryonline anche via Twitter. L'approccio del sito e della rivista è l'indagine scientifica dei misteri: che possono essere veri o falsi, ma se studiati con rigore e attenzione regalano sempre il fascino della scoperta e l'amicizia di persone che amano la curiosità.

Fonti: New Scientist, Solving Stonehenge: The New Key to an Ancient Enigma di Anthony Johnson.

110 commenti:

Max Senesi ha detto...

In effetti dall'esterno i restauri non si notano.C'è da dire che sul posto lasciano credere che il sito sia integro da millenni. Del resto, nei paesini circostanti con quelle pitere ci vivono, quindi come dargli torto; alcuni abitanti del luogo con cui ho parlato si dicono stupefatti di "quante persone vadano a vedere quelle quattro pietre" (cit. quasi testuale). Pur restando d'accordo con Paolo che questa è una mirabile opera dell'uomo preistorico, oggi quante persone andrebbero a vederla se non ci fosse il mito? Per esempio in Puglia c'è il dolmen di Bisceglie, facilmente accessibile, ma scarsamente sfruttato turisticamente proprio perché privo di leggende che lo avvolgono; alcuni anni fa era in quasi abbandono addirittura...ora non so. La fuffologia va vendere molto di più.

IceMat "Magelykun" ha detto...

Beh tutto questo misticismo va a benissimo alle autorità locali in quanto porta molti soldini...se ci metti la magia guadagni di più...se invece dici che è opera dell'intelligenza umana..allora...interessa solo a pochi

Antonio ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Hanmar ha detto...

Servizio su National Geographic

Saluti
Michele

Paolo Attivissimo ha detto...

Antonio,

ho rimosso il tuo commento. Pubblicare spoiler sul Dottore non è bello, c'è chi quella puntata non l'ha ancora vista.

Un po' di rispetto per gli Whoviani meno fortunati di noi! :-)

IndirizzoSconosciuto ha detto...

stavo appunto per fare un commento sul dottore anche io...

Fozzillo ha detto...

Whoviano con arretrati ringrazia...

theDRaKKaR ha detto...

Colgo l'occasione per segnalare

rettiliano...

Edoloz ha detto...

Io l'ho visitato a Gennaio... di sicuro è affascinante, ma dopo 5 minuti che ci guardi e che patisci un vendo e un freddo polare pensi "bhè... son solo quattro pietre, possiamo anche andare adesso!!" :-)

Carlo Recagno ha detto...

In ogni caso, Pandorica è stata aperta...

markogts ha detto...

Faccio notare che nella foto del 1877 non si vedono scie. :-P

spacesurfer ha detto...

Scusate l'OT: negli ultimi giorni ho avuto parecchi problemi con questo blog, non riuscivo a visualizzare le immagini e non mi compariva il box per inviare i commenti, mentre leggevo tranquillamente i commenti altrui.
Con altri siti non avevo nessun problema.
Qualche altro utente di Libero ha sperimentato problemi analoghi?

Anonimo ha detto...

Repubblica non perde occasione per alimentare magia e mistero dove non ci sono:

http://www.repubblica.it/ambiente/2010/06/21/foto/il_solstizio_d_estate_a_stonehenge-5020437/1/?ref=HRESS-1

Ma che esperti consulta Repubblica?

TuKler ha detto...

Immancabili

fb ha detto...

interessante questa foto del 1944

http://bldgblog.blogspot.com/2010/06/stonehenge-at-night-1944.html

theDRaKKaR ha detto...

@ilcomiziante

ma tu lo sai quanto si suona la tromba in queste feste newage!?

^____________^

TuKler ha detto...

Ops, scusa ilcomiziante;)

theDRaKKaR ha detto...

aggiungo, quanto leggo di queste feste newage mi viene sempre in mente Angy del Buon Vecchio Zio Marty =D

theDRaKKaR ha detto...

quanDo

TuKler ha detto...

ma tu lo sai quanto si suona la tromba in queste feste newage!?

Intravedo un sottile doppio senso...
Ah, già, la vuvuzela!

theDRaKKaR ha detto...

uh chiedo scusa al Buon Vecchio Zio Marty e al Buon Vecchio Alfredo Castelli: Angie, non Angy

@tucler
non parlo di vuvuzelle, ma di lei che suona il piano e lui la tromba

Dario ha detto...

Io ci sono stato l'anno scorso; ricordo che le audioguide - anche in italiano - parlavano chiaramente dei riposizionamenti vari succedutisi nei vari secoli.

theDRaKKaR ha detto...

ricordo che le audioguide - anche in italiano - parlavano chiaramente dei riposizionamenti vari

io invece con le guide in CARNE e ossa parlavo di altri posizionamenti

basta ho un momento ormonale, me ne vado per non diventare troppo molesto

addio
^____^

Gatto del Cheshire ha detto...

Molto bello il sito di Query, mi gusta molto. Grazie per la segnalazione, cercavo proprio qualcosa di simile.

cristian ha detto...

Quindi i megaliti sono stati riposizionati e allineati in un secondo momento con i solstizi?

Ho sempre pensato che i lavori di restauro li avessero fatti mantenendo più o meno lo stesso posizionamento.

Questa è una cosa molto interessante da sapere...

Grazie

Paolo Attivissimo ha detto...

Quindi i megaliti sono stati riposizionati e allineati in un secondo momento con i solstizi?

No. Da quanto mi risulta, erano allineati già in origine (cosa peraltro non difficile, a patto di essere metodici e pazienti). La mia avvertenza di non correre troppo con la fantasia riguarda tutte le teorie sul presunto posizionamento incredibilmente preciso delle pietre e sui loro presunti allineamenti significativi.

theDRaKKaR ha detto...

le teorie sul presunto posizionamento incredibilmente preciso delle pietre e sui loro presunti allineamenti significativi.

non so bene quali siano queste teorie, ma, tra l'altro, c'è da considerare anche lo spostamento di "terra e cielo", visto che se non erro si tratta di roba vecchia 3000 anni

TuKler ha detto...

@TheDakar:
basta ho un momento ormonale, me ne vado per non diventare troppo molesto

http://ildisinformaticonsfw.blogspot.com/

theDRaKKaR ha detto...

LOL e LOL

Emanuele ha detto...

Mi scusi, ma le pietre sono praticamente nella stessa posizione della foto più antica...è logico raddrizzare e rimettere al proprio posto quelle che sono cadute...non andiamo a cercare anche il pelo nell'uovo..si rischia di essere un po' ridicoli..

theDRaKKaR ha detto...

...e te pareva strano...

Paolo ha detto...

Quando ho tempo in giornata vi posto alcune immagini relative ai lavori effettuati a Stonhenge nell'ultimo secolo ...

markogts ha detto...

c'è da considerare anche lo spostamento di "terra e cielo"

Se ti riferisci alla precessione degli equinozi, non cambia niente. Per dirla con doc brown, pensa tridimensionalmente: hai la Terra, il Sole e le stelle lontane. L'asse terrestre è inclinato rispetto al piano dell'orbita, quindi, in un giro attorno al Sole, avremo un momento di massima altezza del Sole sull'orizzonte locale terrestre. Ora, la precessione fa ruotare l'asse di rotazione terrestre. L'angolo resta sempre quello, ma orientato in un'altra direzione. Risultato? Il Sole arriverà alla massima altezza in una "fase" diversa. Ti direi "a un tempo diverso", ma visto che il nostro calendario è basato sul sole e non sulle stelle, esso già contiene la correzione. In altre parole, il calendario è "tale che" il 21 giugno sia il momento di massima altezza del Sole nel cielo. Non è invece, per definizione, il momento in cui il Sole passa dai Gemelli al Cancro: infatti questa cosa non è più vera.

Il tutto implica che comunque il Sole tramonta a ovest (o meglio, a 311° di azimut) come prima, solo lo "sfondo" delle stelle cambia.

theDRaKKaR ha detto...

@marko

non mi riferivo solo, ma anche alla precessione e effettivamente non avevo pensato al fatto che il calendario è basato sul sole

le altre cose a cui pensavo sono gli spostamenti geologici (3000 forse sono pochi, ma non è detto) e gli altri eventuali punti di riferimento celesti

Paolo Attivissimo ha detto...

Mi scusi, ma le pietre sono praticamente nella stessa posizione della foto più antica...è logico raddrizzare e rimettere al proprio posto quelle che sono cadute...non andiamo a cercare anche il pelo nell'uovo..si rischia di essere un po' ridicoli..

Se una pietra è stata spostata di 50 cm, chiunque parli di allineamenti misteriosamente precisi rischia di prendere un granchio. Tutto qui.

Fabio ha detto...

Saperlo rovina il fascino di Stonehenge? No

Sì. O vogliamo allargare le indagini sul paranormale pure a cosa affascina e cosa no?
C'è gente che non crede a nessuna teoria stramba ma è suggestionata positivamente e irrazionalmente dall'idea di un sito intatto.

Con questo non voglio dire che era meglio rimanere nell'errore blablabla... non partiamo con i rintuzzamenti. Semplicemente non mi sembra buono mettersi a sindacare sul "fascino" esercitato sulle altre persone.

theDRaKKaR ha detto...

@Fabio

O vogliamo allargare le indagini sul paranormale pure a cosa affascina e cosa no?

le indagini sulla fascinazione sono totalmente scientifiche, non c'è nulla di paranormale....

Fabio ha detto...

Ma chi ha parlato di paranormale... ho semplicemente detto che non sei tu né Paolo a decidere in cosa consiste per me il fascino di un sito archeologico.
Qui mi state diventando un po' settari...

theDRaKKaR ha detto...

qui la spiegazione corretta

theDRaKKaR ha detto...

@Fabio

sì, è possibile spiegare cosa ti affascina e perché

Fabio ha detto...

Drakkar, continui a non capire il mio intervento... e questo perché c'avete il chiodo fisso. Non c'entra nulla il paranormale e queste fole riduzioniste e antiscientifiche della fascinazione non mi riguardano.
Io definisco e assegno "fascino" a mio piacimento.

Paolo Attivissimo ha detto...

Fabio,

non sei tu né Paolo a decidere in cosa consiste per me il fascino di un sito archeologico.

Infatti. Quindi qual è il tuo problema?

theDRaKKaR ha detto...

@Fabio

tu scrivi Saperlo rovina il fascino di Stonehenge? No

Sì. O vogliamo allargare le indagini sul paranormale pure a cosa affascina e cosa no?


e io ti sto dicendo che non è una "indagine paranormale" analizzare la fascinazione di un sito archeologico o di qualsiasi altra cosa, ma una indagine psicologica

la frase di Paolo Saperlo rovina il fascino di Stonehenge? No significa semplicemente che alla fascinazione psicologica di un sito "magico" si può sostituire quella più intellettuale e culturale di un sito archeologico, che vale in quanto testimonianza dei nostri progenitori e non di qualche astrusa teoria new-age

markogts ha detto...

dibattito affascinante...

cristian ha detto...

I megaliti sono tutt'ora alineati al solstizio?

Sono molto ignorante in materia ma, con i vari cambiamenti e sopostamenti dell'asse terrestre, possibile che ci sia ancora l'allineamento di quando sono stati eretti in principio?

theDRaKKaR ha detto...

Sono molto ignorante in materia ma, con i vari cambiamenti e spostamenti dell'asse terrestre, possibile che ci sia ancora l'allineamento di quando sono stati eretti in principio?

l'ha spiegato molto chiaramente Markogts qui

cristian ha detto...

Ahhhhh ok perfetto... Grazie :)

granmarfone ha detto...

A settembre andrò probabilmente anche a Stonehenge passando prima da Brescello.

Pippolillo ha detto...

Ricordo quando visitai la tomba di New Grange in Irlanda, molto affascinante ma anche quella ricostruita dagli archeologi, almeno così ci dissero in loco. Lì al Solstizio un raggio di luce illumina il fondo della tomba.
Vado un po' OT ma guardate questi cerchi nel grano in stile Topolinia, non male vero? :-)

cristian ha detto...

Strano che non abbiano detto che Topolino sia un alieno :P

Paolo ha detto...

Allora ...
l'anno scorso ho avuto l'occasione di visitare il sito, che come saprete è nel sud dell'Inghilterra.
Nell'annesso immancabile Shop Center ho acquistato un libro fotografico, ben fatto, con un sacco di immagini. Ci sono le foto degli spostamenti e dei lavori sulle pietre ... siccome pensavo che queste fossero là dalla notte dei tempi, anch'io ci sono rimasto male. Trovo che quel luogo abbia così perso gran parte del suo fascino.

Se volete ne scansiono un paio e ve le mando ...

Paolo Attivissimo ha detto...

Se volete ne scansiono un paio e ve le mando ...

Sì, grazie!

Fabio ha detto...

e io ti sto dicendo che non è una "indagine paranormale" analizzare la fascinazione di un sito archeologico o di qualsiasi altra cosa

E io ti sto dicendo che non ho mai scritto che trattasi di "indagine paranormale". Tu travisi perché - ribadisco - c'avete il chiodo fisso.
Il senso del mio messaggio era il seguente: vogliamo fare un'indagine sulle teorie del paranormale intorno a stonehenge? Bene, bravi, bis.
Però non allarghiamoci con lo stesso grado di assertività su ciò che può affascinare il visitatore e cosa no (perché, appunto, ci spostiamo in tutt'altro campo).

Quanto al fatto di sostituire al fascino altro fascino... ma perché, chi lo ha detto che lo devo fare, che lo voglia fare, che mi interessi quell'altra roba? E perché devi tirare in ballo la teoria new-age?
Se io dico che mi ingrifa pensare che il sito sia intatto non ho bisogno né della teoria new-age per giustificarlo né trovo alcuna compensazione in altri aspetti di interesse di Stonehenge stesso che pure ci sono.

Questo blog sta diventando una comunità scientista, e quindi anti-scientifica per definizione.
Sugli studi riduzionisti di chi infila pure le sogliole dentro la macchina della risonanza magnetica o sulla scientificità della psicologia poi sorvolerei, che apriremmo un discorso troppo ampio.

@Paolo Attivissimo

Per me il fascino unico del sito era che fosse intatto. Mi eccitava sessualmente pensare che delle belle biondone celtiche fossero state le ultime a toccare le pietre...

jollyroger ha detto...

Paolo, dimentichi una cosa (che sa chiunque abbia visitato il sito, dato che viene ribadita più volte nell'audioguida).

Il complesso megalitico è stato quasi interamente demolito tra il XIII e il XV secolo, ad opera dei vari decani che si sono succeduti nelle diocesi locali e che cercavano di estirpare i resti dei culti pagani.

I chierici hanno abbattuto e sparso per i dintorni tutti i megaliti principali: la ricostruzione è iniziata, in modo più o meno regolare, solo nel XVIII secolo, basandosi su studi che al massimo risalivano al secolo precedente.

Ancora oggi ci sono macigni dispersi nei dintorni, non si sa bene dove, e ci sono periodiche spedizioni di giovani archeologi che cercano di recuperarli.

Anche la disposizione di alcuni dei macigni è discussa tra i vari studiosi, ed è dubbio che anche il grande "altare" fosse messo così.

theDRaKKaR ha detto...

@Fabio

Però non allarghiamoci con lo stesso grado di assertività su ciò che può affascinare il visitatore e cosa no (perché, appunto, ci spostiamo in tutt'altro campo)

campo psicologico, appunto; quale sarebbe il motivo per cui non dovremmo allargarci in questo campo non si sa

Quanto al fatto di sostituire al fascino altro fascino... ma perché, chi lo ha detto che lo devo fare, che lo voglia fare, che mi interessi quell'altra roba?

era solo un consiglio per emanciparti.. =)

Paolo Attivissimo ha detto...

Per me il fascino unico del sito era che fosse intatto. Mi eccitava sessualmente pensare che delle belle biondone celtiche fossero state le ultime a toccare le pietre...

In tal caso sono molto contento di aver smorzato la tua fascinazione.

theDRaKKaR ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
theDRaKKaR ha detto...

(scusate il grossolano errore precedente)

OT indovino-indovinello: chi l'ha detto?


"Parliamo delle diciamo famose, ma che ormai se ne parla davvero molto, di queste scie chimiche che si formano quando passa un aereo. Allora ci sono varie corriè correnti di pensiero per quanto riguarda le scie chimiche eeeeehm nsomma c'è chi dice che praticamente ill'aria calda che entra nelle tubazioni per che dice, diciamo che questo è scientificamente provato, passa nelle tubazioni e poi l'aria da fredda diventa calda e quindi si formano delle goccioline diciamo di ghiaccio e quindi vediamo queste scie chimiche nel cielo, queste scie."


qui

Paolo Attivissimo ha detto...

Paolo, dimentichi una cosa (che sa chiunque abbia visitato il sito, dato che viene ribadita più volte nell'audioguida).

Mi fa piacere che sia specificato; questo non toglie che molti non sanno questo fatto. Compresi quelli che, come me, non hanno preso l'audioguida :-)

Anonimo ha detto...

" Compresi quelli che, come me, non hanno preso l'audioguida :-) " male... mai dimenticare l'audioguida! =)

bob ha detto...

male... mai dimenticare l'audioguida!

si rischia di perdere un favoloso dialogo fra "mamma e figlio"..! (solo per audioguidologi)

SirEdward ha detto...

male... mai dimenticare l'audioguida! =)

...che orrore le audioguide...

Buone solo se non hai una guida in carne e ossa e hai seri problemi di vista che ti impediscono di leggere un libro.

Il piacere di fermarsi in un posto e leggere una buona guida specifica del luogo è impagabile, e il piacere di avere una persona fisica che ti spiega le cose che vedi è ancora più impagabile, specie quando il gruppo è piccolo.

Francesco ha detto...

Io penso che il complesso megalitico di Stonehenge potesse davvero essere un punto di osservazione astronomica e non credo che ci sia niente di magico o paranormale in questo.

Qui in Sardegna sono stati trovati molti nuraghi con caratteristiche simili come il famoso nuraghe di S. Barbara (http://img521.imageshack.us/img521/9154/santabarbaraaltarihg1.jpg) che presenta delle fessure dalle quali è possibile osservare sia il sole che la luna in determinati giorni dell'anno (solstizi, equinozi, ecc).

Ok le "poche" pietre di Stonehenge sono state riposizionate, è un dato di fatto, ma non credo proprio che sia successo anche a tutte quelle che compongono il nuraghe in questione.

Ricordiamoci che già nell'età della pietra e del bronzo, così come oggi, la misurazione del tempo era importantissima per regolare la vita ed in particolare per l'agricultura.

Per cui mi sembra plausibile che queste opere tecnologiche servissero a qualcosa cioè a misurare il tempo.

Inoltre all'epoca la tecnologia non era vista come oggi ma era un tutt'uno con la magia e la religione e chi amministrava questi strumenti e aveva le conoscenze necessarie per costruirli e usarli faceva parte della casta sacerdotale.

Un saluto

Paolo Attivissimo ha detto...

Per cui mi sembra plausibile che queste opere tecnologiche servissero a qualcosa cioè a misurare il tempo.

Francesco, sono d'accordo. Il mio articolo non intende affatto negare quest'idea. Che del resto è perfettamente sensata. Qualcuno nota che il sole compie un ciclo e decide di segnarlo con qualcosa di resistente: delle pietre conficcate. Scopre che è utile per capire quando sta per finire l'inverno. E questo conferisce a chi sa leggere le pietre un potere predittivo magico.

Quello che sto cercando di dire è che c'è gente che si spinge ben oltre e teorizza che la distanza in millimeri fra la pietra A e la pietra B moltiplicata per il codice d'avviamento postale di Casalpusterlengo indica la distanza Terra-Sole espressa in pertiche milanesi, quindi gli antichi avevano conoscenze incredibili, quindi le hanno avute dagli alieni o da Atlantide o Mu o Vattelapesca. E siccome le pietre sono state spostate, tutte le loro teorie crollano. Tutto qui,.

theDRaKKaR ha detto...

purtroppo Castelpusterlengo ha due CAP: 26841 e 26829

la pertica milanese invece corrisponde ad un'area di 654,5179 mq

Paolo Attivissimo ha detto...

purtroppo Castelpusterlengo ha due CAP: 26841 e 26829

Devo sempre spiegare tutto? Il secondo CAP è la chiave della distanza di Nibiru, suvvia, è ovvio.


la pertica milanese invece corrisponde ad un'area di 654,5179 mq

Solo se pensi limitatamente in uno spazio tridimensionale invece che avere la visione quantistica della biofotonica. Tesla aveva ragione.

theDRaKKaR ha detto...

:D

theDRaKKaR ha detto...

pensandoci, Paolo, saresti un complottista coi fiocchi, altro che il disinformatico :D

Paolo Attivissimo ha detto...

saresti un complottista coi fiocchi, altro che il disinformatico :D

Credo fosse inteso come complimento, quindi grazie :-)

martinobri ha detto...

c'è gente che si spinge ben oltre e teorizza che la distanza in millimeri fra la pietra A e la pietra B moltiplicata per il codice d'avviamento postale di Casalpusterlengo indica la distanza Terra-Sole espressa in pertiche milanesi

Ma qualcuno ha detto 'ste robe anche a proposito di Stonehenge?
Io ero rimasto alla piramide di Cheope.

theDRaKKaR ha detto...

Ma qualcuno ha detto 'ste robe anche a proposito di Stonehenge?

se qualcosa può accadere, sta succedendo in qualche parte dell'universo...

Paolo Attivissimo ha detto...

Ma qualcuno ha detto 'ste robe anche a proposito di Stonehenge?

C'è una sorta di Regola 34 per le fandonie: esiste (almeno) una teoria pseudoscientifica per qualunque oggetto o evento. Qualunque teoria astrusa ti venga in mente, è già stata pensata e pubblicata da qualcuno che ci crede veramente.

L'esempio classico è l'assassino di Kennedy. Quando pensi di aver sentito tutte le teorie possibili, scopri che qualcuno sostiene che s'è suicidato.

federico ha detto...

"L'ho scoperto grazie a una segnalazione di Giuliana Terzetti su Scienza e Paranormale nel 2001. Saperlo rovina il fascino di Stonehenge? No"

secondo me invece s', purtroppo!

Paolo: hai fonti sul "suicidio" di kennedy?

ValterVB ha detto...

Fonte suicidio Kennedy

Ciao
VB

theDRaKKaR ha detto...

qualcuno sostiene che s'è suicidato

aveva un braccio molto lungo...

Paolo Attivissimo ha detto...

Paolo: hai fonti sul "suicidio" di kennedy?

Certamente: una è qui, e ricordo di aver letto qualcosa del genere su Luogocomune. Ma l'esperto su JFK è Massimo Polidoro.

In alternativa, fu l'autista oppure Jackie.

R3DKn16h7 ha detto...

Speriamo non ci sia un Pandorica...

Fozzillo ha detto...

Molti dei siti megalitici che ho visitato sono stati restaurati, non mi stupisce affatto.

È molto più interessante visitare un sito che somigli il più possibile a quello originale piuttosto che un mucchio di pietre sdraiate e semisepolte.
Purtroppo alcuni sono stati restaurati in tempi in cui l'archeologia non usava ancora i metodi moderni di catalogazione e molti dati sulle posizioni in cui le rocce erano state ritrovate si sono persi.

Il restauro aumenta molto il fascino di questi siti, tante volte ho camminato a lungo sotto il sole per visitare anche un singolo menhir, quando lo trovi, magari su una collina, sei contento di trovarlo in piedi e di poter immaginare come poteva essere migliaia di anni fa.

Si tratta di semplici pietre, se si "sdraiano" perdono quasi tutto il fascino, rimetterle in piedi non ne compromette il valore archeologico e gli restituisce la loro dignità.

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

Arrivi un po' tardi Paolo: la storia è nota da tempo. Più curioso è il fatto che tempo fa ne parlò anche Ulisse, condotto dal figlio di Piero Angela, il quale glissò ampiamente sulla risistemazione.

Ok, la fonte sono io, che non è molto. Ma se qualcuno ha pazienza di ritrovare la (le?) puntata...

puffolottiaccident ha detto...

Penso che anche prima che si stabilisse la dimensione della terra, la distanza dal sole, l'angolo del piano equatoriale ecc. ecc. meridiane & affini venissero in qualche modo progettate prima della posa in opera.
Un paio di corde con 3 nodi* e qualche paletto dovrebbero essere sufficienti.

*distanziati a seconda del parallelo in cui la meridiana andrà posata.

Gwilbor ha detto...

@Fabio

Capisco che la frase di Attivissimo "Saperlo rovina il fascino etc." possa essere interpretata in modi diversi, ma il contesto comunque aiuta, ed alla fine anche theDrakkar l'ha spiegata in modo da eliminare qualsiasi equivoco. Ma se il tuo intervento non è stato capito è anche perché contiene una serie di accuse di settarismo e di scientismo che sono abbastanza incomprensibili. Circostanzia meglio la critica, e vedrai che i "rintuzzamenti" ed il presunto "settarismo" sparisce.

Anonimo ha detto...

The real point is that Stonehenge is a prehistoric architectural design - one which was designed to sit astride the axis of the longest and shortest days of the year. It's form is geometrically inspired and its true 'direction' is towards the midwinter sunset, other than that there no alignments to be found within the stones themselves (they relate to each other, not to external events or features. Re the moving of the stones, the architect John Wood made a very accurate plan of the Stones in 1740, the restoration work has only significantly moved stone 56. You can find it all explained in Johnson's book

theDRaKKaR ha detto...

per quanto riguarda le puntate di Passaggio a Nord-Ovest si può cominciare da qui

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-24945cd3-a2fc-4292-8806-68ec7cad488b.html?p=0

Elena ``of Valhalla'' ha detto...

@martinobri
Ma qualcuno ha detto 'ste robe anche a proposito di Stonehenge?
Io ero rimasto alla piramide di Cheope.


C'e` anche il chiosco della lotteria, se e` per questo :)
citazione del passaggio rilevante in un libro

Diego ha detto...

@Elena of 'Valhalla'

... con questo abbiamo dimostrato che i venditori di biglietti della lotteria fanno parte del Complotto.

Anonimo ha detto...

Per Elena ``of Valhalla''

C'e` anche il chiosco della lotteria, se e` per questo :)
citazione del passaggio rilevante in un libro


Ho letto Il pendolo di Foucault di Umberto Eco, e già all'epoca mi sono convinto che quell'esempio lo avesse preso pari pari da una trasmissione di Piero Angela all'inizio degli anni Ottanta intitolata Quark (non Superquark, quella è arrivata dopo). Il suo corrispondente negli Usa, se non sbaglio Giangi Poli, faceva l'esempio con una cabina telefonica, e si basava sulla civiltà fenicia anziché quella egizia, ma il discorso era estremamente simile a quello di Eco.
Alla fine, la ciliegina sulla torta: "Come potete vedere, sulla sommità di questa antica costruzione c'è una scritta: Phone. È chiaramente un frammento del nome completo con cui i fenici designavano sé stessi nella loro lingua".
:-D
Col tempo secondo me Piero Angela ha perso un po' la verve umoristica.

theDRaKKaR ha detto...

Col tempo secondo me Piero Angela ha perso un po' la verve umoristica.

non credo proprio... forse la limita di più nelle sue trasmissioni

jollyroger ha detto...

>the architect John Wood made a very accurate plan of the Stones in 1740

Remarkable, considering they had been moved and scattered at least a century before...

Wood made a plan based mostly on tales from locals and on markings in the ground, but quite a bit of it was fantasy and educated guesses.

theDRaKKaR ha detto...

aho ma parlate come magnate!!! =P

Epsilon ha detto...

@ Tutti

Se vi è sembrato di capire quello che puffolottiaccident ha scritto è solamente perché il suo intervento in realtà va letto dal basso in alto e da destra a sinistra.
Ed ecco magicamente venire a galla il puffolottese.
Chi credevi di turlupinare, eh?!? ;-)

PS nessuno ha notato che, anche se il nome è scritto tutto attaccato, le iniziali di puffolottiaccident sono identiche a quelle di un rettiliano bioplasmatico di cui evitiamo di fare il nome per questione di privacy?

PPS e nessuno ha notato che tutto attaccato si scrive staccato e staccato si scrive tutto attaccato?

theDRaKKaR ha detto...

@Epsilon

non ti preoccupare è l'effetto degli scritti di Puffolotti, ma passa in fretta ^____^

markogts ha detto...

nessuno ha notato che tutto attaccato si scrive staccato e staccato si scrive tutto attaccato?

ROTFL

Anonimo ha detto...

Jollyroger:

Yes the architect John Wood did make a very accurate plan of the Stones in 1740. And yes of course it was already in a state of decay, but that is not the point, much more destruction and movement was to follow his survey, especially the collapse of one of the trilithons at the end of the 18th century. Woods plan is vitally important,
and plan was far from being ‘based mostly on tales from locals and on markings in the ground’ I have no idea where this notion comes from, would you care to quote your sources? If you had seen John Wood’s plan you would know that there was certainly no guessing involved. Moreover he annotated his drawings with every measured dimension, hundreds of them – which has allowed modern re-drawing of his original.

Wood, J. Choir Gaure, Vulgarly called Stonehenge, on Salisbury Plain. Oxford 1747.
Johnson, Anthony, Solvling Stonehenge, the New Key to an Ancient Enigma. Thames & Hudson, London 2008

Turz ha detto...

Ma poi, scusate, vedendo quanto sono larghe le pietre, cosa significa che gli allineamenti sono "precisi"? Ogni pietra sarà larga un paio di gradi d'arco, no? Il sole stesso è largo mezzo grado. A questo punto, posso anche asserire che le case di Paolo, di usa-free e di Straker sono "allineate" fra loro (e con la luna piena nel giorno del compleanno di Giacobbo). E prolungando la linea secondo l'intelligenza crescente, si arriva fino a dove nacque Einstein.
Il tutto con insignificanti errori di 2-3 gradi.

@Epsilon:
PS nessuno ha notato che, anche se il nome è scritto tutto attaccato, le iniziali di puffolottiaccident sono identiche a quelle di un rettiliano bioplasmatico di cui evitiamo di fare il nome per questione di privacy?

È vero, ha le stesse iniziali :-D

theDRaKKaR ha detto...

le case di Paolo, di usa-free e di Straker sono "allineate" fra loro

maledizione certe informazioni non vanno divulgate, Agente 93u9034g03200329230m03939023902cm309-ter

ValterVB ha detto...

Paolo Attivissimo
Piero Angela
Puffolotti Accident

Non è che ci state nascondendo qualcosa?

Ciao
VB

martinobri ha detto...

Paolo Attivissimo
Piero Angela
Puffolotti Accident

Non è che ci state nascondendo qualcosa?


Certo! La somma delle cifre del peso atomico dell'elemento di simbolo Pa è 6, che ripetuto per tre volte (il protoattinio è il terzo degli attinidi) dà 666, il numero della bestia.
Dal che si deduce senza ombra di dubbio che Paolo Attivissimo è l'anticristo!

martinobri ha detto...

Che dite, posso aspirare anch'io a un posto da dirigente in RAI?

theDRaKKaR ha detto...

senz'altro! :)

marco ha detto...

Ma è proprio OT se chiedo a cosa serviva realmente tutto quell'insieme di pietre?
Cioè, mi rendo conto di fare l'ennesima figuraccia, ma a questo punto sarei un po' curioso.

Per Accademia: mi raccomando, solo risposte, please. Se ho commesso errori di ortografia, non fa gnente.

Pax ha detto...

Caspita sono passato di li' nel 10.000 B.C. e sta roba non c'era! Certo che vuoi umani ci mettete niente a costruire! :-D

Mousse ha detto...

Marco: dato che non ci sono riferimenti storici a parte le pietre ci sono solo ipotesi.

Turz ha detto...

@Pax:
Caspita sono passato di li' nel 10.000 B.C. e sta roba non c'era! Certo che vuoi umani ci mettete niente a costruire! :-D

Ah, ecco di chi era quella scritta "PRIMO!" che hanno trovato sotto le pietre :-D

markogts ha detto...

@ marco: non sono esperto, ma se io fossi su un'isola deserta, una delle cose che farei sarebbe quella di segnarmi massimo, minimo e medio dell'ombra solare, per avere un check del calendario (metti che dopo una sbornia mi dimentico di tirare la riga sulla parete della caverna), un riferimento azimutale, una meridiana. A quel punto, non starebbe male segnarsi dove sorge e dove tramonta il Sole nei giorni topici, ficcando un po' di pietroni qua e là. Chi ne sa di più su Stonehenge mi corregga pure.

Più che altro, mi chiedo quanti secoli abbia impiegato la popolazione per mettere su delle pietre allineate col *Sole*, considerando il clima albionico :-)

SirEdward ha detto...

@ Marco

Ma è proprio OT se chiedo a cosa serviva realmente tutto quell'insieme di pietre?

Le notizie più accurate che ho su Stonehenge provengono da National Geographic.

esempio:

http://ngm.nationalgeographic.com/2008/06/stonehenge/alexander-text/1

L'idea è che Stonehenge fosse affiancato da un circolo analogo costruito in legno: Woodhenge, appunto, di cui esistono tracce. Il cerchio ligneo era a sua volta circondato da un insediamento.

E' stata avanzata l'ipotesi che i due cerchi venissero usati con funzione cerimoniale, probabilmente per delle processioni che si spostavano dall'uno all'altro cerchio costeggiando il fiume Avon.

theDRaKKaR ha detto...

ma se io fossi su un'isola deserta, una delle cose che farei sarebbe quella di segnarmi massimo, minimo e medio dell'ombra solare


bere mangiare... =)

Pax ha detto...

@Turz

Grande!

puffolottiaccident ha detto...

@martinobri

nel mio caso "Puffolotti" è il cognome.

quello che intendevo dire è che senza nulla togliere alla figata di sassi lunghi 10 metri appoggiati su sassi altrettanto cicciotti 5, 10 o 20000 anni fa,

a) Non credo che l'homo sapiens a quell'epoca fosse più scemo dell' uomo moderno, in effetti son persuaso del contrario.

b) sulla questione di meridiane or such dubito che stessero 30 anni a piantare quotidianamente puntine da disegno (o sassi di fiume o birilli del "non t'arrabbiare" ) nel terreno in accordo con l'ombra di uno gnomone prima di disegnare una meridiana or such, penso che avessero il modo di progettarle a priori usando delle corde come fossero squadrette & compassi.

c) Penso che molto della tecnologia si perda col tempo, tanti edifici vengono semplicemente sostituiti o riciclati, o tirati giù da aeroplani, a pesare il volume dei vari reparti nelle librerie (90% new age e vacche cotogne, 9% narrativa 1% saggistica seria) i posteri nel 5000 si chiederanno come cavolo facciamo noi del 2000 a produrre edifici più alti di 2 metri.

theDRaKKaR ha detto...

a pesare il volume dei vari reparti nelle librerie (90% new age e vacche cotogne, 9% narrativa 1% saggistica seria) i posteri nel 5000 si chiederanno come cavolo facciamo noi del 2000 a produrre edifici più alti di 2 metri

ma LOL|||

oppure i visitatori alieni del 5000 capiranno facilmente perché ci siamo estinti :)

granmarfone ha detto...

Sempre ANSA:

Scoperto nuovo monolite in legno a Stonehenge

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/scienza/2010/07/22/visualizza_new.html_1874347946.html

La prossima notizia sarà che sotto il monolite ligneo hanno trovato una selce bronzea.