skip to main | skip to sidebar
558 commenti (ultimi)

Faccia a faccia con uno sciachimista / 1

A tu per tu con chi crede alle "scie chimiche" (prima parte)


L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale. Gli eventi dell'incontro descritti sono reali e sono avvenuti il 28 febbraio 2009 a Barbengo, vicino a Lugano. Questo non è un racconto di fantasia.

Ieri pomeriggio ho intervistato un sostenitore della teoria della cospirazione delle "scie chimiche", noto in Rete come Vibravito, per conoscere di prima mano psicologia, idee e comportamenti di un credente in un complotto. Avevo già avuto esperienze dirette con i complottisti dell'11 settembre e con quelli lunari: mi mancava uno sciachimista. La mia curiosità, infatti, era vedere se risultava confermato o meno un modello generale del pensiero cospirazionista che progressivamente si sta delineando.

Vorrei dare un resoconto dettagliato, ma la cosa potrebbe richiedere un po' di tempo. Aggiornerò quindi progressivamente questo articolo.


Preliminari


Riassumo l'antefatto per chi non avesse seguito l'intera vicenda che ha portato all'incontro e che si svolge nell'arco degli oltre 700 commenti a questo mio articolo precedente sulle presunte "scie chimiche".

Lo sciachimista, Vibravito, mi accusa di essere uno dei "cospiratori infami (o insulsi disinformatori prezzolati)", di avere un "conto numerato in una banca di Lugano" sul quale gli organizzatori delle irrorazioni fatte con le scie chimiche depositerebbero "laute somme di denaro", e altre espressioni colorite.

Visto che mi interessa conoscere di persona uno sciachimista in un contesto privato, ossia al di fuori delle situazioni pubbliche come le conferenze, nelle quali non c'è tempo di sedersi a tu per tu e discutere, lo invito a venire da me a ripetermi in faccia queste ed altre accuse che configurano i reati di diffamazione o ingiuria (articoli 594 e 595 del Codice Penale italiano).

Vibravito accetta l'invito e propone luogo, data e ora. Dato che teme che io raduni "compagnia e supporto", la trattativa avviene via mail privata. Io accetto subito luogo, ora e data proposti da Vibravito; non accetto, invece, quando lui chiede di cambiarli due giorni prima dell'incontro. Ho già pianificato il weekend con la mia famiglia, sono venuto incontro alla proposta di Vibravito senza esitazioni, ma c'è un limite a quanto sono disposto a farmi scombussolare il fine settimana mio e dei miei cari.

Concordiamo che per reciproca garanzia l'incontro verrà registrato da entrambi: Vibravito chiede solo audio, niente video.

Il luogo dell'incontro è l'Osteria degli Amici a Barbengo, a poca distanza da casa mia, sabato 28 febbraio alle 17. Gli avventori del locale che dovessero leggere queste pagine possono ora capire chi erano i due individui che discutevano in modo così strano al tavolino all'aperto.

Vibravito arriva puntuale alle 17 e inizia la discussione. Posso dare subito atto a Vibravito di aver ripetuto le sue accuse di fronte a me e di averne anche aggiunte altre. Ma questo non è importante, perché non era questo lo scopo fondamentale dell'incontro. Non so quale fosse per Vibravito, ma per me era intervistare uno sciachimista. E in questo senso è stata un'intervista estremamente illuminante.


Il meteorologo morituro


Vibravito fa partire il proprio registratore (usa la sua fotocamera digitale come registratore, puntandola verso la strada, non verso di noi) e io il mio. Ha portato anche un orologio radiocontrollato per certificare l'ora (si vede che per lui è importante). Legge da appunti scritti a mano le parole di accusa nei miei confronti "disinformatore prezzolato" e gli chiedo di chiarire cosa significa. "Prezzolato è che... qualcosa ti danno". Si affretta a dire che questa è una sua "opinione". Gli chiedo se ne ha delle prove. Risponde di no.

Chiaramente Vibravito non ha ben chiaro il concetto che una "opinione" ingiuriosa espressa in pubblico è comunque ingiuria o diffamazione. Io non posso andare in giro a dire "Il signor Rossi è cornuto" o "Il signor Bianchi prende soldi sottobanco" e difendermi dicendo che è una mia "opinione".

Vibravito obietta che lui è stato insultato per primo definendolo (a suo dire) "contaballe", "falsificatore", "maleducato". Gli rispondo che c'è una differenza fondamentale fra l'insulto, che è un'accusa infondata che si rivolge a una persona in assenza di prove, come lui ha appena fatto e confermato, e quello che viene detto di lui: non sono insulti, sono constatazioni, basate sui suoi comportamenti. La sua maleducazione di interrompere continuamente, sia durante la conferenza di Novi Ligure sia durante l'intervista sia durante le conferenze sulla meteorologia alle quali partecipa (come questa in cui molesta Luca Mercalli), è documentata. Il suo riferire le storielle di Straker è raccontar balle.

Quali sono le prove dell'esistenza delle scie chimiche? "Basta osservare quello che c'è in cielo", dice Vibravito. Quando gli chiedo come mai, allora, i meteorologi di tutto il mondo danno torto a chi crede a questa teoria, lui afferma che non è vero, che c'è qualche meteorologo che fa "voce fuori dal coro". Chi? "Quello tedesco", dice, ma non se ne ricorda il nome. A suo dire, questo meteorologo avrebbe parlato pubblicamente di nubi create da aerei militari.

Secondo i commenti qui sotto, si tratta probabilmente di Karsten Brandt e l'episodio è quello mostrato in questo video, oppure si tratta di Gunther Tiersch; in entrambi i casi, la traduzione italiana è stata manipolata per farlo parlare di scie chimiche; basta chiedere a un madrelingua tedesco.

Gli rispondo che la traduzione corretta di quello che ha detto il meteorologo ha semmai a che fare con il chaff rilasciato durante un'esercitazione: attività comunissima, come si vede nell'immagine qui accanto, presente su Wikipedia alla voce Radar jamming e prodotta dall'Istituto Meteorologico Olandese, nella quale la mezzaluna che si estende sopra l'Olanda è proprio frutto di una di queste esercitazioni. In entrambi i video, quello di Brandt e quello di Tiersch, infatti, si parla di Düppel, che è il termine usato in tedesco per indicare il chaff; basta guardare in Wikipedia.

Vibravito non ha mai sentito parlare di chaff e non sa cosa sia. Glielo spiego pazientemente. È totalmente incredulo: le sue espressioni sono eloquentissime. È un chiaro esempio di come i sostenitori della teoria sciachimista arrivano a conclusioni grossolanamente errate perché non conoscono la materia di cui parlano con tanta apparente certezza.

È chiaro che i ragionamenti anche solo vagamente tecnici non possono dare grandi risultati, perché per quel che ne sa Vibravito potrei essermi inventato il termine chaff sui due piedi. Esploro un altro approccio, quello logico. Se questo meteorologo è andato in televisione a dire che le scie chimiche supersegretissime esistono, come mai è ancora vivo? Vibravito sostiene che "chi sta provando a parlare viene – anche dal tuo staff, diciamo – bombardato psicologicamente". Io avrei, dunque, uno "staff". Alla mia obiezione all'uso di questo termine, corregge il tiro: "collaboratori". Cambia poco: nella sua visione del mondo, io avrei ai miei comandi un esercito di agenti pronti a fare bombardamento psicologico agli sciachimisti. Su questa questione si agita e interrompe ripetutamente.

Vibravito: "C'è gente che osserva e che nota cose strane."

Io: "Sì, ma sono strane perché non conosce la materia."

Vibravito: "No, no, questo discorso del non conoscere la materia è relativo."

Emerge insomma ancora una volta la pretesa di cogliere la verità per intuizione, senza dover essere preparati sulla materia. Anzi, essere preparati è pericoloso: è sintomo di lavaggio del cervello e di collusione con il nemico. Un modo di pensare comune a tante credenze parapsicologiche, nelle quali chi ha studiato fa parte della "scienza ufficiale", è legato mani e piedi dal "sistema" e quindi è inaffidabile. Solo i dilettanti hanno la purezza necessaria per cogliere la Verità.

Vibravito sostiene poi che il meteorologo canterino non viene fatto fuori perché la cosa desterebbe troppe attenzioni. Io gli obietto che però un incidente d'auto passerebbe inosservato, e lui risponde "Ah, staremo a vedere, è passato solo un mese..." Il povero meteorologo tedesco starà facendo gesti scaramantici a iosa. "Magari se farà altre dichiarazioni... al momento gli avranno detto 'stai calmo'... se poi continua a esporsi può darsi che ne paga le conseguenze".

Nella sua visione del mondo, quindi, la cospirazione delle scie chimiche si spinge anche a minacciare prima, e a uccidere poi, chi osa parlare pubblicamente dell'argomento. Ma quando gli chiedo allora come mai, secondo lui, sono ancora vivi altri personaggi che ne parlano pubblicamente in TV oltre che su Internet, come "Straker" (Rosario Marcianò), la sua giustificazione è che "hanno raggiunto una buona visibilità". Marcianò non viene eliminato, insomma, perché è ormai troppo famoso. Mentre il meteorologo tedesco che è in TV ogni sera non se lo fila nessuno e quindi è liquidabile senza problemi.

Questa è la logica del cospirazionismo: una forma di bispensiero orwelliano, ossia la capacità di sostenere contemporaneamente due idee che si negano a vicenda senza accorgersi, né tanto meno curarsi, della contraddizione insanabile.


I libri riscritti


Il secondo quarto d'ora dell'intervista inizia con Vibravito che si irrita non poco perché io accenno al fatto che se esistesse questa supercospirazione onnipotente, sarebbe un gioco da ragazzi far sparire Straker e il suo blog. Lui obietta che resterebbero comunque i ricordi delle persone, e io faccio notare che i ricordi spesso sono confusi. "Ah! Ecco! I ricordi confusi che piacciono a te, come quelli delle scie chimiche! Bello questo modo... questo modo di parlare! Mi piace questo 'ricordi confusi'. Ovviamente noi sciachimisti abbiamo tutti i ricordi confusi" (purtroppo la trascrizione non rende efficacemente il tono della voce).

Gli ricordo che lui stesso ha fornito un ottimo esempio di ricordi confusi. Il libro Clouds of the World, datato 1972, che il chimico Simone Angioni gli aveva mostrato alla conferenza di Novi Ligure, documenta chiaramente, e anche fotograficamente, l'esistenza di scie di condensazione persistenti ben prima degli anni Novanta, come si può vedere qui sotto in questo video fornitomi da Angioni.


Il video non ha una traccia audio per ridurne le dimensioni.
L'audio originale non conteneva nulla di significativo.


Ricordo a Vibravito che lui e altri sciachimisti hanno affermato che queste scie persistenti non esistevano prima di quell'epoca. Il libro documenta che hanno torto e che quindi evidentemente i loro ricordi sono confusi.

"Il libro è stato manipolato" si giustifica Vibravito, aggiungendo di averlo "dimostrato" nel suo blog.

Dunque io, secondo Vibravito, farei parte di una megacospirazione così sofisticata da poter addirittura stanare tutte le copie di un libro esistenti in giro per il mondo e falsificarle sistematicamente, ma nel contempo così cialtrona da sbagliare il codice ISBN del libro e lasciare vistosi segni dell'alterazione. Siamo quindi in piena Sindrome del Cospiratore Pasticcione: la credenza autocontraddittoria che i cospiratori siano al tempo stesso abilissimi, potentissimi, sofisticatissimi ed incredibilmente dilettanteschi nelle loro manipolazioni.

Siamo di fronte ai classici meccanismi di difesa della visione paranoica: quando emerge un fatto che mette a repentaglio l'integrità della visione, invece di porsi il dubbio di essersi sbagliati si inventa un'ulteriore cospirazione che isoli e neutralizzi il fatto pericoloso. E in questo modo la cospirazione, e il numero degli organizzatori e persecutori, aumenta sempre più, a dismisura.

Tanto per dare un'idea di quanto Vibravito debba ritenere vasta la macchinazione, grazie al lettore Justfrank segnalo anche un altro libro, Come osservare il Cielo, di Colin A. Ronan, Storm Dunlop e Brian Jones, edito dall'Istituto Geografico De Agostini nel 1987 come traduzione del testo inglese The Skywatcher's Handbook del 1985. Anche questo libro parla già di scie persistenti. Falsificato anche questo?


Pagine 88-89 di Come osservare il cielo (1987). La didascalia recita inequivocabilmente:
"Sopra, le scie di vapore segnano spesso il passaggio di un jet. La persistenza delle scie indica che probabilmente è in arrivo una depressione."

A questo punto chiedo a Vibravito: "Fammi capire: tu sei venuto qua [Vibravito interrompe] sei venuto qua a parlare con una persona che ritieni essere un 'disinformatore prezzolato', che fa parte di un'organizzazione che è in grado di sostituire [Vibravito interrompe di nuovo] - aspetta, fammi finire – che è in grado di sostituire libri in tutte le biblioteche del mondo e in grado di far volare aeroplani invisibili, avere alle sue dipendenze migliaia di cospiratori omertosi [Vibravito interrompe ancora] - no, aspetta, aspetta, questa è la premessa – e tu vieni qua, come dire, in bocca al leone? Non ti sembra di correre un rischio?"

"Correrò questo rischio. Qual è il problema?" risponde Vibravito. Ancora una volta, un atteggiamento duale: Vibravito pensa che io sia parte di una megacospirazione assassina, ma non si pone il dubbio che i miei agenti possano, per esempio, averlo attirato in una trappola per avvelenargli l'acqua minerale o mettergli una microspia nell'auto (sono solo esempi ipotetici, sia chiaro).

A questo punto la conversazione passa all'idea-perno di Vibravito: quella che si vede in cielo, dice, "non è condensa; semplice condensa non è". Tutto il resto viene dopo. Gli chiedo come fa a sapere che non è condensa: "Basta osservarla".

P: "Sei un esperto di condensa?"

V: [pausa mentre cerca le parole] "Cosa vuol dire 'esperto di condensa'? Ci sono gli esperti di condensa?"

P: "Un chimico, per esempio, è una persona esperta nel comportamento dei materiali quando condensano..."

V: "Se questo chimico non è in buona fede, io non è che mi fidi tanto di quel che dice..."

P: "OK. Tutti i chimici del mondo, pensi che siano in malafede?"

V: "Non tutti i chimici del mondo sono stati interpellati... tutti quelli che sono stati interpellati sono stati messi bene in evidenza, no?"

P: "Ne conosci qualcuno che sostiene la tesi che quella non è condensa?"

V: "Ci sono stati. Eh, Fenu, ingegneri aeronautici, ci sono stati, poi stranamente hanno taciuto."

P: "Un ingegnere aeronautico non è un chimico." [Fenu, come notato nei commenti qui sotto, è nome ricorrente nelle citazioni degli sciachimisti, ma non si sa bene chi sia: l'unico ingegnere con questo nome di cui si abbia traccia documentata non di parte è un ingegnere civile edile, e non risultano altri Luigi Fenu ingegneri aeronautici o aerospaziali].

V: "Meteorologi?"

P: "Ne conosci qualcuno?"

V: "Allora, questo discorso qui su chi... i dottori che dicono... a me non m'importa chi ha le competenze per dire cosa. A me importa quello che vedo io. Io so benissimo che quelle strisce nel cielo non sono condensa. Adesso ci sono le spiegazioni che mi sono state date da quelli del Cicap non mi hanno convinto, quindi io non credo che quella è semplice condensa. Quando darete delle spiegazioni plausibili e reali allora magari comincerò... però fino ad adesso le spiegazioni che sono state date sono zero assoluto. Ci sono molte contraddizioni in quello che affermano".

Vibravito, quindi, non si fida degli esperti e ritiene di essere lui sufficientemente esperto da saper distinguere a occhio nudo una scia di condensazione da una scia chimica. È autorità di se stesso.

"Ma... dato che appunto non sei un esperto..." inizio io, ma Vibravito, visibilmente agitato, interrompe ancora una volta: "Allora questo discorso dell'esperto, per piacere, basta! Perché siamo tutti ignoranti, voi del Cicap siete gli unici intelligenti. Però c'è tanta gente che osserva..." Di nuovo, insomma, un concetto centrale dei cospirazionismi: non servono gli esperti, basta la saggezza del popolo, che è suprema.


Intermezzo: Vibravito si autoelimina dal Web


Non ho ancora terminato questo resoconto dell'intervista, e già è arrivata la reazione sorprendente di Vibravito: dice che si autocancellerà dalla Rete. Potete trovare il suo annuncio ancora per qualche giorno qui nel suo blog; resterà archiviato qui.

Vibravito è convinto che io gli abbia teso un "tranello" e che la "mente lucida e cinica del re dei debunkers ha saputo ordire una provocazione coi fiocchi". Dice: "A distanza di qualche giorno, a mente fredda, devo ammettere che sono stato un vero pollo." Francamente non capisco perché: è stata un'occasione di confronto. Io ho conosciuto meglio la sua visione del mondo, lui ha conosciuto meglio la mia. Non c'era nessun tranello: ha avuto l'occasione di ripetermi in faccia le sue accuse e in più, visto che ormai la strada fino a Lugano l'aveva fatta, l'occasione di farmi domande anche personali, alle quali ho risposto (dettagli in seguito).

Ma la cosa più significativa è la sua decisione di autosospendersi: "A causa di quanto esposto prima, ho deciso di abbandonare questo tipo di blog-avventura. Il presente sarà il mio ultimo articolo" dice, e aggiunge più avanti: "giovedì 5 marzo cancellerò il presente e tutti i vecchi articoli tranne quello intitolato: Scie Chimiche: ne hanno parlato, [...] Anche i video presenti nel mio canale YouTube saranno cancellati alla stessa data." Specifica anche che non dà il proprio consenso alla pubblicazione della registrazione audio dell'incontro, fatta con il consenso mio e suo. Pertanto non chiedetemela: non verrà pubblicata.

Vibravito sottolinea anche che non si autocensura sotto minaccia di "ripercussioni penali" da parte di "chi ben immaginate", ma di propria sponte. Non manca la reazione di Straker, come qui:

Il punto cruciale è uno solo: dall'altra parte non ci sono essere umani civili con cui è possibile scambiare opinioni, ma vermi venduti e foraggiati da frange occulte dello Stato. Sulla base di questo presupposto è chiaro che qualsiasi confronto è non solo impossibile, ma da evitare. Qualcuno ha voglia di interloquire con un micchio [sic] di tafani?

È abbastanza chiaro, da queste melliflue parole, che le (peraltro sensate) proposte di mediazione fatte da Vibravito durante il nostro incontro, per arrivare a un mio faccia a faccia con Straker nel quale avrei visto dimostrare l'esistenza del mitico telemetro acchiappa-aerei, sono inutili. Vibravito non era convinto di quello che gli ho detto nell'incontro, ossia che era Straker a non voler vedere nessun debunker o scettico e che quindi qualunque viaggio a Sanremo per vederlo sarebbe stato inutile. Ora ne ha la conferma direttamente da Straker.

Dal suo tono, Straker sembra convinto che io abbia soggiogato psichicamente Vibravito con la sola imposizione dei miei impianti bioplasmatici in un'oretta al bar, e che dopo quest'episodio abbia addirittura il terrore d'incontrarmi ("da evitare") perché sono foraggiato "da frange occulte dello Stato". La paranoia è proprio una brutta compagna di vita. Manco riesco a farmi ridare le ritenute d'acconto dal Fisco, figuriamoci se da quelle parti arriva addirittura foraggio.

Il resoconto dell'incontro prosegue nella seconda parte.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati manualmente da un moderatore a sua discrezione: è scomodo, ma è necessario per mantenere la qualità dei commenti e tenere a bada scocciatori, spammer, troll e stupidi.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui e/o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (558)
Mi da a seconda del programma: "Audio format undf not known"
o "Missing/unknown audio format".
Beh, dire che le contrails sono cominciate ad apparire negli anni 90 è veramente un assurdo. O tutti gli siachimisti hanno meno di 20 anni. Io che ne ho trentacinque mi ricordo perfettamente di vederle fin da quando ero piccolo ed anche di aver chiesto ai miei genitori che cosa fossero.

Beh si, potrebbero essere ricordi artificiali (alla Blade Runner) e tutti noi potremmo vivere dentro Matrix, o tutto il mondo potrebbe essere un set, una finzione per far credere a ciascuno di noi che la vita sia in un modo e invece c'e' la guerra contro le colonie lunari (P.K. Dick).

Gli sciachimisti dovrebbero spendere le proprie energie per problemi veri, tipo i continui superamenti delle soglie degli inquinanti in città...
Il libro mostrato nel filmato è chiaramente un tarocco, stampato alla bisogna dalla tipografia del NWO. Lo si evince da due particolari:
1) è in condizioni perfette, cosa impossibile per un libro con trent'anni sul groppone. La ristampa si è resa necessaria dopo il puntuale lavoro investigativo di vibracoso che ha portato allo sbufalamento delle copie in circolazione;
2) il filmato è stranamente privo di audio. Perché? Evidentemente per occultare qualche dettaglio compromettente.

Nice try.
@ Prez:
"il filmato è stranamente privo di audio. Perché? Evidentemente per occultare qualche dettaglio compromettente."

Guarda che il filmato di "vibracoso" ( così come lo chiami tu ) si trova qui. ( in poche parole nel suo Canale YouTube )
Quello che Attivissimo ha messo in questo nuovo articolo, è, da come potrai leggere in basso al filmato, "Courtesy of Simone Angioni"".
Quindi, se non c'è l'audio, prenditela con uno di questi due.

Ciao!
Quello che Attivissimo ha messo in questo nuovo articolo, è, da come potrai leggere in basso al filmato, "Courtesy of Simone Angioni"".
Quindi, se non c'è l'audio, prenditela con uno di questi due.


Luka78, nel tuo fervore sciachimista non hai letto con attenzione quanto ho scritto. Stavo giustappunto mettendo in evidenza il clamoroso falso (l'ennesimo) perpetrato ai danni della verità da Cattivissimo e i suoi sodali.
Rileggi, cribbio.
@ Prez:
"Luka78, nel tuo fervore sciachimista non hai letto con attenzione quanto ho scritto. Stavo giustappunto mettendo in evidenza il clamoroso falso (l'ennesimo) perpetrato ai danni della verità da Cattivissimo e i suoi sodali.
Rileggi, cribbio.
"

Prez, non ti riggirare la frittata.
E "sciachimista" dillo a qualcun'altro.
Grazie e ciao.
Prez, non ti riggirare la frittata.

Luka78, non rigiro un bel niente.
Fammi una cortesia, rileggi solo la frase di apertura che ho scritto nel primo post:

"Il libro mostrato nel filmato è chiaramente un tarocco, stampato alla bisogna dalla tipografia del NWO"

Il filmato visibile sul blog è quello prodotto da Cattivissimo con l'ausilio del complice Angioni, e di quello stavo parlando. Perciò rigetto le tue accuse strumentali e ti invito a venirmele a ripetere in faccia, se hai coraggio.

Ricribbio.
"Il filmato visibile sul blog è quello prodotto da Cattivissimo con l'ausilio del complice Angioni, e di quello stavo parlando. Perciò rigetto le tue accuse strumentali e ti invito a venirmele a ripetere in faccia, se hai coraggio."

Prez, stai buono e non fare l'arrogante. Tu davi per scontata la cosa? bene, si vede che avrò capito male. Ma la "cosa" non era, e rimane ( per me ) poco chiara.
Poi, se vuoi fare il violento, fallo. Io non ti sto sfidando a darci le botte. E stanne certo che non mi spaventi.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Luka78, vale per te quel che valeva per VibraVito: non sei in mezzo a un complotto pieno di gente dei servizi segreti (altrimenti saresti un fesso a non avere paura), e Prez ti sta (con grande successo) prendendo per il naso.

"Repent what's past, avoid what is to come" (W.S.)

Parafrasando: evita il ridicolo.
Prez, Luka,

datevi una regolata. Se volete litigare, andare a farlo da un'altra parte. Grazie.
No, Paolo! Hai aperto un altro post! Ora tutti commenteranno qui! E quello che possiamo ormai definire il VibraPost non riuscirà a battere il megarecord dei 1000 commenti! Ma spero di rifarmi la bocca con un nuovo VibraPost2 prossimo venturo in cui ci racconterai tutti i particolari più scottanti dello "Showdown in Lugano"!
<< Il libro mostrato nel filmato è chiaramente un tarocco, stampato alla bisogna dalla tipografia del NWO >>

Ma questo post era ovviamente ironico, no? Ehm... no? Aiuto, la legge di Poe anche qui...
salve a tutti, ieri ho assistito ad un vero e proprio attacco chimico verso una banco nuvoloso. scusate l'OT ma devo raccontarvelo.
ieri ho avuto l'ennesima prova del fatto che c'è un controllo climatico da parte dei governi e dei militari. in poche parole,ripeto, gli aerei militari, letteralmente, distruggono le nuvole, e ieri ho assistito ad una scena talmente evidente che quasi mi veniva da ridere.
ho girato dei filmati, che a tempo debito pubblicherò, volevo però anche farvi vedere le foto che ho scattato, perchè sono veramente molto ma molto educative in merito a quello che stanno facendo le forze armate nei cieli italiani:

http://img16.imageshack.us/img16/3633/imga0018.jpg

questa è la prima foto, scattata sulla costa toscana.possiamo vedere il banco nuvoloso che proviene dal mare, e delle scie chimiche rilasciate in quella zona, proprio per fermare il banco nuvoloso.

http://img4.imageshack.us/img4/9899/imga0028.jpg

in questa foto, la seconda, era gia passati DENTRO LA NUBE dei veivoli militari con scie semi persistenti: la nube infatti comincia già a sfilacciarsi, ma il bello deve ancora venire

http://img21.imageshack.us/img21/813/imga0029.jpg

terza foto.notate come la nube naturale è già molto più sfilacciata, se paragonata alla prima foto.

http://img14.imageshack.us/img14/8918/imga0030.jpg

quarta foto: dentro la nube cominciano a passare veivoli militari con scia ultra pesistente, e potete vedere i risultati.la nube viene infatti "mangiata" e sfilacciata.
fate il confronto con la prima foto.....

http://img24.imageshack.us/img24/3856/imga0031.jpg

quinta foto.notate l'evoluzione del banco nuvoloso: fate conto che sono passati 10 min. dallo scatto della prima foto, e LA NUVOLA E' GIA' DIMEZZATA.

http://img18.imageshack.us/img18/4668/imga0035.jpg

sesta foto: possiamo notare un altro veivolo militare con scia persistente che entra dentro la nuvola. gli effetti sono quelli che vedete, LA NUVOLA NATURALE VIENE LETTERALMENTE DISTRUTTA DAGLI AEROSOL.

http://img299.imageshack.us/img299/2912/imga0037.jpg

settima foto: confrontate questa foto con la prima, e notate le radicali differenze.il banco nuvoloso naturale, come si intiuisce, è sempre lo stesso,ma è radicalmente stato ridimenzionato dai militari.tutto questo è successo in circa 15,20 min.

http://img14.imageshack.us/img14/103/imga0038.jpg

ottava foto,notate l'evoluzione della nuvola naturale: dopo qualche passaggio degli aerei militari, la nuvola è così.fate il confronto con la prima foto, perchè il banco nuvoloso è sempre lo stesso e sono passati 20 min.,e non due ore!

http://img25.imageshack.us/img25/8223/imga0039.jpg

nona foto.....la nube sta quasi per sparire, fate caso a come si sono evolute le cose dalle prime foto. tutto in un tempo di circa 20 min.

http://img142.imageshack.us/img142/6388/imga0041.jpg

decima foto: la nuvola naturale è sfilacciata e sgonfiata dagli aerosol igroscopici

http://img3.imageshack.us/img3/1663/imga0042.jpg

undicesima foto: il banco nuvoloso è sempre meno compatto....e pensare che sono passati circa 22-23 minuti dal passaggio dei primi veivoli militari.controllo climatico totale..

http://img16.imageshack.us/img16/385/imga0043.jpg

dodicesima foto:la nube naturale, dopo il passaggio degli aeromobili militari, si presenta così...FATE IL CONFRONTO CON LA PRIMA FOTO, E PENSATE CHE SONO PASSATI +O- 25 MINUTI.

http://img220.imageshack.us/img220/8941/imga0044.jpg

tredicesima foto: la nube naturale sta per scomparire. guardando le foto una dietro l'altra, noterete un evoluzione che di naturale ha ben poco. infatti i militari controllano la formazione delle nuvole.

http://img237.imageshack.us/img237/8350/imga0048.jpg

quattordicesima foto: notate l'evoluzione dello stato della nuvola...e mercalli dice di non saperne niente...

http://img23.imageshack.us/img23/682/imga0053.jpg

quindicesima foto: FATE IL CONFRONTO CON LA PRIMA FOTO, E' UNO SCANDALO

http://img4.imageshack.us/img4/8272/imga0078.jpg

sedicesima foto: i militari finiscono l'abbattimento del fronte nuvoloso per mezzo di aeromobili militari in formazione. la nuvola è stata distrutta, in un tempo di circa 30 minuti.
DEL BANCO NUVOLO INIZIALE (FOTO 1), NON RESTA NIENTE; RIMANE SOLO LA SOLITA NEBBIA CHIMICA A BASE DI SOSTANZE IGROSCOPICHE.

http://img25.imageshack.us/img25/7569/imga0080.jpg

ULTIMA FOTO:IMMEDIATAMENTE DOPO IL PASSAGGIO DI DUE VEIVOLI MILITARI IN FORMAZIONE, NE PASSANO ALTRI DUE, QUESTA VOLTA IN FILA INDIANA, PER COMPLETARE LA DISTRUZIONE DELLA NUBE NATURALE.

scusate se è un commento lungo ma volevo farlo vedere a tutti.
E' EVIDENTE E PALESE CHE L'ESERCITO STA SVOLGENDO DELLE OPERAZIONI VOLTE ALLA DISGREGAZIONE DELLE NUVOLE NATURALI PER MEZZO DI AEROSOL ATMOSFERICI A BASE DI SOSTANZE IGROSCOPICHE. IO MI ASPETTO DELLE DICHIARAZIONI UFFICIALI DAI METEOROLOGI, DAL GOVERNO E NATURALMENTE DALL'ESERCITO ITALIANO O DALLA NATO.
oggi primo marzo, il cielo sopra casa mia è nuvolosissimo, ma però non sta piovendo nemmeno un pò. infatti ieri era stata creata su mezza toscana una patina di queste sostanze igroscopiche in grado di neutralizzare le nubi naturali. questo non sono paranoie o cose del genere, ma fatti. gli scettici dovrebbe rendersi conto che il governo ha autorizzato i militari ha svolgere delle operazioni di manipolazione climatica a vari livelli per mezzo di appositi voli militari.

posto un piccolo montaggio delle foto che ho scattato: notate l'evoluzione NON NATURALE del banco nuvoloso in un tempo di una mezz'ora.

http://img398.imageshack.us/img398/7383/image2.jpg

io penso che il cicap sappia tutto. è chiaro che il governo vuole che rimanga tutto segreto:
possiamo immaginare il caos che può creare la notizia che le condizioni meteo sono palesemente pilotate dall'esercito per mezzo di irrorazioni aeree di sostanze igroscopiche.

ho letto che molti dicono:"dopo che ho visto gli aerei che lasciano le scie, piove, quindi gli aerei creano la pioggia".QUESTO NON E' VERO.
infatti molti credono in questo facendo il ragionamento logico sbagliato: in verità, quando assistiamo a giorni di irrorazione intensa, vuol dire che una perturbazione sta arrivando, e che quindi pioverà, anche se pochissimo, dato che i militari hanno ridotto di molto la grandezza delle nubi per mezzo degli aerosol igroscopici, che creano una patina di sostanze che neutralizzano le nubi naturali.

per ritornare al morgellons: se queste sostanze igroscopiche vengono irrorate nelle nubi, possiamo dedurre che una parte di questi intrugli irrorati dai militari finisca a terra o nel mare. domanda: che studi sono stati fatti a proposito della tossicità di tali sostanze?
e poi, quando piove probabilmente queste sostanze vengono giu dal cielo nelle goggie di pioggia, e quindi oltre alle ricadute dirette dagli aerei avremo anche una pioggia altamente inquinata.
domanda: se queste sostanze finiscono, per esempio, in un orto, che effetti può avere questo sulla salute umana? morgellons? tumori?

e ancora, quale è l'impatto ambientale delle sostanze irrorate, sugli animali, sugli insetti e sulla vegetazione?
non penso che queste operazioni militari di controllo climatico abbiano avuto una fase di sperimentazione appropriata.

l'ultima domanda che mi pongo è: cosa succede se i militari smettono di irrorare? moriamo tutti affogati? o semplicemte i network militari funzionano peggio?

tutto il segreto che c'è dietro a queste operazioni di controllo climatico non mi fa ben sperare se parliamo di sostanze inquinanti.
spero di sbagliarmi, ma questo genere di cose sono quelle che possono portare ad un avvelenamento di massa senza precedenti nella storia dell'umanità
<< oggi primo marzo, il cielo sopra casa mia è nuvolosissimo, ma però >>

Beh, io sono un ragazzo fortunato perché non c'è niente che ho bisogno. Sei bella come il sole, a me mi fai impazzire, yeah yeah.
Prez, Luka,
datevi una regolata. Se volete litigare, andare a farlo da un'altra parte. Grazie.


Paolo, ti pare che stessi cercando di litigare? Scherzavo, ma temo che il senso dell'umorismo non sia diffuso tra gli sciachimisti.
Sono fuori casa col notebook.. forse per la troppa luce di essere all'aperto, ma nelle prime tre foto non ci sono scie.

Non mi va di spendere altro traffico per vedere 20 foto senza scie quindi ditemi voi che vedete.

Non sono le prime foto di arturo senza aerei e scie che vedo.. :-)
Arturo,

io penso che il cicap sappia tutto

Io penso che ci servono le tue sostanze igroscopiche, e di corsa, perché qui ci stiamo pisciando addosso dal ridere.



è chiaro che il governo vuole che rimanga tutto segreto

Ma certo: e quindi le irrorazioni si fanno visibili e di giorno, così restano segretisssssssime!


questo genere di cose sono quelle che possono portare ad un avvelenamento di massa senza precedenti nella storia dell'umanità

Arturo, renditi conto che hai scoperto troppo: ora gli agenti del Nuovo Ordine Mondiale ti rintracceranno, verranno da te e ti faranno la lobotomia con le microonde bioplasmatiche. Non solo non ricorderai nulla, ma proverai una strana attrazione bondage/fetish per Madre Teresa di Calcutta.

Il primo passo è che inizierai a usare gli ovetti Kinder come ballgag. Senza togliere l'incarto. Poi da lì è sempre peggio...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Non trattatemi male Arturo, eh?
Arturo caro, perche' non dedichi un decimo del tempo che impieghi a far foto a pisa allo studio della meteo di base? Scopriresti che dentro una perturbazione come quella odierna ci sono centinaia di variabili e che se tu avessi idea della sua meravigliosa complessita' e potenza ci penseresti non una ma dieci volte prima di anche solo ritenere plausibile che la mano dell'uomo possa direttamente influenzarla.
Lo faresti per me?
Paolo, ti pare che stessi cercando di litigare? Scherzavo, ma temo che il senso dell'umorismo non sia diffuso tra gli sciachimisti.

Prez, proprio per questo, quando fai umorismo, deve essere molto chiaro che si tratta di umorismo. La sottigliezza non è il loro forte, e anche un lettore distratto che passasse di qui potrebbe fraintendere.
Uffa ho appena perso 2 birre!!!

:)

se le volete sono qua...

Paolo ora bisogna che tu pubblichi anche cosa vi siete detti siamo curiosi...
<< MI ASPETTO DELLE DICHIARAZIONI UFFICIALI DAI METEOROLOGI, >>

Beh, Giuliacci sappiamo già che è nel complottone, no? Anzi, pochi sanno che la stazione meteo in kit di montaggio da lui sponsorizzata in realtà serve a fare irrorazioni segrete sperimentali direttamente nelle nostre case, l'equivalente di una botnet nel mon

<< DAL GOVERNO E NATURALMENTE DALL'ESERCITO ITALIANO O DALLA NATO >>

Calmo calmo bello, tutti quelli che hai nominato rispondono a ME, che faccio parte del NWO! La risposta ufficiale? Un attimo: apro la valigetta nera, un click del mouse, e..

System ready.
Trapdoor 1.0; caccia modalità (cit).
Traceroting user 06335322377354981709, codename "arturo". IP address detected. Scanning RIPE database for IPS matching. ISP detected. Connecting to ISP main super secret server, Straker stealth mode. Executing DoD password-cracking algorithm. Telephone number found. Geographic coordinates found. Satellite targeting. Ready to fire in 10 seconds, 9, 8...
prez
nemmeno io avevo capito se tu stessi scherzando oppure no...
se accetti un consiglio, infilaci uno smiley ogni tanto... :)
ok ;)
prez guarda le foto che ho scattato e dimmi se è normale che le nuvole, dopo il passaggio di veivoli militari, spariscano nel giro di 30 min.
LE NUVOLE SPARISCONO QUANDO GLI AEREI MILITARI CI VANNO DENTRO!!!!

incredibile ma vero.
uno può essere scettico quanto gli pare, però i fatti sono questi:
ci sono delle operazioni di controllo climatico.
non sono paranoie, non c'è NWO, non ci sono alieni o cose del genere.
stiamo parlando di operazioni militari su larga scala.

forse è tempo di guardare il cielo e rendersi conto che ci sono decine di aeromobili militari che distruggono, letteralmente, le nuvole.

e questo non vuol dire essere "scieachimisti", ma essere coscienti che qualcosa di strano c'è. dobbiamo essere coscienti che la manipolazione climatica è realtà, ed è anche piuttosto blanda.

basta irrorare sostanze igroscopiche nelle nubi,e queste spariranno. avete presente le bustine anti-umidità da mettere nell'armadio? ecco, fate conto che se le spruzzate nelle nuvole queste spariranno.
quindi, ripeto, niente NWO, niente alieni o paranoie o cose del genere. il discorso è un altro, e putroppo parecchio più serio.

fate conto che io prima del 2008 non avevo mai visto degli spettacoli del genere, del tipo che ho fatto vedere nelle foto.
tutto ad un tratto mi sono ritrovato sopra casa decine di veivoli militari che distruggono le nuvole e che rilasciano delle scie che persistono per ore ad agosto come a febbraio.
questo non è normale.

oltre tutto questi aerei inquinano come centinaia, se non migliaia di SUV, e nessuno dice niente nemmeno a proposito del normale inquinamento di questi aeromobili militari. ripeto, aerei non civili ne commerciali, ma MILITARI.

io non capisco che problema avete tutti quanti a guardare il cielo, è semplice: io vedo quasi tutti i giorni degli aerei militari in formazione che lasciano delle scie estremamente anomale. poi questi aerei entrano dentro le nubi naturali, e LE NUBI, NEL GIRO DI MINUTI, SPARISCONO.
non mi invento balle, ho i filmati e le foto, che potete vedere nel nel mio precedente post.
per inciso, io sono una persona felice, guadagno bene, ho una famiglia felice, faccio attività fisica e ho i miei hobby. insomma sono un professionista serio e rispettato. e non ho di certo tempo da perdere dietro a cospirazioni fantascientifiche e demenziali.
non sono un pazzo da manicomio o cose del genere.
il problema, ripeto, è che nei cieli della toscana siamo in molti ad aver notato delle cose estremamente anomale compiute esclusivamente da veivoli militari.
date un occhiata alla foto del mio precedente post.

devo dire che non è una cosa facile da digerire, però dobbiamo prendere atto che i militari neutralizzano le nubi.
gli scopi, come ho già detto possono essere molteplici: si va dalle telecomunicazione ai motivi umanitari ecc.

ma a me gli scopi di tali operazioni interessano relativamente.
il discorso è che le scie chimiche militari sono un fenomeno reale, e non una bufala, e prima lo capiamo tutti, e meglio è

putroppo però sono cosciente chemolta gente non vuole credere a ciò che vede. faccio un piccolo esempio: ho un amico che non vuole accetare la realtà, e io, quando li vedo, gli indico spesso gli aerei militari che sitruggono le nuvole. il mio amico, però non vuole guardare il cielo, e non vuole sapere niente!!
capisco che per molti fuggire dalla realtà può essere comodo, ma io non sono mai stato il tipo da fare queste cose.

ripeto, se siete scettici, mettetevi a guardare il cielo per una ventina di minuti: noterete che ci sono FLOTTE DI AEREI MILITARI che non si sa bene cosa fanno, apparte neutralizzare le nubi con queste scie stranissime.

saluti
Se può interessare io ho un libro, più che altro un manuale divulgativo, di Colin A. Ronan, dal titolo "Come osservare il cielo di giorno e di notte".
L'edizione originale è del 1985, in Italia è stato edìto da De Agostini nel 1987. Ben prima che, a detta degli stessi complottisti, le scie chimiche comparissero nei cieli.

A pagina 88 c'è una enorme foto in bianco e nero con scie multiple in parallelo, e la didascalia spiega che si tratta di contrails a seguito del passaggio di alcuni jet. Nel capitolo si spiegano per sommi capi i princìpi delle contrails.

In altre pagine ci sono numerose foto di tutti quei fenomeni -naturali- che gli sciachimisti adorano scambiare per manipolazioni chimiche haarpizzate con scappellamento a destra o scherziamo: aloni iridescenti e cirri di varia natura inclusi.

Il libro è ancora reperibile in giro, ma se qualche sciachimista volesse toccare con mano per constatare che la mia copia non è assolutamente contraffatta in alcun modo mi contatti pure.

Più tardi pubblico un paio di scansioni su queste pagine, se non rischio la galera per infrazione del copyright.

just
just, interessano moltissimo. Se puoi mandarmene anche qualche copia ad alta risoluzione via mail, te ne sarei grato.

Se fai una citazione, quindi non copi tutta l'opera ma solo le parti necessarie alla critica o alla recensione, sei tutelato dalla Convenzione di Berna sul diritto d'autore.
bo vabè...io vengo qui con delle considerazioni che ritengo importanti e vengo deriso ed offeso....bravi, un comportamento molto maturo.

ma quello che mi colpisce di più è la modestia. siete tutti molto modesti. complimenti.

paolo attivo ma perchè mi dici nel NWO e di quelle strane cose?
non è che cerchi di farmi apparire un cretino paranoico?

io ve l'ho detto, i militari, almeno qui in toscana, distruggono le nubi.
e la risposta è stata: sei uno scemo, siamo del nwo, e tutte le solite storie....molto maturo, e ripeto, tutti molto modesti e simpatici. bravi.eta media, 15 anni?

però, dato che vi fò ridere, non toglieteli i miei post, per cortesia, così una persona normale di cervello può rendersi conto di alcune cose.

redbig, scusa, mi spieghi come è possibile che una nuvola sparisca nel giro di 30 min? perchè è così che sono andate le cose.
dentro questa nuvola passavano i veivoli militari, anche in formazione, e poi la nuvola è sparita, ripeto, in 30 min.
guardati le foto che ho caricato su imageshack, per cortesia.

ad una persona naturale viene il pensiero che forse i militari volevano farla sparire questa nuvola.

c'è anche da considerare il fatto che la normale condensa degli aeromobili le crea le nuvole, e non le distrugge!!
"fate conto che io prima del 2008 non avevo mai visto degli spettacoli del genere, del tipo che ho fatto vedere nelle foto."

Arturo, ho commentato quelle foto nel precedente articolo di Attivissimo (ma solo perché da Straker c'è una simpaticissima censura alla cinese): non hai mai visto nulla del genere prima del 2008 perché prima di tale data tu non hai MAI OSSERVATO IL CIELO. Hai cominciato quando hai trovato le bufalate su internet, e alzando la testa hai visto cose per te nuove.

Quelle foto somigliano tantissimo al panorama che ho visto io qualche giorno fa qui, e che ho visto centinaia di volte sempre uguale dacché son nato. Che le nuvole spariscano senza precipitazioni è una castroneria, perché le sostanze igroscopiche che tu chiami continuamente in causa FANNO PIOVERE.

Inoltre NESSUNA COMUNICAZIONE RADIO può essere significativamente ostacolata da quelle nubi. Le nubi NON RALLENTANO di tre volte le onde radio come tu asserisci in ogni dove, scatenando le risate di chiunque abbia sostenuto un esame di fisica/elettromagnetismo.

Non hai mai risposto a queste obiezioni e continui a ripetere la stessa sbobba.

[just]
@arturo: basta irrorare sostanze igroscopiche nelle nubi,e queste spariranno. avete presente le bustine anti-umidità da mettere nell'armadio? ecco, fate conto che se le spruzzate nelle nuvole queste spariranno.


Guarda che è molto più semplice scaldare l'aria: sai com'è: temperatura sale, umidità relativa diminuisce, acqua evapora, nube sparisce...

Tu dirai: ma come si fa a scaldare l'aria? beh, ci sono tanti sistemi. Uno dei più diffusi è il Sistema Olografico per la Levitazione Entropica, ed è meglio conosciuto con il suo acronimo: S.O.L.E.
@Arturo:
per non andare OT sul blog di Paolo, ho creato un post tutto tuo sul mio blog, dove puoi lasciare tutti i commenti che vuoi senza censure.

Per arrivarci basta che clicchi il mio nick e trovi le informazioni necessarie.
@Paolo: vedo che cosa posso fare, ti faccio avere qualcosa fra poco :)


@Riccardo: hai mai visto i filmati dei test atomici, hai notato che fine fanno le nubi tutte intorno all'esplosione? Spariscono :)

Sai cosa? Secondo me i militari hanno costruito l'atomica non per fare la guerra, ma per dissolvere le nubi ;)

(poi Arturo sostiene da una parte che i militari fanno sparire le nubi, altrove dice che dove passano i militari spuntano fuori "nubi artificiali". Mettersi d'accordo con sé stessi no eh?)
Arturo, se tu fossi abituato a ragionare in maniera razionale e/o avessi avuto esperienze in passato, come molti hanno avuto, di fenomeni che appaiono inizialmente inspiegabili che invece si dimostrano essere assolutamente razionali, forse non crederesti a queste teorie di complotto.

Invece stai ragionando esattamente come le persone che vedono una cometa per la prima volta e la associano, che so, all'ira degli dei o all'ultimo evento rilevante a livello societario che è appena capitato nella loro comunità.

Le tu affermazioni sono enormità del tutto prive di fondamento logico.
Arturo,

mi spieghi perché per informare della "realtà" che vedi, senti il bisogno di mentire?
Guardando i dati delle foto che hai postato, quelle dove dici che sono passati 30 minuti, si constata invece che è passata quasi un'ora.
Perché in altri blog hai bisogno di inventarti di essere chimico o ingegnere per "informare"?


PS: grazie di esistere, che tu lo faccia per divertimento o che ci credi davvero.
@Arturo,
quella nuvola deve essere stata proprio "minacciosa" per sferrarle un'attacco così massiccio!

@A tutti:
mi chiedevo, ma quanti aerei ci vogliono per ricoprire di "aeresol" tutta l'Italia? Qualcuno ha mia fatto una stima?

E soprattutto perché non li rilasciano di notte, quando non è così semplice identificarli?
just, quello che dici è corretto.
le normali contrails, o scie di condensazione, esistono da quando sono stati inventati i moderni motori aeronautici a propusione!

il fatto è che qui in toscana le scie le rilasciano solo gli aerei militari, e quelli civili mai!!
strano, non trovi?

ricorda, just, che le normali contrails possono formare nuvole artificiali del tutto simili alle nuvole naturali

però se guardi le mie foto ti accorgerai che le scie che rilaciano gli aerei militari le nuvole non le creano, ma le distruggono!! accade precisamente il contrario di quello che c'è scritto nei libri di meteorologia...se guardi le foto del mio post ti rendi conto che c'è qualcosa che non va....infatti le nuvole che vengono a contatto con le scie persistenti scompaiono nel nulla, letteralmente!
big red cat, ma sei sicuro che una nuvola possa scomparire nel nulla in 30 min? sai io queste cose le ho fotografate e filmate...guarda le foto sul mio post, non invento balle. puoi vedere l'evoluzione di un banco nuvoloso venuto a contatto con queste scie rilasciate dagli aerei militari.

ripeto: LA CONDENSA PRODOTTA DALLA COMBUSTIONE DEI MODERNI MOTORI AERONAUTICI A PROPULSIONE PUO', IN EFFETTI, CREARE IN ALTA QUOTA NUVOLE DEL TUTTO SIMILI ALLE NORMALI NUVOLE NATURALI.

PERO' SE GUARDIAMO IL CIELO, POSSIAMO NOTARE CHE AVVIENE PRECISAMENTE IL CONTRARIO, CIOE', QUUSTE SCIE DISTRUGGONO LE NUBI NATURALI, E NON NE CREANO DI NUOVE!

la fisica dell'atmosfera dice questo, chiaramente. vi prego, guardate le mie foto almeno una volta, che rendono bene l'idea:
infatti la nuvola scompare nel nulla in mezz'ora! naturalmente, prima che gli aerei militari cominciassereo a passarci nel mezzo, la nuvola è rimasta uguale per ore. tra l'altro non c'era molto vento , e ho potuto fotografare l'intera scena, che ripeto, è durata circa 30 min.
la nuvola poi è sparita, nel nulla, e nel cielo erano rimaste solo queste strane strisce rilasciate dagli aeromobili militari.

@mousse ti sbagli, anche se fosse tutta una bufala, i veivoli militari inquinano come migliaia di SUV, quindi sei totalmente nel torto quando fai le tue affermazioni:
"Gli sciachimisti dovrebbero spendere le proprie energie per problemi veri, tipo i continui superamenti delle soglie degli inquinanti in città.."

MOUSSE MA COSA STAI DICENDO?!?
gli aerei inquinano moltissimo....come centina e centinaia di macchine...e poi pensa che quando piove tutto questo inquinamento finisce nelle falde. questo anche se le scie chimiche fossero una bufala...quindi stai sbagliando di brutto. a queste cose mousse non ci avevi pensato?
A tutti - evitate ironia o sfottò verso arturo o altri ospiti - il intervento è educato e segno di volontà di apertura e di comunicazione.
Limitatevi all'analisi fattuale di quanto da lui riportato.
Arturo,

bo vabè...io vengo qui con delle considerazioni che ritengo importanti e vengo deriso ed offeso....bravi, un comportamento molto maturo.

Se posti dei commenti scientificamente ridicoli conditi da accuse infamanti nei confronti dei nostri militari, che cosa ti aspetti? Un'udienza dal Papa?


non è che cerchi di farmi apparire un cretino paranoico?

No. "cercare" implicherebbe uno sforzo da parte mia.



io ve l'ho detto, i militari, almeno qui in toscana, distruggono le nubi.

E i meteorologi non se ne accorgono. Tu sì. Come lo spieghi.



però, dato che vi fò ridere, non toglieteli i miei post, per cortesia, così una persona normale di cervello può rendersi conto di alcune cose.

Su questo siamo perfettamente d'accordo.



ad una persona naturale viene il pensiero che forse i militari volevano farla sparire questa nuvola.

Ad una persona naturale viene il pensiero che forse sarebbe meglio conoscere la materia di cui si parla, onde evitare di dire cose insensate.

Parlane con un meteorologo. Noi lo abbiamo già fatto.
Arturo, a me sfugge qualcosa: non trovo il video nel quale dici di aver filmato aerei che fanno scomparire le nuvole, o che rilasciano una coltre chimica che "neutralizzerà la perturbazione in arrivo" (senza far piovere, of course).

Ho trovato altre foto con un Learjet che tu definisci "un po' sospetto", anche se mi sfugge cosa ti abbia fatto di male quell'aereo (non ha scie, non ha un tubo di niente di strano).

Altre foto con aerei lontanissimi e indistinguibili (da cosa deduci che siano militari?) che rilasciano contrail. Quindi?

In un post più vecchio continui a sostenere che secondo te quelle nuvolette siano un ostacolo per comunicazioni e radar (il che mi fa chiedere cosa abbia di speciale la mia antenna parabolica da 80cm. che riesce a ricevere tranquillamente i satelliti tv anche durante una pioggia mediamente pesante, o come mai il mio cellulare funzioni perfettamente con il maltempo...)

[just]
Riccardo non capisco cosa vuoi dire....non capisco proprio.
però le foto che ho fatto rendono bene l'idea..puoi guardarle, salvarle, e vederle tutte in serie.

cmq il sole non è possibile comandarlo, che io sappia, ahah

@acarss, controlli incrociati?
secondo me non sai quello che dici, e posso provarlo.
e posso provarti anche che tra le foto della nuvola non siano passati più di 30 min.
per l'esattezza, ne sono passati 32, dalla prima all'ultima foto che ho postato.
e posso provarlo!! nel senso...ho i dati del computer, sai, quando clicchi propietà ecc.
acar, non fare il passo più lungo della gamba, in fondo non puoi sapere chi conosco e chi non conosco. sai, rimango molto simpatico a molta gente, e soprattutto sono sempre pronto ad aiutare le persone che mi chiedono un favore. poi naturalmente queste persone sono tenute a fare a me qualche piacere. ma questo è un altro discorso, acar.

non ci hai mai pensato?
cmq scommetto che acar sa tutto...altrimenti non si spiegherebbe tutta questa violenza verbale.
e poi, acar, come fai a dire che è passato più di un ora?!? sei un veggente? e poi cosa pensi, che non sappia come funzioni la rete?
per piacere...
@Arturo:
Se una sostanza è igroscopica assorbe l'umidità, giusto? Quindi assorbendola dovrebbe sviluppare una sorta di fenomeno di condensazione e far piovere, non semplicemente far dissolvere le nuvole.
Poi non capisco quale ragione dovrebbe spingere i governi a irrorare le nuvole con non meglio precisate sostanze: il clima va avanti da solo benissimo da qualceh milioni di anni, le onde radio si propagano senza problemi... a che pro tutta questa fatica?
Ma certo che gli aerei inquinano.
Qui nessuno ha mai sostenuto il contrario.

Ma ho il fondato sospetto che portare 3/400 persone con relativi bagagli da Roma a Pechino in autobus inquini allo stesso modo e forse di piu', senza considerare il tempo necessario e l'obbligo di passare su strade, che vanno costruite e mantenute con pesanti interventi sul territorio.

Purtroppo, caro arturo, si tratta di progresso e modernita'.
E ne dobbiamo pagare lo scotto.

Quando lo capirai comincerai ad aprire gli occhi.

Saluti
Michele
Arturo.. Dire nuvola e' come dire nulla.
Ci sono diverse formazioni a diverse quote con diverse caratteristiche e diversi comportamenti stagionali specie in una zona costiera e pedemontana. Io ti rinnovo l'invito a dedicare un ora al giorno allo studio. Nella peggiore delle ipotesi potrai documentare meglio le tue osservazioni, classificando le formazioni, incrociando i dati e formulando ipotesi...
@arturo:
come fai a dire che gli aerei con scia in toscana,sono tutti militari?
da cosa li riconosci?
dai just, il learjet non ha targhe ne nomi, ne un disegno, solo una sigla...e proviene dalle aerovie dove vanno e vengono gli alenia militari.
sempre questo aereo, ho il video, atterra e riparte nel giro di 10, 15 minuti.
secondo me è strano, poi ognuno può pensare quello che vuole.

riguardo agli aerei militari...
saprai sicuramente che in formazione possono andare solo i veivoli militari, just...e qui da me è pieno di veivoli bianchi in formazione, quindi veivoli militari in formazione.
sai, proprio come le freccie tricolore. solo che le scie sono tutte e tre bianche, e distruggono le nubi naturali.
questo secondo me è strano, poi ripeto, se a te sembra normale, è un altro discorso.

willy, qua da me le rilasciano SOPRATTUTTO DI NOTTE!! il problema è che le foto e i video non vengono molto bene, i filmati vengono sfuocati e scurissimi.
però ad occhio nudo si vede chiaramente i veivoli che rilasciano queste scie anche di notte.
quindi, SI, QUESTE COSE ACCADONO SOPRATTUTTO DI NOTTE, solo che è difficile immortalarle.
però trovi delle foto e dei filmati in rete fatti con videocamere che vedono di notte. la così detta "night vision".

attivo, ma allora secondo te, nelle mie foto, non c'è niente di strano? volgio dire, è regolare che una nuvola scompaia in 30 min? scusa...non 30 minuti, 32 minuti?
secondo me non è normale.
cmq oltre alle foto ho i filmati che rendono ancora meglio l'idea.

io, signori, ho superato gli anta, e non ho mai visto una nuvola sparire in mezz'ora, senza lasciar tracce....poi se ci mettete anche il fatto che c'era un via vai di aerei militari, uno fa 2+2...

vabè, io quello che volevo dire tutti l'ho detto,e ho postato anche delle foto.

ho anche molti filmati, che però aspetterò a pubblicare, anche perchè dovranno essere elaborati con un programma..sapete sottotitoli, didascalie,ecc.

però non dubitate che quando metto in rete tutto il materiale che ho, sarete tra i primi a saperlo

ciao
arturo secondo l'exif viewer:
prima foto imga0018.jpg
Exif IFD0

* Camera Make = Panasonic
* Camera Model = HDC-HS100
* Picture Orientation = normal (1)
* Last Modified Date/Time = 2000:01:18 01:16:03

ultima foto imga0080.jpg
Exif IFD0

* Camera Make = Panasonic
* Camera Model = HDC-HS100
* Picture Orientation = normal (1)
* Last Modified Date/Time = 2000:01:18 02:13:19


quindi passa un' ora tra la prima e l'ultima foto, nel 2000.
@stefano
inanzitutto grazie per non avermi offeso! grazie veramente, anche perchè anche se uno è scettico e uno un pò meno, non vuol dire che lo scettico debba per forza offendere quelli che non la pensano come lui. come accade qui...cmq

io sono un civile, non sono un militare...queste tue domande andrebbero poste all'aeronautica e ai meteorologi.

però di una cosa sono certo, e cioè che il cambiamento climatico è reale.non posso dire però se è dovuto all'attività antropica,al sole, o altro....
però il clima, possiamo renderceno conto tutti, soprattutto i più "stagionati" , non è più lo stesso.

vi ricardate che un pò di tempo fa era scoppitata la paura del" buco dell'ozono?"
bè, ho amici che credono che le manipolazioni del clima siano correlati a questo genere di cose.
mi spiego: in pratica il sole "picchia" di più, e quindi l'acqua evapora con maggiore facilità. dai qui il fatto delle troppe nubi.infatti l'italia si stà tropicalizzando, quando parliamo di pioggie.
quello che in molti pensano è che l'esercito stia cercando di attutire l'impatto delle pioggie torrenziali dovute al riscaldamente globale.
le cosiddette pioggie tropicali, che avvengono in zone equatoriali, potrebbero essere ora anche presenti in europa e in america.
e così i governi hanno messo su questa task force per impedire acquazzoni violentissimi in stile honduras, che in italia produrrebero conseguenze disastrose.
quindi, la risposta, stefano, potrebbe essere, motivi umanitari.
questo è quello che pensano in molti.

poi c'è laltra faccia della medaglia, che sono i motivi militari, ma questa è un altra storia.
o forse entrambe le cose, motivi umanitari e militari allo stesso tempo.
una cosa è certa, flotte di veivoli militari rilasciano sostanze nelle nubi naturali, e poi queste nubi, nel giro di minuti, spariscono.
gli scettici possono vedere questo con i propri occhi. quando vedete degli aerei in formazione, teneteli d'occhio qualche minuto, e vi accorgerete che quando entrano nelle nuvole, queste ultime spariscono, letteralmente.
poi ripeto, se qualcuno pensa che sia tutto normale è un altro discorso.
condiderate il fatto che abbiamo un presidente del consiglio che è intoccabile dalla legge, e per la gente è normale così.
quindi non mi stupisco quando le gente non si accorge che ci sono delle manipolazioni climatiche in corso. però,ripeto, basta guardare....io per esempio ho degli amici ultra-scettici che mi deridevano sempre su questa storia...poi ho fatto notare loro che i veivoli che lasciano le scie persistenti sono sempre militari, e che quando entravano nelle nuvole, queste sparivano.
ora i miei amici sono sempre ultra scettici, ma non sulla manipolazione climatica. anzi, lo hanno accettato, e mi hanno anche aiutato a raccogliere del materiale video su queste operazioni anti-nuvole dell'aeronautica.

saluti
Arturo. Credi davvero che la formazione di quella foto potesse generare anche la minima precipitazione? Sai distinguere tra una perturbazione organizzata e una cellula temporalesca? Io dico di no. Allora credo che tu prima di dire enormi sciocchezze in campo meteo, faresti meglio a seguire il mio consiglio. Sai, perfino straker alla fine ha ripassato le tangenti e le ha imparate...
Il Learjet?

Vuoi forse dire questo, arturo?
LINK

Che poi e' questo:Ri-LINK

Quello appartenente ad una societa' di aerotaxy?
Che ha visibilissimi i numeri di matricola? E pure la bandiera della vecchia immatricolazione?

Vedi, caro mio, se imparassi ad ascoltare chi ne sa veramente piu' di te e non quel cialtrone del comandante, avresti mooooolta da imparare.

Saluti
Michele
Ciao Paolo, sono molto curioso di conoscer il seguito... ;)

Su YouTube ho incrociato Vibravito ed appena gli ho posto semplici domande a proposito del complotto in atto i commenti sono stati cancellati e lui non mi ha mai più risposto...

Per questo motivo ho caricato un video ( http://tinyurl.com/d63o4g ) dedicato a lui, ma in un mese nessuna risposta... :)

Un caro saluto
Arturo, con tutto il rispetto...
Mi sembrano davvero istruttivi i tuoi interventi.
Guardi il cielo e non sai spiegarti cosa succede, ne hai paura, temi ogni tipo di cambiamento, dai la colpa a tutto a non identificati "militari" ovviamente americani, nel contempo evitando accuratamente ogni tipo di approfondimento che potrebbe chiarificarti la situazione.

Semplicemente, vengo a chiederti:
1) da quanto tempo ci sono le scie in cielo? Da quando gli aerei volano abbastanza in alto oppure...?
2) quando hai iniziato ad "accorgerti" di questo fenomeno? Quando "qualcuno" ti ha inculcato l'idea già confezionata oppure...?
3) se (dal tuo punto di vista) non fossero mai esistite queste "scie chimiche" cosa ci sarebbe di diverso nel mondo? Il clima oppure...?
questi aggiornamenti sono più snervanti delle puntate di lost,,,
Segnalo pioggia in terra maremmana fin dalla mattinata...vedete cosa significa avere agganci nell'enne-doppia v-o ? :-D
attivo, ma allora secondo te, nelle mie foto, non c'è niente di strano? volgio dire, è regolare che una nuvola scompaia in 30 min? scusa...non 30 minuti, 32 minuti?
secondo me non è normale.


Ripeto: parlane con un meteorologo. Chiarirà i tuoi dubbi. Se sei seriamente interessato a capire, senza preconcetti, questa è la prima cosa che dovresti fare.

Un'altra cosa che ti consiglio è fare dei filmati time-lapse come quello che ho fatto io per seguire l'evoluzione delle nubi anche quando non vengono attraversate da aerei.

Così capirai che il fenomeno non ha nulla di artificiale.
"Inoltre NESSUNA COMUNICAZIONE RADIO può essere significativamente ostacolata da quelle nubi. Le nubi NON RALLENTANO di tre volte le onde radio come tu asserisci in ogni dove, scatenando le risate di chiunque abbia sostenuto un esame di fisica/elettromagnetismo."

Non è del tutto vero. Le comunicazioni radio non vengono rallentate (o meglio, non in modo percettibile) dalle nubi, ma attenuate. Anche dalle nubi. Specie quelle ad alta frequenza, usate in ambito Aereo spazio.
Per quanto riguarda la pioggia, il sistema di satelliti che diffondono il segnale televisivo è progettato per funzionare 362 giorni all'anno, considerando le precipitazioni abituali.
(Non credo assolutamente al complotto Contrails, era solo per aggiungere precisione alla discussione)
"quello che in molti pensano è che l'esercito stia cercando di attutire l'impatto delle pioggie torrenziali dovute al riscaldamente globale."

Ecco, intanto le ho viste quelle foto che dicevi... e se credi davvero che quelle nuvolette possano scatenare pioggie torrenziali allora io posso andare sulla luna in motorino.
A parte che:
- quegli aerei nemmeno ci entrano nelle nubi, ma sembra un gioco di prospettiva.
- le sostanze igroscopiche, già detto milioni di volte, servono proprio a far piovere. Si possono usare per far scaricare le nubi più in un posto che in un altro a poca distanza, ma il tutto sempre su scala molto ridotta. Fatti una ricerca su google usando come termini "ioduro d'argento" (no, il bario no) o anche "cannoni - razzi antigrandine".

[just]
@PerAsperaAdAstra

Lo so;)
Giorni addietro ho avuto una discussione con Arturo, insieme ad altri.
Inizialmente credevo anch'io si riferisse all'attenuazione dei segnali sulle alte frequenze (pare che si stiano sperimentando i 40Ghz...) ma lui continuava a parlare di "latenza". In seguito a numerose richieste di chiarimenti, ha proprio precisato che lui intende dire che le nubi rallentano tantissimo i segnali radio, tanto da spingere i militari a dissolverle per via chimica. :D

Il fatto che alla bisogna si possano pure usare frequenze in altre bande, risparmiando milioni di euro al giorno rispetto al far volare centinaia di tanker notte e dì per dissolvere le nuvolette, proprio non lo sfiora. Occam si rivolta nella tomba ad ogni post di Arturo...

[just]
D'accordo, niente ironia né sbertucciamenti, però ad Arturo e sodali due cosine-ine-ine vorrei dirle:

1) si scrive e si dice "veLivoli";

2) si scrive e si dice "meteORologia" e "meteORologo".

Va bene tutto: le scie chimiche, i morgelloni, quello che volete, ma almeno l'italiano lasciatelo in pace! Eccheccà...!
@Paolo

hai mail!

[just]
Per quanto riguarda le nubi dissolte dagli aerei:
Se fossero aerei supersonici è abbastanza chiaro che su nubi piccole avrebbero effetti locali importanti, che potrebbero eventualmente dissolvere le nubi, in particolari condizioni atmosferiche.
Le nubi non sono fatte di ovatta, ma di piccole gocce d'acqua o particelle di ghiaccio, come chiunque sa. Un cambiamento, anche locale della pressione e temperatura può produrre una vaporizzazione delle nubi, che si dissolvono nuovamente sotto forma di vapor d'acqua, che risulta invisibile.
Un aereo supersonico produce una variazione di pressione enorme, che spiega perfettamente il dissolversi di nubi.
Arturo,
@acarss, controlli incrociati?
secondo me non sai quello che dici, e posso provarlo.
e posso provarti anche che tra le foto della nuvola non siano passati più di 30 min.
per l'esattezza, ne sono passati 32, dalla prima all'ultima foto che ho postato.
e posso provarlo!! nel senso...ho i dati del computer, sai, quando clicchi propietà ecc.


"Non sono passati più di 30 min, per l'esattezza 32"?... 32 sono più i 30 ;)
(scusa ma odio la superficialità, problema mio)
Per prima cosa, se posso permettermi consigli, tra le tante cose che dovresti imparare, una, la più facile, è leggere... ;)
Leggi una volta, poi un lungo respiro, e prova a rileggere.
A volte, spesso, lo faccio anche io quando leggo i commenti su tankerenemy.
Dove hai letto "controlli incrociati"??
Sono i semplici dati exif delle tue foto, che posso tranquillamente dire non hai modificato viste le dimensioni.
Intanto dovresti sistemare la data della Panasonic (complimenti per la scelta, anche la mia è della stessa marca) che segna 18/01/2000.
E dai dati, tra le ore 1:16 e le ore 2:13 c'è appunto quasi un'ora.
Perché perderti in piccolezze del genere, non è che cambiasse tantissimo il tuo discorso dicendo la verità, non capisco il bisogno di mentire, o non te ne accorgi? (non è un buon sintomo)

acar, non fare il passo più lungo della gamba, in fondo non puoi sapere chi conosco e chi non conosco. sai, rimango molto simpatico a molta gente, e soprattutto sono sempre pronto ad aiutare le persone che mi chiedono un favore. poi naturalmente queste persone sono tenute a fare a me qualche piacere. ma questo è un altro discorso, acar.
non ci hai mai pensato?


Non ho capito, questo è per spiegare il perché ti inventi di essere un chimico e in ingegnere, non essendo ne uno ne l'altro? O_o

cmq scommetto che acar sa tutto...altrimenti non si spiegherebbe tutta questa violenza verbale.

Dov'è la mia violenza?
A casa mia uno che si inventa le cose per farsi dar ragione, è uno che mente.

e poi, acar, come fai a dire che è passato più di un ora?!? sei un veggente? e poi cosa pensi, che non sappia come funzioni la rete?
per piacere...


Ehm, un'altra informazione: i veggenti non esistono.
Se tu conoscessi la rete avresti, per esempio, fatto notare a Straker le castronerie che ha sparato in merito, passando per esperto, peroprio perché quelli che lo seguono non ci capiscono un mazza.


Per la cronaca io avevo scritto questo:
mi spieghi perché per informare della "realtà" che vedi, senti il bisogno di mentire?
Guardando i dati delle foto che hai postato, quelle dove dici che sono passati 30 minuti, si constata invece che è passata quasi un'ora.
Perché in altri blog hai bisogno di inventarti di essere chimico o ingegnere per "informare"?
@PerAsperaAdAstra

Sì, però i Concorde sono in pensione e i militari non è che vadano a Mach 1 e qualcosa tutti i giorni, così per divertimento.
E comunque Arturo parlava di pericolosa perturbazione "dissolta". Perturbazione! :D

just
oggi primo marzo, il cielo sopra casa mia è nuvolosissimo, ma però non sta piovendo nemmeno un pò. infatti ieri era stata creata su mezza toscana una patina di queste sostanze igroscopiche in grado di neutralizzare le nubi naturali.


Segnalo pioggia in terra maremmana fin dalla mattinata...vedete cosa significa avere agganci nell'enne-doppia v-o ? :-D

Anche a Siena piove da stamani...maledetti i miei agganci nel NWO, adesso mi tocca uscire sotto l'acqua!!!
@ Arturo

Seriamente, mi interessa:
in questa tua foto, che prendo ad esempio, tu dove vedi la scia rispetto alle nubi?
Riesci a spiegarmelo dando delle distanze indicative?

imga0035.jpg

Grazie.
@Giornalettismo
Gli aerei militari attuali, a quel che sò, dovrebbero andare supersonici durante i trasferimenti.
(per questioni di assetto)
Non ho però sufficienti informazioni per dimostrarlo, quindi non insisto. Se qualcuno avesse dati certi lo dica pure, altrimenti cerco di procurarmi qualche informazione in più.
Comunque, anche basse velocità producono forti spostamenti d'aria, con conseguenti variazioni di pressione.
Non so se avete visto l'effetto scia prodotto da un'ala a bassa velocità; sembra quasi che ci sia un diffusore di fumo.
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
@arturo
Scusa mi sono dimenticato una cosa:
SEI ANCHE PROLISSO OLTRE CHE PARANOICO!!!

Fioba
Ho visto che quella di Arturo è una videocamenra, non fotocamera. Quindi non so in questo caso come vengono registrati i dati exif, magari al momento di estrarre le immagini dal video. Scusate se ho detto cavolate.
"Gli aerei militari attuali, a quel che sò, dovrebbero andare supersonici durante i trasferimenti.
(per questioni di assetto)"


Premesso che c'è gente che ne sa parecchio più di me, che io ricordi solo pochi caccia di ultima generazione possono andare a velocità di crociera supersonica, cioè senza attivare gli afterburner che ciucciano -molto- più carburante del normale.
Uno è l'F22 raptor, poi credo anche l'F35 e il prossimo PAK-FA russo (su questo non sono affatto sicuro però).

chiederemo agli esperti :)
Fioba,

ho rimosso il tuo primo commento. Era troppo pesante.
@giornalettismo
Un'altro sicuramente è il typhoon
(Eurofighter)
Comunque neanche il concorde poteva andare supersonico senza afterburner.
Ciò che però è da notare, è che i postbruciatori sono accesi solo per superare il regime trans-sonico, da 0.9 a 1.6 mach circa (considera che non sono uno specialista, e i dati potrebbero essere leggermente diversi)
Dopodiché la resistenza dell'aria diminuisce e si può spengere il post bruciatore e continuare a volare in regime supersonico. Comunque non vorrei andare troppo OT.
@PerAsperaAdAstra

una cosa che non sapevo, approfondirò ;)
e neanche essere troppo pignolo e fastidioso :)
Just,

ricevuto e scaricato, guardo dopo cena.
Vorrei aggiungere un documento che sarà senza dubbio utile ad Arturo per sostenere le sue teorie. Foto scattata a genova nel novembre 2008.

http://img228.imageshack.us/img228/7302/cimg6373.jpg

come puoi osservare arturo le scie a volte aiutano anche a compilare la schedina!
Paolo, comunque uno che sembra poter essere Danilo Mastrantoni ha commentato il tuo post a riguardo...
Arturo, provo a risponderti molto brevemente, tanto so che e' inutile, come quando sostenevi che l'acqua nelle nubi cambia la "latenza" del segnale radio.

Quelle nubi sono molto poco consistenti, e svaniscono facilmente se solo incontrano dell'aria più secca o più calda. In poche decine di minuti, visto innumerevoli volte mentre mi chiedevo se sarei riuscito ad aprire la cupola del telescopio o avrei passato inutilmente la notte in bianco. Anche negli anni '80 (ho cominciato ad andare al telescopio nell'84).
Le scie sono molto alte, almeno il doppio, e non c'entrano un tubo con quelle nubi basse. Altrimenti gli aerei li avresti visti belli grossi, non puntolini come si vedono in quelle foto.
Anche per nubi così piccole, ti sei chiesto quanta acqua contengono? E quindi quanto bario servirebbe per prosciugarle? Quante MIGLIAIA di carichi di aerocisterne?

Se l'obiettivo dei militari fosse stato quello di migliorare le comunicazioni, quelle nubi le onde radio praticamente non le vedono. Lo considererei un tempo ottimo per osservare alla frequenza del vapor d'acqua, cioè quella che uso di più nelle mie ricerche.

Tutte le altre tue domande si dissolgono da sole come quelle nubi lì.

La cosa triste è che come ti è già stato detto, se tu studiassi un pochettino di meteorologia, di propagazione elettromagnetica, ecc. non faresti queste figuracce. E nessuno si sognerebbe di prenderti per il culo.

Ricordiamo sempre Nanni Moretti: "parlo mai di astrofisica io?"
@giornalettismo:
Su queste questioni mi sembra di parlare al muro. Quasi tutti sanno tutto di propagazione dei segnali radio in atmosfera.
Be', si da' il caso che ci lavori da oltre 20 anni, appunto 20 anni fa feci delle misure di distanza sulla sonda Voyager, allora a quasi 4 miliardi di km dalla Terra, con una precisione differenziale (cioè nel corso di una giornata) di qualche millimetro. Quindi avevo bisogno di calibrare il piu' possibile gli effetti atmosferici. Le nubi non danno granché noia, quel che "rompe" è soprattutto il vapor d'acqua, che contribuisce per circa un centimetro. L'atmosfera "secca" fa molto di più, circa un metro, ma si calibra bene con misure standard (temperatura, pressione) a terra.

Per ogni applicazione che non sia GPS estremo di precisione, quindi, la latenza dovuta alle nubi non fa una beneamata mazza.

Diverso discorso l'assorbimento. Ma a meno che non stia venendo giù un diluvio e tu non stia osservando tra 15 e 26 GHz, le trasmissioni da satellite a terra (e viceversa) sono poco disturbate dalle nubi. Alla frequenza della riga del vapor d'acqua, a 22 GHz, una nube di quelle belle nere attenua un 60-70%, quindi passa almeno un terzo del segnale. Idem se piove non forte. Per me che devo osservare segnali debolissimi (e soprattutto MISURARLI!) è un disastro, ma per le comunicazioni militari non importa granché.

A frequenze diverse anche la pioggia non fa nulla. A 10 GHz, o a 40, si osserva tranquillamente sotto la pioggia scrosciante.
20 anni fa feci delle misure di distanza sulla sonda Voyager, allora a quasi 4 miliardi di km dalla Terra, con una precisione differenziale (cioè nel corso di una giornata) di qualche millimetro

*mascella impatta il pavimento*

Gianni, per favore, questo nerd porn non lo devi buttare così a freddo! Ho una certa età! :-)
@Willy
mi chiedevo, ma quanti aerei ci vogliono per ricoprire di "aeresol" tutta l'Italia?

Finalmente: mi sentivo 'na mosca bianca!

E' da quando ho scoperto la bufala delle scie cOmiche che lo ripeto: non serve nessunissima considerazione scientifica.
Basta questo a dimostrare che è una bufala: impossibile numericamente una operazione del genere.
Punto e buonanotte agli sciecOmici.
ciao Paolo

hai posta (con allegato) anche da me
repiazz
Reply inutile ma tant'è: la scrivo così se dico baggianate qualcuno me le fa notare e io imparo qualcosa.

basta irrorare sostanze igroscopiche nelle nubi,e queste spariranno.

Ah. Ottimo. E, di grazia, dove vanno a finire le nuvole? Sai com'è "nulla si crea e nulla si distrugge".

Sono già sotto forma di vapore ed a condizioni di temperatura e pressione della superficie terrestre l'acqua può avere solo tre stati, solido, liquido e vapore. In breve mi pare che ci siano due modi di far sparire le nubi, uno è far piovere. L'altro è scombinarle finchè si disperdano (ma mi risulta molto più difficile).

Purtroppo però l'aria (che non vediamo) esiste, ed all'interno della stessa possono avvenire dei movimenti... presente il vento? Ecco. Succede che il vento smuova le nubi, disperdendole.
Riguardo il volo supersonico: anche se ci sono oggi alcuni velivoli da combattimento (i già citati Raptor e Typhoon e pochi altri) capaci di 'supercruise' (ovvero volo supersonico senza AB), in tutti i Paesi occidentali è proibito a qualsiasi velivolo, inclusi quelli da combattimento, passare in supersonico se non in caso di emergenza. Anche in questo caso, comunque, occorre ottenere un'autorizzazione esplicita. Questo perchè i 'bang' sonici, che sono udibili anche da altissime quote, causano notevoli disturbi a chi si trova in superficie. In passato alcuni governi hanno dovuto affrontare cause molto onerose per questo. Questo fu uno dei motivi per i quali gli Stati Uniti si ritirarono dal progetto per gli SST (Super Sonic Transport). Anche il Concorde poteva passare in supersonico solo sul mare. Per riferimenti, cercare: XB-70 'Valkyrie', SSC, Okhlahoma Experiment, Concorde.
@Arturo

Scusa, ma se per tua ammissione non sei un meteorologo, tanto che dici che bisognerebbe chiedere a un esperto cosa succede quando si fa condensare l'acqua, su quale base puoi avere delle convinzioni rispetto alla sparizione delle nubi?

Come dice Mousse, l'acqua ha 3 stati, e se è allo stato gassoso o la disperdi col vento o la fai precipitare (sotto forma di pioggia o di grandine), non puoi certo farla sparire magicamente.

Poi uno può immaginare qualsiasi scenario fantastico, ma è - appunto - nel campo del fantastico, e ci vuole poco per rendersene conto.
Arturo,

dai tuoi post deduco che sei una persona curiosa, capace di osservare e desiderosa di capire. Ora, tu pensi che la spiegazione al fenomeno che osservi (le nuvole che scompaiono) sia causata dagli aerei militari. Ti voglio dare un'altra chiave di lettura, scomodando solamente la termodinamica classica ed in particolare il diagramma di fase dell'acqua (sono un chimico, ragiono così!).

Partiamo dalla nuvola mostrata nella prima foto. Stiamo osservando un aereosol, ovvero (in questo caso) una dispersione di particelle solide in un mezzo gassoso. Siamo sicuri che la nuvola sia formata da cristalli di ghiaccio perché è opaca e bianca (se fosse stato vapore d'acqua sarebbe stata trasparente, se fosse stata formata da goccioline d'acqua avrebbe assorbito parte della luce solare e sarebbe risultata scura). Se la nuvola è in equilibrio termodinamico con l'aria che la circonda, la tensione di vapore dell'acqua (a quella specifica temperatura e pressione) è esattamente quella tabulata nel diagramma di fase dell'acqua, e la nuvola rimane visibile nel cielo.

Ora ipotizziamo (non lo posso sapere a priori perché non ero presente al momento dello scatto con strumenti in grado di darmi queste informazioni) che ad un certo punto la nuvola entri in contatto con una corrente d'aria molto più asciutta, nel senso che contiene meno vapore d'acqua rispetto a quello che il ghiaccio (ripeto, a quella specifica temperatura e pressione) avrebbe se fosse in equilibrio termodinamico con l'aria circostante.

In quel preciso momento l'equilibrio termodinamico viene rotto, e per ristabilirlo il ghiaccio sublima. In altre parole, la nuvola scompare.

Alla luce delle foto che hai postato, posso ragionevolmente pensare che questa sia la migliore spiegazione possibile, senza bisogno di scomodare paranoiche teorie fatte da chi purtroppo ignora la scienza vera.

Una teoria verificata la riconosci perché è coerente. Pensa a quando lavi il pavimento: dopo un po lo ritrovi asciutto (dunque l'acqua è evaporata), ma la temperatura della stanza non ha certo raggiunto i 100 gradi! Anche in questo caso la spiegazione è la stessa della tua nuvola che scompare: la pressione di vapore dell'acqua nella stanza era inferiore a quella all'equilibrio termodinamico, dunque l'acqua passa spontaneamente a vapore per ripristinare questo equilibrio (se poi lasci la finestra aperta l'aria cambia in continuazione, dunque l'acqua continua ad evaporare finché non si consuma tutta).

Non trovi che questa coerenza nel mondo che ti circonda sia infinitamente più bella delle strampalate teorie che trovi su certi siti? Io penso di si!
facci sentire l'intervista
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Artecleto,

posso pubblicare l'audio dell'intervista soltanto se Vibravito dà il proprio consenso.
Attivissimo, credo che se non vi siete presi a botte sia qualcosa di positivo perentrambi,che tristezza se riamne una cosa privata, siamosu internet, non e' che alla fine entrambi non ci avete capito un cazzo?
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
mr. Jones, passi "de chè" con l'accento, passi cio' con l'apostrofo, ma perchè' con l'apostrofo e l'accento pure sbagliato ...
Mr Jones, sai benissimo che gli insulti portano alla cancellazione dei tuoi commenti.

Sprechi soltanto il tuo tempo.
Sapevo che Mr Jones non era in grado di formulare una frase completa.. ma porco giuda, qui siamo a livelli critici.




Arturo,
come sai ti ho lasciato molte risposte sul mio blog (che sei venuto regolarmente a leggere) e ti ho fatto anche alcune domande alle quali però non hai mai voluto rispondere (o non sapevi come).

Vediamo se qui cambia qualcosa:

quando fai le tue domande, vuoi veramente una risposta (anche circostanziata) oppure vuoi solo conferme e plausi (come accada dai tuoi compari)?
Perchè se è così, sinceramente non mi interessa più leggere i tuoi sproloqui.
Ma chi, il meteorologo tedesco che diceva una cosa e Straker ne ha tradotta un'altra? LOL.

Mr Jones, toh, direttamente dalla mia biblioteca personale di pirzona pirzonalmente, leggi e piangi.

Vediamo chi è il primo genio che dice che l'ho contraffatto... :D (voglio vedere che v'inventate. Sorprendetemi!)

[just]
che tristezza, sia da una parte che dall'altra, non c'e' volonta'di capire,sembra una chat di minorenni mestruate, l'attivissimo che censura e gli altri che non danno niente di piu'che fantasie, che blog ignorante, mi scuso per aver scritto, cerchero'lidi piu'moderni, magari qualcosa del XXI secolo
artecleto.. hai fatto un lapsus.. la censura è da straker.
Capita, non preoccuparti..
nico,

io non so chi e'striker e non me ne puo' fregare di meno, continuo a pensarla come prima.
Ciao a tutti
ps: consiglio la littizzetto stasera... tema trattato Voyager :)
@Arturo:
E ci ho pensato sì all'impatto ambientale.
Purtroppo per te gli aerei hanno dei motori molto efficienti dal punto di vista della combusione, infatti da questi dati si può facilmente dedurre che TUTTO il traffico aereo in Italia (ho guardato solo le emissioni di CO2 ma sono abbastanza indicative) produce emissioni pari a una percentuale irrisoria del traffico veicolare.

Mi hanno sempre detto che è buona norma verificare le cose prima di scriverle.
@Giornalettismo

Oltretutto, se fosse come dice arturo, i sistemi radar di assistenza al volo non funzionerebbero nella nebbia, tantomeno i cellulari, i GPS e un sacco di altri simpatici dispositivi di uso comune. Le case automobilistiche ti farebbero pagare inutilmente i sistemi radar per la guida con pioggia o nebbia.

Che i segnali vengano comunque attenuati è vero, chiunque abbia una parabola satellitare sa che la ricezione è leggermente peggiore quando piove, ma che questo faccia diventare prioritario dissolvere le nubi mi sembra onestamente eccessivo.
poi ci sarebbe anche solo da decidersi: si fanno queste scie per 1500 motivi variabili, ognuno in contrasto con gli altri
si va dal dissolvere le nuvole per motivi militari, per le trasmissioni, per aiutare la popolazione evitando forti pioggie, per decimare, per avvelenare, per controllare, per amplificare il radar, per schermarlo...

insomma, un po' in contraddizione

buona cosa le foto di arturo, quantomeno si vede qualcosa oltre che parlarne solo per teorie
ma in quelle foto non si vede nulla di strano!
sono tutte deduzioni senza una base, il fatto che siano aerei militari è assolutamente sparato a caso, come si fa a capirlo? sono praticamente invisibili talmente sono in alto!


seriamente, senza prendere in giro nessuno, ma USCITE mai di casa?

avete presente come può cambiare il tempo? quanto in fretta ci mette un temporale a formarsi ed arrivare? come variano le nuvole in montagna?

o anche solo le cose da scuole elementari: se le nuvole sono scure, e la scia sopra chiara... non è che il sole colpisce la scia, ma le nuvole non più perchè sono in basso?

insomma prima ancora di andare a discutere di un possibile problema, mancano proprio le basi
Arturo dice quelle cose sulle onde radio solo perchè le ha dette Straker, che per confermarle è riuscito a falsificare sè stesso.

http://tinyurl.com/d3c8wu

:-)
io, signori, ho superato gli anta, e non ho mai visto una nuvola sparire in mezz'ora, senza lasciar tracce....poi se ci mettete anche il fatto che c'era un via vai di aerei militari, uno fa 2+2...
4 e poi che devo fare?

come ha già detto qualcuno precedendomi, le nuvole non si distruggono nè scompaiono, altrimenti chi può fare questo si chiamerebbe "Dio"
Ho vissuto 6 mesi con un complottista, finalmente domani si leva sto pain in my neck

Invece di sottoporti a questa tortura potevi chiedere a me: sono completamente pazzi e paranoidi, persone incapaci di vivere.

E oltretutto non dividerei tra i vari complotti: è come l'architetto Melandri quando chiede la mano della moglie del dottore, assieme alla moglie deve prendere bimbi, cane, tata e sottobicchieri di peltro. Cosi sono i complottisti una volta che credono a una cosa vedono minacce efantasmi ovunque e accettano qualsiasi castroneria.

Sono convinto che provecheranno la loro stessa estinzione.
Ero restio a pubblicare un commento visto il gran numero di esperti che frequentano il blog di Paolo: chimici , meteorologi , piloti o esperti di aereonautica che chiariscono ogni dubbio sul fenomeno delle scie chimiche anche a chi, come me, non ha grande esperienza in questi campi. A parte l'infondatezza di tutta questa teoria fantapolitica volevo soffermarmi sul perchè troviamo moltissime persone che sembrano pendere dalle labbra di certi loschi figuri che propinano fandonie;la creduloneria è sicuramente il problema principale ma questa,a mio giudizio, viene alimentata dal timore dei rischi per la salute causati dall'inquinamento,si nota nei loro commenti un profondo senso di sgomento che viene convogliato (immagino per tornaconto personale) in costruzioni di fantasia. Volevo ricordare a tutti gli schiachimisti che il fenomeno dell'inquinamento è REALE e SPAVENTOSO e che fanno bene a preoccuparsi,ma forse si dovrebbe sottolineare che l'inquinamento causato dal traffico aereo è si un fenomeno reale ma che l'enorme divario tra il numero di aerei che volano sulle nostre teste e il numero di auto in circolazione sulle strade delle nostre città dovrebbe accendere in loro il timore anche per le altre fonti di inquinamento atmosferico , come gli scarichi delle auto , le industrie e le centrali energetiche,che in Italia per la maggior parte sono alimentate con combustibili fossili. Ora questi signori si beano del fatto che ci sono state diverse interrogazioni parlamentari riguardo al fenomeno delle scie chimiche, perchè invece non si impegnano affinchè il governo attui delle politiche nel campo delle energie rinnovabili? Perchè non organizzano sit-in davanti Montecitorio per chiedere maggiori restizioni sull'utilizzo delle automobili nelle città sempre più congestionate? Perchè non si riempiono di sdegno per il disinteresse dei governi per il problema della salvaguardia dell'ambiente? Vedo tante persone impegnate e volenterese che SPRECANO il loro TEMPO dietro futili congetture quando i problemi REALI dell'ambiente e della salute sono tanti e richiedono moltissimo impegno affinchè vengano risolti.

Un saluto a tutti
concordo: ci sono talmente tanti REALI rischi per la salute di cui preoccuparsi, che stare a pensare alle congetture di scie chimiche in pratica fa il gioco di chi inquina

si distoglie l'attenzione da cose più pratiche e molto più vicine a noi
@paolo
Prova che non esistono "staff o collaboratori" potrebbe essere il fatto che mi hai stroncato il commento delle 18.26.
Comunque quello che avevo scritto è un modo di dire livornese. Ho ancora un po di sassolini nelle scarpe con l'essere "arturo", dopo i commenti che ha lasciato sul mio blog:
(http://ipensieridelfioba.blogspot.com/2009/01/straker-ed-i-suoi-leccapiedicommenti_06.html)
In questi commenti augurava a tutti noi ed ai nostri cari di ammalarsi.
Ora lui può dire quello che vuole, ma resta un essere piccolo piccolo, in tutti i sensi.
Ciao

Fioba (Massimo Della Schiava)
Temo di essere stato male interpretato prima parlando dell'attenuazione provocata da pioggia e nubi.
Volevo semplicemente far notare che è uno dei fenomeni che vengono considerati quando si va a studiare un sistema di comunicazioni... Ma non intendevo dire che fosse sensato eliminare le nubi per problemi del genere.
Non avrebbe alcun senso, è meglio che gli sciachimisti trovino qualcosa di meglio come motivo per un complotto mondiale.
l'attenuazione di cui si parla è dell'ordine di 1-2 dB, fino a frequenze elevate.
e soprattutto in caso di pioggia, si può usare tranquillamente banda bassa (VHF,UHF, anche S e X, fino ad un certo punto)
Mi sembra un pò cretino mandare aerei per dissolvere le nubi, se fosse solo un problema di trasmissioni. Tanto varrebbe mandare l'aereo con un Bloc-Notes
Attivissimo
Ma certo: e quindi le irrorazioni si fanno visibili e di giorno, così restano segretisssssssime!

willy
E soprattutto perché non li rilasciano di notte, quando non è così semplice identificarli?


Attivissimo, Willi, mi spiace.
Ma Arturo ha ragione

arturo
willy, qua da me le rilasciano SOPRATTUTTO DI NOTTE!!


Ecco cosa sono riuscito a fotografare, dopo un lungo appostamento (durato almeno 2 minuti), nascosto dietro ad un cespuglio, per paura di farmi scoprire dagli sciatori :)
Scia notturna n° 9
Scia notturna n° 8

yos
Attivissimo, Willi, mi spiace.
Ma Arturo ha ragione


Per amor di conversazione: no, attenzione, io intendevo che per farsi notare meno sarebbe intelligente farle *soltanto* di notte e quando non c'è la Luna in cielo.

Farle di giorno sarebbe idiota. Sindrome del Cospiratore Pasticcione.
questo è di 2gg fa:
[...]questi disinformatori non ce la fanno più, e questo attivissimo ha veramente rotto...ormai lo hanno capito tutti che intasca mazzette dai militari...[...]
By arturo, at 27 febbraio, 2009 19:36 commento integrale qui, (screenshot qui)

questo è di 4gg fa:
[...]o mio dio....ho letto "anti-bufale".....eccone un altro che prende i soldi per mentire ai cittadini ignoranti.....questo del disinformatore sta diventando il lavoro più remunerato che c'è in italia
By arturo, at 25 febbraio, 2009 18:57 commento integrale qui (screenshot qui)

questo è di 6gg fa:
Domanda di attivissimo: Domandina per gli sciachimisti: se io faccio parte del complotto, perché ci sono così tante scie chimiche sopra casa mia?
risposta:
1-i militari hanno assicurato a paolo attivissimo che gli aerorol sono assolutamente innocui
2-paolo attivissimo prende mazzette per disinformare la gente si progetti militari
3-i militari hanno assicurato a paolo attivissimo che gli aerosol sono per scopi umanitari

questo è quello che penso a riguardo di tutti i disinformatori

By arturo, at 22 febbraio, 2009 14:59 commento visionabile qui (screenshot qui)

quest'altro ancora, sempre 6gg fa:
vibravito, i militari ad attivissimo hanno assicurato che gli aerosol sono innocui, e anche necessari......insomma, questo pseudo-giornalista pensa di essere un eroe....il problema è che i militari stanno prendendo per il culo anche i disinformatori da loro pagati....
poi hai visto, questi personaggi, come dicono sulla rete, sembra che siano pronti a un confronto serio sul tema scie degli aerei militari nato....noi però abbiamo potuto vedere come si comportano certi personaggi messi alle strette....abbiamo l'esempio del meteorologo mercalli:
"io non ne so nulla di progetti militari, e poi di certo non me le vengono a dire a me le cospirazioni militari...."

a ancora:
"io non ci faccio caso a queste scie, non me ne importa niente...."

ma come mercalli.....è come se ad un informatico non importasse niente dei computer

http://www.youtube.com/watch?v=Ah799oK3Pwc
By arturo, at 22 febbraio, 2009 22:49 commento visionabile qui (screenshot qui)

Adesso, questa è una persona che viene a scriver qui in quanto vuole "approfondire" e/o argomentare? No. E' una persona che ritiene di sapere tutto, è vuol dare dimostrazioni ai "prezzolati disinformatori" di saper tutto. Mica uno chiede troppo, semplicemente un po di coerenza. E' così difficile Arturo? C-O-E-R-E-N-Z-A.


@Paolo

ti stimo infinitamente per la pazienza che hai.

P.S. a volte mi chiedo se li fabbricano in serie con lo stampino. Che siano mica made in ACME? Qualcuno ha controllato? :)
Nell'articolo c'è scritto

Emerge insomma ancora una volta la pretesa di cogliere la verità per intuizione, senza dover essere preparati sulla materia. Anzi, essere preparati è pericoloso: è sintomo di lavaggio del cervello e di collusione con il nemico. Un modo di pensare comune a tante credenze parapsicologiche, nelle quali chi ha studiato fa parte della "scienza ufficiale", è legato mani e piedi dal "sistema" e quindi è inaffidabile. Solo i dilettanti hanno la purezza necessaria per cogliere la Verità.

Sebbene sia un campo diverso, questo ragionamento è molto simile a quello che accade nel campo della musica, specialmente tra i giovani che vogliono ottenere successo senza volerla studiare. La musica, a differenza di architettura, scultura, pittura ecc...è l'unica arte in cui, se si possiede il TALENTO necessario, è possibile riuscire creare qualcosa di interessante anche se non si conosce la teoria musicale o non si hanno grandi doti esecutive.

Tuttavia è molto facile trovare una mentalità per cui la conoscenza della teoria musicale o doti esecutive vengano considerati come dei "freni": e per sostenere questo additano gruppi e artisti che utilizzano la tecnica solo per esibizionismo o per creare musica fredda. E così loro rivendicano con orgoglio la loro "ignoranza", sinonimo di libertà.
Un po' come a dire che Caravaggio e Michelangelo sarebbe stati migliori se non avessero mai studiato l'anatomia, le proporzioni e la luce.
@Attivissimo

Anche se le foto sono autentiche, la mia era solo una battuta ;)

(mannaggia a me che sono molto taccagno in fatto di emoticons e & smiley)
Nooooo...voglio sapere tutto sulla barista al soldo del NWO!
Paolo, non sono un espertissimo legale, però mi sembra che la diffamazione esuli dall'avere prove (a sostegno di quello che si dice) o meno.
Per quanto ne so c'è diffamazione se offendi il decoro e l'onore altrui, non consiste nel dire il falso, ma nel dire qualcosa che - pur vero - ti sputtana.
Quindi se dici che la signorina X la dà via come il pane, dovrebbe essere diffamazione, anche se effettivamante la signorina si sollazza tutti i ragazzi della città ad intervalli regolari.
Mi corregga qualche giurista se sbaglio.

Poi ovvio che al livello della legge si contrappone il livello del buon senso. E qua ovviamente hai ragione a mettere i puntini sulle u.
@muriel
Ho vissuto 6 mesi con un complottista, finalmente domani si leva sto pain in my neck

neck? ma non stava on po' più sotto?
:D
Paolo,
una chicca tutta per te.
http://tinyurl.com/brlvy7
Mattia,

mi affido agli esperti di legge per un parere più autorevole, ma la prova è importante.

"Commette il reato di ingiuria (art. 594 c.p.) chi offende l'onore o il decoro di una persona presente, ed è punito con la reclusione fino a sei mesi o con la multa fino a € 516,46.

Commette invece il reato di diffamazione (art. 595 c.p.) chi offende l'altrui reputazione in assenza della persona offesa. In questo caso la pena è della reclusione fino ad un anno e della multa fino a € 1032,91."

(da qui)




Dal Codice Penale italiano:

Art. 596 Esclusione della prova liberatoria
Il colpevole dei delitti preveduti dai due articoli precedenti non e' ammesso a provare, a sua discolpa, la verita' o la notorieta' del fatto attribuito alla persona offesa.
Tuttavia, quando l'offesa consiste nell'attribuzione di un fatto determinato, la persona offesa e l'offensore possono, d'accordo prima che sia pronunciata sentenza irrevocabile, deferire ad un giuri' d'onore il giudizio sulla verita' del fatto medesimo.
Quando l'offesa consiste nella attribuzione di un fatto determinato, la prova della verita' del fatto medesimo e' pero' sempre ammessa nel procedimento penale:
1) se la persona offesa e' un pubblico ufficiale ed il fatto ad esso attribuito si riferisce all'esercizio delle sue funzioni;
2) se per il fatto attribuito alla persona offesa e' tuttora aperto o si inizia contro di essa un procedimento penale;
3) se il querelante domanda formalmente che il giudizio si estenda ad accertare la verita' o la falsita' del fatto ad esso attribuito.
Se la verita' del fatto e' provata o se per esso la persona, a cui il fatto e' attribuito e', per esso condannata dopo l'attribuzione del fatto medesimo, l'autore della imputazione non e' punibile
, salvo che i modi usati non rendano per se' stessi applicabili le disposizioni dell'articolo 594, comma primo, ovvero dell'articolo 595 comma primo (1).


Esiste poi tutta la questione del diritto di cronaca, ma il principio generale mi sembra a posto. Se io so e posso provare che un politico ruba, posso scriverlo in un articolo senza che questo sia ingiuria o diffamazione (a seconda della "presenza" o meno del politico).

Se io dico invece "Il politico X ruba!" e di fronte a querela rispondo "E' la mia opinione", in stile Vibravito, penso che il tritacarne della giustizia avrebbe di che lavorare.
io ho quasi 44 anni. Le scie di condensazione ci son da sempre. Addirittura alle elementari (anni 70-75) sapevamo una sorta di filastrocca che, a seconda di come vedevi 'ste scie, dava come risultato che qualcuno ti pensava (come quando si sente fischiare un orecchio) o ti amava...qualcuno la ricorda meglio di me?
Arturo, quanto scrivi è corretto ed indiscutibile.

Vorrei precisare alcune cose: il controllo climatico è subordinato ad altri fini che sono inimmaginabili per mente umana, poiché le scie non sono state concepite da mente umana; è naturale che i vari veleni ricadono al suolo con le piogge o per gravità con conseguenze perniciose per tutti gli esseri viventi; molti aerei civili collaborano nell'irrorazione: ho anche testimonianze precise a tale proposito.

I militari comandano, i civili obbediscono, ma non ci sbaglieremo se penseremo a "qualcuno" al di sopra dei militari stessi.


questa perla ce la regala zret in risposta alle assurdità che arturo ha già postato qua :)
arturo... è assolutamente NORMALE che quel tipo di nubi sparisca in 30 minuti.

I cumulus humilis (cumuli di bel tempo), per esempio, hanno un ciclo che dura 30 minuti - un ora. Si formano, poi spariscono, poi si riformano, poi spariscono.

E le mie non sono nozioni lette da qualche parte ma è l'esperienza di qualunque volovelista che le nuvole le usa come strade... e sa bene che se il cumulo è già bello formato, ora che ci si arriva è già bello che sgonfiato.

Comunque, Paolo, se vuoi invitare qualche sciachimista a vedere le nuovole da vicino (e magari rendersi conto che le contrails sono giusto leggermente più alte) portalo a Varese e lo porto in volo volentieri :)
@Hotello

> Siamo sicuri che la nuvola sia formata
> da cristalli di ghiaccio perché è opaca
> e bianca [...] se fosse stata formata
> da goccioline d'acqua avrebbe assorbito
> parte della luce solare e sarebbe
> risultata scura)

Ma anche no... se parli di questa:


http://img16.imageshack.us/img16/3633/imga0018.jpg

È evidentemente una nuova d'acqua..
@stefano

Le nuvole sono fatte di acqua LIQUIDA o SOLIDA, l'acqua gassosa (ossia vapore) non la vedi, è trasparente.

Ciao,
@ ReplicanteCattivo:

Sebbene sia un campo diverso, questo ragionamento è molto simile a quello che accade nel campo della musica, specialmente tra i giovani che vogliono ottenere successo senza volerla studiare. La musica, a differenza di architettura, scultura, pittura ecc...è l'unica arte in cui, se si possiede il TALENTO necessario, è possibile riuscire creare qualcosa di interessante anche se non si conosce la teoria musicale o non si hanno grandi doti esecutive.

Vale per quasi tutte le arti e non solo per quelle, temo. Se parlo dei miei ambiti, posso garantirti che tanti pensano anche che per quel che riguarda la recitazione studiare non serva a nulla, ma basti ricordare le cose a memoria e avere un po' di faccia tosta. Allo stesso modo è diffuso il pensiero che per tradurre basti conoscore le lingue in questione e viene buttata al mare tutta la competenza tecnica e stilistica necessaria alla base. Purtroppo la consapevolezza di quel che voglia dire cultura (che si differenza dal nozionismo) è un fenomeno decisamente raro e diffuso in più o meno tutti gli ambiti.

@ Marco

io ho quasi 44 anni. Le scie di condensazione ci son da sempre. Addirittura alle elementari (anni 70-75) sapevamo una sorta di filastrocca che, a seconda di come vedevi 'ste scie, dava come risultato che qualcuno ti pensava (come quando si sente fischiare un orecchio) o ti amava...qualcuno la ricorda meglio di me?

Purtroppo temo non sarebbe presa come prova. Anche io ricordo distintamente che, quando ero alle medie (1992-1995), le mie compagne sostenevano che qualcuno le amasse ogni volta che vedevano una scia in cielo; inoltre ricordo anche che i miei genitori mi spiegarono cosa fossero quelle cose bianche che vedevo dietro gli aerei in una località nella quale andavamo in vacanza prima del 1991.
Purtroppo i ricordi non sono dati precisi e quindi lasciano il tempo che trovano
Porca pupattola: vado qualche giorno in ferie e succede di tutto!

Ci ho messo quasi tre ore a rimettermi in pari con i commenti, ed anche cosi' ho dovuto saltarne un sacco!

Domanda per qualcuno che "capisce" di fotografia un pochino piu' del sottoscritto: ma le foto che ha postato Arturo (almeno le prime) non sono una panoramica?
Guardate l'andamento dei fili della luce nelle prime quattro foto, il profilo delle colline ed alcuni dettagli vicino al bordo tipo il poccolo albero a punta che si ritrova nella prima e nella seconda.

Se ho ragione e sono una panoramica, il discorso di Arturo va a farsi benedire: non vediamo una sequenza temporale ma spaziale.
Per farci vedere l'evoluzione di una povera nuvola sotto attacco chimico avrebbe dovuto riprendere sempre la stessa zona, non fare piede perno da un estremo dell'orizzonte all'altro, no?

Cio' detto, ho sempre piu' l'impressione che Arturo stia facendo il troll sia qui che sui siti dei "complottisti" in generale (in attesa di una definizione migliore). Probabilmente, sta ridendo dei nostri commenti.
Vibravito: "No, no, questo discorso del non conoscere la materia è relativo."


ehmn... adoro queste risposte. :D
come dire uno fa le previsioni meteo, senza saper leggere le carte... e' relativo..
Chi mi sa spiegare qualcosa delle nuvole che si formano o disfano in corrispondenza della linea di costa?

Le ho notate spesso, al mare in spiaggia, si ha l'impressione che dal mare stiano arrivando molte nuvole, si vede che si muovono, si avvicinano, ma non arrivano mai.

si "dissolvono" con l'avvicinarsi alla costa.

Sopra al mare, c'è più umidità dato che il sole riscalda l'acqua, sopra alla costa c'è una corrente ascensionale più secca che fa evaporare o sublimare le nuvole.

A volte avviene il contrario, piove sulla spiaggia e le nuvole si spostano verso l'entroterra, ma sul mare non ce ne sono, si "formano" o condensano sulla linea di costa.

Se poi su quella costa ci passano molti aerei, come su quella toscana o ligure (guarda caso) ci saranno anche le scie di aerei.

Avete notato che molti sciachimisti vivono sulle coste?

L'osservazione empirica di nuvole e scie porta a considerazioni sbagliate.

Se noto che le nuvole si dissolvono e vedo anche le scie posso immaginare che ci sia un legame, per confermarlo o smentirlo bisogna fare osservazioni anche dove non ci sono scie, e vedere se le nuvole si comportano allo stesso modo.

Oppure osservare il fenomeno TUTTI i giorni e stilare un rapporto, una statistica del comportamento delle nubi.

Si potrebbe pure osservare in giorni scelti a caso.

Fare foto ed osservazioni solamente quando e dove confermano l'ipotesi è un tantino troppo comodo, è cherry picking.
Ragazzi qui da una parte c'è una fede e dall'altra un approccio scintifico il dialogo non è possibile anche perché la fede precionde da ogni ragionamento.
E' un poco come discutere di trasfusioni con un Testimone di Geova che ripete a macchinetta quello che qualcuno gli ha detto.
L'atteggiamento è esatatmente lo stesso.

bob
Comunque, Paolo, se vuoi invitare qualche sciachimista a vedere le nuovole da vicino (e magari rendersi conto che le contrails sono giusto leggermente più alte) portalo a Varese e lo porto in volo volentieri :)

Io credo alle scie chimiche.
Le scie chimiche sono a 300 m di altezza.
Le scie degli aerei sono tutte chimiche.
Tutti gli aerei sono militari.
HAARP serve a non far piovere.
Rosario è un genio.
@dario
Hai ragione, le foto non ritraggono sempre la stessa zona, sopratutto la prima, comunque l' orario salvato nell'exif data delle immagini conferma che sono state scattate nell' arco di un' ora.
Ad esempio tra questa e questa ci sono circa 4 minuti di differenza e la nube si è spostata in direzione del sole
Vorrei sapere se secondo Vibravito, che secondo lui solo i puri che non hanno studiato sono gli unici in grado di cogliere la verità, se crede che è il sole che gira intorno alla terra o il contrario. Perchè da una "prima" considerazione potrebbe sembrare che sia il sole a ruotare intorno al nostro pianeta e non il contrario ma chi afferma questo è un cospirazionista o altro? Chiuque abbia un po di sale in zucca capisce dove voglio andare a cadere con questo discorso. Ritengo che sia inutile da parte tua Paolo, perder tempo con questo tipo di persone che NON vorranno mai esser convinte, solo ascoltate.
Fozzillo:
Avete notato che molti sciachimisti vivono sulle coste?

Osservazione interessante.
In effetti è così, a cominciare dai fratelloni imbroglioni, ma poi i più attivi sostenitori: arturo, mr.jones, mike vivono vicino alla costa.
Poi c'è l'eccezione: Vibravito sta in pianura padana, ma lui è uno che non ha nemmeno bisogno di vederle le scie per crederci ;)
Scusate tutti, ma io avevo capito che all'origine dello sciachimismo ci fosse l'osservazione di scie persistenti, che non si dissolvono abbastanza rapidamente.
Allora, secondo me, delle due l'una:

O è normale che le nuvole (e le contrails, che sono fatte anch'ese di acqua) si dissolvano rapidamente e allora non capisco che ci trova di strano Arturo se lo fanno anche quelle attraversate dagli aerei.

O è normale che alcune nuvole (e contrails)siano persistenti. E allora non ha senso sospettare che esistano le chemtrails.
@ Paolo: non mi risulta che Fenu sia un ingegnere aeronautico. Fenu è un ingegnere civile.

Perdipiù, in anni di sbufalamento degli sciachimisti, non ho mai avuto il piacere di discutere direttamente con lui. Ho sempre trovato scritto, sui siti sciachimisti, "l'ing. Fenu dice" "l'ing. Fenu sostiene" ma non l'ho mai visto scrivere nulla di persona.
questo vibravito mi ricorda un pò l'idea di ingenuità e originalità che nel periodo della rivoluzione francese girava grazie a Rousseau, con il mito del buon selvaggio..
Cioè, dobbiamo fare anche il loro (=degli sciacamisti) lavoro!

Il tedesco metereologo che crede alle scie *potrebbe* essere questo:
http://www.youtube.com/watch?v=imYfohMy264
http://www.karstenbrandt.de/

Una tiratina d'orecchie a Paolo: te lo segnalai il 13 novembre scorso.

ciao
nicola.
@nicola
Ovvio che ci provano :-) del tutto fessi non sono, soprattutto chi è in palese malafede.
Dato che non possono provare l'esistenza delle scie chimiche, allora cercano di sviare chiedendo ad altri di provare che sono di condensa. :-)

Il bello è che nel mondo di "ricercatori" sulle scie chimiche ce ne sono davvero tanti, se diamo retta ai vari blog.. possibile che nemmeno UNO si sia attrezzato per andare in quota e poi fare le analisi? Forse perchè SANNO che non c'è altro che condensa?
Markogts,

grazie della correzione. Errore mio: ho aggiornato l'articolo.


Nicola,

ricordo la segnalazione: a memoria, però, non m'è venuto il nome del meteorologo. Tirami pure le orecchie.
ARTURO DIXIT:

"le normali contrails possono formare nuvole artificiali del tutto simili alle nuvole naturali"

Finalmente siamo tutti d'accordo! Non c'è nulla di strano se le scie di condensazione persistono, visto che tanti tipi di nuvole (in particolare i cirri) persistono. E chi dice invece che le contrail non possono persistere, sbaglia.

GRAZIE ARTURO! Non avrei saputo dire meglio.
@Vihai

ops, giusto. grazie per la correzione.
Sarebbe interessante, al fine di poter prevedere i complotti futuri, capire quali sono gli ingredienti che fanno nascere e mantenere viva la tesi di un complotto.

Mi spiego, come è venuta fuori l'idea delle scie chimiche e perchè è così persistente nonostante l'evidenza?

Perchè le scie chimiche e non, ad esempio, l'alterazione delle falde acquifere?

La ricetta del complotto, penso si basi sull'ingrediente "c'è qualcosa che non avevo notato, ma adesso che ho aperto gli occhi non cambio più idea". Ad esempio solo ora mi accorgo guardando il cielo che ci sono delle scie più persistenti delle altre, solo ora mi accorgo che non si vedono le stelle nelle foto dell'allunaggio, solo ora mi viene in mente che le twintowers sono cadute proprio come una demolizione controllata. Una volta innescato il meccanismo del "Ti ho scoperto" penso sia molto difficile da disinnescare, ma mi piacerebbe sentire il parere di voci più autorevoli al riguardo.

Salutoni a tutti

-------------------------------

"non accetto, invece, quando lui chiede di cambiarli due giorni prima dell'incontro."

Adesso capisco in toto l'intervento di Replicante Cattivo.
:-)
le scie non nascevano da un racconto di fantasia o una invenzione di un qualche scrittore / giornalista?
che poi è stato preso come vero

mi pare di ricordare così, ma non sono sicuro
Sulla scia del mio post preceente, ricordo che Cryptgam qualche anno fa aveva indetto il concorso "Minaccia da Trama Cinematografica"
I partecipanti erano invitati a presentare i più improbabili, però
sempre plausibili, scenari di attacco terroristico che potessero
inventarsi. L'obiettivo era provocare terrore, fare in modo che non passasse inosservato dai cittadini (americani), infliggere danni profondi e duraturi all’economia (statunitense), cambiare l’assetto politico o la
cultura. Più ambizioso risultava l’obiettivo, meglio era.

Ecco, una volta identificata la ricetta del complotto perfetto, si potrebbe fare il concorso: Il prossimo complotto

- deve essere su scala planetaria.
- possibilmente dietro devono esserci gli Stati Uniti (ma anche la Cina va bene)
- deve essere qualcosa a cui nessuno finora ha pensato ma che è sempre stato lì davanti agli occhi di tutti
- deve essere fortemente sostenibile dall'intuito personale
- deve essere di sostenibile da alcune statistiche manipolate a dovere (estrati di estratti)
- deve essere di argomento popolare


ah, ovviamente il punto più importante
- qualcuno deve poterci guadagnare scrivendoci su o vendendo DVD
Arturo, molti ti hanno chiesto come fai a stabilire che quegli aerei sono militari. non mi sembra tu abbia ancora risposto. hai detto che sono in formazione, ma dalle tue foto si vedono al massimo due aerei. come formazione mi sembra un po' scarsina, tenendo conto poi che potrebbero essere lontanissimi uno dall'altro e vedersi vicini solo per prospettiva. se poi i loro interventi sono di carattere umanitario, per evitare nubifragi (da una formazione nuvolosa come quella???), il prezzo pagato in porcherie sparse in cielo non è sproporzionato? e perchè questi esperimenti umanitari non vengono fatti invece che su nuvolette innocue sugli uragani?
Gian Piero,
la difficoltà di andare a campionare una scia a 8000 metri è una sicurezza per loro.

Una falda acquifera è facilmente controllabile e quindi potrebbero essere sbugiardati in fretta.
Infatti loro dicono: andate voi in aria e dimostrate che non è condensa. Se qualcuno (non di loro) lo facesse tanto potrebbero sempre dire che sono analisi contraffatte ecc. ecc.
In pratica gli permette di tenere il gioco aperto in attesa di altri gonzi.

E' molto lucrativa e prolungata nel tempo.
Gian Piero,

ho un abbozzo di schema, ne ho parlato alla SISSA. Ci sono ingredienti standard. Qualcosa di visibile ma intangibile/non dimostrabile in modo definitivo (la scia si vede ma non si può analizzare in modo facile); la diffidenza verso la scienza; l'ignoranza e l'incultura, che portano a questa diffidenza; e una visione di base tendente alla paranoia. Questi sono alcuni.
Interessanti le questioni poste da Gian Piero Biancoli.

Io penso che sia stato un caso il fatto che i complottisti scelgano le scie chimiche piuttosto che l'alterazione delle falde acquifere.

Ricordiamoci che si tratta:
- di persone ignoranti (che quindi credono a tutto quello che gli viene propinato)

oppure

- persone che hanno bisogno di credere in qualcosa (a causa, ad esempio, di una vita infelice, senza amici)

In ogni caso basta un elemento che si lanci in qualche complotto, e troverà i suoi adepti.
Vedo, dalla segnalazione di markogts, che l'ing. Luigi Fenu e' ricercatore all'Universita' di Cagliari (UniCA).
Qui sul sito dell'Universita':
http://tinyurl.com/ceyhh5

Come mai articoli con la firma Ing. aeronautico?
http://tinyurl.com/am735j

Mi sa che non e' la stessa persona.
@Gianco

Ti sei dimenticato una terza varieta` di complottisti: Quelli che per proprio profitto (economico o di visibilita`) sfruttano i tipi da te descitti....

Umby9000
@ Giuliano: ok, non è la stessa persona. Ma negli albi in Sardegna trovo solo quello. Mistero... come può essere?

gran.lup.man. Marko Germani
Tristero de "L'incanto del lotto 49", le "Bad monkeys" di Ruff, e i "Men in black" dell'omonimo film messi insieme non sono niente al confronto del team contro-informativo gestito dal diabolico Attivissimo!
Giuro che mi aspettavo un minimo di approccio scientifico da "quelli che le scie". Nemmeno quello, nemmeno il minimo.
E, da quel che leggo, una bella maleducazione.

Al di là di complotto o altro.... io penso una cosa molto triste.

Penso che i giovani, complottisti o meno, non abbiano più fiducia. E come dargli torto?

Il problema è che questa mancanza di fiducia sfocia nel "tutto", e non fa differenza fra quello che è buono e quello che è cattivo.

Il "complottismo" insomma è solo la punta dell'iceberg. E...è un'opinione personale.... "lottare" per la verità forse non darà i frutti sperati, forse la cosa va risolta in modo più radicale. Prima bisogna ricreare la credibilità delle persone nei confronti dei giovani.

Ciau
@ gianco:

- persone che hanno bisogno di credere in qualcosa
(a causa, ad esempio, di una vita infelice, senza amici)


il substrato di ignoranza tecnica ed inesistente propensione al metodo di ricerca e' evidente, ma ho sempre temuto che la vera causa scatenante sia in definitiva questa che tu citi.

e la cosa triste sta nel fatto che piu' glielo fai notare e peggio e'...
LOL.

Sta storia sta diventando un'imperdibile blog-novela.

Ok che non hai disseminato agenti segreti per avvelenargli l'acqua, ma almeno una banana nel tubo di scappamento dell'auto potevi fargliela mettere! X-D
Explobot, è la conferma che la conoscenza non si acquisisce con lo studio ma dai film di fiction scientifica.
Io personalmente faccio parte degli Xmen, infatti.
ciao Paolo.
come ho detto nei commenti in altre "puntate della saga sciachimista" leggo i tuoi articoli al riguardo sempre con molta fatica, e quasi con dolore.
chiunque, come il sottoscritto, lavori nel campo ed abbia la fortuna ed il privilegio di passare in cielo buona parte delle sue giornate trova davvero "spossante" l'arroganza con cui persone evidentemente ignoranti della sostanza delle cose continuano ad infastidire il prossimo...
perchè in fondo nessuno nasce "imparato" e non è certo obbligatorio esser esperti di tutto, ma proprio per questo, quando si affronta un tema nel quale non si è preparati, fin da piccoli bisognerebbe apprendere ad ascoltare chi invece quelle materie le ha studiate...
la "colpa", dunque, degli sciachimisti, non è il fatto di dire corbellerie magari in buona fede, ma di rifiutare aprioristicamente qualsiasi posizione contraria, pur sostenuta da studi ben più solidi del "basta guardarle".
il meccanismo psicologico usato è davvero drammatico, tanto più che non riesce neppure a svilupparsi in un altrettanto paranoico, ma almeno nobile nelle intenzioni, "gli esperti sono tutti coinvolti, mi metto a studiare io la materia".
no, nemmeno la studiano in prima persona.
non si arriva al "mi laureo io in fisica o in ingegneria aeronautica perchè quelli che parlano non mi convincono".
credo quindi che i commenti a quest'articolo non abbiano colto in pieno il tuo tentativo, dichiarato all'inizio: mi interessava capire il "modello generale del pensiero cospirazionista".
i commenti sono presto ricaduti ancora sul vano tentativo di controbattere le tesi di questi personaggi, invece di discutere di come siano persone evidentemente disturbate, e di quali meccanismi psicologici sarebbe più opportuno usare per disinnescare le devianze dal loro "flow of consciusness".
in pratica dovremmo forse discutere più di psicologia, e sarei interessato a sentire pareri medici, piuttosto che continuare a parlare di meteorologia ed aeronautica.
tutto ciò ovviamente escludendo da principio di occuparci di persone che invece probabilmente approfittano di tali difficoltà altrui in maniera deliberata per personali benefici, straker in primis, con la tristissima vicenda dei soldi per il telemetro...

il mio parere (da completo inesperto di materie psicologiche) al riguardo è che ci sia un grave deficit di autostima alla base di questi comportamenti, che porti a trovare un modo qualsiasi per credere di "essere utili all'umanità" mettendosi nelle vesti dell'insperato salvatore che dal nulla e senza competenze smaschera il terribile piano ordito alle spalle dei più deboli...
purtroppo, una realtà in cui chiunque con due ricerce su google può credere di aver capito un fenomeno ed una "cultura" televisiva per cui "tutti sono in grado di fare tutto", non aiuta a limitare i danni di un meccanismo psicologico di questo tipo.

a questo proposito, vorrei pregare anche i calorosi e volenterosi partecipanti alle discussioni su questo blog a non cadere così facilmente nella trappola del "nozionismo da wikipedia", perchè questa fretta nel commentare cose piuttosto complesse porta a scrivere fesserie, come ad esempio le necessità degli aerei militari di fare trasferimenti sub o supersonici per "ragioni d'assetto"...

concludo, caro Paolo, dandoti merito di un considerevole coraggio, visto che io, proprio in considerazione delle difficoltà nei processi psicologici di certe persone, ci avrei pensato ben più di due volte ad incontrarle di persona o addirittura a diffondere le coordinate di casa mia...

F
Tra l'altro.

Mi sovvengo... Il meteorologo non era mica un video segnalato per la verifica della traduzione, che si verificò essere un colabrodo linguistico? Rammento qualcosa pure io.
@Umby9000: si in effetti hai ragione.

C'è gente che ci lucra, anche se poi non so in effetti quando guadagno uno ci faccia...
ah, una piccolissima osservazione: ho letto solo adesso (mi era sfuggito nel caos) che Arturo sostiene che in Toscana le sciacce le fanno solo gli aerei militari e non quelli civili. Ora, io sto a Firenze, che dovrebbe essere più o meno in Toscana. Mia modesta testimonianza: non è vero che gli aerei civili non le formino. So che è pleonastico affermarlo, ma basta alzare gli occhi al cielo e si vedranno aerei civili formarle ad ogni ora. Così, tanto per farvi sapere che in Toscana non siamo ancora completamente bolliti.
Paolo,

quanto vuoi per l'audio dell'incontro. Ti pago quello che vuoi.

Mammamia, dev'essere uno spasso.
@ Rodri: penso si tratti di due casi separati. Uno è il mitico servizio della RTL tedesca, che è un po' il mio battesimo di debunker, un altro invece è più recente, 14 gennaio 2009. Il bello è che gli sciachimisti non capiscono che i radar NON VEDONO LE NUBI, nè le scie. Vedono solo due cose: le precipitazioni (sono progettati per farlo) e le chaff (e sono le chaff ad essere progettate per essere viste dai radar). Per vedere le nubi si usa una banda di radiazione elettromagnetica un pelino diversa.
> Chi mi sa spiegare qualcosa delle
> nuvole che si formano o disfano in
> corrispondenza della linea di costa?

In corrispondenza della costa ci sono letteralmente un... mare di fenomeni meteorologici.

Alcuni fenomeni, come le brezze sono caratteristici ma altri dipendono dalle condizioni dell'atmosfera e senza dati non posso neanche tentare di immaginare di quali stai parlando.

Comunque, l'aria ha scarsa tendenza a mescolarsi, quindi se ho due masse d'aria calda/fredda o umida/secca, posso anche supporre che se ne stiano separate.

Le nuvole non scompaiono perché vengono a contatto con aria più secca, ma per riscaldamento adiabatico o (più raramente) riscaldamento solare.

I cumuli che scompaiono quando si esaurisce la termica sottostante sono un esempio del primo.

Le nuvole che scompaiono all'alba (specialmente sul mare) sono un esempio del secondo.
quanto vuoi per l'audio dell'incontro. Ti pago quello che vuoi

Senza il consenso di Vibravito, non è in vendita. Con il consenso di Vibravito, puoi averlo anche gratis. Chiedi a lui.


Federico,

ci avrei pensato ben più di due volte ad incontrarle di persona o addirittura a diffondere le coordinate di casa mia...

Il Maniero Digitale è protetto da un campo di sorveglianza bioplasmatico autorigenerante.

E io ero ben protetto. La donna al tavolo accanto, durante l'incontro, era delle Forze Speciali Svizzere, capace di cavare gli occhi con i mignoli. L'abbigliamento era inconfondibile. L'auricolare, poi...
Vihai,

dunque una massa d'aria che passa da una zona di bassa pressione ad una di alta pressione si contrae e si riscalda come se fosse un corpo nero, è così?
Quoto Marco... :-)
Paolo, aspetta ad aggiornare nuovamente l'articolo; vado a prendere birra e popcorn e torno...

:-)
@Gianco...

non credo che sia solo o sempre una questione di guadagno economico, tante volte credo che il guadagno sia solo in sutostima (sic)... nel senso che un poveraccio che si sente ignorato dalgli altri si autodefinisce ricercatore, a questo punto qulcuno gli da retta e lui si sente improvvisamente importante... hai notato che nei loro blog si danno importanza l'un l'altro in maniera completamente acritica anche quando fanno affermazioni in contrasto?

Inoltre l'ignoranza (nel senso di ignorare) non e` una giustificazione. Io non sono laureato e di fisica, chimica ho solo le nozioni scolastiche di base, ma basta un po` di logica per capire l'assurdita` di certe "Teorie".

Umby9000
@ Hothotello

il corpo nero in questo caso non c'entra niente. Il corpo nero si usa come concetto in fenomeni di scambio termico per irraggiamento.

Il riscaldamento adiabatico è sì dovuto alla compressione dell'aria, ma è appunto adiabatico, cioé letteramente "senza scambio di calore". La temperatura aumenta per il lavoro svolto dalla pressione sul volume (volume che appunto cambia).

E' lo stesso fenomeno che succede in decimi di secondo con la pompa della bicicletta che si riscalda o in millesimi di secondo nei motori endotermici in particolare i diesel, che con questo principio riescono ad incendiare il combustibile senza bisogno di scintille di innesco.
Il Maniero Digitale è protetto da un campo di sorveglianza bioplasmatico autorigenerante.

dimentichi: prematurato come se fosse antani, anche d'antifurto :D
"E io ero ben protetto. La donna al tavolo accanto, durante l'incontro, era delle Forze Speciali Svizzere, ..."

In pratica non eri un ologramma.
use OT;

ho immaginato una massa d'aria come un corpo nero per via del basso rapporto superficie/volume, che permette di trascurare la perdita di calore ai bordi del sistema. Chiamarlo corpo nero è fuorviante visto che si, il lavoro compiuto sul sistema si trasforma in calore e non coinvolge emissione di radiazione.

Grazie per i chiarimenti comunque, apprezzo molto :)
@Umby9000: sono d'accordo su quanto affermi.

Vorrei precisare però che anche io sono ignorante in materia, ma che ho comunque un bagaglio culturale che fa si che io non creda a tutto quello che leggo.

Per molte persone, il livello di ignoranza fa si che quest'ultime credano a tutto quello che si dice.

Comunque sono d'accordissimo sul fatto dell'autostima.
"oggi primo marzo, il cielo sopra casa mia è nuvolosissimo, !!ma però!! non sta piovendo nemmeno un pò. infatti ieri era stata creata su mezza toscana una patina di queste sostanze igroscopiche in grado di neutralizzare le nubi naturali."

peccato a pisa abbia piovuto ieri...
"io ve l'ho detto, i militari, almeno qui in toscana, distruggono le nubi."
magari le distruggessero!!! è sempre che piove qua a pisa!
Paolo è impossibile combattere le autoconvinzioni generate dalla non conoscenza, puoi solo spiegare le cose in modo che uno ancora privo di idee prenda la strada corretta.
L'esempio piu' grande di sempre di autoconvinzione generata dalla non conoscenza è la religione, sopravvive da migliaia di anni e continuerà a sopravvivere.

Non spendere troppo tempo nel cercare di convincerli che quello che dicono non stà in piedi, l'importante è far ragionare chi ancora non è caduto in queste idee.

Ciao
"il fatto è che qui in toscana le scie le rilasciano solo gli aerei militari, e quelli civili mai!!"

mi sa che ho proprio un video o foto fatto a pisa di qualche scia perchè pensavo mi fosse servito per qualche dimostrazione contro uno sciachimista, vedo se lo ritrovo così si può vedere... altrimenti visto la vicinanza con l'aereoporto civile posso fare delle foto appena sento e ho voglia di far la foto a qualche aereo...
ok ho un video, fatto al tramonto, risale al 09/11/2008, se qualcuno mi consiglia un programma per levare l'audio di sottofondo e fare un crop lo uppo su youtube, non si vede nessun aereo è solo una scia, non so se vi possa interessare :D io non me ne fò nulla
<< E io ero ben protetto. La donna al tavolo accanto, durante l'incontro, era delle Forze Speciali Svizzere, capace di cavare gli occhi con i mignoli >>

Attento che poi Vibravito ci crede davvero...
sono stato contattato dalla NATO, mi hanno pagato per levarmi di mano quel video... gli ha mandati Attivissimo!

ovviamente scherzo
> dunque una massa d'aria che passa da
> una zona di bassa pressione ad una di
> alta pressione si contrae e si riscalda
> come se fosse un corpo nero, è così?

Mmmh... direi di no. Le variazioni di pressione atmosferica al suolo sono molto piccole... sono invece più rilevanti le variazioni di pressione quando l'aria si muove verticalmente.

Ecco che l'aria scaldata dal sole sulla terra, sale, salendo si espande compiendo lavoro sull'aria circostante, quindi raffredda e si raffredda fino al punto in cui il vapore acqueo che contiene si condensa e si forma il cumulo.

Esistono molti altri modi in cui l'aria si può muovere verticalmente, questo è uno di quelli più comuni (e a me utili per il volo veleggiato :))

Ciao,
@vihai..
termiche Campo dei Fiori?
:-)
Ovviamente l'Osteria degli Amici dove è avvenuto l'incontro è in realtà la rinomata Osteria degli Amici dei Servizi,ritrovo goliardico di noi agenti NWO.

Il proprietario, prontamente avvisato, ha provveduto a coprire la parte d'insegna compromettente :D
Ho appena letto la versione di Vibravito: http://vibravito.altervista.org/.
Sostiene di essere stato tirato in una trappola. E pensare che non l'abbiamo nemmeno catturato e fatto sparire...che ingrato!!!
Oh no! Io domani me ne vado a Pisa per lavoro per 10 giorni e non avrò probabilmente tempo e mezzi per leggere gli aggiornamenti...

...però son rincuorato dalla notizia che lì ha iniziato a piovere, evidentemente le irrorazioni psicobioecceterose non hanno sortito effetto! Posso lasciare a casa il mio rasoio di plastica che avevo preparato per paura mi crescessero i peli di plastica!
@Guga:
se Attivissimo vuole ti può pulire il cielo con la sua flotta d'aerei
Probabilmente alcuni sostenitori della realtà delle scie chimiche prenderanno tutta questa vicenda come una sconfitta. Considerazioni sbagliate: non ci sono nè perdenti, nè vincenti. E’ solo esperienza che deve indurre a essere più riflessivi e meno superficiali. Infine raccomando molta prudenza in futuro. Sorvolate le provocazioni e andate avanti per la vostra strada. Le web-diatribe si sono fatte volontariamente troppo accese. Non commettete il mio errore.

Un saluto e incoraggiamento.
VibraVito.

Ecco.
Lo sapevo.
Me lo avete microchippato con il bicchiere di minerale. Vito, non dovevi staccare gli occhi dall'anellazzo che Paolo porta al dito!
Adesso chi lo sente Rosario??
Elena ha detto...
Ho appena letto la versione di Vibravito: http://vibravito.altervista.org/

Pure io.
Anche uno dei miei gatti, dopo essere stato castrato, si è calmato parecchio.
Nooooooooooooo!
Vibravito si auto oscura dal web, dice che non parteciperà più neppure a blog o a discussioni. A questo punto ci possono essere solo due ipotesi:
1- Paolo lo ha sparaflashato
2- In concomitanza con la sparizione dal web di VV apparirà un nuovo sciachimista.
ho letto il post di vibravito nel suo blog-diario....

praticamente scrive tanto, ma non dice niente.
Cioè praticamente... si aprono numerose opzioni:

- s'é reso conto d'aver fatto la figura del cretino

- s'è reso conto di combattere contro i mulini a vento.

- si è tirato indietro perchè, da buon paranoico, è convinto di essersi "bruciato" uscendo allo scoperto. Quindi riprenderà a postare ma con un altro nome.

- si è tirato indietro perchè qualcuno (che per comodità chiameremo S) gli ha consigliato di farlo.
Sto leggendo il post di vibra... zzzzz...

Eh? Chi? Ah, scusate, mi sono un attimo rilassato. Insomma, stringi stringi l'unica affermazione sostanziale è che non vuole che si pubblichi l'audio dell'intervista. Che strano, non me lo aspettavo.

Per il resto, Paolo, ma dovevi proprio sparaflessharlo? Come faremo senza i suoi commenti?
Scommetto che suo fratello gemello VitoVibra e' gia' pronto a scendere in campo...

Chissa' cosa dira' Straker, visto che ha tenuto a precisare che non e' stato Paolo a intervistare Vibra, ma il contario...
Incredibile.

Credo che Vibravito stia rinsavendo, ma per non perdere la faccia dice che si defila per difendere la categoria degli sciachimisti :)

"A distanza di qualche giorno, a mente fredda, devo ammettere che sono stato un vero pollo. Già, è inutile arrampicarsi sugli specchi. La mente lucida e cinica del re dei debunkers ha saputo ordire una provocazione coi fiocchi."

Poveriiiiino! Prima insulti sguaiatamente e poi ci rimani di sasso se ti trovi faccia a faccia con una persona razionale e misurata, che ti pone obiezioni precise.

"A causa di quanto esposto prima, ho deciso di abbandonare questo tipo di blog-avventura. Il presente sarà il mio ultimo articolo."

Tranquillo che nessuno ti mangia.


"Riporto anche una piccola parte del dialogo intercorso a Lugano in risposta al paragrafo in alto.
VIBRAVITO: “Fammi capire, mi hai fatto venire qui a Lugano per fare l’esame al sottoscritto? Oppure desideravi che ti dicessi la mia opinione su di te.”
ATTIVISSIMO: “A me interessa capire la psicologia delle persone che credono all’esistenza delle scie chimiche.”
VIBRAVITO: “Non c’è bisogno di nessuna psicologia, basta osservare il cielo e confrontarlo con i propri ricordi. Se proprio vogliamo parlare di una psicologia da applicare, allora ci si può riferire alle persone meno superficiali e più sensibili ai problemi dell’ambiente e della salute.”"

I grassetti sono miei. Non occorre che io aggiunga altro.

"Considerando anche quest’ultime illazioni su un presunto mio esibizionismo, a proposito del rendere pubblica o meno la registrazione del faccia a faccia, comunico a Paolo Attivissimo che è mia intenzione che suddetta registrazione rimanga privata."

E te pareva, furbacchione! ^_*

Comunque stai rigirando la frittata, a me e molti altri il fatto che tu abbia almeno avuto le palle di andare a dire in faccia ad Attivissimo quel che pensi non è parso esibizionismo, anzi è stato un atto di coerenza.

E' il resto del tuo atteggiamento che non va, ma sorvoliamo.

"
Per dissipare qualsiasi dubbio in merito faccio presente questa comunicazione: giovedì 5 marzo cancellerò il presente e tutti i vecchi articoli tranne quello intitolato: Scie Chimiche: ne hanno parlato"

Stai scappando con la coda tra le gambe, ma è comprensibile. Spero che quest'esperienza ti abbia accresciuto, anzichè aumentare il tuo livore. Leggi: comportati, se riesci, diversamente da Straker. Sei ancora in tempo, tu.

"Probabilmente alcuni sostenitori della realtà delle scie chimiche prenderanno tutta questa vicenda come una sconfitta. Considerazioni sbagliate: non ci sono nè perdenti, nè vincenti. E’ solo esperienza che deve indurre a essere più riflessivi e meno superficiali. Infine raccomando molta prudenza in futuro. Sorvolate le provocazioni e andate avanti per la vostra strada. Le web-diatribe si sono fatte volontariamente troppo accese. Non commettete il mio errore"

Grassetti nuovamente miei. Questa è una delle riflessioni più intelligenti che hai mai scritto.

Per una volta, permetti a me di farti

Un saluto ed incoraggiamento.

usa-free
Strano il comportamento del VV,sicuramente Paolo lo ha ingaggiato nel NWO per combattere il guru dall'interno del comitato:-)

A questo punto scatta il codice:

La pecorella smarrita è rientrata nell'ovile.

Ripeto.

La pecorella smarrita è rientrata nell'ovile.
Nooooooooooooo!
Vibravito si auto oscura dal web, dice che non parteciperà più neppure a blog o a discussioni. A questo punto ci possono essere solo due ipotesi:
1- Paolo lo ha sparaflashato
2- In concomitanza con la sparizione dal web di VV apparirà un nuovo sciachimista.


ahahah.. sì adesso qualcuno dovrà prendere il suo posto :D
fatevi avanti signori.. ora ci sono i provini per "chi vuol essere sciachimista"

(tornando serio)
però non credo che durerà a lungo.. a bisogno di parlarne su internet, perchè è l'unico scopo che lo tiene in vita

il resoconto di paolo è molto interessante
in particolare in cui esalta la propria capacità di capire le cose al volo, mettendo a tacere anni di scienza e di studi.. anzi secoli

non so se sia dovuto al fatto che era messo con le spalle al muro e allora in qualche modo se la doveva cavare, evitando di cambiare idea su tutto..
ma io recentemente sto maturando l'idea, molto più triste e molto meno divertente, che sono state persone messe a bando dal sistema, persone che in qualche modo cercano la loro rivincita e in particolar modo cercano di convincere la gente che non studiare (cosa che probabilmente non fanno sin da piccoli) e osservare soltanto, è la soluzione al loro desiderio di uscire dall'inutilità a cui sono arrivati, senza il minimo sforzo e senza studiare o lavorare

ho scritto un poema

comunque il fatto è che si possono scoprire processsi psicologici molto profondi in realtà in personaggi del genere

è questa la cosa interessante
spero che la cosa lo diventi di più in seguito
Mi chiamo Angelo Galli e abito in provincia di Mantova.É la prima volta che inserisco un commento in un blog e spero di farlo nel modo migliore.Seguo da parecchio tempo le crociate di persone volonterose quali il buon Paolo Attivissimo,il sempre originale Beppe Grillo,ed altri come loro,piú o meno da quando,10 anni fa ho interrotto drasticamente il mio rapporto con la TV a favore della rete. Colgo un'analogia preoccupante in questi tempi,proprio tra la Tv che guardavo da ragazzo e la rete che "vivo"oggi.É un'opinione squisitamente personale,tengo a precisarlo,ma noto che anche la rete,come la Tv allora,stia divenendo sempre piú un "Must Have" in termini di informazioni e opinioni.Direi di primo acchitto che le percentuali si fronteggiano,cosí come un mondo anziano ed un mondo giovane,entrambi dei quali portano tesi ed antitesi a prescindere dalla fonte di informazione. Nello specifico, non volendo uscire dal tema delle scie chimiche,ho molto apprezzato il modus operandi di chi porta prove strumentali,e,allo stesso modo,ho apprezzato anche chi rincorreva il proprio mulino a vento ad ogni costo. Ora,se il fine ultimo di un siffatto dibattito é stabilire dove risieda la veritá,questo é buono,questo é positivo.Diversamente,se il fine ultimo é insegnare al cucciolo d'uomo che la pentola che bolle sul fuoco scotta,quindi non la si deve toccare,ecco,questo,personalmente non lo ritengo sufficiente a giustificare un dispiego di "forze",perdonatemi il termine,cosí vasto.Volendo essere pratici credo che esista in ognuno di noi il potenziale di poter crescere e capire,al di lá di imbonitori e venditori di acqua dell'eterna giovinezza. Ognuno ha la possibilitá di sfruttarla. Ma come qualcuno ha detto,perdonatemi la mancata citazione della fonte,é molto piú facile seguire il gregge che condurlo. Sono un idealista nonché un umanista.Credo nell'uomo e nelle sue capacitá di adeguarsi all'ambiente che lo circonda.E sono convinto che l'uomo in se non sia né una pecora,ne qualsivoglia specie di animale da mandria o gregge.Purtroppo ognuno impara dai prorpi sbagli e,come nell'esempio del bimbo che nonostante gli avvertimenti lascia i polpastrelli attaccati alla pentola sul fuoco,anche l'uomo per crescere deve portarsi dietro i propri segni.Se questi vengono a mancare e la conoscenza deriva unicamente da un ipotetico "l'ho sentito in tv" oppure "l'ho letto su internet",o ancora "il mio amico l'hanno fregato",allora il lavoro di persone quali Paolo e molti altri come lui rimane un puro esercizio mentale,quasi quanto suonare un clavicembalo con il naso stando appesi al soffitto. Ricordo,e poi mi fermo perché sto diventando troppo prolisso,di un episodio che colpí molto la mia personalitá,vissuto ai tempi delle assemblee studentesche alle superiori.La platea,i rappresentanti di istituto i protagonisti.Salí uno di questi ultimi ed espose le sue tematiche,non importa quali.La platea applaudí fragorosamente.Indi salí il diretto avversario del primo ed espose l'esatto contrario matematico di quanto relazionato poco prima.La platea di nuovo esplose in un applauso. Se é vero che i ragazzi che eravamo allora sono gli uomini di oggi,mi sento di potervi confidare che io ho paura.Ho rubato un sacco di spazio e me ne scuso. Chiudo con un ringraziamento a tutti. Che siano pro o contro le cospirazioni.E una piccola chicca di politica:Quando l'opinione pubblica viene "dirottata" su eventi sensazionali,molto probabilmente sotto il naso dell'opinione pubblica passano avvenimenti molto meno sensazionali,ma molto piú gravi.Certo é impossibile esser consci di tutta la realtá simultaneamente.
Letto anche io il post di Vibra... mi sa che ha capito in che razza di casino l'han portato i fratelloni..
Non servirà a nulla, ma...
... volevo solo dirvi che...
... 200 !