Cerca nel blog

2009/06/26

Marte grande come la Luna ad agosto, garantisce un appello via mail

L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale. Ultimo aggiornamento: 2015/08/19 00:24.

Circola un messaggio che annuncia un "avvenimento epocale da non perdere". Ci saranno "due lune nel cielo" il 27 agosto prossimo, a mezzanotte e mezza: "il pianeta Marte sarà il più luminoso nel cielo stellato" e "sarà grande quanto la luna piena". L'evento andrebbe visto perché si ripeterebbe soltanto nel 2287.

Ecco un esempio di testo dell'appello, che circola in francese con preambolo italiano:

DEUX LUNES DANS LE CIEL

DATE A RETENIR : 27 Août 2009
DEUX LUNES DANS LE CIEL
Le 27 aout prochain, à minuit 30 minutes, regardez dans le ciel.
La planète Mars sera la plus brillante dans le ciel étoilé.
Elle sera aussi grosse que la pleine lune, bien que Mars soit à 34,65
millions de Miles de la Terre. Soyez donc certains de ne pas manquer cet
événement ...
Cela nous apparaîtra, à l'oeil nu, comme si la Terre possédait 2 Lunes !!!...
La prochaine fois que cet événement se reproduira sera en l'année 2287!

Partagez cette information avec tous vos amis car PERSONNE en vie
aujourd'hui ne pourra voir cela une seconde fois ...

L'appello è irrimediabilmente falso. Si tratta di una versione riconfezionata e aggiornata di una storia che gira almeno dal 2003 e che era in gran parte sbagliata già all'epoca. Non ci sarà nessun appuntamento celeste particolare il 27 agosto prossimo e Marte non sembrerà affatto grande come la Luna. La foto qui sopra mostra una occultazione reale (Marte e Luna visivamente vicini nel cielo), che permette di confrontare le dimensioni apparenti dei due corpi celesti.

Il 27 agosto 2003 (non 2009) l'orbita di Marte portò effettivamente il pianeta rosso alla massima vicinanza alla Terra degli ultimi 60.000 anni, ma rimase comunque a 56 milioni di chilometri (rispetto ai 400.000 circa della Luna, per avere un termine di paragone). In quell'occasione, sei anni fa, era effettivamente più grande e luminoso della media, ma soltanto se visto in un telescopio, e non era assolutamente confrontabile con la Luna piena.

Inoltre Marte si trova grosso modo a questa distanza minima ogni 15-17 anni circa: quello del 2003 fu semplicemente un avvicinamento massimo.

Infine, la data del 2287 c'entra soltanto nel senso che in quell'anno Marte sarà ancora più vicino di quanto lo sia stato nel 2003, ma resterà comunque a decine di milioni di chilometri e continuerà ad apparire come un semplice puntino a occhio nudo.

Si tratta comunque di avvicinamenti normali e per nulla pericolosi: di interesse per gli astronomi, che colgono l'occasione per osservazioni più dettagliate, ma di nessuna conseguenza pratica per la vita di tutti i giorni.

L'equivoco sulle dimensioni paragonabili a quelle della Luna nasce dal passaparola distorto tipico delle catene di Sant'Antonio: la notizia astronomica originale, dalla quale è partita poi la bufala, diceva che Marte sarebbe stato grande come lo è la Luna piena ad occhio nudo se Marte veniva osservato attraverso un telescopio da 75 ingrandimenti. La precisazione s'è persa per strada.


2015/08/19


La bufala è tornata puntuale anche nel 2015, accompagnata dall'immagine qui accanto e da questo testo: “Il 27 agosto Marte sarà visibile ad occhio nudo e sarà grande come la Luna. La prossima volta accadrà nel 2287.” Marte è sempre visibile a occhio nudo: basta sapere dove guardare. E naturalmente neanche quest'anno sarà grande come la Luna: resterà un puntino come al solito.

Chi diffonde questa panzana non sta facendo un favore a nessuno, men che meno a se stesso: sta soltanto dimostrando di essere ignorante e incapace di usare Google, visto che lo sbufalamento è in giro da anni.


Fonti: Snopes.com, Urbanlegends.com

38 commenti:

Mike J. Lardelly ha detto...

Magari fosse vero!

Fry Simpson ha detto...

Ma santa pazienza... come cavolo si fa a pensare una cosa del genere???
Basterebbero due nozioncine di geografia astronomica da terza elementare per rendersi conto che è una castroneria...

Oscaracciato ha detto...

reali dimensioni visive = dimensioni apparenti :-)

Rodri ha detto...

In realtà il passaparola è sbagliato, non è Marte ad essere visibile il prossimo agosto, è Nibiru!

:-D

Paolo Attivissimo ha detto...

Oscaracciato,

grazie, ho corretto l'espressione.

Robert ha detto...

Suvvia lo sanno tutti che son tre le lune:
Solinari: luna argentata che dona la magia ai maghi votati al bene dalle vesti bianche.
Lunitari: luna rossa che protegge i maghi neutrali dalle vesti rosse.
Nuitari: luna nera visibile solo ai maghi dai poteri oscuri dalle vesti nere.

Tukler ha detto...

L'e-mail è vera, il 27 agosto Marte sarà grande nel cielo quanto la Luna, ma per lo stesso giorno è prevista un'irrorazione di scie chimiche che non ci permetterà di vederla!
Per questo motivi i disinformatori stanno già nascondento la notizia!

Anonimo ha detto...

Praticamente Marte ci "sfiorerà"!!

Netracer ha detto...

Nel punto di distanza minima, Marte si trova a 0,6 UA (unità astronomiche) dalla Terra. Venere nel punto minimo di distanza si trova a sole 0,3 UA dalla Terra.

Marte è molto più piccolo rispetto alla Terra. Venere è grande quasi quanto la Terra.

Eppure noi non vediamo mai Venere "grande quanto la Luna".

Mi chiedo come faccia la gente a cascare in bufale come questa.

Alfred Borden ha detto...

Il blog Gravità Zero segnala un'altra castroneria astronomica, questa volta di Adnkronos: Asteroide 'sfiorerà' la Terra a settembre, 65 mln di anni fa il suo impatto sterminò i dinosauri.

Sickbrain ha detto...

Avevo subito capito ch era una buffala! 2287 ?!? Ignoranti! Ma nessuno è a conoscenza della fine del mondo per il 21/12/2012? ;-)

Oscaracciato ha detto...

Netracer, non si vede mai venere "grande" anche perche' quando e' vicino rivolge la faccia al buio, verso di noi..
altrimenti sarebbe afaik anche abbastanza riconoscibile ad occhio nudo (bisognerebbe calcolarne l'angolo)

Paolo, a proposito di contrails ti segnalo una foto stupenda fatta dalla ISS:
http://inapcache.boston.com/universal/site_graphics/blogs/bigpicture/iss_06_26/i12_00005232.jpg

tratto da
http://www.boston.com/bigpicture/2009/06/recent_scenes_from_the_iss.html

ziomimmo ha detto...

Ricordo bene la notizia del 2003. Per l'estate e l'autunno marte spiccava tra le stelle per dimensione e colore... a occhio nudo però. la mia bambina, di due anni e mezzo aveva imparato a riconoscere "matte!" e sapevo, pur non essendo esperto, che era un record di vicinanza che non si verificava da decine di migliaia di anni.

Marte grande come la luna... me la farei sotto!

Tukler ha detto...

@Alfred Borden:
E' proprio lui, pare che l'abbiano riconosciuto da un paio di dinosauri ancora stampati sulla parte che rimbalzò contro la Terra!

Daniele ha detto...

"la notizia astronomica originale diceva che Marte sarebbe stato grande come lo è la Luna piena ad occhio nudo se visto attraverso un telescopio da 75 ingrandimenti".
E' proprio così.
E comunque anche in questo modo la notizia non è per nulla sensazionale: ricordiamo che la luna osservata ad occhio nudo ha comunque una dimensione angolare piccolissima, e che nel vederla ci sembra "grande" perche siamo ingannati a) dal suo forte albedo e b) dal raffronto con elementi del paesaggio prossimi all'orizzonte. Ma oggettivamente la dimensione angolare della luna è inferiore a quella delle pleiadi!
Per cui anche Marte, visto a 75 ingrandimenti, avrà si lo stesso diametro angolare della luna a occhio nudo, ma ci apparirà come un piccolo pallino nell'oculare. Lo dico perché nessuno si faccia aspettative e resti deluso.

Netracer ha detto...

@ Oscaracciato

E' vero che nel punto di minima distanza Venere ci mostra il suo lato al buio ma dimentichi che quando i due pianeti si avvicinano è assolutamente possibile che noi vediamo un lato di Venere illuminato a una distanza inferiore sicuramente alle 0,6 UA che ci separano da Marte quando è alla minima distanza.

Non per niente la magnitudine apparente di Venere al suo massimo è di -4,4 mentre il massimo di Marte è di -2,8.

Anonimo ha detto...

In questi tempi di ignoranza dilagante estrema bisogna anche specificare che non c'è alcun pericolo se Marte ci passa a "soli" 56 milioni di chilometri. Mah, sicuramente in qualche sito di sciroccati si faranno grandi seghe mentali su rettiliani e grigi in occasione di questi eventi.

E non dimentichiamoci dell'allineamento del Sole con il centro galattico, più volte ripetuto anche da Giacobbo in Boyager, che quando qualcuno chiede qualcosa del genere sul sito della NASA lo studioso non può far altro che allargare le braccia in segno di resa di fronte a tanta ignoranza ostentata.

Mike J. Lardelly ha detto...

Spezzo una lancia a favore di Adkronos. Dice "questo TIPO di asteroide", non "quest'asteroide". Il costrutto comunque è sbagliato.
In ogni caso,penso che il significato fosse: questo è un'asteroide come quello che 65 milioni di anni fa provocò la scomparsa dei dinosauri.

Tukler ha detto...

@Mike:
Quello nel corpo dell'articolo, ma leggi il titolo...

Gwilbor ha detto...

Giusto una pignoleria: in astronomia si dice occultazione, non occultamento!

Paolo Attivissimo ha detto...

Ops, ho corretto subito, ricordavo male!

prinx ha detto...

ieri sera precisamente alle ore 1.50 in cielo vicino alla luna c era qualcos altro..non era ne una luce ne un faro ne niente era simile ad un pianeta..non e una menzogna..cosa era?

Paolo Attivissimo ha detto...

Scarica un programma per planetari e ricrea il cielo di ieri notte. Magari era semplicemente un pianeta.

Max_tripoli ha detto...

Ho ricevuto la notizia oggi ( 14.07.2009) su Skype, oramai le bufale circolano anche li, almeno questa è romantica e affascinante, ovviamente la prima cosa che ho fatto è stata cercare qui su "attivissimmo". Grazie Paolo!

Yayà ha detto...

Caro Mike J. Lardelly, non scrivere magari fosse vero..Se Marte fosse visibile quanto la Luna, significherebbe averlo ad una distanza assolutamente pericolosa, tale da alterare la gravità terrestre, provocare maree che probabilmente spazzerebbero via milioni di chilometri di costa in tutto il mondo..Quindi, se scrivi "magari fosse vero", cerca di sperarlo stando sul Cervino o sul Monte Bianco, al riparo (si fa per dire) dalle catastrofi che potrebbe causare un incontro così ravvicinato.

RENATO ZERO ha detto...

bhe...gia me immaginava la mia citta sotto acqua e un mare totalmente impazzito pero ...

non posso dire che non me piaceria vedere un evento di questo tipo...
pero a costa di cosa ?


no me immaginava vedere a Marte cosi grande come vedo la luna piena ...
me immaginava alla fine usare mio telescopio nuovo e potere vedere Marte un poco meglior ancora.
solo quello.

bene... nulla .. aspetto pronto imparare a usare bene mio telescopio e potere visualizare Marte ... cosi ..lontano ..per fortuna molto lontano :)

ancora

un bacio a tutti

Laura ha detto...

ho inserito il tuo link sul mio blog..perchè stavo trattando questo argomento nel post.

in italiano ha detto...

Attivissimo: sei un mito!
(avete visto il servizio sul 2012 e la fine del mondo al tg2 di oggi?)

Paolo Attivissimo ha detto...

Grazie!

Cos'hanno detto al TG2?

in italiano ha detto...

una sintesi di tutto un po' mi pare solo nostradamus non abbiano nominato: fine del calendario maya, macchie solari, il solito

alle 13.30 forse c'e' on line

in italiano ha detto...

http://www.rai.tv/mpplaymediageneric/0,,News-Telegiornali%5E0%5E23727,00.html

c'e' ma quel servizio no
era in coda

Vincenzo ha detto...

Noooooooo! Io che ci avevo già fatto la bocca...

ris8_allo_zen0 ha detto...

La bufala sta spopolando in questi giorni su Facebook (almeno dalle mie parti!).
E io lì a dire che è una bufala, tra l'altro con un'altra spiegazione di mio pugno: se raggiunge davvero la distanza di 55 milioni di chilometri, Marte dovrebbe essere grande tre volte e mezzo Giove per risultare a noi grande quanto la Luna. E la cosa mi pare un pelino improbabile :)

Enrico

in italiano ha detto...

e' vero! complice una bella foto di luna piena .. ma anche questa di paolo e' di grande effetto!

comunque su fb spopola di tutto :(

a proposito tra poco partira' alla grande il tema 'messicana' gira gia' il video con l'invito a non vaccinare i bambini

Jack Ryan ha detto...

la cosa che mi lascia più amareggiato, oltre al vedere che la gente si intende di astronomia come io mi intendo di fisica nucleare applicata alla bioingegneria quantistica minimale e non sa fare nemmeno 2 conti è come condivida queste cose senza nemmeno pensarci 2 volte...
ops che sbadato è vero marte sarà davvero visibile a occhio nudo, però gli americani non sono mai stati sulla luna, ma ci sono stati i tedeschi durante la seconda guerra mondiale, e li ci conservano l'anima di hitler e si rallegrano con il rock nd roll di elvis che non è morto ma gli fa compagnia con la sua chitarra...mamma mia

sonia ha detto...

che assurdità

MSN Live Sidus™ ha detto...

La cosa strana, cioè quella che mi da fastidio e che cè gente che ci crede.
La cosa bella è che ieri sera qua a ostia (roma) si vedeva marte LUMINOSISSIMO! almeno il doppio di quanto lo sia mai stato Giove, che nell'ultimo periodo è stato l'oggetto più luminoso del celo. E' stato uno spettacolo veramente strabiliante.
Avrei detto che aveva una magnitudine apparente di almeno -3 o -3.5 .

CYBERMOTORS ha detto...

ho scoperto solo da poco questo blog...è un vero peccato!
Ma quanti cialtroni esistono che si comportano da astronomi...sembrano tantissimi !
Marte, come del resto tutti i pianeti del sistema solare,a parte il sole e la luna, hanno DIAMETRI ANGOLARI troppo ridotti per essere osservati ad occhio nudo, è proprio per questo motivo li vediamo sempre e solo come punti luminosi e mai come dischi.

Vi immaginate quali conseguenze sulla gravità, sui movimenti mareali degli oceani e sull' atmosfera che avrebbe un " incontro ravvicinato" con Marte? Di certo non sarebbe un evento spettacolare ma alquanto drammatico...spero vivamente che una cosa del genere non accada mai, o per almeno... per i prossimi 10 milioni di anni!

c' è gente che ancora pensa che la terra sia piatta, figuriamoci se vanno a informarsi...se leggessero un minimo di basi di astronomia capirebbero che esistono delle leggi fisiche ben precise che regolano l' universo, leggi che non sono a "libera interpretazione"...

"La nozione di DIAMETRO ANGOLARE è di uso comune in astronomia per stimare le dimensioni apparenti degli oggetti celesti visti da un determinato punto d'osservazione, ad esempio la Terra; a fini osservativi il diametro angolare si rivela molto più utile della semplice misura del diametro del corpo, perché fornisce una stima delle sue dimensioni apparenti."
Fonte Wikipedia.
https://it.wikipedia.org/wiki/Diametro_angolare