Cerca nel blog

2010/04/27

I complotti lunari spiegati a Piero Angela e Umberto Guidoni

Complotti lunari sbufalati dal vivo


Uno dei momenti più surreali della mia carriera di blogger di campagna è stato il convegno 2009 del Cicap ad Abano Terme, dove mi sono trovato a raccontare a Umberto Guidoni, Piero Angela e Steno Ferluga, davanti a una sala proverbialmente gremita, alcune delle tesi dei lunacomplottisti.

Trovate alcuni spezzoni lunacomplottisti della serata qui; il resto dell'incontro si è occupato di cose ben più serie ed è disponibile in parte nel canale Youtube del Cicap e in versione integrale in streaming (a pagamento; il Cicap non ha altre fonti di finanziamento).

13 commenti:

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

Perché questo ritardo informativo?

COMPLOTTOOOOOO! ^O^

Terra2 ha detto...

"il Cicap non ha altre fonti di finanziamento". E tutti quei milioni che arrivano dalla CIA, allora? :)

mattia ha detto...

dove mi sono trovato a raccontare a Umberto Guidoni, Piero Angela e Steno Ferluga

che più o meno suona come: mi sono trovato a giocare a calcio davanti a Pelè, Platini e Beppe Signori.

L'economa domestica ha detto...

Guidoni dovrebbe presto venire al paesello per una conferenza, spero di poter essere presente.

Gio ha detto...

Io però vorrei capire come mai nel '69 in piena guerra del vietnam gli USa siano riusciti a trovare soldi e tempo e capacità per arrivare sulla luna con i mezzi del tempo e oggi si hanno problemi con gli shuttle....solo questioni di vecchiaia e pochi fondi? io rimango ancora dubbioso su molte cose.

Zaku ha detto...

@gio
1) i soldi non li hanno tirati fuori nel '69. Il programma spaziale durava da svariati anni
2) c'erano i russi da battere, quindi praticamente non c'era limite ai soldi da spendere. Guarda quando stanno spendendo gli Usa in Iraq e Afganistan...

Gianni ha detto...

@Paolo piccola domanda, ma accedendo a pagamento ai video che dici, questi saranno downloda-bili oppure rimarranno in streaming?

Grazie mille in anticipo.

Paolo Attivissimo ha detto...

accedendo a pagamento ai video che dici, questi saranno downloda-bili oppure rimarranno in streaming?

Che io sappia, rimangono in streaming e ne puoi fruire per un anno.

Gianni ha detto...

Non avevo mai preso seriamente in considerazione la possibilità di iscrivermi come Socio al CICAP, ed eventualmente poi cercare di partecipare attivamente nel limite del possibile economico e kilometrico, al CICAP.

Ovvaimetne sono uno studente più o meno autonomo, le disponibilità eocnomiche son quelle che sono, e appunto starei valutando il Socio Studente o quello Affiliato.

theDRaKKaR ha detto...

Che io sappia, rimangono in streaming e ne puoi fruire per un anno.

oddio, proprio ad essere pignoli, lo streaming non è altro che la fruizione del materiale audiovideo durante il download

il download avviene, ovviamente, e quindi al termine della fruizione si ha sul disco rigido del proprio computer il materiale

questo per dire che è possibile salvare il materiale scaricato in streaming, attraverso semplici procedure tecniche

poi, che questo sia consentito o meno dalla licenza d'uso, è un altro paio di maniche...

Gianni ha detto...

Indubbiamente sì, ho formulato male la richiesta.

Ringrazio Paolo e gli altri per le risposte.

Greg Petrelli ha detto...

Molto piacere e complimenti per il Blog... non ti chiedi mai il perchè del fiorire dei complotti? Mi verrebbe da pensare che fomentare il complottismo sia un utile instrumentum regni per distogliere l'attenzione dalle cose vere e terribili che capitano. E con terribili intendo per esempio i banchieri ladruncoli, l'otto per mille e via dicendo. Come la propaganda del Duce che parlava della campagne in Africa per distogliere l'attenzione dai problemi intestini. Mi rendo conto che questa cosa suona MASSIMAMENTE come un complotto. E più cerco di tirarmente fuori più mi invischio in altri!


meccanismo a dir poco affascinante... ancora complimenti

Anonimo ha detto...

Per Greg Petrelli

Molto piacere e complimenti per il Blog... non ti chiedi mai il perchè del fiorire dei complotti? Mi verrebbe da pensare che fomentare il complottismo sia un utile instrumentum regni per distogliere l'attenzione dalle cose vere e terribili che capitano.

Ma no, ma no... per quello basta e avanza la tv, già da prima di Voyager e Mistero.
Semplicemente, c'è gente a cui piace illudersi di sapere cose che altri non sanno o non possono capire.