Cerca nel blog

2009/03/03

Ryanair e il gabinetto a pagamento

Humor: il nuovo libretto d'istruzioni della Ryanair


Si è parlato non poco della notizia che la Ryanair, famosa per i suoi voli low-cost senza fronzoli, starebbe pensando di far pagare per l'uso delle toilette di bordo, come si usa già in alcuni casi per le toilette delle stazioni e degli aeroporti. Potrebbe trattarsi semplicemente di un'astuta e riuscitissima mossa per far parlare di sé, e in tal caso mi rendo colpevole di pubblicità virale, ma questo grafico-parodia del libretto delle istruzioni per i passeggeri della Ryanair è troppo bello per non segnalarlo:

Il libretto è "vostro da leggere per solo 2 sterline e 50".

"In caso di depressurizzazione, inserire una moneta da una sterlina nella fessura per liberare la maschera per l'ossigeno. Fissate la vostra maschera ma non aiutate gli altri passeggeri. Devono pagarsela da soli."

"Se l'aereo deve atterrare in emergenza, inserite la vostra carta di credito nell'apposito lettore. Una volta completata la transazione, uscite dall'aereo. Un membro dell'equipaggio sarà a vostra disposizione per ricevere il pagamento della vostra tassa di sbarco d'emergenza di 25 sterline."

Secondo Gizmodo, il grafico è opera di Sean Stayte presso The Coast of Yemen. Un lettore, Andrea, segnala questo link all'autore.

63 commenti:

Marie Quillouch ha detto...

Mah... non so, potrebbe anche essere vero, non capisco però una cosa: la Ryanair è irlandese, in Irlanda c'è l'euro, cosa c'entra far pagare una sterlina?!?
Il libretto è ROTFL!!!!

mattia ha detto...

lollissimo

Nico ha detto...

Sono un assiduo cliente Ryanair e la cosa non mi sconvolge per niente.

In fin dei conti è un autobus che vola: costa poco e fa quello che deve fare, portarti da A a B.

Tutti i "comfort" che le altre hanno sono solo una scusa per far pagare molto il volo. Ho avuto la sventura anni fa di cibarmi su voli Lufthansa, Sabena, Swissair e Sas oltre che Alitalia... e non erano certo manicaretti che valevano quanto un vero pranzo, ma le stesse cose che si trovano sui treni italiani, conservate in cellophane.

Esempio pratico:
Roma - Londra

Ryanair: 92,77 (volo di oggi)
Alitalia: 941,99 (volo di oggi)

A voglia fare pipì..

blinktia ha detto...

anche la cintura di sicurezza è a pagamento...ahah però concordo pienamente con Nico

Poorman ha detto...

<< e non erano certo manicaretti che valevano quanto un vero pranzo, ma le stesse cose che si trovano sui treni italiani >>

... quando non sono peggio!
Però la Malaysia Airlines a chi è in viaggio di nozze dà un vera torta al cioccolato! Almeno, a me l'hanno data! ;-)

Poorman ha detto...

Però Paolo, non ti riconosco più, hai accettato il rischio di fare marketing virale! Il Gran Consiglio dei 10 Assenti ti punirà forwardandoti tutti i più voluminosi e stucchevoli PPS di Sant'Antonio e perfino quelli di San Pancrazio, che nella casella di posta non ha più spazio!

:-D Scherzi a parte, la vignetta meritava!

Alessandro ha detto...

@Nico

si vede che sei stato sfortunato con le compagnie "nazionali", così come io son sempre stato sfortunato con Ryanair.

io ho viaggiato (e viaggio) abbastanza spesso con Lufthansa e Swissair, ed i pranzi/colazioni sono sempre stati più che soddisfacenti. =)
ed inoltre, i voli son sempre partiti puntuali ed atterrati in perfetto orario (se non in anticipo).

con Ryanair invece, ho avuto le esperienze più stressanti: una volta ci han tenuti costipati per 20 minuti in uno di quegli shuttle/navetta che portano i passeggeri all'aereo; il motivo? han detto che hanno avuto problemi con il rifornimento, che è arrivato tardi. e vabbé, capita.
un'altra volta l'aereo è rimasto 20 minuti fermo sul piazzale di sosta con tutti i passeggeri a bordo: stavolta era la torre di controllo a non dare il permesso per decollare.
per non parlare del cosiddetto "imbarco prioritario a pagamento" di Ryanair: uno pensa che questo gli dia il diritto a salire per primo sull'aereo, per scegliersi il posto che più gli aggrada. ed invece no: questo ti fa solo saltare la fila di persone accodate al gate, ti fa salire per primo sullo shuttle/navetta.. che è lo stesso su cui fanno poi salire, subito dopo, tutti gli altri passeggeri! è pazzesco. O__o

però non facciamo paragoni con Alitalia. nel periodo di amministrazione straordinaria le tariffe non erano certo "promozionali".. ma a buon ragione. comunque è ovvio che se vuoi partire in giornata con una compagnia nazionale paghi il sovrapprezzo, cosa che non succede (od almeno in parte) con le compagnie a basso costo, poiché hanno una tariffazione stagionale, ed i prezzi più alti capitano durante i momenti festivi. eppoi,
Alitalia -> Malpensa (25 minuti da Milano)
Ryanair -> Bergamo (1 ora da Milano)



@Marie
fanno pagare 1 Sterlina perché attualmente vale più dell'Euro! :D
se, ad esempio, facessero pagare 1 Dollaro o 1 Franco Svizzero, non ne varrebbe la pena.

psionic ha detto...

Nico, sono d'accordo con te, ma andare in bagno non e' un comfort, e' un bisogno primario.

Infatti, da questo punto di vista, non approvo neppure che si faccia pagare la toilette nelle stazioni. Tuttavia, da una stazione ad un bar e' facile arrivare. In aereo non ci sono alternative. Se uno non ha soldi in moneta cosa fa? Se la fa addosso?

Non e' cosi' ridicolo il liberetto. Se devo pagare per andare in bagno, mi sembra logico che debba pagare anche per l'ossigeno, in misura di quanto ne consumo, ovviamente.

Anonimo ha detto...

A differenza del mio omonimo con Ryan Air non ho avuto particolari problemi, eccetto una partenza di due ore in ritardo con trasferimento da Treviso a Trieste in pullman causa nebbia. Ma se l'alternativa era, come in genere avviene, la cancellazione del volo causa meteo, beh ne è valsa la pena. In genere mi sono sempre trovato molto bene con compagnie low cost come Easy Jet o Tuifly che uso spesso e volentieri. C'è da dire che Alitalia spesso è più cara anche di compagnie blasonate come Lufthansa, Aer Lingus o British Airways. Comunque la settimana prossima parto con Turkish Airline, auguratemi buona fortuna. :P

L'attesa in aereo o nel bus comunque di rado dipende dalla compagnia. A me è capitato con Lufthansa come con Tui o con la Baltic Air nel loro Hub di Riga. In genere minore è il prezzo che ho pagato meno mi scoccia il contrattempo, ma è una mia filosofia personale. :)

Saluti.

Stefano Nicoletti ha detto...

E' tutta e solo PUBBLICITA' GRATUITA!
Fanno parlare di sè senza spendere un'euro.

psionic ha detto...

Alessandro, si vede che non hai mai viaggiato con Easyjet. Logicamente in una compagnia low cost non puoi aspettarti lo stesso servizio di una compagnia di bandiera. Gli aeroporti fanno pagare piu' tasse per un imbarco dal tunner (ovviamente piu' veloce), piuttosto che con lo shuttle, tanto per fare un esempio.

In ogni caso, RyanAir si fregia del titolo di "the on-time airline". Ed e' vero (in media, logicamente). Confrontala con le altre low-cost... altrimenti e' come rapportare una ferrari con una FIAT.

psionic ha detto...

Doh! Parlavo con il primo Alessandro! :-)

Comunque sono d'accordo con Stefano Nicoletti. Come da mio commento precedente, non mi sembra possibile che facciano pagare la toilette

Tukler ha detto...

una volta ci han tenuti costipati per 20 minuti in uno di quegli shuttle/navetta che portano i passeggeri all'aereo

Sempre successo con qualsiasi compagnia.

un'altra volta l'aereo è rimasto 20 minuti fermo sul piazzale di sosta con tutti i passeggeri a bordo

Sempre successo con qualsiasi compagnia, anzi 20 minuti è poco... capita anche di aspettare molto di più (parlo di fiumicino).

per non parlare del cosiddetto "imbarco prioritario a pagamento" di Ryanair

Beh quello serve a fare meno fila, e se ci sono due navete a poter salire sulla prima. E' ovvio che non ti possono portare personalmente a bordo, e infatti è abbastanza inutile... è un modo come un altro per spillare soldi a chi li vuol spendere.

comunque è ovvio che se vuoi partire in giornata con una compagnia nazionale paghi il sovrapprezzo, cosa che non succede (od almeno in parte) con le compagnie a basso costo, poiché hanno una tariffazione stagionale

Veramente solitamente è il contrario... le compagnie tradizionali hanno spesso tariffazione fissa che dipende dalla stagione e non dal momento della prenotazione, mentre le low cost hanno prezzi molto bassi in qualsiasi stagione se prenotati in anticipo, ma che aumentano esponenzialmente con l'avvicinarsi della data del volo.

Alessandro ha detto...

ciao omonimo! :D

non volevo colpevolizzare TUTTE le compagnie a basso costo: oltre che con Ryanair, io ho viaggiato anche con FlyBe, con Wizzair ed Eurowings.. e mi son trovato più che a mio agio!
ed inoltre, son meno "sboroni" della loro controparte Irlandese: ricordo che qualche mese fa, sul volo Cracovia-Birmingham, stavo bellamente sonnecchiando, poiché il volo era alle 6.30 del mattino e la sera prima sono andato a dormire alle 2. il volo sarebbe durato 3 ore, e avrei avuto il tempo di riposare un po'.
macché, ogni 30 minuti c'era una vociaccia che dagli altoparlanti annunciava il nuovo concorso a premi "Scratch & Win" (Gratta & Vinci) di Ryanair. tutto il viaggio così.
ed all'arrivo, atterriamo a Birmingham con ben 10 minuti d'anticipo (fantastico, dico io) e pochi minuti dopo che l'aereo ha toccato terra.. TA TA TATAAA, una musica fortissima introduceva un'altra vociaccia che spiegava come Ryanair sia l'unica compagnia aerea con più del 90% dei voli in orario (ah però!), di quanto siano fighi loro e di quanto siamo fighi noi a volare con loro.. ah, e di non dimenticarsi di comprare il Gratta & Vinci, comunque.

or ditemi, su quale altra compagnia sentireste cose del genere.. >_>

mattia ha detto...

Allora, prima cercavano di far cassa vendendo panini e bibite.
E la gente ha imparato a mangiare prima di imbarcarsi.

Poi hanno cercato di guadagnarci facendoti pagare il bagaglio.
E la gente ha imparato a portare solo il bagaglio a mano.

Allora hanno deciso di farti pagare se fai il check in all'aeroporto, anziché su web.
E ora la gente fa sempre checck in su web.

Adesso cercano di far pagare la toilette. E la gente imparerà a fare le minzioni prima di salire a bordo.

Risultato? Ogni tentativo di far cassa fallisce.
L'unico risultato è che così facendo ci si cre al'immagine di compagnia aerea stracciona: i viagiatori si sentono così autorizzati a comportarsi da cafoni.

Ed è questo che non mi piace della ryan, la marea di cafoni a bordo.
Con tutte le altre low cost invece si comportano bene. Perché?

Alessandro ha detto...

@Psionic

chiaro, non m'aspetto certamente di più da una compagnia a basso costo! se è tale, è ovvio che a certe cose devi rinunciare. =)

@Tukler
20 minuti d'attesa chiuso dentro un autobus con 100 persone compresse l'una sull'altra non è piacevole. se poi il tragitto dal gate all'aereo è di 2 minuti, beh.. puoi capire. comunque con qualsiasi altra compagnia (sia nazionale che low cost), e premetto che viaggio spesso in aereo, non mi è mai capitato.

per quanto riguarda la tariffazione, tutte le compagnie praticano prezzi bassi qualora la prenotazione avviene parecchio tempo prima del viaggio. ma il prezzo di un volo con una compagnia a basso costo, il giorno 2 marzo 2009, è sempre nettamente inferiore a quello di qualsiasi altra compagnia nazionale. il prezzo di un volo con una low costo, prenotato il 27 dicembre, con partenza il 29 (o in qualsiasi altro periodo festivo), non è poi così lontano dal prezzo di una compagnia nazionale.

e parlo per esperienza..

harlock00999 ha detto...

Non ho letto proprio tutti tutti i commenti, qualcuno ha già detto che si pagherà il gabinetto ma si potrà utilizzare il cellulare?!?!?!?

http://www.pcprofessionale.it/2009/02/20/cellulari-accessi-a-bordo-dei-voli-ryanair/

Se si, scusate tanto,
Se no, pronto? si...sto sorvolando ora casa...prepara da mangiare;-)

Nico ha detto...

Al primo Alessandro.

Sarà sfiga.. e con le altre compagnie non parliamo di bagagli persi, va.

Nel 2008 ho volato 23 volte (A/R) con Ryanair: mai arrivato in ritardo, mai un intoppo tecnico, mai una noia (solo una signora dalla scarsa igiene ma non imputabile alla compagnia).
In tutti questi 46 voli non sono mai entrato in una toilette.. :-)

Alessandro ha detto...

@Harlock
sissì, ne avevo sentito parlare! e sarebbe una cosa mica male.. ovviamente, ci sarà un costo aggiuntivo da pagare, paragonabile ad una chiamata in roaming. ed una telefonata di 1 minuto verrà a costare tipo 3 euro e qualcosa.. ma ho paura che le tariffe tipo la Vodafone Passport nel cielo non siano applicabili. :p

@Nico
eh, ma sai.. non è la faccenda della "toilette a pagamento" che penalizza la compagnia. anzi, da un lato ci guadagna.
è tutto marketing, come il fatto di poter telefonare mentre si è in volo. una volta, dimenticando il cellulare acceso sull'aereo si rischiava la denuncia (lol).

se c'è una cosa su cui devo dar atto a Ryanair, è che le operazioni di marketing che fa sono estremamente mirate ed efficaci.. quasi ammirevoli, per un certo verso.

souffle ha detto...

Mah... nessuna delle destinazioni Ryanair mi pare preveda voli di durata superiore ai 120-150 minuti. Una persona in condizioni normali, che magari si è "liberata" alla toilette del gate d'imbarco, ben difficilmente avrà bisogno della toilette a meno che non ci sia di mezzo il "cagotto", ma in tal caso si tratterebbe di 1 Euro ben speso, no?
In alternativa portatevi il "pappagallo". Se non altro potrete fare due chiacchiere con un amico! :-)

Federica ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Federica ha detto...

Alla stazione di Firenze andare al bagno costa 70 centesimi.
Certo, poi ti ritrovi meravigliosi cartelli come

PUT ASSORBENTS IN BASKET

(non sto scherzando!)
ma sono comunque 70 centesimi.

A me non sconvolge che facciano pagare il bagno sull'aereo. Anzi, un tempo pensavo che sugli aeroplanini per le tratte brevi (tipo la ryan) non ci fosse nemmeno!

Io mi sono sempre trovata bene con la Ryan e, anche quando siamo partiti in ritardo, siamo sempre arrivati comunque in tempo.

L'Alitalia l'ho presa una volta e mi è bastato: se devo pagare TANTO di più per avere il posto assegnato, panino (schifoso) + bibita e bagno gratuito ne faccio anche a meno.

Con tutti i soldi che risparmio con la Ryan posso permettermi sia il servizio bar che il bagno, e svariate volte!

Che poi non so quale sia la vostra autonomia, ma io nei miei viaggi Pisa-Londra non ho mai avuto bisogno né del servizio bar né del bagno: riesco a stare senza mangiare, bere e fare pipì per un paio d'ore, non sono una pargoletta di due mesi.

psionic ha detto...

Non c'entra niente, ma l'ho appena letto su Repubblica:

Quando la scienza è senza senso

Parte bene parlando della materia oscura, cita un articolo di "New Scientist" come origine del libro ma tira fuori cose come l'Omeopatia, l'effetto Placebo come "inspiegabile", si domanda perche' facciamo sesso invece di riprodurci in maniera assessuata (cosa che e' tutt'altro che inspiegabile o senza senso) e infine afferma che non si capisce perche' moriamo visto che in natura esistono animali (Le Tartarughe di Blanding) che non muoiono per morte cellulare (!!!!)

Ora non so se chi ha scritto l'articolo ha travisato le affermazioni dell'autore del libro, ma alcuni dei punti mi paiono decisamente bizzarri.

A proposito dell'ultimo punto, sulle tartarughe... se andare a vedere la pagina su Wikipedia Italiana, dice esattamente (e solo) la stessa frase, ed e' stata creata oggi! Invece Wikipedia Inglese ha un articolo molto piu' approfondito e (ovviamente) non fa menzione di quell'affermazione ridicola.

Io sono l'ultimo che crede ai complotti, ma tutto questo mi lascia piuttosto perplesso

Poorman ha detto...

Inserita da qualcuno che lavora all'Enel...

Alessandro ha detto...

ma poi, questo Brooks si interroga anche sulla presenza di metano su Marte come prova dell'esistenza di "vita" biologica..
ma che domanda "senza senso" sarebbe? anche sulla Terra c'è metano, e c'era anche prima della comparsa delle proto-cellule: difatti è considerato una delle sostanze fondamentali grazie a cui ha avuto origine la vita.. o_o
ordunque, da dove veniva questo metano? ce l'hanno portato gli allegri Marziani?

boh, non per niente questo giornalista ha scritto un libro. mi sa molto di misteri costruiti ad arte per vendere un po' di copie in più..
è marketing anche questo. e tra un po' lo faranno anche su Ryanair. XD

Alessandro ha detto...

@Federica
Alla stazione di Firenze andare al bagno costa 70 centesimi.

eeeh, ma Firenze, come città turistica, attira un sacco di visitatori. e la stazione è un hub da cui passano migliaia di persone.. che, non tutti certamente, per un motivo o per l'altro necessiteranno di andare al bagno. far pagare l'uso del gabinetto è un modo per far rientrare le spese.

Anzi, un tempo pensavo che sugli aeroplanini per le tratte brevi (tipo la ryan) non ci fosse nemmeno!

chiamali aeroplanini.. o_o
il Boeing 737 che usano accomoda più di 180 persone..


Con tutti i soldi che risparmio con la Ryan posso permettermi sia il servizio bar che il bagno, e svariate volte!

I agree.

Che poi non so quale sia la vostra autonomia, ma io nei miei viaggi Pisa-Londra non ho mai avuto bisogno né del servizio bar né del bagno: riesco a stare senza mangiare, bere e fare pipì per un paio d'ore, non sono una pargoletta di due mesi.

sei sicuramente una bella giovincella in forma smagliante. purtroppo ci sono persone che per un qualsivoglia problema (in riferimento anche al "cagotto" di prima XD ) o con una certa età, necessitano di andare al bagno in momenti random. poco importa se siano andati prima di partire.. =/

Poorman ha detto...

<< Dobbiamo rivedere la legge di gravitazione universale di Newton in base alla quale era stata calcolata la loro rotta o credere che a deviarla sia stata una forza misteriosa? >>

Legge di Newton? No, di Athor. Una forza misteriosa? E perché non un drago! E adesso vediamo chi azzecca la citazione.
(no, il "drago in garage" non c'entra)

Mazzolator ha detto...

@mattia:

*** QUOTE ***
Allora, prima cercavano di far cassa vendendo panini e bibite.
E la gente ha imparato a mangiare prima di imbarcarsi.

Poi hanno cercato di guadagnarci facendoti pagare il bagaglio.
E la gente ha imparato a portare solo il bagaglio a mano.

Allora hanno deciso di farti pagare se fai il check in all'aeroporto, anziché su web.
E ora la gente fa sempre checck in su web.

Adesso cercano di far pagare la toilette. E la gente imparerà a fare le minzioni prima di salire a bordo.
*** QUOTE ***

Non pensi che la strategia per fare cassa abbia funzionato comunque?
Quasi tutti fanno check-in sul web, e loro hanno chiuso i punti check-in negli aeroporti, sai quanto hanno risparmiato?
E poi mi pare che Attivissimo abbia detto che usare il bagno in aereo aumenta di molto il consumo di carburante, se e' cosi' hanno risparmiato di nuovo.
Sinceramente non penso che l'euro guadagnato dai pochi utenti che non resistano sia importante per loro, quindi o e' una trovata pubblicitaria oppure vogliono disincentivare l'uso.

Paolo Attivissimo ha detto...

mi pare che Attivissimo abbia detto che usare il bagno in aereo aumenta di molto il consumo di carburante, se e' cosi' hanno risparmiato di nuovo.

Mai detto!

L'unico modo per risparmiare carburante attraverso l'uso o non uso del gabinetto sarebbe eliminare il gabinetto e tutti gli annessi e connessi per alleggerire l'aereo, e dare a 1 sterlina un pannolone.

Meglio ancora: vendere acqua in bottiglia ai passeggeri del volo A, farsi pagare il ritiro della bottiglietta vuota, e poi vendere le bottigliette vuote ai passeggeri del volo B come contenitore per le minzioni d'emergenza.

E infine farsi pagare per il ritiro delle bottigliette ri-riempite!


Ogni tanto il mio sangue semiscozzese si fa sentire.

Hammer ha detto...

Ogni tanto il mio sangue semiscozzese si fa sentire.

Anche i pavesi godono della stessa fama. Figurati chi è un misto delle due razze! :-)

Poorman ha detto...

Sicuro di non avere anche antenati liguri? La passione per la focaccia è una prova inconfutabile!

Poorman ha detto...

Non solo: è una prova inconfutabile, e a chi non ci crede tiro in testa un telemetro.

Slowly ha detto...

Scusate ma state scambiando colpe di Compagnia con colpe di altri Enti.

Nella sua operatività, qualunque COmpagnia tende a partire in orario, perchè fa comodo a lei.
Evita ritardi in coda, epiloti fuori ore e difficoltà nel posizionamento degli A/M per il gionro seguente, oltre che Equipaggi "fuori posto".

Le attese negli shuttle sono sempre date da ritardi nelle effettuazioni delle normali operazioni prevolo: rifornimento catering, carburante, verifiche operative dell'Equipaggio.

Salvo rari casi, non è mai colpa del personale navigante.
Ma anche in caso di presenza di sopraggiunti problemi tecnici, preferite partire con un aereo potenzialmente non navigabile?

Ricordatevi che anche loro sono in ritardo...non solo voi!
Non faccio i miei interessi: Ryan è antipatica, ma ha Equipaggi molto ben preparati e lavora benissimo, aerei nuovi di pacca e ottimamente mantenuti.
Salvi rari casi, che accadono e accadranno a chiunque, è molto raro vedere un 73 Ryan fermo per manutenzione straordinaria, perchè hanno una strategia dei ricambi che fa impallidire la quasi totalità delle Major.
Per esempio la flotta Ryan, per intero, è composta dallo STESSO IDENTICO aeroplano ma non solo: anche le configurazioni sono identiche: stesso motore tra quelli configurabili sul 73, stessi allestimenti, stessi ricambi.
Uno è copia perfetta dell'altro.
Significa avere in hub un solo tipo di motore!

Una compagnia Major s'è vista recapitare dall'hub il motore GE invece del Rolls...
Niente, nella cofanatura proprio non c'entrava... :DD

A me personalmente sta antipatica, ma lavora davvero bene.

Non è comunque nuova a provocazioni, ricordate la pubbblcità che derideva una Napoli sommersa dai rifiuti?
O un loro 73 con una livrea riportante la frase "Arrivederci Alitalia"?

Sono fatti così.

Ma per quanto riguarda il lavoro lo sanno fare, e anche molto bene!

Mousse ha detto...

Lo dico da un pò: tra poco accanto all'aereo su cui ci si imbarca ci sarà la colonnina del benzinaio in cui ogni passeggero dovrà inserire banconote da 20 euro quindi mettere il cherosene nell'aereo come al self service.
;)

Slowly ha detto...

òMousse:
"Lo dico da un pò: tra poco accanto all'aereo su cui ci si imbarca ci sarà la colonnina del benzinaio in cui ogni passeggero dovrà inserire banconote da 20 euro quindi mettere il cherosene nell'aereo come al self service.
;)"

Oh mamma, non farti sentire da O'Leary!!! O_O

:D

Nico ha detto...

Io intanto ho appena prenotato un volo a Francoforte e ritorno per 6 euro, tasse incluse. Ne scialo 2 per una pipì andata e una ritorno e se volete faccio un post a riguardo :P

Emanuele Ciriachi ha detto...

Geniale - proprio stamattina l'ho beccato per caso e l'ho mandato in giro per la mia compagnia, veramente spettacolare!

Anonimo ha detto...

Caro mio omonimo a cui non piace Ryan Air (non è una critica è solo per distinguere :P): ti do ragione su quanto siano fastidiose le cose tipo biglietti della lotteria o vendita di calendari con le hostess ignude (giuro!). Purtuttavia, un portatile con un buon paio di auricolari e un paio di episodi di Scrubs risolvono il problema. :)

Condivido quanto dice Slowly anche se, non essendo del mestiere, la mia impressione è molto soggettiva. Quando ho volato con Ryan Air ho sempre avuto l'impressione di essere in ottime mani. E adoro il 737-800! :P

Federica ha detto...

"Aeroplanini" rispetto agli aerei con cui andresti in America, per esempio ;)

Firenze sarà anche una grande città turistica, ma 70 centesimi per fare pipì mi sembrano tantini.
E non diciamo che è per far rientare i costi dei treni, che Trenitalia non fa che aumentare il prezzo dei biglietti ma io miglioramenti nel servizio - E SOPRATTUTTO NELLA PULIZIA DEI TRENI - non ne ho MAI visti.
E ormai sono sette anni che sono una frequentatrice assidua...

Voglio dire che non possiamo guardare la pagliuzza nell'occhio altrui e non fare caso alla trave nel nostro occhio.
La Ryan ti fa pagare per andare al bagno in volo, OK. Ciò non toglie che di gente che va in bagno durante un volo di due ore ce n'è davvero poca perché la maggior parte va al bagno in areoporto (e penso sia gratuito ovunque).

Trenitalia, invece, ti fa pagare il bagno in stazione ma non quello sul treno che, secondo me, è anche peggio perché il bagno sul treno è quasi sempre inutilizzabile - a meno che tu non voglia studiare il tifo molto da vicino! - e ti arrendi ad andarci solo se il viaggio è lungo e non puoi farne a meno. Di contro in stazione buona parte dei passeggeri fa uso dei servizi (anche per il fatto di essersi trattenuti prima).

Ci sarebbe anche da aggiungere che non si può volere sempre la botte piena e la moglie ubriaca.
Gli annunci della Ryan saranno fastidiosi, è vero, ma anche vero che il biglietto della Ryan può costare anche un terzo o un quarto rispetto alla compagnia di bandiera.
Per cui è vero che il servizio è inferiore, ma anche il prezzo è notevolmente inferiore.

Se compro la pasta al discount metto in conto di dover stare molto attenta alla cottura, più che come fare magari con una pasta come la Garofalo.
Il punto è che la pasta della Garofalo costa molto di più rispetto a quella del discount, per cui la scelta spetta a me: preferisco il prezzo o la qualità?
Se scelgo di risparmiare sul prezzo poi non posso lamentarmi per la qualità inferiore rispetto a chi mi fa pagare di più, perché sono stata IO a scelgliere di preferire il risparmio al servizio.

Nico ha detto...

Visto che qualcuno mi ha chiesto se era vero del biglietto A/R da 6 euro..
http://tinyurl.com/ctt52l

:-)

Federica ha detto...

Poi se vogliamo parlare dei disservizi di Alitalia... ma no, via, se è praticamente fallita penso che più o meno li conosciamo tutti.

Il mio unico viaggio con Alitalia, comunque, (quattro aerei complessivi) mi ha vista testimone di un sacco di gente inca**ata che doveva andare da Roma a Napoli: l'aereo era stato soppresso e Trenitalia voleva mettere a loro disposizione un AUTOBUS. Non un Eurostar... un autobus! A fine agosto. Con tutto quello che paghi per prendere l'Alitalia!

Io, invece, mi ritrovai a litigare con uno stordito all'aereoporto di Milano che sosteneva che il mio biglietto prevedesse le seguenti tratte:

- Pisa/Milano
- Milano/Madrid
- Madrid/Roma

Ovviamente nello stesso giorno.

D'accordo, la stampante non ha stampato perfettamente dritta... ma, ehi!, un minimo di logica!
Per quale cavolo di ragione io dovrei andare da Pisa a Roma in aereo passando da Milano, ma soprattutto da MADRID?

Mi c'è voluto parecchio per riportarlo alla ragione, sentendomi anche dire: "Uè, signorina, io faccio questo lavoro da ventidue anni".
Volevo rispondere: "Ventidue anni buttati nel water" ma mi sono trattenuta.

Slowly ha detto...

Bé dipende dqa chi era lo stordito, magari non era nemmeno un dipendente Alitalia! :D

Comunque i biglietti elettronici non serve a niente stamparli per intero, basta annotarsi il codice. E' da lì che si vede il viaggio, scali intermedi compresi, non dalla stampa.

Strano che abbia visto quello, il codice è univoco e mostra le tratte comprate senza possibilità di errore.

Federica ha detto...

All'epoca il biglietto me lo stampò l'agenzia :p

Slowly ha detto...

Mi come sei veloce!

Bé, occhio alle stampe, magari cannano, o si leggono male...

:D

(Senti rumore di unghie sugli specchi?)

Slowly ha detto...

Però stiamo dando per scontato che quel pazzo di O'Leary l ofa per davvero.

Io non ci giurerei.

Ve lo vedete il Comandante che deve fare pipì e non ha la monetina???

:D

E non ditemi che a lui danno la chiavetta elettronica tipo macchinetta del caffé!

Sennò la voglio anch'io!

>(

Slowly ha detto...

E dopo millemiglia, carta water gold!

:D

eLtRiVuLziO ha detto...

eeeee cé la crisi 8)

Alessandro ha detto...

(per chi segue, son quello a cui non piace Ryanair.. hihihi)


@Alessandro (il mio omonimo)
Purtuttavia, un portatile con un buon paio di auricolari e un paio di episodi di Scrubs risolvono il problema. :)

magari! non ho mai avuto storie per imbarcare, come bagaglio a mano, sia una valigetta che un computer portatile. mai successo.. tranne che con Ryanair ovviamente: al check-in del volo Cracovia/Bergamo volevano a tutti i costi che mi presentassi con UN SOLO oggetto, tra mini-trolley e laptop ._.
ragazzi, che vi devo dire, mi sa che mi odiano veramente.. di certo è che non mi vedranno mai più.

prima Slowly ha detto che non è colpa del personale Ryanair per i ritardi: assolutamente vero, saranno giovani e/o con poca esperienza o quantaltro, però sono bravi.. ma la signorina che c'era al check-in quella volta era proprio una stronza. oh.


@Nico
viaggi senza bagaglio? :D


@Federica
Poi se vogliamo parlare dei disservizi di Alitalia... ma no, via, se è praticamente fallita penso che più o meno li conosciamo tutti.

la maggiore colpa (assieme ad altre, ovviamente) che ha portato inevitabilmente al fallimento è stata quella di sottovalutare pesantemente la liberalizzazione (deregulation) del traffico aereo. e vabbé, pazienza.

dev'essere il destino comune di tutte le aziende di trasporto ex-statali (vedi Trenitalia).


Mi c'è voluto parecchio per riportarlo alla ragione, sentendomi anche dire: "Uè, signorina, io faccio questo lavoro da ventidue anni". Volevo rispondere: "Ventidue anni buttati nel water" ma mi sono trattenuta.

boh, ma tutta questa gente che dice "faccio 'sto lavoro da TOT anni blablabla" come per giustificare che sanno quel che fanno/dicono. cioé, puoi anche lavorare lì da 50 anni, ma questo non vuol dire che hai lavorato/lavori meglio di tanti altri.. o_o

Slowly ha detto...

@Alessandro (quello a cui non piace RyanAir:
"prima Slowly ha detto che non è colpa del personale Ryanair per i ritardi: assolutamente vero, saranno giovani e/o con poca esperienza o quantaltro, però sono bravi.. ma la signorina che c'era al check-in quella volta era proprio una stronza. oh".

Bé giovani mica tanto.
Gli Equipaggi sono in gran parte ex Major (tra cui molti ex Alitalia, tra l'altro) e hanno esperienza da vendere.

Altra cosa le Signorine al CheckIn.
Che ripeto, potrebbero centrare poco e niente con la COmpagnia.

Nico ha detto...

Alessandro (noRyan)
Dipende.. questa puntata a Francoforte dura meno di 24 ore. dato che posso portare un bagaglio da 10 kg in cabina, il mio trolley va benissimo per portarmi un cambio di vestiti e il notebook. Di solito sto intorno ai 7 kg.

Alessandro ha detto...

@Slowly
Altra cosa le Signorine al CheckIn. Che ripeto, potrebbero centrare poco e niente con la COmpagnia.

non ho "indagato", ma lo spero. comunque la maleducazione è super partes, e la donzella n'era parecchio dotata. =/


@Nico
non era per farmi gli affari tuoi eh, ci mancherebbe. era giusto per curiosità. nel tuo caso -niente bagaglio, viaggio breve- hai tutte le ragioni di preferire Ryanair. =)
ho controllato ora sul sito Ryanair (che si è graficamente rinnovato, tra l'altro), ed ho visto che si tratta di voli promozionali a 3 euro (prenotabili entro la mezzanotte di oggi). allettante, non c'è che dire! :D

Enrico ha detto...

Ciao Paolo, mi permetto di darti del tu perchè seguo assiduamente il tuo blog e ti considero un amico, anche se non ho mai commentato. Mi permetto di farlo stavolta per un appello importante che sto diffondendo di mio pugno sulla rete, mi permetto di incollarlo qui sotto, sperando nella solidarietà dei tuoi lettori:
La mia cuginetta, Serena Quaranta, di 2 anni, è affetta da encefalopatia epilettica, una malattia che praticamente dalla nascita le ha impedito di condurre una vita normale, dati gli attacchi di epilessia da cui viene colta numerose volte ogni giorno.
I suoi genitori l'hanno portata ovunque in Italia, ed i medici hanno alzato bandiera bianca, la speranza ora è negli Stati Uniti, ma ovviamente per affrontare un viaggio del genere servono soldi, soldi che i miei zii non hanno. Hanno quindi creato un blog con la speranza di raccogliere quanto necessario per curare Serena.
Ovviamente non vi chiedo di mettere la mano al portafogli, se non ne avete la possibilità, ma col cuore in mano vi chiedo di diffondere il blog http://www.sorrisoperserena.altervista.org, se magari qualcuno è in grado di creare un banner da diffondere per la rete ci farebbe un grosso favore.
Grazie mille anche solo per l'attenzione.

Chiunque abbia dubbi (te compreso, Paolo) può contattarmi scrivendo a epetrelli@gmail.com e sarò lieto di rispondere a tutti e chiarire che NON si tratta di una bufala. Grazie di cuore a tutti.

Anonimo ha detto...

@omonimo no Ryan :) :

Azz che sfiga però. :P Io ho rinunciato alla filosofia del doppio bagaglio a mano (mini trolley e laptop o piccolo equivalente) quando mi impedirono di farlo in un volo Air Dolomiti diversi anni fa. Certo gli ATR non hanno molto spazio ma all'epoca secondo il biglietto dell'agenzia di viaggio ci sarebbe dovuto essere un Boeing della Lufthansa ad aspettarmi. :(
In pratica porto sempre un unico bagaglio con dentro il Laptop e, anzi, ora con dentro il Netbook. Più autonomia e più puntate di Scrubs. :)
Comunque anche se sono un fan di Ryan hai tutta la mia solidarietà, sarà mai che li hai offesi in qualche modo? Sai come sono gli irlandesi.... :P

L'economa domestica ha detto...

Bhé, se parliamo di servizi igienici, cosa dire della proposta di Venezia (toilette pubbliche a 3 euro)?
Scherzi a parte, potrebbe essere un problema per chi deve andare in bagno e non può trattenersi per ragioni di salute, e per me il "signor Ryan" si è fatto un altro po'di pubblicità, anche per contrastare la continua polemica con la regione Lazio sul Pastine di Ciampino.

Antonio ha detto...

A me tocca viaggiare abbastanza spesso per lavoro, ormai ho perso il conto di quante compagnie aeree ho provato. La cosa che mi ha scandalizzato maggiormente è stato prendere un MD-80 su cui siamo stati al massimo 8 persone, presi quel volo 4 volte, di cui una in cui eravamo presenti io, i miei due colleghi 2 hostess 2 steward e i due piloti in cabina.
Ultimamente utilizziamo spesso compagnie LC, anche perchè l'aeroporto più vicino alla mia azienda è servito maggiormente da LC che raggiungono quasi tutte le destinazioni a noi interessanti.
Sarò anche fortunato ma non ho mai avuto problemi di nessun tipo con le LC, gli unici problemi (bagaglio e ritardo)li ho riscontrati con la British e l'AirCanada. Ovvio che se ci si imbarca su una LC, l'umanità che si incontra all'interno dell'aereo è la più varia di questo mondo, del resto ritengo giusto così, non vedo perchè il trasporto aereo debba rimanere ad appannaggio di chi ha un reddito elevato.

Federica ha detto...

Ma ammettiamo anche che io abbia dei grandi problemi e debba andare in bagno ogni mezzora. Da Pisa a Londra sono quattro volte.
4 sterline = 5 euro (circa)
Considerati quelli risparmiati per il biglietto ci posso anche stare :p

Io con il bagaglio, sulla Ryan, non ho mai avuto problemi.
Da quando è stato inventato ho sempre fatto il check-in online, che peraltro ti dà la possibilità di avere la priorità di imbarco gratuitamente, e mi sono sempre portata trolley + borsa per effetti personali.
E se ci riesco io che sono una donna, a rientrare nei 10kg di bagaglio per dieci giorni, ce la potete fare anche voi :p

Le rotture di scatole più grandi le ho avute per la questione "liquidi", che però non dipende dalla Ryan.
Mettere tutti i trucchi - compreso il mascara! nel sacchettino trasparente, dovermi arrendere al bagaglio vero e prorpio per portare la Nutella da 250 alla mia amica che ora sta a Londra... e simpatie simili.

Dan ha detto...

"una volta ci han tenuti costipati per 20 minuti in uno di quegli shuttle/navetta che portano i passeggeri all'aereo;"
Spero almeno che la Dolce Euchessina poi ve l'abbiano data gratis...

"Che poi non so quale sia la vostra autonomia, ma io nei miei viaggi Pisa-Londra non ho mai avuto bisogno né del servizio bar né del bagno: riesco a stare senza mangiare, bere e fare pipì per un paio d'ore, non sono una pargoletta di due mesi."
Concordo con il discorso, ma 'solo' due ore di autonomia? Io in genere faccio molto di più (20km con un litro di senza piombo...)

"Anche i pavesi godono della stessa fama. Figurati chi è un misto delle due razze! :-)"
Nelle barzellette non erano i genovesi?

"Per esempio la flotta Ryan, per intero, è composta dallo STESSO IDENTICO aeroplano ma non solo: anche le configurazioni sono identiche: stesso motore tra quelli configurabili sul 73, stessi allestimenti, stessi ricambi."
Eeeh? Ma quante ore di volo fa allora? E come fa lo stesso aeroplano a coprire tutte le rotte..? E' costruito dalla stessa ditta della slitta di Babbo Natale?

"la maggiore colpa (assieme ad altre, ovviamente) che ha portato inevitabilmente al fallimento è stata quella di sottovalutare pesantemente la liberalizzazione (deregulation) del traffico aereo. e vabbé, pazienza.

dev'essere il destino comune di tutte le aziende di trasporto ex-statali (vedi Trenitalia)."

Beh, mi sembra abbastanza ovvio: se l'azienda viene privatizzata, ma tutto (magazzinieri ladri, dirigenti che ci mangiano ecc.) rimane come quando era statale, si fa presto ad andare in passivo...

"E se ci riesco io che sono una donna, a rientrare nei 10kg di bagaglio per dieci giorni, ce la potete fare anche voi :p"
Eh, ma voi donne avete le borse alla Mary Poppins, non vale mica...

"..dovermi arrendere al bagaglio vero e prorpio per portare la Nutella da 250 alla mia amica che ora sta a Londra... e simpatie simili."
Perchè, la Nutella non la esportano?

Federica ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Federica ha detto...

Eh, però anche la borsa alla Mary Poppins ha un peso :p

Quanto all'autonomia pipì... due ore sicuro, di più dipende perché bevo parecchio, soprattutto tè. Posso farcela se bevo poco :p
Normalmente mi prendo anche tre tazze di tè al giorno, oviamente col latte XD
[Io non bevo quasi caffè]

Sulla Nutella: esportare la esportano, però costa parecchio...
Poi non è sempre detto che la ricetta non sia diversa. Per esempio la mia coinquilina Arianna, che ha delle cugine in America, dice che la Nutella americana è molto più oleosa e che a lei non piace.

Io non ho mai verificato di persona, però immagino che riadattino il prodotto ai gusti della clientela :p

A proposito di esportazioni: voglio il tubo di Digestive ricoperte al cioccolaro al latte!
Scusate l'OT.

Alfred Borden ha detto...

da Spinoza.it

Sui voli Ryanair si pagherà una sterlina per andare in bagno. Previsto un sovrapprezzo per chi supera i 15 kg.

Alitalia coglie la palla al balzo e conia un nuovo slogan: "Volate con noi. Facciamo cagare gratis".

Giornalettismo ha detto...

O.T: Il prode Giacobbo sta per tornare sul "falso allunaggio" dell'Apollo 11.

Io sono già qui pronto col secchiello di popcorn :D

[just]

Falco Stellare ha detto...

Trovata per caso, sulla rete:

http://www.boingboing.net/images/_curl_1208913995.jpg

Giusto per restare in tema di aerei :-)

Francesco Troccoli ha detto...

C'è un video che gira da settimane, mi pare più o meno la stessa campagna. Be', probabile che sia Ryan Air. Nel video non ci sono brand, ma secondo le leggi del mktg se promuovi tutto il settore, chi ci guadagna di più è il leader di mkt. http://www.youtube.com/watch?v=i2kVWLorLVE