Cerca nel blog

2010/04/03

Conferenza sul lunacomplottismo a Vicenza: i video

"Ma io non immaginavo che..."


Questa è una delle frasi più appaganti da sentire alla fine di una serata come quella di Grumolo delle Abbadesse, organizzate dal Cicap Veneto a febbraio, che ha abbinato una cena e una conferenza sulle missioni lunari e sulle tesi di complotto che le riguardano. Me l'ha detta una signora, lontano dalle telecamere, stupita e contenta di aver scoperto l'esistenza di un'enorme quantità di bellissime foto e di filmati e documenti che descrivono in dettaglio l'epopea della corsa alla Luna.

Avendo visto solo le solite foto presentate dai media e i soliti spezzoni sbiaditi mostrati in TV, non sapeva che c'era tutto quell'universo di immagini che ho presentato sommariamente nella serata. Non sapeva, per esempio, che ingrandendo la famosa foto di Aldrin sulla Luna e filtrando il colore dorato della visiera, come mostrato qui accanto, nel riflesso si scorge un puntino azzurro: la Terra.

È per persone come questa che si fa debunking: per contagiarle con il piacere della scoperta e della conoscenza e l'entusiasmo per una delle più memorabili dimostrazioni di cosa può fare l'umanità quando smette di farsi la guerra addosso.

Grazie al Cicap Veneto posso presentarvi i video della serata: li trovate su Complottilunari.info.

75 commenti:

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

"È per persone come questa che si fa debunking: per contagiarle con il piacere della scoperta"

(C) Ulisse, 2010 :D

Comunque non lo sapevo nemmeno io che si vede riflessa la Terra. Che figata! Quella foto diventa ancor più mitica! :)

pme60 ha detto...

Ho una richiesta: è possibile conoscere una stima percentuale o assoluta di quanti sono oggi seriamente convinti che gli sbarchi lunari siano una montatura?
E` giustificato l'impegno verso di essi?
Ero bambino quando avvenne e, sinceramente, non mi sono posto mai il problema che qualcuno potesse dubitarne fino a quando non ho scoperto il suo blog.
Al punto tale che mi appare quasi superfluo operare per la "conversione" di queste persone che sembrano un po' come quelli che si rifiutavano di guardare nel cannocchiale.
Al di là del fatto che una conferenza illustrativa dei dettagli dell'esplorazione lunare è comunque sempre interessante e godibile mi sembra un po' fatica "sprecata" verso persone irrecuperabili... perché non vogliono essere recuperate.

Guido Tancheroni ha detto...

@pme60,

per altre tipologie di bufale concordo: le indagini oltre la manciata di minuti sono uno spreco di tempo, ma in questo caso c'è talmente tanta Scienza dietro che deve essere un piacere studiarla e capirla (oltre che faticoso).
E poi vuoi mettere le chicche che ci regala Paolo su questo argomento :D

Paolo Attivissimo ha detto...

è possibile conoscere una stima percentuale o assoluta di quanti sono oggi seriamente convinti che gli sbarchi lunari siano una montatura?

Sì. Secondo i sondaggi, il 6% della popolazione USA. Se il campione è fra i giovani (18-25 anni), si sale al 25% di dubbiosi e 10% di convinti assoluti della messinscena. Ne parlo nella conferenza e anche nel libro (scaricabile gratis) "Luna? Sì, ci siamo andati!".


E` giustificato l'impegno verso di essi?

Verso gli ottusi e i paranoici che rifiutano qualunque prova, verso insomma gli irrecuperabili, come dici giustamente tu, assolutamente no. Come per qualunque altro cospirazionismo.

Verso i perplessi e i semplici dubbiosi, che sono molti di più dei complottisti duri e puri, invece, è giustificatissimo.

pme60 ha detto...

il 6% della popolazione USA... fra i giovani (18-25 anni), si sale al 25% di dubbiosi e 10% di convinti assoluti...

Sconfortante: sono loro che ci sono andati! ma cosa studiano a scuola?

Il libro non l'ho ancora finito.

Questo mi porta a una considerazione più generale: assumendo la buona fede di questa gente (cosa che mi sembra giusto supporre, almeno all'inizio) chissà quali sono i pregiudizi di ciascuno di noi che non siamo disposti a mettere comunque in discussione. Se non altro per motivi "statistici" ognuno di noi ne avrà certamente.
Ma evidentemente ciascuno è troppo poco umile per ammetterlo...

Il Reverendo Stone ha detto...

scusate, ma la terra dalla luna non si dovrebbe vedere ben più grande di come vediamo noi la luna dalla terra? come si può sostenere che quel puntino sia la terra?

http://www.oapd.inaf.it/othersites/sguardi/images/s001_terra/terra_luna.jpg

VDBG ha detto...

quando smette di farsi la guerra addosso

o quando se la fa in altro modo... ;)

Fozzillo ha detto...

Salve Reverendo, cosa dimostrerebbe quella foto?

Allora perché non vediamo mai il sole enorme come nei finali di film western o come in questa foro che ho trovato al volo?
http://www.trekearth.com/gallery/Europe/Italy/Veneto/Venice/Isola_di_S.Erasmo/photo753750.htm

Paolo Attivissimo ha detto...

ma la terra dalla luna non si dovrebbe vedere ben più grande di come vediamo noi la luna dalla terra? come si può sostenere che quel puntino sia la terra?

Studiando ottica, per esempio.

Fozzillo ha detto...

"foto"... la fretta mannaggia!

Il Reverendo Stone ha detto...

"Studiando ottica, per esempio."

ecco appunto, si può sapere per quale legge?

Fozzillo ha detto...

Rev,
DISTANZA FOCALE!

Il Reverendo Stone ha detto...

http://divulgazione.uai.it/images/thumb/AA_marea_014_TerraLuna.jpg/200px-AA_marea_014_TerraLuna.jp

con dei rapporti di grandezza del genere è impensabile vedere la terra dalla luna come un puntino, specie se bassa all'orrizzonte come nella pretesa foto di aldrin.

Fozzillo ha detto...

Rev,
Ma non eri un esperto di meccanica quantistica?

Che ti dobbiamo spiegare anche queste banali leggi di ottica?

Un calcolino sulla lunghezza focale dell'ottica della macchina fotografica moltiplicato per il fattore di conversione della visiera sferoide per dimostrare la tua tesi non ce la sa fare?

allora, please, non insinuare cavolate!

Paolo Attivissimo ha detto...

si può sapere per quale legge?

Tutte.

Il Reverendo Stone ha detto...

ho solo espresso una perlessità e chiesto una spiegazione.

Paolo Attivissimo ha detto...

Rev,

ci stai chiedendo di farti un trattato di ottica sulle lunghezze focali, sui diametri angolari e sulle distorsioni prodotte dalle superfici riflettenti quando ti mancano (evidentemente, altrimenti non avresti fatto la domanda iniziale) anche le basi dell'ottica.

O la tua è una battuta, oppure le tue speranze di capire questi concetti spiegandoteli in un commento di blog sono, francamente, le stesse di un sordo che vuole farsi spiegare Bach.

Se ti interessa seriamente la materia, studiala. Se non ti interessa, fidati di chi l'ha studiata: che la Terra si veda in quel modo in quella foto, è giusto così.

Il Reverendo Stone ha detto...

certo, le mie conoscenze d'ottica sono solo quelle acquisite agli anni dell'itis, non ho certo una conoscenza approfondita dell'argomento, ma la mia osservazione non era di certo una battuta.
scusate se ho disturbato questo consesso di dotti con le mie domande da uomo della strada.

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

"con dei rapporti di grandezza del genere è impensabile vedere la terra dalla luna come un puntino, specie se bassa all'orrizzonte come nella pretesa foto di aldrin."

Un momento, mi viene il dubbio di non aver identificato il puntino giusto!

Ma la Terra non è quel puntino azzurro che si vede sul limitare superiore della visiera di Aldrin? o_O

Fozzillo ha detto...

con dei rapporti di grandezza del genere è impensabile vedere la terra dalla luna come un puntino, specie se bassa all'orrizzonte come nella pretesa foto di aldrin.

Non mi pare una domanda

Biolca ha detto...

@ Usa-Free

Ma la Terra non è quel puntino azzurro che si vede sul limitare superiore della visiera di Aldrin? o_O

Sì sì! Non vedi come è "bassa sull'orizzonte"? ^__^

Domanda seria: ma se sono atterrati sulla faccia visibile (dalla Terra) della Luna, più o meno sull'equatore lunare (se non sbaglio), la Terra come farebbe a sorgere e tramontare? Non è sempre fissa più o meno in mezzo al cielo?

Paolo Attivissimo ha detto...

Rev,

scusate se ho disturbato questo consesso di dotti con le mie domande da uomo della strada

La tua ironia è del tutto fuori luogo. Al tuo medico chiedi di spiegarti come funziona la pompa protonica o come determina il dosaggio dei betabloccanti? A un chirurgo chiedi spiegazione dettagliate del perché della tecnica di sutura che usa? Al dentista chiedi perché usa una punta di trapano al posto di un'altra? O ti fidi e basta?

Ecco, qui è lo stesso. È assurdo pensare che noi, nello spazio di un commento di un blog, ti possiamo spiegare da zero una mezza dozzina di principi fondamentali di ottica che richiedono qualche mese di studi. Quindi o te li studi tu con pazienza oppure accetti quello che dicono gli esperti (che non siamo noi): la Terra nella foto si vede così perché è giusto che si veda così.

Se non si dovesse vedere così, qualche esperto l'avrebbe fatto notare prima di te, non ti pare? Non vorrai pensare, spero, di essere l'unico sagace che s'è accorto di un errore di ottica basilare in una foto che è sotto gli occhi di tutti da quarant'anni.

Paolo Attivissimo ha detto...

ma se sono atterrati sulla faccia visibile (dalla Terra) della Luna, più o meno sull'equatore lunare (se non sbaglio), la Terra come farebbe a sorgere e tramontare?

Infatti non sorge e non tramonta. Rispetto a un punto della superficie lunare, la Terra è sempre praticamente fissa in cielo (a parte i moti di librazione, che comunque cambiano poco la sostanza).

Sì, tutte le missioni Apollo sono sbarcate nella ona equatoriale della Luna.

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

"Al tuo medico chiedi di spiegarti come funziona la pompa protonica"

Che, è bene ricordarlo, non è l'arma segreta di Mazinga :D

Ah, se hai il reflusso, bevi meno caffè!

dott. usa-free-House

Biolca ha detto...

Infatti non sorge e non tramonta. Rispetto a un punto della superficie lunare, la Terra è sempre praticamente fissa in cielo (a parte i moti di librazione, che comunque cambiano poco la sostanza).

Grazie del chiarimento :-)

Il Reverendo Stone ha detto...

paolo, io quella foto è la prima volta che la vedo. quando l'ho vista mi ha suscitato dei dubbi e li ho espressi nei miei commenti.
fine, non c'è stato ne sarcasmo ne sagaca.

ad ogni buon conto ti consiglio di aggiungere un disclaimer al blog con scritto che si deve accettare tutto quello che qui si legge in bona fides.
o forse se mi firmavo con un altro nome avrei ricevuto risposte più cortesi?

buona pasqua a tutti.

Fozzillo ha detto...

Rev,

Il modo più semplice per descrivere come variano le proporzioni al variare della lunghezza focale, e con l'effetto cinematografico "dolly zoom", anche detto vertigo effect.

È un effetto del tutto ottico che rende l'idea.

questo breve video ne mostra diversi famosi esempi.

Nella speranza di essere stato di aiuto e che tu la prossima volta possa essere più prudente e gentile.

Fozzillo ha detto...

o forse se mi firmavo con un altro nome avrei ricevuto risposte più cortesi?

NO

chiunque scriva una cosa come:
come si può sostenere che quel puntino sia la terra?


viene trattato di consegueza.

pme60 ha detto...

"Studiando ottica, per esempio."
@ gli altri:
suvvia siamo buoni... e` Pasqua.
@ Il Reverendo:
Istruzioni:
1) stasera, sempre che non sia nuvolo, munirsi di macchina fotografica turistica e fare una foto alla luna.
2) stampare la foto
3) notare come la luna nella foto sia piccola.
4) Da sinistra a destra la foto abbraccia circa 40-50 gradi (puoi usare un normale goniometro e verificare spannometricamente).
Dato che la luna è grande circa mezzo grado [ossia 2*atg(1700/380000) ] se ne deduce che nella tua foto, in fila, ce ne starebbero almeno 80...


Oggi ho del tempo da perdere...

Fozzillo ha detto...

volevo mettere questo di "dolly zoom" da l'odio di Kassovitz

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

@Fozzillo

Come si ottiene quell'effetto? Me lo spieghi per filo e per segno, in 56 commenti? :D

Fozzillo ha detto...

Commento 1 di 56

allora....

Paolo Attivissimo ha detto...

non c'è stato ne sarcasmo ne sagaca.

Cito la tua domanda: "come si può sostenere che quel puntino sia la terra?"

Con quella domanda stai dando del deficiente a chi lo sostiene. E quindi asserisci di essere più astuto di chi lo sostiene.

Quando esordisci così arrogantemente, sei trattato di conseguenza. Saresti stato trattato diversamente se tu avessi scritto "Scusate, io non sono esperto, ma come mai la Terra si vede così piccola in quella foto? Dove sto sbagliando?"

Avresti ricevuto una risposta del tipo "E' un po' lungo da spiegare in un commento di blog, ma ci provo", seguita da uno spiegone.


ad ogni buon conto ti consiglio di aggiungere un disclaimer al blog con scritto che si deve accettare tutto quello che qui si legge in bona fides.

Grazie del consiglio. Ne farò sicuramente tesoro.

Rodri ha detto...

@ Usa free

Della sorella di Mazinga?

@ Pme60

Secondo me il problema ha 2 facciate. La prima, come detto, è quella di far ragionare quelli che già rientrano nelle percentuali citate.
La seconda, non meno fastidiosa, è contrastare le teorie gombloddisdighe per rallentare la diffusione di queste scempiaggini presso una popolazione che diventa sempre più credulona. L'enorme vuoto che compone la vita di moltissime persone le rende più permeabili di una spugna verso qualsiasi nozione balorda capiti davanti ai loro occhi. TV e internet colmano quel vuoto, vedi te come son messi...

Quindi l'impegno è ben più che giustificato, ed anzi penso vada sostenuto e incoraggiato.

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

Mannaggia, io di ottica non so una mazza :(

Per questo faccio una domanda astrusa.

Ma è sempre vero che ,dalla Luna, la Terra si vede più piccola di quanto la Luna si veda dalla Terra?

Eh? :D

Cos'ho scritto? :D

Fozzillo ha detto...

Commento 2 di 56

A chi interessasse l'effetto "dolly zoom",
Wikipedia inglese lo spiega benone, altrimenti c'è Google.

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

@Fozzillo

Vediamo se ho capito. Allora, io metto a fuoco quello che voglio resti in primo piano. Poi mi allontano con la telecamera, ma contemporaneamente aumento lo zoom in modo che il soggetto non rimpicciolisca mentre mi allontano, bensì rimanga delle stesse dimensioni iniziali.

Ora, perchè questa azione provoca un ingrandimento abnorme dello sfondo? o_O

Paolo Attivissimo ha detto...

Ma è sempre vero che ,dalla Luna, la Terra si vede più piccola di quanto la Luna si veda dalla Terra?

Non ho capito se era una domanda seria :-)

Caso mai lo fosse: la Terra, vista dalla Luna, è sempre più grande di quanto lo sia la Luna vista dalla Terra.

Dalla Terra, la Luna occupa circa mezzo grado nel cielo (varia a seconda della distanza Terra-Luna nel corso del mese, ma grosso modo è mezzo grado).

Dalla Luna, la Terra occupa in cielo circa 2 gradi. Per cui ha una larghezza apparente 4 volte superiore. Immagina quattro Lune una in fianco all'altra. Poi traccia un cerchio che le includa tutte. Quella è la Terra vista dalla Luna. Uno spettacolo notevole.

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

Cioè, la risposta la "percepiscoo" già nella testa ma non riesco a farla diventare un pensiero coerente :D

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

Stavo cercando delle foto di luna gigante e mi sono imbattuto in questa , non so se sia un fake.

Ecco, mi chiedevo: non è mai stato possibile, nelle missioni Apollo fare una foto di questo genere.

Mi spiego: il fotografo, in campo lungo il LEM o un rover e dietro una Terrona gigantesca?

Paolo Attivissimo ha detto...

perchè questa azione provoca un ingrandimento abnorme dello sfondo?

Perché in proporzione, la distanza telecamera-soggetto in primo piano aumenta molto più rapidamente di quella telecamera-sfondo.

Esempio: soggetto a 1 metro, sfondo a 10 metri. La telecamera si sposta indietro di 1 metro. La distanza dal soggetto è raddoppiata, quella dallo sfondo è aumentata di un decimo.

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

"Esempio: soggetto a 1 metro, sfondo a 10 metri. La telecamera si sposta indietro di 1 metro. La distanza dal soggetto è raddoppiata, quella dallo sfondo è aumentata di un decimo."

Ah, quindi, per dirla in maccheronico, l'effetto dello zoom sembra essere molto più efficace sullo sfondo che sul suggetto, mentre in realtà questa apparente differenza di efficacia è data esclusivamente dalle diverse distanze di soggetto e sfondo, giusto?

Ergo l'effetto è tanto più marcato quanto più lo sfondo è distante dal soggetto e/o quanto più il soggetto è vicino alla telecamera, giusto?

Diana ha detto...

Magari a qualcuno può tornare utile: stendendo il braccio, la spanna della propria mano corrisponde a circa 20°, la mano chiusa a circa 10° e il pollice a 2-3°. Sono le prime cose da imparare quando si fanno osservazioni notturne del cielo stellato!
Come ha detto Paolo, le dimensioni apparenti della Luna in realtà sono piuttosto ridotte (neanche mezzo dito), veniamo spesso ingannati dalle foto - e dal nostro cervello.
Potete usare questo sistema..spannometrico anche per stimare l'angolo di visione del vostro nuovo TV LCD :-)

Paolo Attivissimo ha detto...

non so se sia un fake

Contempla il magnifico riflesso della Luna nell'acqua e poniti di nuovo questa domanda :-)


non è mai stato possibile, nelle missioni Apollo fare una foto di questo genere.

Fare una (vera) richiede un teleobiettivo. Nelle missioni Apollo non c'era alcun motivo di portarsi un teleobiettivo per fotografare la Terra, per la semplice ragione che potevano fotografarla durante l'andata e il ritorno quando erano più vicini (e di foto Apollo di questo tipo ce ne sono a bizzeffe).

A quanto mi risulta, la focale massima portata sulla Luna per le fotocamere Hasselblad 6x6 fu un 500 mm, che per quel formato di pellicola è un teleobiettivo relativamente modesto (equivalente a un 300 mm per fotocamere 35mm, se non erro).

Paolo Attivissimo ha detto...

giusto?

Molto maccheronicamente, ma giusto.

Fozzillo ha detto...

Stavo cercando delle foto di luna gigante e mi sono imbattuto in questa , non so se sia un fake.

Ma è una foto da Photoshop disaster!!!

C'è un particolare che svela il FAKE lo trovate?

Fozzillo ha detto...

ops, Paolo mi ha preceduto....

Ero sotto la doccia però uffa!

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

"Contempla il magnifico riflesso della Luna nell'acqua e poniti di nuovo questa domanda :-)"

Ci avevo pensato anche io, però non l'ho scritto perchè ho pensato "magari adesso mi tirano fuori un motivo scientifico dell'assenza del riflesso!" :D


"Fare una (vera) richiede un teleobiettivo"

D'accordo che non erano lì per fare i giapponesi al Colosseo, però è strano che non ci abbiano provato.

Vuoi dire col tele che avevano non era possibile fare una foto Luna-astronauta (o LEM o rover) piccino a 30 metri-Terrona sullo sfondo? :O

Biolca ha detto...

@ usa-free

Terrona sullo sfondo

...e così sarebbe stato evidente che erano su un set... in Sicilia!... ^___^

e dopo questa mi auto eclisso per sempre (colpa delle troppe ore di lavora davanti al pc eh!)

Fozzillo ha detto...

L'effetto zoom è ugualmente efficace su soggetto e sfondo, ma se ti sposti dieci metri avanti o indietro, lo sfondo cambia così poco che sembra identico, una montagna da lontano non la vedi più grande se ti ci avvicini di 10 metri.

Quindi fai la zoommata dello sfondo, che in sostanza non viene diversa se ti sposti o rimani fermo, ma usi il movimento per mantenere il soggetto delle stesse dimensioni.

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

"e dopo questa mi auto eclisso per sempre (colpa delle troppe ore di lavora davanti al pc eh!)"

Biolca,siamo in due. Troppe ore! Eclissiamoci :D

Magari ci commentiamo stasera, in caso contrario buona Pasqua e buone feste a tutti :)

Paolo Attivissimo ha detto...

è strano che non ci abbiano provato.

Infatti ci sono immagini della Terra scattate dalla superficie della Luna. Per esempio la AS17-134-20384 (google te la trova) e altre.


col tele che avevano non era possibile fare una foto Luna-astronauta (o LEM o rover) piccino a 30 metri-Terrona sullo sfondo? :O

Non è questione di obiettivo, ma di angolazioni. La Terra era sempre alta nel cielo (per forza, perché i siti di allunaggio erano sul lato della Luna rivolto verso la Terra). Dovevi accucciarti e scattare puntando in alto per fare una foto del genere.

Stupidocane ha detto...

Il puntino in alto sulla visiera è il bosone di Higgs.
Da quella angolazione è grande come un pallone da basket ma esiste solo per 0,000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000004 secondi.

Che botta di cu.. immane a pigliarlo in foto...

(astenersi dal mescolare le parole dell'ultima frase, grazie)

otello ha detto...

per le "prove casalinghe" di foto, dimensioni, grandangoli e tele ricordate sempre che usavano hasselblad, come dice paolo poco sopra

una fotocamera compatta con ottica "35-150" per dire, non è comparabile direttamente come ottica
ma neanche una reflex digitale (e se non è full frame peggio, che introduce un fattore di moltiplicazione ulteriore per via del sensore ridotto)
se poi uno taglia la foto (crop) ulteriormente per pubblicarla... cambia ancora

ergo a meno di provare direttamente con una 6x6 e mettere il risultato così com'è, trovare "esempi" comparabili tra le foto in giro su internet è difficile

tipo cercando con "105mm" si vede:
foto luna montagna

una molto simile:
altra foto 105

ma già sembra leggermente diversa, una sarà canon e una nikon, ed ecco cambia la moltiplicazione dell'obiettivo

insomma, prove "a occhio" sono mooolto approssimative
i calcoli ottici sono gli unici applicabili con un minimo di sicurezza

otello ha detto...

""Vuoi dire col tele che avevano non era possibile fare una foto Luna-astronauta (o LEM o rover) piccino a 30 metri-Terrona sullo sfondo? :O""

ma hai presente fare quell'inquadratura con una camera fissata al petto e una tuta con casco che sembri l'omino michelin?

va a finire che ti ci vuole più tempo per centrarla (e non tremare, un tele...) che a fare gli esperimenti scientifici :D

Nico ha detto...

La serata è stata molto bella, ottima cena e tanti video e immagini che normalmente nessuno si prende la briga di andare a ricercarsi (me compreso :P ).
Dobbiamo sentirci per la chiavetta USB.

Ciao.

otello ha detto...

""per le fotocamere Hasselblad 6x6 fu un 500 mm, che per quel formato di pellicola è un teleobiettivo relativamente modesto (equivalente a un 300 mm per fotocamere 35mm, se non erro).""

255 mm circa sul 35mm

o un basta circa un 150 circa su una reflex digitale non full-frame (Canon, moltiplica 1,6)

Skeptic ha detto...

segnalo l'album picasa con le foto della serata.
Questa, estrapolata dal contesto, potrebbe essere usata contro Paolo :P

e ce n'è una con Paolo tra CIA e SMOM

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

"ma hai presente fare quell'inquadratura con una camera fissata al petto e una tuta con casco che sembri l'omino michelin?

va a finire che ti ci vuole più tempo per centrarla (e non tremare, un tele...) che a fare gli esperimenti scientifici :D"

Ma certo che non ho presente! Ringrazio tutti per gli spiegoni, credo sia la miglior risposta al Reverendo Stone, che ancora non è riuscito a cogliere un aspetto nel formulare gli interventi: avere l'umiltà di chiedere. Bada, Reverendo, che umiltà non significa mortificazione di se stessi. Quando lo capirai, starai sicuramente meglio ;)

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

Anche se OT, volevo ricordare che è morto Maurizio Mosca. Un guascone, uno che si divertiva e faceva divertire col calcio. Uno che , forse, voleva veicolare il messaggio di "non prendetela troppo seriamente...ci sono tanti soldi in mezzo, ma in fondo sono solo 22 giocatori che rincorrono un pallone".

Mi mancherai.Ciao, Maurizio.Grazie per aver detto la tua fino al tuo ultimo giorno.Senza voler vendere niente a nessuno se non te stesso. Senza complotti, facendo tutto per gioco. Il gioco del calcio.

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

Cià, mi gurado la performance di Paolo su complotti lunari... ;)

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

Complimenti, sei stato bravissimo, prima o poi devo trovare il modo di venire ad una delle tue conferenze. Solo un piccolo appunto: definire "caffettiere" gli approcci russi mi sembra ingeneroso ed offensivo.

Fozzillo ha detto...

Mi dispiace ma non sono assolutamente d'accordo sul discorso equivalenza 6x6 / 35mm

500mm di focale sul 6x6 sono 500mm anche sul 35mm.

Se ritaglio un rettangolo dalle pellicole 6x6 originali (orrore!) di dimensioni 35mm,
ottengo un negativo 35mm su ottica da 500mm, identico a quello di una macchina 35mm con focale 500mm.

LA 6x6 ha molta più qualità, più informazione.
Ha un angolo di campo equivalente a 300mm (291,6) su pellicola 35mm, ma la 6x6 si può ingrandire fino al +71% mantenendo la qualità del 35mm. Ed al +71% esatto ho una foto di qualità e angolo di campo
equivalente ad una 35mm con ottica 500.

Posso ritagliare 4 foto si qualità poco inferiore a 4 foto 35mm.

Quindi una foto scattata alla terra con focale 500mm e pellicola 6x6, è identica ad una scattata con focale 500 e pellicola 35mm, per quanto riguarda il dettaglio della terra.

Sulla 6x6 ho molto più spazio attorno ma il dettaglio "pallina blu" è identico.

pgc ha detto...

Scusate ma a me sembra che il dubbio di reverendo non so che cosa, per quanto si sia espresso in maniera un po' arrogante, e' legittimo. In effetti, se si trattasse di un obiettivo fotografico 50 o 35, che ha un campo quasi piatto, il casco dell'astronauta e' 40 cm, ed e' a circa 10 m di distanza, sottende un angolo di meno di 2 gradi, che e' la dimensione angolare della terra vista dalla Luna.

Tuttavia a differenza del casco di Aldrin, la Terra sta AI MARGINI del campo visivo, dove il casco, sferico, deforma maggiormente l'immagine. Tant'e' vero che l'abitacolo del LEM e' MOLTO piu' piccolo della base. E' la riflessione sul casco quindi che rende la terra estremamente piccola. Il diametro dell'obiettivo e' indifferente.

Anonimo ha detto...

Per pgc

Scusate ma a me sembra che il dubbio di reverendo non so che cosa,

Evviva la precisione. Soprattutto nel resto dell'intervento.

Tuttavia a differenza del casco di Aldrin, la Terra sta AI MARGINI del campo visivo, dove il casco, sferico, deforma maggiormente l'immagine.

Adesso c'è una superficie riflettente sferica che deforma l'immagine più in una zona e meno in un'altra. Una sfera capricciosa.

Remi in Barça ha detto...

È proprio così... Caspita, ammiro quello che fai e le conoscenze di molti tuoi commentatori! Grazie a voi (mi riferisco anche al blog ComplottiLunari) ho scoperto anch'io un mondo che mi fa rimanere spesso a bocca aperta.

Paolo, hai in programma serate in zona Pavia, Piacenza, Parma?
GRAZIE, GIANNI
Ciao

pgc ha detto...

si e' proprio cosi': ci sono superfici che deformano piu' in una zona che in un altra'. basta che la leva ottica cambi per esempio con la distanza dal centro. Basta guardare per esempio all'immagine riflessa da una sfera.
Complimenti per la spocchia.

LEM ha detto...

Studiare ed approfondire le proprie conoscenze sulle missioni Apollo, ma anche spaziali in genere, sazia il nostro interesse e ci migliora culturalmente! Se poi serve e/o è mirato ha demolire assurde tesi complottiste, ancora meglio.
Vi posso assicurare che alle osservazioni astronomiche pubbliche a cui partecipo non capita l'occasione di dover controbattere a queste assurdità ormai molto radicate!

Rispondo a Reverendo Stone:
La Terra dalla Luna la si vede più grande di quanto noi vediamo la Luna da qui. Ma guarda le dimensioni apparenti della Terra rispetto al casco dell'astronauta a fianco ad essa! E considera che il nostro pollice alla distanza del braccio teso è sufficiente a coprire il disco lunare qui da Terra. Niente di strano che l'immagine mostri una Terra piccola, oltretutto ridotta dall'effetto occhio di pesce causato dalla bolla di vetro dello scafandro.

Anonimo ha detto...

Per pgc

Complimenti per la spocchia.

Grazie grazie.
Quando avrò bisogno di ripetizioni private di ottica, mi rivolgerò a te.

Giuliano47 ha detto...

Hai detto anche che gli astronauti non sono musoni chiusi in se stessi per le bugie raccontate (secondo i lunacomplottisi), ma a ottantanni suonati si divertono con le belle ragazze?

http://tinyurl.com/yb5spt4

pgc ha detto...

Un testo che suggerisco agli appassionati di missioni spaziali e' quello di Mike Mullane - retired NASA Astronaut: "Riding Rockets", in vendita su Amazon.

Staordinariamente divertente dalla prima pagina all'ultima. Io lo chiamo il Bill Bryson dello Spazio (@).

Paolo A.: lo hai letto? Che ne pensi?

saluti a tutti,
pgc

pgc ha detto...

@Giuliano47:

in realta' si tratta di un esempio dello sforzo che NASA ha destinato al problema dell'approccio con le ragazze. Se interessato guardati questo incontro con la stampa (in inglese purtroppo):

http://www.youtube.com/watch?v=ya_D9IwB3-s

:)
pgc

Paolo Attivissimo ha detto...


Paolo A.: lo hai letto? Che ne pensi?


Non ancora. L'ho ordinato, me ne hanno parlato molto bene.

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

E grazie a lei per lo spam e buona Pasqua! :D

Domenico_T ha detto...

A proposito di spam (:D) segnalo a Paolo che sul mio blog ho linkato sia il video della conferenza che il libro ;)