Cerca nel blog

2009/04/11

Attivissimo.net kaputt

Lo so, Attivissimo.net non risponde


Chiedo scusa, l'agente del Nuovo Ordine Mondiale incaricato di girare la manovella del server si dev'essere appisolato. Vedo cosa posso fare, ma è Pasqua, abbiate pazienza.

Aggiornamento. Problemi tecnici, sotto forma di un interruttore di corrente che qualcuno ha spento durante la manutenzione e che non potrà essere riacceso a breve per via dei lavori generali in corso. Secondo la migliore tradizione di Star Trek, il server tornerà online martedì, ma mi sto adoperando per una soluzione temporanea.

31 commenti:

Metal ha detto...

Secondo me... è un complotto!!! :-D
Buona Pasqua Paolo ;-)

Barbi ha detto...

si si, sicuro il complotto...
volevo portare all'attenzione del sommo disinformatico la trasmissione dell'altra sera di santoro......ha detto cose gravissime (secondo me in certi casi dovrebbe ancora esistera la censura) soprattutto su bertolaso che in quest'emergenza, a mio modesto parere, è stato ineccepibile

Gabryella Costa Fdd ha detto...

auguri Ingegnere,buona pasqua e....è solo un rallentamento da...inerzia lavoro :-)))

Gabryella Costa Fdd ha detto...

Ingengere,i complotti ci sono dappertutto,specie quando le case si cstruiscono in quel modo schifoso,ma sopratutto quando la poltica mette mani sulla ricotruzione e i morti non ci sono tutti all'appello.Troppe persone avevano apparttamenti affittai in nero e "ufficlmente non esistono"
I metodi di Santoro alle volte paiono esageratamente bruschi,ma è meglio un dura verita' o la continua omerta' tipica delle attivita' socio affafristiche mafiose con la correita' politica!!??

Mattia Poletti (Rebel Ekonomist) ha detto...

è stato Straker muahahahhaahhahahaahahah

Unknown ha detto...

se c'è qualcuno o qualcosa contro cui
Dice spesso cose gravissime. invece di indignarsi bisognerebbe verificare o riflettere se siano anche cose vere.
la censura esiste già anche troppo. e anche la manipolazione dell'informazione. cosi tanto che poi l'unica cosa che riusciamo a fare e prendercela contro chi le cose le denuncia e non contro chi le fa.

Unknown ha detto...

scusate, manca l'inizio del post....dicevo che se c'è qualcuno contro cui indignarsi, questo non è certo santoro che dice spesso cose gravissime, grazie al cielo. Invece di indignarsi bisognerebbe verificare o riflettere se siano anche cose vere.
la censura esiste già anche troppo. e anche la manipolazione dell'informazione. cosi tanto che poi l'unica cosa che riusciamo a fare e prendercela contro chi le cose le denuncia e non contro chi le fa.....

Julius ha detto...

X Barbi.

Non credere a tutto quello che dicono i telegiornali, Bertolaso le sue colpe le ha ma non se le vuole assumere. Visto che le scosse c'erano già da prima, qualcuno della protezione civile poteva essere in preallarme, invece erano tutti belli a dormire e nella sede locale o in giro per L'Aquila non c'era nessuno. Protezione civile non è solo gestione dell'emergenza post-evento, ma è anche prevenzione e gestione durante l'evento. Ma a quanto pare queste ultime 2 cose a Bertolaso non interessano: non fanno share! Inoltre ancora adesso ci sono zone (quelle più periferiche dove le telecamere non arrivano) in cui la gente non ha ancora piena assistenza. E le tendopoli a quasi 7 giorni dall'evento dovrebbero essere tutte pienamente operative, cosa che in realtà non è. Le vere informazioni non censurate non le ascolterai mai sui tg italiani nazionali (l'editore o padrone non vuole), te le devi andare a cercare. E' un lavoro non facile, ma se vuoi la verità devi farlo.

Ciao e buona pasqua

Ps.Su tutti i tg e in tutte le dichiarazioni dei governanti esiste l'emergenza sciacallaggio (sono ormai 5 giorni che lo dicono) ma a tutt'oggi quanti sciacalli ci sono stati? 0 (zero). Quelli dichiarati sciacalli in realtà non lo erano. Ti dico una cosa: in qualsiasi situazione di post emergenza nel 99,99% dei casi lo sciacallaggio non c'è, è un falso mito. Te lo dico con cognizione di causa, l'ho studiato come gestione dell'emergenza. Grazie però al paventato rischio sciacallaggio diverse risorse che potevano essere impegnate sul campo sono occupate. Inoltre con la paura dello sciacallaggio si evita di parlare di altri problemi. Pensaci su. ;-)

FridayChild ha detto...

Quando ho letto il riferimento a Star Trek pensavo che il sito fosse gia' tornato online ("Quanto tempo ci vorra' per le riparazioni, signor Scott?" "Capitano, quando le avro' spiegato la situazione, le ore le sembreranno giorni. Ci vorranno almeno sei giorni.").

Anonimo ha detto...

Un interruttore ? Martedi ? Alla faccia del bicarbonato!

N

Anonimo ha detto...

Seconda rata:
hosting deriva da ostaggio ?

N

Filippo ha detto...

Io per il riferimento a star trek pensavo a Generationi (quello dove "muore" Kirk): in questo la NCC-B non ha installato ancora niente perchè in prova, stando al capitano il tutto sarebbe dovuto arrivare il mardedì successivo (humor molto in voga).

Barbi ha detto...

x Julius
Io non devo credere a tutto quello che dice la tele ma tu non devi lasciarti abbindolare da quel cretino: per prima cosa non è vero che stavano dormendo tutti sonni tranquilli, avevano fatto una riunione con sismologi e protezione civile la sttimana prima e sostanzialmente con questa riunione avevano chiuso una manciata di edifici considerati pericolosi e avevano ribadito l'impredicibilità dei terremoti (ricordo che in italia ci sono circa 8000 scosse l'anno e parecchi sciami sismici, quindi sciame sismico non vuol dire necessariamente terremoto grave)
in secondo luogo leggiti questo articoletto di Aldo Grasso che parla molto meglio di me ed esprime esattamente quello che penso riguardo alla puntata dell'altra sera di anno zero

http://www.corriere.it/cronache/09_aprile_11/grasso_santoro_4a4c7d80-2660-11de-ba4e-00144f02aabc.shtml

la macchina degli aiuti a sto giro ha funzionato bene checchè ne dica santoro dalla poltrona comoda di casa sua....se poi in ospedale tarda ad arrivare una bottigletta d'acqua ahhhhhhhh......scandaloooooo.....

Franci ha detto...

Ps.Su tutti i tg e in tutte le dichiarazioni dei governanti esiste l'emergenza sciacallaggio (sono ormai 5 giorni che lo dicono) ma a tutt'oggi quanti sciacalli ci sono stati?
- - - - - - - - - - -

Sarò qualunquista ma avrebbero dovuto considerare il reato di sciacallaggio, con la stessa passione con cui ne parlano ora, quando le banche hanno derubato i conti dei pensionati facendoli partecipare ad operazioni finanziare assurde (Parmalat, Bond Argentini, ecc...)

Unknown ha detto...

Secondo me, la stessa Pasqua, è una bufala.

:-P

JohnWayneJr ha detto...

A quelli che parlano male della protezione civile ricordo che per farne parte non occorre nessuna abilità particolare: basta un po' di buona volontà, superare un corso di primo soccorso e partecipare a qualche esercitazione.

Poi, una volta dentro, vista l'indubbia superiorità paventata non sarà difficile per questi individui mostrare ai volontari attuali come devono essere fatte bene le cose.

Nel frattempo ricordo che una grossa emergenza in Abruzzo non fa magicamente cessare le piccole emergenze quotidiane: la copertura del servizio di 118 e Vigili del Fuoco nel resto d'Italia deve comunque essere garantita.

Trattandosi di servizio volontario, se non trovate spazio nella maxi-emergenza attuale potete comunque contribuire aderendo alle varie associazioni che garantiscono questi servizi a due passi da casa vostra.

PS: spero di non essere sembrato troppo duro, ma i sigg. giornalisti che fanno la morale dalla comoda poltroncina del loro studio mi fanno letteralmente schifo.

Laura ha detto...

@ John Wayne Jr.

"Nel frattempo ricordo che una grossa emergenza in Abruzzo non fa magicamente cessare le piccole emergenze quotidiane: la copertura del servizio di 118 e Vigili del Fuoco nel resto d'Italia deve comunque essere garantita."

Grazie per aver ricordato che il resto d'Italia continua a stare male, ad avere bisogno di carabinieri, pompieri, operatori 118.
Persone Che anche se restano sul territorio di appartenenza non sono codardi o scansafatiche.
Sono operatrice 118 della Centrale di Varese, per la Croce Rossa. Sono in attesa, insieme alla mia squadra, di partire per dare il cambio al contingente che già adesso si fa un mazzo quadro per le genti dell'Abruzzo.
Ci sentiamo dire (non qui dentro, specifico...) che siamo codardi, che non abbiamo voglia di spaccarci la schiena come fanno i nostri colleghi.
Vi sto scrivendo dalla sede CRI, in attesa che Varese ci passi un'altra chiamata. E sapete da quante ore siamo in servizio? da ieri sera alle 20h15. Perchè stiamo coprendo le ore dei nostri compagni che ora sono a L'Aquila...
E martedì torneremo al nostro posto di lavoro...perchè siamo semplici volontari, qui.
Stanno sparando a zero sugli aiuti...ma chi lo fa si rende conto di quanto sia pericoloso anche per noi lavorare in quelle condizioni? Avere la gente attaccata alle gambe mentre monti una cucina, una tenda, un ospedale da campo? E non lo fanno per romperci le scatole, ma perchè hanno disperato bisogno di un sorriso, una carezza, una parola...ecco perchè le tendopoli non sono ancora finite. Anche per questo.
Poi vorrei ricordare che le scosse continuano, che le strade fanno ancora schifo, e quindi non si possono portare tendoni da 20 posti sulle spalle...gli elicotteri non sempre si possono usare, perchè si rischia -anche con il solo spostamento d'aria- di far crollare case.
E' vero, ci sono paesi che ancora non hanno ricevuto tutti gli aiuti. Ci sono disservizi, è vero. Ci sono ritardi, è vero. Ma prima di sparare cattiverie e BALLE ricordatevi tutti che siamo uomini. Noi volontari, come professionisti.
Che partiamo mettendo a rischio anche la nostra vita. Che arriviamo alla sera stanchi morti.
Bertolaso non sarà un santo, ma non è il grande colpevole di tutto, ricordatevelo.

Buona Pasqua a tutti.
Laura

Unknown ha detto...

criticare chi non ha fatto prevenzione (perche in abruzzo non erano state fatte nemmeno le esercitazioni) o chi non ha preso nella dovuta considerazione i preallarmi dicendo la sera prima del sisma "state tranquilli è tutto normale" mentre la terra si stava caricando di un'energia pazzesca, oppure criticare chi sta organizzando i soccorsi, non significa AFFATTO criticare i volontari. per quanto sia anomalo che una cosa del genere sia in mano ai volontari, è chiaro che i volontari sono tutti bravissimi e straordinari. Nessuno tantomeno Santoro si è sognato di accusare i volontari e nemmeno i singoli operatori che hanno fatto quanto potevano e anche di più
Possibile che non vi rendiate conto della differenza che c'è? possibile che si debba dire che tutto è OK sennò si offende qualcuno che non è stato minimamente messo in discussione?

Julius ha detto...

X Barbi

Scusami ma non hai capito bene quello che intendevo. Io non mi sogno nemmeno di criticare i volontari sul campo. Questi sono i veri angeli, se non ci fossero stati non so neanche dove saremmo finora. Queste sono persone che si fanno letteralmente il c... e io le ammiro. Io ce l'ho coi gran capi a Roma che nelle loro belle uniformi sempre pulite e mai con un granello di polvere decidono come coordinare i soccorsi. I volontari sul campo fanno quello che possono e vanno dove viene detto loro di andare e chi lo decide sono i vertici. Di Santoro me ne frega fino a un certo punto anche perchè la trasmissione l'ho vista solo a piccoli pezzi e non ho detto che sono del tutto d'accordo con quello che dice, ma d'altro canto a me ha fatto veramente schifo lo speciale "Porta a Porta" sul terremoto che è stato il festival della commozione con Vespa che aveva un orgasmo ogni volta che intervistava un terremotato o ogni volta che mostrava un oggetto personale appartenente a qualcuno. E come lui hanno fatto decine di giornalisti cercando i casi umani con il lanternino perchè fanno più audience (quello che chiede alla vecchina appena estratta dalle macerie se era contenta o quella che a mezzanotte va a rompere a quelli che dormono nelle macchine e chiede loro se il fatto che non hanno mangiato da un giorno intero dipende dal fatto che non hanno fame).
Se la riunione una settimana prima c'è stata ed hanno chiuso un po' di edifici che erano a rischio, perchè non hanno cominciato un'indagine per vedere se altri edifici potevano essere a rischio, tra cui la sede locale della protezione civile che era in un edificio(la prefettura) non a norma antisismica che è crollato nella scossa delle 3.32 e che perciò ha causato un black out nella gestione subito dopo l'emergenza. Inoltre il capo del governo ha aspettato 5 ore e mezza per dichiarare lo stato di emergenza e far avviare le procedure per i soccorsi in tutta Italia, fortunatamente già un'ora e mezzo dopo il sisma c'erano colonne di aiuti partiti dalle Marche e diretti verso l'Aquila che si erano avviati senza aspettare il via del governo. I vertici nazionali della protezione civile non sono adeguati e talvolta neanche del tutto competenti: ma si può costruire la nuova sede centrale di coordinamento nazionale della protezione civile in zona alluvionale? E' quello che è stato fatto pochi anni fa, così in caso di esondazione forte a Roma, la gestione nazionale della protezione civile è fuori servizio. Inoltre negli ultimi 10 anni i fondi destinati alla protezione civile sono stati tagliati dai vari governi che si sono succeduti e con questi sono stati tagliati anche i fondi all'INGV, cosa che in un paese come l'Italia quasi totalmente a rischio sismico e idrogeologico è da considerarsi pura follia. Inoltre un'altra cosa che mi ha fatto imbestialire è stata il fatto che il capo del governo si è recato per 3 giorni consecutivi nelle zone del disastro. Ci può stare la prima volta perchè ti vuoi rendere conto di quello che è successo, ma le altre volte a causa sua forze dell'ordine e altre autorità sono state distratte dal loro compito per fare da balia al premier, ma se proprio nelle prime 72 ore la situazione è più critica. Bastava mandare un inviato del governo, cosa che è stata fatta in altri casi e si sarebbero creati meno casini. Per come è stata gestita l'emergenza da parte dei volontari io faccio i più vivi complimenti, ma altrettanto non faccio per i vertici incompetenti e attenti solo a farsi fare belle interviste e a farsi passare per dei salvatori. Dov'erano prima? Perchè non hanno promosso indagini conoscitive per mappare gli edifici a rischio? Perchè non hanno consigliato alla popolazione a rischio di preparare una valigia con il necessario per stare fuori qualche giorno in caso di necessità da tenere pronta in casa? D'accordo che in Italia ogni anno ci sono 8000 sismi ma la maggior parte sono strumentali e non sono concentrati tutti nello stesso posto, quindi visto che invece a L'Aquila e dintorni le scosse si ssusseguivano e erano più che strumentali un poco più di attenzione la si poteva porre. Una settimana prima i vigili del fuoco dell'Aquila avevano fatto richiesta a Roma di passare in preallarme (non in allarme bada bene, preallalrme), ma da Roma avevano risposto di no, che tanto non era nulla. Ora questi signori dormono sonni tranquilli, le loro coscienze sono a posto?

Ciao e ancora Buona Pasqua. :-)

Laura ha detto...

@ loretta e Julius

Scusatemi se vi siete sentiti offesi per quello che ho scritto. Ma davvero, NON CE L'AVEVO CON VOI NE CON NESSUNO CHE SCRIVE QUI DENTRO(da qualche parte nel post l'ho specificato).
Però è una settimana che ce ne sentiamo dire di tutti i colori...ho scritto un post di getto, arrabbiata nera.
Mi piacerebbe farvi uscire con noi una volta in ambulanza, per farvi sentire quello che ci dicono le persone stesse che soccorriamo. Visto che restiamo qua (non importa che abbiamo già lo zaino pronto e il cellulare sempre acceso per aspettare la chiamata e partire) siamo codardi. Non contano che se non ci fossero i "codardi" loro sarebbero ancora lì aspettando un'ambulanza che non potrebbe arrivare...perchè non c'è personale.

Julius, quello che penso del capo del governo che per tre giorni va a prendere in giro i terremotati lo tengo per me. Sarebbe troppo cattivo.
Sento tutte le sere il mio caposquadra che è in servizio laggiù...berlusconi con la sua presenza ha distolto dal servizio non meno di 50 persone. Tra servizio d'ordine, sorveglianza della sua persona e dei luoghi in cui si reca. Ha intralciato il lavoro delle squadre di soccorso che hanno dovuto smettere di lavorare per far fare a lui il giro "turistico" per 3 giorni filati.
E ora ci si mette anche il Papa a voler visitare l'Abruzzo...altri uomini/donne tolti dal lavoro, altro tempo perso...ma per cosa? Mi chiedo solo se ne vale davvero la pena...
I grandi capi, a Roma. Mi fanno abbastanza schifo. Scusatemi il termine. Stanno al tavolo a decidere, e lasciano la manovalanza a farsi il c**o. Salvo poi prendersi tutti i meriti.

Loretta,
la trasmissione di santoro non l'ho vista, se non qualche pezzettino su internet. Non mi riferivo minimamente a lui...anche se ti posso dire che -dal mio punto di vista, eh!- spesso perde ottime occasioni per stare zitto.

Scusatemi ancora se qualcuno si è sentito attaccato. Davvero, era solo uno sfogo. Non ce l'avevo cn nessuno di voi.

OperationOne ha detto...

sottoscrivo Julius. Bertolaso è tutt'altro che un santo (ricordatevi le intercettazioni di Napoli, lui e la sua vice avallavano il mobbing di un carabiniere che indagava attivamente sulla gestione delle discariche, fino a che non è stato ridotto a non nuocere...). siamo un paese "strano", che massacra chi evidenzia gli errori, e santifica chi li causa. nel resto del mondo questo non succede, e temo che così non ci sia futuro...

JohnWayneJr ha detto...

Quanto a un certo giornalismo -si é citato Vespa, ma ormai il 90% del giornalismo televisivo é così - ho notato che una tragedia di grandi proporzioni come quella dell'Abruzzo non faccia che amplificare in realtà quello che succede tutti i giorni.

Basta guardare un normale TG: per esempio certe domande a dei genitori che hanno perso un figlio per un incidente o una malattia, eviterei di fare un intervista chiedendo le solite domande "Come sta?" e "Cosa prova?"... Una persona sana di mente si limiterebbe a riportare la notizia e a rispettare il lutto della gente.

Per questi deficienti (no, non mi censuro) un terremoto equivale a una miniera d'oro, sono eccitati dalla tragedia. Che pena.

PS: Ovviamente ci sono anche giornalisti cum grano salis, penso allo stesso Paolo ma anche a Severgnini piuttosto che Gianantonio Stella, che fanno il loro lavoro senza per forza violentare la decenza,

Julius ha detto...

X Karibukwetu (Laura)

Nel mio ultimo post non mi sentivo offeso da quello che hai detto, rispondevo solo a quello che diceva Barbi. Ti ammiro e non penso minimamente che tu o chiunque altro rimanga nei propri luoghi d'origine per portare avanti le proprie attività di volontariato sia un codardo, anzi. Come ho già detto e ribadisco: sarebbe da fare un monumento in Italia ai volontari, i quali in molte occasioni hanno fatto moltissimo e senza i quali saremmo col cu.. per terra in molti casi.

X John Wayne jr.
Io ho citato solo alcuni esempi, perchè elencarli tutti sarebbe molto lungo. Quoto tutto quello che hai detto, purtroppo anche dal mio punto di vista sono rimasti veramente in pochi a fare vero giornalismo (con le p....).

bastian contrario ha detto...

@none:
sia hosting sia ostaggio derivano da 'ospite'

Anonimo ha detto...

per paolo:

http://www.koala.it/

sono dei pc grandi quanto o meno di un astuccio, non consumano niente, con debian o ubuntu preinstallato.

linux è molto + facile di quando hai scritto quella guida nel 2000.

usa questi pc come server.

ha un backup del sito?

potresti anche metterci un sito dinamico come joomla che ti fa da homepage, articoli con commenti (blog) e forum (il tutto installando sei plugin) + gestione degli utenti.

molto + personalizzabile di blogspot.

provi, non si sa mai che possa piacerle, questa soluzione.

Anonimo ha detto...

volevo dire dei plugin

Paolo Attivissimo ha detto...

kimj,

grazie, ma il problema non è il server. Quello sta benissimo. E' che se staccano la corrente, non c'è server che tenga :-)

Anonimo ha detto...

se il server è a casa tua, basta un pulsante.

Dan ha detto...

Sì, ma a quel punto il problema diventano l'energia, la banda, il backup, il disaster recovery eccetera che devi gestirti da solo con le competenze tue o dell'amico smanettone...

"Secondo me, la stessa Pasqua, è una bufala.
:-P"
In effetti, quali fonti affidabili ci sono per il presunto evento di resurrezione miracolosa? Tutto quello che abbiamo sono libri scritti successivamente da membri della cerchia di collaboratori più stretti, quindi tutt'altro che fonti imparziali...
Ok ok, la smetto con l'umorismo iconoclasta.

A Julius dico solo che se in zona L'Aquila e dintorni la Protezione Civile dovesse essere in preallarme ogni volte che ci sono scosse, ci starebbe in continuazione visto che laggiù la terra che trema è quasi all'ordine del giorno... concordo che la gestione dell'intera faccenda del rischio sisma non andrebbe fatta all'italiana. Ma d'altronde, siamo in Italia.

Anonimo ha detto...

per me paolo ne sarebbe perfettamente capace.

Anonimo ha detto...

basta un po' di aiuto online.