Cerca nel blog

2009/12/29

Facebook non diventa a pagamento. Purtroppo

Facebook si pagherà dal 2010? Bufala


Radio 101 mi ha segnalato poco fa una storia che sta girando in Rete: Facebook diverrebbe a pagamento dal 2010. Sarebbe bello, così si scremerebbero un po' di perditempo, ma è una bufala che probabilmente deriva da questa pagina del sito satirico-umoristico Collegehumor.com, catturata nella schermata qui accanto.

Collegehumor ha semplicemente realizzato un falso post del blog ufficiale di Facebook. L'annuncio infatti non esiste nel blog vero. Per gli italofoni c'è anche una pagina Facebook per la smentita e non mancano le sbufalate anche al di fuori del social network.

Naturalmente tutto questo non ha impedito la nascita di un gruppo di Facebook di nome "No a facebook a pagamento nel 2010, servono 10.000.000 iscritti!", che è già arrivato a oltre un milione e ottocentomila adesioni, ma pare essere più che altro una pagina-esca che funge da collettore di spam. Poca cosa, comunque, in confronto ai cinque milioni di adesioni del gruppo di protesta contro Facebook a pagamento in inglese.

90 commenti:

Ivan ha detto...

Ma c'è gente che ancora ci casca??? che triste....

Luigi Rosa ha detto...

Da segnalare la pragina di perculamento di tutte queste idiozie intitolata "Come attivare il TELETRASPORTO, completamente GRATIS, anche su Alpha Centauri".

E un accidente secco al nuovo sistema di commenti che non abilita l'incolla! :)

Nicola ha detto...

Ah bè, personalmente non serviva leggere questo post di Paolo. Quando trovo un gruppo bufala, la mia azione è automaticamente istintiva: "Segnala pagina/gruppo"—>"spam" :)

Fabio ha detto...

Bhè... anche io solitamente evito questo genere di gruppi... ma le vagonate di utenti che tutti vediamo aderire a gruppi simili (e quindi rilanciarli sulle bacheche di amici e conoscenti) ci devono far riflettere su quanto si abbassino le difese quando a proporre la bufala è una persona che gode del nostro credito.
Oltre ad insegnare a contare fino a 10 quando si è nervosi bisognerebbe insegnare ad usare lo spirito critico... sempre, in ogni occasione e senza pregiudizi verso amici, parenti, "maestri", "mentori".

Fabio ha detto...

Ad esempio... quando Paolo Attivissimo si concederà il lusso di prenderci tutti per il culo inventando la più colossale delle panzane mai narrate state pur certi che ci cascheremo in molti.

Matz ha detto...

@Fabio:
Ad esempio... quando Paolo Attivissimo si concederà il lusso di prenderci tutti per il culo inventando la più colossale delle panzane mai narrate state pur certi che ci cascheremo in molti.


Già fatto!

Vittorio ha detto...

@ Fabio
Mi sembra che già una volta Paolo abbia fatto qualche scherzo (mi pare un 1 aprile)
@ Luigi Rosa
Io ho risolto (riguardo il copia-incolla) digitando lettere a caso e loggandomi in anteprima. Poi invece di approvare il commento lo edito, facendo il copia-incolla e tutto il resto. Tanto puoi sempre fare una nuova anteprima.

Hanmar ha detto...

Peccato sia una bufala... :D

Saluti
Michele

Fabio ha detto...

@Matz @Vittorio: immaginavo... ma sono nuovo del blog (anche se conosco Paolo per fama)... grazie del link!

lufo88 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
lufo88 ha detto...

Bello sì, così su Facebook ci sarebbero meno idioti o almeno idioti paganti.

P.S. Volevo segnalare anche che questa sera su Matrix Massimo Mazzucco presenterà le teorie sul caso kennedy! Divertimento assicurato! ^^

Elragno ha detto...

@ Fabio:
Regola n°1, non fidarsi mai, anche se chi ci parla è una fonte "autorevole".
Se Paolo Attivissimo dice che è stata scoperta una navicella aliena su Marte, qualche dubbio mi viene lo stesso. Anche se mostra fonti, foto ecc

alex ha detto...

C'era da aspettarselo che fosse una bufala, come sono una bufala tutte le catene di San Antonio che se dovessi rompere ti bloccano l'account. :-D

Sauro ha detto...

CIao!
Ho creato su Facebook un gruppo chiamato "Io non ci casco (o almeno ci provo)" proprio per far conoscere almeno ai miei amici questo modo di raccogliere potenziali clienti per SPAM o (peggio) truffe on-line tramite pagine su Facebook dai titoli molto "allettanti"...
http://www.facebook.com/group.php?gid=10150140390635001

il link al gruppo l'ho messo perchè magari gli date un'occhiata...non voglio fare spam tanto meno invitarvi a far parte del gruppo da me creato eheheeh

Fabio ha detto...

@Elragno
quella è una regola un po' troppo paranoica per i miei gusti... non è umano "non fidarsi mai"... e non è umano che "tutti raccontino panzane sempre".
Chi gode del nostro credito ha giustamente una via preferenziale nel proporre come plausibili le proprie tesi, l'antidoto per le panzane di cui dobbiamo preoccuparci di mantenere una scorta è un sano spirito critico sempre vigile... il che, secondo me, è diverso dal "non fidarsi mai".

markogts ha detto...

@ Fabio: proprio FB mi ha fatto vedere come persone che pure stimo e so essere intelligenti caschino come polli in certe trappole mediatiche e/o complottistiche. Io ho tonnellate di amici iscritti ai gruppi "scopri quando qualcuno visualizza il tuo profilo" e "come mandare sms gratis", che invariabilmente portano a schemi "a piramide". E ribadisco, sono persone perlopiù brillanti, ma poco avezze a questo mondo dove la falsità si propaga a velocità relativistiche.

Vittorio ha detto...

Sono abbastanza d'accordo con Fabio. Se la fonte è autorevole e porta referenze (fonti, link e immagini confrontabili) e non si è in periodo di burle (Carnevale, 1 aprile) sono portato a crederci. Il tutto, ovviamente se non è una cosa evidentemente farlocca (l'esempio dell'astronave aliena insabbiata su Marte). Se al contrario la fonte è ignota, o qualcuna delle fonti proposte non è raggiungibile oppure è dubbia (siti che notoriamente scrivono panzane ad esempio) si può tranquillamente dubitare o addirittura non crederci proprio.

Sauro ha detto...

Basterebbe avere l'accortezza di:
- citare le fonti quando si scrivono articoli
- scegliere le fonti più attendibili possibile (riviste scientifiche di chiara fama e presenti da tempo, saggi e autori che trattano l'argomento ecc... magari che citino anch'essi altre fonti o rimandino ad altri autori)
- verificare il più possibile (tramite la propria professionalità, se c'è, o tramite siti internet autorevoli sull'argomento e riconosciuti dalla comunità scientifica: wikipedia, mi spiace, non basta) le fonti presentate nell'articolo che leggiamo e ricercare anche informazioni sull'autore dello stesso (avete presente l'inventore dei "Rettiliani" che ci consiglia di non usare il vaccino anti-influenzale? ecco...da lui non vorrei nessun consiglio...perchè lo reputo, nella migliore delle ipotesi un truffatore e nella peggiore uno spostato di mente).

In pratica, come se ho ben capito fa Paolo Attivissimo da anni, basterebbe usare un po' di sano "metodo scientifico" e analisi delle fonti da cui arriva un'informazione...
cose che per fortuna mi hanno insegnato all'università (e che ho scoperto utilissime per fare la tesi ad esempio...).
Ah.. e non mi sono laureato in una materia "scientifica"... ma in Lettere (Storia della Musica per l'esattezza); a dimostrazione che il metodo scientifico non è una esclusivamente per chi è matematico/fisico/ingegnere e simili.. è una cosa per tutti. E' il modo che la società civile utilizza per dare valore o meno ad una informazione (diciamo... "dovrebbe"; spesso mi sembra di essere tornato all'epoca degli amuleti, delle fattucchiere e degli stregoni).

Max Senesi ha detto...

@elragno
Se Paolo volesse fare uno "scherzo" lo farebbe come minimo plausibile e quanto meno ben fatto. Però, io credo che dopo un po' di tempo i suoi stessi lettori lo incalzerebbero e sbufalerebbero; li ha formati troppo bene ormai. Questo e i suoi altri blog sono frequentati da gente smaliziata ed esperta nei suoi campi, difficile quindi prenderla in giro

Sauro ha detto...

@Elragno
prendere per oro colato quello che dice Paolo Attivissimo è (scusa Paolo, so che capirai) sbagliato allo stesso modo di chi crede ciecamente alle storie che legge a destra e sinistra sulla rete...

c'è un metodo di analisi e di verifica che si basa su metodo scientifico; in base a quello la comunità si esprime sulla veridicità di un'informazione (o di una teoria ecc...).
Se Paolo ci racconta di aver tramutato il piombo in oro...benissimo! Basta che ci dica come ha fatto e che l'esperimento sia riproducibile da tutti quelli che vorranno farlo una volta seguite le indicazioni di Paolo...
se funziona Paolo dice la verità, se no...NO.
(chiedo agli esperti: va bene come esemplificazione estrema del metodo scientifico?)

Replicante Cattivo ha detto...

Qui non è questione di fonti autorevoli o meno.

La questione è che la gente è STUPIDA. Esattamente come chi crede ad un complotto crede a tutti i complotti, chi si iscrive a questi gruppi si iscrive a TUTTI i gruppi simili: attiva la nuova chat, scopri chi si salva le tue foto, ricevi una notifica ogni volta che visitano il tuo profilo, cambia i colori e altre vaccate simile...

Ci sono persone che si sono iscritte a 4-5 gruppi con lo stesso titolo e nonostante questi non abbiano mai funzionato, continuano a farlo.
Magari queste persone, la scorsa settimana, si sono ritrovate iscritte a gruppi pro-Berlusconi e chiedevano la denuncia di chi li aveva fondati.

Siccome si tratta di un semplice click, sono tutti colti dalla sindrome del "lo faccio, cosa mi costa", e intanto continuano a mandare inviti a tutti, perchè è anche grazie a TE che sperano di ottenere questi "privilegi".
MA POI PER COSA?

Volete la chat più bella? Ci sono decine di programmi per chattare, a partire da msn! Scambiatevi i contatti e non rompete l'anima se la chat di FB fa schifo.
Volete cambiare i colori alla vostra pagina? Ma cacchio, almeno metà degli iscritti a FB ha una pagina di myspace (o altre piattaforme) che è completamente personalizzabile, ma che ha abbandonato al suo destino.
Vuoi sapere chi visita il tuo profilo? Sei davvero così sfigato al punto di non poter vivere senza saperlo? Allora forse per te la soluzione migliore è cancellarti da FB e farti una vita. Sei ancora in tempo...

Se poi un giorno davvero mettessero FB a pagamento, dove starebbe la preoccupazione? La storia del web ha insegnato che per ogni Winmx, Kazaa, Lastfm, Pandora e tutti quei siti che vengono chiusi/ristretti, ne nascono altrettanti che ne prendono il posto.
Il fatto è che non bisogna essere esperti di informatica per dirlo, eppure tanti dei miei contatti che si iscrivono a questi gruppi sono persone che col pc ci lavorano. Brrrrrr....

Mi sembra di vedere un tizio che si dà continuamente martellate sul pisello e a cui viene detto "guarda che più te ne dai e meno senti il dolore".
Però questa scena probabilmente sarebbe molto più divertente che non trovarsi la bacheca intasata dalle notifiche di questi imbecilli.

Replicante Cattivo ha detto...

Tempo fa ho visto un gruppo simile, del tipo "iscriviti, invita 100 dei tuoi contatti e in cambio otterrai..." (e poi non mi ricordo cosa).

Il fatto è che il gruppo specificava che, una volta iscritti al gruppo, se non si invitavano un tot di amici, l'admin del gruppo avrebbe cancellato gli account degli iscritti.

E io ridevo come un matto a vedere la gente imbufalita che minacciava denunce verso questo gruppo.

Pippolillo ha detto...

Ma invece di perdere ore seguendo le varie bufale, giochini, gruppi, petizioni, inviti ecc. su Facebook perché non socializzare veramente?
Un mio "amico" australiano sa tutto di me, mentre il mio vicino di casa... chi è?
Social Network? Io lo chiamerei Solitude Network.

P.S. Anche se loggato su Blogger, a me non funzionano le freccette della tastiera per muovere il cursore in questo campo.

sreafea ha detto...

Ma.. io non capisco! Questa pagina era scomparsa. Il 14 Dicembre la pagina ha cambiato nome in "Solidarietà a Silvio Berlusconi" per un numero di ore tale da far arrabbiare un bel pò di utenti iscritti. Nella notte tra il 14 ed il 15 però è accaduto il finimondo: il gruppo ha iniziato a cambiare nomi ed amministratori a velocità prodigiose, e tutto nel giro di venti minuti. Improvvisamente la pagina ha assunto il nome "Viva il comunismo, la libertà e Antonio Gramsci", poi "Solidarietà a Daniele Sticazzi", poi di nuovo "Solidarietà a Silvio Berlusconi".
Il giorno dopo la pagina era scomparsa, non c'era più... e sapete tra gli amministratori chi c'era? DANOLO MASTRANTONI, o perlomeno chi si spaccia per lui...

sreafea ha detto...

DANILO, non Danolo, ovviamente... scusate!

Skeptic ha detto...

@Replicante

Condivido in gran parte i tuoi commenti ma non sono d'accordo quando dici che la gente è stupida. Secondo me è mancanza di confidenza con la rete ed i suoi tranelli, non sempre ovviamente, ma molto spesso. Come diceva markogts, anch'io conosco diverse persone, brave e stimate sia nella vita che nel lavoro, che credono non solo in queste di fb, ma in numerose altre bufale.

theDRaKKaR ha detto...

Firma per il ripristino del copia e incolla nel blog di Paolo Attivissimo!

Replicante Cattivo ha detto...

@ Pippolillo
Ma invece di perdere ore seguendo le varie bufale, giochini, gruppi, petizioni, inviti ecc. su Facebook perché non socializzare veramente?
Un mio "amico" australiano sa tutto di me, mentre il mio vicino di casa... chi è?
Social Network? Io lo chiamerei Solitude Network.


Capisto il senso del tuo ragionamento, ma non estremizziamo. La teoria del "vicino di casa" lascia il tempo che trova e preferisco lasciarla a quelle persone che demonizzano internet (tralaltro qualche anno fa lo stesso discorso lo faceva un certo Beppe Grillo...)

Ad esempio, il mio vicino di casa mi è sempre stato sulle balle. E' maleducato, incivile e quando lo saluto lui mi risponde come se fosse infastidito. Stessa cosa per i compagni di classe o colleghi di lavoro: è necessario che questi siano anche amici? Certo, sarebbbe meglio, ma non va dato per scontato. In alcuni casi è una convinvenza impossibile.

Su un social io posso scegliere. E' ovvio che, prima o poi dovrò scattarmi dal pc e dovrò relazionarmi con delle persone vere. Ma appunto magari sono persone che fino a ieri erano "virtuali" e che grazie ai social ho potuto scremare dalla massa. Certo, se uno decide di avere solo contatti che stanno dall'altra parte della nazione o del mondo, il problema è suo, perchè si ritroverà solo quando spegnerà il pc o quando i suoi contatti usciranno di casa.
Ma se invece uno se li sceglie in modo opportuno e non usa il social per sostituire il rapporto umano, allora può essere un aiuto.
In fondo l'incomunicabilità, la diffidenza, la paura del prossimo è qualcosa che pervade la nostra società indipendentemente dal fatto di possedere o meno un pc.

Replicante Cattivo ha detto...

@ Skeptic
Condivido in gran parte i tuoi commenti ma non sono d'accordo quando dici che la gente è stupida. Secondo me è mancanza di confidenza con la rete ed i suoi tranelli, non sempre ovviamente, ma molto spesso. Come diceva markogts, anch'io conosco diverse persone, brave e stimate sia nella vita che nel lavoro, che credono non solo in queste di fb, ma in numerose altre bufale.

Anche io ne conosco.
E quando segnali loro che sono caduti in una bufala che succede?

1- si incazzano, sostengono che li hai trattati da stupidi (anche se sei stato molto discreto) e difendono la loro scelta: e a te tocca star zitto perchè non ti va di litigare per una cretinata del genere. Però intanto ti becchi le brutte parole

2- ti ringraziano per la segnalazione...e due giorni dopo si iscrivono ad un altro gruppo identico, pensando che stavolta funzionerà. E così per la prossima volta e quella dopo ancora...

Come lo definiresti questo comportamento?

Oltretutto, dopo lo scherzetto dei gruppi pro-Berlusconi dell'altra settimana, ci si aspettava che la gente facesse un minimo di attenzione...e invece nulla.

theDRaKKaR ha detto...

da utente di FB mi sono pure dovuto inventariare i gruppi a cui ero iscritto nel terrore che qualcuno avesse cambiato il titolo, che so, in cose terribilerrime tipo "Rivogliamo Moggi alla Juve" o "Fabrizio Corona è un mito"

una vitaccia

e la cosa va fatta con una certa cadenza

Skeptic ha detto...

@Replicante
Come lo definiresti questo comportamento?

OK...stupido!
Però qualcuno si salva e non ci ricasca.
Purtroppo bisogna fare i conti con la realtà, ci sono "mali" che non si possono debellare (penso all'omeopatia o all'astrologia), quindi l'unica cosa da fare è informare per fare in modo che meno persone possibili cadano nella rete. Ora, FB e i suoi gruppi sono un problema minore rispetto ad altri, però la logica è la stessa.

Mousse ha detto...

Concordo con Replicante quando dice che la gente è stupida.

Aggiungo che i gruppi di Facebook stanno ormai diventando una deludente gara a chi sputa (diciamo sputa và) più lontano, a chi ha più iscritti.

Iscritti che ormai cliccano senza leggere, alla leggera "tanto è tutto virtuale", senza capire che, per esempio nel caso della diffamazione o dell'apologia di reato, è tutto MOLTO reale.

Quindi se io fondo un gruppo "Castriamo quel porco pedofilo di Tizio" pieno di commenti tipo "si, bastardo, muori", Tizio mi può denunciare, o per diffamazione, o per minacce. E non interessa cambia mica se la cosa stia su Facebook o su un giornale...

Diverso il caso del gruppo non nome tot rinominato in qualcosa d'altro, in cui gli aderenti possono fare molto poco... Se solo Facebook si decidesse a impedire il cambio di nome risolveremmo il 50% dei problemi.

Poi ci saranno sempre gli "scemi" che cascano alla truffa, come quelli che comprano gli "orologio belli replica meglio costo".

Io comunque ho smesso di segnalare le bufale su Facebook. Ne ho segnalata una e sono stato minacciato da chi l'aveva messa online.

theDRaKKaR ha detto...

@mousse

anche io concordo con quel misantropo e antisociale, tuttavia io sono iscritto anche a gruppi che hanno un senso, tipo quelli dedicati a stabilire contatti tra persone affette da malattie rare: nel 2009 per cercare contatti si fa ancora un sito, un forum, ma si fa anche un gruppo su FB, non dimentichiamolo!

Mousse ha detto...

Certo, non intendevo affatto generalizzare: sicuramente ci sono gruppi seri, ma quanti?

E soprattutto quanti sono "oscurati" dalla quantità spaventosa di spam?

theDRaKKaR ha detto...

sì, sono una frazione e patiscono la scarsa visibilità

Baund ha detto...

Patiranno scarsa visibilita'ma servono ad addetti ai lavori e aspiranti tali, che possono trovare un sacco di info utili (anche se lo spam attecchisce anche li' a volte, del resto dove c'e' possibilita' di fare soldi...)
Poi saro' cinico, ma per chi aderisce a 'ste baggianate, si tratta di selezione naturale :) Se le tengano!

Giulio GMDB© ha detto...

Facendo però la proporzione fra quanti parlano italiano nel mondo e quanti parlano inglese, risultiamo i più babbei e creduloni... :-(

Sara ha detto...

OT: a me funziona il copia/incolla nei commenti di questo blog.

Paola ha detto...

"Radio 101 mi ha segnalato poco fa una storia che sta girando in Rete: Facebook diverrebbe a pagamento dal 2010. Sarebbe bello, così si scremerebbero un po' di perditempo..."
ah sarebbe bello??? Oh ma un pò di vergogna non la provi? Il bello di Fb è proprio che possono parteciparvi tutti, indipendentemente dal reddito (più o meno, certo chi è disoccupato e non ha i soldi per comprarsi un computer purtroppo è escluso... ma sarebbe bello partecipasse, magari se ci fosse la possibilità come in altri paesi di avere Internet gratis sarebbe una cosa buona, insieme alla possibilità per più persone di accedere alla rete). Il bello è anche che ognuno ha la facoltà di scegliersi i propri amici, per cui nessuno ti obbliga ad avere amici perditempo o superficiali o meglio ancora cazzari. Per cui se al signor "attivissimo" non va di avere a che fare con la plebe può tranquillamente disiscriversi: non ne sentiremo la mancanza.

poldo ha detto...

Il gruppo «contro facebook a pagamento! Servono un milione di iscritti entro il 2010» in Italia esisteva ed è stato cancellato per via del fatto che, dopo l'ormai famigerato "lancio del Duomo di Milano", questo gruppo di quasi 400.000 persone divenne: a sostegno di:"Tu sai chi", per parafrasare Harry Potter ;),dopo di che cambio nome per tre volte e poi venne cancellato. R.I.P.

poldo ha detto...

Guardate questo come si diverte...Quasi quasi si apre un gruppo:"regaliamogli un elastico"
http://tinyurl.com/yadjntb

poldo ha detto...

Riscrivo, questa volta in modo serio per affermare con causa che il link del gruppo contro facebook a pagamento è uno dei gruppo a sostegno di "tu sai chi" che cambiava continuamente nome.Facebook ha una strana politica rispetto questi gruppi.Cancella tutti gli amministratori.
Piuttosto che cancellare i gruppi.

Robert ha detto...

io ho amici che come "Paola" si indignano al sentire che Facebook, Msn, Gmail, ecc.. dal "Prossimo Anno" saranno a pagamento... e quindi si iscrivono a millemila gruppi e iniziano a cercare di convincere chiunque ad iscriversi..
in genere io sono il cattivo che cerca di farli ragionare.. non riesco a capire la molla che fa scattare questa frenesia in persone apparentemente normali.. mah..

comunque, per Paola: forse non hai notato che Paolo faceva ironia sul fatto che comunque facebook non diventerà a pagamento e che il gruppo al quale probabilmente ti sei iscritta serve solo a raccogliere informazioni su di te e a inviarti pubblicità indesiderata.

detto questo, buon anno a tutti, ci rivediamo nel 2010 :)

Paolo Attivissimo ha detto...

Oh ma un pò di vergogna non la provi?

No. E la tua reazione indignata mi conferma che ho ragione a non averne.

Paola ha detto...

Uhu vedo che le critiche sono ben accette!
Per vostra informazione non mi sono iscritta a questo gruppo (Robert se riesci ad attaccarmi solo su quello e non nel merito di quello che ho scritto ti è andata male). La mia indignazione nasceva da quella frase poco felice, se adesso volete farla passare come "ironia", bè, stiamo messi non male, malissimo. L'ironia genera un sorriso, la tua frase "Facebook non diventa a pagamento. Sarebbe bello, così si scremerebbero tanti perditempo" non fa ridere. Se l'intento era quello, mi spiace, ma è miseramente fallito, non fa ridere, se invece non era quello (come io credo), sei un bel furbone

Mousse ha detto...

@Paola: non c'è una legge che impone che i Social Network siano gratuiti. Non c'è una legge che impone che MSN, Youtube o quello che ti pare, sia gratis.

Tutte queste cose sono fornite da società commerciali, ed è loro pieno diritto farli pagare se lo ritengono necessario.

Il fatto che "in internet sia tutto gratis" è una bellissima bufala: le connessioni forse non le paghi?

E, se permetti, la tua non è una critica, è un infantile capriccio contro chi non pensa sia vitale poter scrivere frasi inutili nella finestra degli aggiornamenti di stato.

Get a life.

Replicante Cattivo ha detto...

Beh, la frase di Paolo è giusta: nel momento in cui fai pagare un servizio:
- la gente che lo usa per cazzeggiare verrebbe tagliata fuori
- tale servizio (in linea teorica) dovrebbe migliorare

Ricordiamoci che Facebook (che è un social che ha tantissimi lati positivi) è nato con il fine X ma poi è stato travisato, anche se forse era qualcosa di prevedibile.
Ad esempio se io voglio usare FB per pubblicizzare le serate della mia band, ne traggo un vantaggio, ma devo accettare che un altro abbia creato il gruppo "per tutti quelli che si vestono di giallo", perchè anche lui sta travisando l'uso di FB esattamente come me.

Nel momento in cui dovessero ipoteticamente farlo pagare, Facebook ne guadagnerebbe in qualità: il tizio del gruppo di chi si veste di giallo abbandonerebbe FB...e io tornerei a farmi pubblicità su myspace. Oppure posso decidere di pagare e rimanere a farmi pubblicità, dopo che c'è stata un po' di pulizia di gruppi inutili.
E così chi vuole un FB non invaso dal cazzeggio sarà sicuramente felice di questo.

E chi invece vuole -e ha tutto il diritto di farlo- cazzeggiare, divertirsi e parlare con la gente? Beh, continuerà a farlo, come si è sempre fatto prima di FB.
Semplicemente lo si farà altrove.

Domenico_T ha detto...

Replicante,
Ad esempio se io voglio usare FB per pubblicizzare le serate della mia band, ne traggo un vantaggio, ma devo accettare che un altro abbia creato il gruppo "per tutti quelli che si vestono di giallo", perchè anche lui sta travisando l'uso di FB esattamente come me.

Il tuo non è travisare l'utilizzo di FB perché esso può essere utilizzato anche per la promozione musicale. E' possibile creare delle fan page ad hoc per i gruppi musicali specificando membri, genere ed etichetta.

E' un qualcosa che FB ti mette a disposizione quindi è contemplato nel suo utilizzo.

I gruppi dovrebbero accomunare persone che hanno un interesse o un carattere distintivo in comune come "studenti di ingegneria di Salerno" o una squadra di calcio locale.

I gruppi possono essere molto utili. Per dire io sono amministratore del gruppo Real Cascina, squadra in cui gioco, e la uso per comunicare aggiornamenti sul sito ufficiale o sulla squadra in generale.

Che poi un buon 80% dei gruppi siano vaccame puro, non ci piove, ed è corretto dire che il loro fine è stato travisato a causa dell'utenza.

Riguardo FB a pagamento non sono così sicuro che arginerebbe i perditempo che hanno insozzato questo social network visto ormai come la fogna di internet. Dipende anche dall'entità della cifra.

Paola ha detto...

Mousse non ho mai detto che Internet è gratis, soltanto che sarebbe bello se lo fosse, impariamo a leggere prima di commentare, grazie. Inoltre penso che ognuno possa scrivere sul proprio stato quello che meglio crede, se non ti piace nessuno ti obbliga ad averlo come amico a meno che tu sia uno di quelli a cui piace avere 1000 contatti.
Replicante cattivo (ti facevo più cattivo :) ) non è vero che divenendo Fb a pagamento la gente che lo usa per cazzeggiare verrebbe tagliata fuori, chi guadagna bene non avrebbe nessun problema a spendere anche 100 euro al mese per cazzeggiare, che problema ci sarebbe? Avremmo molti perditempo, sì però ricchi, se è questo che volete... di contro perderemmo molte persone meno abbienti che però portano un contributo costruttivo alla rete (tra di loro ci sarà anche qualche perditempo, certo, ma il gioco vale la candela?). Tra l'altro aggiungo che per evitare i perditempo (o chi fa pubblicità alla propria attività) basta non sceglierseli come amici, non credo ci voglia molto, anzichè lamentarsi che ci sono tanti fancazzisti. A mio modo di vedere Fb è utile per informarsi, per confrontarsi e anche, perchè, no, per cazzeggiare con gli amici, per farsi 4 risate, per cui basta selezionare gli amici, alla fine uno se li sceglie i contatti. Tu cerchi una cosa? Bene! Un'altra persona magari cerca altro (e per me deve restare liberissimo di farlo), bene uguale, si sceglierà altri amici

Mousse ha detto...

@Paola:Inoltre penso che ognuno possa scrivere sul proprio stato quello che meglio crede, se non ti piace nessuno ti obbliga ad averlo come amico

E' esattamente questo il punto.
Il fatto che si POSSA scrivere non significa che si DEBBA scrivere.

Io frequento la Rete dal 1996. In quell'epoca preistorica non c'era Facebook, MA la prima cosa che uno si chiedeva prima di spedire qualcosa in un newsgroup (che era quanto di più simile all'attuale FB) era: interesserà a qualcuno?

Ora questa domanda non se la pone più nessuno.

E poi chi frequenta FB dovrebbe capire, una buona volta, che i propri contatti non sono una cosa da condividere a caso invitandoli a gruppi che sono evidentemente delle bufale. Mi basta già lo spam che ricevo via mail, non voglio dovermi smazzare anche quello che mi mandano i miei "amici".

Io sono abbastanza fiducioso del fatto che, almeno in Italia, se FB diventasse a pagamento, ci sarebbe molto ma molto meno "rumore", molta meno informazione inutile che non fa altro che soffocare quella utile.

Paola ha detto...

Mousse, se qualcuno tra le tue amicizie fa spam o ti irrita o pubblica cose secondo te inutili fai come me: cancellalo. Non ci vuole tanto, basta andare sul profilo dell'amico e cliccare su "Rimuovi dagli amici". Io personalmente preferisco che ognuno sia libero di esprimersi (bene, male, cavoli suoi, poi sarà una MIA scelta se averlo tra gli amici o no), il tuo discorso sinceramente mi ha fatto inorridire

Vittorio ha detto...

Ora questa domanda non se la pone più nessuno.
E infatti la quantità di blog discarica è infinita e prossima al livello di saturazione.

Replicante Cattivo ha detto...

@ Paola
Replicante cattivo (ti facevo più cattivo :) )

Potrei stupirti >:=


non è vero che divenendo Fb a pagamento la gente che lo usa per cazzeggiare verrebbe tagliata fuori, chi guadagna bene non avrebbe nessun problema a spendere anche 100 euro al mese per cazzeggiare, che problema ci sarebbe? Avremmo molti perditempo, sì però ricchi, se è questo che volete...

Sì ma se io posso permettermi di spendere 100 euro al mese per postare vaccate e cazzeggiare, (senza sentirmi un cretino sapendo che c'è chi lo fa gratis su altri siti) devo anche considerare il fatto che non tutti sono come me e gran parte degli utenti se ne andranno.

Guarda Myspace: con l'avvento di FB sono ormai tantissimi i myspace abbandonati, oppure che sono stati cancellati; i messaggi in bacheca sono diminuiti esponenzialmente, così come le richieste di amicizia. E, se dio vuole, ho smesso di ricevere bulletin pubblicitari in posta.
Eppure Myspace è sempre gratis; ma come accade ad una festa, se la gente pian piano se ne va e si trasferisce altrove, tutti prima o poi iniziano a sentire un senso di desolazione e li seguono.

Tra l'altro aggiungo che per evitare i perditempo (o chi fa pubblicità alla propria attività) basta non sceglierseli come amici, non credo ci voglia molto, anzichè lamentarsi che ci sono tanti fancazzisti.

Sai com'è...nessuno è perfetto. A volte tra i perditempo e fancazzisti ci sono persone che nella vita reale sono nostri amici, che hanno i loro difetti come noi abbiamo i nostri. A volte non si vuole discutere con loro, altre volte si sa che su certi discorsi si finisce a litigare...e per un gruppo FB non mi pare il caso.
In effetti la cosa migliore è nascondere certe persone dagli aggiornamenti: loro non lo sapranno mai e non si ottiene la sindrome di "mi hai cancellato dagli amici di FB, allora non ti faccio più amico" che purtroppo sembra aver invaso la nostra società (ma che in fondo era la stessa cosa quando si cancellava un contatto da msn solo perchè inutilizzato o perchè invece era troppo invadente).

Poi comunque il mio discorso era: se mettessero FB a pagamento, quasi sicuramente migliorerebbe la qualità di Facebook. Di sicuro non eliminerà da internet il cazzeggio selvaggio.
Ma appunto è come quando si tenta di chiudere un servizio (p2p o ascolto musica in streaming) o metterlo a pagamento: QUEL servizio probabilmente migliora di qualità e viene scremato di molti utenti (alcuni utili, alcuni meno), ma di sicuro non risolve il problema di base.

Replicante Cattivo ha detto...

Potrei stupirti >:=

In realtà volevo postare la faccina >:) ma invece mi è uscito una specie di Cthulhu.

theDRaKKaR ha detto...

In realtà volevo postare la faccina >:) ma invece mi è uscito una specie di Cthulhu.

non ti crediamo

theDRaKKaR ha detto...

Io personalmente preferisco che ognuno sia libero di esprimersi (bene, male, cavoli suoi, poi sarà una MIA scelta se averlo tra gli amici o no), il tuo discorso sinceramente mi ha fatto inorridire

a me francamente fa inorridire chi su FB dice "Tartaglia sei un grande" oppure chi scrive "Per cui se al signor "attivissimo" non va di avere a che fare con la plebe può tranquillamente disiscriversi: non ne sentiremo la mancanza"

piuttosto Paola, perché per Paolo Attivissimo la "libertà di esprimersi" questa volta non è valsa?

John Wayne jr. ha detto...

Mumble mumble... sono indeciso se diventare fan di questo gruppo: ATTENZIONE! VIRUS pericoloso su FACEB00K! Proteggiti subito!

(c.t.):"Il virus prima si moltiplica, autoinviandosi a tutti i vostri contatti di facebook e delle e-mail, poi isola il PC disattivando modem e linea ADSL, e infine CANCELLA l'hard disk!
*** PERICOLOSISSIMO! ***"

PERLONE: "Diventa fan di questa pagina e sarai IMMUNIZZATO dal VIRUS!
Poi AVVISA tutti i tuoi amici per bloccare la diffusione del virus!"

Paolo, mi stupisco di te! Un blog serio come il tuo non mette in guardia da questo pericolosissimo virus, che riconosce i fan di un gruppo di Facebook e li risparmia (come una specie di sangue dell'agnello sulla porta)?

Paola ha detto...

x Replicante Cattivo
"Sai com'è...nessuno è perfetto. A volte tra i perditempo e fancazzisti ci sono persone che nella vita reale sono nostri amici, che hanno i loro difetti come noi abbiamo i nostri. A volte non si vuole discutere con loro, altre volte si sa che su certi discorsi si finisce a litigare...e per un gruppo FB non mi pare il caso.
In effetti la cosa migliore è nascondere certe persone dagli aggiornamenti: loro non lo sapranno mai e non si ottiene la sindrome di "mi hai cancellato dagli amici di FB, allora non ti faccio più amico" che purtroppo sembra aver invaso la nostra società (ma che in fondo era la stessa cosa quando si cancellava un contatto da msn solo perchè inutilizzato o perchè invece era troppo invadente)."

io di solito non le mando a dire per cui mi è capitato di litigare anche con persone che conosco veramente e figuravano tra i miei amici in Fb, sarebbe meglio dire conoscenti. Ecco, ognuno può scegliere se cancellarlo, oppure nasconderlo dagli aggiornamenti. Più bello di così! Io proprio il problema non lo vedo. Se su Fb o su altri siti ci sono persone che non mi vanno, non le frequento, nemmeno virtualmente. Di sicuro non faccio proposte "elitarie" per "eliminarle". In sostanza: cazzi loro, non mi toccano proprio.
Mi sembrano più nocivi i gonzi che si disinteressano della situazione del Paese, in particolare chi vota Pdl (per i quali stendo un velo pietoso). Ecco, questi nuocciono anche a me, a differenza di chi cazzeggia su Fb

"In realtà volevo postare la faccina >:) ma invece mi è uscito una specie di Cthulhu."

In effetti mi ero preoccupata :D

Paola ha detto...

TheDrakkar
"a me francamente fa inorridire chi su FB dice "Tartaglia sei un grande" "

pensa un pò, a me invece fa inorridire chi vota per un mafioso piduista pedofilo corruttore criminale impunito


"oppure chi scrive "Per cui se al signor "attivissimo" non va di avere a che fare con la plebe può tranquillamente disiscriversi: non ne sentiremo la mancanza""

Ma io non ho proposto la sua "eliminazione" virtuale da Fb, come invece ha fatto lui con gli utenti che non gli vanno a genio. Ho solo detto che se i contatti che ha non sono di suo gradimento può toglierli dagli amici o più facilmente disiscriversi. Non ci vedo niente di orrido in questo, il problema l'ha sollevato lui.


"piuttosto Paola, perché per Paolo Attivissimo la "libertà di esprimersi" questa volta non è valsa? "

E perchè non sarebbe valsa? Ha detto ciò che doveva dire, io gli ho consigliato un modo più semplice e meno d'èlite per risolvere il suo problema. O è vietato dissentire? Non ho letto tutti i commenti precedenti al mio ma vi prego non ditemi che sono stata l'unica!!! E vengo pure tacciata di non lasciare al Santissimo Attivissimo la libertà di esprimersi!
Sarà un caso ma io tra i miei contatti di Fb non ho gente che mi manda ogni momento spam o richieste di iscrizione a gruppi idioti. Sarà un caso

Mousse ha detto...

@Paola:

Mi sembrano più nocivi i gonzi che si disinteressano della situazione del Paese, in particolare chi vota Pdl (per i quali stendo un velo pietoso). Ecco, questi nuocciono anche a me, a differenza di chi cazzeggia su Fb

Tu invece mi pare che appartieni a quella categoria di persone privilegiate che riesce a fare qualcosa di utile passando la giornata su Facebook?

Mi spieghi adesso cosa c'entra l'orientamento politico delle persone con l'ingenuità dell'utente medio di Facebook che si iscrive a tutto?

Ops. Mi sono risposto da solo.

Spero che tu non sia convinta che cliccare "Entra nel gruppo" che tratta di qualche problema sociale su Facebook lo risolva... No perchè purtroppo la realtà è un tantino più complicata.

Concordo a questo punto, e al 100% con l'opinione di Paolo. Tra un anno Fb sarà come Second Life. Gratis e deserto.

Paola ha detto...

x Mousse
"Mi spieghi adesso cosa c'entra l'orientamento politico delle persone con l'ingenuità dell'utente medio di Facebook che si iscrive a tutto?"

Se non ci arrivi sei un vero elettore Pdl


"Spero che tu non sia convinta che cliccare "Entra nel gruppo" che tratta di qualche problema sociale su Facebook lo risolva... No perchè purtroppo la realtà è un tantino più complicata."

Ma va? Chi l'avrebbe mai detto!
Tra l'altro, cosa c'entra con la mia critica alle parole del Santissimo e alle mie argomentazioni? Ripeto ciò che ti ho detto prima: leggi ciò che uno scrive prima di rispondere. Grazie


"Concordo a questo punto, e al 100% con l'opinione di Paolo."

Già, guai a mettere in dubbio le parole del Santissimo! Ora pro nobis

Mousse ha detto...

@Paola: Brava! Cambia discorso, visto che non sai gestire un contraddittorio sull'argomento dell'articolo (ovvero quanto siano ingenui gli utonti di Facebook) la butti su un argomento che di solito attira molto.

Veramente brava. Sei la prima troll che incontro...

Uno dei tuoi prossimi post sarà tipo "ah allora basta non scriverò più in questo covo di fascisti", a cui farà seguito il classico "ho di meglio da fare che stare qui", seguito da "dimenticavo di scrivere che"

Tutto come da copione.

theDRaKKaR ha detto...

Se non ci arrivi sei un vero elettore Pdl

ma dai ahhahaa ma che vuol dire

theDRaKKaR ha detto...

a proposito prima che mi appioppi l'epiteto pure a me mi premunisco

"e forzaaaaa itaaaaliaaaaa papparara-rara"

Paola ha detto...

x Mousse
Perchè troll? Perchè non la penso come il 99% dei lettori di questo blog? Perchè dico che non sono d'accordo, circostanziando la mia opinione?
Complimenti...
i gonzi che credono ai gruppi di Fb ci sono (ah bè questo sì che è un argomento che attira molto, e su cui tutti sono ovviamente d'accordo...), come ci sono quelli che credono ai maghi e, i più gonzi di tutti, quelli che credono alle balle di Berlusconi e soci (ma anche alle balle dell'opposizione, opposizione si fa per dire).
Io ho commentato una frase che mi ha fatto schifo, contenuta nell'articolo, per cui non mi sembra di essere uscita dal seminato.
Comunque ti smentisco per l'ennesima volta, chiudo dicendo troll vai a dirlo a tua sorella, maleducato

theDRaKKaR ha detto...

ti rispondo io per mousse

sei una troll perché attacchi violentemente le persone, storpi i nomi, dai giudizi sommari e assolutistici, sei illogica e irragionevole, non intendi discutere ma imporre il tuo pensiero, pensi di detenere la verità

potrei proseguire per ore..

ti consiglio di leggere Il credo del fuffaro

sai, siamo un po' attrezzati e ci è bastato leggere "ma non ti vergogni" "santissimo" e "sei proprio un elettore del pdl" per capire che interlocutore sei

interlocutore per modo di dire ovviamente

almeno oggi che è il 31, esci e vai a divertirti e lascia in pace noi poveri adepti di Attivissimo, elettori del PdL e non so cosa altro...

Paola ha detto...

The Drakkar

Questa la mia frase:"Mi sembrano più nocivi i gonzi che si disinteressano della situazione del Paese, in particolare chi vota Pdl (per i quali stendo un velo pietoso). Ecco, questi nuocciono anche a me, a differenza di chi cazzeggia su Fb"

Il senso della mia frase era chiarissimo, a chi propone l'eliminazione virtuale dei gonzi su Fb (che non fanno male a nessuno, basta evitarli) ho paragonato i gonzi che davvero nuocciono nella vita reale, e per i quali il paladino Santissimo non si espone. Fammi sapere se hai bisogno dei disegnini

theDRaKKaR ha detto...

trollmeter starting analysis...

parsing...

1 detected
2 detected
3 detected

analysis terminated

listing..

item 1: "Il senso della mia frase era chiarissimo"
item 2: "paladino Santissimo"
item 3: "Fammi sapere se hai bisogno dei disegnini"

Estimated troll level = 98,66%

Andrea ha detto...

Paola

per favore basta voler tirare dentro a tutti i costi la politica in questa discussione. Questo è un articolo su FB e su una delle tante bufale che circolano al suo interno, fine.

Se vuoi fare delle critiche, falle in modo costruttivo senza voler a tutti i costi creare un flame (che finora è stato accuratamente evitato fortunatamente)

Paola ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Paola ha detto...

x The Drakkar

Attacco violentemente le persone?? Mah... se per te non essere d'accordo e non usare modi da educanda è attaccare violentemente...
Storpio i nomi? Attivissimo non è proprio un nome... inoltre non l'ho storpiato, l'ho cambiato in Santissimo perchè vedo che alcuni dei suoi fan lo beatificano, pure chi era partito giustificando la frase dicendo che era "ironia" poi ha fatto finta di niente.
Illogica e irragionevole? Ho circostanziato le mie critiche, portando degli argomenti. Che poi tu non sia in grado di controbattere ma solo di insultare è un altro conto.
L'unica frase un pò forte è stata il "ma non ti vergogni?", giustificata dal fatto che ritengo inaccettabile la proposta di mettere a pagamento uno strumento di condivisione e di confronto quale è Fb.
Elettore Pdl l'ho detto a Mousse, che è davvero un elettore Pdl, per cui non vedo il problema. Inoltre credo che sia in grado di rispondere da solo senza l'aiuto del papà (che viene in soccorso di Mousse ma non si sogna di rispondere al post che gli avevo lasciato prima e che conteneva varie argomentazioni, lo so, è più facile offendere)

Paola ha detto...

x Andrea: ok non parlo più di politica, ma il riferimento ci stava, secondo me.

x The Drakkar: come sei simpatico, e, soprattutto, quanti argomenti...

Anonimo ha detto...

Io vorrei sottolineare per benino la frase che ha scatenato le ire di Paola la storpiatrice di nomi (Attivissimo non é un nome, dice lei: ma sì, le daremo il Nobel per l'anagrafe...). Eccola:

Facebook diverrebbe a pagamento dal 2010. Sarebbe bello, così si scremerebbero un po' di perditempo, ma è una bufala...

Probabilmente non si tratta nemmeno di una battuta, è un'affermazione fra il serio e il faceto che è già dimenticata nella frase successiva.
Le reazioni spropositate come quella di Paola mi fanno pensare che per molti ormai la propria vita inizia, si svolge e finisce su siti come Facebook e simili. Di quello che si potrebbe fare fuori, o durante, o accanto ad essi, non hanno nemmeno contezza: "Dio mi ha dato facebook, guai a chi me lo tocca".

Capirei, pur senza condividere, se Paolo Attivissimo avesse espresso la volontà di farlo pagare a partire dal 2010 e avesse un reale potere di influenzare le scelte da parte dei proprietari. Ma qui si tratta solo di un auspicio, scritto all'interno di un articolo che dovrebbe risultare tranquillizzante.

Che brutto quando i nemici non ci sono, e bisogna inventarseli...

Andrea ha detto...

E aggiungo io: quella battuta di Attivissimo (che non è un nome... è il cognome infatti ;-)) è pensata per dire "magari ci liberiamo degli utonti di facebook che fanno circolare questa e mille altre idiozie e bufale", non per indicare la speranza che qualcuno ci limitasse nelle nostre libertà di espressione.

Inoltre sappiamo tutti che mettere fb a pagamento non risolverebbe il problema utonti: la storia ci insegna che appena un programma/sito diventa a pagamento, ne nascono altri 3 o 4 uguali (o a volte migliori) e gratuiti. Attivissimo questo lo sa bene, per questo si è lasciato andare in una battuta che Paola non ha colto come tale.

Andrea ha detto...

Ah e perché questo accanimento contro gli utonti? Perché sono i primi a piangere quando poi qualcuno gli ruba l'accout di qualche servizio o, peggio ancora, i dati delle carte di credito: se usassero un minimo di cervello prima di fidarsi ciecamente di qualche link sconosciuto, questo non accadrebbe!

Paola ha detto...

Andrea però mettetevi d'accordo, era una battuta o un auspicio (come sostengono Mousse e Replicante Cattivo)? Forse Attivissimo non è stato chiaro e, se io non ho colto la battuta, sono in buona compagnia... si può dire almeno questo senza urtare la sensibilità dei fans? ;) Perchè se era una battuta, visti i tempi che corrono, era di cattivo gusto.

F7428476: mi fa piacere confrontarmi con chi non la pensa come me, anche in modo acceso, però sempre educato, come ad esempio con Andrea e Replicante Cattivo. Se riesci a rapportarti solo insultandomi (dicendomi che sono una sfigata che passa la sua vita su Fb) invece ti prego di non rivolgerti più a me, visto che, per fortuna, non mi conosci. Grazie

Anonimo ha detto...

Per Paola

La frase è lì e la puoi (ri)leggere nella sua interezza: se fosse una battuta, un auspicio, un auspicio fra il serio e il faceto, ha ben poca importanza: Paolo con questo articolo non ha chiesto a nessuno se si vergogna per quello che fa o scrive, né ha accusato nessuno di essere pedofilo e piduista, a differenza di te.

Se riesci a rapportarti solo insultandomi (dicendomi che sono una sfigata che passa la sua vita su Fb)...
Qui la parola sfigata l'hai tirata fuori tu, non io, e credo non a caso: conosci il modo di dire "avere la coda di paglia"?

Andrea ha detto...

@Paola

Andrea però mettetevi d'accordo, era una battuta o un auspicio (come sostengono Mousse e Replicante Cattivo)? Forse Attivissimo non è stato chiaro

Io l'ho intesa come battuta e penso sia da prendere così visto che:

1) Attivissimo non ha mai amato fb per via delle rogne con la privacy (o comunque per suoi motivi personali), quindi non penso proprio che inizierebbe a utilizzarlo se diventasse a pagamento

2)Mousse e Replicante utilizzano fb ma non sono certo dei fanboy di questo socialnetwork: se diventasse a pagamento sarebbero probabilmente i primi a migrare su un altro sito simile.

3)ti ho già spiegato il riferimento agli utonti

Quindi io l'ho presa come una battuta visto che Attivissimo e noi, oltretutto, non abbiamo "un gran peso" all'interno del cda di fb, e non come un attacco alla libertà di ognuno di noi. ^___^

E ricordati sempre che "morto un social se ne fa un altro": se facebook diventasse a pagamento (e sarebbe equivalente a un suicidio) tutti migrerebbero verso un nuovo socialnetwork (un pò com'è avvenuto per MySpace).

Ora vado che ormai si festeggia, buon anno a tutti.

Mousse ha detto...

@Paola: il fatto che qualcuno si sia sentito di rispondere "al posto mio" dovrebbe farti riflettere sul fatto che le tue affermazioni fossero quantomeno opinabili.

Peraltro, io ero a divertirmi ;) per quanto anche risponderti lo sia, non mi sembrava il caso di finire l'anno davanti al mio pc a commentare blog.


Buon anno nuovo a tutti!

franco ha detto...

come purtroppo ? :-D

John Wayne jr. ha detto...

Beh, certo, con la storia della crisi, sarebbe un vero problema se ai disoccupati, ai precari e ai cassintegrati venisse tolto anche l'accesso a Facebook, e non bisognerebbe permettersi di fare certe affermazioni.

musson ha detto...

strano ma vero tutti a commentare l'idiozia degli inesperti che ci cascano e nessuno che si sia preso la briga di mettere in guardia su dove portano i link nascosti sotto il form di iscrizione di questo gruppo (prego smentitemi dicendomi che ho sbagliato, sarei molto contento):
Non solo spam a mio modo di vedere ma raccolta di dati anche per iscrivere i polli qui(da sorgente pagina rendendolo innocuo)
a href="http://TWR-Power-System.net/iscrizione....php">Iscrizione al servizio</a.
Sono andato a vedermi la pagina che riporta al gruppo italiano
http://twr-power-system.com/italiano/
una di quelle "stupende" organizzazioni piramidali tutti "bravi, felici e ricchi". Cito dalla pagina:
"Tra le migliaia di offerte sparse per il
web, abbiamo trovato una società che offre tutto ciò che serve per
assicurarsi un ottimo stipendio mensile, lavorando su Internet:..."il tutto condito da "questo perche' la societa ha deciso di non investire in pubblicita'" e "quante volte hai parlato bene agli amici..". Insomma vecchio copione con disegnini a piramide se x guadagna Y ecc.
Non vi nascondo il balletto di bandiere su firefox relativo ai server che cambiavano in continuazione e gran finale.........
La possibilita' di pagare questo meraviglioso pacchetto cliccando su immagine che rimanda a http://alertpaysigup.tk e ripeto .tk

theDRaKKaR ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
theDRaKKaR ha detto...

@musson

veramente il fatto che ci siano, dietro questi gruppi idioti, spammer di sistemi piramidali era già stato reso noto.. guarda per esempio il commento di Sauro e di Markogts, i primi due in questa sola pagina...

musson ha detto...

chiedo scusa il finale era
alertpaysignup naturalmente ma a mio avviso conta molto quel .tk

musson ha detto...

ancora io a disturbare:
@theDRaKKaR grazie, non avevo letto con la giusta attenzione
@Markogts e Sauro: chiedo scusa vale quanto sopra sull'attenzione

Mi sembrava in generale che i commenti si stessero spostando e politicizzando un poco troppo
perdendo di vista il fatto

Mousse ha detto...

@musson: i link a fondo pagina altro non sono che backlink a dei siti che linkano questo. In pratica se io metto un link a questo blog sul mio, apparirà lì.

Il backlink spam, come il comment spam è un problema piuttosto comune online ed è anche piuttosto fastidioso. Per il comment spam ci sono numerose soluzioni, per l'altro (almeno su blogger, AFAIK) o lo si disattiva o si cancellano i backlink a mano..

L'estensione .tk non implica che si tratti di imbrogli o truffe eh...

musson ha detto...

@Mousse
certo che no: ma se il tuo sito di terza generazione si e' trasformato in .tk posso anche venire a trovarti ma un operazione bancaria su un .tk io non la farei mai

Mousse ha detto...

Onestamente, non vedo dove stia il problema in un sito con TLD .tk. Il fatto che lo si usi spesso per i redirect non implica che sia usato da siti malevoli.

http://it.wikipedia.org/wiki/.tk

Quanti messaggi di phishing puntano a siti con estensione .com ? Moltissimi, non per questo si dice "non fidatevi dei .com".

Poi "fidarsi è bene, non fidarsi è meglio".

Argonauta ha detto...

Secondo me il profilo [UFFICIALE ] FACEBOOK A PAGAMENTO DAL 1 MAGGIO 2010! ECCO COME EVITARLO!!!
è pure in cerca di polli a cui rubare l'identità o dei soldi.