Cerca nel blog

2009/03/02

Asteroide mancherà la Terra oggi; due giorni fa non ne sapevamo nulla

L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Oggi alle 13.44 Universal Time (14:44 ora italiana) un asteroide di una trentina di metri di diametro (non "30 o 40 chilometri", come hanno scritto Corriere.it nella prima stesura e Ansa.it) passerà a una distanza di circa 64.000 chilometri dalla Terra, ossia a meno del doppio della distanza che ci separa dai satelliti televisivi e ben all'interno dell'orbita della Luna, secondo quanto riferisce Sky and Telescope. Di quest'oggetto non si sapeva nulla fino a due giorni fa, quando è stato individuato e segnalato dagli astronomi dell'osservatorio australiano di Siding Spring.

Chi sospetta cospirazioni omertose degli astronomi e blatera di "telescopi censurati" con riferimento al presunto pianeta Nibiru dovrebbe farsi una bella dose di realtà, perché il mondo astronomico funziona come descritto sopra: appena si fa una scoperta, si corre ad annunciarla, per conquistarne la paternità. Mica arrivano i Men in Black e dicono "Sa, quel pianeta che lei ha scoperto...".

Non c'è alcun pericolo di sorta; anzi, l'evento è atteso con interesse dagli astronomi dilettanti, che potranno assistere al passaggio di 2009 DD45 (questo il numero assegnato all'asteroide) nelle zone del mondo nelle quali sarà notte e il cielo sarà limpido. Le effemeridi possono essere calcolate qui; altre info sono qui. Ma lo scarsissimo preavviso fa riflettere: se fosse stato in rotta di collisione, sarebbero bastati due giorni per confermare la traiettoria d'impatto, decidere cosa fare, e farlo? No. Oggi non siamo attrezzati per difenderci da un grande asteroide in rotta di collisione con poco preavviso. Ma lo saremo di certo la seconda volta che accade.

Un asteroide del genere potrebbe fare grossi danni o disintegrarsi nell'atmosfera, a seconda della velocità e dell'angolo d'impatto e a seconda del materiale (calcolate qui i vari scenari), e quindi occasioni come questa vanno colte per riflettere. Inutile andar fuori a comperare l'ombrello quando sta già piovendo.

Vale la pena di segnalare, in argomento, anche quest'immagine del 1972, che è l'Astronomy Picture of the Day: un asteroide grosso quanto un camion, quindi paragonabile a quello che passerà oggi, che penetra nell'atmosfera e crea una palla di fuoco visibile a occhio nudo di giorno.





Astrofisici e asteroidi assassini: Neil DeGrasse Tyson


A proposito degli effetti di un impatto di un grande asteroide e di altre catastrofi cosmiche che dimostrano quanto l'universo ci vuole bene, consiglio a chi sa l'inglese di seguire questa spassosissima chiacchierata catastrofica dell'astrofisico Neil DeGrasse Tyson. Ce ne fossero, come lui, a divulgare la scienza col sorriso in Italia.

45 commenti:

Ann@ ha detto...

scusa, ma hai notato nella foto che l'asteroide passa lasciando una scia persistente?


non ho resistito dal fare ironia...



io sto tranquilla, nel 2012 accadranno le solite cose di sempre...

Slowly ha detto...

Ecco appunto, che avremmo fatto se fosse stato ben più grosso e chessò, in collisione con una grande città?

Mi, così mi fai paura mi fai!

:'(

Giggi ha detto...

quando sento parlare di asteroidi in rotta di collisione mi viene in mente la pubblicita' di una gomma (la vigorsol?) di qualche anno fa dove un tipo, calmissimo e con sangue freddo, nel panico generale, si prepara a rilanciare il sassetto, che sta piombando verso di lui, con una mazza da baseball.
Mitico :)

Slowly ha detto...

Bé, anche quella nuoa degli scoiattoli in versione non censurata rappresenta un'ottima strategia:
sai che rapporto di spinta mille/duemila scoiattoli che sco******ano tutti all'uisono?

:D

Stefano Nicoletti ha detto...

Maroni sta pensando forse alle "ronde astronomiche"?

callmeishmael ha detto...

Qualche esperto di astronomia potrebbe spiegarmi perchè apparentemente l'asteroide sembra salire verso l'alto? E' un effetto curioso, è forse dovuto alla curvatura terrestre?

Avion ha detto...

No, è un disco volante rettiliano che rilascia una scia chimica.
E' LAMPANTE.

airone76 ha detto...

Qualche esperto di astronomia potrebbe spiegarmi perchè apparentemente l'asteroide sembra salire verso l'alto?

Spero di non sbagliare, ma è si un effetto dovuto alla curvatura terrestre, ma non così curioso: probabilmente la traiettoria del meteorite si avvicina all´osservatore e non è perfettamente perpendicolare: questo fa si che sembri che salga verso l´alto (un po´ come fa il sole durante il giorno).

gg ha detto...

Quella foto è originale?Spettacolo!

airone76 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
callmeishmael ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
callmeishmael ha detto...

Ehm, se solo avessi letto bene la didascalia avrei trovato la risposta alla mia domanda: l'asteroide sta rimbalzando sull'atmosfera come un sasso farebbe sopra uno specchio d'acqua.
Spettacolare, non avrei mai pensato potesse accadere!!

In 1972, an unusually bright meteor from space was witnessed bouncing off Earth's atmosphere, much like a skipping stone can bounce off of a calm lake

Luigi Rosa ha detto...

Lo so che potrebbe essere una considerazione "da ingegnere" (quale non sono), ma se anche un asteroide di 30 metri entrasse in atmosfera e diventasse un asteroide di (poniamo) 20 metri, avrebbe comunque il 75% di probabilita' di colpire l'acqua. Ok: tsunami e palle varie. Certo che se colpisse l'acqua a 3 miglia al largo di Chiavari (GE) sarebbero imbelinate tutte le citta' del Tigullio, ma se colpisse il pacifico?

Quanta energia trasmette un asteroide di 20 metri di diametro (calcolate voi la massa ipotizzando una composiozne di metalli vari) trasmette all'acqua?

psionic ha detto...

Beh, ma appunto non se ne sono accorti prima perche' era "piccolo".

L'asteroide potrebbe avere qualsiasi angolazione, andare verso l'altro come verso il basso. Non c'entra la curvatura terrestre. Anche se la terra fosse piatta ( :-D ), dipende tutto dalla direzione e dall'angolo di osservazione rispetto alla traiettoria dell'oggetto

psionic ha detto...

Sarebbe bello che il programma per simulare gli impatti producesse anche un'animazione. Ovviamente sarebbe molto meno significativa dei dati effettivi, ma sarebbe bello avere un'idea visiva di quello che accadrebbe.

Poorman ha detto...

Paolo, refusino: "come q questa"

Paolo Attivissimo ha detto...

Sistemato, grazie!

usa-free ha detto...

Che fotografia meravigliosa!

gianco ha detto...

Paolo hai letto l'articolo su corriere.it?

Mamma mia, e dovrebbe trattarsi di un giornale serio... :-S

http://www.corriere.it/scienze_e_tecnologie/09_marzo_02/asteroide_sfiora_terra_foesta_martin_36a9a4cc-072c-11de-99a0-00144f02aabc.shtml

gianco ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Slowly ha detto...

E' ORA E' ORA!!!

O_o

Slowly ha detto...

Ci siete ancota tutti!?!?

>_<

psionic ha detto...

Comunque non capisco di cosa ci si preoccupi. Assodato che il mondo finira' nel 2012, e' almeno chiaro che prima di quella data possiamo tutti stare tranquilli. Certo il mondo non puo' finire due volte!

Andrea Sacchini ha detto...

Paolo:

Un asteroide del genere non potrebbe fare grossi danni: si disintegrerebbe nell'atmosfera (divertitevi a calcolarne gli effetti in base a velocità, angolo e materiale qui)

Corriere (qui):

Solo un brivido, al pensiero di essere sfiorati da un corpo celeste che, per dimensioni, è paragonabile a quello che si è abbatté il 30 giugno 1908 nella regione di Tunguska, in Siberia, scatenando un’esplosione equivalente a mille bombe atomiche come quella di Hiroshima e distruggendo oltre duemila chilometri quadrati di foresta. Insomma, piccolo sì, ma potenzialmente distruttivo.

Mmh... qualcuno non la racconta giusta...

:-)

Slowly ha detto...

A meno male ci siete!

Fiuuuu!

gandalf ha detto...

Un asteroide di 30 metri credo invece che possa fare un bel po' di danni.
L'asteroide o cometa che ha distrutto una larga fetta di foresta in tunguska e' stato stimato essere non molto piu' grande: 120 piedi stando a quanto si dice
in questa pagina della NASA

http://science.nasa.gov/headlines/y2008/30jun_tunguska.htm

fanboy-apple: ha detto...

Esistono diversi programmi di mappatura dei NEO (Near Earth Object, ossia oggetti che possono intersecare l'orbita terrestre) ma ovviamente è quasi impossibile monitorare tutto il cielo, e se guardiamo la situazione economica mondiale attuale possiamo anche togliere il "quasi".
Progetti per "dirottare" un eventuale asteroide diretto verso la terra ce ne sono, ma bisogna scoprirlo ALMENO 2 anni prima del previsto impatto, altrimenti possiamo anche cominciare a scavare una buca.
Lì fuori è pieno di Asteroidi che potrebbero distruggere la vita sulla terra, per non parlare poi di Supernovae e GRB che potrebbero arrostirci (leggi: ionizzare completamente l'atmosfera) e tante altre minacce.
L'universo è anche un posto terribilmente pericoloso :-)

Superninjaz ha detto...

fanboy-apple ha scritto:

[quote]
altrimenti possiamo anche cominciare a scavare una buca.
[/quote]

Ce la scaverà l'asteroide, la buca.

:D

Luca

Claudio ha detto...

assolutamente d'accordo con gli altri che mi hanno preceduto:

Paolo, guarda che sono metri, non centimetri! =) Un meteorite così grosso subirebbe molto poco gli effetti dell'atmosfera terrestre, e arriverebbe a terra con una perdita di velocità del tutto relativa.

noiPBX ha detto...

L'ANSA pubblica dimensioni paurose!!

diametro 30-40 KM !!!!!

hanno le travegole???

http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/scienza/news/2009-03-02_102309157.html

Giovanni Toffolon ha detto...

Una descrizione poco accurata dell'evento e del futuro incontro con Apophis sul sito di Repubblica:
http://www.repubblica.it/ultimora/24ore/SPAZIO-ASTEROIDE-SFIORA-LA-TERRA-PERICOLO-SCAMPATO/news-dettaglio/3578616
Saluti

Gandalf ha detto...

Ma l'asteroide di tunguska era di 120 piedi in origine o in atterraggio? Perche' magari in origine era molto ma molto piu' grande e disintegrandosi nell'atmosfera si e' ridotto a 120 piedi. Mentre questo e' di 30Km all'origine e magari a contatto con l'atmosfera diventera' piccolo piccolo

Paolo Attivissimo ha detto...

Claudio,

ho corretto l'articolo, grazie. Il calcolo di Impact Effects mi aveva dato la disintegrazione in atmosfera. Devo aver messo dati troppo prudenti :-)

Ho reimmesso parametri più tosti e in effetti ottengo un discreto effetto Tunguska.

Slowly ha detto...

Oh ve lo dico: la state gufando!
Se mi estinguo (io faccia razza a sé) per via di un asteroide, vi picchio!!!

:D

Rodri ha detto...

L'online che mi hai segnalato ha contestato la discrepanza metri/chilometri. Mi ha scritto "Ma se l'han scritto le agenzie italiane!".
Dopo la mia risposta, che conteneva la mia opinione sulle agenzie italiane, ha corretto :-)

Mousse ha detto...

Correre.it non è nuovo a simili prodezze (sbagliare unità di misura, ecc..): guardate qui ^_^

Umby9000 ha detto...

A proposito dell'effetto ottico prodotto dall'asteroide in volo...

Mi ricordo qualche anno fa di aver visto, passando accanto al cnr (o infn, non so bene) di Frascati un laser a luce visibile che puntava direttamenete sulla verticale, ma l'effetto ottico, credo dovuto dall'atmosfera, era che il raggio sembrava curvare sopra di me.

Non so il perche` dell'esperimento (e forse qualchuno potra` darmi qualche spiegazione), ma l'effetto era bellissimo.

Umby9000

Umby9000 ha detto...

Correggo.

Il sito dal quale partiva il laser era quello dell'infn e non quello del cnr (sono uno accanto all'altro separati dalla strada che stavo percorrendo).

Umby9000

Poorman ha detto...

Accidenti, il frammento di Yuggoth ci è passato vicino senza fermarsi, è tutta la vita che sono di avere uno shoggoth domestico!

Lux ha detto...

@Umby9000
Una sera di un paio di settimane fa (circa) sono incappato anch'io davanti allo stesso esperimento con il laser verde (qui: http://tinyurl.com/dyz25r).
Mi sono fermato ad osservarlo e seguendo con lo sguardo il fascio laser sembrava (per un effetto ottico, ovviamente) che si piegasse sopra di me.
Ho ipotizzato che PROBABILMENTE l'effetto è dovuto al fatto che non siamo abituati a vedere qualcosa che si protrae così lontano e contemporaneamente si stagli nettamente dallo sfondo del cielo.

LuX

Umby9000 ha detto...

@Lux...

In effetti da qualche anno il CNR si e` spostato in quell'area.

L'effetto e` spettacolare, all'inizio mi sembrava un cavo sospeso sopra alla strada, ma poi ho realizzato quello che era.

A me ha fatto venire in mente il romanzo di A.C. Clarke "Le fontane del paradiso".

Umby9000

Paul ha detto...

Eccezionale questo Neil DeGrasse Tyson, non lo conoscevo....
E' uno scienziato con le capacita' anche di uno showman.....
Davvero, ce ne fossero, di persone cosi'!!

Pietro ha detto...

:DDDDDDDDD
Guardate il video linkato da Paolo, è BELLISSIMO!!!!!!!!!!!!

Uff, perché qui la scienza non può essere cultura e spettacolo (eccezion fatta per gli Angela) ma è distorta della politica o quando va bene dalla tecnica?

Dan ha detto...

Di solito è distorta semplicemente dall'ignoranza...

">> ..altrimenti possiamo anche cominciare a scavare una buca.

Ce la scaverà l'asteroide, la buca."

No, quella si chiama "fossa", non buca. (o forse "urna cineraria"..)

"Correre.it non è nuovo a simili prodezze (sbagliare unità di misura, ecc..)"
Sbagliare mestiere...

Per Umby:
può anche essere semplicemente un effetto prospettico, succede con le entità perfettamente rette spostando lo sguardo dall'origine ai punti di fuga... e anche qui Escher ha avuto da divertirsi.

"Ce ne fossero, come lui, a divulgare la scienza col sorriso in Italia."
A parte Piero e Alberto intendi..? Magari non avranno la verve da showman, però sono ugualmente grandi.

theDRaKKaR ha detto...

ho scritto all'ANSA per far modificare l'unità di misura nell'articolo
http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/scienza/news/2009-03-02_102309157.html

oltre a non avermi risposto non hanno ancora modificato il testo

mi fa rabbia, anche perché rimarrà nel tempo quella stupidaggine e la maggior parte delle persone prenderà per vere le dimensioni fantasiose che il "giornalista" ha riportato nell'articolo

si dovrebbe obbligare questa gente a rettificare le loro panzane