Cerca nel blog

2009/12/02

11/9, nuova figuraccia dei complottisti

Complottisti undicisettembrini trovano la prova definitiva. Della loro stupidità terminale


L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Nuovo scoop dei complottisti: l'esame dei dati ufficiali della "scatola nera" dell'aereo schiantatosi al Pentagono documenta che la porta della cabina di pilotaggio rimase chiusa per tutto il volo. Quindi nessun terrorista dirottatore poté accedervi, l'aereo non fu dirottato e la versione ufficiale è un falso.

Lo annuncia trionfante il gruppo Pilots for 9/11 Truth, al quale fanno eco immediatamente gli eroi di Luogocomune.net e di Effedieffe nonché gli Sherlock Holmes di Zero (il sito del video undicisettembrino di Giulietto Chiesa) insieme all'inossidabile Pino Cabras.

Solo che gli intrepidi ricercatori della verità non si sono accorti che quegli stessi dati che loro sbandierano come prova, se esaminati per intero, indicano che la porta rimase perennemente chiusa anche in tutte le 40 ore dei voli immediatamente precedenti, che sono registrati anch'essi sulla scatola nera. Mai una scappata dei piloti a far pipì, mai un'assistente di volo che portasse un caffè, durante nessuno di questi voli: si vede che la vescica di ferro è un requisito dei piloti di linea. Ops.

Infatti basta fare un po' di ricerca per scoprire che sui Boeing 757 costruiti nel 1991, come quello dirottato, il sensore che monitorava lo stato della porta semplicemente non c'era: fu introdotto negli esemplari costruiti dal 1997 in poi. Per cui la scatola nera non poteva riceverne informazioni sull'apertura o chiusura della porta della cabina di pilotaggio. Non per nulla il rapporto tecnico del National Transportation Safety Board sulla scatola nera del Volo 77 includeva il parametro di questo sensore fra quelli non funzionanti o non validati.

Di tutto questo i ricercatori pro-complotto, stranamente, non si sono accorti.

Ancora una volta, insomma, i complottisti (persino quelli di Pilots for 9/11 Truth, che affermano di essere piloti d'aereo) si dimostrano pateticamente incompetenti: strombazzano clamorose rivelazioni che si sgonfiano non appena si compie un briciolo di verifica. Complimenti in particolare ai complottisti francesi e a quelli nostrani, che hanno abboccato in pieno alla bufala senza alcuno spirito critico.

I dettagli della nuova, tragicomica figuraccia sono nell'articolo di John su Undicisettembre.info.

244 commenti:

1 – 200 di 244   Nuovi›   Più recenti»
Milo ha detto...

la porta è rimasta chiusa per più di 40 (NO, DICO 40!!!) ore perchè i preparatissimi ninja delle "Forze Americane di Konquista Economica" (F.A.K.E.) che tutto hanno organizzato, dall'omicidio Lincoln in poi, possono sopravvivere per oltre due mesi nutrendosi delle proprie deiezioni!!!!!!!!!
e solo dei debunker come voi non arrivano a capire questa banale verità!!!

Hanmar ha detto...

Come dire...

AH AH AH AH AH!!! :D

Poi vogliamo far notare che quei dati sono stati ricavati da un registratore dei dati di volo recuperato ALL'INTERNO dei Pentagono?

Ma come? O_o

E la teoria no-plane? E il camion bomba? E la rotta Nord? E l'aereo con missile che esce dalla punta?

Ripeto.

AH AH AH AH AH

Saluti
Michele

L'economa domestica ha detto...

Posso astenermi dal fare commenti? Non sarebbero proprio da delicata fanciulla.
L'Economa Domestica
PS LOL per la foto.

Anonimo ha detto...

Spettacolare. Questa gente non sa più che pesci pigliare. E il fatto che si tratti della scatola nera di un aereo che secondo loro non esisteva non li ha fatti per un solo istante vacillare nelle loro eterne convinzioni.
Uomini tutto d'un pezzo non c'è che dire....

yupswing ha detto...

ma la teoria non era di un missile?
adesso viene accettato l'aereo come buono?

Anonimo ha detto...

Perchè la foto del Che? Non che l'espressione non renda bene l'idea....

Paolo Attivissimo ha detto...

Perchè la foto del Che?

Per cambiare un po' rispetto ai "facepalm" precedenti e per fare un omaggio a Giulietto Chiesa.

Paolo Attivissimo ha detto...

ma la teoria non era di un missile?
adesso viene accettato l'aereo come buono?


Certamente. I complottisti accettano per buona qualsiasi tesi che dia contro quella comunemente accettata e documentata dalle perizie tecniche e dai testimoni. Anche a costo di sostenere contemporaneamente tesi che si contraddicono a vicenda.

brain_use ha detto...

Al di là delle evidenze e dell'abituale tecnica di selezione dei dati, i truthers adottano davvero una curiosa logica: per "dimostrare" che il volo AA77 non fu dirottato e non si schiantò sul Pentagono, utilizzano proprio i dati di quella stessa scatola nera che sostengono essere contraffatta e che fu ritrovata nel Pentagono. Insieme ai resti del Boeing 757 e dei suoi passeggeri.

Poi si stupiscono che li si prenda -bonariamente- in giro.

brain_use ha detto...

p.s.
Il link a voltairenet non è anonimizzato.

Mario ha detto...

La teoria no-toilette non è male. Mancava decisamente!

archivit ha detto...

Non capisco. Ma i dati della "scatola nera" non fanno parte della documentazione cosiddetta "ufficiale"? Allora, che minchia strombazzano questi visionari quando affermano che la versione ufficiale è un falso? Vanno curati, ma da uno mooolto bravo.

Robert ha detto...

Paolo, secondo me non sai più che gatti pigliare :)

cmq.. che dire? niente.. hanno troppa fantasia 'sti complottisti..

A M ha detto...

come mai alcuni link sono rediretti tramite anonymouse (e altri no)?

Robert ha detto...

Caspita quanto scrivete.. nel mio precedente commento mi riferivo alla foto dell'articolo. :)

Grezzo ha detto...

Non sanno più che pesci prendere, in compenso sanno DOVE prenderli: in faccia.

Pilots for 9/11 truth? Mi sa che sono solo piloti di carrelli di supermercato, e su quelli l'unica scatola nera che c'è è quella dei sacchetti per la spazzatura. Abitat naturale delle teorie complottiste.

Turz ha detto...

@Paolo Attivissimo:
Anonimizza i link se no il PageRank della fuffa sale.

Paolo Attivissimo ha detto...

Link sistemati e anonimizzati, grazie!

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

Viva la involución!!! :D

Hasta el complotador siempre!!! :D

Hanmar ha detto...

Basta anche mettere il tag rel="nofollow"...

Saluti
Michele

brain_use ha detto...

Anche Effedieffe pubblica la "sensazionale" notizia.

Turz ha detto...

Link sistemati e anonimizzati, grazie!

Anche di là, magari?

Infinity ha detto...

Paolo, aggiungerei anche un altro "dettaglio" alla faccenda. La porta della cabina di pilotaggio e' rimasta CHIUSA anche per le 40 ore precedenti. E quindi... i piloti di quel volo, in cabina, COME CI SONO ENTRATI? :D
Per cui, i complottisti dovrebbero dimostrare una di queste due tesi:
1- L'aereo volava SENZA piloti, oppure
2- I piloti sono stati costruiti dentro la cabina, assieme all'aereo. :D

stell ha detto...

Esempio spettacolare della metodologia complottista paletto-shifting: ora l'aereo c'e' ed è finito nel pentagono... "MA PERO'" poichè la porta è stata sempre chiusa.... bla bla bla....

Il Segretario ha detto...

- Mi chiamo Mario e faccio il pilota...
- Civile??
- E che c'ho la faccia da servaggio!!!?

brain_use ha detto...

@Infinity:
Attenzione, questo è un falso problema.
La registrazione dei dati inizia a partire da una decina di minuti prima del decollo. Dunque i piloti sono già in cabina.

Giovanni.M ha detto...

Non per fare il rompiballe, anche perché non credo neanche minimamente alle tesi complottiste, però se è vero quanto dice brain_use il fatto che la porta fosse chiusa o meno non fa alcuna differenza. Inoltre non ho capito bene una cosa: la porta della cabina risulta chiusa nelle 40 ore precedenti all'impatto, e nelle 40 ancora precedenti? Non credo che questo aereo abbia volato solo 40 ora dal 91 ad oggi. La mia domanda è qui di la seguente: la porta sui dati della scatola nera è sempre comparsa come chiusa?

Turz ha detto...

La registrazione dei dati inizia a partire da una decina di minuti prima del decollo. Dunque i piloti sono già in cabina.

Ho aperto il CSV linkato da Pilots for 9/11 Truth e sembra riferito a un solo volo. Dove trovo i file degli altri voli?

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

Giovanni, se ho capito bene (e non è assolutamente detto), quel modello di Boeing non montava il sensore della porta della cabina (lo avrebbe montato solo nei modelli costruiti dal 1997 in poi, e il Boeing del Pentagono era stato costruito nel '91), ma la scatola nera prevedeva la registrazione di quel valore.

Non essendoci il sensore, la scatola nera registrava sempre "porta chiusa".

Turz ha detto...

Il ridicolo dei complottisti comunque sta nel fatto che dopo aver detto che l'aereo non si è schiantato sul Pentagono usano come prova la scatola nera trovata dove? Nel Pentagono!

Stupidocane ha detto...

(BIMBOMINCHIA MODE ON)

Tsk tsk, ke inkompetnt ke siete. E kiaro che la prt e rimst kiusa xkè non era un aereo, ma un missile cammufft da aereo, e facile cammffr un aereo. Lo visto fare ad Artattak con la CColla VVinilica e la cartapst.
E stato Muchach.. Muccciach... Mocho Vileda. E lui il mandnt

(BIMBOMINCHIA MODE OFF)

Seriamente, dal negazionismo del missile al ritrovamento della scatola nera del volo 77 dove non dovrebbe essere...
Non dico "MA CHI VOGLIONO PRENDERE IN GIRO?", poiché, a quanto pare, riescono comunque a prendere in giro molte persone.

Bensì dico "MA QUANTA VINAVIL HANNO USATO PER CAMMUFFARE IL MISSILE?"

brain_use ha detto...

@Giovanni:
I dati rilasciati attraverso FOIA dal NTSB coprono le ultime 42 ore di volo.

@Turz:
qui il file completo elaborato dallo stesso ricercatore che ha fornito il file di PFT

@usa_free:
esatto. I dati rilasciati da NTSB usano il frame 757-3 che contiene più parametri rispetto a 757-1 e 2. Ma se non c'è il sensore il valore resta sempre a 0

Paolo Attivissimo ha detto...

Anche di là, magari?

Fatto.

Paolo Attivissimo ha detto...

e nelle 40 ancora precedenti?

La scatola nera non ha memoria infinita. Conserva soltanto un tot di dati riferiti alle ultime tot ore di volo.


la porta sui dati della scatola nera è sempre comparsa come chiusa?

Nel periodo di tempo conservato sulla scatola nera, sì.

Dan ha detto...

"Bensì dico "MA QUANTA VINAVIL HANNO USATO PER CAMMUFFARE IL MISSILE?"
O "quanta colla hanno sniffato/mangiato prima di arrivare a concepire queste teorie"?
La domanda è legittima.
E poi nessuno ha pensato che probabilmente i piloti facevano come ad Hazzard: essendo la porta bloccata, per la pausa caffè/pipì entravano ed uscivano dal finestrino con agile movimento... quindi possiamo dedurre che i piloti si chiamavano Bo e Luke. Mistero risolto!

markogts ha detto...

E Bin Laden in realtà è Boss Hogg.

Fulgenzio il Trolley ha detto...

Contraddizioni?!? Ma quando mai, il complottista doc non si ferma di fronte a nessuno specchio! Il Pentagono è stato colpito da un missile, sparato da un altro missile travestito da aereo che è volato via subito dopo. POI gli agenti NWO, hanno messo una scatola nera opportunamente modificata, che mostrasse l'impatto di un aereo. Ma siccome sono pasticcioni si sono dimenticati della porta della cabina. Oppure: il pentagono è stato colpito da un missile di forma e grandezza di un aereo di linea, ma come dimostra il dettaglio della porta della cabina, i piloti non c'erano perchè era un DRONE!
A richiesta altre spettacolari trovate!

brain_use ha detto...

effedieffe non anonimizzato.

Occhio che perseverare... unicornicum!

Skeptic ha detto...

Fulgenzio, sei sprecato qui. Apri un sito complottista. :D

Sunrise ha detto...

Scusate ma mi sfugge un particolare: Cosa dimostrerebbe che la porta della cabina è rimasta chiusa?

John Wayne jr. ha detto...

Oppure il pilota era quello automatico dell'aereo più pazzo del mondo (la bambola gonfiabile, per chi non l'avesse visto).
Quindi gonfi il pilota con il telecomando, fai partire l'aereo e lo schianti nel Pentagono.
La teoria dell'aereo telecomandato regge!

PS: Scherzo nèh...

Domenico ha detto...

hahahaha, che imbecilli questi complottisti!

Ma è davvero stupidità o è malafede?

Fulgenzio il Trolley ha detto...

Ho provato, Skeptic, ma su quei siti mi prendono sul serio!

Paolo Attivissimo ha detto...

effedieffe non anonimizzato.

Sistemato. Chiedo scusa, sono un po' più distratto del solito, è che sto ridendo da ieri per questa storia.

Infinity ha detto...

@Brain_use
Non sapevo di questo dettaglio relativo alla scatola nera. :)
Grazie, ne terro' conto in futuro. ;)

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

"Scusate ma mi sfugge un particolare: Cosa dimostrerebbe che la porta della cabina è rimasta chiusa?"

Dimostra che i terroristi sanno passare attraverso le porte. Avvertite Stubblebine :D

Nico ha detto...

stranamente non se ne sono accorti??

Ormai non credo più a QUESTE coincidenze.. hanno troppo da guadagnarci con queste "sviste"... sulla pelle degli altri.

davehen ha detto...

@Fulgenzio, post 37
Fulgenzio, tu scherzi, ma non ci vai molto distante.
Di seguito trovi la risposta di un complottista di Luogocomune, che rispondeva ad un utente che giustamente sottolineava l'incompatibilità di questa nuova teoria con quelle precedenti:

"Sitchinite, ti dico come la vedo io: per rendere credibile la messinscena chiaramente oltre a spedire chissà che (se un missile o un caccia o altro non si può sapere) contro il Pentagono e a liberarsi in qualche modo del volo AA-77 (c'è l'imbarazzo della scelta, a me piace credere che non abbiamo voluto sprecare un 757 perfettamente funzionante e che l'abbiano ridipinto e lo stiano utilizzando anche ora come se niente fosse con un altro numero di serie), hanno anche dovuto inventare dei dati di volo fasulli (magari ricopiando i dati di un altro volo qualunque) che supportassero la propria storiella, ma nel farlo hanno commesso dei piccoli errori. Non sarebbe stato un problema se, come nessuno poteva prevedere, non si fosse formata un'associazione di centinaia di piloti da tutto il mondo che hanno analizzato ogni virgola dei fasulli dati ufficiali, individuandone tutte le incongruenze.
Questa della porta della cabina di pilotaggio sempre chiusa è solo una delle tante."

Anonimo ha detto...

@Davehen:

ma chi è sto genio che hai tirato fuori?? Spettacolare!

Willy ha detto...

@Alessandro: ma chi è sto genio che hai tirato fuori?? Spettacolare!

È semplicemente l'utente medio di siti complottisti come LC.

Pedro ha detto...

Che tristezza... fra l'altro analizzando il file c'è anche ora, minuti e secondi da cui si vede la cabina mai aperta... io macino dati per lavoro... se su 150k righe tutti i valori risultano CLOSED... un po' di sospetto che il sensore non funzioni, non sia attendibile o non esista proprio ti deve venire...

davehen ha detto...

@Alessandro
Un certo Dr-Jackal.
Ma guarda che e' capace di ben altro, dai un'occhiata qua: http://www.luogocomune.net/site/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=5386&forum=3&post_id=152878
Troverai altre sue perle, oltre a quella citata sopra.

Stupidocane ha detto...

@Markogts & Dan

E chi farebbe la parte di Roscoe P. Coltrane? Bush?

Ora vado ad informarmi se esiste uno studio sulla paranoia (isteria? nevrosi?) di massa complottista. Quando UNA persona vive di paranoie, fa danno. Ma quando questa persona convince (obbliga? coarta?) altri a seguirlo nella sua paranoia di solito scoppia una guerra...

Sunrise ha detto...

@ Usa-Free
Dimostra che i terroristi sanno passare attraverso le porte. Avvertite Stubblebine :D

Ah ecco!!! Ora capisco!!!
Nel frattempo ho fatto un giretto tra i vari link messi nel post. Direi che non sono chiarissimi nelle loro "spiegazioni"!
Nel blog di Cabras c'è un elenco dei passeggeri del volo 77 che sottolinea il loro rapporto a lavorativo con la difesa americana. Non si capisce però se quella lista sta sottolineando il complotto sulla volontà di eliminarle e sì perché!!!
Ma?! Si stanno un po' "incasinando" da soli!!!

Willy ha detto...

Cabras?!?

Chupa! :D

Stupidocane ha detto...

Il bello di quando si fa supposizioni, è che quando arrivano dati certi, diventa sempre più difficile barcamenarsi tra le menzogne. I nuovi dati non fanno altro che dare altro materiale da rielaborare e far entrare nel disegno menzognero.

Ma il bello è che, nel caso non fosse proprio possibile far combaciare le supposizioni con i dati di fatto, succede una cosa che va contro la logica: anzichè cominciare a mettere in dubbio le proprie conoscenze (il complottista è certo di ciò che sa), si convince ancora di più che quel dato è stato rivelato apposta per supportare la "versione ufficiale". Quasi a voler dire "sono più bravi di noi".

Il che sfocia nella chiusura mentale ancora più bieca e paranoica per cercare di non farsi fregare dal NWO, debunker o chi per essi siano i nemici di turno.

gg ha detto...

Chi mi dice qual'è l'ultima versione ufficiale (per il pentagono) dei complottisti?Missile?Aereo?Microbomba atomica?Godzilla?Cambiano ogni mese e non riesco a starci dietro.

Stupidocane ha detto...

missili di CColla VVinilica...

Absinto ha detto...

Secondo me la facevano fuori dal finestrino la pipì! AHAHAH!

Gran blog!

Strictly Sound Lakes Posse Est.2002 ha detto...

Il vero problema, non sono i dati ufficiali e/o ufficiosi. Il vero proplema è che, a prescindere, sia impossibile fidarsi di uno stato sanguinario come gli U.S....Qui aldilà dei dettagli insignificanti, una cosa è certa: Da sempre le grandi potenze oscurano ciò che gli è scomodo, e modificano QUALUNQUE documento a loro vantaggio..
Che siano stati gli states o i terroristi a buttare giù le torri, rimane la certezza delle guerre e violenze scatenate dal governo Bush e perpetuate ora (più celatamente) da quello di Obama. NESSUNO può difendere con qualsivoglia documento gli Stati Uniti, fondati sullo schiavismo nero e sulle menzogne.
Quanto è importante il mandante se la vendetta è sempre già pre-organizzata?
Poi, se non si crede neanche al progetto mk ultra e altre violenze dello Zio Sam del genere, vuol dire che sono più infami i complottisti che i politici americani....la vedo MOLTO dura.
Secondo me ci si dovrebbe concentrare sui misfatti dei potenti, non, di qualunque, inutile, amatoriale complottista
Saluti Paolo (sperando tu possa denudare sempre più funzionari governativi e massoni; che come tu ben sai, hanno tutt' altra influenza sulla nostra vita quotidiana, rispetto a qualche blog complottista che a parte sparare cazzate, fa male solo a se stesso.)
con Rispetto
Fabio.

Camicius ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Camicius ha detto...

che male fanno?
per esempio questo? o magari questo?
è complottismo uguale identico...
o magari istigano alla violenza (ricordiamo i seguaci delle scie chimiche che si augurano di avere bazooka per abbattere i tankeroni o esultano quando aerei militari si schiantano).

Non è necessario approvare la politica estera statunitense per essere amanti della verità, anzi...

Strictly Sound Lakes Posse Est.2002 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Strictly Sound Lakes Posse Est.2002 ha detto...

Si ma scusa, un blog complottista PUOI non leggerlo. La politica e le leggi e la violenza NON PUOI non subirle. Intendevo quello. Sarebbe meglio smerdare chi crea, non chi ne discute.
In quel senso

Anonimo ha detto...

@Davehen:

Grazie del link. In realtà mi ha colpito molto più l'ipotesi di un altro ardito luogocomunista (oddio mi è venuta senza pensare al doppio senso! :) )
secondo cui i veri passeggeri del volo 77 sarebbero stati eliminati fisicamente o "usati come cavie da laboratorio"!!!

Cioè, già che c'erano... Ma per carità...

Paolo Attivissimo ha detto...

Fabio,

Il vero proplema è che, a prescindere, sia impossibile fidarsi di uno stato sanguinario come gli U.S.

Eh già, perché l'NTSB, la FAA, l'ASCE e tutte le altre associazioni di tecnici che hanno documentato l'11/9 sono tutti repubblicani assetati di sangue che obbediscono ciecamente al loro duce.

Per favore, piantiamola con queste scemenze che sarebbero già imbarazzanti in una chiacchiera da bar.


Da sempre le grandi potenze oscurano ciò che gli è scomodo, e modificano QUALUNQUE documento a loro vantaggio

Pensa che una volta in un libro americano ho letto che pi greco è circa 3,1416. Mica ci possiamo fidare.


Che siano stati gli states o i terroristi a buttare giù le torri

Come fai a presentare due ipotesi del genere con noncuranza?


rimane la certezza delle guerre e violenze scatenate dal governo Bush e perpetuate ora (più celatamente) da quello di Obama

... che non sono l'argomento dell'articolo o della discussione.


NESSUNO può difendere con qualsivoglia documento gli Stati Uniti, fondati sullo schiavismo nero e sulle menzogne.

Giusto! Aboliamo ogni stato fondato sulla menzogna! Ti posso parlare un secondo della Donazione di Costantino? E delle colonie italiane in Etiopia?


Secondo me ci si dovrebbe concentrare sui misfatti dei potenti, non, di qualunque, inutile, amatoriale complottista

Questo già lo fanno persone molto più brave di me. Io mi occupo di quello che loro lasciano in disparte.

brain_use ha detto...

Io mi occupo di quello che loro lasciano in disparte.

Chapeau.

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

" Willy ha detto...

Cabras?!?

Chupa! :D"

Aha, bella! :D

@Strictly Sound Lakes Posse Est.2002

Vedi, gli USA non avrebbero avuto alcun motivo di farsi un autoattentato per portare avanti le loro politiche militari.

È come se Messi, prima di giocare una partita di Champions, si desse una martellata sul ginocchio "per essere sicuro di poter giocare" :D

Strictly Sound Lakes Posse Est.2002 ha detto...

mmmmm...Paolo non prendertela, io parlavo degli U.s: Italia e altre nazioni non sono da meno ma sono ancor più fuori tema come dici tu....
Resta il fatto che secondo me potresti, con le tue capacità, tralasciare questa "guerra" ai complottisti in cui persisti.....mi sembra solo un pò esagerata...
Poi era un complimento come dire che potresti occuparti pure Tu, di cose più importanti, non solo persone più brave di te...
La prendi sul personale, ma non era assolutamente una critica ma un incentivo.

Strictly Sound Lakes Posse Est.2002 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Strictly Sound Lakes Posse Est.2002 ha detto...

"Eh già, perché l'NTSB, la FAA, l'ASCE e tutte le altre associazioni di tecnici che hanno documentato l'11/9 sono tutti repubblicani assetati di sangue che obbediscono ciecamente al loro duce."

ah,p.s:
Non ho mai detto nulla in contrario, non so perchè tu debba tacciare di "scemenze" quando dico solo che è esplicita LA VIOLENZA perpetuata dall'interno in TUTTE o quasi le questioni americane....

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

Beh Strictly (eccetera...), a voler ben vedere Paolo si occupa di un sacco di cose (è un rettiliano), basta vedere gli ultimi articoli che ha pubblicato sul blog. E poi mica vive di blog (come qualcuno), è traduttore, lavora in radio (dove non parla dei complottisti) e chissà quante altre cose dato che non dorme mai :D

Invece sì, c'è più di un soggetto che ha aperto un blog o un sito ESCLUSIVAMENTE per dare contro a Paolo O_o

Strictly Sound Lakes Posse Est.2002 ha detto...

"Che siano stati gli states o i terroristi a buttare giù le torri

Come fai a presentare due ipotesi del genere con noncuranza?"

Non è noncuranza, semplicemente se la C.I.A. assoldò Talebani per formarli militarmente ecc. poco mi cambia: resta la sostanza

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

A proposito, sapete se ci sono gruppi di Facebook istituiti appositamente per dar contro a Paolo?

Paolo Attivissimo ha detto...

non so perchè tu debba tacciare di "scemenze" quando dico solo che è esplicita LA VIOLENZA perpetuata dall'interno in TUTTE o quasi le questioni americane

Perché fai il solito giochetto politico: lamenti solo le violenze (indiscusse) di una delle parti, come se l'altra fosse un mite, indifeso agnellino.

Non è ora di piantarla con l'antiamericanismo a senso unico e magari sostituirlo con una critica a tutti i paesi che commettono soprusi o violenze?

Paolo Attivissimo ha detto...

se la C.I.A. assoldò Talebani per formarli militarmente ecc. poco mi cambia: resta la sostanza

E qual è la sostanza?

Paolo Attivissimo ha detto...

sapete se ci sono gruppi di Facebook istituiti appositamente per dar contro a Paolo?

Certamente. Mi ci sono persino iscritto.

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

"Non è noncuranza, semplicemente se la C.I.A. assoldò Talebani per formarli militarmente ecc. poco mi cambia: resta la sostanza"

Momento, ragionando così si potrebbe arrivare a dire che se un militare dà di matto e compie una strage di civili inermi, è colpa dell'esercito che l'ha formato...

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

"Certamente. Mi ci sono persino iscritto."

Incredibile. E come si chiama, "stacchiamo la coda alle lucertole"!? o_O

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

Vado, spero che la discussione si protragga e non degeneri.

Ci si legge e ci si scrive domani, buona serata a tutti ;)

Strictly Sound Lakes Posse Est.2002 ha detto...

Momento, ragionando così si potrebbe arrivare a dire che se un militare dà di matto e compie una strage di civili inermi, è colpa dell'esercito che l'ha formato...

ESATTO . Il colpevole è prima chi produce l'arma, poi chi te la mette in mano con licenza d'uccidere, poi di chi spara. Tre elementi, TUTTI colpevoli

lufo88 ha detto...

Qualche novità sul forum di luogocomune. Dopo che avevo fatto presente che chi diceva che il sensore non c'era è stata pubblicata una risposta dove dicono che l'aeroplano in questione è stato aggiornato pochi mesi prima dell'attentato.

è solo per pignoleria (comunque il dato risulta assurdo), ma sinceramente non saprei cosa rispondere.

ciao

Vittorio ha detto...

Rispondigli che ti mostrino il foglio lavori...
Ma non basta appunto che per 40 ore di fila la porta non fu aperta?

Stupidocane ha detto...

@ Strictly

I tuoi ragionamenti possono essere condivisibili o meno, di sicuro non fanno una grinza per il tuo metro di misura.

Comunque sia, non è questo il blog adatto per parlarne, tutto qua.
Si entrerebbe nel campo della politica estera e dell'economia e non mi sembra che qui si sia mai parlato di questo.
Qui ognuno ha le sue idee socio-politiche e da quando frequento il blog (non molto in verità) non ho mai letto un post su questi argomenti. Non so nemmeno se sia un blog politically oriented ed anche se lo fosse non mi interessa. Non è quello di cui si discute.

Questo per dirti che il lavoro di Attivissimo è teso a sbugiardare i ciarlatani da quattro soldi che si riempiono la bocca di falsità, non gridare a gran voce condanne a destra ed a manca a questo o quel presidente.

La condanna non è contemplata per un semplice motivo: il dato di fatto cancella le bugie. Chi si ostina a mentire è solo un illuso che non raggiungerà mai la verità tanto anelata. Diventerà anzi talmente diffidente da non riuscire più a riconoscerla.

Questo è quello che ho trovato qua. Un gruppo di persone che si confrontano a viso aperto, portando ragioni, logica, raziocinio in un mondo che lentamente sta perdendo queste caratteristiche.

Strictly Sound Lakes Posse Est.2002 ha detto...

@ Stupidocane
Grazie per la comprensione e per la delucidazione....Forse sono effettivamente andato off-topic. Terrò conto dei consigli nelle discussioni future,
un saluto

brain_use ha detto...

dicono che l'aeroplano in questione è stato aggiornato pochi mesi prima dell'attentato.

Probabilmente è esatto.
Da questo documento della Boeing risulta che la flotta dei 757 avrebbe dovuto essere aggiornata alle nuove normative FAA entro agosto del 2001.

Quello che però sul "solitoposto" NON ti hanno detto è che le nuove normative in questione NON richiedevano il controllo del "FLT DECK DOOR".

Del resto, la documentazione NTSB parla chiaro: quel parametro è classificato tra i "not working or unconfirmed".

E lo dimostrano le 42 ore di registrazione.
Sempre a door "CLOSED"... ;)

Giuliano47 ha detto...

@Vittorio
Il file completo dei dati della scatola nera e' di cira 5 MB; quello indicato su luogocomune, che si puo` tirare giu' da Megaupload, e`di 200 KB e va dalle ore 12:19:05 alle ore 13:37:49 dello stesso giorno.

Domenico ha detto...

segnalo questa notizia bufala:

http://www.repubblica.it/2009/08/sezioni/tecnologia/google-world-1/articoli-non-gratis/articoli-non-gratis.html

http://www.corriere.it/scienze_e_tecnologie/09_dicembre_01/google_news_pagamento_notizie_28c44828-dec5-11de-b977-00144f02aabc.shtml

Replicante Cattivo ha detto...

@ Strictly
Il problema non è giustificare o meno l'intervento militare degli USA. Fidati che su questo blog sono ben pochi quelli che condividono la politica estera degli USA, specialmente quella di Bush.
Ma quello di cui si parla qui sopra, non centra nulla con questa cosa.

E' evidente che gli Usa abbiano approfittato dell' 11/9 per giustificare la loro politica aggressiva, ma questo fatto non prova assolutamente che sia stato un auto-attentato. Basterebbe pensare al fatto che quando hanno voluto attaccare l'Iraq, l'hanno fatto fregandosene di tutto e di tutti, senza nemmeno provare a modificare le foto satellitari (piazzando qualche bel deposito di armi).
Se gli Usa volevano un pretesto per attaccare l'Afghanisthan, l'avrebbero attaccato senza dover organizzare tutto questo complotto così elaborato. Sarebbe bastato un "classico" attentato dinamitardo, con successiva rivendicazione, anzichè realizzare quello che è diventato l'evento più filmato al mondo, sotto gli occhi di milioni di persone, con annessi tutti i rischi di farsi scoprire.
Davvero pensate che gli USA abbiano ordito questo grande complotto, organizzato nei minimi dettagli, per poi tentare di spacciare un missile per un aereo o dimenticandosi dei dati (come quello della porta) che sarebbero stati analizzati da centinaia di esperti?

Ok, possiamo discutere quanto vogliamo di quello che è successo DOPO l'11/9, ma di fatto non si può distorcere la realtà di un evento storico solo perchè il protagonista di questo evento è "malvagio".

Sarebbe come dire che il terremoto in Abruzzo è stato voluto da Berlusconi perchè lui, grazie a quell'evento, ha potuto farsi bello, organizzando visite, coordinando i lavori e consegnando le case a chi l'aveva perduta.
E' innegabile che lui abbia sfruttato a suo favore questa disgrazia, ma questo non può essere assolutamente essere considerato una prova che il terremoto l'abbia provocato lui.
Anche se le teorie di complotto sono sorte pure su quello...

lufo88 ha detto...

Grazie per il consiglio! :-) Sinceramente nona vevo proprio pensato di chiedere se avessero integrato anche quel sensore! ;-)

Camicius ha detto...

@replicante
mi sembra un'ottima analogia...

brain_use ha detto...

nona vevo proprio pensato di chiedere se avessero integrato anche quel sensore! ;-)

eheh... quando si tratta di cospirazionisti, bisogna sempre chiedersi cosa non dicono, più che ascoltare cosa dicono. ;-)

Paolo Attivissimo ha detto...

dicono che l'aeroplano in questione è stato aggiornato pochi mesi prima dell'attentato.

Dicono, o documentano?

Thomas Morton ha detto...

Per l'esattezza, su Luogocomune dicono che era stata aggiornata la scatola nera. Non mi pare ci sia bisogno di commentare.

Santana ha detto...

Beh, insomma, definire "stupidi complottisti" dei piloti civili e militari con migliaia di ore di volo ciascuno alle spalle mi sembra un tantino esagerato; sarebbe stato meglio scrivere un messaggio sul loro forum per chiedere delucidazioni sul FLT DECK DOOR.

A parte questo, è veramente ridicolo pensare che al Pentagono possano essere così stupidi da rilasciare al pubblico una scatola nera che contiene le prove di un complotto.

Pax ha detto...

@Strictly

E' comprensibile il tuo punto di vista ma attenzione solo a generalizzare quando dici che la colpevolezza e' di chi produce l'arma. Ricordo che a questo punto dovrebbero essere colpevoli i produttori di coltelli a causa di tutti gli omicidi perpretrati con quelle armi. O i produttori di corde e cinghie per chi decide di impiccare qualcuno, o chi usa mazze da golf o da baseball perche' esistono "branchi" che le usano per pestare gente comune e inerme e via dicendo.

Posso comunque capire il tuo astio nei confronti del governo degli Stati Uniti, perche' tu ti riferivi al governo vero?

Gli Stati Uniti d'America NON sono solo il governo americano. Sono persone, famiglie, paesaggi, coscienza comune, cibo (anche se la cucina italiana e' la migliore), storia, leggende di popoli dimenticati.

Era solo per ricordare che e' un passo brevissimo iniziare ad odiare una istituzione e per "simpatia" (nell'accezione fisica del termine) identificare la popolazione con quella istituzione ed odiare le persone. La mia e' solo una riflessione

Paolo Attivissimo ha detto...

definire "stupidi complottisti" dei piloti civili e militari con migliaia di ore di volo ciascuno alle spalle mi sembra un tantino esagerato

No, è quello che si dimostrano di essere: stupidi, perché non pensano alle spiegazioni alternative per i dati che hanno in mano e non leggono la documentazione NTSBche dice che il parametro FLT DECK DOOR è non validato; complottisti perché sono talmente innamorati della loro tesi paranoica che ogni dato è per loro spiegabile soltanto nell'ambito di quella tesi.

Ah, e stupidi anche perché la loro tesi precedente a questa ipotizzava che il Boeing 757 avesse sorvolato rasoterra il Pentagono senza colpirlo e se la fosse svignata senza che nessuno se ne accorgesse intanto che un ordigno esplodeva nell'edificio.


sarebbe stato meglio scrivere un messaggio sul loro forum per chiedere delucidazioni sul FLT DECK DOOR.

Provaci tu. Noi ci abbiamo già provato, chiedendo educatamente, in occasione delle passate tesi, e hanno rigurgitato soltanto insulti. Provaci tu e dicci cosa ti rispondono.

MOnSTEr ha detto...

@Replicante Cattivo: il tuo ragionamento non fa una grinza, in effetti per l'Iraq hanno taroccato qualche dossier e poi hanno fatto quel che volevano... però, forse se non fosse successo quel che è successo non l'avrebbero potuto fare così impunemente, IMHO.

Premesso che è un'ipotesi che fa orrore anche a me, quella dell'attentato "assistito" (senza tutte le menate pseudoscientifiche dei soliti noti) è una teoria che potrebbe reggere; l'unica "prova" a sostegno, però (finora e probabilmente per sempre), è la percezione che la catena di "buchi nella difesa" che hanno consentito l'attentato sia veramente lunga, e i "vantaggi" per chi ha gestito il potere enormi.

Ribadisco, si tratta di "percezione" personale, a cui qualcuno piega i fatti per speculare o per psicosi proprie... qualcun altro si limita a continuare a sentire puzza di marcio ogni qual volta si sventolano bandiere.

MOnSTEr ha detto...

@Pax: beh, una qualche differenza tra un coltello da cucina e un kalashnikov io la vedo... non ci nascondiamo dietro un dito, per favore!

Per il resto, concordo.

Paolo Attivissimo ha detto...

la percezione che la catena di "buchi nella difesa" che hanno consentito l'attentato sia veramente lunga

E' una percezione diffusa ma sbagliata. Se studi la documentazione, scopri che contro il dirottamento di aerei di linea interni, pieni di civili americani, da usare come missili, non c'era alcuna difesa.

E scopri che il tempo massimo che ebbe la difesa aerea per reagire, da quando fu notificata di un singolo dirottamento a quando quell'aereo si schiantò, fu nove minuti.

Scopri che i piloti dei caccia erano disperati, decollarono senza munizioni e pronti alla collisione se necessario. Ma semplicemente non sapevano dov'erano gli aerei da colpire, perché i dirottatori avevano spento i transponder, rendendosi sostanzialmente invisibili.

Percezioni, appunto. La realtà è un'altra cosa.

Ed è una realtà che probabilmente a molti fa paura, perché ancora oggi è così. Quanto tempo ci mise la difesa aerea greca a trovare l'aereo della Helios sul quale erano tutti svenuti? Potrei andare avanti a lungo con gli esempi di intercettazioni fallite o che hanno richiesto decine di minuti.

MOnSTEr ha detto...

Butto lì un pensiero che mi ronza nella testa da quel giorno lì... e se nella loro mente bacata gli organizzatori dell'attentato non avessero previsto di provocare dei danni di quella portata?

In altre parole: potrebbe Bin Laden nella sua "infinita misericordia" aver organizzato un attentato per fare poche centinaia di vittime, e qualche milione di danni alle torri, e niente più? Una riedizione insomma delle bombe di qualche anno prima? Si potrebbe spiegare in questo modo perché l'attacco ci fu quando le torri erano semivuote, e l'apparente sconcerto della prima ora degli stessi mandanti. Chissà, forse anche per loro come adesso per i complottisti era inconcepibile che le torri sarebbero venute giù con "solo" due incidenti aerei.

Che ne pensate?

Pax ha detto...

(Tono molto pacato... Rarissimamente mi arrabbio)

@Monster,
non mi nascondo dietro ad un dito, sto solo facendo ragionare. Ovvio che un AK-47 o un kalashnikov sono cose diverse. Il governo americano cosi' come il governo italiano (Ustica per esempio? Teste di cuoio?), francese, inglese (MI5 e MI6?) ecc. sono colpevoli di insabbiamenti e spargimenti di notizie false o tendenziose cosi' come ci sono ovviamente interessi economici nelle politiche estere e nel warfare che conducono.

Sto solo dicendo che non si puo' biasimare il governo degli stati uniti su questa base. Loro li hanno addestrati e quindi e' colpa del governo degli stati uniti se i talebani hanno usato questa conoscenza contro l'America.

Guarda io vivevo a Chieri (TO) in Italia. C'e' stata una strage pochi anni fa. Piccola cittadina padana fuori da ogni ribalta nazionale. Siamo stati assediati da giornalisti in quel caso. Un uomo (squilibrato) ha usato le sue conoscenze in campo militare per assassinare la sua ex-moglie, la famiglia di lei e dei vicini "colpevoli" di essere usciti di casa perche' avevano sentito degli spari. E' colpa dello stato italiano?

Grazie per aver condiviso il resto del mio intervento.

Peace.

P.S.

Ho scritto all'inizio tono molto pacato perche' via post e' difficile, anche con la migliore scelta di parole, dare il tono di una conversazione. Spero che comprenderai.

Peace

Pax ha detto...

@monster

Veramente lo avevo pensato anche io...
Magari gli e' "sfuggita la mano" e non pensavano che le torri potessero cadere dopo degli schianti del genere.

Magari volevano solo menare per il naso il governo americano facendogli vedere che se uno vuole puo' farlo alla faccia di tutti i film di Hollywood (Bollywood) che dipingono l'America inattacabile.

Un danno all'immagine diciamo

MOnSTEr ha detto...

@Paolo:

"contro il dirottamento di aerei di linea interni, pieni di civili americani, da usare come missili, non c'era alcuna difesa. [...] il tempo massimo che ebbe la difesa aerea per reagire, [...] fu nove minuti. [...] i piloti dei caccia erano disperati, decollarono senza munizioni e pronti alla collisione se necessario. Ma semplicemente non sapevano dov'erano gli aerei da colpire[...]."

E chiamala percezione! Non sarei mai riuscito a trovare una catena di buchi nella difesa più lunga di quella che hai descritto tu qui sopra! :-D

Seriamente: che poi sia una situazione oggettivamente impossibile da gestire, a meno di non mettere un G-man sulla spalla di ogni cittadino (ma diciamolo piano...), sono pienamente d'accordo con te. Per questo ho parlato di percezione. E se anche mettessero in sicurezza gli aerei, partirebbero con le navi, i treni... purtroppo siamo in una società dove basta un solo criminale sufficientemente determinato per creare danni incalcolabili.

Forse, alla fine, è questa la percezione più triste: che viviamo in un mondo dove è plausibile che un governo organizzi o "assista" un attentato contro il proprio Paese; e dove un manipolo di psicopatici può ammazzare in un colpo solo migliaia di persone.

Paolo Attivissimo ha detto...

potrebbe Bin Laden nella sua "infinita misericordia" aver organizzato un attentato per fare poche centinaia di vittime, e qualche milione di danni alle torri, e niente più?

Dipende. Il video di Kandahar, non destinato alla circolazione pubblica ma diffuso dalle autorità statunitensi il 13/12/2001 mostra Osama bin Laden che parla ad alcuni sostenitori e dice che era stato "calcolato in anticipo il numero di vittime del nemico in base alla posizione della torre", ed era stato "calcolato di colpire tre o quattro piani" e che lui pensava che l'incendio del carburante avrebbe fuso la struttura dell'edificio facendo crollare la zona colpita e "soltanto (sic) tutti i piani al di sopra dell'impatto".

Non so se trenta piani pieni di gente rientrano nella definizione di attentato misericordioso.

Paolo Attivissimo ha detto...

Non sarei mai riuscito a trovare una catena di buchi nella difesa più lunga di quella che hai descritto tu qui sopra! :-D

Capisco il senso di quello che dici, ma per maggiore chiarezza vorrei sottolineare la distinzione fra buchi strutturali (inevitabili, in un paese dove regna il diritto alla libera circolazione) e buchi intenzionali (prodotti artificiosamente).

Pax ha detto...

@Monster e @Paolo

Che il Fratello Maggiore non sia cosi' Maggiore?
:-D

Paolo Attivissimo ha detto...

Che il Fratello Maggiore non sia cosi' Maggiore?

Eh?

Pax ha detto...

@Paolo ma @ tutti in generale

Lettura consigliata

The Defence of the Realm: The Authorized History of MI5

MOnSTEr ha detto...

@Pax: (non hai motivo di arrabbiarti, davvero! :-D )

Tu dicesti: "attenzione solo a generalizzare quando dici che la colpevolezza e' di chi produce l'arma. Ricordo che a questo punto dovrebbero essere colpevoli i produttori di coltelli a causa di tutti gli omicidi perpretrati con quelle armi" in riferimento ai taliban addestrati dagli USA.

La mia obiezione al concetto è che qui non stiamo parlando di coltelli da cucina, ma di kalashnikov: cose che non hanno altro scopo (a differenza dei coltelli) che quello di uccidere persone. E chi produce armi omicide è colpevole come l'omicida. IMHO. E forse di più, visto che dà agli omicidi un potere maggiore rispetto a quello che avrebbero con le sole proprie forze. IMHO. (Sembro un asino che raglia... IMHO IMHO! :o) )

Addestrando questi criminali sapendo perfettamente che si trattasse di criminali, gli USA (intendi: il governo USA) si sono comportati da criminali. Non è generalizzare, è un fatto. Che poi gli USA non siano né i primi né gli ultimi né i più cinici nel fare questo tipo di "politica estera", è triste acqua calda.

Dato che l'argomento del coltello da cucina è quello più abusato dagli armaioli fino ai trafficanti, sono rimasto un po' interdetto di trovarlo in un post che per il resto, come ho già detto, condivido in pieno.

Peace anche a te (e pure un po' di love, via! :-D )

Pax ha detto...

@monster

We are cool then.

Probabilmente ho solo usato una illustrazione non completamente calzante (mmamma mia ci ho messo 4 minuti per scrivere questa frase... non mi ricordo piu' l'italiano!!!)

Pax ha detto...

@monster

In piu' stamattina e' un disastro. Ho dormito solo 3 ore a causa di fortissima emicrania ieri notte e oggi al lavoro e' una tragedia. Non riesco a connettere perfettamente

Replicante Cattivo ha detto...

@ Monster
in effetti per l'Iraq hanno taroccato qualche dossier e poi hanno fatto quel che volevano... però, forse se non fosse successo quel che è successo non l'avrebbero potuto fare così impunemente, IMHO.

Torniamo al discorso iniziale. Nessuno nega che l'11/9 sia stato un ottimo "pretesto" per giustificare una politica aggressiva degli USA. Ma questa non può essere una prova del loro coinvolgimento dell'attentato.

quella dell'attentato "assistito" (...) è una teoria che potrebbe reggere

Ma nessuno nega che sono cose che potrebbero anche capitare. Però la storia ci insegna che anche la semplice diffusione di foto false, oppure false "ricostruzioni" di alcuni fatti di cronaca, vengono subito beccate! Pensa solo al Watergate. Oppure al fatto che Clinton non è riuscito a nascondere una scappatella con una stagista.

Ribadisco, si tratta di "percezione" personale, a cui qualcuno piega i fatti per speculare o per psicosi proprie... qualcun altro si limita a continuare a sentire puzza di marcio ogni qual volta si sventolano bandiere.

Come ha detto Paolo, è qualcosa di normale. E' un po' come quando muore un cantante o un attore famoso e iniziano a circolare voci sul fatto che in realtà sia una morte finta. Il fatto è che ancora oggi, ripensando all 11/9, ci torna in mente la paura e lo sgomento che abbiamo vissuto in quelle ore.

Dopodichè siamo uomini, siamo intelligenti (così dicono) e anzichè farci giudicare dalle nostre impressioni, ci informiamo e ci documentiamo...a meno di non voler tornare ai metodi precedenti a Galileo.

e se nella loro mente bacata gli organizzatori dell'attentato non avessero previsto di provocare dei danni di quella portata?

Non vorrei dire una cretinata, ma mi pare che lo stesso Bin Laden disse di non aspettarsi che le torri crollassero. In effetti solo l'immagine delle torri in fiamme, deturpate per sempre, era già molto terrificante.
E in effetti questa cosa riporta ad un altra cretinata dei complottisti: perchè minare le torri (con tutti i rischi di farsi scoprire) quando già solo far schiantare gli aerei sarebbe bastato a far spaventare tutto il mondo?
Pensa al Pentagono: non c'è stata la strage che c'è stata al WTC, eppure anche quello è stato uno smacco terribile verso gli USA.

Immagina che tu voglia fare un attentato dimostrativo in una metropolitana: preferisci tirare una "semplice" granata che possa fare un po' di morti e tanto macello..oppure collocare cariche esplosive un po' dappertutto per avere la certezza di fare molti più morti nonchè distruzione totale? Io direi che nel primo caso avresti ottenuto lo stesso il tuo scopo, ma con molti meno rischi.

Pax ha detto...

@Paolo

Big Brother (Fratello Maggiore)

Mi stupisci. :-D

brain_use ha detto...

taliban addestrati dagli USA

Solo una precisazione, perché si va già un po' troppo OT.
Gli USA collaborarono con i Mujahiddin, ai tempi dell'invasione sovietica dell'Afghanistan.
Che non è un sinonimo di Taliban. Per nulla.

Quoto invece appieno la tua affermazione:
dove un manipolo di psicopatici può ammazzare in un colpo solo migliaia di persone.
Oggi, sarebbe un po' più difficile, ma se ci pensi bene, per nulla impossibile se hai a disposizione l'arma suprema: la disponibilità ad ucciderti, pur di raggiungere lo scopo.

MOnSTEr ha detto...

@Paolo: speravo che fosse chiaro il senso delle virgolette intorno alla "infinita misericordia"... nel dubbio lo spiego: nella mente bacata di questa gente, magari (penso io) scappa anche il calcolo autoassolutorio del conteggio di vittime accettabili o meno rispetto al fine. Tipo i "qualche centinaio di morti sul fronte francese per sedere al tavolo delle trattative" di mussoliniana memoria. Così, per questi cerebrolesi due o trecento morti potrebbero essere un prezzo accettabile per il conseguimento dei loro scopi, e 5000 no. Magari nella loro testolina marcia hanno pensato "se faccio gli attentati di mattina presto muore meno gente e ottengo lo stesso risultato" e si sono detti "bravo, tu sì che sei compassionevole, non quei bastardi USA!" e l'informazione sul video che hai citato (che non conoscevo) confermerebbe questa teoria. In fin dei conti, se l'avessero fatto a mezzogiorno avrebbero fatto decine di migliaia di vittime in più, senza particolari difficoltà aggiuntive, e dubito che questo calcolo non se lo siano fatto.

Magari quello squinternato riesce persino a spacciarsi per "pietoso" agli occhi dei suoi stessi seguaci... ché magari persino loro hanno più remore ad ammazzare 5000 cristiani che non 500 (come se uno solo non fossero già troppi!).

(perdona se spargo insulti qua e là, ma non credo che siano mai troppi per questa gente)

brain_use ha detto...

taliban addestrati dagli USA

Solo una precisazione, perché si va già un po' troppo OT.
Gli USA collaborarono con i Mujahiddin, ai tempi dell'invasione sovietica dell'Afghanistan.
Che non è un sinonimo di Taliban. Per nulla.

Quoto invece appieno la tua affermazione:
dove un manipolo di psicopatici può ammazzare in un colpo solo migliaia di persone.
Oggi, sarebbe un po' più difficile, ma se ci pensi bene, per nulla impossibile se hai a disposizione l'arma suprema: la disponibilità ad ucciderti, pur di raggiungere lo scopo.

Replicante Cattivo ha detto...

@ Pax
Sei di Chieri? Stiamo molto vicini allora; anche io sono della provincia di Torino. Non ti dico il paese per motivi di privacy, ma comunque sto a meno di 30 km da casa tua :)

Scusate tutti fine OT

Paolo Attivissimo ha detto...

Big Brother (Fratello Maggiore)

Uhm, no, la traduzione orwelliana è Grande Fratello, non Fratello Maggiore. Per questo non ti capivo.

Paolo Attivissimo ha detto...

speravo che fosse chiaro il senso delle virgolette intorno alla "infinita misericordia"

Sì, era chiarissimo: non voglio fare polemica, ho voluto semplicemente fornire qualche dato su cui ragionare.


nella mente bacata di questa gente, magari (penso io) scappa anche il calcolo autoassolutorio del conteggio di vittime accettabili o meno rispetto al fine

Certamente. Prima dell'11/9 OBL chiese pareri religiosi sulla liceità di uccidere civili inermi, e quindi è plausibile che abbia fatto un conto di quanti morti poteva fare prima di essere visto come un assassino senza pietà anche dai suoi correligionari.


se l'avessero fatto a mezzogiorno avrebbero fatto decine di migliaia di vittime in più

Questo è uno dei punti irrisolti dell'11/9, secondo me. Magari verrà chiarito al processo, ma Perché si possono fare soltanto congetture, tratte dalle FAQ di Undicisettembre:

-- E' possibile che più tardi nella mattinata non ci fosse la necessaria concentrazione di voli transcontinentali (scelti dai terroristi per poter disporre di aerei pieni di carburante).

-- Un attentato effettuato più tardi sarebbe finito nei telegiornali arabi della notte invece che nel tardo pomeriggio, quindi con un impatto mediatico meno drammatico (alle 10.03 EDT, ora dell'ultimo schianto, a Riyadh erano le 18.03).

-- E' possibile che agli organizzatori facesse poca differenza fare tremila vittime o trentamila: l'importante era il simbolo, ferire gli Stati Uniti sul loro territorio (fatto già senza precedenti) e farlo in modo visibile attraverso la distruzione memorabile di edifici-icona, più che attraverso la strage.

Strictly Sound Lakes Posse Est.2002 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Strictly Sound Lakes Posse Est.2002 ha detto...

@ pax:
Ciao...allora forlues in poi quindi se hai capito male....io la sottocultura americana la adoro e la conosco dalla musica delta blues in poi quindi forse mi sono espresso male. Fai un errore nella tua disanima: Coltelli, mazze ecc sono prodotte x altri motivi, poi possono essere mal "interpretate". Mentre la produzione di armi da guerra e non ha come solo ed unico scopo l'offesa , la violenza e l'eventuale morte. Prodotti per (e solo) uccidere. . .Non credi ci sia una differenza?? Scusa ma mi sentivo in obbligo di sottolinearlo

Strictly Sound Lakes Posse Est.2002 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Paolo Attivissimo ha detto...

Mentre la produzione di armi da guerra e non ha come solo ed unico scopo l'offesa , la violenza e l'eventuale morte.

Certo, infatti avremmo dovuto accogliere le divisioni blindate di Hitler a braccia aperte, mettendo fiori nei loro cannoni e scusandoci se i nostri bambini sporcavano i loro cingoli quando venivano schiacciati. Difendersi con le armi contro un invasore, che cosa barbara.

E con questo dichiaro il thread Godwinnato.

Replicante Cattivo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Pax ha detto...

@Paolo

Lo so e' un refuso che e' diventato di uso comune.
:-D

Volevo giocarci sopra. :-D

Semantica, how much I love you!

@Stricly

Questione ampiamente chiarita nello scambio avuto con Monster riguardo alla mia infelice illustrazione.

Non volevo insinuare (si usa dire?) che tu non amassi la cultura americana in genere. Volevo solo dire che se non si sta attenti ci si puo' scivolare in questo modo di pensare.

Purtoppo conosco alcune persone, first hand, che ragionano cosi'.

P.S.
Per quanto riguarda la cultura musicale americana, la amo molto anche perche' sono un musicista (professionista mancato per situazioni nella vita) e mi piacciono tutte le ramificazioni della musica afro-americana dagli spirituals, al delta-blues, chicago blues, e via dicendo passando dal dixie, rag-time al beebop, free-jazz fino alle avant-garde come John Cage e in un certo senso anche un certo Frank Zappa.

Piu' musicisti (chitarristi per lo piu') come Satriani, Vai, Kotzen, Becker, MacAlpine (Shredders lo so) e via via via via dicendo...

Replicante Cattivo ha detto...

Ok, dopo aver scritto il commento, blogger me l'ha divorato.
Comunque stavo per dire le stesse cose che ha detto Paolo (ovviamente con meno chiarezza) riguardo la scelta dell'orario dell'attentato.

-era l'orario che permetteva una maggior coordinazione tra gli aerei richiesti per gli attentati

- Ha permesso all'Europa -e non solo- di vivere in diretta questo avvenimento. Fosse successo nel pomeriggio, da noi sarebbe stata notte e avremmo saputo la notizia solo il giorno dopo.

E' possibile che agli organizzatori facesse poca differenza fare tremila vittime o trentamila: l'importante era il simbolo, ferire gli Stati Uniti sul loro territorio (fatto già senza precedenti) e farlo in modo visibile attraverso la distruzione memorabile di edifici-icona, più che attraverso la strage.

Appunto: che bisogno c'è -secondo i complottisti- di minare le torri quando solo l'immagine delle torri in fiamme è stato decisamente traumatizzante per tutti?
Il Pentagono non è stato colpito per provocare una strage, ma per ferire "nell'orgoglio" la difesa USA.

Invece mi sono sempre chiesto: la scelta del giorno 11/9 ha avuto qualche motivazione logistica? O simbolica?
Io ho sempre pensato che abbiano scelto quel giorno per via dell'analogia col numero d'emergenza 911 (che pure i bambini conoscono) in modo che ora, anzichè sicurezza, quelle cifre rappresentino il terrore.
Ma poi ho anche pensato -magari stupidamente- che abbiano scelto il giorno 11 perchè tale numero, visivamente, ricorda le due torri, mentre il mese di settembre sia stato scelto poichè è, convenzionalmente, il mese in cui si ritorna alla vita normale dopo la pausa estiva (e quindi il momento migliore in cui colpirli, come a simboleggiare un nuovo "inizio"). Boh...

MOnSTEr ha detto...

@Replicante, Paolo, Pax e tutti gli altri:

Sempre per farmi capire meglio: la mia prima reazione all'attentato (ma oso pensare che fu la stessa di chiunque altro) fu di sgomento totale, sia per il fatto in sé, sia perché materializzava tutte le paure nate con l'elezione di Bush e già assaggiate con il G8 di Genova. Quella dell'autoattentato, pertanto, non era solo un ipotesi plausibile, era praticamente un dato di fatto, una conclusione logica come "se ti bagni, vuol dire che piove", viste anche le tristi conferme date dagli USA in seguito. Poi, subito dopo, complice la scarsa informazione sui fatti fatta dai media (il buco, com'era? Il quarto aereo è precipitato, abbattuto o cosa?), venne la "conferma" del complotto con i primi video "verità".

Per fortuna, nello stesso periodo leggevo anche altro (Apogeo, per esempio) e quindi ebbi modo di sentire altre campane, molto più sensate e coerenti. E, sebbene non saprei spiegare a nessuno la differenza tra un flap e una cornamusa, mi sono anche fatto una cultura. E non ringrazierò mai Paolo e gli altri abbastanza per questo.

Quello che stava venendo fuori nei miei post precedenti, (quasi) del tutto inconsapevolmente, era una specie di "gioco": esiste una possibilità plausibile (cioè non palesemente farlocca come quelle di LC) che ci sia stata una complicità del governo Bush, se non addirittura l'ideazione stessa, negli attentati? Se esiste, è stata indagata? Sarebbe possibile dimostrarla?

Per parte mia non lo credo, quanto meno spero in una natura umana meno abietta... ma nello stesso tempo, ahimé, non riesco a non crederlo fino in fondo...

Pax ha detto...

@monster

Uno puo' ipotizzare per amor di ragionamento.
Che sia una linea veramente perseguita e indagata a fondo non so. Non sono cosi' ben informato su questo, ma magari Paolo durante le sue ricerche vi si e' imbattuto e sa se questa linea e' stata seguita fino in fondo.

Strictly Sound Lakes Posse Est.2002 ha detto...

@ Pax
Grandissimo! io sono fanatico di rage music in generale , quello che hai elencato , più zona caraibi (reggae-rub a dub-calypso-mento-rocksteady-soca-ska ecc..) Ma anche soul motown, stax ecc....insomma tutta la black music

@Paolo
scusa ora critichi anche l'antibelligeranza???
Ascolta vengo da una familia di Partigiani quindi caschi male...Non si parlava di difesa (dall'oppressore) ma di Offesa (statunitense , PERENNE da un secolo)
Dai, non fare il sofista :)

MOnSTEr ha detto...

Vabbè, la scelta della data è facile... avete mai provato a scrivere 11/9 in Word usando il font "Wingdings"? :-D

E con questa dimostrazione che ho studiato, buonanotte a tutti! :-D

Strictly Sound Lakes Posse Est.2002 ha detto...

@ Paolo
Nel senso, Se l'industria del Reich non avesse costruito panzershrek e roba varia, e ci avessero invaso a mani nude, i nostri Partigiani non avrebbero cercato fucili in loro difesa....
AZIONE/REAZIONE
L'arma nasce SEMPRE per offendere, non mi sembra smentibile

Pax ha detto...

@Strettamente

Se ti piace lo ska conoscerai di certo l'italianissiom Giuliano Palma.

Mi piace anche la musica caraibica e il genere motown. Ci sono delle belle linee di basso elettrico nei dischi motown.

Pax ha detto...

@Monster

Notte...

Replicante Cattivo ha detto...

@ Monster
Vabbè, la scelta della data è facile... avete mai provato a scrivere 11/9 in Word usando il font "Wingdings"? :-D

Guarda...ti va bene che hai fatto capire di non essere un complottista, ma piuttosto uno scettico (e quindi propenso al ragionamento). Altrimenti una frase come quella ti sarebbe costata il linciaggio :D
No perchè comunque c'è molta gente che la prende sul serio -.-'

Pax ha detto...

@Replicante

(Tono sorpreso)

Perche' non e' vero?

(Fine tono sorpreso)

:-D

Pax ha detto...

@Replicante

Scherzo, mi raccomando.

Paolo Attivissimo ha detto...

esiste una possibilità plausibile

Che io sappia, assolutamente no. Non c'è nulla di concreto che punti in quella direzione, e ci sono molti elementi che puntano in direzione contraria.

Per un'accusa del genere servirebbero prove, e prove forti, e per ora nessuno è riuscito a fornirne.

Paolo Attivissimo ha detto...

scusa ora critichi anche l'antibelligeranza???

Certamente no. Ma tu hai detto una cosa ben diversa: "la produzione di armi da guerra e non ha come solo ed unico scopo l'offesa , la violenza e l'eventuale morte.". E io a quella ho risposto.

Strictly Sound Lakes Posse Est.2002 are: Fabio Ganjis Cann, Marco The Doc. & the Posse... ha detto...

@ Pax
Sisi Giuliano Palma lo ascoltavo quando cantava ancora nei Casino Royale (uno dei primi gruppi ska-rocksteady-mob in Italia....ora con i bluebeaters mi piace un pò meno....
Ah i grandissimi giri di basso Motown furono quasi tutti incisi dal grande pioniere e indimenticato bass-maestro James Jamerson dei Funk Brothers (morti tutti in povertà e senza diritti sui crediti delle loro canzoni...)
é bello condividere buona musica anche se è raro..Un saluto

Strictly Sound Lakes Posse Est.2002 are: Fabio Ganjis Cann, Marco The Doc. & the Posse... ha detto...

@ Paolo
Ok allora la Smith & Wesson produce pistole con il principio di pace, tolleranza, dialogo e difesa personale....

Mu ha detto...

@Paolo
a proposito dell'11 sett., so di giungere in ritardo, ma tempo fa mi fecero vedere un video che si non ricordo più come si chiamava, nel quale si teorizzava attraverso le immagini dell'11/9 che le stesse fossero tutte taroccate. Mi ricordo in particolare un aereo del quale esce per un attimo la punta dalla parte opposta del wtc e delle immagini nelle quali la prospettiva fosse sballata (mi pare che il ponte dietro si spostasse senza motivo).... non so se lo conosci; volevo sapere se c'è stato il debanking (se dice così?) del video e dove posso trovarlo per leggerlo/vederlo.
grazie

Per il resto sono d'accordo con strickly: lo scopo di un'arma è quello unico di eliminare (anche temporaneamente) un avversario, anche quando viene usata per legittima -ci mancherebbe- difesa lo scopo non cambia. Però nun se pò fà niente eh. Proprio il fatto che oggetti non destinati a quello scopo vengano usati per colpire (es mazza da baseball) mostra che la peggiore arma dell'uomo è l'uomo stesso. Forse si potrebbe smettere di far nascere bambini ^_^
E non è colpa degli usa la produzione di armi eh, dato che la nostra produzione di mine anti uomo (che neppure per difesa possono essere usate) era una delle più prestigiose al mondo

Paolo Attivissimo ha detto...

Ok allora la Smith & Wesson produce pistole con il principio di pace, tolleranza, dialogo e difesa personale....

No. Produce pistole. E' l'acquirente che ne decide l'uso.

L'acquirente può essere, per esempio, la polizia. E credo che tu non voglia che la polizia italiana vada disarmata per esempio contro i mafiosi, giusto?

Paolo Attivissimo ha detto...

un video che si non ricordo più come si chiamava, nel quale si teorizzava attraverso le immagini dell'11/9 che le stesse fossero tutte taroccate

Probabilmente era "September Clues".


volevo sapere se c'è stato il debanking (se dice così?)

debunking


del video e dove posso trovarlo per leggerlo/vederlo.

La tesi è talmente idiota e ridicola (e la gente per strada a New York allora cos'ha visto? Un ologramma? Un'allucinazione collettiva?) che persino molti complottisti la negano. Noi non ci siamo sporcati le mani con queste scemenze, ma c'è chi ha avuto il coraggio e la pazienza di farlo, per esempio qui in inglese.


lo scopo di un'arma è quello unico di eliminare (anche temporaneamente) un avversario, anche quando viene usata per legittima -ci mancherebbe- difesa lo scopo non cambia

Questo sì, ma non è quello che ha detto Strictly. E io farei una distinzione grande come una casa fra l'uso di un'arma per aggredire e l'uso della stessa arma per difendersi.

Una donna che accoltella un uomo che tenta di stuprarla è un po' diversa da un uomo che minaccia una donna con un coltello per stuprarla, eppure il coltello è lo stesso.

E non è colpa degli usa la produzione di armi eh, dato che la nostra produzione di mine anti uomo (che neppure per difesa possono essere usate) era una delle più prestigiose al mondo

Ooooooh! E diciamolo, finalmente. Prima di fare critiche a senso unico verso gli altri paesi, proviamo a guardarci in casa.

Giuliano47 ha detto...

@MOnSTEr

Cosa intendi per
"Una riedizione insomma delle bombe di qualche anno prima"?

Ti riferisci all'esplosivo fatto eslodere nei sotterranei di una delle due torri del WTC?
Si tratto` di 700 kg.; lessi che se li avessero piazzati in un punto piu' adatto, la torre sarebbe crollata.
Consultare sempre gli specialisti di ingeneria strutturale, come dice Paolo!

Bin Laden avrebbe potuto scegliere un giorno festivo.

Mu ha detto...

@paolo

grazie per il link... vado a dargli un'occhiata, che ho un pò di tempo libero senza nulla da fare.

per l'arma. Certo la distinzione c'è, ma non è nell'arma stessa (infatti come dici tu, il coltello rimane il coltello) ma nell'azione che descrivi. Una è di attacco e l'altra di difesa. Anche senza armi la prima è di nuovo condannabile e la seconda difendibile. L'arma aggrava la prima, mentre la seconda rimane sempre sacrosanta. Questo ad ogni buon modo non rende l'arma un elemento neutro. Si può usare solo per ferire.

Per le critiche agli usa, c'è una corrente di pensiero direi kohmeinista che vede gli usa come il male, ma io non ne faccio parte. Ho amici americani simpaticissimi. E considero il cinema americano meraviglioso (e la musica) (e le donne) (e la apple)

Mu ha detto...

e la pixar, come faremo senza?
e i beatles? ah, no, quelli erano di liverpool

Vittorio ha detto...

Io ho un fratello che per lavoro vive negli USA, si è sposato con una americana e ha avuto figli che nati negli USA hanno la doppia cittadinanza. Posso assicurare (per essere andato a trovarlo più volte) che gli americani presi singolarmente sanno essere un popolo meraviglioso e ospitale. Sono per noi europei diversi sotto altri aspetti, soprattutto per elementi quali il patriottismo (esempio: il fatto che tirino fuori la bandiera in ogni occasione). Anche tra di loro (ma d'altronde sono 250 milioni e più di abitanti!) trovi di tutto e di più, dai critici al governo centrale, a quelli che vorrebbero che le armi si usassero come nel "Vecchio West", ai razzisti stile Ku-Klux-Klan. Comunque rimane un grande paese, che secondo me ha un unico grande difetto: si credono talmente superiori agli altri popoli che sottovalutano tutte le altre culture diverse dalla loro, con la conseguenza di voler imporre a tutti la loro "way of life". Facendo così però si inimicano molte culture quali ad esempio quelle islamiche, con le conseguenze che vediamo oggigiorno e che otto anni fa hanno portato all'11/9

brain_use ha detto...

@Strictly ecc...
Offesa (statunitense , PERENNE da un secolo)

Non voglio proseguire sulla strada dell'OT e neanche ricorrere a una facile Reductio ad Hitlerum (benché Paolo/Godwin abbia spianato la strada in questo senso ;-) ) ma, con questo, abbiamo chiarito le posizioni.

La politica estera americana, esattamente come quella di ogni altro paese sulla terra (ed è questo che spesso sfugge al lettore disattento dei fatti della cronaca), non è certo volta alla distribuzione omaggio di rose fiorite. Ma da questo a definirla "Offesa perenne da un secolo" ce ne corre un bel po'.

Questo tipo di background mentale invece spiega efficacemente la tua disponibilità ad accogliere tesi farlocche purché volte a identificare il colevole nel nemico per eccellenza. Il tuo personale nemico per eccellenza.

Mu ha detto...

@vittorio

sì, infatti. Anche se io non lo chiamerei difetto il loro credersi superiore, quanto un loro limite. Che diventa difetto quando causa loro dei danni (e un pò glieli causa cmq perché nel confronti col diverso alla fine ci si arricchisce anche -e spesso sopratutto- quando non si cambia).

andreag ha detto...

Leggo solo ora tutti gli interventi della serata-nottata. Solo una precisazione per PAX. AK-47 è un Kalashnikov automatico.

Stupidocane ha detto...

In tema di pistole, l'arma d'ordinanza di molte polizie mondiali (USA compresi) è la Beretta 9mm Parabellum.

Perchè?

Perchè prendendo a caso da una cassa piena di pistole uguali una Beretta, una COlt, una S&W o qualsiasi altra marca, la Beretta è l'unica pistola che riesca a sparare 20.000 colpi a ripetizione con meno di un inceppamento.

Perchè dopo essere stata lasciata per qualche giorno immersa in uno stagno fangoso carica, la Parabellum è l'unica con la quale sia possible vuotare il caricatore senza che si inceppi.

La Smith&Wesson? La Colt? Le migliori pistole sono Italiane.

Così, tanto per dire...

stecap ha detto...

@ Mu, Vittorio, Strictly...

Magari mi sbaglio, ma a me pare che il teatrino del "Guardare in casa degli altri e trovarne i difetti mi fa sentire meglio quando penso alla cacca che sta in casa mia" Si stia ripetendo con una frequenza troppo alta in questi commenti.

Basare sulle proprie esperienze personali il comportamento di un intero popolo è, quanto meno, presuntuoso. Soprattutto se si tratta di quello americano dove c'è DAVVERO tutto e il contrario di tutto. Cosa dovremmo dire della nostra italia, dove praticamente nessuno sa parlare una seconda lingua in maniera decorosa (perfino l'inglese, che è di una semplicità spaventosa)? Cosa dovremmo dire (e parlo per esperienza personale) di quella metà abbondante del paese che vive sulle spalle dell'intervento pubblico e tollera (di nuovo, ci ho vissuto in mezzo fino all'adolescenza) la malavita organizzata? Cosa dovremmo dire di come il machismo imperante del maschio latino (mi ripeto, cose viste con i miei occhi tantissime volte) riduce l'omosessualità a qualcosa di cui vergognarsi? Nella stessa giornata in cui si beatificava Obama da Chicago (la santificazione è arrivata col Nobel) in California (roccaforte democratica) si aboliva il matrimonio gay! Sono andati là, ci sono stati e sono già tornati indietro quando noi ancora ci ammazziamo per decidere chi avrà il diritto di riempirsi la bocca di ca##ate per ottenere il posto di guida.

Una cosa però gli "AmeriKani" l'hanno capita prima di tutti gente, e insieme ad altri fattori ha permesso loro di essere LA potenza mondiale per parecchio tempo: lo "Stato" come lo intendiamo noi, ossia quello che ti pulisce il naso appena starnuti, è estremamente inefficiente.

Stupidocane ha detto...

@stecap

EH?

Vittorio ha detto...

Stecap, scusa: una sola cosa di cui sono certo. Negli USA chi parla una seconda lingua (e gli spagnoli sono una buona metà...) è guardato come se fosse un extraterrestre. Per loro sei TU che devi adeguarti alla loro lingua. Dove lavoro io (ospedale) c'è il "mediatore culturale" (leggi: traduttore) che serve a farsi capire tra pazienti e personale ospedaliero. Negli USA, anche per i turisti, o parli inglesi o ti arrangi. Gli stranieri, non esistono. Pensa che quando ero al Gran Canyon ho acquistato una videocassetta fatta per i videoregistratori europei (sistema PAL) la commessa mi ha detto (traduco): "Guardi che quella non le funzionerà...". Nota bene: si vedeva che ero un italiano, avevo addosso i pantaloncini corti della nazionale di canottaggio italiana con la scritta "Italia" ancora un pò sul sedere...

Vittorio ha detto...

E ancora stecap, scusa la prolissità.
Noi tutti credo siamo coscienti di quanto qui in Italia siamo quello che siamo, ma a me personalmente sembra (e non sono antiamericano) che loro siano in certe cose:
1. ignoranti per quanto riguarda tutto ciò che succede al di fuori dei loro confini
2. presuntuosi che la loro cultura sia quella superiore.
Tu dirai: sono due gravi lacune. E' vero, ma nello stesso tempo va ammirato il fatto che qualsiasi disgrazia capiti si rimboccano sempre le maniche e si rimettono a lavorare (e non stanno come nel Belice ancora nelle baracche a 41 anni dal terremoto...). Sono un popolo complesso, frutto di quella fusione di genti del nord e sud Europa con infiltrazioni (abbondanti) latine e africane, e come tale possiamo solo dire "diverso" da noi.

pico ha detto...

qui c'è il dossier + completo riguardante il pentagono
http://flight77.info/

Nodens ha detto...

"Ovvio che un AK-47 o un kalashnikov sono cose diverse"

Veramente sono la stessa cosa.

Nodens con la febbre

Nodens ha detto...

Pax ha commentato:

"Sto solo dicendo che non si puo' biasimare il governo degli stati uniti su questa base. Loro li hanno addestrati e quindi e' colpa del governo degli stati uniti se i talebani hanno usato questa conoscenza contro l'America."

Stai facendo confusione.
Gli americani hanno addestrato ed armato i Mujahideen.
I taliban sono venuti dopo, durante la guerra civile, e sono stati armati dal pakistan.
Con questo sistema dell'attentato alle torri gemelle sono responsabili tutti i paesi che hanno armato qualche fazione afghana per cui:
Russia
Gran Bretagna
Iran
Cina
Pakistan
Arabia Saudita
USA
.

Nodens ha detto...

Paolo Attivissimo ha commentato:


"E con questo dichiaro il thread Godwinnato."

Ma cosi hai anche dichiarato la tua sconfitta!?
Dopo l'autogoal questo è il primo autoGodwinn che vedo! :)

Nodens ha detto...

" Ma da questo a definirla "Offesa perenne da un secolo" ce ne corre un bel po'."

Ma poi perchè proprio da un secolo? Come arco di tempo non ha alcun senso, anche se immagino faccia cifra tonda.
La dichiarazione di Wilson sull'autodeterminazione dei popoli la vogliamo buttare nel cestino? In fondo ha solo vinto il Nobel per la pace.
Ed il new deal di Roosevelt? O siamo tutti certi che sapesse gia in anticipo di Pearl Harbour?
Bah

Andrea B. ha detto...

Inevitabilmente, quando si parla di 9/11 si scivola sempre su considerazioni circa la politica estera USA, la loro storia, la loro cultura ... segno, questo, che per molti è impossibile dare un giudizio su quei fatti attenendosi solo a questioni tecniche, leggi della fisica etc etc.
Come ho già avuto modo dire, qui non si discute se la CIA sapesse tutto ed abbia voltato le spalle ..."facciamoglielo fare, così abbiamo mano libera in medio oriente".
Qui si discute di procedure aeree, fattibilità tecniche, ingegneria strutturale, perchè ci sono tanti ciarlatani che, in base ai loro pregiudizi antiamericani ( anzi antiamerikani) le sparano grosse, si mettono sotto i piedi il "metodo scientifico", seminano ignoranza e, quel che è peggio, mancano di rispetto a migliaia di morti innocenti.

Andando un po' OT, personalmente non considero gli americani troppo distanti da noi... sono nostri cugini che si sono portati oltreoceano Santa Klaus e le tradizioni celtiche di Halloween, le hanno impacchettate commercialmente ed ora ce le ri-esportano e ce le vendono ( solo un esempio eh !? ).
Africani e Cinesi sono REALMENTE diversi e distanti da noi, non gli americani.
Per una combinazione di eventi e struttura sociale che si sono dati, sono riusciti a primeggiare economicamente e militarmente tra le nazioni (fino ad ora) e per questo si attirano tante antipatie.

A me la tesi che gli americani si sono "meritati" l' undici settembre mi sta un po' sulle scatole ...specialmente vista sotto l'angolazione che OBL vendicherebbe i torti dei poveri arabi oppressi ( anzi degli oppressi di tutto il mondo) e per giunta NOI si dovrebbe chiedere scusa invece di reagire e difenderci.
Rassegnamoci... il mondo e la storia sono fatti cosi... c'è sempre chi cerca di primeggiare e - se sta sotto- di emergere.
Se la storia fosse andata diversamente e gli Usa d' oggi fossero il Congo, gli attentati gli avrebbero fatti contro i grattacieli di Kinshasa e gli schiavi sarebbero stati i bianchi (e chissà se ci sarebbero stato un Lincoln nero).
Ah ..quanto alla "nazione schiavista" consiglio di andarsi a documentare sulla tratta degli schiavi neri verso i paesi islamici ...avrete molte sorprese !

Dan ha detto...

"secondo cui i veri passeggeri del volo 77 sarebbero stati eliminati fisicamente o "usati come cavie da laboratorio"!!!
Cioè, già che c'erano... Ma per carità..."

La vittima innocente è come il maiale, non si butta niente! Se hai appena ordito un complotto in cui un intero aereoplano di gente figura come morto nello schianto quando in realtà era un missile dieci volte più piccolo, cosa ci fai poi con tutti quei passeggeri che ti avanzano? Non li ammazzi e li seppellisci nel deserto o sotto l'Area 51, li ricicli come cavie. Oppure li dai come omaggio ai tuoi signori e padroni rettiloidi alieni. Due complotti con una fava.
(Chiedo scusa se l'ironia sulle vittime vi suona fuori luogo. Ma d'altronde, ha fatto di peggio chi la ca*ata delle cavie l'ha pensata mi pare.)

"Per l'esattezza, su Luogocomune dicono che era stata aggiornata la scatola nera. Non mi pare ci sia bisogno di commentare."
aah, ecco! E' stato allora che hanno messo il nastro con i dati ad hoc per supportare la versione ufficiale!

"Beh, insomma, definire "stupidi complottisti" dei piloti civili e militari con migliaia di ore di volo ciascuno alle spalle mi sembra un tantino esagerato; sarebbe stato meglio scrivere un messaggio sul loro forum per chiedere delucidazioni sul FLT DECK DOOR."
In realtà è molto semplice: se sono piloti, non sono complottisti. Se sono piloti ma danno credito alle teorie complottiste sono talmente incompetenti da non poter essere definiti veri piloti, oppure stupidamente parlano di velivoli fuori dalla loro specifica sfera di competenze aeronautiche. Possono esserci complottisti che si spacciano per piloti, al massimo possono esserci piloti mal informati su cose come i danni strutturali alle torri... ma nessuno qui dà degli stupidi ai (veri) piloti civili o militari.

"Butto lì un pensiero che mi ronza nella testa da quel giorno lì... e se nella loro mente bacata gli organizzatori dell'attentato non avessero previsto di provocare dei danni di quella portata?"
Possibilissimo, è qualcosa che ho sempre pensato anch'io. Tanto che il crollo delle torri alla maggioranza della gente è parso incredibile e inaspettato. Solo chi se ne intendeva, come architetti e pompieri, sapevano già dell'alta probabilità di un crollo con gli edifici in quelle condizioni, figuriamoci gli organizzatori dell'attentato, che per quanto istruiti dubito avessero molti ingegneri strutturali tra le loro file. Quel crollo completo è stato un bel bonus per Bin Laden, sicuramente la più bella sorpresa della sua miserabile vita.

Dan ha detto...

"Pensa solo al Watergate. Oppure al fatto che Clinton non è riuscito a nascondere una scappatella con una stagista. "
Domanda interessante per i complottisti: se i servizi segreti, CIA ecc. sono così onnipotenti, perchè non hanno organizzato un "incidente" non appena la signorina è saltata fuori nelle news con la sua storia, o ancora prima? Oppure gli hanno detto 'spiacente bello, non è questione di sicurezza nazionale o negli interessi del NWO, ma una tua bagattella personale, quindi te la sbrighi da solo' ?

"E con questo dichiaro il thread Godwinnato."
Allora dovevi chiudere i commenti...

Replicante Cattivo ha detto...

@ Dan
Domanda interessante per i complottisti: se i servizi segreti, CIA ecc. sono così onnipotenti, perchè non hanno organizzato un "incidente" non appena la signorina è saltata fuori nelle news con la sua storia, o ancora prima?

Chissà perchè ma mi sta venendo in mente un fatto di cronaca italiana di questi giorni...una vicenda che fa notare come certe morti "strane" non facciano altro che gettare maggiori sospetti e attenzione sui diretti interessati.
Ma vallo a dire ai complottisti...

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

"Come ho già avuto modo dire, qui non si discute se la CIA sapesse tutto ed abbia voltato le spalle ..."facciamoglielo fare, così abbiamo mano libera in medio oriente".

Si potrebbe anche discutere, ma non sta in piedi.Potrebbe stare in piedi se ci fosse stato il solo attacco al Pentagono (simbolo + un numero piuttosto "congruo" di vittime innocenti).

Scatenando l'inferno a New York è come se fossero partiti per la guerra con un handicap fortissimo.

Pensandoci bene, non è molto diverso da Pearl Harbor.

E' come se un pugile, prima di reagire, invece che farsi dare un pugno si lasciasse massacrare fino a rasentare il KO.

Per quanto riguarda le armi.Ci sono da quando c'è l'uomo e siamo ben distanti dal poterne fare a meno, se MAI potremo farne a meno, dato che l'uomo, oltre ad avere uno spiccato istinto di sopravvivenza e di adattabilità alle circostanze,è anche piuttosto egoista ed incontentabile.

È sacrosanto ogni sforzo teso alla non proliferazione delle armi, ma non facciamoci illusioni utopistiche da figli dei fiori.

Ciònondimeno è vero che un'arma da fuoco nasce come arma di offesa, punto e basta: è risibile la scusa "eh ma serve anche per difendermi", non confondiamo mazze con scudi :D

Ecco, diciamo che in USA l'industria delle armi è un tantinello potente e che forse sarebbe il caso di rivedere il 2° emendamento: lì, anche se è molto dura, ci si può lavorare dato che è un problema culturale, non intrinseco alla natura umana.

Paolo Attivissimo ha detto...

un'arma da fuoco nasce come arma di offesa, punto e basta: è risibile la scusa "eh ma serve anche per difendermi", non confondiamo mazze con scudi

Che nasca come arma da offesa sono d'accordo; ma che sia solo arma da offesa, questo no. Ci sono molti casi in cui uno scudo non è praticabile. Per esempio, il tiratore scelto che ammazza o rende inerme un dirottatore o un criminale che tiene in ostaggio dei bambini potrebbe avere qualcosa da ridire sul tuo criterio.

E di certo non puoi chiedere ai gioiellieri o ai magistrati latinoamericani di andare in giro con l'armatura addosso.

Thomas Morton ha detto...

Dan, è peggio di quello che pensi. Su Luogocomune hanno citato una risposta di tale Jupiter su PFT, dove si dice appunto che "i debunker sbagliano, perché L'FDR era stato aggiornato poco prima del 2001, ed erano stati aggiunti dei parametri, compresi quelli del sensore dell'apertura della porta".

Qualcuno ha anche commentato: "ottima risposta questo Jupiter". A nessuno sembra essere venuto in mente che l'aggiornamento della scatola nera non fa apparire magicamente sensori laddove non ci sono, e che anzi proprio a questo è dovuta l'anomalia. A questo punto chiamarli "idioti" rappresenta una banalissima constatazione.

Andrea B. ha detto...

E poi parlando di mazze e scudi ...molto raramente c' era chi aveva solo la spada e l' altro avversario solo un scudo... solitamente tutti e due i contendenti avevano uno spada ED uno scudo...e tutti e due erano usciti di casa con il proposito di fare la festa all' altro.

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

"E poi parlando di mazze e scudi ...molto raramente c' era chi aveva solo la spada e l' altro avversario solo un scudo... solitamente tutti e due i contendenti avevano uno spada ED uno scudo...e tutti e due erano usciti di casa con il proposito di fare la festa all' altro."

Era il senso della mia frase. Sarà scontato per tanti, ma è meglio pensare "questa cosa serve per offendere preventivamente chi cercasse di offendermi" piuttosto che "questa cosa serve per difendermi".

E' in questa sottigliezza che risiede la cultura squilibrata delle armi che c'è negli USA.

ebonsi ha detto...

Gira e rigira, si ritorna sempre al vero punto chiave di 9/11: esclusa, per manifesta insostenibilità logica, l’ipotesi di un auto-attentato, rimarrebbe da discutere la possibilità di un attentato incoraggiato, provocato e/o facilitato. Purtroppo qualsiasi discussione in questo senso è puro onanismo mentale, perché non si riuscirà mai a dimostrare né che le cose sono andate proprio così, e né il contrario.

Per capire perché sia così, prendiamo le cose un po’ alla lontana, e cerchiamo di analizzare un episodio che per molti aspetti fu un 9/11 al cubo, e cioè l’attacco giapponese su Pearl Harbor.

Vi sono ottime ragioni per sospettare che Franklin Delano Roosevelt, pur essendo stato eletto su una piattaforma rigidamente isolazionista e non-interventista, a partire dalla seconda metà del 1940 si fosse invece convinto dell’ opportunità/convenienza/necessità di portare gli Stati Uniti in guerra. Si potrà poi discutere se questa decisione sia stata presa in base ad una sincera preoccupazione per la sorte delle democrazie occidentali o invece in base a freddi calcoli di potenza, ma il punto in sé è abbastanza evidente. Dato però l’atteggiamento dell’opinione pubblica americana e il “Neutrality Act”, gli Stati Uniti potevano entrare in guerra non per decisione autonoma, ma solo se attaccati.

Per tutta la prima metà del 1941, FDR mise in atto tutta una serie di misure politiche (Legge Lend-Lease) e militari (scorta ai convogli inglesi) che costituivano delle dirette provocazioni nei confronti della Germania. Ma la Germania si guardò bene dal reagire.

E arriviamo quindi al luglio 1941, e all’embargo su petrolio e acciaio + blocco finanziario decretato dagli Stati Uniti nei confronti del Giappone. Questo è un evento di cui per ragioni sin troppo comprensibili si parla pochissimo, ma che invece ebbe una rilevanza almeno pari al Patto Molotov/Ribbentrop. L’ embargo minacciava di strangolare il Giappone, e costringeva quindi i Giapponesi a scegliere tra cedere, e accettare di riformare tutta la loro politica estera in vista delle direttive di Washington; morire di fame; oppure, giocare il tutto per tutto con una guerra disperata. Conoscendo la mentalità giapponese, non era poi troppo difficile prevedere cosa avrebbero scelto. La presentazione della Nota Hull il 26 novembre 1941 – di fatto un ultimatum, e redatto in termini particolarmente duri e offensivi – fu la goccia che fece traboccare il vaso.
(continua)

Andrea B. ha detto...

"E poi parlando di mazze e scudi ...molto raramente c' era chi aveva solo la spada e l' altro avversario solo un scudo... solitamente tutti e due i contendenti avevano uno spada ED uno scudo...e tutti e due erano usciti di casa con il proposito di fare la festa all' altro."

Il senso del mio intervento in realtà era un altro: non esiste il buono che ha solo lo scudo per difendersi ed il cattivone che invece ha la pistola e va in giro ( per il mondo) ad usarla.
Sono tutte armi e fanno (purtroppo) parte dell' equipaggiamento dei popoli.
Il punto che fa la differenza è come si usano le armi.

Se poi pensiamo che invece ci si debba disarmare per primi mah... parafrasando Heinlein quando vedrò il leopardo togliersi gli artigli e mettersi a fare la mucca da latte ci penserò su...

ebonsi ha detto...

Si può quindi legittimamente chiedersi – e molti storici lo fanno – se l’embargo non fosse in realtà stato deliberatamente concepito da Roosevelt per provocare il Giappone alla guerra. Ma se le cose andarono davvero così, lo sapevano solo pochissime persone: Roosevelt stesso, Corden Hull, Stimson, quasi certamente Morgenthau, probabilmente Wallace, forse anche Knox. Ma basta. E questi si sono tutti portati il segreto, se un segreto c’era, nella tomba. Per tutti gli altri, l’embargo poteva essere visto, e infatti fu visto, come una mossa di politica estera magari un po’ azzardata, ma senza secondi fini. E’ così che si organizza un complotto.

Volendo, si può anche fare qualche illazione circa la possibilità che Roosevelt non solo abbia provocato l’attacco e quindi se lo aspettasse, ma che lo abbia anche facilitato. Questo è anzi un soggetto sul quale hanno lavorato molti storici e “complottisti”, non tanto per il suo valore intrinseco, quanto come tentativo di aggirare il formidabile ostacolo dell’impossibilità logica di dimostrare i due punti precedenti. Non saremo cioè mai in grado di dimostrare che FDR voleva portare gli USA in guerra, né che abbia concepito l’embargo al Giappone appunto per questo scopo. Ma se riuscissimo a dimostrare che l’attacco giapponese su Pearl Harbor venne facilitato, i due punti principali verrebbero ad essere anch’essi automaticamente dimostrati.

Personalmente, sono convinto che FDR intendesse violare l’impegno che aveva preso con il popolo americano e portare gli USA in guerra ad ogni costo, e sospetto fortemente che l’embargo servisse a quello. Ma l’ipotesi che si sia facilitato l’attacco giapponese mi sembra insostenibile. Questo non perché FDR non avesse abbastanza pelo sullo stomaco, ma perché non aveva nessun bisogno di fare una cosa del genere. Anche se l’attacco si fosse concluso in un sanguinoso insuccesso, l’ Ambasciatore Giapponese sarebbe comunque arrivato al Dipartimento di Stato alle 07:30 precise del 7 dicembre 1941, in marsina e sparato bianco inamidato, per presentare la dichiarazione di guerra – e questo era quello che davvero contava. Se l’ US Navy avesse intercettato e distrutto la forza di portaerei giapponesi in avvicinamento o almeno sulla via del ritorno, invece di dover aspettare le Midway, tutta l’espansione giapponese verso le Indie Orientali olandesi, la Malesia e la Birmania sarebbe stata bloccata prima ancora di nascere, e la guerra sarebbe certamente finita molto prima con il Giappone strangolato dalla mancanza di materie prime (petrolio, gomma, minerali).

Ma comunque, il punto finale è che la decisione di entrare in guerra venne presa dal Governo Giapponese, e che il pianto di attacco su Pearl Harbour venne pianificato a diretto dall’ Amm. Yamamoto, ed eseguito dalle portaerei dell’ Amm. Nagumo secondo le modalità che sono state ricostruite dagli storici sin nei minimi dettagli. Se qualcuno si mettesse a dire che l’attacco non c’è mai stato, anzi no c’è stato ma gli aerei erano in realtà americani, anti no gli aerei erano davvero giapponesi ma le corazzate erano di cartone eccetera, finirebbe dritto al manicomio – in attesa di essere raggiunto dai complottisti del 9/11.

(continua)

ebonsi ha detto...

E lo stesso, mutatis mutandis vale per 9/11. Che l’amministrazione Bush abbia utilizzato gli attacchi del 9/11 come pretesto per mettere in atto dei piani di conquista imperialista già pronti da tempo, e che con la cosidetta “Guerra Globale al Terrorismo” non hanno assolutamente nulla a che fare, è cosa talmente ovvia e trasparente da non richiedere alcuna discussione.

Si può forse anche aver ragione di sospettare che almeno alcuni settori dell’ amministrazione Bush avessero ricevuto qualche indicazione circa l’imminenza degli attacchi di Al-Queda, e che abbiano deliberatamente abbassato la guardia per creare un pretesto valido per le loro azioni. Ma le varie manchevolezze, assenza di coordinamento, errori, omissioni e quant’altro è via via emerso dalle inchieste ufficiali, sono più che sufficienti come spiegazione, senza alcun bisogno di ipotizzare una volontà malvagia.

Ma al di là di questo, rimane chiaro e indiscutibile che gli attacchi del 9/11 sono stati pianificati ed eseguiti dai terroristi edi Al-Queda, secondo le modalità che sono state ricostruite. Per credere alle varie teorie complottiste, tra l’altro in rigorosa contraddizione tra loro, non basta neppure aver mandato in vacanza il cervello – bisogna proprio averlo licenziato in tronco.

Questo, non perchè l’Amministrazione Bush fosse composta da persone buone, sincere, gentili e democratiche che queste brutte cose non le fanno. Ma perchè un complotto del genere è una cosa assolutamente demenziale sul piano dell’organizzazione, della gestione e ancor più del mantenimento del segreto a tempo indeterminato, e in diretta contraddizione con tutti i principi più elementari per l’uso dei servizi segreti in azioni violente.

Tra l’altro, noi italiani per nostra disgrazia ne sappiamo qualcosa, di attentati terroristici di dubbia matrice e per i quali non è in effetti del tutto campato in aria il sospetto che si sia trattato di “inside jobs”. E basta andare a vedere le nostre esperienze, per capire come si fanno queste cose: si mette una bomba al posto giusto e al momento giusto, un’operazione semplice e pulita che al massimo coinvolge una trentina di persone tra mandanti, esecutori, complici e altri che devono comunque essere messi al corrente, e poi si serve al pubblico il “colpevole”. Non è che sia fatta assalire la Banca dell’Agricoltura da decine di “gazelle” dei Carabinieri camuffate da carri armati dell’ Armata Rossa, o che sia stato necessario corrompere centinaia di testimoni, poliziotti e vigili del fuoco perchè giurassero di aver visto dei fascisti, in fez e camicia nera uccidere a manganellate i passeggeri alla stazione di Bologna.

E allo stesso modo, se Bush e i suoi avessero davvero voluto farsi un autoattentato, avevano già bell’e pronto il precedente del primo attentato alle Twin Tower: cosa c’era di più semplice ed efficiente di un’altra bella bomba nel garage? Costi minimi, rischi pressochè inesistenti, successo garantito, e il segreto affidato a un paio di dozzine di politici e funzionari fidati. E’ così che si fa, se davvero si vuol fare.

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

"Si può forse anche aver ragione di sospettare che almeno alcuni settori dell’ amministrazione Bush avessero ricevuto qualche indicazione circa l’imminenza degli attacchi di Al-Queda,"

In questo contesto è fondamentale la qualità dell'informazione, nonchè la sua attendibilità.

Io penso che il massimo dell'informazione sia stata "sospettiamo che Al-Quaeda stia organizzando attacchi sul suolo americano che prevedano il dirottamento di aerei".

Senza sapere dove.

Senza sapere quando.

Supponendo che sarebbero stati dirottati voli internazionali e non interni.

Non immaginando che i terroristi avrebbero usato gli aerei come missili.

Un pò poco per organizzare una qualsivoglia contromisura.

Semmai mi verrebbe da domandarmi come mai Hanjour non fosse controllato nonostante le info di cui sopra, alla luce del fatto che aveva conseguito una certificazione FAA. Molto probabilmente è mancato il tempo.

Anonimo ha detto...

@Paolo Attivissimo:

Scusa l'OT ma se te lo chiedo per mail rischio una mancata risposta. Non è una critica, so che ne ricevi parecchie. :)

Sai dirmi se si trova un resoconto piuttosto attendibile della questione Judica-Cordiglia in inglese? Mi è stato chiesto da un collega tedesco. Grazie.

Ciao

Paolo Attivissimo ha detto...

Alessandro,

parti da qui e segui i link. Soprattutto al PDF di James Oberg.

Anonimo ha detto...

Grazie mille! Girerò il link. :)

McOrion ha detto...

Una cosa che non comprendo è il sarcasmo nella stragran parte dei commenti che leggo qui sotto.

Sono un lettore critico, seguo l'11/9 da vari siti, quelli che non criticano la versione ufficiale e la sostengono, quelli che ne criticano uno o più punti, quelli che la criticano in toto e che sarebbero definiti qui siti "complottisti".

Forse sono tra i pochi a non leggere notizie "a favore o contro" come fossero i risultati della squadra di calcio preferita.

Ho apprezzato l'articolo sulla scatola nera sia quando è saltato fuori lo scandalo che quando è stato spento il fuoco aperto dalla 'porta chiusa'.

Questo dimostra che la versione ufficiale è vera e cristallina e non richiede il nostro spirito critico? O, se quella porta fosse stata chiusa, questo avrebbe dimostrato senza repliche che tutta la versione ufficiale fosse un falso (o magari solo un sensore guasto?)?

Italia di tifosi?

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

McOrion, il nostro sarcasmo non è immotivato, in 8 anni da parte dei complottisti sull'11/9 si è sentito di tutto e la misura è colma da un pezzo.

Paolo Attivissimo ha detto...

Questo dimostra che la versione ufficiale è vera e cristallina e non richiede il nostro spirito critico?

Assolutamente no. Dimostra invece l'inettitudine dei complottisti.

Indirettamente, però, dimostra anche la solidità della versione che erroneamente chiami "ufficiale" (è il risultato di perizie tecniche e di indagini anche giornalistiche, non è una velina governativa). Perché i dati della scatola nera hanno superato anche questo controllo di coerenza.

pico ha detto...

a riguardo del pentagono qui ci sono gli unici due video presi dalle telecamere di sicurezza del pentagono e resi di dominio pubblico dall'fbi su richiesta ufficiale del FOIA
us departement freedom of information act
nel primo video al minuto 1.27 si vede a sx
una fusoliera bianca , gli scatti delle telecamere sono 1 al secondo e di bassa qualita'
nella secondo filmato si nota solo una scia di fumo bianco minuto 0.25
questa è la fonte
www.flight77.info
e qui si vedono foto dettagliate di alcuni danni riportati dall'inpatto
www.flight77.info/debris.php

pico ha detto...

e qui tutto il rapporto dettagliato con i risultati dell'inchiesta
http://fire.nist.gov/bfrlpubs/build03/PDF/b03017.pdf

Stupidocane ha detto...

@Mc Orion

"Italia di tifosi?"

No, Italia dei Cachi.

Sarcasmo? Beh, mi sembra il minimo davanti alla marea di cretinate che strombazzano i complottisti. E non è perchè fa più figo.
Tantomeno perchè il debunker sia il depositario della verità assoluta e suprema.

Spesso e volentieri è una risposta a quanti considerano il debunker come un "massone" "stragista" "servo del potere" "squadrista" "nazista" etc. etc. Il bello di tutti questi epiteti è che fondano su una base di diffidenza dettata dal sospetto che qualcuno stia nascondendo qualcosa alla massa.

Quindi si sentono in dovere di "svegliare le menti" (locuzione onnipresente nei siti complottisti) di chi invece sta cercando di sbrogliare la matassa con i dati reali disponibili. IL bello che è che la loro azione si radica nel preconcetto, nel dubbio, nella non accettazione delle prove oggettive, nella mistificazione, nella menzogna, nella manipolazione di filmati, foto, documenti e nel bieco turpiloquio.
Il complottista, messo davanti a prove tecniche, documenti ufficiali, filmati non taroccati, invece di apprendere cose nuove, più tecniche, chiarificatrici, supportate da dati incontrovertibili, ecco che fa scattare la reazione esattamente opposta.
Chi presenta queste prove viene subito etichettato come "facente parte di un sistema planetario supersegreto il cui unico scopo è controllare il mondo" e di conseguenza, tutte le cose che dice sono da considerare false come una banconota da 23 Euro.... Per il complottista fanno fede solo coloro che NON supportano la versione "ufficiale". Accettano acriticamente qualsiasi cosa dia ragione alla loro follia. E con boria e malcelata rabbia difendono il loro comportamento paranoide dagli attacchi di chi gli fa notare che forse si sta sbagliando.

N.B. lo "scopo" del fantomatico sistema cambia a seconda di quale sito si frequenti. A volte lo "scopo" sbandierato da un sito è in completa antitesi con quello supportato da altre correnti di pensiero. Più spesso, lo "scopo" stesso cambia al variare delle nuove prove venute alla luce, vere o presunte che esse siano.
O peggio, dipendentemente da come il blogger si è svegliato quella mattina... E la ridda di scopi che avrebbe questo inconsistente Ordine Mondiale, spazia dal terrorismo, agli alieni passando per la parapsicologia, lo stragismo, il controllo mentale di intere popolazioni, il signoraggio, il controllo ambientale, far pisciare i cani controvento...

A nulla valgono i dati pubblici, a nulla le perizie, a nulla le discussioni, niente li smuove dalla convinzione che il sottoscritto (ad esempio) non sia un ragazzo di provincia di intelligenza media, con un lavoro da mandare avanti, con i propri interessi e con una spiccata curiosità, bensì un temibile sgherro al soldo dei potenti.

Capirai anche da solo che davanti a personaggi di cotal intelletto, spesso l'unica risposta degna è un sonoro "MAVACAGHE'!".

Poi ci sono i dubbiosi, come te, che cercano risposte. Ma almeno a mente aperta. Non parti dal presupposto che su questo blog aleggi la longa manus di qualche organo di controllo. Chiedi, educatamente esponi il tuo parere, critichi costruttivamente. Non attacchi, non vieni a vomitare boiate senza senso, o nel caso lo abbiano, talmente piene di buchi che ci passerebbe Stubblebine in piedi con tutta la truppa...

lufo88 ha detto...

@usafree
è vero, se una persona anche di fronte a dati, immagini e filmati continua a negare può dare fastidio, MOLTO fastidio. Però da anni ormai ho capito che è inutile fare ironia e battute, meglio essere educati e riportare ogni volta un link (che magari rinvia a tutto).
Non è bello, ma è educato.
Sto scrivendo su luogocomune per vedere che cosa sarebbe successo se avessi applicato la mia filosofia. Mi sono beccato un complimento per il fatto che cerco di tenere la discussione su toni civili :-)) e al momento ce la sto facendo. Magari non ci sarà mai spazio per far ragionare i complottisti, ma almeno stiamo su toni civili (e secondo me è un gran bene per chiunque).

ciao ciao

Pax ha detto...

@monster
Abitavo a chieri adesso sono decisamente lontanuccio

@altri

Quando ho scritto quello che ho scritto (sviste varie) ho aggiunto anche una cosa che sembra essere passata inosservata a chi non legge tutti gli interventi: avevo dormito solo 3 ore in quanto sono stato molto male per questo ho fatto sviste e confusioni.

Chiedo perdono per le mie sviste ma considerate la mia condizione di ieri e quindi puo' darsi che alcuni concetti possano essere stati spiegati male da me o non nella piu' corretta, tagliente e precisa forma.

Pero' l'ho scritto che sono stato male.

P.S. Prima di introdurmi nella discussione in genere mi leggo tutto il thread, cosa che da netiquette e' sempre consigliata.

Mu ha detto...

@ stecap, in relazione tuo commento 153

scusa ma la concezione che "noi" abbiamo dello stato, noi chi? Plurale majestatis? Eh, mi raccomando, non mettermi in mezzo a una concezione che aborro.

E a proposito, sulla presunzione delle persone che sulla base di esperienze personali giudicano tutto un popolo non è proprio quello che fai tu con gli italiani? tutti davvero non parlano una seconda lingua? hai dei dati in proposito? più della metà -quanti, 30 milioni?- vive alle spalle dello stato? o è solo l'esperienza personale con la quale è un pò presuntuoso giudicare un intero popolo?

Pax ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Pax ha detto...

@nodens
Premetto che se non leggi il commento a cui mi riferivo ti suona male...

Italiano

quella "o" tra kala e ak47 puo' essere interpretata come "ovvero" e quando ho detto che sono cose diverse mi riferivo a diverse da coltelli e cinghie.

Prima di sentenziare leggete. L'unica cosa che mi puoi dire e' che avrei al massimo dovuto mettere la frase in questo modo "AK-47 o kala" in quanto l'ak-47 e' un tipo di kala.

@Tutti
Qui mi sembra che a volte la decontestualizzazione raggiunga i livelli dei siti dei complottisti. Riuscite prima di fare un commento a leggere i thread di una discussione? E vedere a cosa una persona risponde invece di prendere e decontestualizzare giusto per fare un po' di ironia?

junior ha detto...

Da quando qualcuno mi ha fatto notare che Attivissimo non fornisce prove su praticamente nulla di quanto dice, ho iniziato a pesare tutto quello che dice.
Cito testualmente: "basterebbe un pò di ricerca per scoprire che..."
Ci indicheresti come replicare la tua ricerca?
Ovviamente mi riferisco a siti ufficiali di aeronautica, siti tecnici o, meglio ancora, libri tecnici sull'argomento e, ovviamente, che non trattino dell'11 settembre altrimenti non può essere dimostrata la scientificità di quanto dici.

PerpliMax ha detto...

@junior, hai provato a cliccare sui link a fine articolo "articolo di john su undicisettembre.info"? Nell'altro articolo ci sono link a vari documenti, manuali Boeing, rapporti etc.

junior ha detto...

#PerpliMax. Li ho guardati ora e non mi hanno tolto alcun dubbio.
Sono relativi alle inchieste fatte sul Boeing in questione dopo l'11 settembre 2001.
Le dimostrazioni scientifiche si producono in altro modo.
Quello che serve in questo caso è un documento, meglio se libro o anche un link a documenti tecnici sul Boeing 757 che siano antecedenti al 2001.
Lo dico perché documenti tecnici di questo tipo DEVONO esistere in quanto quel boeing è stato creato nel 1991 e non è possibile che ci siano prove sul funzionamento della scatola nera solo di più di 10 anni più vecchie.
Questa è scientificità.
Attivissimo, forniscici prove scientifiche.

Itwings ha detto...

...eccone un altro...!

Dan ha detto...

"Da quando qualcuno mi ha fatto notare che Attivissimo non fornisce prove su praticamente nulla di quanto dice, ho iniziato a pesare tutto quello che dice."
Per averti detto una cosa del genere questo "qualcuno" dev'essere una persona che non ha mai sentito nominare Paolo Attivissimo, o più probabilmente è nella più totale malafede. Per averci creduto tu, sei un ingenuo o più probabilmente un troll.
Pesa anche quello che ti ha detto "qualcuno" su Paolo prima di arrivare con questo tono inquisitorio. E leggiti per bene i materiali linkati dall'articolo di John.

Alfred Borden ha detto...

Sono relativi alle inchieste fatte sul Boeing in questione dopo l'11 settembre 2001.
[...]
Attivissimo, forniscici prove scientifiche.


Se imparassi a leggere, anziché sparare sentenze e avanzare perentorie richieste, eviteresti figuracce come quella che hai appena fatto.

Le prove che pretendi sono nell'articolo che ti è stato gentilmente indicato.

PerpliMax ha detto...

@junior, non hai letto bene i materiali linkati, il manuale della Boeing sulla scatola nera è del 1999. O lo vuoi per forza del 1991?
Se non sei soddisfatto delle ricerche fatte fanne una tu, poi scrivi un articolo con conclusioni e link. QUESTO sarebbe un atteggiamento "scientifico".

junior ha detto...

Articoli letti benissimo.
Non sono né ingenuo, né tantomeno poco informato, né tantomeno inquisitore.

Il "da quando mi hanno fatto notare" significa che un paio di persone mi hanno detto di aver notato che, il più delle volte, Attivissimo non fornisce tesi scientifiche.
Io inizialmente non ho creduto a quello che mi era stato detto perché ero un assiduo frequentatore del sito antibufale. Ma poi ho purtroppo verificato che era vero e ho cambiato idea su Attivissimo.
Questa non può esser liquidata come stupidità.
In quanto ai link, li ho letti bene.
Nessuno fa riferimento a documenti tecnici, antecedenti al 2001, del velivolo.
Io non uso un tono inquisitorio, pretendo però che vengano fornite tesi documentate, da una parte e dall'altra.
Paolo Altissimo lo conosco da tempo e comunque, il fatto che abbia avuto fino a qualche anno fa, una ottima funzione riguardo bufale come spam etc. questo non vuol dire che tutto ciò che dice va preso per oro colato.
Io non ho accusato nessuno,né tantomeno ho detto che è stupido chi crede a ciò che dice lui, ma mi pongo delle domande e dovrei aver diritto a risposte.
Mi sembra ci sia un pò troppa intolleranza da parte vostra nei confronti di chi mette in dubbio le vostre certezze. Meglio sarebbe fornire tesi più chiare.
Io non credo a priori alle tesi del complotto ma allo stesso tempo non credo a priori alle tesi anticomplottiste.
Leggo entrambe e mi pongo delle domande a cui chiedo risposta, da ambo le parti in causa.
La cosa più odiosa è l'intolleranza verso chi mette in dubbio le opinioni.
In attesa di questi link, continuerò a farmi domande su ciò che dice Attivissimo, Chiesa ed altri perché è giusto così e perché in nessuno dei due casi mi trovo di fronte a un dio. Sono persone anche loro, non dei.

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

@junior

Il blog Undicisettembre e quello di Henry62 sono lì a tua disposizione.Gratis. Lì ci sono fatti e fonti. Non ti aggradano? È un problema tuo.

Alfred Borden ha detto...

Nessuno fa riferimento a documenti tecnici, antecedenti al 2001, del velivolo.

Junior, sveglia! Il manuale della Boeing è del 1999 (anzi, l'ultima revisione risale al '99).

junior ha detto...

Leggetevi bene quello che dicono su luogocomune.
Ho posto anche lì delle questioni ma mi hanno risposto comunque con meno arroganza, anche se discordanti da me.
Ad ogni modo, tanto per rispondere a quelli come Alessandro, non credono alla versione dell'aereo ma dicono che la scatola nera è stata presa da un aereo che non è quello caduto sul pentagono (ammesso che sia stato un aereo - così dicono). Tanto per essere precisi.

Per il documento del 1999 mi riserverò di andarlo a cercare da solo su siti ufficiali dell'aeronautica o del costruttore dal momento che il link ad orbitfiles è un elemento un pò riduttivo.
Cercavo link ufficiali. E' come se qualcuno mi dicesse che esiste un documento ufficiale e poi mi invia un file preso da emule.
Era questa ufficialità che chiedevo ma deduco che me lo devo andare a prendere da solo.
Lo cercherò con calma visto che chi scrive certi articoli non ha il tempo di fornirli alle persone a cui da l'informazione.

«Meno recenti ‹Vecchi   1 – 200 di 244   Nuovi› Più recenti»