Cerca nel blog

2009/04/13

11/9, la pubblicazione “scientifica” dei complottisti si rivela un colabrodo

Tracce chimiche di esplosivo nelle Torri Gemelle? No, tracce di isolante e vernice antiruggine


Segnalo brevemente la pubblicazione sul blog Undicisettembre della traduzione inglese del meticoloso lavoro di Enrico Manieri sul presunto ritrovamento di "materiale termitico attivo" nei resti delle Torri Gemelle.

Salta fuori che l'isolante termico e la vernice antiruggine usati al World Trade Center avevano le stesse caratteristiche chimiche che i complottisti interpretano come presenza di termite, grazie a metodologie d'indagine gravemente fallate. Sarà un caso?

L'originale italiano è qui. La foto qui accanto mostra una porzione della colonna delle Torri Gemelle visibile a Padova.

10 commenti:

Luigi Rosa ha detto...

Credo sia piu' facile trovare residui di cocaina che di materiale termitico la' in mezzo... ;)

R3DKn16h7 ha detto...

Che dici? È kriptonite.

Endeeder ha detto...

In quale zona di Padova è possibile vedere quel pezzo di colonna? Mi piacerebbe farci un salto dato che ci studio tutta la settimana! Se qualcuno può darmi delle indicazioni gliene sarei grato!

Paolo Attivissimo ha detto...

Endeeder,

cerca "Memoria e Luce". E' alle Porte Contarine.

Suggerisco una visita al tramonto o di sera.

OrboVeggente ha detto...

ehm... vivo a Padova da tanti anni e ancora non sono andato a vedere il "Memoria e Luce"...
Vergognandomi di ciò, raccolgo il consiglio di andarci al tramonto!

MMST ha detto...

Enrico sarebbe riuscito a smontare in quattro e quattrotto il lavoro durato anni di questi esimi "professori"? Mamma mia..

Paolo Attivissimo ha detto...

Esatto, MMST. Senza nulla togliere alla competenza tecnica di Enrico Manieri, che forse non ti è familiare, la relativa facilità con la quale ha smontato il lavoro di questi ricercatori evidenziandone errori tecnici grossolani è un ottimo esempio dell'approccio dilettantesco dei cospirazionisti.

Si ammantano di scienza, ma sotto il manto sono pieni di paranoia, che li porta a dire assurdità.

Nico ha detto...

Questo è il punto esatto.
http://tinyurl.com/cpz293

FridayChild ha detto...

Io, da Padovano innamorato delle nostre mura cinquecentesche e del nostro fiume, non riesco piu' a posare lo sguardo a lungo sulla golena delle Porte Contarine DA QUANDO ci hanno messo quel monumento, che ha un suo indubbio valore estetico e simbolico ma andava collocato altrove, per non apportare l'ennesimo danno a quel poco che rimane di questo patrimonio storico, monumentale e naturalistico che la maggior parte dei miei concittadini purtroppo non conosce. E intanto crollano i bastioni (un terzo del torrione Alicorno si e' sbriciolato pochi giorni fa sfiorando un asilo, che tra l'altro assurdamente fu costruito a ridosso delle mura... le mura "invisibili" di Padova perche' rase al suolo o nascoste da cortine di edifici costruiti a pochi metri... e quasi tutto quel che rimane della cerchia e' a rischio rovina). E intanto le associazioni (Amissi del Piovego, Comitato mura) parlano e ammoniscono da decenni ma nessuno le ascolta... Sigh... Perdonate lo sfogo, ma almeno qualche lettore non padovano o perche' no anche padovano sapra' cosa succede qui!

Dan ha detto...

Mmh, io credo poco sia al "durato anni" sia al "ricercatori", conoscendo la gente che di solito si occupa di queste scientificissime "ricerche".