Cerca nel blog

2009/12/11

Falso il video dell’inquilina segreta

È un video di marketing virale la ripresa della clandestina in casa


Questo articolo vi arriva grazie alle gentili donazioni di "alex.mi****" e "amdinoto".

Un ragazzo piazza una telecamera nascosta, dotata di un illuminatore a infrarossi, per registrare cosa succede di notte nel suo appartamento, e scopre di avere un'inquilina segreta che esce da una nicchia e gli mangia il cibo in frigorifero.

Ovviamente il video viene pubblicato su Youtube e viene segnalato dai media (per esempio Repubblica), totalizzando in pochi giorni oltre un milione di visitatori.

Secondo France24.com, si tratta di un video di marketing virale per un'azienda online dedicata alla locazione di immobili, Nakedapartments.com. La conferma arriva da un messaggio su Twitter di Nakedapartments.com, che dice "We're in Gothamist, well, our viral video is at least" e linka una pagina del Gothamist, e dal fatto che il video è pubblicato sul blog dell'azienda.

Fonti: BoingBoing, Fark.

6 commenti:

Giambo ha detto...

Ci sono cascato in pieno :\ ...

Terra2 ha detto...

Mi chiedo cosa avrebbero fatto i giornali se avessero saputo la verità in anteprima fin dal principio.
Avrebbero rinunciato a tutte quelle visite (e conseguenti impressioni pubblicitarie)?

Nodens ha detto...

Questo video e chiaramente ispirato al film "paranormal activity" che qui su sta spopolando ( io l'ho visto mercoledi).

Willy ha detto...

Per rimanere in tema di bufale questa notizia mi fa andare il bufalometro fuori giri.

Terra2 ha detto...

@Willy Agghiacciante! Probabilmente masticava direttamente il C4 :D

Thomas Morton ha detto...

Su Repubblia già ventilavano il sospetto che fosse un falso, visto che i commenti su Youtube erano alquanto divisi. Ma ovviamente l'avrebbero segnalato ugualmente (pardon, rubato), perché è interessante, come del resto ha fatto Paolo. Lo trovo un viral particolarmente azzeccato, non perché sia plausibile (troppi elementi sospetti, oltre alla somiglianza col film Paranormal Activity), ma per il suo fare leva sulle fobie della gente.