Cerca nel blog

2010/06/01

Fuga da Facebook, i risultati

Facebook, fuga flop


Il giorno fatidico scelto per l'abbandono in massa di Facebook per protesta è appena passato. Su Quitfacebookday.com, il contatore è a meno di 34.000 adesioni: meno dello 0,01% del totale dichiarato di utenti Facebook nel mondo.

Il mio mini-sondaggio senza pretese di scientificità si è chiuso con dati piuttosto differenti: il 7% dei partecipanti ha dichiarato di voler chiudere e il 14% ha dichiarato di averlo già fatto. Un quarto (26%) ha risposto che ci stava pensando; circa la metà (51%) ha dichiarato di essere certa di restare in Facebook.


Grazie a tutti per aver partecipato.

23 commenti:

GuidoBH ha detto...

Le differenze sono dovute al campione del tuo sondaggio, che non è rappresentativo dell'intero fenomeno: raccoglie infatti lettori culturalmente evoluti rispetto alla media e con senso critico decisamente diverso.
Resta la "sensibilizzazione" verso il fenomeno che avrà dato più consapevolezza ad una parte di utenti FB. Lo "zoccolo duro", comunque, non verrà mai scalfito.
Parzialmente OT: ieri sera mi è scappato di "cliccare" sulla "geolocalizzazione" di google maps. Ho provato a dare "consenti" alla richiesta di provare a localizzarmi. Abito in una città del nordest e ho una comune ADSL di Telecom su linea fissa. Mi ha localizzato con una precisione inferiore ai 100 metri...

Antonio ha detto...

Pesano senz'altro i seguenti fattori:
1) "massì";
2) "uffi";
3) "appena trovo un attimo";
4) "taggo questo e mollo".

Era inevitabile che una iniziativa di questo genere fallisse. Noi bipedi siamo fatti così. "Loro" lo sanno e ci governano serenamente.

Niebla ha detto...

Premettendo che non avevo intenzione di cancellarmi, ieri ho iniziato un nuovo giochino tra i tanti presenti su facebook.. :D

Replicante Cattivo ha detto...

Ricordiamoci che il popolo di FB (di cui anche io faccio parte, non l'ho mai negato) è composto in gran parte da persone che

- dicono "parteciperò" a TUTTI gli eventi a cui vengono invitati, ma poi non escono mai di casa o vanno nei soliti posti

- sostengono le donne musulmane, i terremotati d'Abruzzo, le vittime delle violenze, i bambini malati, gli orsi del Kispios e pure chi vuole il ritorno in video di Firefly...il tutto con un semplice click. "Intanto io faccio qualcosa, tu cosa fai?"

- copiaincollano gli status per far vedere che loro sono a favore della lotta contro il cancro (con annessa offesa a chi non lo fa)

- non mi ricordo in quale occasione, per dare un "segnale simbolico", fu chiesto alle persone di disconnettersi per CINQUE MINUTI da FB, in modo da non far risultare nessuna persona online in chat(non me la sono inventata, questa cosa c'è stata davvero). Ma come si fa a sapere chi è in chat, se in quel momento si è offline?
Beh, io ero VOLUTAMENTE connesso...e avevo 25 persone in chat (tra cui molte persone che avevano diffuso quell'appello)

Insomma, cosa c'è da stupirsi? Tanti hanno parlato del Quitfacebook, sostenendo di volervi partecipare. Molti parlavano soltanto. Molti, tra una settinama, riapriranno il profilo. TANTISSIMI si cancelleranno per reiscriversi con un altro profilo e aggiungere agli amici solo le persone più fidate (tecnica utilizzata da molte persone per evitare cancellazioni di "amici", col rischio che questi si offendano).

motogio ha detto...

@GuidoBH

Mi ha localizzato con una precisione inferiore ai 100 metri..

OT:

100 metri? identifica casa mia con precisione allucinante (inferiore ai 5 m) ed è più preciso del mio iPhone.

Ps. leggendo le faq del sistema ho capito come ha fatto a sgamarmi:

Se acconsenti, Firefox raccoglierà informazioni sui punti di accesso wireless nelle vicinanze e sull'indirizzo IP del tuo computer.

In poche parole grazie ai dati raccolti da quelle spione di Googlemobili; nel mio caso quasi sicuramente questa .

David ha detto...

L'esito era prevedibile per due motivi:
1) c'è chi, iscrivendosi a Facebook, non sapeva di compromettere parzialmente la propria privacy: non lo sapeva allora, non l'ha saputo recentemente;
2) gli altri (tra cui io) sapevano benissimo che alla fine lo scopo di una società commerciale è fare soldi, e che fb li fa con i dati delle persone, e va bene loro così.
Magagne su modificazione delle impostazioni in itinere a parte, trovo fastidioso chi si lamenta fino all'esasperazione cadendo improvvisamente dalle nuvole.

GuidoBH ha detto...

@motogio
La teoria del come faccia, la conosco. Solo che: nella mia città, street view non è disponibile e non mi risulta sia mai stata avvistata alcuna googlecar; dalla mia casa non si riceve alcun segnale wireless (sono in "leggera" periferia, zona poco densamente abitata e in prossimità di aree molto verdi); il mio indirizzo IP lo possiede solo Telecom, vero...? E Telecom, lo ha fornito a google con tanto di indirizzo...?

Sheldon Pax ha detto...

Il giorno che mollerò Facebook sarà per non ritornarci e non lo proclamerò al mondo, scriverò un tweet :-)

Salvatore ha detto...

io vaglierei anche l'ipotesi che a molti non freghi nulla della propria privacy e che non sono per questo necessariamente caproni ignoranti.

Grezzo ha detto...

Personalmente non abbandono faccialibro perchè fondalmentalmente non me ne frega nulla, passo meno di 10 minuti ogni due giorni in quel posto e giusto per mandare qualche messaggio. Non è questione di essere pro o contro facebook, ma semplice indifferenza, che secondo me accomuna molti di quelli che vi sono iscritti.

motogio ha detto...

@GuidoBH

E Telecom, lo ha fornito a google con tanto di indirizzo...?

Non so se è Telecom che fornisce gli indirizzi dei suoi abbonati a Google, ma non credo che funzioni così.

Ad esempio se cerco di localizzare la mia posizione solo con l'indirizzo IP il risultato è alquanto deludente: il punto trovato si trova, fortunatamente, a ca 200 km in linea d'aria da casa mia ;)

motogio ha detto...

Ops : il punto trovato si trova

;)

Turz ha detto...

@GuidoBH:
il mio indirizzo IP lo possiede solo Telecom, vero...?

Se usi Gmail, Google sa il tuo indirizzo IP. Se non usi Gmail, lo sanno tutti quelli a cui hai spedito una mail :-)

@Replicante Cattivo:
Hai fatto il perfetto ritratto del facebookiano medio.

@Paolo Attivissimo:
Quello che mi ha quasi sorpreso è stato anzi che, persino su questo blog (dove Facebook non è ben visto), più di metà degli utenti abbia detto di essere sicuro non volersi cancellare.
Pertanto mi aspetto che presto Facebook venga aggiunto all'organigramma del NWO accanto a Google :-)

Turz ha detto...

il punto trovato si trova, fortunatamente, a ca 200 km in linea d'aria da casa mia ;)

E ogni tanto si sposta pure ;-)

theDRaKKaR ha detto...

raccoglie infatti lettori culturalmente evoluti rispetto alla media

quanto mi piace quando ci pugnettiamo a vicenda :D

motogio ha detto...

@Turz

OT- on:

E ogni tanto si sposta pure ;-)

Sì ma non di tanto; nel mio caso si sposta solo tra Berna, Lucerna e Losanna, ma probabilmente lo sapevi già ;)

OT- off

Anonimo ha detto...

TANTISSIMI si cancelleranno per reiscriversi con un altro profilo e aggiungere agli amici solo le persone più fidate (tecnica utilizzata da molte persone per evitare cancellazioni di "amici", col rischio che questi si offendano).

ops....mi avete sgamata ;-) !!!

in ogni caso, non capisco chi si lamenta della mancanza di privacy su FB. Basta non immettere i dati che non si desidera divulgare, è tanto difficile???? Nel mio caso, oltre ad un cognome inventato e ad una foto profilo in cui non appaio (prima la si poteva oscurare ai non amici, ora non è più possibile) le uniche cose che ho scritto sono il sesso (deducibile dal nome in maniera non equivocabile) e la città di residenza. Giusto il minimo per evitare che le persone a cui chiedo l'amicizia me la rifiutino non riconoscendomi. Per il resto, mi sono settata come invisibile a tutte le ricerche, motori compresi. Ed è la pacchia: da quando mi sono reiscritta, circa 3 settimane, non ho ricevuto una richiesta che sia una da quegli odiosissimi profili "pubblicitari", che nascono per pubblicizzare la sagra della polpetta inondandoti la home di post, avvisi, inviti, spam e link. Il mio FB è un posto più sereno!

GuidoBH ha detto...

@Turz
Lo so che google sa il mio indirizzo IP (Whatsmyip). E' l'associazione con l'indirizzo FISICO che mi sfugge!!!

ValterVB ha detto...

A me sbaglia di oltre 2 KM in linea d'aria.

Ciao
VB

Replicante Cattivo ha detto...

@ Sheldon Pax

Il giorno che mollerò Facebook sarà per non ritornarci e non lo proclamerò al mondo, scriverò un tweet :-)

Ecco bravo.
Infatti un'altra cosa che non capisco (o meglio: che non sopporto) è chi sente la necessità di proclamare le proprie azioni.
Mi sta bene chi annuncia la propria cancellazione con qualche ora/giorno di anticipo: è un modo per dire a tutti "se non mi trovate più non vi offendete o preoccupate".
E, se tra i tuoi contatti ci sono persone realmente interessate a te, queste si faranno sentire prima della tua dipartita: ti daranno mail, msn o cellulare in modo da mantenere i contatti, anche se è un amicizia telematica (che non necessariamente è un'amicizia falsa o debole, anzi...)

Quelli che non sopporto sono quelli che pubbicano certe notizie solo per farsi pregare.
Ad esempio, quelli che periodicamente devono pubblicizzare la scrematura delle amicizie, lo fanno solo per vedere quanta gente scriverà loro "ti prego, non cancellarmi" oppure posteranno un qualsiasi messaggio solo per far vedere che loro ci sono (anche se magari hanno lurkato fino a quel momento).
Idem per la millantata cancellazione: per molti è solo un modo per vedere quanto sono 'desiderati' e sperare che qualcuno preghi loro di rimanere.

Scusate l'esempio un po' pompato...ma è come quando una persona annuncia il proprio suicidio attraverso un sms o un messaggio su internet: lo si fa perchè quella persona (anche se non lo ammetterà mai) spera che qualcuno possa impedirgli di commettere tale gesto.

GuidoBH ha detto...

@TheDrakkar
...ehm... allora il mio è autoerotismo...

@Replicante
Concordo in toto. Compreso sulle amicizie telematiche che possono essere comunque serie e durature anche senza (quasi) mai vedersi personalmente. E poi c'è di mezzo tanta voglia di omologazione, moda... in mezzo a chi ne fa un uso "normale" e consapevole.

theDRaKKaR ha detto...

@guido

si comincia sempre così :D

Pippolillo ha detto...

Avevo un account. Qualche mese fa l'avevo disattivato. Una decina di giorni fa proprio questo appello me lo ha fatto riattivare per curiosità.
Oggi scopro da un messaggio sulla bacheca che hanno cambiato di nuovo la gestione della privacy.
Così ho detto basta, seguendo un link da un post di Paolo del 28/8/2009 ho definitivamente disattivato il tutto.
http://www.facebook.com/help/contact.php?show_form=delete_account
Adesso ho 14 giorni per ripensarci.
Non ci ripenserò.