Cerca nel blog

2009/03/06

È vero che il secondo uomo sulla Luna ha detto di aver visto un UFO?

L'astronauta Aldrin: mentre ero nello spazio vidi un UFO... ehi, lasciatemi finire di parlare!


Resto in tema di complotti e misteri lunari con una segnalazione: nel 2005 Buzz Aldrin, l'uomo che insieme a Neil Armstrong sbarcò sulla Luna nel 1969, raccontò in un documentario (First on the Moon: The Untold Story) di aver visto un oggetto volante non identificato durante il suo volo verso la Luna.

Qui sotto potete vedere lo spezzone del documentario nel quale fa (in inglese) questa sconcertante ammissione:

Il brano è questo:



Traduco le parole di Aldrin:

C'era qualcosa, là fuori, che era abbastanza vicino da poterlo osservare. E cosa poteva essere? Mike [Collins] decise che poteva guardarlo dal telescopio e ci riuscì, e quando [l'oggetto] era in una certa posizione aveva una serie di ellissi. Ma quando lo mettevi bene a fuoco sembrava a forma di L. Questo non ci chiariva molto la situazione... Ovviamente non avremmo esclamato "Ehi, Houston, abbiamo qualcosa che si muove accanto a noi, non sappiamo cos'è, ce lo potete dire voi?". Non l'avremmo certo fatto! Perché sapevamo che quelle trasmissioni sarebbero state ascoltate da gente di ogni sorta, e chissà mai che qualcuno potesse pretendere che tornassimo subito a casa per via degli alieni o di altre ragioni. Per cui non lo facemmo, e chiedemmo semplicemente con cautela a Houston dove si trovasse lo stadio S-IVB. Qualche minuto dopo ci dissero che era a circa undicimila chilometri per via della manovra, per cui non pensavamo di osservare qualcosa di così distante. Così decidemmo, dopo averlo guardato per un po', che era ora di dormire e di non parlarne fino al ritorno durante il debriefing.

Cosa c'è dietro questa storia? Semplicemente la forbice un po' troppo disinvolta del documentarista. Aldrin spiegò, già durante le riprese, cos'era l'oggetto che aveva visto, ma la sua spiegazione guarda caso fu omessa nel documentario, e la notizia dell'astronauta che confessava d'aver scorto un UFO fece il giro del mondo. E regalò naturalmente un sacco di pubblicità al documentario.

Incuriositi? La vicenda è raccontata in dettaglio in un articolo su Complotti lunari, ed è una bella occasione per ripassare le tecnologie di base delle missioni Apollo.

8 commenti:

genesis61 ha detto...

Il copione di certa gente è sempre quello...poi dicono degli altri che sono disinformatori...

Bera ha detto...

L'aspetto incredibile della mentalità complottista è che non segue la minima logica.
Mi spiego:
c'è un complotto per coprire l'esistenza degli UFO.La prova? un'affermazione di un astronauta NASA!!! Cioè uno dei massimi esponenti dell'organizzazione a capo del complotto ???
E' completamente illogico

Davide ha detto...

ma non ho capito .. se erano in uno studio a filmare il tutto, dove lo ha visto l'ufo? :-)
sarà stato uno scherzo degli elettricisti!! :-))

elteo ha detto...

Ciao a tutti,

Qualche anno fa (un paio se non erro), vidi l'inizio di una puntata di Superquark, mi pareva fosse un sabato in prima serata, in cui raccontavano abbastanza dettagliatamente le operazioni ed i problemi avuti durante la missione che ha portato all'allunaggio.

Qualcuno sa come poterla reperire? Anche in un DVD a pagamento!
Finora ho cercato sul sito della Rai, su youtube e sulle reti filesharing ma non ho trovato nulla.

Grazie a chi mi potrà essere d'aiuto

Adriano Esposito ha detto...

@elteo

Gli unici DVD di SuperQuark che conosco sono quelli usciti con la rivista Quark e che sono disponibili come arretrati (spero ancora..) presso Hachette Rusoni. Io i miei li ho presi così.
Purtroppo però l'argomento Luna in questi DVD non è trattato.
Per quanto riguarda il "registrato" puoi provare nei canali del P2P o del torrent.

Anonimo ha detto...

La vostra fede nella scenza è quasi disgustosa ed è alla base del degrado morale, civile, etico di questa società corrotta. PIU' CABERNET E MENO INTERNET!

Anonimo ha detto...

"scenza".... certo......"scenza"

theDRaKKaR ha detto...

Alla lunga un troll è sempre individuabile, perché tende a reiterare il suo comportamento nel tempo.

La soluzione più semplice è ignorare a priori tutte le discussioni proposte da quest'individuo, se possibile metterlo in "ignore list", avvisando i nuovi utenti, in modo che non cadano nelle trappole che i troll tendono continuamente.

La saggezza popolare suggerisce agli utenti di evitare di nutrire i troll, e di resistere alla tentazione di rispondere. Rispondere a un troll porta inevitabilmente la discussione fuori tema, nello sbigottimento degli osservatori, e fornisce al troll l'attenzione di cui ha bisogno. Quando i cacciatori di troll si avventano sui troll, rispondono con: "YHBT. YHL. HAND.", o "You have been trolled. You have lost. Have a nice day." ("Hai subito il trolling. Hai perso. Buona giornata.") Poiché i cacciatori di troll sono essi stessi (come i troll) affamati di controversie, i veri sconfitti sono gli altri utenti del forum che avrebbero preferito che non si arrivasse allo scontro.

La letteratura sulla risoluzione dei conflitti suggerisce che indicare una persona che discute su Internet come un troll non aiuta a far cessare comportamenti disdicevoli. Una persona allontanata da un gruppo sociale, sia su Internet che nella vita, può assumere il ruolo di antagonista, e cercare di disturbare o far arrabbiare ulteriormente i membri del gruppo. L'etichetta di "troll", spesso segno di allontanamento dal gruppo, può quindi perpetuare il trolling.

Normalmente si ottengono migliori risultati quando gli utenti si fanno carico del ruolo di moderatore e descrivono comportamenti più costruttivi senza giudicare né fare paragoni. I troll sono eccitati dai cacciatori di troll e frustrati da chi li ignora, e nessuna di queste emozioni produce risultati positivi per il forum. Affrontare i troll porta alle "flame wars". I troll frustrati dalla strategia "non date da mangiare ai troll" potrebbero lasciare il forum (e trollare da qualche altra parte, o diventare utenti responsabili) o potrebbero peggiorare finché non ricevono una risposta.

I troll novizi spesso subiscono il Rimorso dei Troll, un sentimento di rimorso dopo che hanno perso il loro account (che sia da un Internet Service Provider o da un forum) come conseguenza delle loro azioni da troll.


da http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)