Cerca nel blog

2010/04/06

iPad jailbreak! [UPD 12:25]

Debutta l'iPad, protezione già scardinata. Comincia a diventare interessante


Questo articolo vi arriva grazie alle gentili donazioni di "mario.c*" e "whatthehellis*".

L'iPad è finalmente in vendita (solo la versione wifi; quella 3G non ancora). Nella quiete post-orgasmica dei fanboy che hanno fatto la fila per comperarlo il primo giorno, qualcuno s'è dato da fare e a quanto pare ne ha già scavalcato le protezioni imposte da Apple per decidere quali applicazioni i suoi utenti possono far girare sulla loro nuova tavoletta magica. Il video è qui, e ha l'aria perlomeno plausibile; la fonte è MuscleNerd dell'iPhone Dev-Team, che ha una buona reputazione in fatto di jailbreaking di iPhone e iPod Touch. Alcuni dettagli della tecnica usata sono su Engadget.

Questo elimina (almeno temporaneamente) uno dei difetti più significativi dell'iPad: la mancanza di libertà di scelta delle applicazioni (solo quelle approvate da Apple possono essere installate). Se la persona che lo usa non può scegliere che programmi installarvi, non è un personal computer. Con un jailbreak le cose diventano già più interessanti e un po' di quella libertà d'uso viene riconquistata.

Resta quell'altro problemino, vale a dire la mancanza di supporto Flash, che per esempio attualmente rende impossibile per gli utenti iPad vedere parecchi siti interessanti, anche se la situazione sta migliorando. Immaginatevi di sfogliare il Disinformatico sul vostro luccicante iPad e scoprire che non potete vedere questo notevole video di CollegeHumor linkato nell'articolo. O che non funzionano Hulu o pezzi di Myspace o IMDB. Improvvisamente il vostro gadget ultramoderno viene battuto da un netbook del 2008. Lo stesso vale se per caso volete stampare qualcosa che avete concepito sull'iPad: non c'è una porta USB (per averla ci vuole un accessorio che si paga a parte). Per queste e altre cose l'iPad dipende comunque da un vero computer e non lo sostituisce. Grazie, aspetterò la prossima versione. O quella di un altro produttore che non decide tutto per me e supporta Flash.

C'è anche quell'altra questioncella per la quale mi sono preso un bel po' di male parole: il retro bombato. In alluminio, che si graffia facilmente, perché l'Ipad è pensato per essere appoggiato, ma non su un tavolo, perché secondo Yahoo se lo si mette su un piano liscio scivola e gira su se stesso quando lo si sfiora per comandarlo (chi ce l'ha faccia la verifica). Mettergli dei piedini di gomma o un astuccio protettivo sarebbe l'equivalente di tenere la plastica sulle sedie del salotto buono.

Ma pazienza: ci sono due cose per le quali potrei quasi essere tentato di prendere un iPad, magari quando il suo prossimo sistema operativo avrà eliminato i limiti di multitasking e i prezzi saranno scesi, come è avvenuto per l'iPhone. Una è l'uso di un iPad come monitor remoto domestico (via wifi) di un altro PC, tramite VNC e simili (per esempio Desktop Connect; foto qui). Un oggetto da 700 grammi, sottile e compatto, sul quale gira (virtualmente) OS X? Adesso cominciamo a ragionare: questo è quello che si aspettavano gli appassionati (sì, lo so, con quest'accrocchio OS X non gira realmente sull'iPad, ma è come se lo facesse, salvo per giochi e altre amenità ad alto refresh dello schermo).

L'altra è il riconoscimento vocale. Io vivo di riconoscimento vocale grazie al software della Dragon, che mi ha salvato dai dolori atroci ai tendini delle mani che mi stavano rendendo insopportabile l'uso di qualunque tastiera (da più di vent'anni scrivo per lavoro quasi un milione di caratteri al mese). Poter andare in giro e dettare su un oggetto leggero, sottile, che si accende subito (a differenza del netbook che uso oggi per queste cose) e ha una batteria che dura a lungo sarebbe un bonus fantastico. E potrei usare l'iPad anche per le mie presentazioni Keynote. C'è Dragon Dictation per iPad, gratuito per un breve periodo. Se qualcuno sa come funziona (per l'inglese), mi faccia un fischio.

Aggiornamento: per gli indecisi che non sanno se comprare o meno l'iPad, suggerisco questo flowchart ironico (da BBspot) ma molto veritiero.


E qui su Lifehacker è spiegato come ottenere l'interfaccia di mail dell'iPad in Firefox su un computer vero: basta cambiare lo user agent.

80 commenti:

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

Primo! (poi leggo) :D

Fabrizio Mele ha detto...

http://pollycoke.org/2010/04/06/youtube-will-it-blend-ipad/ anche su youtube gira un test... :D

Turz ha detto...

Recensione di Dragon Dictation.

Attenzione:
Dragon Dictation for iPad isn’t a replacement for Dragon Naturally Speaking or MacSpeach, but it’s much better than typing on the iPad.

Riguardo all'IoAssorbente, per quanto col rompiprigione :-) non capisco che cos'abbia di più di un eeePC tanto da dover costare 3x.

Paolo Attivissimo ha detto...

Turz,

il link alla recensione non funge, lo riposteresti? Grazie!

Turz ha detto...

Riposto il link alla recensione di Dragon Dictation.

(da più di vent'anni scrivo per lavoro quasi un milione di caratteri al mese)

Accipuffolina, sei una scheggia! Spero 30 cartelle al giorno per 20 giorni che... viceversa!

Stefano ha detto...

Probabilmente il fatto di avere 10 ore di autonomia inplica il dover rinunciare ad essere un vero computer indipendente. Credo che anche il meno esoso dei netbook non arrivi a 6....

oscar ha detto...

Lo stesso vale se per caso volete stampare qualcosa che avete concepito sull'iPad: non c'è una porta USB (per averla ci vuole un accessorio che si paga a parte).

non vorrei sbagliarmi ma ci sono varie Apps per stampare in wifi. Una dell'hp l'avevo provata anch'io ma ce ne sono anche che ti fanno stampare con molte stampanti.
Mi dirai: "e se non ho una rete a disposizione?". Giusto. Ma è solo per dire che non è che non si possa stampare in assoluto.

Grazie per la segnalazione di DT gratuito (anche se è sullo store USA) che ho scaricato. In cambio segnalo che si aggiorna Perian :) buona giornata.

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

"Since all of the voice to text transcription takes place on Nuance’s servers, you do need to be connected to the Internet when using it. You’ll also want to use it in a relatively quiet environment where people won’t be bothered by your voice"

Ma manco se mi pagano... :D

Mousse ha detto...

Beh, per l'uso come monitor esterno ci sono già in giro dei monitorini USB da 8 pollici a un centinaio di euro. Non ne ho visti touch ma credo sia solo questione di tempo (anche perchè un touch screen resistivo di quella dimensione, da accoppiare a un display esistente, costa sui 15 euro).
E un "vero" monitor costa anche meno..

Riguardo alle applicazioni, temo che molte risentiranno delle particolarità di un interfaccia full-touch su un dispositivo così grande. Già ora mi domando quanto sia comodo digitare con entrambe le mani (cioè entrambi i pollici) sull'iPad.
Certo, finchè lo usi come agenda e per leggere il problema non lo noti, ma se cominci a farci qualcosa di più (ad esempio scrivere un breve testo) temo che scrivere con UN dito non sia così comodo.
Un sistema di dettatura invece mi pare parecchio interessante, ma a questo punto il fatto che sia full touch diventa totalmente secondario.

Riguardo alla stampa, esistono stampanti con connessioni wifi.

oscar ha detto...

Turz
non è tanto quello che fai ma, come al solito, come lo fai. Che le macchine si avvicinino sempre più all'utente e si umanizzino non credo sia un male, e di certo da questo aspetto è molto più vicino un iPad di un qualsiasi netbook.

Poi ci sono cose che non potresti fare in una certa maniera nè su un iPhone nè su un laptop: ad esempio questa http://www.youtube.com/watch?v=opcyYWSJ8ng

Paolo Attivissimo ha detto...

Since all of the voice to text transcription takes place on Nuance’s servers

Addio riservatezza. Non lo posso certo usare per lavoro; i clienti non apprezzerebbero che i loro dati riservati andassero in giro in quel modo. Oltretutto ci vuole una connessione continua a Internet. Niente uso in giro, allora. Grazie della dritta. Peccato.

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

"It’s not possible to train Dragon Dictation like with Nuance’s desktop applications, but the application will read your contact’s names so it can transcribe them accurately."

Sempre meglio! :)

"You’re limited to about 30 seconds of recording before Dragon Dictation automatically stops recording and starts transcribing."

Non credo che una cosa del genere possa servire a Paolo :D

oscar ha detto...

Mousse
e perchè dovresti usare un dito per scrivere? chi l'ha provato dice che la tastiera è usabilissima e se guardi nei video si va anche piuttosto veloci. Poi ovvio non sarà (forse inizialmente) come scrivere su una tastiera fisica, ovvio. Ma così facendo la tastiera c'è solo quando ti serve e cambia in base alle esigenze.
sulla facilità d'uso vedi il video che ho segnalato al commento precedente e molti altri. Buona giornata anche a te.

oscar ha detto...

ah scusate l'OT ma poi mi taccio sul serio: qualcuno qui ha mai provato MacSpeech dictate international? so che c'è anche in italiano. In caso: funziona bene?

Paolo Attivissimo ha detto...

qualcuno qui ha mai provato MacSpeech dictate international?

Io. E l'ho pure pagato. Una schifezza inutilizzabile. Credo sia un problema d'interfaccia più che di engine di riconoscimento. Sono tornato indietro a Dragon Naturally Speaking. Mi tocca usare Windows XP su un netbook che gli ho dedicato, ma almeno funziona.

Paolo Attivissimo ha detto...

Ah: non so nulla della versione italiana di MacSpeech, ho usato solo quella inglese.

Mousse ha detto...

Oscar: finchè è appoggiato non ci sono problemi, però usarlo su un tavolo è praticamente come usare un netbook o un normale tablet-pc.
Se però lo voglio usare muovendomi, largo com'è, se lo sto tenendo in mano con la sinistra dubito seriamente di riuscire a scrivere senza doverlo reggere anche con la destra. A meno di usare il braccio sinistro come "supporto" e tenerlo mettendo la mano dietro e le dita sopra il display (rischiando di "cliccare"). Ma è una impressione che ho vedendo le foto, magari in mano lo prendi meglio.

Piuttosto, nessuno di questi aggeggi ha il riconoscimento della scrittura?

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

"Piuttosto, nessuno di questi aggeggi ha il riconoscimento della scrittura?"

Non credo, dato che non c'è la penna per scrivere :P

Mousse ha detto...

Usa: visto il lavoro che faccio, si potesse usare una penna (tipo tavoletta grafica) me lo comprerei subito, multitasking o no :D
Non faccio pubblicità ma ci sono già dei monitor così... fossero portabili sarebbe veramente il massimo.

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

"Usa: visto il lavoro che faccio, si potesse usare una penna (tipo tavoletta grafica) me lo comprerei subito, multitasking o no :D"

Temo dovrai orientarti su un Tablet PC leggero e poco ingombrante. Effettivamente anche il mio X61 non è il massimo da usare come tablet: per avere un peso accettabile bisogna togliere la docking station, ma in ogni caso, siccome la batteria è dietro al monitor e non sotto, risulta comunque troppo ingombrante o_O Per me non è comunque un problema: lo uso come notebook :)

Sheldon Pax ha detto...

La domanda che continuo a ripetere a chi esalta il Jailbreak dei toccabili Apple (ma anche degli altri gingilli che va di moda craccare appena tolti dalla confezione): Su Appstore c'è tanta roba da soddisfare ogni mio bisogno, ho un MacBook Pro da 13" per cui non mi serve un altro "portatile" con la mela sulla carrozzeria, perchè devo esporre un coso che costa 500 Euro a una procedura comunque rischiosa, che se andasse male me lo renderebbe inutilizzabile per diverse ore?

Il jailbreak lo rende (presente indicativo no congiuntivo :-) ) più sicuro? Non credo. Mi ci fa installare più programmi? Non me ne servono di più di quelli che ho (e che il mio iPhone contiene a malapena). Posso usarli senza pagare? Beh, vantiamocene. :-) Rende l'iCoso MIO e SOLO MIO? Ci provino a togliermi fisicamente l'iPhone dalle mani! :-) Le applicazioni non le toccano ancora (ho ancora quelle che appartengono alla categoria purgata l'ultima volta :-) ). Beh, forse se le toccasero potrebbe valerne la pena Jaibreakare il coso, ma solo fino al reperimento di analogo dispositivo di altra marca, poi lo frullo. :-)

Due precisazioni veloci: IMDB ha una sua applicazione che rende la consultazione del DB decisamente più funzionale sul display dell'iPhone, se proprio Safari non rende neanche su iPad si può usare quella anche sul tablet, la differenza con un eee? Se proprio si vogliono confrontare due prodotti diversissimi nelal concezione: la tastiera fisica e la qualità costruttiva che non ti fa sembrare fragile il plasticone sotto le dita (ho provato un eee da 9 pollici e so quello che dico).

Marina ha detto...

@mousse & @usa

Penso che il tablet che potrebbe andare bene per mousse sia questo:

Eee PC T101MT

L'inconveniente è che ha caricato Windows 7, che non so come operi con questo hardware. Però ha la penna per scrivere sullo schermo, è piccolo e leggero, ed è una macchina completa e indipendente. Deve uscire a fine aprile, secondo le indicazioni di Asus, e il prezzo sembra abbastanza interessante. Diciamo che ci sto facendo un pensierino, se dovessi sostituire l'acerino che uso.....

fred84 ha detto...

Letterman

http://www.youtube.com/watch?v=EqwI-Myg9Bo

:D

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

@Marina, mi sembra un prodotto molto interessante, unico neo l'assenza di ethernet cablata (non è un must su dispositivi del genere, ma se c'è, è meglio :) )

Mousse ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Mousse ha detto...

@Marina: decisamente interessante. Ho un eeepc prima serie, quello da 8 pollici, e dopo un paio d'anni ne emergono pesantemente tutti i limiti...

Riguardo a Windows 7, lo sto usando senza il minimo problema su un pc desktop di oltre 3 anni (e va MOLTO più veloce di Vista) nemmeno troppo potente.
Ma direi che per un guidizio definitivo sull'iPad bisognerà aspettare un pò. Personalmente non ne vedo l'utilità. Mi sembra un prodotto con le caratteristiche di troppi altri, senza una collocazione precisa.

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

" perchè devo esporre un coso che costa 500 Euro a una procedura comunque rischiosa, che se andasse male me lo renderebbe inutilizzabile per diverse ore?"

Senza contare che non credo sia così facile fare un'immagine del disco flash e ripristinarla in caso di smanettamento non andato a buon fine.

C'è qualcuno che si è occupato di queste cose su altri dispositivi Apple?

oscar ha detto...

Mousse
Il riconoscimento della scrittura in parte c'è nel senso che ad esempio io ho abilitato il cambio tastiera per gli ideogrammi cinesi e se tracci col dito l'ideogramma te ne dà alcuni tra cui scegliere e se lo tracci bene è il primo o il secondo.

Circa l'uso: beh anche un netbook non è che lo puoi utilizzare benissimo muovendoti. Anzi. meglio l'iPad mentre sei in movimento che tieni con una mano e punti con l'altra. Col netbook come fai mentre sei in movimento? lo tieni a mò di vassoio e scrivi con una mano stando attento a non ostruirti la vista?
Ad esempio con iPad a navigare anche in movimento ci riesci benissimo, mentre con un netbook, sempre in movimento, non puoi proprio credo. Chiaro che se devi scrivere è scomodo in entrambi i casi, ma per la maggiorparte delle cose la scomodità del movimento via netbook rimane, con iPad fai un po' tutto anche in movimento. E quando sei sul divano non ti si carbonizzano le gambe :)

Poi i limiti li ha anche iPad intendiamoci, ma dipende sempre dalle persone e dall'utilizzo. Secondo me l'unica per farsi un'idea precisa è provarlo con mano.


SHELDON PAX
il JB sicuramente toglie un 80% di sicurezza al dispositivo. Non ci piove. Ma che non sia utile non mi pare sia vero: ti faccio solo tre esempi di tre cose scaricate da cydia. Ma te ne potrei dire altre dieci.

Bluenova, una app per il bluetooth completamente libero e aperto. Posso scambiare file di ogni tipo con qualsiasi dispositivo bt.

Backgrounder. Entri in una app qualsiasi. La vuoi far andare in background? tieni premuto il tasto home e sullo schermo ti appare la scritta background enabled. Esci dall'app. E quando ci torni è già aperta e al punto in cui lo era prima. Vuoi interrompere il background? tieni premuto il tasto home e ti appare la scritta background disabled sullo schermo.
Ovviamente dalle impostazioni di backgrounder puoi anche gestire se vuoi che certe app siano aperte sempre e comunque.

BiteSMS: io la uso ormai da sempre al posto dell'app predefinita "messaggi". Ti arriva un SMS: ti appare il popup e già da lì puoi rispondere senza aprire l'app. Oppure puoi volendo rispondere anche dalla lockscreen (a seconda delle impostazioni di privacy che metti). inoltre se hai l'iPhone bloccato nella lockscreen e senza sbloccarlo ed entrare nella app vuoi inviare un mess al volo, cosa fai? semplice: clicchi su un tastino del volume e ti appare il popup dove scrivere il messaggio al volo selezionando il contatto dalla rubrica o preferiti. Tutto senza slide to unlock. Senza contare il contatore di caratteri e altre mille cose che con biteSMS puoi fare e con l'app messaggi no, e che ti rendono la vita più facile.

Poi ci sarebbe SBSettings che ti permette di disattivare o attivare wifi, 3G, bt, etc direttamente con un gesto senza nemmeno entrare nelle impostazioni.

E altre cose che non scrivo per non dilungarmi.

Cioè è verissimo che diminuisce la protezione ma dire che non sia utile..... :)

oscar ha detto...

Paolo
grazie per la risposta. Eh appunto io intendevo quello italiano, data la maggior familiarità nella lingua :) Comunque grazie.


In ogni caso il video dell'app Elements per iPad secondo me è la prova lampante che ci sono cose che non si potrebbero fare nè su iPhone nè su laptop. Con quelle modalità ben s'intende.

oscar ha detto...

Sheldon Pax
ah ovviamente BiteSMS, Bluenova e Backgrounder son tutte cose che ho regolarmente pagato con paypal dato che il JB non l'ho fatto certamente per rubacchiare e non mi interessa nemmeno. Sono in regola da quel pdv :)

Rodri ha detto...

In caso di fallito restore, è prevista anche la formattazione definitiva per l'ipad:

http://www.tio.ch/aa_pagine_comuni/articolo_interna.asp?idarticolo=545174&idsezione=15&idsito=125&idtipo=410&dossier=video_new

Guido Tancheroni ha detto...

Paolo A.,

hai risposto qui ad un post di complotti lunari ed inoltre l'autore della domanda è MarcoL'ingegnene e quindi hai sprecato anche tempo per rispondere ad uno che non è interessato alle risposte.

Paolo Attivissimo ha detto...

hai risposto qui ad un post di complotti lunari ed inoltre l'autore della domanda è MarcoL'ingegnene e quindi hai sprecato anche tempo per rispondere ad uno che non è interessato alle risposte.

Grazie, ho sistemato. Anche se l'ha posta lui, l'ha posta educatamente e quindi la risposta la merita.

lux ha detto...

Paolo:
Immaginatevi di sfogliare il Disinformatico sul vostro luccicante iPad e scoprire che non potete vedere questo notevole video di CollegeHumor linkato nell'articolo.

Adesso tornate alla realtà: il video si vede su iPhone, quindi anche su iPad.

oscar ha detto...

in effetti i video di college humor sono adattati in QuickTime (formato m4v) se ci si connette con iPhone. Quindi si vedono. L'unica cosa è che connettendomi da iPhone al link in quell'articolo, non si viene rimandati al video esatto e bisogna cercarselo. Però per vedersi si vedono.

Paolo Attivissimo ha detto...

il video si vede su iPhone, quindi anche su iPad.

Allora Gizmodo (dal quale provengono gli screenshot) ha sbagliato?

Paolo Attivissimo ha detto...

connettendomi da iPhone al link in quell'articolo, non si viene rimandati al video esatto e bisogna cercarselo

IMDB ha una sua applicazione che rende la consultazione del DB decisamente più funzionale sul display dell'iPhone

Quindi se io voglio vedere quelle pagine Web devo ricordarmi di usare l'applicazione apposita per quel sito oppure cercarmi il video (e sapere come), mentre gli altri se le guardano direttamente nel browser.

Wow, user-friendly!

Marina ha detto...

@usa: Avevo notato la mancanza di una porta ethernet sul tablet eeepc, e anche a me lascia un po' perplessa, perché non si può dare per scontato che ci sia un wifi a cui collegarsi. Comunque il prezzo è molto vicino a quello dell'iPad, e tra i due non avrei dubbi su cosa scegliere, nonostante Windows 7 (io uso un Mac come macchina principale, e sul netbook da viaggio ho installato Ubuntu, per capirci). Ovvio che se Apple prossimamente si deciderà a rilasciare un tablet in grado di fare quello che mi serve (in primis, usare il multitasking) senza doverlo scardinare, potrei ripensarci.

Nota per sheldon: è vero che su AppStore ci sono programmi di tutti i tipi e per tutti i gusti, ma ci sono situazioni in cui il sistema operativo dell'iPhone (e quello dell'iPad, visto che è lo stesso) non ti permette di fare quello che ti serve. Giusto per dire, io leggo la mia posta attraverso un canale crittografico che viene aperto verso il mio mail server. Un iPhone non sbloccato con Jailbreak non permette l'installazione del pacchetto di crittografia che apre il canale corretto e lo tiene aperto mentre scarico la posta, mentre il normale sistema OSX lo permette. E questo è il motivo per cui a me un iPad non serve a niente: per leggere libri elettronici, navigare su internet E scaricare la mia posta basta un netbook, quando viaggio. Anche se non è "figo" quanto un iPad. :-)

Sheldon Pax ha detto...

Quindi se io voglio vedere quelle pagine Web devo ricordarmi di usare l'applicazione apposita per quel sito oppure cercarmi il video (e sapere come), mentre gli altri se le guardano direttamente nel browser.

IMDB si vede (lo so perchè avevo il preferito in home prima di scaricarmi l'applicazione) per cui puoi arrivare sul sito e leggerti a colpi di doppi tap la scheda o uscire da safari e aprire l'applicazione richiamando la scheda che ti serve (ricerca istantanea, non perdi molto tempo) potendo disporre di tutte le informazioni essenziali ben visualizzate. Se proprio ti serve tornare in Safari non perdi la ricerca perchè salva lo stato corrente prima di uscire. Alla fgine è come usare due browser affiancati, solo che qui c'è il tasto Home in mezzo.

Capitolo JB. Non sono totalmente contro, sia chiaro, sono solo convinto che non sempre sia necessario. Quando un nuovo utente di iPhone o iPod Touch mi chiede se sia necessario sbloccarlo io gli dico sempre: "Usalo bloccato per un po' se proprio vedi che certe funzioni che ti servono le hai solo sbloccandolo lo fai, altrimenti meglio che non giri con le mutande calate" (conosco i miei polli)

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

"Comunque il prezzo è molto vicino a quello dell'iPad, e tra i due non avrei dubbi su cosa scegliere,"

Nemmeno io. :)

"nonostante Windows 7 (io uso un Mac come macchina principale, e sul netbook da viaggio ho installato Ubuntu, per capirci)"

Ammetto di non aver ancora visto Windows 7 all'opera su un netbook, ma il netbook in questione sembra avere tutti i requisiti per farlo girare dignitosamente.

Poi vabè, se proprio non ti piace Windows o non ti serve, allora ci metti Ubuntu oppure...esistono degli OSX modificati per girare su macchine non-Apple con processori Intel, ma non so se l'atom è supportato :)

Grezzo ha detto...

Scusatemi, sarò sommerso forse da insulti, ma alla fine l'unico motivo per il quale l'i-Pad non ha una porta USB è che così ti vendono un accrocchio a parte che permetta la connessione???

bista92 ha detto...

Credo che molti compreranno l'ipad non sapendo bene poi come lo useranno , magari dopo lo useranno per completare la loro dotazione elettronica sostituendo prodotti con usi limitati ad una sola funzione.Molti saranno sottoutilizzati perchè per internet sono gia sommersi da tanti dispositivi anche della stessa apple. quindi sarà davvero utile se c'è qualche esigenza)campo) specifico da coprire senza che noi dobbiamo inventarcelo , giustificando un altro acquisto. sperò di essermi esposto abbastanza bene.

Stupidocane ha detto...

Mousse dixit:

finchè è appoggiato non ci sono problemi, però usarlo su un tavolo è praticamente come usare un netbook o un normale tablet-pc.
Se però lo voglio usare muovendomi, largo com'è, se lo sto tenendo in mano con la sinistra dubito seriamente di riuscire a scrivere senza doverlo reggere anche con la destra. A meno di usare il braccio sinistro come "supporto" e tenerlo mettendo la mano dietro e le dita sopra il display (rischiando di "cliccare"). Ma è una impressione che ho vedendo le foto, magari in mano lo prendi meglio.


Il palo della luce non visto da Mousse mentre s'ingarbuglia per scrivere camminando fecit:

SDEENGG!!

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

ci vuole un iCasco :D

Stupidocane ha detto...

No, ci vuole Lord Casco!

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

ROTFL!

Turz ha detto...

La ricerca su Google "iPad sucks" ha già superato "Windows sucks" con 51.100 risultati contro 44.600.

lux ha detto...

Paolo:
Quindi se io voglio vedere quelle pagine Web devo ricordarmi di usare l'applicazione apposita per quel sito oppure cercarmi il video (e sapere come), mentre gli altri se le guardano direttamente nel browser. Wow, user-friendly!

Esatto. User-friendly. Su un apparecchio mobile funziona meglio così. La prova? iPhone totalizza la metà del traffico web mobile mondiale, pur essendo gli iPhone infinitamente meno della metà degli smartphone venduti. Se sono davvero così unfriendly, come può accadere?

Paolo Attivissimo ha detto...

iPhone totalizza la metà del traffico web mobile mondiale... Se sono davvero così unfriendly, come può accadere?

Perché gli utenti iPhone devono tentare varie strade, mentre gli altri vanno direttamente al sito :-)

Paolo Attivissimo ha detto...

Battute a parte: la quantità di traffico non è un indicatore di userfriendliness.

Turz ha detto...

Ah, riguardo al flow-chart devo dissentire. Esso implicherebbe che chi ha un Mac e/o un iPhone debba compr... ehm, farsi regalare anche un iPad. Il che ha poco senso.

E poi basta con questi articoli sui prodotti Apple! Non ne posso più di allearmi coi Winzozziani :-P

Turz ha detto...

Battute a parte: la quantità di traffico non è un indicatore di userfriendliness.

Altrimenti la Tangenziale Est di Milano e il Raccordo Anulare di Roma sarebbero le autostrade più user-friendly d'Italia :-)

lux ha detto...

Paolo:
Battute a parte: la quantità di traffico non è un indicatore di userfriendliness.

I fatti restano. Il traffico web da iPhone decolla nei fine settimana, mentre quello degli altri resta al palo. Se la piattaforma è così inefficiente rispetto alle altre, come si spiega? Perché la gente si accanisce a voler usare più di tutti gli altri qualcosa che funziona meno bene degli altri, perfino durante il tempo libero?

Stupidocane ha detto...

Visto che la società moderna è sensibile all'inutile, depositerò i diritti per l'ICoffee:

- Bevanda calda di colore bianco o argentato a scelta, slightly coffee scented, tiepido, per non scottare le labbra;
- Vendibile solamente negli I-Coffeshop, previa prenotazione on-line;
- Senza caffeina da comprare a parte in pillole;
- Mixabile solamente con l'I-Coldmilk o con I-Warmilk;
- Lo stesso dicasi per l'I-Sugar e/o I-Honey;
- Venduto in un elegante case dal fondo a guscio, senza hardware (manico). Ma basterà fare un salto nel I-Coffeeshop per prenotare un I-Tool che chiamerò I-Handle per poterlo prendere;

Turz ha detto...

@Stupidocane:
Visto che la società moderna è sensibile all'inutile, depositerò i diritti per l'ICoffee:

Già presi.
Anche per la tazza.

stecap ha detto...

Qualcuno per favore mi spiega che senso ha una applicazione del genere?

http://www.youtube.com/watch?v=Mqpo-bzaPTM&feature=player_embedded

Un non musicista (come la tizia che commenta, evidentemente) si fa ammaliare e passa mezz'ora a riempire di ditate senza senso il touch screen, ma poi? Una volta svanito l'effetto meraviglia, cosa resta? 2.99 dollari buttati e 9.3 MB in meno di spazio sull'hard disk? E' davvero così forte l'effetto "Cool" da compensarne l'inutilità, perfino per chi è musicista?

Roberto ha detto...

Tutte queste discussioni sull'iPhone prima e l'iPad adesso mi sembrano molto simili a quelle di certi signori che un paio di secoli fa dicevano che l'automobile era una cosa inutile destinata ad essere dimenticata presto perché il cavallo era molto meglio, credo che la storia abbia dato il suo responso.

Roberto ha detto...

qualcuno qui ha mai provato MacSpeech dictate international?
Mia mamma lo usa per scrivere le traduzioni dall'italiano al tedesco e viceversa e si trova bene con entrambe le lingue.

underek_ ha detto...

@Paolo

che ne pensi dello slate (HP)?

oscar ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Frank ha detto...

Rimango sbalordito dalla superficialità con cui ha affrontato l'iPad. Se Lei fosse almeno andato negli Usa per la presentazione o in questi giorni ad acquistarne uno e, poi, darne un giudizio, forse potrei anche cercare di capire le sue idee, ma fare tutto stando seduto e riportare "per sentito dire" trovo tutto molto superficiale, sciocco e preso con pregiudizio.

Sempre più deluso
un suo ex lettore Franco Bellini

Paolo Attivissimo ha detto...

fare tutto stando seduto e riportare "per sentito dire" trovo tutto molto superficiale, sciocco e preso con pregiudizio.

Ho sentito dire che mettere le dita dentro un tritacarne acceso fa male. Secondo te è vero?

Come fai a dirlo, se non hai provato personalmente? Senza una prova diretta saresti molto superficiale, sciocco e prenderesti la questione con pregiudizio.

Biolca ha detto...

@ Lux

Perché la gente si accanisce a voler usare più di tutti gli altri qualcosa che funziona meno bene degli altri, perfino durante il tempo libero?

A voler essere cattivi... per lo stesso motivo che ha reso possibile la decima edizione del Grande Fratello e probabilmente l'undicesima. ^__^

Suvvia, non tutto quello che ha sopra stampato una mela deve essere per forza perfetto. E il successo di un prodotto non indica che esso sia perfetto. Altrimenti dovrei pensare che Windows 95/98/2000/ME/XP/Vista/7 siano doni scesi dal cielo, vista la loro diffusione globale? E volgiamo parlare della lenta agonia di IE6? È ancora in circolazione, molta gente non se ne vuole proprio sbarazzare, si vede che è veramente un prodotto valido.

Massy ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Massy ha detto...

[blockquote]Suvvia, non tutto quello che ha sopra stampato una mela deve essere per forza perfetto.[/blockquote]

E ci mancherebbe altro. Solo che da fastidio leggere recensioni del tipo: eh, sto video non si vede, e poi funziona. Eh è poco usabile, detto senza averlo. E così via.

Denota una spocchia spaventosa, secondo me. Ed è strano leggerla in Paolo che seguo da anni, da quando scrisse un papello su come usare un wordprocessor.

Nessuno dice sia perfetto ma ogni volta esce un prodotto nuovo apple tutti a parlarne male. Sembra come anni fa quando per forza qualunque cosa windows facesse schifo per definizione.

Io non lo comprerò a breve, non comprerò neanche, che so, il nokia n99999, e neanche il samsung sarcazzo. Non mi serve. Ma per favore, sembriamo repubblica dove la tipa si lamenta che il modello che ha comprato non ha il 3gs, cavolo. E che quello che lo avrà con la scheda AT&T non permetterà di navigare che so in Europa. Sti str**zi di Apple :D

Massy ha detto...

OT:
Ok, non cancello ancora, ma il tag blockquote non lo accetti nei commenti? :)

Come si fa a quotare chi mi precede?

Paolo Attivissimo ha detto...

ogni volta esce un prodotto nuovo apple tutti a parlarne male.

Una ragione c'è. Perché ogni volta che esce un prodotto Apple, i media generalisti perdono la testa e cominciano a gonfiarlo e promuoverlo come se fosse la cura per il cancro. Perdono completamente la propria obiettività (quella che già scarseggia) e regalano ad Apple tonnellate di pubblicità gratuita. E allora è doveroso essere la voce contraria. Non per partito preso, ma per riequilibrare il delirio.


sto video non si vede, e poi funziona

Uhm, no. Se leggi i commenti, il video non funziona. Non lo puoi vedere nel browser come avviene nei prodotti normali. Devi fare un giro balordo e controintuitivo.

Eh è poco usabile, detto senza averlo

Io riferisco quello che dice chi l'ha provato. E' sbagliato? Allora prima di dire che mettere le dita in un tritacarne acceso fa male, devo ficcarcele personalmente?

Stupidocane ha detto...

@Massy

Concordo con te che tutte le diavolerie che stanno ficcando dentro ai telefonini/netbook non servono quasi a nulla. Ma d'altro canto, non posso accettare che mi venga venduto un prodotto come business oriented e poi manco mi manda le foto come allegato...

Capisci da solo che la fortuna dell'iPhone sta nel fatto che è un iPod che può telefonare, nulla a che vedere con un un Nokia serie N od un qualsiasi Blackberry.

Se cerchi di raggiungere un target di professionisti, con un prodotto pensato per fare della mobilità il punto di forza, non si può produrre un aggeggio che manco fa le cose basilari (mandare un allegato, tanto per fare un esempio). Tantomeno che non sia compatibile nemmeno con i prodotti della stessa famiglia (vedi iPad che converte i formati delle presentazioni).

A prescindere dal fatto se sia opportuno o meno criticare "stando seduti comodamente", trovo sia doveroso mettere in guardia chi è disposto a mettere sul piatto i soldini per comprarsi quest'oggetto, sempre pensando ad un utilizzo lavorativo.

Tanto poi chi se lo vuole prendere, se lo prende lo stesso. Vuoi per fare il figo al bar, vuoi per mille altri futili motivi, difficilmente per lavorarci. Io stesso diffido dei netbook e gironzolo ancora con il mio Asus 15,4" dato che difficilmente riuscirò a far girare Autocad, SolidWorks ed altri CadCam su iPad o Eee...

Massy ha detto...

Stupido cane@: son d'accordissimo su tutto. Però contesto il modo. Giustissimo far notare ad esempio che se si usa per presentazioni possono esser uccelli per diabetici, e ci mancherebbe, molto meno affermare cose tipo "eh, ma il modello senza 3gs va solo in wi-fi" (repubblica) o "è poco usabile" o quello che è.

Mi ricollego a tal punto e rispondo a Paolo: l'esempio del tritacarne lo hai già usato, è di effetto ma non c'entra nulla. Il tritacarne lo hai usato, visto usare, o comunque riconosciuto universalmente pericoloso. L'ipad è uscito l'altro ieri e ti sei basato su ruomors. Tu spesso hai criticato (e giustamente!) i nostri pennivendoli che riprendono notizie senza verificarle. Solo che ogni tanto capita anche a te, dando per scontato qualunque cosa venga da 3-4 fonti autorevolissime, ma non per questo "bibliche" ipso facto.

Tra l'altro ero presente quando ti hanno fatto la foto con iphone, imac e non mi ricordo cos'altro in mano e, sinceramente, la tua faccia spiegava molto chiaramente perché molti sian corsi ad acquistare il nuovo giocattolo della mela.
E' figo.
O per usare altre parole: suscita la reazione emozionale dei potenziali acquirenti.

Paolo Attivissimo ha detto...

Tra l'altro ero presente quando ti hanno fatto la foto con iphone, imac e non mi ricordo cos'altro in mano

OLPC. E il Mac era un iBook. L'iPhone era quello di Antonio Dini.

E sono passati gli anni, ma ancora non ho comperato un iPhone. Passato l'effetto wow, indiscutibile, mi sono reso conto che era troppo caro e troppo limitato per quello che volevo io. Specialmente il modello dell'epoca. Oggi è diverso, sarei quasi tentato, ma rimane ancora fenomenalmente caro e lucchettato.

Massy ha detto...

Vero.

OT: come si correggono i vecchi post?? Ho scritto rumors con una o di troppo...
OT2: a Fiuggi me lo concedi l'onore di offrirti una birra ghiacciata? Prometto che non tiro fuori l'iphone lucchettato per fare il pheeego :D

Paolo Attivissimo ha detto...

OT: come si correggono i vecchi post?? Ho scritto rumors con una o di troppo...

Non si correggono. Scripta digitalia manent :-)

OT2: a Fiuggi me lo concedi l'onore di offrirti una birra ghiacciata?

Ma anche due! A presto, allora!

Anonimo ha detto...

O bella ci risiamo... sigh! Continui a criticare qualcosa che non hai provato, non puoi provare e non hai, probabilmente, intenzione di provare. A che serve? a far girare i banner, mi sa, vista l'aria fritta che c'è nel post.

iPad, iPhone e iPod hanno tutti la USB, si sincronizzano con i computer perchè sono estensioni del computer, non sono computer. Non son fatti per esser "personal computer", ma finestre si internet e riproduttori di media. Se la smettessi di pensare a un iPad, o un iPhone, come a un personal computer inizieresti a capire, ma nonostante ti si mostri la porta in tutte le salse non sembri per nulla intenzionato a varcarla.

Flash servirà a te, io non me ne faccio nulla, da quando è uscito. Già mi sembrava stantito Director, all'epoca....

Mettiamola così: Apple ha venduto 300.000 iPad il primo giorno, ma facciamo la prima settimana. Vediamo quanto vende lo Slate di HP (che costa meno, ha flash, ha la USB host e le schede SD) in un mese contro una settimana di iPad e ne riparliamo. Se, come penso, lo Slate sarà un flop, la smetterai di dire che "la gente" vuole quello che vuoi tu?

Paolo Attivissimo ha detto...

la smetterai di dire che "la gente" vuole quello che vuoi tu?

Scusa, dove avrei detto questa cosa?

Paolo Attivissimo ha detto...

iPad, iPhone e iPod hanno tutti la USB

Eh? Dove, di preciso?

Anonimo ha detto...

Si chiama 'l'altro lato del cavo del Dock connector'. Film, foto, musica, libri, serie tv, podcast e, da poco, anche altri file, passano per la porta Usb Host del tuo mac per arrivare alla porta Usb Client di iPhone, iPad e iPod. Ogni giorno scatto foto a mia figlia di sette mesi e il giorno dopo riguardo le foto sul mio iPhone, solo mettendolo nel dock. Quando FaucetPVR mi registra una trasmissione il giorno dopo, senza far altro che connettere via USB il mio iPhone la posso vedere sul treno perché iTunes se la scarica come podcast. Leggere una scheda SD è inutile, ogni giorno vedo 1 ora e 40 di video su iPhone e carico almeno 20 nuove foto. Credo che tra quanto viene cancellato e inserito ci sia 1 o 2 Gb di dati che volano su e giu la Usb. Dovessi farlo a mano diventerei scemo e mi scorderei, come mi succedeva con la PSP. Arrivi alla metro e, oh no, le puntate dei Simpson sono tutte già viste perché ti sei scordato di caricarle!

I computer, anzi l'informatica, deve migliorare la mia vita e fare compiti ripetitii per me, non devo essere io a ricordarmi tutto.

Continui a rimuginare su flash, quando il futuro del web è" l'Xml". Più i dati sono puliti meglio li posso usufruire. Io leggo i feed RSS, controllo i treni da un'app, stessa cosa per i locali, o per i viaggi, safari lo apro mooolto di rado e mi becco anche meno pubblicità.

Infine, non hai mai detto letteralmente quella frase, ma continui a farr
trasparire la convinzione che il tuo pensiero sia condiviso da un gran numero di gente, quando non ti accorgi che certi prodotti sono per profani e non per iniziati, che restano, giustamente, su cose più evolute. Ma questa è sempre la solita porta che non varchi e percui non capirai davvero perché iPad non deve avere una USB host.

Paolo Attivissimo ha detto...

Si chiama 'l'altro lato del cavo del Dock connector

Quindi se sono in giro e voglio stampare con l'iPad e non ci sono stampanti wifi aperte in giro, non devo fare altro che portare con me un laptop e collegare l'iPad al laptop.

Praticissimo.

E in che modo questa soluzione è migliore di quella di dotare l'iPad di una porta USB?

Non ti viene il dubbio che la porta USB non ci sia perché altrimenti nessuno comprerebbe l'Ipad con memoria interna più capiente, visto che potrebbe usare una penna USB esterna, e quindi i margini di guadagno di Apple non sarebbero così alti?


ontinui a rimuginare su flash, quando il futuro del web è" l'Xml".

E allora, per l'ennesima volta, aspetterò che arrivi questo futuro per usare l'iPad.

Seriamente: questo ritornello che "in futuro" l'iPad farà faville sta diventando estenuante. Sembra di sentire Ug e Og nella preistoria.

Ug arriva, tutto eccitato, e mostra a Og la ruota.

"Cos'è?"

"Una ruota".

"Bella! Che sagoma elegante! Ma che ci faccio?"

"Ne prendi quattro e ci fai un carro trainato dai cavalli e corri veloce sulle strade!"

"Strade? Ug, qui è pieno di sassi e sabbia, non ci sono strade, la ruota non gira."

"Sì, ma in futuro ci saranno, e allora vedrai!"

Paolo Attivissimo ha detto...

Infine, non hai mai detto letteralmente quella frase, ma continui a farr
trasparire la convinzione che il tuo pensiero sia condiviso da un gran numero di gente


Adesso siamo arrivati anche alle interpretazioni delle mie (ipotetiche) trasparenze. Se vuoi delle mie trasparenze, ti faccio la danza dei sette veli.

Fearandil, quello non è il mio "pensiero". Il mio pensiero è "che palle i fanboy tecnologici". Quelli che ho scritto negli articoli sono fatti. Se vuoi ignorarli e dire che l'iPad è bello senza multitasking, senza porte USB, senza libertà di installarci quello che voglio io, fai pure. Ma questo non cambierà i fatti.

Ti piace l'iPad? Compratelo. Comprane uno per tua madre, per tua zia e per il bassotto dei vicini. Non c'è problema. Io vivrò lo stesso. Davvero. Ti troverai bene? Meglio per te. Io vivrò lo stesso comunque.

Ne ho francamente piene le palle di essere messo in croce per aver segnalato dei fatti documentati utili per orientare la scelta d'acquisto di un prodotto.

S* ha detto...

Paolo, è curioso come continui a fare questa guerra contro i mulini a vento. Se vuoi un computer con USB, con Flash e con la possibilità di caricarci tutti i software più impestati della terra, ti segnalo che ci sono un sacco di computer in vendita: più piccoli, più grandi, più costosi, meno costosi, più brutti e forse, chissà, pure più belli.
Perché ti ostini a cercare un computer in un oggetto che è un'altra cosa, non lo so. Probabilmente saresti andato da Henry Ford a lamentarti del fatto che la tua nuova Modello T non produceva abbastanza letame per fertilizzarti l'orto come il vecchio cavallo :-)
S*

Paolo Attivissimo ha detto...

Paolo, è curioso come continui a fare questa guerra contro i mulini a vento

Quale guerra? Io segnalo delle limitazioni che forse non sono evidenti a tutti i potenziali acquirenti. Tu lo sapevi che Keynote per iPad è incompatibile con Keynote per Mac?

Poi ognuno è libero di fare quello che vuole. Tutto qui.

Quando dicevo le stesse cose di Microsoft, non c'era questo coro di proteste. Strano, eh?